Pernigotti: dichiarazione del Sindaco Rocchino Muliere

Pernigotti: dichiarazione del Sindaco Rocchino Muliere

CONCLUSO IL SECONDO TAVOLO AL MINISTERO

Si è da poco concluso l’incontro al Ministero del Lavoro a Roma sulla crisi dell’azienda dolciaria Pernigotti.

La riunione è cominciata con la considerazione, già espressa dal Ministro Di Maio durante la visita di sabato scorso allo stabilimento novese, di concedere più tempo all’advisor per valutare le manifestazioni d’interesse giunte fino a questo momento.

rocchino-muliere

«La relazione presentata è molto parziale – spiega il Sindaco Rocchino Muliere – com’era prevedibile, visto il poco tempo a disposizione dell’advisor. Dopo una lunga discussione, quindi, il Ministero del Lavoro ha proposto di aggiornare la riunione al prossimo 5 febbraio per valutare eventuali aggiornamenti sulle offerte di acquisizione e, soprattutto, affrontare il tema della cassa integrazione. A questo proposito, l’Azienda rimane ferma nel richiedere la cassa integrazione per cessazione, nonostante la nostra proposta di procedere alla cassa integrazione per reindustrializzazione. Auspichiamo che la proprietà decida di cedere il marchio e lo stabilimento, secondo noi la soluzione ideale per salvaguardare gli attuali posti di lavoro ed evitare la terziarizzazione della produzione, proposta a nostro parere fallimentare e difficile da attuare. Per quanto mi riguarda – conclude il Sindaco – sono disponibile a fornire all’advisor ogni contributo utile a trovare una soluzione positiva».

Pernigotti, Berutti: “Nessun passo avanti concreto dal Tavolo al Ministero del lavoro, Di Maio non riesce ad ottenere risultati”

Pernigotti, Berutti: “Nessun passo avanti concreto dal Tavolo al Ministero del lavoro, Di Maio non riesce ad ottenere risultati”

BERUTTI MASSIMO VITTORIO

Roma, 8 gennaio 2019 –  “Al di là dei proclami e delle promesse sbandierati solo qualche giorno fa a Novi Ligure da Di Maio, non c’è stato alcun passo avanti concreto sulla vicenda Pernigotti”.

Lo dichiara il senatore di Forza Italia, Massimo Berutti, a margine del Tavolo tenuto al Ministero del lavoro e delle politiche sociali al quale ha preso parte. “I lavoratori sono senza stipendio, la cassa integrazione per cessazione resta sul tavolo e non c’è alcuna traccia di ipotesi di vendita del marchio.

Evidentemente – prosegue Berutti – Di Maio non è riuscito ad incidere con la proprietà per ottenere le cose che contano. Il Tavolo di oggi è stato aggiornato e se si continua così si firmerà la cassa integrazione per cessazione senza nessun vero risultato sulla continuità del lavoro, la produzione in Italia e il marchio legato al territorio. Prendere tempo sembra la cosa che il Governo sa fare meglio, ma qui bisogna agire ed incidere, non aspettare”.

Piccole vite infelici, di Stefano Labbia

Piccole vite infelici, di Stefano Labbia

Maurizio Vetri Editore è lieto di presentare il nuovo romanzo di Stefano Labbia “Piccole Vite Infelici”. Di seguito la scheda tecnica e la bio e le note dell’autore.

“Piccole Vite Infelici” Autore Stefano Labbia

Piccole Vite Infelici

Casa editrice Edison Publishing (ebook) – Maurizio Vetri Editore (cartaceo)

Luogo e data di pubblicazione Lecce – 2017 / Enna – 2018

Genere del libro Romanzo

Tematica Amore, lavoro, vita

Personaggi principali Caio Sano, Melina, Maya, Marco Marcello

Ambientazioni Roma

Tempi della narrazione Terza Persona

Trama

Roma. Giorni nostri. Le esistenze di quattro persone (Marco Marcello, Maya, Melina e Caio Sano) facenti parte del mondo dello showbiz si scontrano, si amano, si invidiano e poi si separano sullo sfondo di una Capitale d’Italia caotica, frenetica e più ingiusta di loro.

Riflessioni personali

Romanzo incentrato sulla vita – lavorativa e sentimentale – di alcuni giovani cineasti / sceneggiatori: Caio, Marco, Maya, Melina ed i loro amici / collaboratori. Le strambe e fallimentari vicissitudini legate ai progetti cinematografici che i quattro hanno in comune (che sin dall’inizio si presentano ostici) si intrecciano con le passioni, gli odi, le gelosie e le invidie che attraversano i loro microcosmi. I destini dei protagonisti, quasi presi da un vortice auto- distruttivo, si scontrano per poi dividersi e avere risvolti diversi: dal successo di Marco Marcello, che riesce a sfruttare l’esperienza fatta per trovare fortuna a Londra come autore e sceneggiatore, a quella di Caio Sano, che diventa un senzatetto, logorato dentro da un’ambizione che, a causa di forze maggiori, non è riuscita a trovare sfogo. Lo scritto condensa un’umanità variegata tesa da passioni e scontri, sogni che vanno a infrangersi contro il muro della realtà, un disincanto e una rabbia diffusa per l’incompatibilità di molte componenti della società. Romanzo avvincente, intricato, forte, che narra, in punta di penna, il mondo dei trentenni di oggi, quella landa oscura in cui è facilissimo smarrire la strada e in cui gli attimi di felicità affogano in oceani di malinconia. Continua a leggere “Piccole vite infelici, di Stefano Labbia”

Altolà dei presidi di Roma: «Troppi rifiuti e topi in strada, lunedì non riapriamo le scuole»

https://www.ilmessaggero.it

ROMA Prima dei bimbi, sono arrivati, senza zaini, i ratti. Inquilini indesiderati delle classi ora deserte causa vacanze, incoraggiati dalle pile di maleodorante monnezza che ormai trovano più posto sui marciapiedi che dentro ai bidoni che l’Ama non riesce a svuotare.

Si ammonticchiano, i sacchetti, pure davanti ai portoni chiusi dei licei o davanti ai cancelli degli asili, tanto che se la situazione non darà segnali di miglioramento nelle prossime 48 ore, i presidi di Roma minacciano di non riaprire le aule lunedì prossimo, quando è stato fissato il rientro sui banchi dal Provveditorato. Il rischio è stato ventilato in una lettera spedita ieri alla sindaca Virginia Raggi.

C’è un problema «sanitario», si legge nella missiva dell’Associazione nazionale Presidi. È l’ultima minaccia che aleggia sulla Capitale sempre più tormentata dalla crisi della spazzatura.

Emergenza detonata con l’incendio che l’11 dicembre scorso ha incenerito l’impianto di trattamento al Salario e che da allora, al netto degli annunci della giunta grillina, non ha fatto che peggiorare, regalando a romani e turisti un Natale nel segno del pattume.

Sorgente: Altolà dei presidi di Roma: «Troppi rifiuti e topi in strada, lunedì non riapriamo le scuole»

Colosseo: record di visitatori nel 2018. ANSA.it

Mibac, aumento del 7.4% rispetto al 2017, media 21mila al giorno (ANSA).

Il Mibac annuncia “ancora un record segnato dal Parco archeologico del Colosseo”. Sulla sua pagina Facebook, il Ministero in serata divulga gli ultimissimi dati delle visite segnate lo scorso anno all’Anfiteatro Flavio: “Nel 2018 registrati oltre 7,6 milioni di visitatori con un incremento, rispetto al 2017, del 7,4%.

La media giornaliera è stata di circa 21 mila visitatori e i picchi di presenze si sono registrati nei mesi di marzo e giugno”. A condividere la notizia sullo stesso social è anche il Parco Archeologico del Colosseo.

Sorgente: Colosseo: record di visitatori nel 2018 – Cronaca – ANSA.it

Roma, il coraggio del carabiniere aggredito: “Ho fatto solo il mio dovere”

http://www.ilgiornale.it/

Il carabiniere ha subito un trauma cranico: era intervenuto per proteggere un tifoso tedesco. L’elogio dell’Arma per come ha gestito la situazione.

“Ho fatto solo il mio dovere, ho estratto la pistola per tenere lontani gli aggressori”. È scosso ma sicuro di sé il carabiniere suo malgrado diventato protagonista della cronaca romana e italiana.

Giovedì sera stava provando a difendere due tifosi tedeschi aggrediti da un gruppo di incappucciati a Trastevere quando il “branco” gli si è rivoltato contro. Lo hanno minacciato, gli hanno lanciato contro cassonetti dell’immondizia. Una bottiglia lo ha colpito alla testa ferendolo e costringendolo a indietreggiare per cercare rinforzi.

Le immagini della follia capitolina hanno fatto il giro dei social network, indignato gli italiani e mosso la politica. Il ministro della Difesa Elisabetta Trenta si è schierata subito al fianco del militare elogiando il suo sangue freddo. Lo stesso ha fatto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, definendo “delinquenti e non tifosi” gli incappucciati autori delle minacce. E Giorgia Meloni ha inviato la sua solidarietà sperando che “gli assalitori vengano identificati e la paghino cara”.

Sorgente: Roma, il coraggio del carabiniere aggredito: “Ho fatto solo il mio dovere”

Terrore in farmacia a Roma: in ostaggio dei rapinatori armati di accetta

https://www.ilmessaggero.it

Questa volta i rapinatori non hanno agito impugnando un coltello o un taglierino, ma brandendo addirittura un’accetta. Presa di mira una farmacia in via del Pigneto, ieri alle 18.30: due i banditi in azione, poi fuggiti con i soldi trovati nelle casse. La coppia con l’accetta è entrata nel negozio e ha minacciato farmacisti e clienti fino a quando ha ottenuto il contante.
”E’ stata una sensazione davvero terribile – racconta un cliente – di colpo mi sono trovato davanti quegli individui armati d’accetta”.

Sorgente: Terrore in farmacia a Roma: in ostaggio dei rapinatori armati di accetta

Sinistra: “Ricostruzione” il 16 dicembre manifestazione nazionale a Roma

Sinistra: “Ricostruzione” il 16 dicembre manifestazione nazionale a Roma

Domenica 16 dicembre a Roma, dalle 9.30, presso l’Auditorium Antonianum, in Viale Manzoni 1, si svolgerà la manifestazione nazionale ‘Ricostruzione’. Un’iniziativa politica aperta per una nuova sinistra nel nostro Paese e per costruire l’alternativa alle destre.  

nistra

Ecco alcune delle personalità che interverranno del mondo della cultura, della società e dell’ambientalismo: Pierluigi Ciocca (economista ex Vice Direttore Generale della Banca d’Italia), Marco Armiero (ambientalista Direttore del Royal Technology Institute di Stoccolma), Susanna Camusso, Edo Ronchi, Rossella Muroni, Stefano Fassina, Claudio Fava, Shukri Said (giornalista), Giuseppe De Marzo (Rete dei numeri pari – Libera), Lorenzo Tosa (ex M5s), Maria Arena (eurodeputata S&D Belgio), Don Giovanni Nicolini.

Qui tutte le informazioni.

Tmb Salario, Raggi: “L’incendio potrebbe far aumentare la tariffa rifiuti”

romatoday.it/

La sindaca a RomaToday: “Ho chiesto al Prefetto e al ministro massima attenzione per evitare speculazioni sui costi dei conferimenti”

Sorgente: Tmb Salario, Raggi: “L’incendio potrebbe far aumentare la tariffa rifiuti”

In uscita ‘La nuova favola di Amore e Psiche’, di Liliana Manetti

In uscita ‘La nuova favola di Amore e Psiche’, di Liliana Manetti

da Michela Zanarella

Il giorno 13 dicembre 2018 uscirà ufficialmente il romanzo ‘La nuova favola di Amore e Psiche’ della poetessa, giornalista e scrittrice Liliana Manetti, edito da edizioni ‘L’Erudita’, marchio indipendente della Giulio Perrone editore.

Amore e Psiche

Il romanzo tratta di una storia d’amore tra due ragazzi giapponesi dei nostri giorni: un sentimento che cercherà a tutti i costi il lieto fine. Un mix tra arte e narrativa, dove la protagonista, oltre a essere la giovane Kiyomi, è la statua di ‘Amore e Psiche’ di Canova e la favola omonima di Apuleio.

Il 15 dicembre 2018 ci sarà la prima presentazione ufficiale del romanzo, che si terrà alle ore 18.30 all’interno della splendida cornice del ‘Polmone Pulsante’, gestito da Andrea Ungheri, alla Salita del Grillo n. 21, in Roma. Continua a leggere “In uscita ‘La nuova favola di Amore e Psiche’, di Liliana Manetti”

Giorgio Maria Bergesio: LA GRANDA A FIANCO DI SALVINI

LA GRANDA A FIANCO DI SALVINI

80.000 persone e tanto entusiasmo in Piazza del Popolo

Piemonte Lega

Un successo per la manifestazione indetta dalla Lega a Roma in Piazza del Popolo nella giornata di oggi senza precedenti che testimonia il crescente consenso del Governo e soprattutto delle battaglie portate avanti da Matteo Salvini. Dalla Granda pullman con direzione Roma, partiti nella notte di venerdì a sostegno della Lega che come sempre non hanno fatto mancare la loro vicinanza al Segretario Federale Matteo Salvini.

“Un ringraziamento – commenta il Senatore Giorgio Maria Bergesio – va a tutti i Segretari di Sezione e militanti che si sono adoperati come ogni volta per l’organizzazione di una trasferta impegnativa. Una trasferta mossa da un crescente entusiasmo per i numerosi successi di questi 6 mesi di Governo e per gettare le basi per le battaglie dei prossimi mesi”.

“Oggi una folla oceanica e un impegno a livello nazionale – conclude Bergesio – che rilanciamo ulteriormente a livello locale, consci che il lavoro del nostro Ministro Matteo Salvini debba trovare analogo corrispettivo in un nostro continuo impegni sul territorio come da sempre facciamo”.

Ufficio Stampa Lega Senato

Raggi assolta per l’inchiesta sulle nomine: ‘Spazzati via due anni di fango’. Ansa.it

Raggi assolta per l’inchiesta sulle nomine: ‘Spazzati via due anni di fango’

La Procura aveva chiesto 10 mesi. La sindaca è scoppiata in un pianto liberatorio: ‘Spazzati via due anni di fango’. Di Maio: “Forza Virginia! Contento di averti sempre difesa”.

++ Raggi, al lavoro con maggiore determinazione ++

Virginia Raggi lascia la procura di Roma dopo la sentenza di assoluzione © ANSA

Redazione http://www.ansa.it/
Raggi: ‘Questa sentenza spazza via due anni di fango’

E’ scoppiata in un pianto liberatorio e ha abbracciato tra gli applausi i suoi avvocati. Cosi la sindaca di Roma Virginia Raggi ha accolto la sentenza di assoluzione nel processo sulla nomina di Renato Marra con l’accusa di falso. 

Il giudice Roberto Ranazzi, durante la lettura della sentenza di assoluzione , ha detto che ‘il falso del quale Raggi era accusata non costituisce reato”. 

Dopo l’emozione per essere stata assolta, la sindaca ha stretto la mano al giudice Roberto Ranazzi e al pm Francesco dall’Olio. “Questa sentenza – le prime parole di Raggi – spazza via due anni di fango. Andiamo avanti a testa alta per Roma, la mia amata città, e per tutti i cittadini”.  “Per i miei cittadini sono andata avanti testa alta. Ho fatto tutto con correttezza e trasparenza nell’interesse di Roma. Umanamente è stata un a prova durissima ma non ho mai mollato. Credo in quel che faccio, nel lavoro, nell’impegno costante, nel progetto che nel 2016 mi ha portata alla guida della città che amo. Un progetto che può andare con maggiore determinazione”. Così in un post su Facebook la sindaca Virginia Raggi dopo la sua assoluzione. Continua a leggere “Raggi assolta per l’inchiesta sulle nomine: ‘Spazzati via due anni di fango’. Ansa.it”

Ossa Nunziatura. Pietro Orlandi: fonte Santa Sede ha dato notizia, associando scoperta a mia sorella

Ossa Nunziatura. Pietro Orlandi: fonte Santa Sede ha dato notizia, associando scoperta a mia sorella

http://www.rainews.it/

“Questa cosa mi ha colpito molto soprattutto conoscendo il tipo di comportamento che in questi 35 anni ha avuto il Vaticano sulla vicenda, cioè un comportamento di massima riservatezza e di silenzio” ha spiegato ai microfoni di Radio Campus

310x0_1529693192044.LP_5786390

09 novembre 2018

Dallo scorso 29 ottobre, giorno della scoperta – da parte di alcuni operai – di frammenti di ossa nella Nunziatura Apostoilica di via Po, non si fa altro – a livello mediatico – che associare i poveri resti a Emanuela Orlandi, la ragazza 15enne scomparsa a Roma nel 1983, in circostanze misteriose.

Questa mattina, nel corso di un intervento a Radio Campus, è Pietro Orlandi, il fratello della giovane ‘sparita nel nulla’ a fare chiarezza sul perché -secondo lui- si parli insistentemente di Emanuela.

“È stata una fonte interna alla Santa Sede a comunicare all’Ansa la notizia del ritrovamento di quelle ossa, associando subito la scoperta a mia sorella”, ha detto Pietro Orlandi, che ha poi aggiunto: “questa cosa mi ha colpito molto soprattutto conoscendo il tipo di comportamento che in questi 35 anni ha avuto il Vaticano sulla vicenda, cioè un comportamento di massima riservatezza e di silenzio”. Continua a leggere “Ossa Nunziatura. Pietro Orlandi: fonte Santa Sede ha dato notizia, associando scoperta a mia sorella”

Emanuela Orlandi: accertamenti del Vaticano su alcune ossa. Burke: “Bisogna capire sesso ed età prima di fare titoli”

Emanuela Orlandi: accertamenti del Vaticano su alcune ossa. Burke: “Bisogna capire sesso ed età prima di fare titoli”

Le ossa sono state ritrovate alcune ore fa in un edificio di proprietà del Vaticano in via Po 27. Verifiche concentrate in particolare su denti e cranio. La Procura di Roma indaga per omicidio

di F. Q. | 30 ottobre 2018

Schermata 2018-10-31 a 00.09.06

“Bisogna prima capire il sesso della persona e l’età a cui risalgono le ossa prima di fare i titoli e di arrivare alle conclusioni“. Greg Burke, responsabile della Sala Stampa vaticana commenta ailfattoquotidiano.it la notizia appena battuta dall’Ansa. Si riferisce al caso di Emanuela Orlandi e agli accertamenti che si stanno svolgendo in Vaticano sul rinvenimento di alcune ossa in area extraterritoriale della Santa Sede. Ritrovate proprio all’interno di “un locale annesso alla Nunziatura Apostolica in Italia in via Po 27”, al momento non si sa se possano appartenere a una o più persone. Le indagini si svolgono in collaborazione con lamagistratura italiana e la Procura di Roma indaga per omicidio. Nessun fascicolo penale è stato invece aperto in Vaticano, che ha chiesto alla magistratura italiana di occuparsi del caso.

“Durante alcuni lavori di ristrutturazione di un locale annesso alla Nunziatura Apostolica in Italia, sita in Roma, in Via Po 27 – si legge in un comunicato della Santa Sede – sono stati rinvenuti alcuni frammenti ossei umani. Il Corpo della Gendarmeria è prontamente intervenuto sul posto, informando i Superiori della Santa Sede che hanno immediatamente informato le Autorità italiane per le opportune indagini e la necessaria collaborazione nella vicenda. Allo stato attuale il Procuratore Capo di Roma Giuseppe Pignatone ha delegato la Polizia Scientifica e la Squadra Mobile della Questura di Ro… continua su: https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/10/30/emanuela-orlandi-accertamenti-del-vaticano-sul-rinvenimento-di-alcune-ossa/4732292/