In evidenza

La scrittrice parigina Elena Maria B. Rodrίguez si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post

La scrittrice parigina Elena Maria B. Rodrίguez si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post

di Pier Carlo Lava

Alessandria today e Alessandria post sono liete di presentare ai reciproci lettori la biografia e le opere della scrittrice parigina di adozione Elena Maria B. Rodrίguez.

1 Elena Maria B. Rodriguez. cover TP copia 2.jpg

Note bografiche:

Elena Maria B. Rodrίguez (1984) è nata in Colombia, a Bogotà, da padre italiano e madre colombiana. La famiglia si è trasferita a Venezia quando la piccola Elena aveva appena tre anni.

Qui Elena si è formata, frequentando il liceo e l’Università. Oggi è sposata e ha due figli. Vive a Parigi, dove insegna lo spagnolo in alcune scuole di lingua.

È anche insegnante di salsa e bachata, oltre che appassionata di yoga e cucina.

Triangolo di passione a Parigi è il suo primo romanzo. Lo ha voluto frizzante e pieno di colpi di scena. La storia, che si svolge a cavallo tra tre città (Bogotà, Parigi e Venezia), senza essere necessariamente autobiografica, racconta frammenti dei suoi tre mondi. Continua a leggere “La scrittrice parigina Elena Maria B. Rodrίguez si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post”

La scrittrice Barbara Bruni si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post – biografia e opere

La scrittrice Barbara Bruni si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post – biografia e opere

di Pier Carlo Lava

Alessandria today e Alessandria post: Siamo lieti di presentare ai nostri lettori la biografia e le opere della scrittrice Barbara Bruni.

Barbara Bruni copia.jpg

Note biografiche dell’autrice

Barbara Bruni è di origine Siciliana. Nasce nel 1989 a Paternò (Ct), in un giorno di sole splendente, in gennaio nella sua città natale unica nel suo genere. Diplomata in scienze sociali nel 2009.

Le piacerebbe viaggiare in luoghi magici e romantici, passando tutto il tempo in una spiaggia esotica, a godersi la vita, oppure aprire un ristorante con la sua famiglia. E invece passa il suo prezioso tempo dal 2010 a scrivere, e dopo anni e anni, uno dei suoi tanti sogni si è avverato. Dal 2015 scrive romanzi d’amore con tutto il suo buon cuore, e immagina una vita piena di pace e amore. Eppure la vita non è fatta solo di baci e coccole…

3453dfff0.jpg

Da quel momento in poi inizia a vivere un periodo nuovo, con la consapevolezza che nella vita tutto non si può avere, che bisogna continuare a sognare, e che per ottenere ciò che si desidera si deve avere speranza, fede, combattendo quotidianamente per tutto e in tutto positivamente e senza rimpianti.

EBOOKKINDLEweee.jpg

Ricordate sempre: “Volere è Potere”.

E nonostante passino gli anni, non smette di credere nei suoi sogni, alcuni di essi si son infranti, invece alcuni le portano gioia nel cuore: un matrimonio da fiaba, una bimba splendida nata dall’amore tra lei e suo marito, e la possibilità di emozionare coloro che leggeranno i suoi romanzi.

Elenco libri

Trilogia Batticuore:

1.Baciata dall’Amore

1.5 Baciati dalla Nostalgia

Intervista a Bruno Volpi scrittore alessandrino che ci parla del suo libro “L’occhio di drago” – le indagini del Commissario Badalotti

Intervista a Bruno Volpi scrittore alessandrino che ci parla del suo libro “L’occhio di drago” – le indagini del Commissario Badalotti

di Pier Carlo Lava

Bruno Volpi_autore21.jpg

Note biografiche dell’autore:

Bruno Volpi, alessandrino, classe 1960, è laureato in Scienze Geologiche e lavora in una delle principali aziende italiane del settore energetico, nell’area della Ricerca ed Innovazione. Appassionato d’arte e letteratura italiana contemporanea, dal 2014 scrive poesie, favole e brevi racconti di genere narrativo e giallo/noir e collabora attivamente con le redazioni della rivista “Il salotto degli Autori” e del quotidiano online “Alessandria Today”. Le sue opere hanno ottenuto riconoscimenti in concorsi letterari nazionali ed internazionali: in particolare è stato premiato come vincitore assoluto del Concorso Nazionale “Fuori dal Cassetto” 2019 e del Concorso Letterario Internazionale «Trofeo Penna d’Autore» 2018 per la narrativa ed è risultato tra i vincitori del Premio Nazionale Letteratura Italiana Contemporanea, dal 2016 al 2018 e del Premio Letterario Europeo Massa Città Fiabesca 2019. Nell’ambito della letteratura giallo/noir, vincitore del Concorso Notti Nere 2017 e finalista del Concorso Giallo in Provincia 2017 e del Premio Giallo Indipendente 2018. È in pubblicazione la raccolta di fiabe “Mamma, ti racconto una storia” Laura Capone Editore.

L'occhio di drago

L’intervista:

Bruno Volpi, alessandrino, geologo di professione, scrittore per passione. In questi giorni esce il tuo romanzo giallo “L’occhio di drago” Erba Moly Editore. Vuoi presentarti ai nostri ascoltatori?

Volentieri! Come hai detto bene tu, lavoro come geologo nella principale industria italiana dell’energia, nel settore della ricerca petrolifera. Lavoro a San Donato Milanese, ma vivo ad Alessandria, che è la mia città natale. Sono appassionato di arte, soprattutto di pittura dell’ottocento e primo novecento e di letteratura contemporanea, soprattutto del filone giallo-noir. Sono tifoso dei grigi, la squadra di calcio della mia città. Che dire ancora? Collaboro con la redazione della rivista “Il salotto degli autori” e con il quotidiano web “Alessandria Today”. E nel tempo che mi rimane, scrivo. Continua a leggere “Intervista a Bruno Volpi scrittore alessandrino che ci parla del suo libro “L’occhio di drago” – le indagini del Commissario Badalotti”

Intervista a Bruno Volpi, autore del giallo “L’occhio di drago”

Intervista a Bruno Volpi, autore del giallo “L’occhio di drago”

di Pier Carlo Lava

Alessandria today e Alessandria post sono liete di intervistare per i reciproci lettori lo scrittore alessandrino Bruno Volpi, autore del giallo appena uscito in libreria “L’occhio di drago”. La mail della casa editrice per chi volesse ordinare online il libro e riceverlo poi a casa senza spese di spedizione: info@erbamolyeditore.it

Bruno Volpi, alessandrino, geologo di professione, scrittore per passione. In questi giorni esce il tuo romanzo giallo “L’occhio di drago” Erba Moly Editore. Vuoi presentarti ai nostri ascoltatori?

Ecco, parliamo appunto di te come scrittore. Come ti è nata questa passione?

Veniamo allora al romanzo. Una storia ambientata nella nostra città. C’è una ragione particolare per questa scelta?

Hai introdotto il protagonista, il commissario Badalotti. Ma, in realtà, c’è anche un ispettore che lo aiuta nelle indagini.

Ci racconti qualcosa della storia?

Il tuo romanzo può anche vantare un’introduzione molto speciale.

Il libro è in vendita da questa settimana. Dove lo possiamo trovare?

Per concludere, dicci due motivi per acquistare il tuo libro.

video intervista: https://youtu.be/lijchMBtjoI

Fabio Strinati, poeta, scrittore e compositore, si presenta ai lettori di Alessandria today

Fabio Strinati, poeta, scrittore e compositore, si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Periodo di Transizione copia

Alessandria today è lieta di pubblicare la biografia del poeta, scrittore, e compositore Fabio Strinati, del quale in seguito verrà pubblicata anche un’intervista in esclusiva per il blog, ma chi è Fabio Strinati, conosciamolo meglio:

Fabio Strinati (poeta, scrittore, compositore) nasce a San Severino Marche il 19/01/1983 e vive ad Esanatoglia, un paesino della provincia di Macerata nelle Marche.

Molto importante per la sua formazione, l’incontro con il pianista Fabrizio Ottaviucci. Ottaviucci è conosciuto soprattutto per la sua attività di interprete della musica contemporanea, per le sue prestigiose e durature collaborazioni con maestri del calibro di Markus Stockhausen e Stefano Scodanibbio, per le sue interpretazioni di Scelsi, Stockhausen, Cage, Riley e molti altri ancora. Partecipa a diverse edizioni di “Itinerari D’Ascolto”, manifestazione di musica contemporanea organizzata da Fabrizio Ottaviucci, come interprete e compositore.

Fabio Strinati inizia nel 2014 a dedicarsi alla scrittura, e in maniera continuativa. Nell’ottobre del 2014 pubblica il suo primo libro di poesie dal titolo ” Pensieri nello scrigno. Nelle spighe di grano è il ritmo”. Raccolta di poesie pubblicata con la Casa Editrice ed Associazione Culturale Il Foglio Letterario che ha come suo direttore, lo scrittore italiano Gordiano Lupi. Il libro è stato interpretato dall’attrice Maria Rosaria Omaggio in uno spettacolo al Teatro Lo Spazio di Roma nell’agosto del 2015.

Continua a leggere “Fabio Strinati, poeta, scrittore e compositore, si presenta ai lettori di Alessandria today”

Legami Indissolubili, di Marzia Astorino

Legami Indissolubili, di Marzia Astorino

Legami indissolibili WEB copia.jpg

SINOSSI “LEGAMI INDISSOLUBILI”

Con Legami Indissolubili tornano Anna, la sua famiglia, le sue amiche e le sue indagini, iniziate con il primo capitolo della trilogia, Dietro le apparenze.
Roberta, accusata di uxoricidio, comincerà a svelare particolari sulla famiglia Grassi e sul suo matrimonio che Anna cercherà di sfruttare per incriminare una famiglia apparentemente inattaccabile.
Nel frattempo torna il fantasma di Nil, l’ex di Silvia arrestato grazie all’aiuto di Anna dopo mesi di violenze e soprusi, avido di vendetta contro chi gli ha portato via tutto.
Tenuti insieme dal filo rosso della violenza sulle donne, scontri, bugie e sotterfugi metteranno a dura prova la profonda amicizia che unisce i protagonisti di questa storia. Riusciranno a mantenere intatti i loro legami indissolubili?

Marzia foto

Dietro le apparenze, di Marzia Astorino

Dietro le apparenze, di Marzia Astorino

Dietro le apparenze copia.jpg

SINOSSI “DIETRO LE APPARENZE”

Un mondo in cui conoscerete le storie di quattro donne, amiche che diventano grandi insieme. Anna, la protagonista narrante vi farà vivere il suo conflitto tra l’amore per la sua famiglia e la voglia di libertà, Samantha vi farà conoscere le pene dell’amore per qualcuno che non la merita, Alessandra vi condurrà nei luoghi bui dell’estenuante ricerca di un figlio e la bellissima Silvia vi ricorderà che non tutto ciò che luccica è oro.

A tormentare Anna, giornalista di cronaca, sarà la vicenda di Roberta, accusata di uxoricidio. Parteciperete con lei alla ricerca della verità, indagando in quell’apparente matrimonio perfetto, ripercorrendo la vita della donna incriminata, giungendo alle ultime pagine dove il corso degli eventi riapre tutto ciò che pareva risolto.

Marzia foto

La scrittrice Marzia Astorino si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post

La scrittrice Marzia Astorino si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post

di Pier Carlo Lava

Alessandria today e Alessandria post sono liete di presentare ai reciproci lettori la biografia e le opere della scrittrice Marzia Astorino.

Marzia foto.jpg

Note biografiche

Buongiorno! Sono Marzia Astorino. Ho 43 anni, sono sposata dal 2004 e nel 2010 io e mio marito siamo diventati genitori adottivi del nostro bellissimo bimbo.

Nella vita di tutti i giorni lavoro come ragioniera nell’ufficio amministrativo di un’azienda che commercializza prodotti diagnostici, ma scrivere è la mia grande passione! Quando inizio un nuovo libro mi sento catapultata in un mondo parallelo insieme ai miei personaggi che diventano a poco a poco reali nella mia mente e sulla carta.

Ho iniziato a scrivere nel giornale della scuola dell’Istituto Superiore Tecnico Commerciale di ragioneria e questa passione non mi ha più abbandonata.

Nel 2006 ho pubblicato il mio primo romanzo “Emma”, con la casa editrice Il Filo, a breve tramite StreetLib.

Nel 2008 ho scritto “Diario Endometriosi-Mai più sola”, un libro autobiografico sulla mia esperienza di donna affetta da Endometriosi che mi ha aiutato a esternare le mie emozioni, il mio vissuto cercando di condividere le mie gioie e i miei dolori, mettendoli nero su bianco. Un libro scritto per diffondere la conoscenza della malattia e far capire alle donne che come me soffrono di questa patologia, che non sono sole. Pubblicato nel 2008 tramite Lampi di Stampa, nel 2014 è in seconda pubblicazione con StreetLib in formato e-book e cartaceo. Per continuare il mio impegno, nel 2015, ho inserito un progetto di Crowdfunding con Produzioni dal Basso, per tradurre il libro in inglese e far volare le mie parole oltre i nostri confini. Progetto presentato anche attraverso alcune radio. Nel giugno 2017 ho ricevuto una menzione al merito per il libro da Alessandro Quasimodo all’interno del premio Artistico – letterario “Maria Cumani Quasimodo”. Continua a leggere “La scrittrice Marzia Astorino si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post”

NEL NOME DEL MURO

Peter Fechter

Ricorre in questi giorni l’anniversario di un crollo (1), quello del più famoso tra i muri, che diviene disputa attuale fra le stesse mani destre e sinistre che da sempre giocano a edificarne. No, il tempo e il suo racconto – che usiamo chiamare “storia” – non si sono fermati a quel 9 novembre di trenta anni fa: sulle macerie che avrebbero dovuto unire l’Est e l’Ovest si sono invece moltiplicati altri muri come quello tra il Nord e il Sud del mondo, o quello tra Occidente cristiano e Oriente musulmano in una sorta di bussola dell’odio e della diffidenza dove basterebbe seguire l’ago della forza e non quello della direzione politica per comprenderne il reale significato.

Il gioco di quelle mani è nel dare etichette (2) scadute a fatti nuovi, perché – se ogni istante è irripetibile – interpretare oggi un fatto di ieri rappresenta in sé un fatto nuovo, mentre “fascismo” e “comunismo” sono “quei” fatti di “quel” prima che “quel” muro ha trasformato in un prima e in un dopo.

Dare sovrannomi alla dittatura, scambiarseli vicendevolmente a colpi di dritto e rovescio, destra e sinistra è l’illusorio tennis delle nomenclature dove la rete è una blanda rappresentazione del muro ideologico che non crollerà mai: quello delle proprie calcificate convinzioni; ma a prescindere da qualsiasi nome, la dittatura è sempre pre-potenza, pre-varicazione, pre-forma: gioco, set, partita. Partito. Preso (3).

Al rosso moderno internazionalista però quel muro un po’ piaceva, il moderno nero dal canto suo lo chiama “rosso” ma ne vorrebbe suoi di nuovi, anche verdi perché no. Amanti dei colori, ambite a un sano daltonismo (4) e pensate: se un muro separa due dittature (capitalismo vs comunismo ad esempio), cosa separa in realtà se non i loro nomi e basta, il loro reciproco riflesso? E allora il nome è uno: dittatura, e quel muro non esiste affatto, esiste soltanto il suo nome. Continua a leggere “NEL NOME DEL MURO”

VOLATE DAL CUORE, di Maria Cristina Sabella

VOLATE DAL CUORE, di Maria Cristina Sabella

Edizione CTL Livorno 2017  (100 poesie)

Dedicato a mio Figlio Pierfrancesco per i suoi 22 anni.

Copertina disegnata da mia nipote Laura Sabella

Volate dal cuore.jpg

Quarta di copertina

E’ una persona dall’animo sensibile e generoso, dietro ad ogni sorriso, si nasconde spesso un velo di malinconia. Ha incominciato a scrivere poesie quando era molto piccola, la prima fu Gabbiano, che scrisse in un pomeriggio di fine estate sulla battigia del mare in compagnia di un gabbiano che l’osservava.

Il papà Costantino era un uomo generoso e lavoratore, la mamma Maria Michela, donna forte e legata alla vita.

Ha incominciato a militare nell’ Azione Cattolica Italiana  ACR a 6 anni, poi come volontaria nella Caritas e nell’ Unitalsi, come dama .

Le piace molto la psicologia, perché l’aiuta a comprendere le persone, ama molto stare insieme ai bambini e agli anziani, perché hanno molto in comune. Continua a leggere “VOLATE DAL CUORE, di Maria Cristina Sabella”

L’ARCOBALENO DEL CUORE, di Maria Cristina Sabella

L’ARCOBALENO DEL CUORE, di Maria Cristina Sabella

Edizione  Kimerk 2015  (50 poesie)

Dedicato a mio figlio Pierfrancesco per i suoi 18 anni

L'rcobaleno del cuore

Quarta di Copertina

Sono leggeri come gocce di rugiada i versi di Maria Cristina Sabella; sanno di alba, di speranza, di amore intenso per la vita. Ogni poesia è narrazione dell’esistenza , evoca emozioni, respira attimi di realtà. Mai però si perde l’amore per l’altro, mai ci si arrende di fronte alle crudezze della quotidianità, né, tantomeno, mai si accascia nel ricordo di bellissimi momenti che non torneranno più. L’ Arcobaleno del cuore è una raccolta di melodie, l’antologia di un’anima dolce, sensibile, pronta a captare tutto il fascino dell’esistenza e dei suoi doni, anche negli istanti che sembrano bui. Continua a leggere “L’ARCOBALENO DEL CUORE, di Maria Cristina Sabella”

RACCOLTE DAL CUORE, di Maria Cristina Sabella

RACCOLTE DAL CUORE, di Maria Cristina Sabella

Edizione Libeccio CTL Livorno 2019  (401 poesie, l’ultima è un tributo a 4 ragazzi che sono volati troppo presto via e all’unica sopravvissuta, nell’incidente  il 14 Luglio 2019)

Dedicato ai miei genitori Maria e Costantino che non ci sono più per il loro 58 esimo anniversario di matrimonio

Raccolte dal cuore.jpg

Copertina disegnata da Sabella Maria Cristina (ispirata da un disegno trovato sul web)

Quarta di copertina

Nasce a Termoli da papà Costantino Sabella e da mamma Maria Michela Regia Corte.

Ha iniziato a scrivere quando aveva solo 7 anni .

I suoi versi crescono insieme alla sua anima, dietro il sorriso, cela spesso vedi di malinconia.

Con le sue poesie è presente in 67 antologie di diversi poeti, collaborazioni iniziate nel 2013 ad oggi.

Nel Marzo 2015 nasce il suo primo libro “ L’arcobaleno del cuore” ed. Kimerik Continua a leggere “RACCOLTE DAL CUORE, di Maria Cristina Sabella”

La poetessa Maria Cristina Sabella si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post – biografia e opere

La poetessa Maria Cristina Sabella si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post – biografia e opere

di Pier Carlo Lava

Alessandria today e Alessandria post sono liete di presentare ai propri lettori la biografia e le opere della poetessa Maria Cristina Sabella.

Maria Cristina Sabella copia.jpg

Note biografiche Maria Cristina Sabella

Sono nata a Termoli il 12 Agosto 1963

Sono una persona dall’animo sensibile e generoso, dietro il mio sorriso si cela sempre un velo di malinconia, che mi porto come uno zainetto fin dall’infanzia. Ho incominciato a scrivere, che avevo solo 7 anni, la mia prima poesia si intitola Gabbiano, la scrissi in un pomeriggio di fine estate, seduta sulla battigia del mare ,all’ombra del castello medioevale, mentre un gabbiano, osservava  la tristezza che vestiva il mio volto innocente.

Sono cresciuta in parrocchia tra le fila dell ‘ACI della CARITAS e dell’ UNITALSI come volontaria.

Mi piace molto la psicologia, perché mi aiuta a comprendere l’animo delle persone.

Amo molto i bambini e gli anziani perché sono molto simili tra loro.

Ho lavorato prima in una fabbrica tessile Umbra dove eseguivo dipinti a mano su corredi e successivamente in Fiat , dove ho conosciuto mio marito Aldo. Ho vissuto in Polonia per lavoro con mio marito per 3 anni, poi in provincia di Torino. Ho un meraviglioso figlio, Pierfrancesco , perito informatico, di 22 anni, è il mio Diamante. Da 20 anni vivo in Veneto, a Musile di Piave a poche centinaia di metri dal Piave.

Nel settembre del 2013 incomincia il mio cammino nel mondo dell’editoria, dopo aver scritto una poesia e postata su fb. Fu selezionata da Elio Pecora e inserita in un’antologia di diversi autori. Poi incominciai a frequentare alcuni gruppi di letteratura e da qui l’incontro con la Kimerk a cui affidai i miei primi lavori, nel 2015 entrai nell’ Unione Mondiale Poeti esperienza inizialmente molto entusiasmante, perché sono entrata in contatto, con molti poeti stranieri. Continua a leggere “La poetessa Maria Cristina Sabella si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post – biografia e opere”

La poetessa e scrittrice Maria Cannatella si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post

La poetessa e scrittrice Maria Cannatella si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post

di Pier Carlo Lava

Alessandria today e Alessandria post sono liete di presentare ai propri lettori la biografia della poetessa e scrittrice Maria Canatella. La poetessa è da tempo presente e apprezzata dai lettori che conoscono le sue poesie e i libri che ha scritto e pubblicato, ora la conosceremo ancora meglio attraverso la sua biografia che ci ha gentilmente inviato e che con piacere pubblichiamo.

Maria Cannatella.jpg

Note biografiche

Sono nata a Palermo, ed ho vissuto nella mia città natale fino ai miei trent’anni, sono la seconda di sette figli, ma mi sono sentita sempre come fossi figlia unica, a casa mia ciò che mi è sempre mancato la figura più importante, cioè, una madre, non che non l’avessi, ma era ed è un tipo molto freddo, non si è mai creato un rapporto tra noi, ma lei con tutti i figli è stata cosi, infatti quando avevo venti anni sono andata via di casa, avevo la mia libertà economica non era poco. Un giorno stanca di sopportare andai via, nessuno della mia famiglia è venuto a cercarmi, così per mantenermi ho lavorato come una matta ma però avevo la tasca abbastanza piena rispetto ad oggi. Sono stata sette anni a vivere da sola, poi ho conosciuto mio marito e nel 95 ci siamo sposati.

Insieme siamo andati a vivere a Norimberga, perché lui lavorava in un ristorante, anche io lavoravo in quel ristorante al bancone del bar, mi piaceva parecchio, ma non mi piaceva stare in Germania, la lingua non mi ha aiutato per nulla, non sapevo spostarmi da sola e questo mi metteva in crisi. In quel ristorante si parlava solo in italiano. Mi sentivo un pesce fuor d’acqua, alla mia destra c’era una finestra dove vedevo una strada ed alla mia sinistra un semaforo. Tutto era triste, infatti dopo otto mesi proposi a mio marito di ritornare a Palermo, anche se sapevo che non era facile lavorare. Poi siamo rimasti due anni ancora a Palermo, sperando di sistemare tutto, ma invece era difficile, lavoravamo saltuariamente, non era facile con l’appartamento e tutto il resto, così stanchi un giorno erano scesi da Bergamo i suoi cugini, decidemmo di chiedere aiuto a loro e con santa pazienza in meno di una settimana, eravamo anche noi a Bergamo. La voglia di lavorare era tantissima, in tasca avevamo 500 mila lire che me li diede mia suocera. Nel giro di due settimane già lavoravamo entrambi. IO in un’impresa di pulizie, un po’ quello che ho sempre fatto non avendo studiato, perché ho solo una licenza media inferiore, mentre lui in una fabbrica di guarnizioni. All’inizio avevo la testa al lavoro, ma dopo un mese mi resi conto di non vivere più a Palermo, nella mia città, mi venne un po’ di malinconia, ma avevamo tanti progetti. Eravamo soli, senza parenti intorno, la mancanza dei familiari si faceva sentire soprattutto in estate e durante le feste natalizie. Nel 2001 stanchi di tutto ci trasferimmo a Mestre, mi piaceva il posto, era molto bello e la gente molto gentile, non come ero abituata a Bergamo, ma durò solo pochi mesi, perché ci furono problemi di ogni genere ed allora nel settembre 2001 decidemmo di ritornare a Bergamo, questo comportò altri cambiamenti nella nostra vita, ad iniziare il paese, dove ancora oggi vivo, spese di vario genere ed altro. Continua a leggere “La poetessa e scrittrice Maria Cannatella si presenta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post”

“I DELITTI NEGATI” di Daniela Alibrandi allo Spazio Culturale Sinestetica di Roma

“I DELITTI NEGATI” di Daniela Alibrandi allo Spazio Culturale Sinestetica di Roma

Daniela Alibrandi.jpg

Giovedì 14 novembre alle ore 19.00 il libro “I Delitti Negati” di Daniela Alibrandi, pubblicato nel maggio 2019 da L’Erudita marchio Giulio Perrone Editore, verrà presentato per la prima volta a Roma, presso lo spazio culturale Sinestetica, Viale Tirreno 70 a/b. Si tratta dell’ottavo romanzo dell’autrice, che sta riscuotendo l’interesse della critica e del pubblico. Inserito nella rassegna letteraria “Racconti in Blu”, il libro è stato già presentato con successo presso il Castello di Santa Severa.

Gli scottanti argomenti trattati nel romanzo, ambientato nel quartiere di Borgo Pio al confine con la Città del Vaticano, nella Roma degli anni ’80, daranno luogo a un interessante confronto. Interverranno Maria Rosaria Milana, membro della Giuria per il Premio Divulgazione Scientifica e autrice di articoli a carattere scientifico e libri di testo, e Giorgia Gioacchini, che si occupa come volontaria della biblioteca ad uso pubblico Marina di Cerveteri. L’incontro si preannuncia quindi molto interessante

La trama de “I Delitti Negati” ci porta in un freddo inverno degli anni Ottanta, durante i preparativi per il Natale a Borgo Pio, in prossimità della Città del Vaticano. In una bottega di oggetti sacri e abiti talari, la giornata del vecchio Rinaldo comincia come sempre. In quelle stesse ore, il commissario Rosco si sta accomiatando dai ragazzi della sua squadra. È stato trasferito dall’importante commissariato di Roma a uno piccolo in provincia di Rieti, una punizione per aver commesso un’imperdonabile leggerezza nella precedente indagine. Continua a leggere ““I DELITTI NEGATI” di Daniela Alibrandi allo Spazio Culturale Sinestetica di Roma”

A piedi nudi sull’erba fina, di Massimo Russo

A piedi nudi sull’erba fina, di Massimo Russo

A piedi nudi

Descrizione

Un insegnante elementare casertano, in procinto di partire per una vacanza in Ungheria, legge sul giornale la notizia della barbara uccisione, avvenuta a Milano, di un ragazzo ventiduenne originario di San Gabriele in provincia di Napoli.

Il maestro è colpito dal fatto cruento perché ha iniziato la sua carriera di insegnante proprio in quella cittadina.

Parte per la vacanza, ma il pensiero di quella morte lo perseguita. Non tanto perché Roberto Buonanno possa essere stato suo alunno (non ne ricorda il nome, infatti), bensì perché, a conti fatti, avrebbe potuto esserlo.

L’inizio di una ricostruzione che si sviluppa attraverso un’accanita indagine del maestro che mette a nudo la personalità sfaccettata di quello sconosciuto ragazzo, e in crisi la sua vita privata. Russo ci guida in una discesa agli inferi da dove sarà difficile riemergere.

https://www.lafeltrinelli.it

I pasticci di Leonardo, di Simona Bertocchi – 5000 copie vendute in pochi mesi

I pasticci di Leonardo, di Simona Bertocchi – 5000 copie vendute in pochi mesi

aa 76192320_748258505652762_5771098928015474688_naaa 74313083_748258612319418_7510561614903377920_n

Così scrive l’autrice: Voglio ringraziare personalmente chi ha partecipato alla realizzazione di questo traguardo. A pochi mesi dalla pubblicazione siamo giunti alle 5000 copie vendute del romanzo storico I PASTICCI DI LEONARDO di Simona Bertocchi per Giovane Holden Edizioni.

Trattandosi di romanzo storico pubblicato da una casa editrice indipendente è un ottimo traguardo (ma non una meta), questo riconoscimento è dovuto soprattutto all’impegno dei librai, degli organizzatori di eventi, delle attività di gelateria e pasticceria che propongono la linea dolciaria Fugar per affiancare le loro prelibatezze artigianali al libro, dei giornalisti lungimiranti, degli appassionati di storia dell’arte che mi hanno contattata, del passaparola dei lettori, degli insegnanti che mi hanno coinvolta per delle conferenze alle classi. dei bibliotecari che hanno proposto questo romanzo storico tra I consigli di lettura e agli amici di Percorso Italiano che mi hanno accolta per un workshop a Seattle,

Grazie a tutti voi che smuovete la Cultura laddove il mondo va in direzione contraria.

Sulla Soglia del Labirinto – Angelo Ruga (Torino 1930 – Clavesana 1999)

Sulla Soglia del Labirinto – Angelo Ruga (Torino 1930 – Clavesana 1999)

SABATO 16 NOVEMBRE ORE 17:00 Sala conferenze MuDA, via dell’Oratorio 2, Albissola Marina.

Angelo Ruga - S.T. - Tec. mista su carta 47x33 - 1994Angelo Ruga SULLA SOGLIA DEL LABIRINTO - INVITO

Nell’ambito delle attività di promozione dell’opera di Angelo Ruga (Torino 1930 – Clavesana 1999), l’omonima associazione culturale organizza ad Albissola Marina la mostra SULLA SOGLIA DEL LABIRINTO. Angelo Ruga 1930 – 1999, suddivisa in tre diverse sedi: Circolo degli Artisti; Balestrini Centro Cultura Arte Contemporanea; nuovo spazio culturale Lavanderia, che nell’occasione verrà inaugurato e presentato al pubblico.

La Lavanderia prende il nome dall’effettiva funzione che questo locale nel centro storico di Albissola Marina svolgeva al tempo in cui ne era proprietaria la moglie di Angelo Ruga, Biagina Baccani Ruga, la quale lo lasciò poi in eredità all’Associazione Culturale di cui fu ideatrice e co-fondatrice nel 2009. La via di Albissola Marina dove ha sede La Lavanderia – via Stefano Grosso – si arricchisce così di un nuovo spazio culturale, che va ad aggiungersi alla Galleria il Bostrico, a Balestrini Centro Cultura Arte Contemporanea e alla Fornace Alba Docilia. Continua a leggere “Sulla Soglia del Labirinto – Angelo Ruga (Torino 1930 – Clavesana 1999)”

Io vivere vorrei addormentato entro il dolce rumore della vita, di Sandro Penna 1938, di Elvio Bombonato

Io vivere vorrei addormentato entro il dolce rumore della vita, di Sandro Penna 1938, di Elvio Bombonato Alessandria

E’ un distico (strofa di due versi endecasillabi); un epigramma o un’epigrafe per il tono asseverativo, temperato dall’ottativo “io vorrei” che esprime desiderio.  

Notevole per martellare il ritmo l’anastrofe “vivere vorrei” anziché “vorrei vivere”.  Non vi è la rima ma quasi:  ato/ ita. Lieve enjambement (quando la frase non coincide col verso), che stacca e mette in rilevo l’incipit del secondo verso: l’avverbio di stato in luogo ENTRO, che indica l’aspirazione a regredire nella protezione del grembo materno. 

io vivere sandro penna

DOLCE RUMORE lieve ossimoro (due parole di significato opposto accostate, es. ghiaccio bollente), calco del leopardiano “lieto romore” del “Sabato del villaggio”. “Rumore della vita”:  metafora per spostamento di campo semantico, rumore è concreto, vita astratto. 

Analisi fonematica: la costrittiva labiodentale sonora V imprime forza, accentuata dall’allitterazione (ripetizione di consonanti vicine per ripeterne il suono) “vivere/vorrei” della costrittiva alveolare vibrante R la consonante più sonora, spesso onomatopeica ( imita il suono, adorata da Pascoli). Nel secondo emistichio (a seconda metà di un verso lungo) dominano le dentali occlusive sonora D e sorda T, entrambe doppie.

Secondo verso: ritroviamo le dentali D e T due volte ciascuna., due presenze della sonora R. Ma il secondo verso è più morbido del primo,  perché domina la liquida costrittiva alveolare laterale L, la consonante “peluche”, che crea tenerezza: quattro volte.  Continua a leggere “Io vivere vorrei addormentato entro il dolce rumore della vita, di Sandro Penna 1938, di Elvio Bombonato”

Intervista a Laura Ficco, poetessa, pittrice e scrittrice

Intervista a Laura Ficco, poetessa, pittrice e scrittrice

di Pier Carlo Lava

Sono lieto di pubblicare un intervista a Laura Ficco che rispondendo alle mie domande si racconta ai lettori di Alessandria today e Alessandria post, blog sui quali verrà pubblicata.

Alessandria post: https://piercarlolava.blogspot.com/

Laura Ficco ok copia

Laura ciao e bentornata sul blog è veramente un piacere farti un intervista, ci vuoi raccontare dove sei nata, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Risposta: Grazie Pier Carlo Il piacere è tutto mio!

Sono nata a Genova come i miei genitori con una educazione rigida dai sani principi.

Sono una persona molto sensibile ed altruista che nella vita si è guadagnata tutto con sacrificio e dedizione. Amo il prossimo quando posso tendo una mano, anche se è un mondo disadorno di misericordia e amore. Ho incominciato a lavorare a 19 anni come impiegata in una grossa società ed ho continuato in altre varie aziende con svariate tipologie.

Ho posato la mia anima in una casa di riposo per anziani e malati di Alzheimer nel ruolo di animatrice. Esperienza che mi ha donato tanto, con la loro semplicità, fatta di sguardi intensi e riconoscenti.

Sono eclettica, creativa, semplice, altruista, e lavoratrice ma forte e determinata.

Attualmente vivo in una piccola cittadina Assemini molto frequentata da lavoratori e turisti, distante pochi chilometri da Cagliari. Continua a leggere “Intervista a Laura Ficco, poetessa, pittrice e scrittrice”

La scrittrice Vivi Coppola è una nuova autrice della redazione di Alessandria post

Vivi Coppla copia

La scrittrice Vivi Coppola è una nuova autrice della redazione di Alessandria post

di Pier Carlo Lava

Alessandria posta è lieta di annunciare che la scrittrice Vivi Coppola è una nuova componente della redazione del blog Alessandria post. Qui di seguito la sua biografia e i libri sinora pubblicati.

https://piercarlolava.blogspot.com/

Note biografiche

Vivì a novembre 2011 ha pubblicato una raccolta di favole per ragazzi dal titolo Le favole di Gigagiò, Apollo Edizioni.

Nel 2012 ha pubblicato un racconto fantasy Il monastero del canto del Vento, Garcia Edizioni.

Magical opened book

Nel 2013 una serie di racconti fantasy in formato ebook e di tre favole, sempre con Lillibook edizioni.

La favola di Patatanche copia

Nel 2014  ha pubblicato le favole di Patatanche e Tarti, l’ambasciatrice di pace con l’Apollo edizioni

Aprile 2017 romanzo fantasy pubblicato dalla Delos Digital in formato ebook dal titolo “I guerrieri della sposa del sole”

e a luglio 2017 un breve romanzo fantasy “Un Highlander per amico” con Delos Digital

Gennaio 2018 un libro di favole e filastrocche pubblicato da Scrivere edizioni dal titolo “Le favole e le filastrocche di Gigagiò”

La casa delle farfalle copia

A novembre 2018 una favola dal titolo “La casa delle farfalle” edita da Apollo edizioni.

Novembre  2019 “ Il verso del leopardo” con Le Mezzelane editrice

La scrittrice e blogger Elena Gozzi è una nuova autrice di Alessandria today

La scrittrice e blogger Elena Gozzi è una nuova autrice di Alessandria today

https://alessandria.today/

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare una nuova autrice della redazione del blog, la scrittrice e blogger Elena Gozzi, della quale alleghiamo la biografia, in seguito avremo il piacere di leggere anche i suoi post con le recensioni dei libri e molto altro.

Elena Gozzi copia

Note biografiche

Ciao mi chiamo Elena sono nata a Siena il 25 febbraio 1984 e ho 35 anni.  

Vivo e lavoro in un piccolo paese della provincia di Siena di nome Radicondoli e faccio l’educatrice in un nido domiciliarie.

Mi sono appassionata ai libri per bambini e agli albi illustrati da quando ho iniziato a lavorare come educatrice, e mi sto appassionando soprattutto alla lettura ad alta voce.

Ho aperto da gennaio 2019 una pagina Facebook e Instagram di recensioni di libri per bambini e da giugno ho aperto anche un canale YouTube e pagina Twitter.

Nel 2018 ho fatto un pezzo  del cammino di Santiago e al mio ritorno mi sono appassionata alla lettura di libri sulla crescita personale…

Amo molto fare le passeggiate all’aperto. 

Con il lavoro mi sono appassionata anche alla ricerca di albi illustrati sempre più particolari con temi importanti come:la diversità, l’amicizia, la condivisione, l’amore, la natura e i doni che ci fa. In più per le occasioni delle feste comandate realizziamo, con le mie colleghe, dei lavorini, presi da internet o ideati da noi, fatti dai bambini da regalare alle attività del paese.

Amo il mio lavoro e Il mio tempo libero lo dedico alle recensioni e alla lettura. 

 

Intervista alla poetessa e scrittrice Stefania Pellegrini

Intervista alla poetessa e scrittrice Stefania Pellegrini

di Pier Carlo Lava

https://alessandria.today

Stefania ciao, tu sei anche autrice su Alessandria today e Alessandria post, dopo la pubblicazione della tua biografia sono lieto farti un audio intervista, ci vuoi raccontare dove sei nata, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Quando hai iniziato a scrivere, perchè, cosa ti ha spinto a farlo e su quali argomenti preferisci scrivere?

Hai scritto e pubblicato tre libri: Frammenti di specchio – Tra le ali dei sogni e  Isole, ce ne vuoi parlare?

Chi sono per te i poeta e gli scrittore, come vedono la realtà che li circonda e che mondo sarebbe senza di loro?

Secondo te nell’epoca in cui viviamo cosa pensano le persone degli scrittori, dei poeti e della cultura in generale?

Quali consigli ti senti di dare ad un giovane che inizia a scrivere?

Stai già scrivendo il tuo prossimo libro e nel caso ce ne puoi parlare?

Tutti abbiamo progetti per il futuro e sogni nel cassetto, ci racconti i tuoi?

Audio: https://youtu.be/3pQtQFfo4Js

La scrittrice e blogger Elena Gozzi è una nuova autrice di Alessandria today

La scrittrice e blogger Elena Gozzi è una nuova autrice di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare una nuova autrice della redazione del blog, la scrittrice e blogger Elena Gozzi, della quale alleghiamo la biografia, in seguito avremo il piacere di leggere anche i suoi post con le recensioni dei libri e molto altro.

Elena Gozzi

Note biografiche

Ciao mi chiamo Elena sono nata a Siena il 25 febbraio 1984 e ho 35 anni.  

Vivo e lavoro in un piccolo paese della provincia di Siena di nome Radicondoli e faccio l’educatrice in un nido domiciliarie.

Mi sono appassionata ai libri per bambini e agli albi illustrati da quando ho iniziato a lavorare come educatrice, e mi sto appassionando soprattutto alla lettura ad alta voce.

Ho aperto da gennaio 2019 una pagina Facebook e Instagram di recensioni di libri per bambini e da giugno ho aperto anche un canale YouTube e pagina Twitter 

Nel 2018 ho fatto un pezzo  del cammino di Santiago e al mio ritorno mi sono appassionata alla lettura di libri sulla crescita personale…

Amo molto fare le passeggiate all’aperto. 

Con il lavoro mi sono appassionata anche alla ricerca di albi illustrati sempre più particolari con temi importanti come:la diversità, l’amicizia, la condivisione, l’amore, la natura e i doni che ci fa. In più per le occasioni delle feste comandate realizziamo, con le mie colleghe, dei lavorini, presi da internet o ideati da noi, fatti dai bambini da regalare alle attività del paese.

Amo il mio lavoro e Il mio tempo libero lo dedico alle recensioni e alla lettura. 

Casa delle Arti – Spazio Alda Merini: Serena Vestene presenta “Cerco Parole Una Corsa di Foglie”

Casa delle Arti – Spazio Alda Merini: Serena Vestene presenta “Cerco Parole Una Corsa di Foglie”

Casa delle Arti – Spazio Alda Merini – Via Magolfa 32 Milano ore 18.00

Serena Vestene.jpg

Milano: Domenica 10 novembre alle ore 18.00 alla Casa delle Arti–Spazio Alda Merini si terrà la presentazione della poetica di Serena Vestene in particolare dalla sua pubblicazione intitolata “Inginocchiata a picco sul cielo” (Robin Edizioni, 2018). Poeta veronese – ma anche pittrice e con un piede nella sfera musicale –

Serena Vestene scrive dall’età di dodici anni, ha alle spalle numerose pubblicazioni tra cui un cd audio di recitazione di suoi componimenti su musica d’arpa intitolato “I volti della luce” (Sotto Il Mare” Recording Studios– “Eleven” Mastering Studio, 2017), alcune rassegne di poesia nel veronese delle quali è ideatrice e organizzatrice con notevole consenso di pubblico e con ospiti illustri (tra cui la poetessa Emanuela Carniti, primogenita di Alda Merini).

Una poetica, la sua, che porta lontano attraverso le parole e i suoni, con coraggio nello scandagliare le immensità paesaggistiche del pianeta (e qui si notano le influenze dei numerosi viaggi di lavoro e reportage) per giungere al Sé più profondo e anche agli abissi dell’essere umano, fino all’estraniazione e ai confini dell’anima. Continua a leggere “Casa delle Arti – Spazio Alda Merini: Serena Vestene presenta “Cerco Parole Una Corsa di Foglie””

Dialoghi di una vagina e delle sue lenzuola, di Lucia Triolo

Dialoghi di una vagina e delle sue lenzuola, di Lucia Triolo

72993282_10220295148914409_6609385692751462400_n.jpg

Università di Palermo – Dipartimento di Giurisprudenza – aula A.A. Romano, via Maqueda 172 – Paòermo.

Venerdì 15 novembre 2019 alle ore 17.00 presentazione del racconto e testo teatrale di Lucia Triolo, Dialoghi di una vagina e delle sue lenzuola – La Ruota Edizioni.

Anna e l’Angelo, di Serena Trentin

Anna e l’Angelo, di Serena Trentin

Serena Trentin

di Pier Carlo Lava

Alessandria, giovedì 14 novembre 2019 alle ore 17.30 presso la Biblioteca Civica “Francesca Calvo”, l’autrice “Serena Trentin” presenterà il suo libro “Anna e l’Angelo”, una favola per il bambino che è dentro di noi…

Biblioteca Civica Francesca Calvo – Piazza Vittorio Veneto, 1 Alessandria.

Intervista a Manuela Moschin, scrittrice e amante dell’arte

Intervista a Manuela Moschin, scrittrice e amante dell’arte

di Pier Carlo Lava

Manuela ciao, tu sei anche autrice su Alessandria today e Alessandria post, dopo la pubblicazione della tua biografia e i numerosi post con i quali hai saputo farti apprezzare dai lettori sono lieto farti anche un audio intervista, ci vuoi raccontare dove sei nata, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Com’è nata l’idea di creare il Blog e Gruppo Facebook L’arte raccontata nei libri?    

Come sono strutturati gli articoli che scrivi e qual è l’obiettivo del tuo blog?

In questi giorni hai inaugurato un canale YouTube – VideoBlog di arte. Qual è lo scopo dell’iniziativa?

Quali altre novità prevedi per il futuro?

Ci puoi parlare dei diversi Blog con i quali collabori?

A tuo avviso quale deve essere la mission di Alessandria today e degli altri blog con i quali collabori?

Infine, vuoi regalare una tua riflessione ai lettori di Alessandria  Today che ti seguono con affetto? 

video: https://youtu.be/KCOkQo3ghLI

     

GIALLO PAGLIERINO, di vittoriano borrelli

GIALLO PAGLIERINO, di vittoriano borrelli

Una lunga fila all’ambulatorio dell’ospedale. Questa mattina, come le altre, un gruppo di persone riempie la sala d’attesa muovendosi con discrezione e timore quasi  reverenziale.

GIALLO PAGLIERINO

Si comincia a dare i numeri. Bisogna prenderne uno per la cassa, un altro per accedere alla sala prelievi e un altro ancora per appiccicare le etichette alle provette delle analisi.

Code su code, masse umane che si spostano da un luogo all’altro come deportati verso un destino che per qualcuno sarà benevolo, per altri già segnato.

Sembra di assistere ad una sorta di proscrizione, una condanna senz’appello che i malcapitati di turno fanno trasparire dai loro occhi che s’incrociano in tanti altri occhi, sguardi più o meno dipinti di un’ansia antica e mai pienamente dominata.

Ognuno cerca di cogliere nell’altro un indizio, una sfumatura da comparare con il proprio stato di salute: volti giallastri, invecchiati o decadenti che rivelano a tratti una bellezza che il tempo ha portato via troppo presto o che è sfiorita soltanto da poco.

Lei sta peggio di me. Lui è stanco come me. Vuoi vedere che abbiamo lo stesso male?

Intanto una voce dallo sportello continua a dare i numeri: “L25. Chi ha il numero L25?” Una signora di mezza età avanza tenendo in mano il contenitore per le analisi delle urine. Lo porta con cura, quasi come fosse un oggetto prezioso. Si avvicina al bancone e il faretto all’angolo della sala le stampa sul viso un colore simile al contenuto della boccetta: giallo paglierino. Continua a leggere “GIALLO PAGLIERINO, di vittoriano borrelli”

A MIA MADRE, di Miriam Maria Santucci

A MIA MADRE
di Miriam Maria Santucci

Vengo a trovarti.
Ora sei fatta di lettere
impresse sulla pietra.
Ti guardo
e non so che dire.
Le parole
mi muoiono dentro
ad una ad una
e vengono a tenerti compagnia.
Ti guardo
e gli occhi s’annebbiano
di lacrime.
Tu, che non hai più angosce,
anche tu mi guardi
e mi rimproveri il pianto
con i tuoi occhi di pietra…

(16-4-1968)

Poesia tratta dalla raccolta “Le Impronte della Vita”.
© Copyright 2015 – Miriam Maria Santucci

“Lo scrittore ombra”, di Fabio Dal Santo

“Lo scrittore ombra”, di Fabio Dal Santo

Fabio Del santo: Recensione di Elenia Stefani sul mio ultimo romanzo:

Lo scrittore ombra

Recensione di “Lo scrittore ombra”, di Fabio Dal Santo

Ciao amici, eccomi qui con un’altra recensione di un libro regalatomi dall’autore.

Questo libro racconta un pezzo della vita di un scrittore italiano che  inizialmente si trova a far i conti con il classico blocco artistico che  lo conduce all’utilizzo di una ghostwriter ma viene scoperta la verità  che gli cambia la vita.

Alla ricerca di se stesso e del legame  perduto con la moglie, si trasferisce ai confini con l’Austria  ricercando un nuovo inizio che si ripresenta davanti inaspettatamente.

Questo “cambio di rotta” potrebbe esser il punto di partenza per una  nuova scoperta di se stesso dando un senso diverso alla vita e alle sue  peculiarità. Continua a leggere ““Lo scrittore ombra”, di Fabio Dal Santo”

Audio intervista alla poetessa e scrittrice Laura Ficco

Audio intervista alla poetessa e scrittrice Laura Ficco

di Pier Carlo Lava

Sono lieto di pubblicare per i lettori dei blog Alessandria today e Alessandria post un intervista alla poetessa e scrittrice genovese ma attualmente residente in provincia di Cagliari Laura Ficco, che ha gentilmente risposto alle seguenti domande:

Ci vuoi dire chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e raccontare qualcosa della città dove vivi?

Venendo alla tua attività di scrittrice, ci vuoi parlare dei libri che hai pubblicato sinora ?

Hai partecipato a numerosissime manifestazioni culturali di musica e poesia al Palazzo Vice Regio di Cagliari e non solo ce ne vuoi parlare?

Sei stata insignita con una Laurea Honoris Causa in Lettere ce ne vuoi parlare?

Ci vuoi parlare della tua esperienza di Direttore Artistico, con la 1° Mostra di POESIPITTURA in Sardegna ?

Audio: https://youtu.be/keSFbXQtgCw

Davide Bottiglieri scrittore si presenta su Alessandria today – biografie e due libri

Davide Bottiglieri scrittore si presenta su Alessandria today – biografie e due libri

di Pier Carlo lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori del blog la biografia e i libro dello scrittore Davide Bottiglieri.

Davide Foto x bio.JPG

Note biografiche

Davide Bottiglieri (Salerno, 1992). Scrittore e poeta, vincitore del Premio Letteratura Italiana 2014 e del Premio Adriana Paulon (Sez. Giovani del Premio Internazionale Un Solo Mondo).

Con la Les Flaneurs Edizioni pubblica nel 2016 una raccolta di racconti fantasy per ragazzi dal titolo Le Cronache di Teseo e,l’anno successivo, il suo romanzo d’esordio Omicidi in si minore, finalista – con altro titolo – del Concorso Lampi di Giallo 2016, vincitore del Premio Speciale della Giuria del Concorso Argentario 2018 e del Premio Autore del Premio Internazionale Holmes Awards 2018, finalista del Santucce Storm Festival 2018.

OMICIDI IN SI MINORE

SINOSSI OMICIDI IN SI MINORE, di Davide Bottiglieri

SINOSSI

Cluj, dicembre 1780. In una fredda e sinistra giornata d’inverno, piazza Unirii è stracolma per assistere all’ennesimo spettacolo di morte. Ad alzare il sipario su questa nuova esecuzione, è stato il neo ispettore Ljudevit Alecsandri, il cui nome è sulla bocca di tutti i cittadini per le vicende che l’hanno visto protagonista nei mesi precedenti a quel momento. La vita apparentemente tranquilla di un remoto paese della Transilvania sta per conoscere terribili vicende. Le sue vie e le sue genti, intrise di superstizione e mistero, saranno invase da un’ombra oscura che porta con sé una scia di paura e morte. Sarà il giovane ispettore a dover far fronte a questa situazione che, però, nasconde una terribile minaccia: riuscirà il suo lato oscuro, quel secondo Ljudevit Alecsandri, a non riemergere ed essere associato lui stesso al demone che abita Cluj?

Il titolo Omicidi in si minore fa chiaro riferimento all’opera di Liszt (Sonata in si minore) che l’artista compose tra il 1852 e il 1853 per Schumann quando questi era in una clinica psichiatrica.

La prima persona ad ascoltare l’opera fu la moglie dello stesso Schumann che descriverà sul suo diario la propria inquietudine provata durante tutta l’esecuzione del componimento. Tale nota apre di fatto il libro che si struttura in quattro parti tratte dalla Sonata di Listz –“lento assai”, “notturno”, “allegro energico” e di nuovo “lento assai” – creando una vera e propria colonna sonora che accompagna l’intero sviluppo della trama e che continua con un “Requiem” d’introduzione alle prime pagine del sequel. Continua a leggere “Davide Bottiglieri scrittore si presenta su Alessandria today – biografie e due libri”

PROVE PER UN REQUIEM, di Davide Bottiglieri

PROVE PER UN REQUIEM, di Davide Bottiglieri

PROVE PER UN REQUIEM.jpg

SINOSSI

Quando l’ispettore Ljudevit Alecsandri si lancia nell’ennesimo inseguimento del suo nemico, ha due certezze: che il demone di Cluj non arresterà la sua sete di sangue e che la sua amata Helena ormai non c’è più. Accompagnato dal fedele dottor Mesmer intraprende un viaggio alla volta di Vienna, scenario tanto bello quanto crudele, nuova testimone di efferati delitti. Nella capitale si è pronti a giocare una partita le cui pedine sono tutte nuove e aspettano, ignare, che sia la mano dell’ispettore, sempre più in lotta con le sue ombre, o del demone a fare la prima, eclatante mossa. E a continuare il proprio gioco fino all’ultimo duello.

Sequel di Omicidi in si minore e il cui titolo, Prove per un requiem, fa chiaro riferimento al Requiem di Mozart che il compositore di Salisburgo iniziò a comporre (ma non concluse) in punto di morte. Il thriller si struttura in quattro parti – Requiem Aeternam, Kyrie, Dies Irae, Lacrimosa – (le stesse che Mozart riuscì a scrivere prima di morire) di cui assume “ritmi” e significati.
Un nuovo Ljudevit Alecsandri è pronto a giocare una nuova partita a scacchi con il suo avversario e, questa volta, lo scenario del terribile scontro è Vienna. L’elegante capitale dell’Impero si dimostra ricca di insidie e culla di inquietanti figure che non esiteranno a frapporsi tra il protagonista e la sua nemesi. Ad assistere il giovane ispettore c’è il fedele dottor Mesmer che sfrutta al meglio le sue conoscenze per aggiungere frecce alla faretra del suo compagno, ma anche dall’altra parte della trincea si infoltiscono le schiere e il duello si fa avvincente. Proprio come una partita a scacchi, non si ci sono esclusioni di colpi e per arrivare al re, ambo i giocatori sacrificano piano piano tutti i pezzi, dai pedoni alle regine, fino al definitivo scacco matto.

SINOSSI OMICIDI IN SI MINORE, di Davide Bottiglieri

SINOSSI OMICIDI IN SI MINORE, di Davide Bottiglieri

OMICIDI IN SI MINORE.jpg

SINOSSI

Cluj, dicembre 1780. In una fredda e sinistra giornata d’inverno, piazza Unirii è stracolma per assistere all’ennesimo spettacolo di morte. Ad alzare il sipario su questa nuova esecuzione, è stato il neo ispettore Ljudevit Alecsandri, il cui nome è sulla bocca di tutti i cittadini per le vicende che l’hanno visto protagonista nei mesi precedenti a quel momento. La vita apparentemente tranquilla di un remoto paese della Transilvania sta per conoscere terribili vicende.

Le sue vie e le sue genti, intrise di superstizione e mistero, saranno invase da un’ombra oscura che porta con sé una scia di paura e morte. Sarà il giovane ispettore a dover far fronte a questa situazione che, però, nasconde una terribile minaccia: riuscirà il suo lato oscuro, quel secondo Ljudevit Alecsandri, a non riemergere ed essere associato lui stesso al demone che abita Cluj?

Il titolo Omicidi in si minore fa chiaro riferimento all’opera di Liszt (Sonata in si minore) che l’artista compose tra il 1852 e il 1853 per Schumann quando questi era in una clinica psichiatrica.

La prima persona ad ascoltare l’opera fu la moglie dello stesso Schumann che descriverà sul suo diario la propria inquietudine provata durante tutta l’esecuzione del componimento. Tale nota apre di fatto il libro che si struttura in quattro parti tratte dalla Sonata di Listz –“lento assai”, “notturno”, “allegro energico” e di nuovo “lento assai” – creando una vera e propria colonna sonora che accompagna l’intero sviluppo della trama e che continua con un “Requiem” d’introduzione alle prime pagine del sequel. Continua a leggere “SINOSSI OMICIDI IN SI MINORE, di Davide Bottiglieri”

Nicoletta Franchi si presenta su Alessandria today

Nicoletta Franchi si presenta su Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori del blog la biografia e le opere della scrittrice Nicoletta Franchi.

1 Nicoletta Franchi foto da libro.jpg

Premessa

Nicoletta è una scrittrice dinamica e multitasking, innamorata nell’ordine: della sua famiglia, del suo paese e della vita. Dotata di una scrittura piana e pulita, manifesta con personalità la propria maturità artistica. Molto brava nell’introspezione profonda della psicologia dei personaggi, concedendo infine un finale a sorpresa molto elegante. Teniamo sott’occhio questa autrice. Sono sicuro che ci regalerà ancora delle gradevoli sorprese! Ad Maiora Nicoletta.

Biografia

Nicoletta Rossana Franchi è nata a Saronno (VA) nel 1973, vive a Gerenzano (VA) con il marito Claudio e la figlia Sara di 8 anni. Lavora come impiegata commerciale sempre nella provincia di Varese. Nel febbraio 2019 ha pubblicato Una vita senza, un racconto breve sulla propria famiglia, per il con corso letterario Racconti Lombardi della Casa Editrice Historica. Nel mese di giugno dello stesso anno, sempre con la Casa Editrice Historica, pubblica per il con- corso letterario Favole e fiabe un racconto breve per bambini dal titolo Sally e Danny due funghetti perfetti. “La passione per la creatività mi ha sempre contraddistinta: il disegno, la pittura, la decorazione di qualsiasi cosa, fino all’approccio alla scrittura. Accettando per caso una sfida su un gruppo social, mi sono trovata catapultata in un vortice di parole che mi hanno rapita e piacevolmente mi sono RITROVATA ALL’IMPROVVISO a voler continuare parola dopo parola a raccontare…” Continua a leggere “Nicoletta Franchi si presenta su Alessandria today”

“La danza delle nuvole” della poetessa Mara Benedetti

“La danza delle nuvole” della poetessa Mara Benedetti

Guido Miano Novità Editoriale

benedetti-mara-2019-al-la-danza-delle-nuvole-fronte

In libreria il volume d’esordio “La Danza delle Nuvole” di Mara Benedetti con la prefazione di Michele Miano.

Fresco di stampa di questi giorni è il volume di poesie “La danza delle nuvole” edito GUIDO MIANO EDITORE, con prefazione di Michele Miano, è stato presentato in anteprima a Codogno (LO) presso la Sala Cultura del Municipio sabato 02 novembre 2019 alle ore 17.00. Michele Miano ha dialogato con l’autrice. Piacevole sorpresa, sebbene al suo esordio letterario, Mara Benedetti sembra essersi già costruito un linguaggio autonomo, pregno di voluttà espressive: la sua è una poesia contraddistinta da una forte tensione spirituale verso il bello. Una poesia che veicola la propria spiritualità ad un certo descrittivismo paesaggistico, il quale postula la sua ragion d’essere nelle suggestioni naturalistiche.

Di questi tempi, non è facile trovare un’autrice, protesa negli ideali del bene, della positività, nella gioia di vivere, colorata di immagini, sensazioni. Si legga la lirica La mia anima: “Sarebbe bello volare / nei boschi sopravvissuti / o accarezzare l’oceano. / Il vento può farlo! / Con le mie ceneri, un giorno, / se volesse portarmi. / Volteggiare all’infinito / in ogni angolo del mondo, / e sperar che si accorga / della mia anima danzante”. Continua a leggere ““La danza delle nuvole” della poetessa Mara Benedetti”

Rime sparse nell’infinito, di Anna Nardelli – Prefazione Piera Pistilli

Rime sparse nell’infinito, di Anna Nardelli

PREFAZIONE PIERA PISTILLI

rimesparsenell'infinito_o

L’ anima si inebria della vastità di se stessa quando si concede di essere, di viversi.

Poesia è quel sospiro di vita che inonda ogni tuo senso, facendoti volare e vibrare tra sogni e realtà, tra gioia e malinconia, tra amore e sensualità, poesia è colei che ci rende realmente umani dove ogni emozione si sprigiona in noi.

In questo modo Anna Nardelli esprime ogni sua emozione scrivendo il suo sentire, affascinata da sempre dalla poetica classica di spessore e, innamorata dei canti danteschi e dalle rime leopardiane.   

Il suo stile è molto curato, sempre alla ricerca dell’eleganza e della perfezione dei grandi della poesia, nei suoi componimenti si apprezza questo tornare a un mondo ormai dimenticato.

La ricchezza espressiva delle sue rime sono pura forza emotiva mentre affronta tematiche delicate, che toccano le diverse sfaccettature dell’amore,: donne violate, rapporto madre-figli, amore malato nella coppia.

Pur essendo riservata e timida, riesce a trasferire al lettore il suo phatos che scaturisce dal dolore, a disegnarle trame delle catene a cui un male può legare il corpo, ma non il cuore di chi è sofferente. Continua a leggere “Rime sparse nell’infinito, di Anna Nardelli – Prefazione Piera Pistilli”

Massimo Russo scrittore si presenta ai lettori di Alessandria today – biografia e libro

Massimo Russo scrittore si presenta ai lettori di Alessandria today – biografia e libro

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare la biografia e il libro dello scrittore romano di adozione Massimo Russo.

Massimo Russo.png

Note biografiche

Massimo Russo è nato a Capua (Ce) e vive a Roma da diversi anni. Psicologo, esercita la professione di insegnante. Nel 2001 ha pubblicato la raccolta di racconti La casa nuova per Marotta&Cafiero Editori. A piedi nudi sull’erba fina è il suo esordio come romanziere.

A piedi nudisull'erba cover russo.jpg

Breve sinossi di “A piedi nudi sull’erba fina” 

Un insegnante elementare casertano, in procinto di partire per una vacanza in Ungheria, legge sul giornale la notizia della barbara uccisione, avvenuta a Milano, di un ragazzo ventiduenne originario di San Gabriele in provincia di Napoli.

Il maestro è colpito dal fatto cruento perché ha iniziato la sua carriera di insegnante proprio in quella cittadina.

Parte per la vacanza, ma il pensiero di quella morte lo perseguita. Non tanto perché Roberto Buonanno possa essere stato suo alunno (non ne ricorda il nome, infatti), bensì perché, a conti fatti, avrebbe potuto esserlo.

È l’inizio di una ricostruzione che si sviluppa attraverso un’accanita indagine del maestro che mette a nudo la personalità sfaccettata di quello sconosciuto ragazzo, e in crisi la sua vita privata.

Con uno stile asciutto, ironico, a tratti crudo, Russo ci guida in una discesa agli inferi da dove sarà difficile riemergere.

“Rime sparse nell’infinito”, di Anna Nardelli – quattro poesie scelte…

Rime sparse nell’infinito, di Anna Nardelli

Prefazione di Piera Pistilli

rimesparsenell'infinito_o.jpg

L’ anima si inebria della vastità di se stessa quando si concede di essere, di viversi.

Poesia è quel sospiro di vita che inonda ogni tuo senso, facendoti volare e vibrare tra sogni e realtà, tra gioia e malinconia, tra amore e sensualità, poesia è colei che ci rende realmente umani dove ogni emozione si sprigiona in noi.

In questo modo Anna Nardelli esprime ogni sua emozione scrivendo il suo sentire, affascinata da sempre dalla poetica classica di spessore e, innamorata dei canti danteschi e dalle rime leopardiane.   

Il suo stile è molto curato, sempre alla ricerca dell’eleganza e della perfezione dei grandi della poesia, nei suoi componimenti si apprezza questo tornare a un mondo ormai dimenticato.

La ricchezza espressiva delle sue rime sono pura forza emotiva mentre affronta tematiche delicate, che toccano le diverse sfaccettature dell’amore,: donne violate, rapporto madre-figli, amore malato nella coppia.

Pur essendo riservata e timida, riesce a trasferire al lettore il suo phatos che scaturisce dal dolore, a disegnarle trame delle catene a cui un male può legare il corpo, ma non il cuore di chi è sofferente.

Ama spesso ripetere a se stessa “nessuno può definirsi poeta, ma se si scrive rispettando semplici regole, si può scrivere in maniera elegante e concisa”.

Per questo il suo stile, ricercato e non comune, rende i suoi scritti facilmente a lei riconducibili, le sue poetiche trasmettono messaggi di difficile accesso mediatico, come la violenza psicologica o il vissuto di un animo depresso, ma anche grandi emozioni, come l’amore per una persona o la necessità di amare se stessi. Continua a leggere ““Rime sparse nell’infinito”, di Anna Nardelli – quattro poesie scelte…”

Massimo Russo scrittore si presenta ai lettori di Alessandria today – biografia e libro

Massimo Russo scrittore si presenta ai lettori di Alessandria today – biografia e libro

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare la biografia e il libro del romanziere romano di adozione Massimo Russo.

Massimo Russo.png

Note biografiche

Massimo Russo è nato a Capua (Ce) e vive a Roma da diversi anni. Psicologo, esercita la professione di insegnante. Nel 2001 ha pubblicato la raccolta di racconti La casa nuova per Marotta&Cafiero Editori. A piedi nudi sull’erba fina è il suo esordio come romanziere.

A piedi nudisull'erba cover russo.jpg

Breve sinossi di “A piedi nudi sull’erba fina” 

Un insegnante elementare casertano, in procinto di partire per una vacanza in Ungheria, legge sul giornale la notizia della barbara uccisione, avvenuta a Milano, di un ragazzo ventiduenne originario di San Gabriele in provincia di Napoli.

Il maestro è colpito dal fatto cruento perché ha iniziato la sua carriera di insegnante proprio in quella cittadina.

Parte per la vacanza, ma il pensiero di quella morte lo perseguita. Non tanto perché Roberto Buonanno possa essere stato suo alunno (non ne ricorda il nome, infatti), bensì perché, a conti fatti, avrebbe potuto esserlo.

È l’inizio di una ricostruzione che si sviluppa attraverso un’accanita indagine del maestro che mette a nudo la personalità sfaccettata di quello sconosciuto ragazzo, e in crisi la sua vita privata.

Con uno stile asciutto, ironico, a tratti crudo, Russo ci guida in una discesa agli inferi da dove sarà difficile riemergere.

“La danza delle nuvole” della poetessa Mara Benedetti -Guido Miano Novità Editoriale

“La danza delle nuvole” della poetessa Mara Benedetti – Guido Miano Novità Editoriale

In libreria il volume d’esordio “La Danza delle Nuvole” di Mara Benedetti con la prefazione di Michele Miano.

Benedetti Mara 2019 [AL] - La danza delle nuvole [fronte]

Fresco di stampa di questi giorni è il volume di poesie “La danza delle nuvole” edito GUIDO MIANO EDITORE, con prefazione di Michele Miano, e che verrà presentato in anteprima a Codogno (LO) presso la Sala Cultura del Municipio sabato 02 novembre 2019 alle ore 17.00. Michele Miano dialogherà con l’autrice. Piacevole sorpresa, sebbene al suo esordio letterario, Mara Benedetti sembra essersi già costruito un linguaggio autonomo, pregno di voluttà espressive: la sua è una poesia contraddistinta da una forte tensione spirituale verso il bello. Una poesia che veicola la propria spiritualità ad un certo descrittivismo paesaggistico, il quale postula la sua ragion d’essere nelle suggestioni naturalistiche.

Di questi tempi, non è facile trovare un’autrice, protesa negli ideali del bene, della positività, nella gioia di vivere, colorata di immagini, sensazioni. Si legga la lirica La mia anima: “Sarebbe bello volare / nei boschi sopravvissuti / o accarezzare l’oceano. / Il vento può farlo! / Con le mie ceneri, un giorno, / se volesse portarmi. / Volteggiare all’infinito / in ogni angolo del mondo, / e sperar che si accorga / della mia anima danzante”. Continua a leggere ““La danza delle nuvole” della poetessa Mara Benedetti -Guido Miano Novità Editoriale”

GORA -Appunti di un’infanzia nel dopoguerra- di Miriam Maria Santucci

Chi lo ha letto, ha scritto…

«L’Autrice, che conosco e apprezzo da tempo, con “Gora” ha dimostrato di essere non solo una splendida poetessa, autrice di diversi  libri di poesie, ma anche una grande scrittrice. Uno spaccato di vita del secondo dopoguerra, nel quale si racconta la storia di “Gora” sugli Appennini, con un finale a sorpresa… La lettura di “Gora” è piacevole, scorrevole e per quelli della mia generazione fa rivivere i tempi difficili ma pieni di entusiasmo e speranze nel futuro, del primo decennio dopo la fine della seconda guerra mondiale. La lettura di “Gora” è consigliata anche alle generazioni successive sino a quella attuale, perché dà modo di comprendere, quasi come lo si stesse vivendo, un periodo importante della storia del nostro Paese. “Occorre ricordare chi eravamo per capire dove dobbiamo andare”. La lettura di “Gora” è un’oasi di serenità e relax in un’epoca di grande stress come la nostra.»                                                       

Pier Carlo Lava            

Laura Ficco, poetessa, pittrice e scrittrice si presenta ai lettori di Alessandria today – biografia e opere

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori del blog la poetessa, pittrice e scrittrice Laura Ficco – biografia e opere.

Laura Ficco copia

Laura Ficco note biografiche e curriculum

Pittrice, poetessa e scrittrice è questa artisticamente Laura Ficco, Genovese di nascita e residente ad Assemini (CA). Dottoressa in Lettere per aver conseguito la Laurea Honoris Causa dalla Constantinian University – Stato Rhode Island (U.S.A.) nel mese di Ottobre 2012 per meriti ottenuti in campo letterario, insignita del Premio alla carriera il 28.10.2017 per meriti in campo pittorico e letterario nell’ambito della 5° Edizione del Concorso internazionale di poesia, prosa e arti figurative “La Finestra Eterea 2017”. La sua innata sensibilità viene alla luce soprattutto per le tematiche affrontate nei suoi versi, dai quali traspaiono in tutta la loro ampiezza messaggi di speranza e di profonda umanità.

Ha ottenuto il 1° posto Medaglia d’oro al Concorso Nazionale Letterario Orizzonti di Parole 2011 di Verona con il racconto “Il furto dell’innocenza”, il 2° posto al Concorso di Chicago (Illinois – U.S.A. – 2009) con la poesia  scritta in americano “The phantom of the dark” (I fantasmi del buio), il 3° posto al Concorso Nazionale Amarossella 2009 di Roma con il racconto “Inseguendo la vita”, il 1° Premio “La Torre d’Argento” al Concorso Internazionale di Poesia Castelnuovo di Farfa – Rieti) con la poesia “La Speranza Continua a leggere “Laura Ficco, poetessa, pittrice e scrittrice si presenta ai lettori di Alessandria today – biografia e opere”

Presentazione del libro di Gianluca D’Aquino “TRAIANO – il sogno immortale di Roma”

Presentazione del libro di Gianluca D’Aquino “TRAIANO – il sogno immortale di Roma”. Fondazione dell’Avvocatura Torinese “Fulvio Croce” – Via Santa Maria 1 – Torino 24 ottobre 2019 ore 18.

1 TRAIANO + D'Aquino (2).jpg

TORINO Giovedì 24 ottobre 2019, alle ore 18.00, presso la Fondazione dell’Avvocatura Torinese “Fulvio Croce”, via Santa Maria n. 1, sarà presentato l’ultimo romanzo dello scrittore alessandrino Gianluca D’Aquino: “TRAIANO – il sogno immortale di Roma”, finalista al “Fiuggi Storia” 2018, uno dei premi letterari più importanti per la letteratura storica, e premiato ai concorsi “Ericle D’Antonio – Raccontami la Storia”, “Montefiore” e “Città di Cava de’ Tirreni”.

2 Traiano Locandina.jpg

Dialogheranno con l’autore: Riccardo Rossotto (Presidente Fondazione Croce), Alessandro Re (Consigliere Fondazione Croce), Raffaella Siracusa (Università di Torino) e Laura Gaetini (Foro di Torino).

3 D'Aquino Gianluca

Il volume è stato scelto per essere presentato fra le migliori novità italiane del 2018 all’importante fiera internazionale del libro di Francoforte (Germania) la celebre Frankfurter Buchmesse e, per il riconosciuto valore storico e letterario, è stato presentato come evento a latere nel corso della mostra/esposizione presso il Museo Galileo in Firenze (20 giugno / 6 ottobre 2019) degli studi afferenti la Colonna Traiana e la sua edificazione, realizzati dal maestro scultore Claudio Capotondi, ispiratore del libro e autore della prefazione. Il lavoro del maestro Claudio Capotondi è accolto nella prestigiosa sede della Limonaia Medicea del Giardino di Boboli di Palazzo Pitti. Continua a leggere “Presentazione del libro di Gianluca D’Aquino “TRAIANO – il sogno immortale di Roma””

VITE RUBATE, di Miriam Maria Santucci

 

VITE RUBATE
di Miriam Maria Santucci


Ti conobbi che eri una bambina,
la più bella e gioiosa del paese.
Ti osservavo correre sui prati
con palloncini e collanine appese.
Il tempo passò in fretta e tu crescesti,
andasti via ma io non seppi dove.
Poi un giorno anch’io partii e mi scordai
di quella bimba in mezzo al prato in fiore.
Ora vedo la tua foto sul giornale…
Vent’anni avevi, venti solamente…
Han scritto che fu l’uomo che tu amavi
a rubarti la vita atrocemente…
Tu, che correvi lieta in mezzo al prato
e che ora giaci sotto quella croce,
possa tu perdonar chi t’ha ammazzato,
correre in cielo e riposare in pace!



Poesia tratta dalla raccolta “La Luce dei Pensieri”.
© Copyright 2016 – Miriam Maria Santucci

Il Ritornante, di Lorenzo Mananara – da oggi disponibile

Il Ritornante, di Lorenzo Mananara – da oggi disponibile

Finalmente disponibile su Amazon la mia prima fatica scrittevole, Il Ritornante Primo Ritorno: un romanzo d’avventura

il-ritornante-cover-kindle.png

Io e i miei amici usiamo un sacco di espressioni particolari, che si rifanno a fatti e situazioni che solo noi abbiamo vissuto. La presenza di modi di dire incomprensibili al di fuori di una cerchia di persone è molto frequente, di sicuro avete già capito cosa intendo.

Una delle frasi attualmente in voga nel mio gruppo è trascrivibile più o meno così: “Si fa le tre.” Letteralmente significa fare le tre di notte. Sembrerebbe un concetto abbastanza semplice se non fosse per il profondo significato che assume tra noi. “Fare le tre” vuol dire abbandonarsi a qualcosa di estremamente raro, che difficilmente trova spazio nel tempo libero faticosamente conquistato durante la routine quotidiana. Pronunciare questa frase è come annunciare le vacanze di Natale a scuola; non la si dice a cuor leggero né tanto meno a caso, ma solo quando è stata, o sarà, possibile la sua realizzazione.

“Si fa le tre” quando lo si vuole. “Si fa le tre” per creare qualcosa di realmente soddisfacente, per esercitare la propria passione, per raggiungere un obiettivo. Ed è proprio questo il fondamento alla base del modo di dire: la soddisfazione. Essere compiaciuti del proprio ruolo e, più in generale, di sé stessi. “Fare le tre” è un traguardo, un trionfo. A quell’ora di notte è possibile raggiungere i sogni e sfiorarli col dito senza bisogno di dormire. Perché è un momento magico, in cui non esiste altro che noi e ciò che amiamo fare. Continua a leggere “Il Ritornante, di Lorenzo Mananara – da oggi disponibile”

Capitalismo parassitario, di Zygmunt Bauman

Capitalismo parassitario, di Zygmunt Bauman

capitalismo_parassitario

editore: Laterza pagine: 66 prezzo: 5,20 € Acquista!

“Nel mondo liquido-moderno la solidità delle cose, come la solidità dei legami umani, è vista come una minaccia: qualsiasi giuramento di fedeltà, qualsiasi impegno a lungo termine preannuncia un futuro gravido di obblighi che limitano la libertà di movimento e riducono la capacità di cogliere nuove opportunità[…] La prospettiva che ci venga rifilata un’unica cosa per tutta la vita è assolutamente ripugnante e spaventosa.[…]
Il nostro mondo ricorda sempre più Leonia, la “città invisibile” di Italo Calvino dove “più che dalle cose che ogni giorno vengono fabbricate vendute comprate, l’opulenza si misura dalle cose che ogni giorno vengono buttate via per far posto alle nuove “. La gioia di “liberarsi” di qualcosa, l’atto di scartare e gettare i rifiuti, è la vera passione del nostro mondo.
La capacità di durare non depone più a favore di qualcosa. Agli oggetti e ai legami si chiede di servire a tempo determinato, e una volta che non servono più ci si aspetta che siano distrutti o comunque eliminati – e devono esserlo.
[…] le conferme possono essere fuorvianti quanto rassicuranti: diventano trappole da cui guardarsi, dato che rischiano di istillare abitudini e istinti che un attimo dopo si riveleranno inutili e persino dannosi.
Come notò Ralph W. Emerson, pattinando sul ghiaccio sottile la salvezza sta nella velocità. Chi vuole salvarsi farà bene a spostarsi tanto in fretta da non rischiare di mettere troppo alla prova la resistenza di un qualsiasi punto. Nel volatile mondo della modernità liquida, in cui è difficile che una forma qualsiasi mantenga la propria struttura per un tempo sufficiente ad assicurare fiducia e a rapprendersi in un’affidabilità a lungo termine, camminare è meglio che starsene seduti, correre è meglio che camminare e cavalcare l’onda è meglio che correre. L’onda si cavalca meglio se si procede con leggerezza e brio; è bene non farsi troppi problemi sulle onde in arrivo, e tenersi pronti ad accantonare in qualsiasi momento le preferenze di un tempo”. Continua a leggere “Capitalismo parassitario, di Zygmunt Bauman”