Lo scalo dei desideri e la vocazione (logistica) di una Alessandria in cerca di autore

Lo scalo dei desideri e la vocazione (logistica) di una Alessandria in cerca di autore

di Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

Alessandria: «L’obiettivo è mettere a fuoco proposte e ragionamenti sul futuro di Alessandria». Franco Armosino, segretario generale della Camera del lavoro di Alessandria, apre con queste parole la presentazione dell’incontro pubblico dedicato al «recupero e rilancio dello scalo merci ‘Alessandria Smistamento’» organizzato per venerdì 22 marzo, dalle 9,30 alle 13, a Palazzo Monferrato, in via San Lorenzo 21 ad Alessandria («Viene ospitato in un territorio neutro perché lo scopo è un confronto vero e a tutto campo» precisa Armosino).

lo scalo.jpg

Poi aggiunge: «Alessandria continua a non decidere quale vocazione ha e intanto sta perdendo e sta invecchiando». Lo scali merci è una opportunità vera? La Cgil è convinta e per questo, annuncia il segretario generale, durante l’incontro «è previsto l’intervento di studiosi della materia ferroviaria che si occuperanno, in particolare, della critica situazione delle ferrovie nel nord-ovest di Piemonte e Liguria, che comprende, come ben sappiamo, il nodo di Alessandria.

Saranno fatte domande a tutti e vorremmo avere risposte da tutti». L’iniziativa, promossa insieme all’associazione ‘Città Futura’ presieduta da Renzo Penna, è rivolta «a tutte le forze politiche, amministrative, economiche e sociali interessate a impegnarsi concretamente sul tema. Come è noto, negli anni, in tema di logistica alessandrina non sono certo mancati i progetti, mentre le realizzazioni sono state pressoché nulle». Continua a leggere “Lo scalo dei desideri e la vocazione (logistica) di una Alessandria in cerca di autore”

Alessandria, dissertazioni planetarie e decisioni sul binario morto, di Enrico Sozzetti

unnamed

Alessandria, dissertazioni planetarie e decisioni sul binario morto di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com/

Prima la pioggia, poi il sole. La primavera è questa. E come ogni giorno, anche in questo mese di aprile del 2018, ad Alessandria la vita scorre nel solco della più tipica quotidianità: la sveglia, la scuola e il lavoro, la spesa (quasi sempre al supermercato), l’attesa dell’autobus, la fila in banca, la lavanderia, le code in auto, i commenti sui parcheggiatori abusivi, l’aperitivo, la cena, la televisione. Di certo a quasi nessuno degli oltre novantamila abitanti importa alcunché della fine che farà la biblioteca di Umberto Eco.

Come ben pochi sono raggiunti dalla dissertazione che la politica alessandrina propone quotidianamente, anche in buonafede, va detto, su megagalattici progetti di sviluppo. La vita reale è una cosa, quella autorefenziale della politica è decisamente un’altra. Continua a leggere “Alessandria, dissertazioni planetarie e decisioni sul binario morto, di Enrico Sozzetti”