Pluripregiudicato arrestato a bordo treno dalla polizia di stato di novi ligure

Pluripregiudicato arrestato a bordo treno dalla polizia di stato di novi ligure

Questura Alessandria: Un italiano residente nell’alessandrino, ma di fatto senza fissa dimora, di 54 anni è stato tratto in arresto nel primo pomeriggio di ieri da una pattuglia Polfer di Novi Ligure in servizio di scorta a bordo del treno Genova Brignole – Torino PN, poco prima della fermata di Alessandria.

questura-polizia copia.png

Pregiudicato con precedenti per concorso in furto aggravato, ricettazione in flagranza di reato, rapina; era destinatario di un ordine di carcerazione di mesi 4 per resistenza a P.U., a seguito di revoca del decreto di sospensione,  emesso dal Tribunale di Alessandria ad aprile scorso.

Dopo il fotosegnalamento alla Polizia Scientifica della Questura di Alessandria  gli è stato notificato il decreto del tribunale alessandrino, quindi tratto in arresto dalla pattuglia di Novi Ligure e associato alla Casa Circondariale “Don Soria” di Alessandria.

Il servizio della Polfer di Novi Ligure rientra nella pianificazione compartimentale delle scorte a bordo treno che, dal 01 gennaio ad oggi in Piemonte e Valle d’Aosta, hanno interessato 4.487 treni con l’identificazione di 17.699 persone solo a bordo treno.

“6^ edizione di “Una vita da social,” la Campagna educativa itinerante sui temi dei social network e del cyberbullismo fa tappa ad Alessandria!”

“6^ edizione di “Una vita da social,” la Campagna educativa itinerante sui temi dei social network e del cyberbullismo fa tappa ad Alessandria!”

questura-polizia copia.png

Questura Alessandria: Fa tappa ad Alessandria la più importante e imponente campagna educativa itinerante realizzata dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni nell’ambito delle iniziative di sensibilizzazione e prevenzione dei rischi e pericoli della Rete per i minori, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di prevenire episodi di violenza, vessazione, diffamazione, molestie online, attraverso un’opera di responsabilizzazione in merito all’uso della “parola”.

La nostra responsabilità come adulti è quella di continuare a diffondere una cultura della sicurezza in Rete e in questo contesto si inserisce l’iniziativa di “Una vita da social” che indirizza i ragazzi verso un uso consapevole del web. Dai dati in nostro possesso e dagli incontri nelle scuole di ogni ordine e grado, si evince l’importanza delle attività di informazione e sensibilizzazione per far si che la rete possa essere per i ragazzi una grande opportunità e non un limite. Continua a leggere ““6^ edizione di “Una vita da social,” la Campagna educativa itinerante sui temi dei social network e del cyberbullismo fa tappa ad Alessandria!””

ALESSANDRIA: Litigano in stazione al controllo della Polizia di Stato trovati in possesso di droga

ALESSANDRIA: Litigano in stazione al controllo della Polizia di Stato trovati in possesso di droga

Questura di Alessandria: Gli agenti della Sezione Polfer di Alessandria, nel pomeriggio di sabato 4 maggio u.s., durante un controllo di routine nella locale stazione, hanno notato un gruppo di ragazzi con due di loro che litigavano in modo concitato, disturbando la quiete dello scalo ferroviario.

Immagine.png

Gli agenti, per placare il diverbio, invitavano i due giovani presso gli uffici Polfer, dove una volta portati alla calma, destavano sospetti nel comportamento tenuto e venivano sottoposti a ulteriori controlli.

    I ragazzi, forse vistisi alle strette, consegnavano spontaneamente una bustina di cellophane ciascuno con rispettivamente 20,12 e 4,5 grammi di marijuana, dichiarando agli agenti che la sostanza era esclusivamente per uso personale.

     La sostanza è stata sottoposta a sequestro preventivo e i due ragazzi, italiani 18enni,  sanzionati per il possesso ad uso personale di stupefacente, con la segnalazione alle rispettive Prefetture di residenza, Piacenza e Alessandria, per i seguiti amministrativi di competenza.

STAZIONE DI NOVI LIGURE: DENUNCIATO DALLA POLIZIA DI STATO PER INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO

STAZIONE DI NOVI LIGURE: DENUNCIATO DALLA POLIZIA DI STATO PER INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO

questura-polizia copia

Questura di Alessandria: E’ sabato mattina, il personale Polfer sta effettuando il quotidiano servizio di vigilanza presso la stazione ferroviaria di Novi Ligure e adiacenze quando, durante il presenziamento alla partenza del convoglio Regionale Genova-Torino, gli operatori sentono il segnale acustico successivo all’azionamento del freno di emergenza a bordo treno.

Giunti in prossimità della carrozza interessata, il personale rintraccia un cittadino bulgaro 45enne senza fissa dimora, in evidente stato di ebbrezza, responsabile dell’azionamento del freno.

Accompagnato presso gli Uffici di Polizia per una completa identificazione, l’uomo viene denunciato per interruzione di pubblico servizio, in quanto l’occorso ha causato 20 minuti di ritardo alla partenza del convoglio, e contravvenzionato per manifesta ubriachezza.

La Polizia arresta S.B. in esecuzione sentenza definitiva per rapina

La Polizia arresta S.B. in esecuzione sentenza definitiva per rapina

Questura di Alessandria: La Polizia di Stato di Casale Monferrato, sabato 20 u.s. ha tratto in arresto su ordine di esecuzione dell’A.G., Salvatore BALSAMO di anni 45, residente in questo centro.

questura-polizia copia.png

Lo stesso era stato condannato dal Tribunale di Imperia, alla pena della reclusione di anni 3, per una rapina perpetrata nell’anno 2014 in località Arma di Taggia (IM).

Il BALSAMO aveva scontato parte della detenzione e nel frattempo proponeva prima ricorso in secondo grado alla Corte di Appello di Genova e poi alla Suprema Corte di Cassazione, vedendosi confermare in entrambi i casi il verdetto di colpevolezza.

La sentenza diveniva definitiva il 21 marzo 2019 ed in base a tale disposto, il P.M. titolare dell’indagine, il 19 c.m. emetteva l’ordine di esecuzione per la carcerazione a carico del predetto, inoltrato al Commissariato di P.S. per l’esecuzione in relazione alla competenza territoriale.

Il BALSAMO Salvatore era rintracciato dagli investigatori nei pressi della sua abitazione e, dopo le formalità di rito veniva tradotto presso la Casa circondariale di Vercelli al fine di scontare il residuo pena, pari ad 1 anno, 8 mesi e 9 giorni di reclusione.

SCOPERTO FALSO ASSICURATORE, DENUNCIATO

SCOPERTO FALSO ASSICURATORE, DENUNCIATO

Falso assicuratore alessandrino, sebbene già denunciato in passato e con procedimento penale in corso (con diverse perquisizioni subite) ha continuato la sua attività illecita.

Gli agenti del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme, nel corso di un normale servizio di vigilanza stradale, hanno sottoposto a controllo un’autovettura; dalla visione della documentazione esibita, l’attenzione degli operatori è stata attirata dal certificato assicurativo che, sin da subito, ha destato qualche sospetto.

questura-polizia copia

Infatti, da successivi accertamenti presso la banca dati ANIA, il certificato assicurativo risultava  inesistente e, quindi, la vettura risultava circolare senza la prescritta copertura assicurativa.

Di conseguenza, il malcapitato conducente si è visto sequestrare la vettura (in circolazione senza la prescritta copertura assicurativa) ma ha potuto comunque sporgere una dettagliata querela nei confronti del suo assicuratore e questo ha permesso al personale del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme, di avviare le indagini.

Le meticolose indagini del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme hanno permesso di giungere ad A.Z., 53enne alessandrino, già titolare di un’Agenzia di Assicurazioni ad Alessandria che, nonostante la revoca da parte dell’IVASS, nel 2017, del mandato ad operare come assicuratore, aveva continuato indisturbato a svolgere la sua attività in modo del tutto illecito a danno di ignari proprietari di autovetture. Continua a leggere “SCOPERTO FALSO ASSICURATORE, DENUNCIATO”

“ARRESTATO PER TENTATA RAPINA IMPROPRIA ALL’ESSELUNGA”

“ARRESTATO PER TENTATA RAPINA IMPROPRIA ALL’ESSELUNGA”

Questura di Alessandria:  Nella serata di domenica 7 Aprile u.s. il personale della Sezione Volanti della Questura di  Alessandria traeva in arresto CHAFICK Omar nato il 16.09.1981 in Palestina, senza fissa dimora, con precedenti di Polizia,  in quanto resosi responsabile del reato di tentata rapina impropria ai danni del supermercato Esselunga.

questura-polizia copia

Intorno alle ore 19.35 il personale della Squadra Volante si portava, su disposizione della locale Sala Operativa, in questo c.so Borsalino presso il Supermercato Esselunga per la segnalazione di un furto.

Giunti sul posto gli agenti identificavano il responsabile per il tale CHAFICK Omar colto dal personale della vigilanza nell’atto di occultare prodotti di elettronica, alimentare e per l’igiene personale, nello zaino che portava con sé ed all’interno dei pantaloni. Giunto alle casse pagava solo alcuni dei prodotti per poi allontanarsi.

Fermato dalla vigilanza veniva successivamente identificato dal personale Volante e sottoposto a perquisizione che dava esito positivo in quanto veniva rinvenuto un coltello di circa 12 cm di lunghezza.

Successivamente, dopo aver minacciato di morte il sorvegliante, CHAFICK cercava di divincolarsi dagli agenti di Polizia con l’intento di darsi alla fuga, cercando poi di colpire a più riprese gli operatori, veniva perciò prontamente bloccato ed arrestato.

Su disposizione del P.M. di turno veniva condotto presso le Camere di Sicurezza della locale Questura in attesa della celebrazione del rito in direttissima. L’arresto veniva convalidato nella giornata di lunedì.

In auto con una mazza da baseball di 4 kg, denunciato

In auto con una mazza da baseball di 4 kg, denunciato

Il giorno 26 marzo il personale del Distaccamento della Polizia Stradale di Acqui Terme durante lo svolgimento del  servizio di vigilanza stradale sottoponeva a controllo un’autovettura notando, sulla cappelliera, una grossa mazza da baseball che, in seguito, è risultata essere del peso di 4 kg, della lunghezza di 80 cm e spessore di 4 cm.

questura-polizia copia.png

Il conducente, C.F. 21enne della provincia Alessandrina, alle domande degli Agenti non ha fornito nessuna valida giustificazione per il  possesso della mazza tipo baseball, come ad esempio l’appartenenza ad una squadra di baseball o l’iscrizione ad un centro sportivo.

Nel caso specifico l’essere questa riposta, o meglio “esposta” sulla cappelliera senza alcun accorgimento particolare che ne impedisca l’immediata apprensione ed utilizzo  ed in assenza di valide giustificazioni, ha permesso di qualificare tale condotta come porto illegale e non già come semplice trasporto.

Pertanto la mazza da baseball è stata sequestrata ed il 21enne è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il possesso ed il porto illegale di arma impropria.

Ancora una volta la professionalità e il “buon occhio” degli Agenti del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme ha evitato un “uso improprio” della mazza da baseball da parte del 21enne. 

CATTURANDO rintracciato dalla Polizia di stato sul treno genova – Torino

CATTURANDO rintracciato dalla Polizia di stato sul treno genova  – Torino

Nell’ambito degli assidui controlli di viaggiatori attuati dal Compartimento Polfer di Torino, sulle tratte e nelle Stazioni di competenza, verso le ore 17 di lunedì 1° aprile u.s. una pattuglia Polfer di Novi Ligure in servizio di scorta su treno regionale Genova/Torino, procedeva all’identificazione di un cittadino italiano di trentadue anni, domiciliato nell’alessandrino.

foto novi ligure

All’esito delle risultanze del preliminare controllo in Banca Dati Interforze, effettuato sul posto tramite palmare di servizio, l’uomo veniva accompagnato presso gli Uffici Polfer di Novi Ligure per ulteriori accertamenti, al termine dei quali veniva constatata l’effettività di un Ordine di Esecuzione per la Carcerazione, emesso nei giorni scorsi dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pavia, per l’espiazione di anni 6 mesi 9 e giorni 1 reclusione, riferibili a cumuli di pena per numerosi furti commessi in esercizi pubblici, nell’ Alessandrino e nei comuni di Milano e Genova.

Gli operanti dopo aver sottoposto l’uomo ai rilievi fotodattiloscopici ed antropometrici presso il Gabinetto di Polizia Scientifica della Questura di Alessandria, al termine delle attività di rito, procedevano a trasferirlo presso la Casa Circondariale di Alessandria.

Dispositivo antinquinamento alterato

Dispositivo antinquinamento alterato

Questura di Alessandria: V.D. 62enne residente a Casale Monferrato, nella mattinata del 23 marzo u.s., alla guida dell’autocarro Iveco di proprietà di una ditta Astigiana, veniva sottoposto a controllo da parte degli Agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Casale Sud.

questura-polizia copia

L’attenzione degli Agenti è stata attirata dalle emissioni dei gas di scarico dell’autocarro tant’è che, da un’attenta ispezione del veicolo, hanno rinvenuto, occultata all’interno del cruscotto strumenti, dietro al vano porta fusibili, una centralina elettronica esterna collegata con dei cavi al sistema di controllo SCR (Selective Catalyc Reduction), modificando ed alterando così la funzionalità del dispositivo antinquinamento.

Il sistema SCR, infatti, serve a comandare un’adeguata iniezione di AdBlue a monte del catalizzatore riducente, in modo che all’interno di quest’ultimo possa avvenire una reazione chimica che consente di trasformare gli ossidi di azoto in gas meno dannosi, in quanto già presenti nell’atmosfera terrestre (vapore acqueo, anidride carbonica e azoto molecolare), quando le valvole EGR non sono più sufficienti  ed è necessario ricorrere al post-trattamento dei gas di scarico. Continua a leggere “Dispositivo antinquinamento alterato”

La collaborazione internazionale tra Forze di Polizia Europee

La collaborazione internazionale tra Forze di Polizia Europee

Questura di Alessandria: M.Z. 28enne di Acqui Terme denunciato per possesso di patente di guida tedesca falsa.

questura-polizia copia

Il fatto:

il personale del Distaccamento della Polizia Stradale di Acqui Terme durante il servizio di vigilanza stradale ha sottoposto a controllo un’autovettura italiana il cui conducente ha esibito una patente di guida tedesca.

Il documento ha attirato subito l’attenzione degli Agenti della Polizia Stradale, ed il conducente ha ingenerato qualche perplessità  perchè, alla domanda sul motivo per cui fosse andato sino in Germania per conseguire la patente di guida, lo stesso è stato molto vago, facendo riferimento al poco tempo che aveva a disposizione a causa del proprio lavoro.

Questo non ha convinto affatto gli agenti anche perché per il conseguimento all’estero bisogna recarsi nel paese di rilascio della patente di guida per gli esami ed anche per tutte le incombenze burocratiche, cosa che M.Z. ha pensato di non fare, procurandosi una patente di guida falsa. Continua a leggere “La collaborazione internazionale tra Forze di Polizia Europee”

“Celebrazione del Precetto Pasquale Interforze: venerdì 5 aprile ore 11.00 Chiesa Cattedrale di Alessandria”

“Celebrazione del Precetto Pasquale Interforze: venerdì 5 aprile ore 11.00 Chiesa Cattedrale di Alessandria”

Duomo.JPG

Questura di Alessandria: Come di tradizione, si svolgerà venerdì 5 aprile alle ore 11.00 presso la Chiesa Cattedrale di Alessandria il Solenne Precetto Pasquale Interforze presieduto da S.E. Rev. Mons Guido GALLESE, Vescovo di Alessandria e coadiuvato dal Prof. Don Augusto PICCOLI, Cappellano della Polizia di Stato e dagli altri Cappellani delle Forze dell’Ordine.

questura-polizia copia

Durante la Celebrazione saranno ricordati  i caduti e saranno presenti i labari delle Associazioni d’arma e combattentistiche della Provincia di Alessandria.

Nell’occasione sarà ricordato il tragico evento che sconvolse tutta la città di Alessandria: nel bombardamento avvenuto proprio il 5 aprile del 1945 nel quale persero la vita più di 160 persone, tra bambini e suore Salesiane dell’Istituto” Gagliaudo” di Alessandria.

La Santa Messa sarà animata dal coro della Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato di Alessandria.

L’invito è rivolto a tutti gli appartenenti delle Forze dell’Ordine, ai dipendenti delle varie Amministrazioni in servizio e in quiescenza, alle loro famiglie ed a tutti coloro i quali vogliono condividere questo momento celebrativo  in preparazione alla Santa Pasqua di Resurrezione.

Operazione “Letal hugs”

Operazione “Letal hugs”

Questura di Alessandria: La Polizia di Stato di Casale Monferrato, nel corso di un’articolata attività di indagine, ha deferito in stato di libertà all’A.G., cinque persone di origine romena,  RD. 32 anni, M.G. 28 anni,  V.M.  24 anni,  S.M.  21 anni e  L.R.  26 anni, tutti ritenuti responsabili in concorso fra loro del reato di furto aggravato e continuato.

questura-polizia copia

L’attività di P.G. traeva origine dalla denuncia formalizzata da G.L., cittadino casalese di 82 anni, il quale, mentre si trovava in Piazza Cesare Battisti, veniva avvicinato da una giovane donna, piuttosto avvenente, la quale, lo irretiva con alcune avances abbracciandolo per qualche secondo.

Subito dopo la donna lo salutava e si allontanava velocemente per salire a bordo di un’autovettura di colore grigio che celermente si allontanava. L’uomo, dopo qualche istante, si rendeva conto che non aveva al polso il suo orologio Rolex marca Oyster, del valore di € 10.000,00 circa ma, inizialmente, supponendo di averlo dimenticato a casa, vi faceva ritorno per cercarlo.

Ivi, non trovandolo, capiva che la sconosciuta, approfittando del suo istante di confusione, glielo aveva rubato e pertanto, dopo circa un’ora dagli eventi, raggiungeva il Commissariato di P.S. per segnalare quanto occorso. Continua a leggere “Operazione “Letal hugs””

“TENTAVA DI RUBARE UNA BICICLETTA COLTO SUL FATTO ED ARRESTATO DALLA POLIZIA ”

“TENTAVA DI RUBARE UNA BICICLETTA COLTO SUL FATTO ED ARRESTATO DALLA POLIZIA ”

Questura di Alessandria: La notte del 23 Marzo u.s. il personale della Squadra Volanti della Questura di Alessandria traeva in arresto MAFFEI Francesco nato a Stigliano (MT) il 26.12.1952 residente in Alessandria ma di fatto senza fissa dimora, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, resosi responsabile del reato di tentato furto aggravato.

questura-polizia copia

Nel corso dell’ordinario servizio di controllo del territorio, intorno alle ore 22.00,  l’equipaggio della Squadra Volante si trovava nei pressi della stazione ferroviaria notando all’interno della strada adiacente all’ingresso della stazione ferroviaria in prossimità delle rastrelliere per la sosta dei velocipedi, la presenza di un uomo rannicchiato che armeggiava davanti ad una bicicletta utilizzando un grosso arnese. Alla vista degli operatori il soggetto precipitosamente e con fare maldestro occultava all’interno di una borsa l’oggetto dandosi alla fuga in direzione dei giardini Curiel.

Pertanto il soggetto veniva fermato ed identificato e successivamente sottoposto a perquisizione personale che dava esito positivo permettendo di rinvenire strumenti atti allo scasso quali tronchesi, pinza e svariate  chiavi combinate.

Per quanto esposto il MAFFEI veniva tratto in arresto per tentato furto aggravato e su disposizione del p.m. di turno veniva associato presso le camere di sicurezza della Questura di Alessandria in attesa di giudizio in direttissima. L’arresto veniva convalidato nella mattina di lunedì 25 marzo.

.

“ARRESTATO DALLA POLIZIA PER FURTO AL NUOTOCLUB” 

“ARRESTATO DALLA POLIZIA PER FURTO AL NUOTOCLUB” 

Questura di Alessandria: Il 23 Marzo il personale della Squadra Volante della Questura di Alessandria traeva in arresto SORCE Antonio, cittadino italiano di anni 50, residente in Alessandria, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio resosi responsabile del reato di Furto aggravato.

questura-polizia copia

Alle ore 01.20 circa l’equipaggio della Squadra Volante della Questura di Alessandria veniva inviata su disposizione della Sala Operativa presso il Nuoto Club in Viale Massobrio per la segnalazione di un allarme di furto.

Giunti prontamente sul posto le Volanti notavano un individuo sospetto allontanarsi con tutta fretta in sella ad una bicicletta dall’esercizio,  che data l’ora tarda  risultava essere chiuso al pubblico. Il soggetto alla vista degli operatori cercava di dileguarsi con l’intento di sottrarsi al controllo. 

Si decideva, pertanto, di  porsi al suo inseguimento e nonostante la direzione di fuga del soggetto fosse inversa rispetto al senso di marcia e lo stesso per eludere i controlli percorresse il marciapiede, non veniva mai perso di vista dagli agenti. Continua a leggere ““ARRESTATO DALLA POLIZIA PER FURTO AL NUOTOCLUB” “