“Sei birichina, ti sculaccerei”. Le chat erotiche del sindaco Pd di Mantova

sei

da INFOSANNIO

I messaggi del sindaco Pd di Mantova, Mattia Palazzi, che hanno fatto scattare l’indagine per tentata concussione continuata

(Franco Grilli – ilgiornale.it) – Lo scandalo scoppiò qualche giorno fa quando trapelò la notizia dell‘iscrizione nel registro degli indagati di Mattia Palazzi, sindaco Pd di Mantova di 39 anni.

La cittadina venne travolta dalle accuse di presunta tentata concussione continuata ai danni della vicepresidente di una associazione locale.

A far parlare le cronache furono alcuni messaggi, a quanto pare a sfondo sessuale, che il sindaco avrebbe mandato alla donna (che non ha sporto querela e che, esploso lo scandalo, ha detto di voler difendere il primo cittadino). Il 22 novembre i carabinieri perquisirono la casa del sindaco, chiamato in interrogatorio il 28 novembre. “Devo dimostrare di aver svolto sempre il mio lavoro di sindaco in maniera onesta e trasparente, al momento mi concentrerò solo su questo”, disse Palazzi sostenendo che quella degli sms è solo “una questione privata“. Continua a leggere ““Sei birichina, ti sculaccerei”. Le chat erotiche del sindaco Pd di Mantova”

Chi sale e chi scende negli ultimi sondaggi elettorali in vista delle politiche

urne-sondaggi-140408190327_big

da INFOSANNIO

(Filippo Merli – http://formiche.net) – Mentre Matteo Salvini parla di un confronto positivo con Silvio Berlusconi, “tranne che sul Milan”, la Lega perde terreno nei confronti di Forza Italia. Insieme al costante calo del Pd, è uno dei dati più significativi che emergono dall’ultimo sondaggio realizzato da Index Research. In vista delle politiche del 2018, la coalizione di centrodestra, secondo la rilevazione, supera ampiamente quella di centrosinistra, anche se il partito più votato, oggi, sarebbe il M5s.

Dopol’uscita di scena di Angelino Alfano e il dietrofront diGiuliano Pisapia, nelle recenti analisi compare per la prima volta Liberi e uguali, il contenitore della sinistra radicale guidato dal presidente del Senato, Pietro Grasso. Il sondaggio di Index, però, va oltre le politiche: per gli interpellati, lo scenario più probabile, dopo il voto col Rosatellum, è l’alleanza tra Berlusconi e Matteo Renzi per un governo di larghe intese. Continua a leggere “Chi sale e chi scende negli ultimi sondaggi elettorali in vista delle politiche”

Proprietari di casa, ovvero pecore da scorticare!

pecore

In una delle ultime riunioni tenutasi al Circolo della Concordia parlando di tasse, ci è stato illustrato il Rapporto 2017 della Corte dei Conti sul coordinamento della finanza pubblica.

Un rapporto che possiamo definire un vero e proprio “grido di dolore”: metà del nostro stipendio se ne va tra contributi e tasse.

IL rapporto della Corte ha fornito al relatore anche lo spunto per una riflessione sulla “TASSAZIONE SULLA CASA”. Ci è stata illustrata, a tal proposito, l’Enciclica Rerum Novarum promulgata dal Pontefice Leone XIII nel 1891.

Leggiamo in essa che “le leggi devono fornire il diritto alla proprietà privata e fare in modo che cresca il più possibile il numero dei proprietari. ..La proprietà privata non venga oppressa da imposte eccessive. ..E’ ingiustizia ed inumanità esigere dai privati più del dovere sotto il pretesto di imposte – perché la proprietà privata concretizza   – una più equa ripartizione della ricchezza nazionale”. Continua a leggere “Proprietari di casa, ovvero pecore da scorticare!”

Martinazzoli: dallo statista bresciano una lezione di serietà, perciò attuale

Balduzzi-a-Pescara_02

Qualche giorno fa, nella Sala della Lupa alla Camera dei deputati, è stato presentato il volume contenente i “Discorsi parlamentari” di Mino Martinazzoli. La raccolta consente di cogliere le peculiarità e la ricchezza del contributo alla vita politica e istituzionale del nostro Paese offerto dallo statista bresciano, la cui lezione di serietà – come scrive Renato Balduzzi nella rubrica Pane e giustizia in edicola oggi su Avvenire – è sempre attuale, forse oggi ancor più di allora. Continua a leggere “Martinazzoli: dallo statista bresciano una lezione di serietà, perciò attuale”

M5S Alessandria: MAGGIORE SICUREZZA SUGLI AUTOBUS

Alessandria: E sera, siete in ufficio seduti alla scrivania davanti al pc, state solo pensando ad arrivare alla fine di una dura giornata di lavoro e a tornare a casa per passare una tranquilla serata in famiglia. All’improvviso sette sconosciuti ubriachi entrano dalla porta alle vostre spalle.

Cominciano a fare un gran baccano a minacciarvi mentre chiedete loro di smettere. Cercate di calmarli spiegando loro che state solo cercando di fare il vostro lavoro in pace. Vi aggrediscono con calci e pugni e vi mandano all’ospedale.

Questo fortunatamente capita di rado a chi di noi lavora in un ufficio, in una ditta o in un supermercato. ‘E capitato invece ad un conducente di autobus del nostro servizio di trasporto pubblico Giovedì sera intorno alle 20.00, con una prognosi ospedaliera di 5 gg. Continua a leggere “M5S Alessandria: MAGGIORE SICUREZZA SUGLI AUTOBUS”

Senza futuro, di Agostino Pietrasanta

senza futuro.jpg

di Agostino Pietrasanta. Alessandria

Sembrerebbe paradossale: nello stesso giorno che l’ISTAT rileva un’ ulteriore contrazione delle nascite in Italia, arriva la decisione di dimezzare il “bonus bebè”, provvedimento in sé non certo esaltante, ma la scelta resta indicativa di una tradizionale mancanza delle sensibilità istituzionali ad una questione che riguarda il futuro della nazione.

Pressoché in contemporanea si legge, con più amarezza che stupore, la notizia  di una cospicua azienda che si propone di licenziare una lavoratrice perché necessità di orari flessibili per badare ad un figlio diversamente abile (attenti alle espressioni!).

Ci sarebbe ben poco da aggiungere ai fini di un severo commento: tanto lo Stato quanto il privato del bello e simpatico Paese non si fanno un pensiero al mondo di ciò che significa il crollo della natalità ed il contestuale aumento della popolazione anziana e (per ora) pensionata.

Vorrei subito sgombrare il campo da eventuali controdeduzioni ideologiche; forse l’Istituzione che da tempo avverte del fenomeno è la componente ecclesiastica. Tuttavia lo ha spesso legato alla mancata liceità morale della regolazione delle nascite; era e forse rimane nella sua legittima competenza, come era ed è nella sua competenza ragionare sulla indissolubilità del matrimonio, ma solo da recenti scelte si è fatta maestra e carico delle condizioni anche economiche che avrebbero potuto supportare sia la stabilità ò delle coppie, sia il loro programma di fecondità basato sulla fiducia nel futuro. Continua a leggere “Senza futuro, di Agostino Pietrasanta”

La Sanità italiana, miliardi di sprechi, che pagano sempre i cittadini

Ospedale

di Pier Carlo Lava. Alessandria

Secondo alcuni media un farmaco su 10 finisce nella spazzatura, con uno spreco di 1,6 miliardi di euro all’anno. 

Non mancano consulenze d’oro per 780 milioni di euro, servizi di mensa e pulizia pagati più di quanto si deve, con uno spreco di circa 1 miliardo di euro. 

Project financing molto costosi per costruire ospedali a volte inutilizzati, spese legali inutili, con costi per 2 miliardi di euro.  Continua a leggere “La Sanità italiana, miliardi di sprechi, che pagano sempre i cittadini”

Der Spiegel (DE) La Germania vince, la Merkel perde

Der martin-schulz-spd

di francogavio https://democraticieriformisti.wordpress.com

Già il titolo di questo editoriale del Der Spiegel muove qualche singolare supposizione. Se poi si scorre il testo, il timido sospetto si tramuta in sorpresa, al punto che dopo averlo letto non si può fare a meno di chiederci: che cosa sta succedendo in Germania? Non appena furono divulgati i risultati definitivi nella tarda sera del 24 settembre, alcuni brillanti commentatori constatarono la quasi impossibilità di celebrare una coalizione Giamaica, essendo già noto il diniego della SPD di partecipare al governo della Repubblica Federale: troppe le differenze che separano i liberali dai verdi e per di più le schermaglie tra CDU e CSU, a parer loro, cominciano a non essere più nascoste all’elettore tedesco. Sennonché, buona parte dei media nazionali e internazionali – a esclusione della BBC – propalavano una sorta di parabola politica, secondo cui i tedeschi, in quanto custodi di valori “etnici”, avrebbero necessariamente escogitato un fine meccanismo di “check and balance” tale da riuscire a trovare un accordo persino con il diavolo, pur di santificare l’unità politica della nazione. Continua a leggere “Der Spiegel (DE) La Germania vince, la Merkel perde”

Daily Mirror (UK): una vita inumana lavorare in Amazon

Daily

di francogavio https://democraticieriformisti.wordpress.com/

Alessandria: La lettura dello scoop giornalistico che fece la scorsa settimana il Daily Mirror (uno dei più venduti tabloid inglesi) sulle condizioni di lavoro delle maestranze Amazon a Tilbury nel Regno Unito ad alcuni di noi non lascia per nulla esterrefatti. Forse, qualche giovane rampante presente nell’ultima Leopolda penserà che si tratti di una delle solite fake news costruite artatamente dagli scherani di Putin o da qualche complottista grillo-leghista per insudiciare il generoso apporto del capitale d’oltreoceano in qualità di creatore di posti di lavoro nella vecchia Europa. Sinceramente, vorremmo anche noi che lo fosse. Purtroppo, il prestigio della stampa britannica, le doti “atletiche” di Alan Selby (l’inviato del Mirror), nonché la documentazione fotografica, complessivamente ci induce a pensare che il tutto corrisponda a verità.  Non ci sarebbe altro d’aggiungere se non una inquietante analogia con il passato.

A metà degli anni 30, George Orwell fu “ingaggiato” da un noto quotidiano britannico affinché svolgesse un’indagine sulle condizioni di vita dei minatori inglesi nella regione industriale delle Midlands. Ne sortì un libro “The Road to Wigan Pier” (La strada che porta al molo di Wigan), ove lo scrittore scozzese non si fece scrupolo di denunciare il degrado in cui viveva la classe operaia del tempo e lo sfruttamento a cui era sottoposta. Ma fu altrettanto severo con quella che lui ritenne “l’indifferenza” dei sindacati e la “spocchia” dei burocrati Labouristi. Il partito reagì in modo furente “censurando” l’opera e ostracizzando Orwell. Lo stesso accadde, sebbene in misura minore, non appena fu pubblicato 1984. Continua a leggere “Daily Mirror (UK): una vita inumana lavorare in Amazon”

Autonomia e federalismo in Germania e le contraddizioni della Lega Nord

germania-2

https://democraticieriformisti.wordpress.com/

Alessandria: La Lega Nord vuole uno Stato federale, arrivando al cuore della questione noi dobbiamo lanciare una controffensiva decisa, con proposte concrete e con una filosofia di fondo. Smascherando le evidenti contraddizioni che il centrodestra presenta in questa ubriacatura neo-regionalista. Occorre ricordare a tutti che una simile revisione costituzionale presupporrebbe un concetto di solidarietà da scolpire nella pietra. In ogni comunità nazionale sono presenti aree in surplus e in deficit di PIL in % rispetto al totale.

Conviene cambiare l’impostazione attuale?

Come si pongono i sovranisti del centrodestra di fronte a questa frammentazione? Un prevalere di interessi particolari che incrementerebbe il peso dell’Europa (sui fondi strutturali dialoga di fatto direttamente con le Regioni). Cosa ne pensano i tanti Sindaci delusi dalla distanza che vivono tutti i giorni nei confronti delle Regioni?

E’ disponibile la lega Nord, nel nuovo Stato Federale, a ridare forza alle autonomie locali?

Ai Comuni per esempio, con un federalismo fiscale vero? E’ disponibile a ripensare enti di mezzo di area vasta fra i Comuni e le Regioni, eletti dai cittadini, che riprendano in mano in modo organico materie come trasporti, rifiuti e strade? Continua a leggere “Autonomia e federalismo in Germania e le contraddizioni della Lega Nord”

La rottura fra la sinistra e il PD è politica

di Filippo Boatti http://www.cittafutura.al.it/

Non c’è dubbio, negli ultimi tempi ho personalmente espresso molte riserve e perplessità su un percorso politico della sinistra non lineare e troppo pasticciato, privo del polso di una vera classe dirigente e tutto giocato all’interno della tattica di Palazzo ma poco o nulla interessante per il mondo reale esterno, sofferente per gli effetti della “crisi” (come vengono eufemisticamente chiamate una serie di politiche sbagliate ma volute) all’inseguimento dell’improbabile federatore Pisapia o dell’estetizzante “Brancaccio”.

La rottura

Anche i tempi e i modi della scissione a sinistra del PD sono stati poco convincenti e sono certamente criticabili. Mentre senza dubbio i contenuti in positivo di un progetto alternativo stentano ad emergere con chiarezza, fra mille ritardi. Così come non mi convince la designazione di Grasso (persona peraltro assai stimabile) a leader del progetto, caso unico al mondo di una sinistra che sceglie come proprio portavoce un personaggio istituzionale esterno, mentre tutti hanno giustamente un capo politico o un esponente del mondo del lavoro. Paradossi dell’eterna e inescusabile anomalia della sinistra italiana. Continua a leggere “La rottura fra la sinistra e il PD è politica”

Politica e antipatie personali, di Nicola Parodi

di Nicola Parodi http://www.cittafutura.al.it/

Praticamente tutti i commentatori politici attribuiscono grande peso a “ antipatie, astio, odio” fra i vari leader come causa delle difficoltà al realizzarsi di un alleanza delle varie forze del centrosinistra.

Sicuramente le antipatie personali pesano ma dobbiamo considerare le reazioni di antipatia ai modi renziani solo un fatto negativo?

L’avversione alla prepotenza è una reazione emotiva, frutto di una selezione naturale durata diverse centinaia di migliaia di anni, che costituisce una delle basi su cui è costruita la morale umana.

Politica

Nel libro Storia naturale della morale umana (Raffaello Cortina Editore) Michael Tomasello ci propone una spiegazione della nascita della morale umana. Semplificando,[1] la necessità di cacciare insieme ha evolutivamente favorito gli individui che collaboravano tra di loro riconoscendo nell’altro un individuo con pari dignità con un tipo di “obbligazione” reciproca che l’autore chiama “morale della seconda persona”. Successivamente il passaggio all’economia basata sull’agricoltura le comunità cresciute di numero hanno dovuto dotarsi di una morale del “noi” cui è sottostante comunque la morale della seconda persona. Continua a leggere “Politica e antipatie personali, di Nicola Parodi”

Luigi Sturzo, santo per la politica

di Agostino Pietrasanta.

https://appuntialessandrini.wordpress.com

Alessandria: Rispetto e seguo con interesse alcune delle cause per la canonizzazione di chi ci ha preceduto nel segno della fede e della vita cristiana, ma non mi entusiasmano le inflazioni. Tuttavia constato con soddisfazione che si è concluso a Roma, l’iter processuale diocesano che ha riconosciuto l’eroicità delle virtù praticate da Luigi Sturzo; penso che per la politica ed i politici sia urgente una protezione anche nazionale, oltre quella particolarmente cospicua di Tommaso Moro.

Ovviamente, in opportuno ossequio a ciò che mi prescrive l’autorità ecclesiastica, non anticipo giudizio alcuno circa la possibile conclusione di santità per il sacerdote calatino, ma sul grado delle sue virtù cristiane, oltre i riconoscimenti processuali canonici, residuano sicuramente alcune straordinarie testimonianze di prospettiva storica.

don-sturzo.jpg

Intanto c’è una riconosciuta lucidità intellettuale nella definizione del ruolo della politica; definizione che, in considerazione del contesto in cui fu portata a proposta, non manca di un coraggio eroico, capace di fondare l’autonomia dei laici negli impegni temporali e nella costruzione della città dell’uomo.

Sturzo non lo fece contestando eventuali ingerenze della Chiesa nella politica, ma ricuperando la dimensione universale della Religione rispetto alla inevitabile divisione della politica e della relativa rappresentanza settoriale. Si trattò di intuizione felicissima che evitò condanne da parte dei vertici ecclesiastici, ma nel contempo si realizzò un comportamento eroico nel rivendicare un’autonomia che liberava la Chiesa da un surrettizio coinvolgimento nelle parti del confronto dialettico tra rappresentanze contrapposte. Continua a leggere “Luigi Sturzo, santo per la politica”

CRISI 3M. Federico Fornaro MDP: Governo ha risposto all’interrogazione

federico Fornaro

” Oggi il Governo ha risposto alla interrogazione che il senatore Federico Fornaro (MDP) aveva presentato alcune settimane fa in merito alle vicende del sito produttivo di Predosa della società 3M Italia.

La viceministro Teresa Bellanova ha confermato che nei giorni scorso è stato firmato l’accordo per la cessione del ramo d’azienda dalla 3M a una nuova proprietà, la famiglia Piana di Genova, che prevede la riassunzione dal 1 dicembre del 38 operai dello stabilimento di Predosa, mentre per i 4 impiegati, in realtà dipendenti della sede 3M di Pioltello (MI), è in corso una trattativa.

É stato, inoltre, assicurato che il Ministero dello sviluppo economico porrà attenzione all’evoluzione di tale vicenda industriale, dando la propria disponibilità per qualsiasi futuro intervento si dovesse rendere ancora utile e necessario.

Il senatore Fornaro ha infine sottolineato come ai fini della ricerca della soluzione che ha scongiurato la chiusura dello stabilimento 3M di Predosa, sia stata fondamentale l’azione del Prefetto di Alessandria, Romilda Tafuri, il senso di responsabilità dei sindacati e dei lavoratori e la positiva azione dei dirigenti dell’azienda ai diversi livelli”.

La sicurezza non è un optional

la sicurezzaTelecamere via dante.jpg

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Tempo fa alcune strade del Centro città, via Gramsci, via San Francesco d’Assisi e via Legnano, sono state interessate da una maxi rissa fra bande di extracomunitari, che si è conclusa dopo l’intervento dei carabinieri, con un ferito trasportato all’ospedale. La guerriglia urbana scatenata probabilmente per questioni di droga, avrebbe potuto avere conseguenze anche più gravi per cittadini di passaggio e attività commerciali. 

I militari stanno indagando e con l’acquisizione dei filmati di alcune  telecamere sperano di chiarire la dinamica dei fatti e individuare i colpevoli. Sempre grazie alle telecamere dopo 75 giorni la Polizia è riuscita da individuare uno dei responsabili (altri due sono ricercati) della rapina con sequestro perpetrata nei confronti della giornalista Emma Camagna. Continua a leggere “La sicurezza non è un optional”