RED NOTE 2018/2019 Lorenzo Minguzzi Quartet Giovedì 21 febbraio 2019

RED NOTE 2018/2019 Lorenzo Minguzzi Quartet Giovedì 21 febbraio 2019

Lorenzo Minguzzi Quartet

“Amore baciami (anche se non sono Duke Ellington)”

Lorenzo Minguzzi – chitarra

Tiziana Cappellino – pianoforte

Davide Liberti  – contrabbasso

Claudio Saveriano – batteria

red min ok

Gli anni ’30 negli Stati Uniti vengono ricordati per la grande depressione, per la fine di Al Capone e del proibizionismo,  ma anche per un fenomeno musicale legato al jazz che faceva ballare la gente, una musica per la quale il pubblico impazziva: lo swing. Qui in Italia il fascismo esaltava le tradizioni nazionali e osteggiava qualunque moda o tendenza che venisse dall’estero, figuriamoci quindi quale fosse l’atteggiamento nei confronti del jazz, la musica dei neri d’America.

Eppure Romano Mussolini, un figlio del Duce, proprio in quegli anni si appassionava al jazz e imparava a suonarlo ascoltando i dischi americani, mentre tutte le canzonette dell’epoca erano scritte su quel “ritmo sincopato”, ma guai a chiamarlo “swing”.

Il progetto di Lorenzo Minguzzi propone un repertorio di brani che appartengono ad un trentennio della canzone italiana, dagli anni ’30, appunto, fino agli anni ’60, sono state scelte composizioni in cui si sente l’influenza afro-americana. Gli arrangiamenti si affidano al linguaggio swing senza tuttavia snaturare l’essenza delle canzoni e introducendo sulle strutture armoniche esistenti la pratica dell’improvvisazione. Continua a leggere “RED NOTE 2018/2019 Lorenzo Minguzzi Quartet Giovedì 21 febbraio 2019”

Torna “Red Note” con “Amore baciami!”, di Lia Tommi

” Red Note” 21 febbraio 2019: Amore baciami! Giovedì 21 febbraio 2019 alle ore 21:00 I Due Buoi Via Cavour 32, Alessandria

Lorenzo Minguzzi Quartet “Amore baciami (anche se non sono Duke Ellington)”

Lorenzo Minguzzi – chitarra
Tiziana Cappellino – pianoforte
Davide Liberti – contrabbasso
Claudio Saveriano – batteria

Gli anni ’30 negli Stati Uniti vengono ricordati per la grande depressione, per la fine di Al Capone e del proibizionismo, ma anche per un fenomeno musicale legato al jazz che faceva ballare la gente, una musica per la quale il pubblico impazziva: lo swing. Qui in Italia il fascismo esaltava le tradizioni nazionali e osteggiava qualunque moda o tendenza che venisse dall’estero, figuriamoci quindi quale fosse l’atteggiamento nei confronti del jazz, la musica dei neri d’America.
Eppure Romano Mussolini, un figlio del Duce, proprio in quegli anni si appassionava al jazz e imparava a suonarlo ascoltando i dischi americani, mentre tutte le canzonette dell’epoca erano scritte su quel “ritmo sincopato”, ma guai a chiamarlo “swing”.
Il progetto di Lorenzo Minguzzi propone un repertorio di brani che appartengono ad un trentennio della canzone italiana, dagli anni ’30, appunto, fino agli anni ’60, sono state scelte composizioni in cui si sente l’influenza afro-americana. Gli arrangiamenti si affidano al linguaggio swing senza tuttavia snaturare l’essenza delle canzoni e introducendo sulle strutture armoniche esistenti la pratica dell’improvvisazione.

LORENZO MINGUZZI
A partire dal 1982 frequenta il corso triennale di chitarra jazz presso il Centro Jazz Torino, e contemporaneamente inizia gli studi di chitarra classica sotto la guida del M° Franco Cavallone senza però conseguire il diploma.
Negli anni ‘89, ‘90 e ‘92 frequenta i corsi nazionali di perfezionamento jazz presso la città di Siena.
Negli anni ‘89, ‘90, ‘91 e ‘93, frequenta i seminari organizzati dall’Associazione Polifonica della città di Ravenna, avendo modo di studiare con Joe Diorio, Mike Stern, Pat Metheny e Mick Goodrick.
Dal 1989 a tutto il 1993 si perfeziona sotto la guida del M° Mario Petracca.
Nel Febbraio ‘93 frequenta un master class presso il C.D.P.M. di Bergamo, tenuto da Jim Hall.
Nel Marzo ‘96 frequenta un master class presso il Centro Jazz Torino, tenuto da Philip Catherine.
Nell’Ottobre 2011 consegue il Diploma di Jazz presso il conservatorio Giuseppe Verdi di Torino.
Discografia:
1992 “Daiudadà” Beat records CDJ 502
Flavio BOLTRO, Gianni BASSO, Gianni CAZZOLA, Marco VAGGI
1995 “The mirror” Caligola records 2008- 2
Gianni COSCIA, Furio DI CASTRI, Francesco SOTGIU
1997 “Serenata celeste” Caligola records 2024
Giorgio LI CALZI, Riccardo RUGGIERI, Nicola MURESU,
Alessandro MINETTO
1999 “La isla. Songs from a journey” Panastudio Productions CDJ 1042 2
Gigi DI GREGORIO, Alessandro MAIORINO, Femke KRONE
Mario PETRACCA, Luca ZANETTI.
2004 ” N.O.T. for me” Splasc(H) Records CDH 950.2
Bruno ERMINERO, Maurizio CUCCUINI.
2008 ” Another spring” Caligola records 2101
Bruno ERMINERO , Paolo FRANCISCONE

Anche quest’anno alcuni concerti di Red Note si svolgeranno in via Cavour 32, presso l’Hotel Alli Due Buoi Rossi.

Informazioni utili:

Per assistere ai concerti sono previste due formule:
Cena+concerto a € 30 a partire dalle ore 20.00
Drink+concerto a € 10 a partire dalle ore 21.00

E’ gradita la prenotazione allo 0131. 517171

Sponsor:

“Red Note” è un evento in compartecipazione con il Comune di Alessandria, si svolge grazie al sostegno della Fondazione Social, della Fondazione CRT, della Fondazione CR Alessandria e rientra nell’ambito del festival diffuso “Piemonte Jazz Festival” e del “Festival Identità e Territorio “.

Red Note: ci vediamo giovedì 24 gennaio!

Red Note: ci vediamo giovedì 24 gennaio!

RED NOTE 2018/2019 Giovedì 24 gennaio 2019

Donatello D’Attoma Trio,

“Oneness Tour”

Donatello D’Attoma – pianoforte

Alberto Fidone – contrabbasso

Enrico Morello – batteria

red note 1a 48429614_937510529779035_5287526301006036992_ored note 1aa 10302102_298555177007910_4104575934815124184_n

ONENESS è il nuovissimo progetto del pianista e compositore Donatello D’Attoma che vede la partecipazione del batterista Enrico Morello ed del contrabbassista Alberto Fidone.

La formazione nel 2018 si è già esibita in alcuni dei migliori club italiani come il Panic Jazz di Marostica (VI) , il Centro Musica Unisono di Feltre (BL) , il Gregory’s Jazz Club di Roma e sarà nuovamente in tour per presentare in anteprima le composizioni che faranno parte del nuovo album del pianista pugliese, il quarto dopo il lavoro in piano solo – Shemà ( Alfa Music, 2016) premiato dalla rivista Jazzit tra i migliori jazz album del 2016.

Dopo il conseguimento del diploma in Organo e composizione organistica al Conservatorio di Monopoli (BA) e la laurea in Musicologia presso la Facoltà di Musicologia di Cremona, inizia un intenso percorso di formazione sul jazz dapprima a Cremona con Roberto Cipelli in seguito, a Torino, con Dado Moroni, Furio Di Castri ed Emanuele Cisi. Continua a leggere “Red Note: ci vediamo giovedì 24 gennaio!”

Nuovo appuntamento con Red Note, di Lia Tommi

Torna “Red Note ” ad Alessandria.

“Oneness” è il nuovissimo progetto del pianista e compositore Donatello D’Attoma che si esibirà in un concerto giovedì 24 gennaio 2019 con la partecipazione del batterista Enrico Morello ed del contrabbassista Alberto Fidone.

La formazione del Donatello D’Attoma Trio nel 2018 si è già esibita in alcuni dei migliori club italiani come il Panic Jazz di Marostica (VI) , il Centro Musica Unisono di Feltre (BL) , il Gregory’s Jazz Club di Roma e sarà nuovamente in tour per presentare in anteprima le composizioni che faranno parte del nuovo album
del pianista pugliese, il quarto dopo il lavoro in piano solo – Shemà ( Alfa Music,2016) premiato dalla rivista Jazzit tra i migliori jazz album del 2016. Dopo il conseguimento del diploma in Organo e composizione organistica al Conservatorio di Monopoli (BA) e la laurea in Musicologia presso la Facoltà di Musicologia di Cremona, inizia un intenso percorso di formazione sul jazz dapprima a Cremona
con Roberto Cipelli in seguito, a Torino, con Dado Moroni, Furio Di Castri ed Emanuele Cisi. Nel 2010 produce il suo primo disco “Logos” per l’etichetta Pus(H)In Records registrato con Camillo Pace (cb), Lello Patruno (dr) e Gaetano Partipilo (sax). Segue un’intensa carriera concertistica in Italia e all’estero che lo porta a collaborare con grandi musicisti italiani e stranieri tra cui Marco Tamburini, Giovanni Falzone, Emanuele Cisi, Amedeo Ariano, Bjorn Vidar Solli, Vladimir Kostadinovic, Hikari Ichihara, Domenico Caliri, Robertinho De Paula, Gianni Bardaro, Pierluigi Villani e altri. Finalista al concorso “C. Bettinardi” Piacenza Jazz (ed. 2011), vincitore
del Conad Jazz Contest 2012 con il disco “Logos” con il quale è invitato a esibirsi sul prestigioso palco dell’Umbria Jazz Festival. Nell’ambito della ricerca e degli studi musicologici sul processo improvvisativo ha collaborato con la SIdMA e con la casa editrice bolognese Ut Orpheus curando la revisione e l’edizione critica di alcuni autografi del Novecento musicale italiano. Nel 2015 registra il suo terzo album in uscita per l’etichetta romana Alfa Music/Egea Distribution.

Il concerto si svolgerà in via Cavour 32, presso l’Hotel Alli Due Buoi Rossi. Per assistere ai concerti sono previste due formule: cena e concerto a € 30 a partire dalle ore 20 oppure drink e concerto a € 10 a partire dalle ore 21.

E’ gradita la prenotazione allo 0131.517171.

“Red Note” è un evento in compartecipazione con il Comune di Alessandria, si svolge grazie al sostegno della Fondazione SociAL, della Fondazione CRT, della Fondazione CR Alessandria e rientra nell’ambito del festival diffuso “Piemonte Jazz Festival” e del “Festival Identità e territorio”.

RED NOTE 2018/2019 Giovedì 24 gennaio 2019 Donatello D’Attoma Trio “Oneness Tour”

RED NOTE 2018/2019 Giovedì 24 gennaio 2019 Donatello D’Attoma Trio “Oneness Tour”

Anche quest’anno alcuni concerti di Red Note si svolgeranno in via Cavour 32, presso l’Hotel Alli Due Buoi Rossi.

RED NOTE 2018/2019 Giovedì 24 gennaio 2019 Donatello D’Attoma Trio “Oneness Tour” Donatello D’Attoma – pianoforte Alberto Fidone  – contrabbasso Enrico Morello  – batteria

jazz studio_3

ONENESS è il nuovissimo progetto del pianista e compositore Donatello D’Attoma che vede la partecipazione del batterista Enrico Morello ed del contrabbassista Alberto Fidone.

La formazione nel 2018 si è già esibita in alcuni dei migliori club italiani come il Panic Jazz di

Marostica (VI) , il Centro Musica Unisono di Feltre (BL) , il Gregory’s Jazz Club di Roma e sarà nuovamente in tour per presentare in anteprima le composizioni che faranno parte del nuovo album del pianista pugliese, il quarto dopo il lavoro in piano solo – Shemà ( Alfa Music, 2016) premiato dalla rivista Jazzit tra i migliori jazz album del 2016. Continua a leggere “RED NOTE 2018/2019 Giovedì 24 gennaio 2019 Donatello D’Attoma Trio “Oneness Tour””

Red Note 6 dicembre: Hard bop night

Red Note 6 dicembre: Hard bop night

Alessandria Jazz Club, il prossimo concerto di Red Note si svolgerà all’insegna dell’Hard Bop (https://it.wikipedia.org/wiki/Hard_bop).

Sul palco il quartetto di Tommaso Starace con un ospite internazionale.

Alessandria Jazz Club 46403350_912597992270289_1921678121824681984_oAlessandria Jazz Club

Tommaso Starace Harmonyless Quartet

“Hard bop night”

Dave O’Higgins – sax tenore

Tommaso Starace – sax Alto

Davide Liberti – contrabbasso

Ruben Bellavia – batteria

Leggi di più sul progetto: https://www.alessandriajazzclub.com/news

Anche quest’anno alcuni concerti di Red Note si svolgeranno in via Cavour 32, presso l’Hotel Alli Due Buoi Rossi. Continua a leggere “Red Note 6 dicembre: Hard bop night”

Red Note 6 dicembre 2018: Hard bop night

Red Note 6 dicembre 2018: Hard bop night

RED NOTE 2018/2019 Giovedì 06 dicembre 2018

Tommaso Starace Harmonyless Quartet

“Hard bop night”

Dave O’Higgins – sax tenore

Tommaso Starace – sax Alto

Davide Liberti – contrabbasso

Ruben Bellavia – batteria

Red Note gruppo 1.jpg

Un nuovo progetto del contraltista Tommaso Starace che include uno dei tenoristi più apprezzati nella scena jazzistica Britannica: Dave O’Higgins. Seguono al contrabbasso Davide Liberti e alla batteria Ruben Bellavia.

Il Quartetto prende il suo nome dall’assenza di strumenti armonici quali il piano o la chitarra.

L’assenza di questi strumenti dà la possibilità ai due sassofonisti di improvvisare con una maggiore libertà armonica come se fossero nel contesto di un trio quando ciascuno fa il suo assolo

(improvvisando con basso e batteria). Le melodie dei sassofoni sono armonizzate dando più carattere e colore alle composizioni. Continua a leggere “Red Note 6 dicembre 2018: Hard bop night”

Torna Red Note con “Hard bop night”, di Lia Tommi

RED NOTE 2018/2019 Giovedì 06 dicembre 2018

Tommaso Starace Harmonyless Quartet

“Hard bop night”

Dave O’Higgins – sax tenore
Tommaso Starace – sax Alto
Davide Liberti – contrabbasso
Ruben Bellavia – batteria

Un nuovo progetto del contraltista Tommaso Starace che include uno dei tenoristi più apprezzati nella scena jazzistica Britannica: Dave O’Higgins. Seguono al contrabbasso Davide Liberti e alla batteria Ruben Bellavia.
Il Quartetto prende il suo nome dall’assenza di strumenti armonici quali il piano o la chitarra.
L’assenza di questi strumenti dà la possibilità ai due sassofonisti di improvvisare con una maggiore libertà armonica come se fossero nel contesto di un trio quando ciascuno fa il suo assolo
(improvvisando con basso e batteria). Le melodie dei sassofoni sono armonizzate dando più carattere e colore alle composizioni.
Nel suo nuovo CD Starace compone 5 nuove composizioni originali e rivisita standards quali Trinkle-Tinkle ( T. Monk), Bebop ( D. Gillespie), Grand Central (J. Coltrane).
Con questo nuovo album Starace ritorna al linguaggio Bop e allo Swing che ha caratterizzato la maggior parte del Jazz Afro Americano, uno stile che sta molto a cuore al sassofonista.
Preparatevi per una dose massiccia di adrenalina e tanto swing. Continua a leggere “Torna Red Note con “Hard bop night”, di Lia Tommi”

Red Note 15 novembre 2018: Colori d’autunno.

Red Note 15 novembre 2018: Colori d’autunno.

Non c’è dubbio, è arrivato l’autunno.

Ce ne siamo accorti anche noi che organizziamo la rassegna jazz Red Note e infatti il prossimo concerto si ispira proprio ai colori dell’autunno. 

red note FEDERICO-BONIFAZI

RED NOTE 2018/2019 giovedì 15 novembre 2018

Federico Bonifazi quintet “Colori d’autunno”

Giampaolo Casati – tromba

Gianluca Petrella – trombone

Federico Bonifazi – pianoforte

Gabriele Evangelista – contrabbasso

Alfred Kramer – batteria

La Suite “Colori d’autunno” è stata scritta ed arrangiata dal Pianista Federico Bonifazi e dedicata all’Umbria.

La musica descrive e racconta i colori e i paesaggi fantastici che si creano nel periodo autunnale di questa bellissima parte dell’Italia; un gioco tra ritmo, melodia e armonia di ogni singolo composizione, interpretando la propria musica tra paragoni, similitudini, incontri tra musica, natura e colori!

Il Cd uscirà a maggio 2019 con la mitica etichetta discografica danese, SteepleChase Productions.

Con Federico Bonifazi un quintetto di musicisti eccezionali tra i quali spicca l’acclamato trombonista Gianluca Petrella considerato fra i più dotati trombonisti internazionali, avendo vinto nel 2006 e nel 2007 la classifica per i migliori artisti emergenti a livello mondiale stilata dalla rivista statunitense Down Beat. Continua a leggere “Red Note 15 novembre 2018: Colori d’autunno.”

Red Note 15 novembre – Federico Bonifazi quintet. Alessandria Jazz Club

Red Note 15 novembre – Federico Bonifazi quintet

Red Note

Alessandria: Cari soci e simpatizzanti dell’Alessandria Jazz Club, per prima cosa ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato alla serata con il quartetto di Pasquale Innarella e si sono associati al nostro club. Di seguito un video che documenta la giornata di Innarella ad Alessandria il 18 ottobre scorso con il suo intervento al Liceo Musicale e il Concerto serale alla Sala Ferrero.

Video Intervista:

https://www.youtube.com/watch?v=IPSkeIdZE5U

Ma Red Note continua e questo è il prossimo appuntamento:

Giovedì 15 novembre 2018

Federico Bonifazi quintet

“Colori d’autunno”

Giampaolo Casati – tromba
Gianluca Petrella – trombone
Federico Bonifazi – pianoforte
Gabriele Evangelista – contrabbasso
Alfred Kramer – batteria

La Suite “Colori d’autunno” è stata scritta ed arrangiata dal Pianista Federico Bonifazi e dedicata all’Umbria.
La musica descrive e racconta i colori e i paesaggi fantastici che si creano nel periodo autunnale di questa bellissima parte dell’Italia; un gioco tra ritmo, melodia e armonia di ogni singolo composizione, interpretando la propria musica tra paragoni, similitudini, incontri tra musica, natura e colori!
Il Cd uscirà a maggio 2019 con la mitica etichetta discografica danese, SteepleChase Productions.
Con federico Bonifazi un quintetto di musicisti eccezionali tra i quali spicca l’acclamato trombonista Gianluca Petrella considerato fra i più dotati trombonisti internazionali, avendo vinto nel 2006 e nel 2007 la classifica per i migliori artisti emergenti a livello mondiale stilata dalla rivista statunitense Down Beat.
Continua a leggere “Red Note 15 novembre – Federico Bonifazi quintet. Alessandria Jazz Club”

Concerto jazz per “Red Note “, di Lia Tommi

RED NOTE 2018/2019 Giovedì 15 novembre 2018

Federico Bonifazi quintet

“Colori d’autunno”

Giampaolo Casati – tromba
Gianluca Petrella – trombone
Federico Bonifazi – pianoforte
Gabriele Evangelista – contrabbasso
Alfred Kramer – batteria

La Suite “Colori d’autunno” è stata scritta ed arrangiata dal Pianista Federico Bonifazi e dedicata all’Umbria.
La musica descrive e racconta i 4 e i paesaggi fantastici che si creano nel periodo autunnale di questa bellissima parte dell’Italia; un gioco tra ritmo, melodia e armonia di ogni singolo composizione, interpretando la propria musica tra paragoni, similitudini, incontri tra musica, natura e colori!
Il Cd uscirà a maggio 2019 con la mitica etichetta discografica danese, SteepleChase Productions.
Con federico Bonifazi un quintetto di musicisti eccezionali tra i quali spicca l’acclamato trombonista Gianluca Petrella considerato fra i più dotati trombonisti internazionali, avendo vinto nel 2006 e nel 2007 la classifica per i migliori artisti emergenti a livello mondiale stilata dalla rivista statunitense Down Beat.

Federico Bonifazi è considerato uno dei nuovi talenti della scena musicale italiana degli ultimi anni. Nato a Terni e trasferitosi successivamente a Parigi, si è distinto anche grazie a riconoscimenti in alcuni concorsi italiani classificandosi al secondo posto al Premio” Incroci sonori 2007” e come finalista al “Premio Nazionale Chicco Bettinardi e al “Premio Carrarese Padova Porsche Festival” sia con il suo quartetto sia come sideman.
Nel 2011 e 2012 la prestigiosa rivista Musica Jazz lo cita come uno dei pianisti emergenti più interessanti a livello nazionale.
Dopo gli studi classici svolti in Umbria, si è diplomato nel 2007 a Parigi nella American School of Modern Music (Filiale della Berklee College of Music di Boston) in pianoforte Jazz, composizione ed arrangiamento. In seguito consegue la laurea di I e II livello presso il Conservatorio G. Verdi di Torino con F. Di Castri, Giampaolo Casati e Dado Moroni. Ha studiato jazz seguendo lezioni private e workshop con: Cinzia Gizzi, Steve Browman, Giovanni Mirabassi, Antoine Hervee, Dado Moroni, Riccardo Zegna.
Si è esibito in jazz club, Festival e Rassegne in diversi Paesi del Mondo: al Parigi Caffè Universal, in orchestra al Sunset & Sunside Parigi, Jazz club Caffè Vivaldi New York , Jazz Club Fat Cat New York, Jazz Club Ciuciulia, Count Basie (GE), Jazz Club (TO), Mad Dog Jazz Club, Officine Bohemien, Festival di Bolzano “Lana Meets Jazz” all’Ansitz Rosengarten – Paul Jeffrey Quintet, Festival di Piossasco, Festival Jazzontheroad Castello (BS), Porsche Live (PC), Sala Estense (FE), Araba Fenice Collescipoli, Caffè Bucatti Jazz club e molti altri ancora.
Ha suonato con musicisti di fama mondiale sia come Leader sia come sideman, tra cui: Philip Harper (tr), John Webber (cb), Jimmy Cobb (dr), Billy Kaye (dr), Joel Frahm (sax a), Eric Alexander (sax t), Peter Giron (cb), Paul Jeffrey (sax t) Antoine Banville (dr), Marco Collazzoni (sax), Emanuele Cisi (sax), Furio di Castri (cb), Mauro Battisti (cb), Alessandro Majorino (cb), Giampaolo Casati (tr), Aldo Zunino (cb), Alessandro Minetto (dr), Mattia Barbieri (dr), etc.
Nel settembre 2011 le composizioni di Federico Bonifazi sono state suonate al “Festival Seminario Filicudi Jazz” (Isola Filicudi) dagli allievi di combo guidati dal maestro Giampaolo Casati. Nel luglio 2011 durante il Festival “Musica al Castello” presso Visone (AL) le composizioni di Bonifazi sono state eseguite da Giampaolo Casati (tr) e Riccardo Zegna (piano).
Nella sua produzione discografica troviamo “74th Street” registrato a New York nel 2014 in quartetto con Philip Harper (tr), John Webber (cb), Billy Kaye (dr) in uscita nel 2017 con la “Steeplechase Production”.
Nel marzo 2015 ha registrato presso lo studio “Tedesco” di New York (New Jersey), il CD “You’ll See” con Jimmy Cobb (dr), John Webber (cb) ed Eric Alexander (sax t), uscito nel 2016 con l’etichetta danese “Steeplechase Production”.
Scrittura Fresca Quartet (2012) – Simone Garino (sax), Federico Bonifazi (Piano), Luca Curcio (Contrabbasso), Gianni Branca (Batteria).
Meloditerraneo trio (2010) – Federico Bonifazi (piano), Giorgio Fiorini (contrabbasso), Donato Stolfi (batteria).

Anche quest’anno alcuni concerti di Red Note si svolgeranno in via Cavour 32, presso l’Hotel Alli Due Buoi Rossi.

Informazioni utili:

Per assistere ai concerti sono previste due formule:
Cena+concerto a € 30 a partire dalle ore 20.00
Drink+concerto a € 10 a partire dalle ore 21.00

E’ gradita la prenotazione allo 0131. 517171

Sponsor:

“Red Note” è un evento in compartecipazione con il Comune di Alessandria, si svolge grazie al sostegno della Fondazione Social, della Fondazione CRT, della Fondazione CR Alessandria e rientra nell’ambito del festival diffuso “Piemonte Jazz Festival” e del “Festival Identità e territorio”.

Ritorna “Red Note” con un grande concerto in sala Ferrero, di Lia Tommi

Alessandria: Giovedì 18 ottobre, dalle ore 21, presso la Sala Ferrero del Teatro Comunale di Alessandria, ritorna Red Note con un appuntamento con Pasquale Innarella I GO quartet. Sul palco Pasquale Innarella, sax tenore, con Massimo Minardi alla chitarra, Stefano Solani al contrabbasso e Nicola Stranieri alla batteria.

.facebook_1539601574971.jpg-1330819290.jpg

Pasquale Innarella, irpino di nascita, ma romano d’adozione, è una delle più importanti figure del jazz italiano come strumentista e compositore, ma anche come didatta e animatore culturale. La sua formazione fondamentalmente autodidatta lo ha portato ben presto a vivere importanti esperienze musicali con partner quali Giancarlo Schiaffini, Mario Schiano, Gianluigi Trovesi, Bruno Tommaso, Antonello Salis, Gunther Schuller, Michele Rabbia, David Murray, Keith Tippett, Julie Driscoll, Louis Moholo, con i quali ha suonato nei più importanti festival italiani ed europei.

Per il teatro e il cinema collabora alle musica di scena di attori e registi come Marco Solari, Alessandra Vanzi, Massimo Popolizio e Ascanio Celestini con musiche in scena prodotti dai teatri di Roma. Dal 1992 ad oggi registra più di 20 CD come leader o come collaboratore, fino al recente “Migrantes”, di cui ascolteremo alcuni brani nel concerto del 18 ottobre. Continua a leggere “Ritorna “Red Note” con un grande concerto in sala Ferrero, di Lia Tommi”

Red Note: giornata mondiale del Jazz in Associazione Cultura e Sviluppo

@Shakespear-Caffe_2-300x205

Red Note: giornata mondiale del Jazz in Associazione Cultura e Sviluppo

Progetti propri, Rassegne musicali/Red Note: giornata mondiale del Jazz in Associazione Cultura e Sviluppo
ALESSANDRIA – Lunedì 30 aprile, alle ore 21, presso la sede dell’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria, in P.zza Fabrizio De Andrè, 76, si terrà il prossimo concerto della rassegna Red Note in occasione della Giornata mondiale del Jazz. Il Beppe Di Benedetto 5tet, composto da Beppe Di Benedetto al trombone e all’euphonium, Massimiliano Milesi al sax tenore e soprano, Luca Savazzi al pianoforte, Stefano Carrara al contrabbasso e Michele Morari alla batteria, presenterà l’ultima registrazione:Another Point Of View.
L’album è tra i migliori 100 dischi del 2015 nella classifica di All About Jazz Italia. Maurizio Zerbo, di All About Jazz, afferma “Una delle migliori produzioni jazzistiche di quest’anno viene dall’Italia. (…) le composizioni originali trasfigurano sapientemente i canoni, rivisitati dall’alto di una personalità musicale estremamente complessa e raffinata.”. Continua a leggere “Red Note: giornata mondiale del Jazz in Associazione Cultura e Sviluppo”