Crisi di Governo: Il presidente Mattarella concede tempo ai partiti, nuove consultazioni martedì – le dichiarazioni

Crisi di Governo: Il presidente Mattarella concede tempo ai partiti, nuove consultazioni martedì – le dichiarazioni

di Pier Carlo Lava

Crisi di Governo, oggi si è concluso il primo giro di consultazioni del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella con le delegazioni dei partiti, questa sera il Presidente ha annunciato che come richiesto concederà tempo ai partiti sino a martedì quando ci sarà un nuovo e definitivo giro di consultazioni a seguito del quale deciderà se affidare l’incarico di formare il Governo oppure se mandare il paese alle elezioni.

Mattarella.png

Queste le dichiarazioni del Presidente Mattarella.

«Con le dimissioni presentate dal Presidente Conte – che ringrazio, con i ministri, per l’opera prestata – si è aperta la crisi di governo, con una dichiarata rottura polemica del rapporto tra i due partiti che componevano la maggioranza parlamentare.

La crisi va risolta all’insegna di decisioni chiare; e in tempi brevi.

Lo richiede l‘esigenza di governo di un grande Paese come il nostro. Lo richiede il ruolo che l’Italia deve avere nell’importante momento di avvio della vita delle istituzioni dell’Unione Europea per il prossimo quinquennio. Lo richiedono le incertezze, politiche ed economiche, a livello internazionale.

Non è inutile ricordare che, a fronte di queste esigenze, sono possibili soltanto governi che ottengano la fiducia del Parlamento, in base a valutazioni e accordi politici dei gruppi parlamentari su un programma per governare il Paese.

In mancanza di queste condizioni la strada da percorrere è quella di nuove elezioni. Si tratta di una decisione da non assumere alla leggera – dopo poco più di un anno di vita della Legislatura – mentre la Costituzione prevede che gli elettori vengano chiamati al voto per eleggere il Parlamento ogni cinque anni. Il ricorso agli elettori è, tuttavia, necessario qualora il Parlamento non sia in condizione di esprimere una maggioranza di governo. Continua a leggere “Crisi di Governo: Il presidente Mattarella concede tempo ai partiti, nuove consultazioni martedì – le dichiarazioni”

Emiliana Conti nuova Presidente de “Il Circolo I Marchesi del Monferrato”, di Lia Tommi

Nel suggestivo chiostro di Santa Maria di Castello, in Alessandria, che richiama con forza le origini della Città, vi è un mix di storia, cultura ed antagonismi mai sopiti, che costituiscono le basi irrinunciabili della nostra identità.
Qui, da qualche tempo, il Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato”, associazione nata ad Alessandria nel 2004, ha il compito bidirezionale di trasportare la Città nel Monferrato ed il Monferrato in Città. A guidare questo percorso evidentemente difficile, ma che si è dimostrato possibile – non a caso anche un Palazzo Esposizioni in Alessandria porta il nome del Monferrato, un brand riconosciuto dall’Unesco come patrimonio dell’umanità – il memorabile Presidente Roberto Maestri, storico e divulgatore instancabile delle gesta dei Marchesi del Monferrato, recentemente scomparso in un tragico incidente stradale.
In tanti hanno pensato che “I Marchesi” non potessero avere un futuro invece, nei giorni scorsi, proprio per onorare la forza di volontà di Roberto Maestri, l’Assemblea dei Soci ha deciso di ridare spinta alle attività del Circolo Culturale, rinnovando il Consiglio Direttivo che a sua volta ha eletto il neo presidente.
Il Direttivo è dunque composto da Emiliana Conti (presidente), Angelo Soave (Vice presidente), Nadia Ghizzi (segretaria), Alice Raviola (ricercatrice), Fabrizio di Salvo (responsabile area tecnica).
Emiliana Conti interpreterà la dimensione organizzativa del Circolo Culturale, tendendo ad una coralità più accentuata ed ovviamente meno ancorata ad una figura di grande attrazione com’era quella di Roberto Maestri.
“La proposta di presiedere il Circolo Culturale mi è giunta graditissima, pur consapevole del grande impegno che andrà profuso per divulgare la cultura del Monferrato, ma in ciò sono sicura che troverò validi e competenti interlocutori in Associazioni, ricercatori ed Enti che certamente collaboreranno per far proseguire il cammino di un’associazione che ormai è un consolidato interprete delle nostre realtà territoriali”.
L’invito ad avvicinarsi alle attività del Circolo Culturale è esteso a tutti gli affezionati al nostro Territorio.

Emiliana Conti nuovo Presidente del Circolo Culturali “I Marchesi del Monferrato”

Emiliana Conti nuovo Presidente del Circolo Culturali “I Marchesi del Monferrato”

Alessandria: Nel suggestivo chiostro di Santa Maria di Castello, in Alessandria, che richiama con forza le origini della Città, vi è un mix di storia, cultura ed antagonismi mai sopiti, che costituiscono le basi irrinunciabili della nostra identità.

Schermata 2019-07-25 a 07.46.01

Qui, da qualche tempo, il Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato”, associazione nata ad Alessandria nel 2004, ha il compito bidirezionale di trasportare la Città nel Monferrato ed il Monferrato in Città. A guidare questo percorso evidentemente difficile, ma che si è dimostrato possibile – non a caso anche un Palazzo Esposizioni in Alessandria porta il nome del Monferrato, un brand riconosciuto dall’Unesco come patrimonio dell’umanità – il memorabile Presidente Roberto Maestri, storico e divulgatore instancabile delle gesta dei Marchesi del Monferrato, recentemente scomparso in un tragico incidente stradale.

In tanti hanno pensato che “I Marchesi” non potessero avere un futuro invece, nei giorni scorsi, proprio per onorare la forza di volontà di Roberto Maestri, l’Assemblea dei Soci ha deciso di ridare spinta alle attività del Circolo Culturale, rinnovando il Consiglio Direttivo che a sua volta ha eletto il neo presidente.

Schermata 2019-07-25 a 07.43.06

Il Direttivo è dunque composto da Emiliana Conti (presidente), Angelo Soave (Vice presidente), Nadia Ghizzi (segretaria), Alice Raviola (ricercatrice), Fabrizio di Salvo (responsabile area tecnica).

Emiliana Conti interpreterà la dimensione organizzativa del Circolo Culturale, tendendo ad una coralità più accentuata ed ovviamente meno ancorata ad una figura di grande attrazione com’era quella di Roberto Maestri.

“La proposta di presiedere il Circolo Culturale mi è giunta graditissima, pur consapevole del grande impegno che andrà profuso per divulgare la cultura del Monferrato, ma in ciò sono sicura che troverò validi e competenti interlocutori in Associazioni, ricercatori ed Enti che certamente collaboreranno per far proseguire il cammino di un’associazione che ormai è un consolidato interprete delle nostre realtà territoriali”.

L’invito ad avvicinarsi alle attività del Circolo Culturale è esteso a tutti gli affezionati al nostro Territorio.

Lettera del Presidente Stefano Cuzzilla: iniziative Federmanager

Lettera del Presidente Cuzzilla: iniziative Federmanager

Gentile PIER CARLO LAVA,

sono giorni intensi questi in cui ho scelto di scriverTi, giorni in cui stiamo ridefinendo la nostra linea su sanità, previdenza, tutele assicurative, politiche attive, con una presenza sempre più intensa sui tavoli istituzionali e nel dibattito pubblico. 

Schermata 2019-03-21 a 15.55.46.png

Il lavoro sulla dimensione interna della nostra Organizzazione, quella che più da vicino riguarda i colleghi, procede di pari passo con le attività istituzionali, volte a incidere in modo influente sulle scelte di governo e del Paese.

Siamo impegnati in prima linea per garantire al nostro sistema sostenibilità futura. Voglio dire con onestà che Previndai, Fasi, Fondirigenti, il nuovo 4.Manager,Assidai, Praesidium, e tutti gli altri enti che condividiamo con Confapi (Previndapi, Fasdapi, Fondo Dirigenti PMI, Fondazione IDI e PMI Welfare Manager), richiedono un lavoro diligente

Sono i nostri fiori all’occhiello e non vanno dati mai per scontati. 

Ogni manager come Te, come me, tocca con mano i vantaggi di questo sistema integrato di servizi e tutele, che protegge anche le nostre famiglie.

Come saprai, siamo sotto rinnovo contrattuale. Il tavolo di trattativa tra i rappresentanti Federmanager e quelli di Confindustria sta procedendo con puntualità e con l’obiettivo di siglare un nuovo CCNL di categoria che rafforzi l’esistente e introduca elementi di innovazione per rendere più forte e più competitiva la nostra azione di rappresentanza. Firmare un contratto nazionale di lavoro non è mai una cosa semplice, anche se in questo caso ci sono elementi di positività che stanno emergendo tra le Parti sociali in cui confidare. Continua a leggere “Lettera del Presidente Stefano Cuzzilla: iniziative Federmanager”

Renzo Penna. Città Futura: La giunta galleggia e non risolve i problemi importanti

Renzo Penna. Presidente di Città Futura: La giunta galleggia e non risolve i problemi importanti

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Intervista a tutto campo a Renzo Penna Presidente di Città Futura.

Una parziale sintesi delle risposte alle domande:

Il contratto di Governo è in crisi. Oggi manca un alternativa democratica.

Sino a che ci saranno le diseguaglianze e la povertà ci sarà sempre la Destra e la Sinistra.

Il Governo non parla di Scuola e Sanità, ma taglia le risorse.

Per il PD la sconfitta sembra che la colpa sia stata degli elettori.

Il declino di Alessandria a radici antiche e condivise fra Amministratori pubblici e imprenditori.

La Giunta di Alessandria galleggia e non risolve i problemi importanti è in ordinaria amministrazione.

Negli ultimi decenni sono mancati gli insediamenti industriali e terzo settore di qualità, l’ultimo è quello dell’Università.

Contrariamente a Novara gli imprenditori di Alessandria non hanno dato il loro contributo alle varie Amministrazioni per realizzare la città universitaria.

Cosa si aspetta a concedere l’ex caserma dei Carabinieri all’Università.

video: https://youtu.be/laiKdg61N0o

L’Associazione “Gli Arcieri Città della Paglia” di Alessandria, dopo oltre vent’anni chiude i battenti?

L’Associazione “Gli Arcieri Città della Paglia” di Alessandria, dopo oltre vent’anni chiude i battenti?

di Pier Carlo Lava

Alessandria: La vicenda è nota, proprio ieri abbiamo pubblicato una lettera dell’Associazione A.S.D “Gli Arcieri Città della Paglia” di Alessandria, con la quale il Presidente Avv. Luca Lamborizio, visto il silenzio dell’Ente pubblico sul rinnovo della concessione scaduta da tempo chiedeva spiegazioni, il relativo post si può leggere a questo link: https://alessandria.today/2019/01/04/gli-arcieri-citta-della-paglia-non-ci-stanno-e-scrivono-al-comune/

luca lamborizio al campo di tiro copia 2

I settanta soci del’Associazione che pratica il tiro con l’arco sono preoccupati, la sede nella quale si svolgono gli allenamenti e le gare è adiacente al Circolo sportivo Innocenzo Barberis e al Campo di Atletica. Nella bella stagione è frequentata anche dalle famiglie degli stessi e dagli appassioni di questa specialità sportiva.

dsc_0003 copiadsc_0002 copia

Le ipotesi avanzate dai soci sono diverse, forse si vuole ampliare le due attività sportive in questione? si parla persino della possibilità di costruire un parcheggio?, nel frattempo è stata pulita l’area fra il campo di tiro con l’arco e il Pianeta sport di via Moccagatta (palestra e piscina), dove sono stati persino abbattuti degli alberi di alto fusto (come si può vedere dalle immagini allegate).

Si teme che ci possa essere l’intenzione di effettuare un bando per l’assegnazione dell’area (la particella catastale è la stessa del Campo di atletica) fatto che non consentirebbe all’Associazione di partecipare con la conseguente chiusura della stessa dopo oltre venti anni di gloriosa attività a costo zero per il Comune.

Dagli ultimi sviluppi si apprende che l’Associazione è stata invitata a partecipare alla Commissione Cultura e Sport che si terrà giovedì 10 gennaio 2019 in Comune, ma al momento non è dato sapere quali saranno gli sviluppi definitivi della vicenda.

Intervista Luca Lamborizio, Presidente dell’Associazione 

Paolo Arrobio Presidente Amag, sulla prima stazione di ricarica auto elettriche

Paolo Arrobio Presidente Amag, sulla prima stazione di ricarica auto elettriche

di Pier Carlo Lava

Alessandria, intervista a Paolo Arrobio Presidente Gruppo Amag, nel contesto dell’inaugurazione in piazza della Libertà, della prima stazione di ricarica Amag per le auto elettriche.

DSC_0017Amag DSC_0002DSC_0033DSC_0019

video: https://youtu.be/7tDt6KOUeew

Alessandra Oddi Baglioni è la nuova presidente nazionale di Confagricoltura Donna

Alessandra Oddi Baglioni è la nuova presidente nazionale di Confagricoltura Donna

La tortonese Paola Sacco è vice

oddibaglioni ceci sacco

“Per l’agricoltura e la società è fondamentale il contributo delle donne. Come imprenditrici di Confagricoltura intendiamo declinare la parola produttività con salute, sicurezza e salvaguardia del suolo. Puntiamo al sociale, ma nello stesso tempo alla biodiversità, il tutto senza perdere di vista il mercato, studiando percorsi alternativi. Tocca anche a noi rendere la partecipazione femminile più visibile e, attraverso quel “quid” in più che abbiamo, dobbiamo essere utili all’intero sistema agricolo”. Lo ha detto Alessandra Oddi Baglioni, appena eletta al vertice dell’associazione delle imprenditrici di Confagricoltura, dall’assemblea riunita a Palazzo della Valle a Roma. Continua a leggere “Alessandra Oddi Baglioni è la nuova presidente nazionale di Confagricoltura Donna”

Rava: AMAG Reti Gas, una rete sempre più moderna e sicura per il territorio

Rava: AMAG Reti Gas, una rete sempre più moderna e sicura per il territorio

Alessandria: Con l’avvenuta conclusione dei lavori al cavalcavia di Viale Brigata Ravenna, prosegue il piano di investimenti dedicati alla sicurezza e all’innovazione della rete di distribuzione del gas.

Emanuele Rava Amag Presidente

Si sono conclusi lo scorso 31 Agosto i lavori di AMAG Reti Gas presso il cavalcavia di Viale Brigata Ravenna ad Alessandria: l’intervento di ricollocamento delle tubazioni del gas si è reso necessario per installare un nuovo guard-rail e rendere così più sicuro il tratto stradale, evitando che in caso di incidenti i detriti cadano sui binari.

La presenza di una condotta del gas posta negli anni settanta sotto il marciapiede esistente tra il parapetto e la sede stradale, però, non consentiva di realizzare le fondazioni del guard-rail: di qui la decisione di spostare le tubazioni sul lato opposto del cavalcavia.

La nuova condotta ha oggi un diametro esterno di mm. 219,1, identico a quella sostituita ed è inserita in un tubo guaina di protezione che, in base alle prescrizioni del D.M. n° 137 del 4 aprile 2014, ha un diametro esterno di mm. 323,9. Continua a leggere “Rava: AMAG Reti Gas, una rete sempre più moderna e sicura per il territorio”

Vittorio Ferrari, Presidente Ascom Confcommercio, su AXC – Aperto per Cultura

Vittorio Ferrari, Presidente Ascom Confcommercio, su AXC – Aperto per Cultura

di Pier Carlo Lava

Alessandria, intervento di Vittorio Ferrari, Presidente Ascom Confcommercio di Alessandria, nella conferenza stampa di presentazione degli eventi relativi a AXC Aperto per Cultura.

video: https://youtu.be/tRfKSYxUo9I

Gian Paolo Coscia, Presidente Camera di Commercio, su AXC – Aperto per Cultura

Gian Paolo Coscia, Presidente Camera di Commercio, su AXC – Aperto per Cultura

di Pier Carlo Lava

Alessandria, intervento di Gian Paolo Coscia, Presidente della Camera di Commercio di Alessandria, nella conferenza stampa di presentazione degli eventi relativi a AXC Aperto per Cultura.

video: https://youtu.be/6_kNh_No6jM

AMAG, al via il nuovo CdA, Paolo Arrobio nuovo Presidente

AMAG, al via il nuovo CdA, Paolo Arrobio nuovo Presidente

ARROBBIO PAOLO

L’AD Mauro Bressan e il neo-presidente Paolo Arrobbio tracciano le linee strategiche del Gruppo. Il Comune di Alessandria: ora acceleratore premuto su innovazione.

Un nuovo Consiglio di Amministrazione per AMAG, tra conferme e novità. L’Assemblea dei Soci di oggi ha, infatti, ratificato la nomina del nuovo Presidente, Paolo Arrobbio, avvenuta ieri con Decreto Sindacale da parte dell’Amministrazione Comunale di Alessandria e che da oggi sostituirà, quindi, Stefano De Capitani, alla guida del Gruppo multiutility.

De Capitani ha diretto l’azienda negli ultimi 4 anni insieme a Mauro Bressan, attuale Amministratore Delegato. È proprio Bressan a commentare per primo l’avvenuto passaggio di consegne alla presidenza: “Il ciclo che si conclude oggi è stato caratterizzato da un grande lavoro condotto insieme a De Capitani e ai Comuni soci e che ci ha consentito di riacquistare sostenibilità economica e autorevolezza attraverso un percorso di profonda trasformazione societaria e di riorganizzazione interna del gruppo. Oggi si apre un nuovo capitolo per tutti noi e sono certo che l’esperienza professionale del Presidente Arrobbio ci consentirà di cogliere al meglio le sfide che abbiamo davanti a noi: dal ciclo idrico integrato alle gare del gas, passando per il ciclo integrato dei rifiuti e l’efficientamento energetico”. Continua a leggere “AMAG, al via il nuovo CdA, Paolo Arrobio nuovo Presidente”

Sozzetti: Paolo Arrobbio al vertice del gruppo Amag (e il cuore nerostellato)

Sozzetti: Paolo Arrobbio al vertice del gruppo Amag (e il cuore nerostellato)

Paolo Arrobio

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

Paolo Arrobbio è il nuovo presidente del Consiglio di amministrazione di Amag Spa. Le indiscrezioni trapelate a giugno hanno trovato conferma, resa ufficiale dal decreto di nomina del sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco. Subentra a Stefano De Capitani al vertice della società e assume la guida in una fase delicata del gruppo, impegnato su più fronti industriali. Paolo Arrobbio, nato a Casale Monferrato, classe 1954, una vita professionale alla Banca Popolare di Novara e poi condirettore generale di Banco Bpm Spa, è socio onorario della Fondazione Uspidalet e prossimamente entrerà nella società del Casale Fbc con la carica di presidente onorario della società nerostellata.

Il Gruppo Amag di Alessandria è in un discreto stato di salute, con un bilancio consolidato che presenta un reddito operativo aziendale al lordo degli accantonamenti che passa dagli 8,6 milioni del 2016 a 10,2 milioni al 31 dicembre 2017. L’utile di esercizio del bilancio di esercizio 2017 si è attestato su 403.229 euro, contro quello dell’esercizio 2016 che è stato pari a 1.986.775 euro. Alcuni voci sono migliorate, come i debiti verso i fornitori che hanno avuto un netto miglioramento negli ultimi cinque anni passando da 11,1 a 6,9 milioni, mentre i crediti di Amag Spa più Amag Reti Idriche e Amag Reti Gas sono diminuiti, attestandosi a 18,1 milioni.

Arrobbio dovrà comunque gestire una situazione non semplice. I debiti, benché calati in modo significativo, restano importanti con una cifra che tocca i 4.878.000 euro per le anticipazioni e 14.800.000 euro verso le banche. Una parte dei mutui residui sono aperti con Monte dei Paschi, Bnl, Unicredit, Carige, Ubi, e una cifra consistente, quasi cinque milioni, è con l’attuale Banco Bpm.

Buon compleanno, Presidente! , di Lia Tommi

Sergio Mattarella compie 77 anni. Il dodicesimo Presidente della Repubblica nacque a Palermo il 23 luglio del 1941.

Silenzioso e low profile, il Capo dello Stato ha alle spalle una vita intensa fatta di sofferenze – come quella per l’assassinio del fratello Piersanti per mano di Cosa Nostra nel 1980 – e di soddisfazioni a livello politico.

Abituato alla politica
Quarto figlio di Maria Buccellato e di Bernardo, Sergio sin da piccolo viene abituato alla vita politica. Il padre, infatti, a cavallo degli anni Cinquanta e Sessanta è cinque volte ministro per la Democrazia Cristiana. Motivo per cui tutta la famiglia lascia presto la Sicilia per trasferirsi a Roma.

Qui il giovane Mattarella frequenta il liceo classico San Leone Magno, un istituto religioso. Si avvicina al mondo cattolico, aderendo al Movimento Studenti dell’Azione Cattolica e ricoprendo responsabilità a livello regionale.

Consegue la laurea in Giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma con una tesi su “La funzione dell’indirizzo politico” e poi sceglie di tornare a Palermo. Frequenta uno studio di avvocati del capoluogo siciliano e si specializza in diritto amministrativo.

Sono gli anni, questi, in cui si profila per il giovane Mattarella la possibilità di intraprendere la carriera accademica. Continua a leggere “Buon compleanno, Presidente! , di Lia Tommi”

26° anniversario della strage di via d’Amelio, di Lia Tommi

26° anniversario della strage di via d’Amelio, di Lia Tommi

Mattarella: “Non smettere di cercare la verità sulla strage di via d’Amelio”

.facebook_1532001132577(1).jpg56926749.jpg

Il presidente della Repubblica nel giorno dell’anniversario dell’eccidio: Era un giudice esemplare: probo, riservato, coraggioso e determinato. Le sue inchieste hanno costituito delle pietre miliari nella lotta contro la mafia in Sicilia. Insieme al collega e amico Giovanni Falcone, Borsellino è diventato, a pieno titolo, Il simbolo dell’Italia che combatte e non si arrende di fronte alla criminalità organizzata”.

Il presidente della Repubblica riconosce che sulla strage di via d’Amelio non esiste ancora una verità giudiziaria. E lo fa nel ventiseiesimo anniversario dell’omicidio del giudice Paolo Borsellino e degli uomini della scorta. “Onorare la memoria del giudice Borsellino e delle persone che lo scortavano significa anche non smettere di cercare la verità su quella strage”, dice Sergio Mattarella nel comunicato pubblicato sul sito del Quirinale.

“A ventisei anni di distanza – continua la dichiarazione del capo dello Stato – sono vivi il ricordo e la commozione per il vile attentato di via d’Amelio, in cui hanno perso la vita il giudice Paolo Borsellino e gli agenti Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi, Claudio Traina. Borsellino era un giudice esemplare: probo, riservato, coraggioso e determinato. Le sue inchieste hanno costituito delle pietre miliari nella lotta contro la mafia in Sicilia. Insieme al collega e amico Giovanni Falcone, Borsellino è diventato, a pieno titolo, il simbolo dell’Italia che combatte e non si arrende di fronte alla criminalità organizzata”. Continua a leggere “26° anniversario della strage di via d’Amelio, di Lia Tommi”