Rivalta Bormida: annullo speciale per il restauro di Santa Rosa da Lima

In occasione della presentazione a Rivalta Bormida del restauro al dipinto di Santa Rosa da Lima, Poste Italiane sarà presente con un servizio filatelico temporaneo.

L’annullo, promosso dalla Confraternita San Sebastiano, potrà essere richiesto nella giornata di sabato 19 gennaio dalle 14 alle 19, presso lo stand allestito all’Oratorio della Confraternita, in Via Vittorio Emanuele a Rivalta Bormida (AL).

<!–more–>

Con il bollo speciale sarà timbrata tutta la corrispondenza in partenza presentata direttamente allo sportello temporaneo, dove saranno disponibili le più recenti emissioni di francobolli insieme ai tradizionali prodotti filatelici di Poste Italiane: folder, pubblicazioni filateliche, cartoline, buste primo giorno, libri e raccoglitori per collezionisti.

Il timbro figurato, dopo l’utilizzo nella giornata del 19 gennaio, resterà depositato presso lo sportello filatelico dell’ Ufficio Postale di Novi Ligure (AL), in Piazza De Negri 1, per i sessanta giorni successivi, a disposizione del pubblico marcofilo.

Comunicato stampa di Poste Italiane S.p.A. – Media Relations

Maria Luisa Pirrone

Gli sviluppi del “libero mercato” nel paese dei balocchi, il caso delle Poste Italiane, di Claudio Martinotti Doria

poste-italiane-logo-300x102

di Claudio Martinotti Doria

Il nostro paese non si smentisce mai. A rischio di essere tacciato di essere esterofilo e troppo critico verso l’Italia, andazzo che sta sempre più montando in questa recentissima ed effimera fase post-elettorale di recupero della fierezza patriottica, io proseguo nella mia abituale analisi critica dei fatti, fatti, non teorie.

Lo so anch’io che l’Italia ha enormi potenzialità e meriterebbe maggior fiducia, ma nel fare queste affermazioni occorre altresì essere consapevoli che a detenere queste potenzialità, che sono di riscatto e di effettive capacità possedute, è una esigua minoranza di italiani, non la maggioranza, e meno che mai la pessima classe politica di parassiti, maggiordomi, ciarlatani, servi e ladri, al servizio dell’élite finanziaria e burocratica occidentale ed europea in particolare.

Tali sono, anche se assumono parvenze di agnelli e di rinnovatori, l’unico rinnovamento che realizzeranno sarà estetico non sostanziale, cioè elaboreranno nuove mistificazioni per continuare a servire i detentori del vero potere ed impoverire sempre più gli italiani, spogliandoli gradualmente e progressivamente dei loro diritti e possedimenti. Ma veniamo ai fatti e alla mia consueta critica di essi. Continua a leggere “Gli sviluppi del “libero mercato” nel paese dei balocchi, il caso delle Poste Italiane, di Claudio Martinotti Doria”

Poste italiane, “vendute a pensionati senza istruzione quote di un fondo ad alto rischio: restituisca 100mila euro”

poste-it-675-1

Per il tribunale di Ragusa il gruppo pubblico non li aveva informati a sufficienza e l’operazione era inadeguata rispetto al loro profilo. Il fondo, Europa Immobiliare 1, è scaduto a dicembre 2017 e stando a una prima stima registra una perdita superiore al 20%. Poste anticipa che “valuterà un’iniziativa a tutela dei propri clienti”, come accaduto nel caso di Invest Real Security

I fondi immobiliari chiusi non portano fortuna a Poste Italiane. Da un lato il gruppo pubblico guidato da Matteo Del Fante deve fare i conti con la scadenza di Europa Immobiliare 1, dall’altro è costretto a confrontarsi con gli obblighi di informazione ai clienti, che quasi mai sono esperti in materia finanziaria. Quest’ultimo aspetto è emerso in un recente caso relativo a due anziani coniugi di Modica che hanno chiesto e ottenuto dal tribunale la restituzione di 100mila euro (più gli interessi) investiti nel 2004 nel fondo Europa Immobiliare 1. Per il giudice del tribunale di RagusaRosanna Scollo, il modulo prestampato di autorizzazione all’investimento “rischioso” firmato dai due risparmiatori non è infatti sufficiente a dimostrate la “dovuta diligenza” dell’intermediario rispetto agli obblighi informativi. Soprattutto quando l’investitore non è “qualificato”, e cioè non è in grado di valutare effettivamente il rischio di un prodotto finanziario complesso come i fondi immobiliari chiusi. Continua a leggere “Poste italiane, “vendute a pensionati senza istruzione quote di un fondo ad alto rischio: restituisca 100mila euro””