Il Consigliere comunale Demarte si Congratula con il Comandante del Corpo dei Vigili del Fuoco

Il Consigliere comunale Demarte si Congratula con il Comandante del Corpo dei Vigili del Fuoco

Questo che segue è il testo integrale della lettera:

Vincenzo De Marte

Le invio la presente come testimonianza della gratitudine al Corpo dei Vigili del Fuoco di Alessandria da Lei guidati.

Il 7 novembre, nel tardo pomeriggio, nei pressi di via Genova si è improvvisamente sviluppata una nuvola di fumo; si era scatenato un principio di incendio in un piccolo capannone, un tempo produttivo e ormai da anni in disuso per pensionamento del titolare, attualmente utilizzato come deposito-ricovero domestico.

I cittadini allarmati hanno richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco che sono intervenuti con grande tempestività e competenza. Continua a leggere “Il Consigliere comunale Demarte si Congratula con il Comandante del Corpo dei Vigili del Fuoco”

Il Consigliere Bianchini presenta una Mozione sulle deiezioni canine

Il Consigliere Bianchini presenta una Mozione sulle deiezioni canine

Alessandria, il Consigliere comunale Giuseppe Bianchini presenta una Mozione sulle deiezioni canine, questo che segue è il testo integrale:

giuseppe-bianchini

MOZIONE Alessandria, 08 novembre 2018

OGGETTO: DEIEZIONI CANINE – PROVA DNA – OBBLIGATORIETA’ DNA.

AGGIORNAMENTO ANAGRAFE CANINA. TUTELA IGIENE URBANA. SANZIONI.

PREMESSO CHE

nel centro cittadino e nelle periferie, nonostante ogni buon volere degli organismi preposti all’igiene pubblica, si incappa spesso in deiezioni canine e residui  di urina imputabili a cani di grossa taglia, non rimosse dai relativi conduttori;

CONSIDERATO CHE

“batteri e parassiti contenuti nelle deiezioni canine potrebbero essere veicolati, attraverso le suole delle scarpe, nelle nostre abitazioni, trasmettendo vermi e malattie infettive”; Continua a leggere “Il Consigliere Bianchini presenta una Mozione sulle deiezioni canine”

Matteo Renzi, Enews 550. Lunedì 12 novembre 2018

Matteo Renzi, Enews 550. Lunedì 12 novembre 2018

Buona settimana a tutti.
Tre notizie e tre piccole domande cui inspiegabilmente non risponde nessuno.

Matteo renzi


Le 3 notizie.
1. Rocco Casalino insulta le persone con sindrome di Down. Il portavoce del Presidente del Consiglio nella sua carriera ha offeso mezzo mondo: i poveri, gli stranieri, gli anziani, i giornalisti, gli avversari politici. Basta una ricerca su Google per capire che cosa pensa davvero, nel profondo del suo cuore, il signor Rocco Casalino. Quando è uscito il video sulle persone con sindrome di Down, molti di noi hanno chiesto a Conte di far dimettere Casalino.

Ma per come funzionano le cose nei Cinque Stelle è impossibile che il premier Conte licenzi il suo portavoce Casalino: è più facile che Casalino licenzi Conte. Io ho scrittoquesto, su Instagram. Casalino ha detto che mostrando la foto di mia nipote io mi devo vergognare e che mi dovrei dimettere (io!). Al che ho risposto a Casalino che non mi vergogno delle foto di mia nipote Maria, mi vergogno di Rocco Casalino portavoce del Premier.

Casalino ha poi deciso di andare su Rai1, in prima serata, da Fazio, in collegamento per scusarsi con le persone con sindrome di Down. Per evitare che le scuse siano l’ennesima sceneggiata occorre un atto molto semplice: le scuse siano accompagnate dalle dimissioni. Altrimenti è l’ennesima finzione, l’ennesima simulazione.
Continua a leggere “Matteo Renzi, Enews 550. Lunedì 12 novembre 2018”

Barosini: P.E,B.A. Piani di eliminazione barriere architettoniche

Barosini: P.E,B.A. Piani di eliminazione barriere architettoniche

Barosini copia.jpg

Alessandria: Giovedì 8 novembre 2018 ho portato questa informativa in Giunta, che la ha pienamente recepita.

E’ un primo passaggio, ora procederemo con l’individuazione dei nominativi del ‘tavolo di lavoro’ (incarichi non retribuiti!).

Sarà un lavoro complesso, concreto ed ambizioso, vogliamo rendere Alessandria una città maggiormente vivibile a tutti-tutti, chiediamo per questo l’aiuto dei cittadini, professionisti, associazioni, volontariato ed imprese…

Quindi, inseriremo dei precisi finanziamenti nel piano triennale delle Opere Pubbliche.

Ringrazio per la grande collaborazione i Presidenti Berta e Bianchini, notoriamente molto sensibili al tema.

Un grandissimo ringraziamento va all’architetto Paola Testa, avremo molto bisogno della sua figura (disability manager), anzi proporremo anche alla Provincia di avvalersi di tale fondamentale dotazione (in questo caso parlo anche come Presidente provinciale della Fand ).

Questo è un primo passaggio per celebrare degnamente la giornata del 3 dicembre (Giornata internazionale delle le Persone con Disabilità) 

Dott. Giovanni Barosini

Assessore

Lavori Pubblici, Patrimonio, Aree verdi, Cimiteri, Welfare animale

I numeri di Alessandria today?

I numeri di Alessandria today?

wikipedia 220px-Smiley.svg

di Pier Carlo Lava

Alessandria today continua un trend di crescita delle visualizzazioni, nell’immagine allegata i dati settimanale relativi al periodo dal 16 aprile al 11 novembre 2018, che come si può vedere sono in costante crescita:

Schermata 2018-11-12 a 09.35.59

Settimana del 16 aprile 5.002 visualizzazioni

Settimana del 11 novembre 9.611 visualizzazioni + 92,14%.

Un risultato inaspettato che va oltre le nostre più rosee previsioni, dovuto ai tanti navigatori del web che visitano il blog, agli oltre 500 amici blogger e all’impegno profuso da tutti gli autori che pubblicano i loro post su Alessandria today.

Al termine del corrente mese di novembre informeremo chi ci segue in merito ad un ulteriore analisi delle visualizzazioni mensili relative al periodo novembre 2017-novembre 2018.

Grazie a tutti e continuate a seguirci, non vi deluderemo…

2 foto mia

1 foto wikipedia

Renato Balduzzi, CSM. Prescrizione e processi. Governo di coalizione o coalizione di governo?

Renato Balduzzi, CSM. Prescrizione e processi. Governo di coalizione o coalizione di governo?

Balduzzi-Renato-

“Sembra essersi avviata – scrive Renato Balduzzi nella rubrica Pane e giustizia di oggi – una reale e non occasionale discussione sulla disciplina della prescrizione e sulla durata dei processi penali.

Lo dico con il condizionale, perché non sarebbe la prima volta che una tale discussione viene iniziata e poi finisce miseramente e lestamente per essere soppiantata da altri argomenti, che richiedono meno attenzione da parte della pubblica opinione e che possono essere più facilmente ridotti a slogan semplificati”.

Per leggere il testo dell’articolo, in edicola questa mattina su Avvenire, clicca sul seguente link: Pane e giustizia – 8 novembre 2018.

Basta aspettare, 16 dicembre a Roma per una nuova forza rosso-verde

Liberi e Uguali e Art Uno:Basta aspettare, 16 dicembre a Roma per una nuova forza rosso-verde

Ecco le tesi che proponiamo come base della discussione della nostra comunità e di tutti quanti vorranno partecipare all’assemblea aperta del prossimo 16 dicembre a Roma.
Così ha spiegato Roberto Speranza alla riunione del coordinamento di Articolo 1: “ Basta aspettare, il 16 dicembre a Roma per una nuova forza rosso-verde”.


“Il nostro impegno è sempre stato dare all’Italia una forza autonoma della sinistra e del lavoro, ecologista e popolare, capace di costruire un’alternativa alle destre che avanzano. Per questo ci rimettiamo in cammino. Basta aspettare e traccheggiare. Il congresso di LeU per noi serviva a questo: dare finalmente al Paese quella forza eco-socialista che oggi non c’è. Noi andiamo avanti. La costruiremo comunque con chi ci sta. Iniziamo il 16 dicembre a Roma con una grande assemblea”. 

1. PERCHÉ LA NOSTRA PROPOSTA DENTRO UN MONDO NUOVO

Il mondo in cui viviamo è sempre più insicuro e orientato a destra. Siamo davanti a un movimento su scala globale alimentato da una «nuova destra» di orientamento nazionalista: non è più quella tradizionale, di tipo neo-liberista, che declinava le libertà al plurale per garantire in modo più efficace la difesa dei monopoli e delle rendite di un’oligarchia, ma risponde, con capacità, a un’esigenza di protezione che attraversa fasce sempre più vaste della popolazione in Italia, in Europa e nel mondo. Continua a leggere “Basta aspettare, 16 dicembre a Roma per una nuova forza rosso-verde”

Pernigotti. M5S al lavoro per una soluzione

Pernigotti. M5S al lavoro per una soluzione

Oggi a Novi Ligure abbiamo incontrato i dipendenti Pernigotti che stanno presidiando l’azienda per portare loro tutta la nostra solidarietà e ribadire che non verranno lasciati soli.

pernigotti

Abbiamo ascoltato con attenzione tutto quanto è stato detto, preoccupazioni, problemi, suggerimenti, speranze. Da subito ci siamo attivati e messi a disposizione per l’apertura del tavolo di crisi nazionale che si terrà il 15 novembre dove ribadiremo che Pernigotti è un marchio che fa parte della storia industriale Italiana da quasi 160 anni, è legato in modo indissolubile a Novi Ligure e alla sua storia e non è pensabile che questo connubio possa venire a mancare.

Susy Matrisciano – Senatrice M5S

Tiziana Beghin – Europarlamentare M5S

Fabrizio Gallo – Consigliere comunale M5S Novi Ligure

Susy Matrisciano

Portavoce M5S al Senato della Repubblica

Capogruppo M5S 11ª Commissione permanente (Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale)

Sonia Fogagnolo M5S. Giù le mani dalla libertà femminile: ad Alessandria una mozione antiabortista che va fermata

Sonia Fogagnolo M5S. Giù le mani dalla libertà femminile: ad Alessandria una mozione antiabortista che va fermata

Mozione antiaborto. Sonia Fogagnolo, candidata del M5S per la Regione Piemonte

Sonia Fogagnolo M5S

E’ giusto finanziare con soldi pubblici campagne informative ed enti che vanno contro ad un diritto sancito dalla legge? E’ proprio questo che si propone una mozione presentata nei giorni scorsi da alcuni esponenti della maggioranza: fare in modo che il Comune (quindi gli alessandrini) elargisca “congrui finanziamenti” agli enti antiabortisti.

Nel leggere la mozione, da donna, sono combattuta tra la rabbia e l’incredulità: a quarant’anni dall’entrata in vigore delle legge che ha reso l’aborto legale (era il 22 maggio 1978) trovo surreale che alcuni esponenti politici alessandrini tentino di ostacolare la libera scelta delle donne (mettendo mano alle nostre tasche, non dimentichiamolo), emulando il provvedimento paradossale approvato recentemente dal Comune di Verona.

Ritengo perciò che lottare contro questa mozione sia un dovere, una battaglia di civiltà, a difesa dell’importanza della libertà di scelta e contro ogni forma di terrorismo psicologico che tenti di minarla. Continua a leggere “Sonia Fogagnolo M5S. Giù le mani dalla libertà femminile: ad Alessandria una mozione antiabortista che va fermata”

M5S Alessandria: No alla mozione antiabortista presentata da Locci e Trifoglio, pronti a scendere in piazza

M5S Alessandria: No alla mozione antiabortista presentata da Locci e Trifoglio, pronti a scendere in  piazza

Alessandria: Un insulto alla libertà femminile, un’iniziativa retrograda che emula la recente misura approvata a Verona: così il Movimento 5 Stelle Alessandria definisce la recente mozione, che vede come primi firmatari Emanuele Locci ed Oria Trifoglio, che mira ad impegnare il Comune di Alessandria nell’elargizione di congrui finanziamenti ad enti pro vita ed a proclamare Alessandria “città a favore della vita”.

m5s-2

In poche parole, Locci, Trifoglio, esponenti di SiamoAlessandria, Forza Italia e Fratelli d’Italia, hanno lo spudorato coraggio di chiedere all’Amministrazione di mettere mano ai soldi dei cittadini per sostenere campagne antiabortiste.

“Non abbiamo paura di mettere in campo azioni forti e a scendere in piazza nel caso questo scempio fosse approvato – tuonano Michelangelo Serra e Francesco Gentiluomo, portavoce M5S in Comune –  siamo pronti ad  unire le forze con le numerose associazioni, i singoli cittadini  e le realtà politiche, locali e regionali,  che hanno a cuore la difesa delle libertà individuali e non vogliono che la miopia di alcuni soggetti faccia sprofondare Alessandria indietro di cinquant’anni.

Le biciclette davanti alla stazione, un degrado da risolvere, di Pier Carlo Lava

Le biciclette davanti alla stazione, un immagine di degrado per la città

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Ogni giorno migliaia di persone  transitano dalla stazione ferroviaria della nostra città, cittadini che per lavoro o per le vacanze preferiscono usare il treno che è più sicuro, meno costoso e meno inquinante dell’auto, si trovano davanti uno spettacolo di degrado dovuto alle decine di biciclette, tutte per ovvi motivi in pessimo stato malamente parcheggiate in approssimate rastrelliere sul piazzale antistante.

1a IMG_2793 copia1aa IMG_2794 copia1aaa Bici stazione copia

I furti totali o parziali delle biciclette, nonostante gli antifurti vari, a volte anche doppi come si può vedere dalle immagini,  sono all’ordine del giorno, biciclette che non hanno nemmeno un riparo e quindi oltre ad essere a portata di mano per i ladri sono espose alle intemperie.

Tempo fa durante la precedente amministrazione si era parlato di un possibile accordo con le ferrovie dello Stato per un locale chiuso all’interno della stazione per le bici e della possibilità di utilizzare una parte del grande parcheggio per le auto adiacente alla stessa, salvo poi che entrambi non sono andati a buon fine. Continua a leggere “Le biciclette davanti alla stazione, un degrado da risolvere, di Pier Carlo Lava”

Mobilitazione generale contro la decisione di chiudere la Pernigotti, aggiornamenti

Mobilitazione generale contro la decisione di chiudere la Pernigotti

di Pier Carlo Lava

Aggiornamenti

3) Il Giornale: https://alessandria.today/2018/11/10/marcia-indietro-dei-turchi-pernigotti-resta-in-italia-il-giornale-it/

2) Matrisciano M5Shttps://alessandria.today/2018/11/10/matrisciano-pernigotti-m5s-bene-convocazione-del-tavolo-al-mise-al-lavoro-per-trovare-soluzione/

1) Comune di Novi Ligure: https://alessandria.today/2018/11/10/novi-ligure-pernigotti-consiglio-comunale-aperto/

Alessandria toady: La decisione della proprietà turca di chiudere l’antica società Pernigotti di Novi Ligure è giunta come una bomba sulla città, sono a rischio 100 posti di lavoro.

Pernigptti

Tutti la parti politiche a livello Nazionale si stanno muovendo con l’obiettivo di evitarlo, questi sono i link dei vari comunicati in parte già pubblicati su Alessandria today:

PD     https://alessandria.today/2018/11/08/ravetti-martedi-prossimo-in-consiglio-regionale-si-discuta-della-crisi-pernigotti/

Lega https://alessandria.today/2018/11/08/pernigotti-lega-lavoriamo-per-soluzione-rapida-il-15-novembre-tavolo-di-crisi-al-mise/

LEU https://alessandria.today/2018/11/07/federico-fornaro-pernigotti-leu-fermare-chiusura-novi-ligure-e-salvare-200-posti/

M5S  Tiziana Beghin

Pernigotti: Ho inviato alla Commissione Europea un interrogazione urgente. La chiusura di Pernigotti, un’azienda storica per la produzione alimentare italiana e un orgoglio Piemontese del cioccolato, è un danno incommensurabile per il territorio alessandrino. La scelta di chiudere lo stabilimento produttivo di Novi Ligure è la decisione economica di una società privata che il Governo non può impedire, ma le colpe vanno rintracciate tra chi, negli ultimi anni, ha permesso la svendita di innumerevoli imprese storiche italiane, consegnandole nelle mani di chi pensa solo al profitto, senza rispetto per tradizioni centenarie e per i posti di lavoro. Nonostante le rassicurazioni della proprietà turca, che ha annunciato di voler mantenere la produzione in Italia, noi preferiamo usare la massima cautela e seguiremo con grande attenzione l’evolversi della situazione perché, come annunciato dal ministro Di Maio, se un’azienda ha ricevuto contributi pubblici DEVE restituirli in caso di delocalizzazione. Per questo ho inviato un’interrogazione urgente alla Commissione Europea, chiedendo se Pernigotti abbia ricevuto fondi europei da quando è stata acquisita dalla nuova proprietà turca. Ma non solo. Negli ultimi dieci anni la Turchia ha ricevuto più di 10 miliardi di euro di fondi europei, per cui ho anche chiesto se il gruppo turco che ha acquistato Pernigotti abbia beneficiato di questi fondi in Turchia, agevolando così la possibile delocalizzazione. Non sappiamo ancora se questo sia il caso, ma se così fosse chiederemo alla proprietà turca di restituire all’Italia e all’Europa i contributi ricevuti. E non faremo sconti!

Le notizie locali

https://alessandria.today/2018/11/07/enrico-sozzetti-decisione-dei-turchi-la-pernigotti-di-novi-ligure-chiude/

https://alessandria.today/2018/11/08/industriali-moderatamente-ottimisti-per-i-prossimi-mesi-mentre-sulla-pernigotti-si-richiama-limpegno-di-tutti-i-portatori-di-interesse-ma-in-quanti-si-e/

https://alessandria.today/2018/09/12/manager-che-vai-azienda-che-trovi-il-caso-pernigotti/

http://www.alessandrianews.it/economia/pernigotti-mise-tavolo-crisi-dimaio-163377.html

Novi Ligure

A livello locale è stata aperta una pagina facebook “Salviamo la Pernigotti” e si sta organizzando un corteo di protesta contro questa assurda e imprevedibile decisione dei turchi.

Il comunicato della società:

“Pernigotti S.p.A., in riferimento alle notizie pubblicate sulla società a seguito dell’annuncio della chiusura delle sole attività dello stabilimento di Novi Ligure, intende precisare che è intenzione dell’azienda dare corso all’esternalizzazione delle proprie attività produttive unicamente presso il territorio nazionale.
Come già ribadito anche in sede di confronto con le Parti sociali, nel rispetto della storicità del brand Pernigotti e con l’obiettivo di mantenere la qualità distintiva dei propri prodotti, la Società sta procedendo all’individuazione di partner industriali in Italia, a cui affidare la produzione, coerentemente anche con l’obiettivo di cercare di ricollocare il maggior numero possibile di dipendenti coinvolti presso aziende operanti nel medesimo settore o terzisti.
A tal fine l’azienda sta già dialogando con alcune importanti realtà italiane del settore dolciario”.

L’età dell’oro: il Vidal storico

Gore Vidal Portrait Session

DA DAVIDE ASTEGIANO

Non è semplice parlare di un libro (il cui e-book è stato gentilmente fornito da Fazi, che qui ringrazio moltissimo) così intricato e complesso come L’età dell’oro, e non è un caso che lo sia, vista la ricca storia dell’autore. Gore Vidal infatti, è un uomo dai mille volti, è scrittore sì, ma è anche sceneggiatore, drammaturgo, attore e profondo conoscitore della storia e della politica americana, non a caso, da bambino ha vissuto a lungo con il nonno Thomas Pryor Gore, senatore e futuro oppositore politico di Franklin Delano Roosevelt. È stato testimone e volontario della Seconda Guerra Mondiale, ed è sempre stato legato all’Italia, in particolare a Ravello, sulla costiera amalfitana.

Ad aggiungersi alla ricchezza dell’autore è anche la ricchezza della Storia, rigorosamente con la esse maiuscola, che Vidal si prefigge di narrare. L’età dell’oro fa parte di una saga di libri che prende il nome di Narratives of Empire, di cui rappresenta il testo finale, e racconta l’apice del potere statunitense negli anni tra il 1939 e il 2000. È un libro complicato che affianca a fatti e personaggi reali, personaggi inventati che hanno lo scopo principale di fare speculazioni proprio su questi fatti, separando un po’ il Vidal storico da quello del romanziere. Continua a leggere “L’età dell’oro: il Vidal storico”

Pernigotti: Lega, lavoriamo per soluzione rapida. Il 15 novembre tavolo di crisi al Mise

Pernigotti: Lega, lavoriamo per soluzione rapida. Il 15 novembre tavolo di crisi al Mise

Roma 8 nov . – “Sulla delicata situazione della società Pernigotti il governo è presente e lavora per trovare al più presto una soluzione. Ci siamo attivati per convocare un tavolo di crisi e, grazie anche  al ministro Di Maio, il 15 novembre a partire dalle 10.00 ci incontreremo al Ministero dello sviluppo economico.

Capiamo perfettamente lo stato d’animo dei dipendenti e non li lasceremo soli in questo momento di crisi”.

Lo dichiarano il sottosegretario al lavoro Claudio Durigon e il capogruppo alla camera della Lega Riccardo Molinari.

ufficiostampalega@camera.it

Caprioglio: Il nuovo Consiglio dei bambini e delle bambine

Caprioglio: Il nuovo Consiglio dei bambini e delle bambine

Casale Monferrato:Lunedì 5 novembre nella Sala Consiliare del Palazzo Municipale si è riunito il nuovo Consiglio dei bambini e delle bambine, composto da 32 alunni di quarta e quinta delle scuole primarie del territorio casalese.

Casale_Monferrato-palazzo_del_Credito_Italiano1

L’organo, con funzioni propositive, è seguito direttamente dall’assessore all’istruzione Ornella Caprioglio. I bambini hanno elencato una serie di proposte avanzate anche a nome dei loro compagni di scuola: alcune di tipo strutturale (piccoli interventi di manutenzione) ma anche di nuovi spazi loro dedicati in città, proposte di visite guidate “a misura di bambino”.

«Ho fatto conoscere ai giovani consiglieri alcune delle iniziative che vengono realizzate per loro, come quelle della Biblioteca Luzzati; inoltre, ho proposto loro la realizzazione di una mostra al Castello per il periodo natalizio sul tema della solidarietà e della fratellanza dal titolo: “Io sono perché noi siamo” (Nelson Mandela). I bambini sono molto sensibili a questa tematica e senz’altro presenteranno lavori interessanti. Sempre per Natale gli alunni delle scuole si impegneranno – con manifesti colorati e preparati da loro – a promuovere in città l’adozione dei cani e dei gatti del canile e del gattile» spiega l’assessore Ornella Caprioglio.