Momenti di poesia. INVISIBILE, di Rosanna Gazzaniga

Momenti di poesia. INVISIBILE, di Rosanna Gazzaniga

INVISIBILE
A volte, ci sono dei giorni
in cui sono aria
nessuno mi guarda
né saluta.

Allora cerco il mio riflesso
una vetrina
l’ombra al sole
o sassi, per sentire
piedi che lamentano fitte
come la mia anima.

E prego
respirando malinconia
ma lo sguardo
non aggancia
che passeri in volo.
4/12/11

Famiglia e neuroni specchio, di Rosanna Gazzaniga

Famiglia e neuroni specchio, di Rosanna Gazzaniga

Recentemente alcune regioni stanno adottando provvedimenti per promuovere e sostenere le famiglie.

Io credo che la famiglia intesa come unione di persone che condividono con amore gioie, prosperità e difficoltà, sia il vero stabile mattone della società civile. Una forza che lega individui accrescendone valori etici e morali.

Schermata 2019-03-12 a 15.51.03.png

Una famiglia può essere composta anche da persone dello stesso sesso. Anche gli animali avrebbero diritto ad esserne riconosciuti come membri effettivi.Strada facendo   la famiglia si amplia naturalmente con i figli trasmettendo  (almeno dovrebbe essere così) opposte sensibilità che si completano, vale a dire le   basi complete del vivere civile.

I bambini assorbono come spugne tutto ciò che avviene nella famiglia e si comporteranno di conseguenza da adulti. Le famiglie composte da persone dello stesso sesso, però, trasmettono come naturale ciò che naturale non è. Due femmine o due maschi non possono procreare ma possono forse annullare l’ impulso della replica della specie.  Non solo le comete o avvenimenti catastrofici possono annullare l’ umanità, ma anche la mancata attrazione verso un  sesso diverso Continua a leggere “Famiglia e neuroni specchio, di Rosanna Gazzaniga”

Momenti di poesia. INVISIBILE, di Rosanna Gazzaniga

Momenti di poesia. INVISIBILE, di Rosanna Gazzaniga

INVISIBILE
A volte, ci sono dei giorni
in cui sono aria
nessuno mi guarda
né saluta.

Allora cerco il mio riflesso
una vetrina
l’ombra al sole
o sassi, per sentire
piedi che lamentano fitte
come la mia anima.

E prego
respirando malinconia
ma lo sguardo
non aggancia
che passeri in volo.
4/12/11

Momenti di poesia. Le regole della croce, di Rosanna Gazzaniga

Momenti di poesia. Le regole della croce, di Rosanna Gazzaniga

Le regole della croce
conoscono il vento dell’infanzia
gli odori teneri dei bambini
il buio secco della dispensa sicura
e quello strano del pozzo
che custodisce la luna.

Ti ho sognata sai, tu eri l’angelo
che porgeva il fiele per farmi guarire
me lo mettevi sugli occhi, nelle orecchie
ovunque.

I tuoi esempi erano gesti teneri
e parole dure non raffinate
erano semi in un sacco
grano da sbriciolare per saperne cogliere
nutrimento ed energia.

Da bimba vi tuffavo le mani
alcuni li assaggiavo, incollavano la lingua
suggerivano prudenze, parole sottili
silenzi da inghiottire. Poi strada facendo
li ho tutti dimenticati.
5/3/19
https://elisafalciori.wordpress.com/…/le-regole-della-croce/