Novi Ligure: denunciato per aggressione a un senza tetto, di Lia Tommi

“Novi Ligure, aggredisce un senza tetto. Denunciato”

Personale della Polfer di Novi Ligure e Alessandria ha coadiuvato i Carabinieri della Compagnia di Novi ligure, al termine di indagini condotte in collaborazione con, hanno deferito in stato di libertà un pregiudicato varesino M.F., di anni 35 reo di aver aggredito un cittadino bulgaro, senza tetto, di anni 46. I fatti sono accaduti all’interno della Stazione ferroviaria di Novi Ligure, lunedì sera, presumibilmente per ragioni inerenti l’occupazione dei locali della Stazione ferroviaria a seguito del quale il senza tetto bulgaro ha subito diverse contusioni al corpo e ricoverato successivamente presso il locale ospedale.
M.F. è stato deferito all’AG e dovrà rispondere di lesioni personali aggravate e porto di armi abusivo di armi.
Inoltre sono state elevate diverse sanzioni amministrative ad M.F. e ad altri tre senza tetto presenti all’interno della ferrovia di Novi Ligure, quali la sosta non consentita in ambiente ferroviario, l’ubriachezza molesta e notificato ai 4 senza tetto provvedimento di allontanamento (daspo).

Arresti per reati di morte come conseguenza di spaccio di sostanze stupefacenti, di Lia Tommi

La Polizia di Stato verso la fine di giugno, al termine di una complessa attività di indagine, deferiva all’A.G. di Alessandria due persone, S.P., di 46 anni residente in provincia di Pavia e A.M., di anni 48, abitante a Valenza, ritenuti responsabili in concorso fra loro dei reati di morte come conseguenza di altro delitto e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività di indagine aveva inizio in data 7 giugno 2019 quando, all’ospedale Santo Spirito decedeva per overdose di sostanze stupefacenti, N.M.F., cittadina di origine marocchina di anni 32, residente a Valenza.

I primi accertamenti consentivano di ricostruire gli ultimi giorni in vita della donna che, il 6 precedente, si trovava nella sua abitazione in compagnia del S.P. che, verso le ore 14.30 richiedeva l’intervento del servizio di emergenza 118, poichè la compagna aveva accusato un malore. La ragazza veniva trasportata presso il locale Nosocomio ed immediatamente ricoverata nel Reparto Rianimazione ove, a causa della gravità delle sue condizioni non riprendeva più conoscenza.

Il personale della Squadra Investigativa DEL Commissariato di Casale Monferrato assumeva informazioni da persone a conoscenza dei fatti e individuava nel citato S.P. l’uomo che aveva somministrato la droga alla ragazza. Poi, a seguito di accertamenti anche di natura tecnica, riusciva a reperire elementi indiziari nei suoi confronti tanto che, vistosi scoperto, ammetteva
di aver comprato, qualche ora prima dell’utilizzo, alcune dosi di eroina da un suo conoscente fornendone anche il nome.

I poliziotti identificavano il predetto nel citato A.M. riuscendo, altresì, a risalire all’effettivo luogo di dimora, diverso dalla residenza, e a reperire ulteriori elementi probatori a suo carico, non solo per i reati già addebitatigli ma anche per una costante e periodica attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività di P.G. svolta dagli investigatori culminava, in collaborazione con la Squadra Mobile della Questura di Alessandria, in una perquisizione delegata dall’A.G. competente di Alessandria, eseguita la settimana scorsa con esito positivo in quanto, presso l’abitazione in suo uso venivano rinvenuti e sequestrati gr. 13 di eroina, la somma di € 4.000,00 in contanti, suddivisa in diverse “mazzette” e di vario taglio, corrispondente agli introiti ottenuti dal traffico di droga, nonché diversi strumenti accessori finalizzati al confezionamento e/o allo smercio di sostanze stupefacenti.

A seguito dei riscontri ottenuti l’A.M. veniva tratto in arresto per detenzione di sostanze stupefacenti con finalità di spaccio e su disposizione del P.M. di turno veniva associato presso la sua abitazione in regime di detenzione domiciliare in attesa del giudizio di convalida.

Il 5 u.s., il G.I.P. del Tribunale di Alessandria, convalidava l’arresto del medesimo e applicava la misura cautelare dell’obbligo di dimora con permanenza domiciliare in orario notturno, rinviando il processo a suo carico, al fine di riunificarlo ai capi di imputazione precedentemente contestati.

Un protocollo con la Polizia di Stato per proteggere le aziende dai reati informatici, di Lia Tommi

Questura di Alessandria

“Un protocollo con la Polizia di Stato per proteggere le aziende dai reati informatici”

E’ stato firmato nella mattina di mercoledì 10 luglio, presso la Questura di Alessandria alla presenza del Sig. Questore Dott. Michele Morelli, un protocollo d’Intesa tra la Società BCUBE S.p.A. e il Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni Piemonte e Valle d’Aosta.

L’accordo, di durata triennale, è finalizzato alla condivisione e all’analisi delle informazioni idonee a prevenire e contrastare attacchi o danneggiamenti alle infrastrutture informatiche della Società.
Una collaborazione che consentirà di adottare procedure di intervento e di scambio di informazioni utili a prevenire efficacemente i crimini informatici, l’indebita sottrazione di informazioni o qualsiasi ulteriore attività illecita conseguenti al tentativo di attacco informatico con finalità di interruzione dei servizi di pubblica utilità.
Il protocollo prevede altresì attività formative congiunta sui sistemi e sulle tecnologie idonee al contrasto dei crimini informatici.

La Polizia di Stato svolge già da tempo, tramite il C.N.A.I.P.I.C. (Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche) del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma, un’efficace azione di raccordo operativo con gli uffici territoriali di competenza poiché la tutela delle infrastrutture critiche informatiche è diventata un obiettivo primario per la prevenzione e repressione dei crimini informatici di matrice comune, organizzata e terroristica.

#poliziadistato #essercisempre

@questuraalessandria

Alternanza scuola-lavoro con la Polizia, di Lia Tommi

“ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: negli Uffici di Polizia della Provincia”

Nel mese di settembre 2018 il Questore di Alessandria, Dott. Michele Morelli ed il Dott. Leonardo Filippone, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte – Ufficio IV Ambito di Alessandria, hanno siglato un’intesa a livello provinciale relativa al progetto PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento) ovvero un accordo per permettere agli studenti degli Istituti superiori della provincia di svolgere periodi di stage presso gli Uffici della Polizia di Stato.
La collaborazione tra Questura e Istituti scolastici, attraverso l’istituzione dei nuovi PCTO, nasce dalla volontà di rinsaldare il ruolo sociale della Polizia di Stato, al fine di sensibilizzare i giovani ai valori della legalità e della sicurezza e, nell’ambito del contributo della scuola, al progresso etico, sociale e culturale del Paese, grazie al coinvolgimento delle nuove generazioni. Fra gli obiettivi previsti dall’iniziativa vi sono l’implementazione della cultura della sicurezza, l’acquisizione di competenze tecnico-professionali e di capacità relazionali a favore di una sempre più consapevole cultura dell’impegno e della legalità, sulla base delle norme e dei principi della Costituzione italiana.

Il progetto ha avuto corso a partire dal mese di giugno 2019 (successivamente alla chiusura delle scuole) negli Uffici della Polizia di Stato presso la Questura di Alessandria ed il Commissariato di Casale Monferrato. Ha coinvolto in totale 12 studenti dell’Istituto Vinci-Migliara di Alessandria ed Istituto Leardi di Casale Monferrato, che hanno deciso di arricchire le conoscenze apprese a scuola e perciò favorire la maturazione delle competenze di cittadinanza attiva nonchè la crescita professionale e personale di ciascuno studente.
Circa 110 ore di tirocinio svolte dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 14, in particolare, presso gli Uffici della Divisione Polizia Amministrativa, Sociale, dell’Immigrazione per dare ausilio al personale in servizio in attività di Front Office agli sportelli dell’Ufficio Immigrazione e dell’Ufficio Passaporti, e di Back Office per la catalogazione ed archiviazione generale delle pratiche, nel rispetto della normativa sulla privacy, il tutto sempre sotto l’occhio vigile ed attento dei tutor incaricati sia dalla Questura che dagli Istituti scolastici per il supporto agli studenti .

La Polizia di Casale Monferrato arresta T.A. 31enne di origine marocchina

La Polizia di Casale Monferrato arresta T.A. 31enne di origine marocchina

Questura di Alessandria: La Polizia di Stato di Casale Monferrato, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Vercelli,  lunedì 17 u.s. ha tratto in arresto T.A. 31enne di origine marocchina.

Schermata 2019-06-21 a 11.40.57

I fatti risalgono all’inizio del 2016 quando il giovane, già noto alle forze dell’ordine, veniva,  dalla locale Squadra Investigativa, prima indagato in stato di libertà per diversi reati, contro il patrimonio e la persona, e poi successivamente  arrestato in esecuzione di una misura cautelare.

Fra i comportamenti illeciti posti in essere dal malvivente, tossicodipendente e piccolo spacciatore di droga, per i quali si era proceduto, figurano anche condotte violente nei confronti della ex compagna e della figlia minore. Continua a leggere “La Polizia di Casale Monferrato arresta T.A. 31enne di origine marocchina”

In auto con una mazza da baseball di 4 kg, denunciato

In auto con una mazza da baseball di 4 kg, denunciato

Il giorno 26 marzo il personale del Distaccamento della Polizia Stradale di Acqui Terme durante lo svolgimento del  servizio di vigilanza stradale sottoponeva a controllo un’autovettura notando, sulla cappelliera, una grossa mazza da baseball che, in seguito, è risultata essere del peso di 4 kg, della lunghezza di 80 cm e spessore di 4 cm.

questura-polizia copia.png

Il conducente, C.F. 21enne della provincia Alessandrina, alle domande degli Agenti non ha fornito nessuna valida giustificazione per il  possesso della mazza tipo baseball, come ad esempio l’appartenenza ad una squadra di baseball o l’iscrizione ad un centro sportivo.

Nel caso specifico l’essere questa riposta, o meglio “esposta” sulla cappelliera senza alcun accorgimento particolare che ne impedisca l’immediata apprensione ed utilizzo  ed in assenza di valide giustificazioni, ha permesso di qualificare tale condotta come porto illegale e non già come semplice trasporto.

Pertanto la mazza da baseball è stata sequestrata ed il 21enne è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il possesso ed il porto illegale di arma impropria.

Ancora una volta la professionalità e il “buon occhio” degli Agenti del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme ha evitato un “uso improprio” della mazza da baseball da parte del 21enne. 

“7 PROVVEDIMENTI DASPO EMESSI DAL QUESTORE MORELLI”

“7 PROVVEDIMENTI DASPO EMESSI DAL QUESTORE MORELLI”

Sulla base delle indagini di Polizia Giudiziaria eseguite dalla Digos della Questura di Alessandria e dei successivi accertamenti sulle posizioni giuridiche penali dei soggetti coinvolti, a seguito di episodi di violenza verificatisi nel corso di due diversi eventi sportivi, il Questore di Alessandria ha emesso n.7 provvedimenti di Divieto di Accesso alle Manifestazioni Sportive curati dalla Divisione Anticrimine.

Tre i provvedimenti emessi per i  fatti accaduti il 12 Dicembre 2018, prima della partita “Alessandria Calcio 1912- Novara” in cui  tre Ultras, di cui due appartenenti alla tifoseria ospite, si sono resi responsabili di tafferugli in prossimità del varco di accesso (in zona riservata al passaggio dei soli residenti in loco) del locale impianto sportivo “Moccagatta”, a seguito dei quali  rimanevano contusi due stewards. I DASPO emessi nei confronti di P.F. e L.M della durata di 1 anno, mentre per M.G. della durata di 5 anni con obbligo di presentazione all’Autorità di P.S. di Novara.

Quattro, invece, i  provvedimenti emessi per i fatti accaduti il 20 gennaio 2019 durante la partita “Juventus U23- Carrarese”  in cui alcuni Ultras della carrarese presenti nella curva sud di questo stadio Moccagatta, accampando dinamiche interne a quella tifoseria, nel corso della partita deliberatamente e gratuitamente inseguivano e colpivano più volte con pugni sul capo un altro tifoso della carrarese tanto da costringerlo prima a rifugiarsi nella zona di sicurezza presidiata dagli stewards e poi ad uscire dall’impianto per ricorrere all’ausilio delle Forze dell’Ordine, per gli stessi fatti i responsabili sono stati deferiti all’autorità giudiziaria ai sensi degli artt. 110, 339 e 610 c.p. (violenza privata aggravata in concorso). Continua a leggere ““7 PROVVEDIMENTI DASPO EMESSI DAL QUESTORE MORELLI””

Questura di Alessandria: Show Cooking realizzato dalla Chef Stellato Jumpei Kuroda

Questura di Alessandria: Show Cooking realizzato dalla Chef Stellato Jumpei Kuroda

foto-jumpei-ristorante.jpg

Alessandria: In occasione del prossimo 8 Marzo è stata organizzata dalla Questura di Alessandria, per le donne della Polizia di Stato e  dell’Amministrazione Civile dell’Interno in servizio presso gli Uffici della Provincia, un particolare Show Cooking realizzato dalla Chef Stellato Jumpei Kuroda con la preziosa partecipazione della organizzazione Piero Pippo Event presso la splendida cornice dei saloni “Gino Amisano” di Alessandria.

L’incontro consentirà al sig. Questore di Alessandria, Dott. Michele Morelli, di evidenziare ancora una volta la passione e la dedizione di chi spesso opera sacrificando la sfera personale e familiare.

Gli organi di informazione sono invitati a partecipare all’iniziativa prevista per le ore 11,30.

“INAUGURATE ALLA PRESENZA DEL CAPO DELLA POLIZIA LE NUOVE VOLANTI MERCURIO DELLA QUESTURA DI ALESSANDRIA”

“INAUGURATE ALLA PRESENZA DEL CAPO DELLA POLIZIA LE NUOVE VOLANTI MERCURIO DELLA QUESTURA DI ALESSANDRIA”

Alessandria: Durante la Cerimonia del Solenne Giuramento del 202° corso Allievi Agenti della Polizia di Stato avvenuto presso la Scuola di Polizia di Alessandria martedì 5 Febbraio, alla presenza del Sig. Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli è stato possibile inaugurare le nuove Volanti Seat Leon della Questura di Alessandria dotate del tecnologico sistema “Mercurio” costituito da un connubio tra hardware e software e coordinati da un moderno pc istallato presso la Sala Operativa della Questura.

inaugurazione unnamedinaugurazione DSC_5813inaugurazione DSC_6074inaugurazione DSC_5815

L’istallazione del sistema Mercurio è stato possibile grazie al contributo economico corrisposto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che ha creduto fortemente nel progetto e nelle potenzialità di miglioramento che si sarebbero potute apportare sotto l’aspetto della sicurezza a vantaggio della cittadinanza.

Il sistema Mercurio prevede in dotazione alla Volante:

  • Sistema gps;
  • Stampante di bordo;
  • telecamera e fotocamera interna;
  • tablet con sistema bluthooth;
  • sistema “Client geomanager” costituito da 1 computer e 2 monitor per il coordinamento “live”  delle attività delle volanti presso la Sala Operativa ;
  • applicazioni specialistiche istallate sia sui tablet di servizio che sugli smartphone degli operatori.

Già operativo in alcune realtà italiane, il Sistema Mercurio ha portato enormi vantaggi nel controllo del territorio, aumentando esponenzialmente la sicurezza degli operatori, diminuendo il tempo necessario per la conclusione del singolo intervento, ed è risultato essere decisivo nella lotta ai fenomeni di furti d’auto, nonché per la rilevazione dell’assenza di copertura assicurativa e revisioni delle stesse. Continua a leggere ““INAUGURATE ALLA PRESENZA DEL CAPO DELLA POLIZIA LE NUOVE VOLANTI MERCURIO DELLA QUESTURA DI ALESSANDRIA””

Questura di Alessandria. Azione “Active Shield”, disposta dal centrale Servizio di Polizia Ferroviaria

Questura di Alessandria. Azione “Active Shield”, disposta dal centrale Servizio di Polizia Ferroviaria

Questura di Alessandria: Nell’ambito della collaborazione internazionali tra le Polizie europee aderenti al c.d. network “Railpol” sono state eseguite, a livello nazionale, nelle giornate del 16 e 17 gennaio 2019, servizi di controllo straordinario di natura preventiva a viaggiatori e bagagli, con particolare attenzione ai treni Internazionali e dell’Alta Velocità, nonché alle stazioni ferroviarie ove è maggiore l’afflusso di persone.

active foto sequestro(2)

L’azione comune denominata “Active Shield”, disposta dal centrale Servizio di Polizia Ferroviaria, ha visto il Compartimento Polfer del Piemonte e Valle d’Aosta impegnato nei relativi servizi, con oltre un centinaio di Operatori della Specialità attivi in tutto il territorio della giurisdizione, coadiuvati da un contingente del Reparto Mobile e unità cinofile.

I servizi posti in essere, oltre a riguardare controlli preventivi a tutela degli ambiti ferroviari e dei viaggiatori, ha portato alla rilevazione ed al conseguente contrasto dei reati. Continua a leggere “Questura di Alessandria. Azione “Active Shield”, disposta dal centrale Servizio di Polizia Ferroviaria”

NOVI LIGURE: “411° FIERA DI SANTA CATERINA” CONTROLLI a tappeto IN STAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO

NOVI LIGURE: “411° FIERA DI SANTA CATERINA” CONTROLLI a tappeto IN STAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO

Nelle giornate del 23,24,25 novembre u.s, si è svolta a Novi Ligure l’annuale Fiera di Santa Caterina, giunta ormai alla sua 411° edizione che, con le sue oltre 300 bancarelle, il Luna Park, l’esposizione di macchine agricole ha richiamato, anche per quest’anno, numerosissimi visitatori, molti dei quali giunti nella cittadina a bordo di mezzo ferroviario.

 

Il Posto Polfer di Novi Ligure, nell’ambito dei servizi disposti dalla Questura di Alessandria, ha intensificato per tutta la durata dell’iniziativa fieristica, la vigilanza di specifica competenza nel suddetto scalo ferroviario e nel piazzale antistante la struttura.

Quella posta in essere dalla Polfer è stata una vera e propria azione di filtro della folla che si è riversata nelle aree di competenza, con importanti risultati operativi: 156 persone tra italiani e stranieri di varie nazionalità identificate e sottoposte a controlli di Polizia, numerosi e accurati controlli a persone e bagagli, che hanno permesso di deferire alla locale A.G., 3 cittadini stranieri per il reato di possesso di merce contraffatta, destinata alla vendita ambulante, con contestuale sequestro del materiale detenuto, perlopiù capi di abbigliamento e calzature di note griffe. Continua a leggere “NOVI LIGURE: “411° FIERA DI SANTA CATERINA” CONTROLLI a tappeto IN STAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO”

“Commissari sulle tracce del male”, un programma condotto da Pino Rinaldi, con la collaborazione della Polizia di Stato

“Commissari sulle tracce del male”, un programma condotto da Pino Rinaldi, con la collaborazione della Polizia di Stato

Questura di Alessandria: Da sabato 24 novembre e per 8 serate andrà in onda la seconda serie di “Commissari – sulle tracce del male” un programma condotto da Pino Rinaldi e realizzato con la collaborazione della Polizia di Stato.  

La serie racconta l’attività d’indagine svolta dagli “investigatori” della Polizia di Stato su alcuni casi di cronaca giudiziaria avvenuti in diverse città d’Italia che hanno segnato profondamente il loro lato umano.

fiction BARTOLOTTA 3 (1)fiction BARTOLOTTA 2

Protagonista di ogni puntata è il “Commissario” che ha trattato il caso, colui che alla fine si è trovato faccia a faccia con il responsabile del reato. Sarà lui, intervistato da Pino Rinaldi, il volto e la voce narrante del racconto dell’attività investigativa svolta.

Il racconto del “Commissario” sarà arricchito dal materiale documentaristico di repertorio e dal ricordo dell’esperienza vissuta insieme alla sua squadra che lavorando al suo fianco ha contribuito alla risoluzione del caso di cronaca giudiziaria.

Prima Puntata
La Donna senza mani

È il 5 novembre del 2009, siamo a Varese, il “Commissario” Sebastiano Bartolotta è a cena. Continua a leggere ““Commissari sulle tracce del male”, un programma condotto da Pino Rinaldi, con la collaborazione della Polizia di Stato”

Controlli sulle strade della Polizia di Casale Monferrato

Controlli sulle strade della Polizia di Casale Monferrato

Questura Polizia

Casale Monferrato: Nella mattinata del 15 novembre la Polizia di Stato di Casale Monferrato ha effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio unitamente a personale del Reparto Crimine di Torino che ha interessato, dapprima, alcune arterie stradali che adducono al centro cittadino e successivamente la zona limitrofa all’area mercatale.

I 4 posti di controllo effettuati hanno permesso l’identificazione di 30 persone, di 2 cittadini stranieri ed il controllo di 23 veicoli.

Un conducente è stato sanzionato perché circolava senza il veicolo fosse sottoposto alla obbligatoria revisione periodica

Questura di Alessandria

Polizia di Casale Monferrato: Arrestato Cittadino francese con mandato di cattura Internazionale

Polizia di Casale Monferrato: Arrestato Cittadino francese con mandato di cattura Internazionale

La Polizia di Stato di Casale Monferrato, sabato scorso ha tratto in arresto JAMBON Laurent, cittadino francese di 40 anni, poiché a suo carico pendeva un mandato di arresto europeo.

Questura Polizia

Verso le ore 22.00, il Commissariato di P.S. accertava che il predetto era ospite in una struttura ricettiva della città e riceveva un nota dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, in cui veniva indicato che lo JAMBON, in concorso con altri complici, era indagato nello Stato natio per reati economici e frode ai danni del Governo, per un ammontare di decine di milioni di €.

Lo JAMBON si dichiarava ignaro ai fatti ma, in ottemperanza al mandato di cattura, i poliziotti lo conducevano presso gli uffici informando la Procura della Repubblica presso la Corte di Appello di Torino.

Il P.M. di turno disponeva la sua traduzione presso la Casa Circondariale di Vercelli a disposizione dell’A.G., in attesa del giudizio di convalida dell’adozione della misura restrittiva.