Gara di poesia sulla pagina facebook “Inchiostro dell’anima”, i risultati

Gara di poesia sulla pagina facebook “Inchiostro dell’anima”, i risultati

Gara 1aa

“Poesia è inchiostro dell’anima, i poeti la piuma che scrive con il cuore versi indelebili”

di Pier Carlo Lava

Come promesso Alessandria today è lieta di pubblicare i risultati della gara di poesia della pagina facebook “Inchiostro dell’anima di Rosamaria Alagna”, link pagina facebook: https://www.facebook.com/groups/1622428311393840/

ps. se i poeti non classificati nelle prime tre posizioni vogliono mandarci le loro poesie saremo lieti di pubblicarle.

Gara 1a 37669694_1823013551101224_3758435007811551232_n

1° classificata 9 like Mano nella mano, di Rosamaria Alagna

Mano nella mano

nella spiaggia dei sogni

al chiaro di luna che danza

col venticello delle carezze,

leggeri volteggiano i nostri corpi,

come farfalle notturne

nello spettacolo della natura.

Tutto si quieta, si spengono

i lampioni dell’anima nuda

accendendo il deserto

tra le pieghe del tempo

dei pensieri che volano

in cerca di pace.

@ Rosamaria Alagna

 

2° classificata 6 like Vivremo solo d’amore, di Brigida Maione

Tienimi per mano insieme tu ed io nell’universo come anime perse verso un tramonto senza fine mi cunturrai con la tua mano nel silenzio della sera oltre il tempo ascolterai i battiti del mio cuore dentro di te.

Cammineremo sulle acque del mare e sulla sabbia rovente

Vivremo solo d’amore e con mano nella mano Cammineremo uniti nel tempo…

@ Brigida Maione

 

2° classificata exseguo 6 like Tienimi per mano, di Amoroso Rosetta

Mi tenevi per mano come una preziosa Rosa

La tua grande mano racchiudeva la mia minuta e affusolata, ti piacevano tanto, porto

ancora la fede

d’oro che davanti  l’altare ci scambiammo, le mie mani stringono ancora le tue ,

Sono la nostra

Forza la nostra

abitudine, tenerci per mano e incamminarci

Sempre negli ostacoli,saltarli

insieme, superando anche a volte

l’impossibile ,

Le nostre unite sono L universo

Che racchiude in

Uno scrigno i nostri preziosi figli, che come aquile vegliamo

Per il loro bene

Mani che hanno lavorato Sempre senza sosta , ma fieri noi

amoroso Rosetta “”@ Continua a leggere “Gara di poesia sulla pagina facebook “Inchiostro dell’anima”, i risultati”

L’eco d’amor, di Rosamaria Alagna

L'eco d'amor 4725_655344344636213_9175864175493641857_n

di Rosamaria Alagna

L’eco d’amor

Poso sui rami della vita
la solitudine della mia anima
nel tempo delle attese
di sospiri imprigionati
nella sfera dei silenzi.
Frammenti di luce
dissolvono le ombre
di un sogno lontano.
Scriverò versi d’amore
per rimembrar la distanza
ignara di un abbraccio
a quel viso sconosciuto
che tormenta il cuor mio
in battiti paralleli,
vincendo la paura
dell’amicizia diventata amore .
Urlo forte dalla montagna ciò che sento
l’eco si espande
e il mondo intero lo sente .

@ Rosamaria Alagna

La gallina vanitosa, di Rosamaria Alagna

La gallina

di Rosamaria Alagna

Rosetta amoroso come promesso posto la poesia che ho imparato in prima elementare da allora non l’ho mai dimenticata

La gallina vanitosa

Disse un giorno la gallina:
son graziosa, sono fina
so cantare: coccodè…
la campagna non fa per me!
Abbandono la massaia,
abbandono i campi e l’aia,
me ne scappo e vò in città
tranlallero, tranlallà.
Così fece una mattina
e sapete come andò?
Passò un tram e la schiacciò.
Zietta Liu

L’incanto, di Rosamaria Alagna

L'incanto

di Rosamaria Alagna

L’incanto

Falce di luna dai raggi argentati
che imbriglia l’ombra delle mie paure
come brezza repentina.
Aiutata dal vento leggero odo
un brulicar di suoni di chitarre e violini autentica armonia
che animano le notti sotto un manto di stelle.
Sbocciano i pensieri
corrono e galoppano come criniere al vento
e profumano come fiori appena colti,
intrisi nello splendore del profondo dell’anima
attraversano il cuore come un’onda leggera
del divenire alla vita.
T’amo dolce amor mio che sfiori l’infinito,
non rincorrere il mio tempo,
ai miei occhi sei
l’incanto.

@ Di Rosamaria Alagna

Accarezza il mio cuore, di Rosamaria Alagna

Accarezza

di Rosamaria Alagna

Accarezza il mio cuore

Senza alcun sospetto
si unirono i sogni
e non sò come accade.
Quell’amore misterioso
silenzioso
come il sole al calar della luna
ignaro incalza tra le gelide notti
delle passioni.
Un fuoco affiora nel petto
e implora la ragione
come tempesta nella quiete
l’anima rapisce.
Vorrei non svegliarmi di questo sogno
che accarezza il mio cuore.

@ Rosamaria Alagna

Copririgt diritti riservati

http://feeds.feedburner.com/AlessandriaToday

“Un breve preludio d’eternità”, la silloge di Mariangela Ottonello

“Un breve preludio d’eternità”, la silloge di Mariangela Ottonello

di Pier Carlo Lava

Alessandria today dopo la biografia è lieta di presentare ai lettori “Un breve preludio d’eternità”, la silloge della poetessa Mariangela Ottonello. Seguirà un intervista in esclusiva per il blog.

Prefazione, a cura di Rosamaria Alagna, curatrice della collana “Inchiostro dell’anima” della Pluriversum Edizioni.

Un breve preludio di eternità, di mariangela ottonello copiabiog Mariangela Ottonello 033 copia

Quando ho letto le poesie di Mariangela, sono stata subito conquistata da grazia e freschezza scevre di retorica. La silloge si mostra come un dolcissimo canto di primavera in cui la natura e la vivacità del creato prorompono in modo immediato e spontaneo.

Il sentimento d’amore che percorre l’intera raccolta è espresso con toni delicati e passionali. Si avverte il desiderio di celebrare l’amore per il suo uomo, che diviene fonte di ispirazione. “io ci sarò nei tuoi momenti grigi” o “nel blu dei tuoi giorni”, sussurra la poetessa, quasi a voler rassicurare la persona amata e farsi, a sua volta, sostenere come un neonato che attinge all’amore materno. “E cullerai la mia immagine tra onde fresche di tenerezza”. In altre liriche si pone “ in punta di piedi”, non vuole essere invasiva, ma umile e modesta, quasi inconsapevole del proprio valore. Continua a leggere ““Un breve preludio d’eternità”, la silloge di Mariangela Ottonello”

Lacrime dell’anima, ‎di Rosamaria Alagna‎

Lacrime dell’anima, ‎di Rosamaria Alagna‎

Lacrime dell’anima, Rosamaria Alagna
La Pluriversum Edizioni ha il piacere di presentare a dicembre il mio libro lacrime dell’anima. 
Chi è interessato all’acquisto può rivolgersi direttamente a me in chat privata oppure direttamente alla Pluriversum Edizioni.
Vi invito tutti a visitare il sito ci sono tutte le pubblicazioni in uscita.
Il mio libro sarà in vendita nelle librerie e nei siti online della Pluriversum.
Grazie a tutti
Copertina un dipinto gentilmente concesso da Giorgio Melis che dal Paradiso spero che la vedrà 

Danzerò per te, di Rosamaria Alagna

Danzerò per te, di Rosamaria Alagna

Voglio vestire di versi il meraviglioso dipinto della mia carissima nipotina Alessia Curatolo
Olio su tela

Danzerò


Danzerò per te

Scintilla la mia immagine,
come un fiore ai occhi
Intrighi e desideri nella speranza di una
notte d’incanto
che l’anima sfiora dolcemente
nei pensieri
dello spazio infinito che accarezza l’ignoto.
Musica
e canto d’amore sono le tue parole,
scorrono nelle vene
attraversando il cuore.
Danzero’ per te,
leggiadra come una farfalla
adagiandomi al tuo fianco.

@ Rosamaria Alagna

“Perché, morte, tu mi prendi, di Rosamaria Alagna

“Perché, morte, tu mi prendi, di Rosamaria Alagna

Nuovi orizzonti (poesia a 3 mani e mezzo, causa distrazione)

perchè

“Perché, morte, tu mi prendi
da questo cielo che si oscura?”
Chinato il capo, rendo il mio dolor d’un tempo,
ora che giaccio in una culla di fiori,
e varco nello spazio di nuovi orizzonti.
Voglio perdermi in mille schegge di luce,
intrecciando illusione e realtà,
fuggendo dalle storie che mi hanno inseguita,
senza graffiare i silenzi della speranza,
spezzando la paura
con spifferi risonanti di vento
e dipanando canti soffocati,
tra l’alba e il tramonto.
Voglio scivolare nell’ombra di un sorriso,
trovato nella nebbia di pensieri svaniti.
E così rimango accecato
da questo riverbero di sole che fugge,
e ti chiedo ancora:”Morte, perchè m’illudi?
Nella pioggia, o dentro il vento,
io navigo assolato, fuggevole,
e strappo foglie di rami appassiti e lenti.

di Rosamaria Alagna & Marino Monti 2018

Mobbing, di Rosamaria Alagna

Mobbing, di Rosamaria Alagna

Mobbing (soprusi sul posto di lavoro)
Per continuare sul sociale un tema scottante che diventerà un progetto molto grande se tutto va bene con appoggi di grande spicco dopo aver finito l’antologia passeggiando con le città ….curata da me

Mobbing

Eco di dannosa arsura
ribolle nella pancia,
graffiano l’anima
le transuenti ore dell’annientarsi
di fronte agli sghignazzanti
striduli
con gratuita perfidia di colleghi
insolenti, scagliati per
mobbing.
Ullula al cielo il parlare tremebondo
annichilendosi nell’insano detestarsi
rassegnata
all’ ancestrale silenzio
o amarsi nella speranza della
preghiera.

@ Rosamaria Alagna

Radici … L’attesa, di Rosamaria Alagna

di Rosamaria Alagna

Radici …L’attesa

Lente, sconvolgenti, interminabili
questi due giorni d’attesa,
tutte uguali passan le ore
mentre tu giungi alle radici
un vuoto risonante soffoca il cuor mio.
Spicchi di di memoria soffiata dalle nubi sbiadita dal tempo,
come uno specchio antico che cede l’incanto
e inciampi all’istante nell’anello
di quella catena che dirama di luce
e rade la terra inghiottita dall’onda antica.
Dolci melodie di violini brulicano nell’aria,
aggrovigliandosi al suono rock della tua chitarra,
quell’eco risonante mi sfiora l”anima
e correrò a braccia aperte nella sabbia che squassa prendendoti la mano ti porterò
Via con me

@ Di Rosamaria Alagna

Invisibile, di Rosamaria Alagna

Invisibile

di Rosamaria Alagna

Invisibile

Mi specchio nel verde
dei tuoi occhi,
mentre tu come un gabbiano t’innalzi
in lontananza nel vento
e io a piccoli passi lenti
a contemplare al crepuscolo come la rugiada che dissipa.
Vorrei salir quella vetta
sfidando la nebbia,le nuvole,la pioggia e il sole,
cado a picco solitario perché è difficile avvicinarsi alle tue orme invisibili.

@ Rosamamaria Alagna

M’incammino nel vento, di Rosamaria Alagna

M'incammino

di Rosamaria Alagna

M’incammino nel vento

Inesistente creatura citata in una canzone,
come uno specchio era il mio riflesso,
cedendomi l’amore di quell’albero immortale
dal piccolo dolce cuore.
Succosi frutti assaggiai maturati nel tempo
che or tace.
E m’incammino nel vento del tuo animo ribelle,
inseguendo quel sogno
raffreddato dall’indifferenza di un sordo eco
vestito di inutili attese,
sperando che un raggio di sole
bruci quella maschera regalandomi un po’
di complicità

@ Di Rosamaria Alagna

Fratello, di Rosamaria Alagna

Fratello

Fratello, di Rosamaria Alagna

Fratello

Fratello dalla pelle
ambrata dal sole cocente.
Schiavo del tuo simile
straziante il tuo destino,
implorando fra le lacrime
il tuo grido a Dio
di quella vita negata
dalla miseria,
con la speranza di vivere
un altro giorno.
Duro lavoro nei campi
arsa è la terra.
Al calar della sera
una pioggerella sottile
rinfresca l’aria
cullando il tuo sonno,
fratello.

@ Rosamaria Alagna

Un giorno di primavera, di Rosamaria Alagna

Un giorno di primavera, di Rosamaria Alagna

34066877_709899992513981_2881067506720571392_n

Un giorno di primavera

M’incanta la tua voce lieve
che guidava i miei passi
spazzati come foglie al vento
in un giorno di primavera.
Stracci di nube hanno velato
il cielo pioggia di lacrime
inondava il mio viso stanco.
Cavalco il tempo di un brivido
intenso, fino al sentirlo ancora
poi forte.
Vesto di luce il tuo cuore di cinciarella
che libra nell’aria, come nembi di
speranza di sogni svaniti.

@.Rosamaria Alagna