Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani !, di Pier Carlo Lava

Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani !

Ma in quelle dei pensionati, tanto sono già abituati, visto quello che succede da anni alle pensioni potremmo dire: “Governo che vai stesso provvedimento che trovi”.

pensionati anziani-che-camminano-con-le-mani-dietro-la-schiena copia.jpg

di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Aveva iniziato Matteo Renzi con un provvedimento di legge che successivamente era stato dichiarato incostituzionale dalla Corte Costituzionale, ma che nonostante tutto questa sentenza aveva sortito un esito relativo dato la parziale restituzione del maltolto… .

Caduto Renzi i pensionati italiani pensavano che finalmente sarebbe finita, tanto più che il Governo Giallo Verde aveva espressamente dichiarato Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani”, ma purtroppo questa è stata una promessa non mantenuta. Infatti recentemente è stato varato un provvedimento di legge che toglie dalle tasche dei pensionati ben 3,5 miliardi di euro, dei quali solo 250 milioni a chi percepisce redditi da pensione definiti d’oro da oltre i 100.000 euro, una platea di circa 24.000 persone, con tassazioni che vanno dal 10 al 40% e sin qui anche se parliamo di diritti acquisiti forse… ci potrebbe anche stare.

Pensioni “d’oro”

Dal 1° gennaio 2019, e per la durata di 5 anni, le pensioni, i cui importi complessivamente considerati eccedano la soglia di 100 mila euro lordi annui, vengono ridotte con applicazione di aliquote di riduzione crescenti per specifiche fasce di importo.

Le aliquote di riduzione sono le seguenti:

– 15% da euro 100 mila a euro 130 mila; – 25% da euro 130 mila a euro 200 mila; – 30% da euro 200 mila a euro 350 mila; – 35% da euro 350 mila a euro 500 mila; – 40% oltre 500 mila. Continua a leggere “Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani !, di Pier Carlo Lava”

Piero Castellano (FdI): “Non Una Di Meno ci ha impedito con spintoni di bere un cocktail alla Festa del Borgo”

Piero Castellano (FdI): “Non Una Di Meno ci ha impedito con spintoni di bere un cocktail alla Festa del Borgo”

Brutto episodio tra gli esponenti di Non Una Di Meno e alcuni membri del Consiglio Comunale di Alessandria sabato sera alla Festa del Borgo. Piero Castellano, Emanuele Locci, Ezio Castelli e Giovanni Barosini, infatti, sono entrati nei locali dell’ex asilo Monserrato, occupati dal collettivo femminista.

Piero Castellano F.it

Gli esponenti del collettivo hanno subito notato la presenza del Presidente del Consiglio Comunale. Non appena Locci è uscito, l’Assessore Barosini e i consiglieri hanno deciso di prendere qualcosa da bere ma il collettivo li ha circondati con modi intimidatori spintonandoli fino all’uscita.

“È paradossale – commenta Piero Castellano, Capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio Comunale – che coloro che si ergono a ‘paladini della libertà’ non concedano a delle persone, per di più con l’Assessore al Patrimonio del Comune, di bere liberamente un cocktail in un locale occupato abusivamente. Ma allora la libertà di espressione e di opinione dove sta? Nell’emarginare ed insultare chi la pensa diversamente? Specialmente se chi viene emarginato è un rappresentante eletto dalla maggioranza dei cittadini di questa città”.

PER LA SINISTRA: UNA NUOVA IDENTITA’ SOCIALISTA, di Renzo Penna

PER LA SINISTRA: UNA NUOVA IDENTITA’ SOCIALISTA, di Renzo Penna

Alessandria today: Pubblichiamo un post con le considerazioni politiche di Renzo Penna sulle elezioni Europee 2019.

renzo-penna

Questa volta il compito dell’Istituto Cattaneo nel calcolare i flussi dei voti riguardanti le Elezioni Europee 2019 non è risultato particolarmente gravoso. La Lega “pigliatutto” di Salvini ha conquistato voti dall’alleato di governo, dai partiti di centrodestra, in particolare Forza Italia (10%), e (qualche volta) anche dal Pd; Il M5S ha “traghettato” in maniera consistente voti verso la Lega (17%) ed è stato fortemente penalizzato dall’astensione; Il Pd ha limitato le perdite, ma non attratto nuovi elettori.

La Lega, che nei confronti delle elezioni politiche dello scorso anno ha raddoppiato la sua percentuale passando dal 17,4 al 34,3%, vede crescere i propri consensi attingendo sia dalla generazione dei “Baby Boomers” (persone nate dal 1946 al 1964), che dalla generazione “Z” (persone maggiorenni nate dopo il 1997), rispettivamente +19 e +21%. Analogamente il M5S li vede ridursi del -11 e del -25%. Da questi due gruppi di votanti il PD raccoglie il 25% (+1%) e il 23% (+9%).

Per quanto riguarda i flussi delle categorie sociali e considerando solo le tre principali forze politiche, circa la metà degli operai, il 48%, vota la Lega (+29%), il 19% sceglie il M5S (-20%), e solo il 13% il PD (-1%). Anche i cittadini più poveri premiano il partito di Salvini con il 47% (+18%), scelgono con il 20% il M5S (-17%) e con il 9% il PD (+6%). Più equilibrata la distribuzione del voto del ceto medio: il 35% vota la Lega (+15%), il 20% il M5S (-14%), il 18% il PD (+2%).

Un andamento confermato anche dai risultati delle Elezioni regionali in Piemonte dove la coalizione di centrosinistra ottiene, con il 33,3%, il peggiore risultato della storia in questo tipo di competizione. Mentre il centrodestra raggiunge il 53,5% dei consensi. Il M5S, con il 12,6%, registra un tracollo (-7,7%). Nei confronti delle Regionale di cinque anni fa il PD passa dal 36,2 al 22,4% (-13,8), La Lega, ancora Nord, dal 7,3 al 37,1% (+29,8%) e Forza Italia dal 15,6 all’8,4% (-7,2%). Continua a leggere “PER LA SINISTRA: UNA NUOVA IDENTITA’ SOCIALISTA, di Renzo Penna”

Luigi Di Maio M5S, sullo striscione dei sindacati rimosso dalla Digos

Luigi Di Maio M5S, sullo striscione dei sindacati rimosso dalla Digos

di Pier Carlo Lava

Alessandria today. Uno striscione di 108 metri quadrati resta arrotolato nel gazebo della Uil a Piazza del Popolo per l’intervento della Digos durante la manifestazione unitaria di Cgil, Cisl e Uil per il rinnovo dei contratti della Pa.

62228918_2295160953853771_2628929450154131456_n

Così Luigi Di Maio sul suo profilo facebook: Giusto per chiarire e senza alcuna polemica: non ho mai chiesto e non mi sarei mai sognato di chiedere la rimozione di uno striscione che, ironicamente e pacificamente, critica il governo. La libertà di pensiero vale sempre. Questo è un principio che, come MoVimento 5 Stelle, per primi, abbiamo sempre difeso e che continueremo a difendere.

Che ad esporlo siano le sigle sindacali o chiunque altro non importa, ognuno ha il diritto di esprimere le proprie idee nel rispetto del decoro e della legge. Lo dice la nostra Costituzione e non dobbiamo dimenticarlo.

A dimostrazione di quel che dico, quello striscione lo espongo io. Eccolo. Evviva la libertà!

Il Sindaco di Alessandria dopo l’incontro con Abderrahim Fares

Il Sindaco di Alessandria dopo l’incontro con Abderrahim Fares

Si è svolto ieri al Palazzo Comunale di Alessandria un incontro tra il signor Abderrahim Fares e il Sindaco della Città, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, accompagnato – per l’occasione – dall’Assessore alle Manifestazioni ed Eventi Cherima Fteita e dall’Assessore ai Lavori e Opere Pubbliche Giovanni Barosini.

dic IMG_3357dic IMG_3361

Abderrahim Fares – operario di cittadinanza marocchina, residente ad Alessandria da tre anni con la propria famiglia – era accompagnato dal proprio avvocato Paolo Cavalli mediante il quale, lo scorso 16 maggio, ha sporto querela per diffamazione poiché è stato coinvolto in un recente servizio televisivo (poi ripreso da un’importante testata giornalistica di rilievo nazionale) incentrato sull’area dei Giardini Pubblici davanti alla Stazione Ferroviaria di Alessandria e in viale della Repubblica.

Relativamente a tale area cittadina, l’inviato speciale del servizio televisivo (andato in onda lo scorso 6 maggio) additava il degrado e la presenza di spacciatori di droga e, a conferma di ciò, declinava il proprio intervento attraverso il coinvolgimento di un gruppo di persone (di nazionalità non italiana) in quel momento presenti in zona. Continua a leggere “Il Sindaco di Alessandria dopo l’incontro con Abderrahim Fares”

Lombardia, Corte conti contesta danno erariale a Garavaglia (Lega) – Il Sole 24 ORE

Un’inchiesta prima passata – e archiviata – dalla procura della Repubblica di Milano e poi arrivata alla Corte dei conti della Lombardia. La compravendita di un immobile a Milano, Palazzo Beretta in Corso Italia, è stata oggetto di un’indagine dei magistrati contabili, che contestano a quattro persone il danno erariale. Tra queste c’è anche Massimo Garavaglia, sottosegretario al Mef in quota Lega, all’epoca in cui era assessore al Bilancio della Regione Lombardia, nella giunta guidata da Roberto Maroni… continua su: Lombardia, Corte conti contesta danno erariale a Garavaglia (Lega) – Il Sole 24 ORE

ATTRIBUZIONE SEGGI CONSIGLIO COMUNALE: Precisazione dell’Amministrazione comunale

ATTRIBUZIONE SEGGI CONSIGLIO COMUNALE: Precisazione dell’Amministrazione comunale

Comune Novi Ligure

Novi Ligure: A seguito di dichiarazioni e commenti apparsi su organi di stampa e social network,  l’Amministrazione comunale intende ribadire la veridicità dei dati contenuti nel comunicato stampa diffuso ieri relativo all’attribuzione dei seggi del prossimo Consiglio Comunale in caso di vittoria al ballottaggio dell’uno o dell’altro candidato.

Si precisa che la verifica è stata fatta dagli uffici comunali secondo la norma, l’art. 73 del TUEL (Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali), che prevede l’applicazione del metodo d’Hondt (o delle divisioni successive), una prima volta alle coalizioni (gruppi di liste) per l’assegnazione dei seggi spettanti alla coalizione, e una seconda volta per l’attribuzione dei seggi alle singole liste. Continua a leggere “ATTRIBUZIONE SEGGI CONSIGLIO COMUNALE: Precisazione dell’Amministrazione comunale”

Federico Chiodi, Sindaco: Presentazione Giunta Comunale di Tortona

Federico Chiodi, Sindaco: Presentazione Giunta Comunale di Tortona

Tortona Giunta

Giovedì 6 giugno, il neo eletto Sindaco di Tortona Federico Chiodi ha ufficialmente presentato la squadra che comporrà la sua Giunta comunale: “Sin dal giorno successivo alle elezioni – ha dichiarato il primo cittadino – ci siamo messi al lavoro per individuare, insieme agli alleati della coalizione di Centro Destra, le donne e gli uomini migliori per attuare il nostro programma. Ritengo sia stato fatto un ottimo lavoro e non vediamo l’ora di iniziare a lavorare a pieno regime sui progetti che abbiamo per la città e sulla soluzione alle tante problematiche che affronteremo sin dai prossimi giorni”.

Della Giunta fanno quindi parte Fabio Morreale (52 anni, già sottoufficiale della Guardia di Finanza, segretario della lista civica Nuova Tortona) che avrà anche l’incarico di vice Sindaco e le deleghe a urbanistica ed edilizia, ambiente, cultura e manifestazioni, turismo, commercio, decentramento e frazioni, tutela animalista e valorizzazione faunistica, avvocatura.

A Mario Galvani (44 anni, farmacista, segretario cittadino di Fratelli d’Italia) il Sindaco ha assegnato le deleghe a lavori pubblici, patrimonio, decoro e vivibilità urbana, trasporti, sanità, politiche della casa, gestione reti informatiche e telematiche, innovazione e e-governance. Continua a leggere “Federico Chiodi, Sindaco: Presentazione Giunta Comunale di Tortona”

La nuova moschea in Alessandria? Le istituzioni devono sempre essere garanti delle libertà

La nuova moschea in Alessandria? Le istituzioni devono sempre essere garanti delle libertà

“Bisogna andare oltre i muri, ridimensionando la paura” ad affermarlo è Paola Ferrari di “Demos”, commentando le polemiche che stanno sorgendo per l’annunciata moschea nel quartiere Europa di Alessandria.

unnamed

“Ritengo che un luogo di preghiera debba sempre essere riconosciuto e autorizzato per non restare solo sul piano teorico, ma per favorire concretamente il dialogo interreligioso, in particolare con i credenti dell’Islam. Negarlo significa privare le persone del diritto di preghiera – aggiunge Ferrari-. La libertà religiosa (e i diritti che ne conseguono) costituisce, in particolare, un elemento costitutivo di un paese che vuole essere una democrazia liberale. Ce lo ricordano la nostra Costituzione repubblicana e ce lo ricordano gli atti fondativi delle grandi nazioni occidentali, basti pensare al primo emendamento della Costituzione federale degli Stati Uniti d’America”.

Conclude Ferrari: “Per il prossimo futuro c’è da sperare che tutte le forze politiche manifestino la consapevolezza dell’alto ministero a cui sono chiamate e che la pur legittima ricerca del consenso avvenga, al di là del colore politico di ciascuna, nella piena valorizzazione dei diritti sanciti nella carta fondante della nostra Repubblica. Lo Stato non può abdicare al suo ruolo di garante della legalità e insieme della libertà, e non può rischiare di spingere chi lo cerca per professare la propria fede alla luce del sole in un angolo di oscurità dove il diritto è bandito”.

Demos Alessandria

Insieme per Ovada. Paolo Giuseppe Lantero: Individuate le figure che comporranno la nuova Giunta

Insieme per Ovada. Paolo Giuseppe Lantero: Individuate le figure che comporranno la nuova Giunta

Paolo Giuseppe Lantero Sindaco Ovada.jpg

Nei giorni seguenti alle elezioni del 26 maggio ho subito iniziato, con grande entusiasmo, il lavoro con il gruppo di Insieme per Ovada.

Da una parte ho aggiornato i nuovi membri sul lavoro di questi anni e sulle tematiche più attuali, dall’altra ho intrapreso le riflessioni necessarie per la creazione della squadra di governo e la distribuzione delle competenze. È stato un lavoro molto interessante e proficuo che si è concluso ieri con l’individuazione delle figure che comporranno la Giunta comunale e l’assegnazione delle deleghe.

Nel contempo, però, tutti i neo consiglieri di maggioranza saranno chiamati a intervenire con le loro specifiche peculiarità nell’attività del Comune. 

La composizione della Giunta sarà resa nota nella giornata di venerdì anche per rispetto della tempistica dei settimanali locali.

Piero Castellano (FdI): “Presto una Commissione Politiche Sociali al Don Soria per vedere in loco i problemi della Polizia Penitenziaria”

Piero Castellano (FdI): “Presto una Commissione Politiche Sociali al Don Soria per vedere in loco i problemi della Polizia Penitenziaria”

image1.jpeg

Piero Castellano.jpg

Si è tenuta questa mattina in Comune in Alessandria la Commissione Politiche Sociali e Sanitarie presieduta da Piero Castellano (FdI). Argomento della discussione era il “passato, presente e futuro degli istituti penitenziari alessandrini nel tessuto sociale”.

I sindacati di Polizia Penitenziaria hanno fatto notare il degrado delle strutture ed i carichi di lavoro eccessivi dei dipendenti che devono anche attenzionare in maniera più elevata i detenuti di provenienza islamica. Inoltre i sindacati lamentano i pochi parcheggi per i dipendenti e gli scarsi collegamenti con i mezzi pubblici. Infine rimane il problema delle aggressioni ai dipendenti da parte dei detenuti.

Nel corso della Commissione è intervenuto anche l’Assessore Ciccaglioni che ha detto che bisogna impegnarsi per evitare che si aggravino le condizioni lavorative della Polizia Penitenziaria. Stesso parere è stato espresso da tutti gli altri consiglieri.

“Oggi ho dato voce ai problemi della Polizia Penitenziaria inascoltati da anni – dichiara Piero Castellano al termine della Commissione odierna -. Come Presidente della Commissione Politiche Sociali e Salute garantisco il massimo impegno. Convocherò a breve una Commissione in loco al Don Soria e con tutte le altre forze politiche scriverò una mozione da presentare a Roma”.

Alleanza mortale, di Agostino Pietrasanta

Alleanza mortale, di Agostino Pietrasanta

Domenicale ● Agostino Pietrasanta https://appuntialessandrini.wordpress.com/

alleanza zingaretti_dimaio_m5s_pd_lapresse_2019.jpg

Nel dibattito post/elettorale, anche in prospettiva di medio o lungo periodo, si inserisce qualche avveduto opinionista, che si qualifica pure come storico, il quale tenta di confrontare o addirittura omologare eventi di radicale difformità, sia per i tempi, sia per le condizioni complessive in cui vengono a porsi: succede così che si arrivi a parlare di possibili alleanze tra PD e Pentastellati.

Al netto dei maldestri tentativi altra volta sperimentati, a ben vedere si tratterebbe di un’alleanza innaturale (concubitus paene ferarum), di un’alleanza, meglio un’abbraccio mortale proprio per l’impatto che avrebbe sullo zoccolo duro e per ora fedele alle prospettive residue del centro/sinistra.

Il discorso proposto in soldoni, tanto semplicistici quanto rozzi è pressoché descritto in questi termini.

Udite! Dal momento che il PD non può sperare in una maggioranza capace di guidare l’esecutivo, l’unica prospettiva sta negli accordi programmatici o addirittura in convergenze politiche con altre compagini sulla scena nazionale. E dunque a certe condizioni, di tempo conveniente, di attenzione ai progetti e di trasparenza metodologica non si dovrebbe escludere una futura (?!) collaborazione PD/M5S. Continua a leggere “Alleanza mortale, di Agostino Pietrasanta”

Visita dell’XIª Commissione Lavoro Pubblico e Privato della Camera dei Deputati

Visita dell’XIª Commissione Lavoro Pubblico e Privato della Camera dei Deputati

Casale Monferrato, visita al Parco Eternot di alcuni componenti dell’XIª Commissione Lavoro Pubblico e Privato della Camera dei Deputati.

visita XI commissione.jpg

La visita al Parco è stata l’unico momento pubblico della giornata casalese (ancora in corso), dedicata alle tematiche dell’amianto, dei deputati Andrea Giaccone, Carmela Bucalo, Costantino Caffaratto, Jessica Costanzo, Chiara Gribaudo, Serse Soverini e Paolo Zangrillo (non in foto).

Il programma della giornata ha previsto (in forma riservata), incontri con il sindaco Federico Riboldi, con il presidente dell’Associazione dei Comuni del Monferrato Fabio Olivero, le visite all’ UFIM (Unità Funzionale Interaziendale Mesotelioma), alla sede cittadina di Arpa Piemonte e alla discarica amianto.

Luca Servato. Progressisti per Casale: Buon lavoro al nuovo Sindaco

Luca Servato. Progressisti per Casale: Buon lavoro al nuovo Sindaco

A Casale Monferrato il risultato elettorale è evidente ed ha bocciato l’attività della precedente amministrazione. A questo si aggiunge l’andamento nazionale positivo per la Lega.

luca-servato.jpg

Ora non ci resta che augurare buon lavoro al nuovo Sindaco Federico Riboldi ed alla sua giunta.

Abbiamo tempo per analizzare le argomentazioni di chi non ha più scelto questa sinistra e da queste macerie costruiremo una sinistra unita alternativa al centro destra.

Il compito che ci imponiamo oggi è quello di allargare e dare un forte segnale di unità.

Ringraziamo chi ha scelto Progressisti per Casale.

Progressisti per Casale

I componenti della lista tutti.

Luca Servato

La nuova Giunta e il nuovo Consiglio Comunale

La nuova Giunta e il nuovo Consiglio Comunale

Casale Monferrato: È stata ufficializzata oggi, lunedì 3 giugno, la composizione della Giunta del sindaco Federico Riboldi che dichiara «A distanza di soli tre giorni lavorativi dalla proclamazione, evento senza precedenti nella storia dell’Ente, la città ha la nuova Giunta; si tratta di un organo caratterizzato da un perfetto mix di esperienza e riscontro della volontà popolare».

Nuov Giunta con presidente Consiglio Casale.jpg

La Giunta del sindaco Federico Riboldi

Vicesindaco è Emanuele Capra (deleghe a Gestione Urbana e Territoriale – Manifestazioni ed eventi – Turismo – Casale Capitale del Monferrato – Rapporti con Cosmo spa). Assessori sono Vito De Luca (deleghe a Pianificazione Urbana e Territoriale – Patrimonio – Rapporti con AMC), Maria Teresa Lombardi (deleghe a Ambiente – Bonifica amianto – Ufficio bandi Europei, Nazionali, Regionali – Contenzioso legale), Giovanni Battista Filiberti (deleghe a Bilancio – Programmazione Economica, Finanziaria e Fiscale – Controllo di Gestione – Sviluppo Economico – Suap), Gigliola Fracchia (deleghe a Cultura – Istruzione), Daniela Sapio (deleghe a Pari Opportunità – Agricoltura – Comunicazione – Trasporti e Viabilità), Luca Novelli (deleghe a Gioventù – Servizi Sociali – Volontariato – Associazionismo). Continua a leggere “La nuova Giunta e il nuovo Consiglio Comunale”