Alessandria today è lieta di presentare la biografia dello scrittore e poeta Gregorio Asero, a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare la biografia dello scrittore e poeta Gregorio Asero, a cura di Pier Carlo Lava

asero 551446_616944091669022_1239497620_n

Gregorio Asero è nato a Paternò in Sicilia. Da ragazzo, con la famiglia, si trasferisce in un paese del Piemonte, dove abita tuttora. La sua formazione culturale è essenzialmente autodidatta e molto lo deve al periodo “Parigino”quando, a diciotto anni, vi si trasferisce dopo aver abbandonato la scuola (ambiente troppo angusto per i suoi sogni di libertà), dove inizia un percorso “culturale” a contatto con la vera istruzione: quella della strada degli anni 70.

Al posto dei banchi, dei libri e degli accademici, conosce altri maestri: gli artisti di strada, che lo proiettano in uno spazio fatto di conoscenze concrete: il mondo reale. Questa esperienza lo porta a riconsiderare il suo stile di vita e adarricchire la sua spiritualità.

Fa propri alcuni modi di vivere e di vedere la vita dei giovani “clochards” post sessantotto, traendone insegnamenti che lo guidano tuttora e che, anche nella scrittura, lo fanno rimanere fuori dalle mode, per seguire il suo libero pensiero e innato spirito di libertà.

Tornato in Italia, inizia un’attività imprenditoriale che apparentemente non ha nulla a che fare con il mondo culturale, ma il suo animo di scrittore e poeta, contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, gli fa aumentare la produzione letteraria, sebbene gli scritti restino gelosamente conservati nei suoi polverosi cassetti.

È così, che quasi senza accorgersene, si trova ad avere una produzione dicentinaia di poesie che inserisce in varie raccolte, e sei romanzi, che spaziano dalla letteratura drammatica, ai gialli, a compendi di pensiero, distinti in riflessioni e aforismi sui temi cruciali che caratterizzano la nostra esistenza. Ad oggi, la maggior parte delle sue opere è ancora inedita.

Va da sé che le sue riflessioni sono il frutto di osservazioni che, giorno per giorno, si srotolano nella quotidianità della vita di un uomo normale che vive il suo tempo. Il sogno dello scrittore è di ritornare a vivere in quella terra che, molti e troppi anni prima, da inconsapevole migrante, fu costretto a lasciare: la Sicilia. Si sa un conto sono i sogni, un altro la realtà. Ma ha imparato a non arrendersi mai e, a volte, le circostanze favorevoli si possono incontrare.

La scrittrice Mapi Tenerife si presenta su Alessandria today

La scrittrice Mapi Tenerife si presenta su Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori i romanzi, le poesie e la biografia della scrittrice Mapi Tenerife.

Mapi

Biografia

Nata a Uccle (Belgio) il 5 giugno 1946, vissuta per un lungo periodo a Roma, attualmente vive a Tenerife.

Laureata in filosofia alla Sapienza di Roma, ha insegnato Lingua e Letteratura italiana e Storia per trentatré anni nei trienni delle scuole superiori.

Dopo la morte del marito ha prestato volontariato, come ispettore, presso la CROCE ROSSA ITALIANA, portando soccorso alle popolazioni terremotate.  Da questa esperienza dolorosa nascono i suoi romanzi e poesie.

Romanzi:

I romanzi: “L’amore corre via internet”, Europa edizioni 2013, presentato alla Feltrinelli di Ancona e Pescara e alla Mondadori di Roma, oltre che in diretta su “Toscana mattina”, è stato candidato al premio Viareggio. “Storia di Carlo… ovvero il dolore di una madre”, Irda edizioni 2015, racconta la storia di un giovane di buona famiglia che per amore finisce nelle grinfie della mafia.

Una storia vera di cui parlarono i giornali negli anni ‘80. “Parole del cuore”, Irda edizioni 2016, silloge poetica presentato alla libreria Arion di Roma ottenendo un buon successo. “Colori dell’anima”, Irda edizioni 2016, “Poesie e dipinti”, poesie ispirate ai dipinti dell’artista forlinese Paolo La Bruna, presenti nell’opera.

“Le scale del tempo” edito da Le Mezzelane Editrice  i cui dritti di autore sono devoluti alla SMA associazione nazionale genitori per la ricerca sull’atrofia muscolare spinale.

“ Il  vento della vita”, edito da Le Mezzelane Editrice i cui diritti d’ autore vanno ‘ANGSA LAZIO associazione nazionale genitori soggetti autistici. Continua a leggere “La scrittrice Mapi Tenerife si presenta su Alessandria today”

Intervista alla poetessa Mariangela Ottonello, a cura di Pier Carlo Lava

Intervista alla poetessa Mariangela Ottonello, a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare per i lettori un intervista alla poetessaMariangela Ottonello che risponde alle nostre seguenti domande:

Mariangela Ottonello

Mariangela ciao e benvenuta su Alessandria today è veramente un piacere farti un intervista, ci vuoi raccontare dove sei nata, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Sono nata a Campo Ligure (GE) il 10/05/1961. Nel 1983 mi sono sposata e vivo a Masone (GE), un grazioso paese immerso nel verde, a 403 m di altitudine.

Mi sono diplomata nel 1979 all’Istituto Magistrale S. Caterina di Ovada (AL). Ho praticato pochissimo l’insegnamento, solo due anni di doposcuola. Mi sono dedicata  alla famiglia ed ho collaborato con mio marito nel bar pasticceria gelateria di cui è proprietario e che gestisce insieme ai due fratelli. Ho quattro figlie e tre nipotine.

La zona in cui vivo è il centro storico di Masone, il Paese Vecchio, situato su una collina dalla quale si gode una magnifica vista sull’abitato che si estende nella valle sottostante. In Piazza Castello ha sede il Museo Civico Andrea Tubino, che raccoglie oggetti antichi e attrezzature che venivano utilizzate per la lavorazione del ferro. Nel periodo natalizio si può visitare in questi locali il bellissimo presepe meccanizzato.

Ogni anno vengono esposte raccolte fotografiche di grandi autori. Nel sottotetto è stata ricavata una sala dove si è svolta, tra le altre manifestazioni, anche la presentazione del mio libro di poesie. Nell’adiacente Giardino dei Monaci si organizzano durante la stagione estiva spettacoli musicali, cabarettistici e rinfreschi per matrimoni.

Quando hai iniziato a scrivere e cosa ti ha spinto a farlo?

Ho iniziato a scrivere poesie nel gennaio del 1972. Frequentavo la quinta elementare. Mi piaceva molto leggere e in particolare ero affascinata dalle liriche dei poeti classici. Durante una lunga permanenza a letto a causa di un’ingessatura,

ho sentito il bisogno di scrivere. Il mio stile, dapprima acerbo, è maturato con me. Compongo in versi sciolti, raramente in rima o usando la metrica tradizionale.

Do molta importanza alla musicalità, elemento che rende la poesia gradevole all’ascolto.

Ci vuoi definire il termine poetessa?

Il termine “poetessa” descrive una persona capace di cogliere con la propria sensibilità l’anima di ogni cosa. Attraverso l’osservazione, la realtà viene interiorizzata e vagliata attraverso le sensazioni del cuore, per poi tramutarsi in versi.

Ci vuoi parlare della tua silloge “Un breve preludio d’eternità”?

Il titolo della silloge è tratto da una poesia in essa contenuta. “Un breve preludio d’eternità” è la metafora della vita, la quale, per lunga che sia, passa così in fretta che non ce ne rendiamo conto. Per questo considero la nostra esistenza come una piccola porzione di tempo se paragonata all’eternità.

Il libro, pubblicato dalla Pluriversum Edizioni di Ferrara, contiene 50 poesie.

I temi trattati sono: la bellezza della natura, il sentimento d’amore, le emozioni, l’attenzione verso gli altri, la mia filosofia sulle realtà della vita e della morte e infine storie ed immagini dettate dalla fantasia.

Il linguaggio con cui mi esprimo vuole essere comprensibile a tutti, perché ritengo che l’interesse dei lettori calerebbe se trovassero difficoltà di interpretazione. Continua a leggere “Intervista alla poetessa Mariangela Ottonello, a cura di Pier Carlo Lava”

ZUCCHERO AMARO, di vittoriano borrelli

ZUCCHERO AMARO, di vittoriano borrelli

Giro e rigiro il cucchiaino nel cappuccino quasi a voler prolungare un istante che non so bene se sia di sollazzo o di ostinata agonia. La schiuma trasborda intorno alla tazza come le onde del mare sulla scogliera; in questa distesa di liquido colorato sento di immergermi con il capo chino e pensieroso.

ZUCCHERO AMARO.jpg

La barista giocherella con il suo smartphone aspettando che arrivi un altro avventore da servire. E’ magra da far paura ma dotata di una forza mascolina che non disdegna di mostrare quando impugna il portafiltro e lo sistema in un colpo solo sotto la coppa della macchina da caffè. Dove troverà tutta questa energia alle sette e trenta del mattino? Che sia forse un monito a noi poveracci che ci muoviamo come zombi alle prime luci dell’alba?

Accanto a me una coppia di anziani commenta le notizie di un quotidiano piegato a metà sul bancone, e più in là, in disparte, un giovane studente con lo zaino sulle spalle beve tutto d’un fiato il succo d’arancia prima di scappare fuori a prendere l’autobus.

Intanto continuo a girare il cucchiaino nella tazza con le pupille che seguono questo movimento circolare che quasi mi procura un effetto ipnotico. Se non la smetto finirò sul serio con la faccia nella schiuma del latte e mi addormenterò come un ubriaco dopo l’ennesimo quartino. Continua a leggere “ZUCCHERO AMARO, di vittoriano borrelli”

Intervista a Gianluca D’Aquino autore de “TRAIANO – il sogno immortale di Roma”

Intervista a Gianluca D’Aquino autore de TRAIANO – il sogno immortale di Roma

(romanzo storico)

Traiano.png

Alessandria today: Gianluca D’Aquino, nato ad Alessandria, classe 1978, è autore di romanzi, sceneggiature e racconti, alcuni dei quali apparsi nei celebri Gialli Mondadori (Lettera dall’Eritrea, Il rumore del vento, La casa sul lago, La quintessenza, Il tempo delle risposte, Al di là del tempo) e nelle antologie e collane Delos Books (Quel che non è dato sapere, Torino 1835 e la saga di Extinction: L’alba, Il crepuscolo, La notte, Il nuovo giorno). Vincitore di numerosi premi letterari, è in libreria con “TRAIANO – il sogno immortale di Roma” (Epika, 2018), presentato alla celebre Frankfurter Buchmesse di Francoforte e finalista al celebre premio “Fiuggi Storia” edizione 2018.

Gianluca TRAIANO di Gianluca D'Aquino

1) Da dove nasce l’ispirazione per un libro su Traiano?

Tutto nasce quasi accidentalmente. Da tempo stavo pensando a una storia ambientata nella Roma imperiale e avevo già pubblicato un racconto giallo con protagonista un tribuno dell’antica Urbe, quando incontrai per puro caso e nel luogo più improbabile una persona meravigliosa, Claudio Capotondi, scultore di fama internazionale, con il quale è nata fin da subito una sintonia eccezionale e oggi una solida amicizia. Il Maestro mi parlò dei suoi importanti studi sulla Colonna Traiana e, in modo particolare, sulle modalità di edificazione, ancora oggi dibattute. Il fascino delle sue parole ha acceso una lampadina nei recessi della mia mente, riportandomi alla memoria la figura dell’imperatore Traiano. Su questo illustre personaggio della storia di Roma tuttavia è stato scritto molto poco, in particolare in Italia, dove nessuno aveva mai tentato una ricostruzione storica e biografica della sua vita e delle sue imprese, traducendola poi in un testo di narrativa, un romanzo. Mi innamorai dell’idea e decisi di essere il primo a farlo. Così è nato il mio “TRAIANO – il sogno immortale di Roma”.

Claudio Capotondi ha poi firmato la prefazione del libro, quale ispiratore del romanzo e al quale non dimentico mai di dedicare un profondo ringraziamento ricolmo di stima e affetto.

2) Traiano. Chi era e qual è stata l’importanza del suo passaggio nella storia di Roma?

Considero Marco Ulpio Traiano come l’imperatore che ha tracciato una linea di confine fra due epoche, probabilmente non in senso storico, imponendosi come il primo fra i principi di Roma a realizzare qualcosa di nuovo e originale, inaugurando un’epoca lucente della vita politica, sociale e militare della storia di Roma e dell’impero. Fu primo in molte cose: fu il primo imperatore romano proveniente dalle province, non di origine italica, essendo nato in Baetica, quella che oggi è la parte meridionale della penisola Iberica, grossomodo coincidente con l’attuale Andalusia; fu il primo imperatore adottivo, in quanto il suo predecessore, Marco Cocceio Nerva, anziano, precario nella sua posizione e privo di naturale discendenza, decise di individuare nella figura di un uomo amato e rispettato da tutti il successore al trono; fu il primo a spingere i confini di Roma là dove nessuno prima di lui era riuscito a portarli, inglobando circa 6,5 milioni di chilometri quadrati e spingendosi fino alle sabbiose coste del maris Erythraei, l’attuale golfo Persico; fu il precursore di quella che sarà definita età aurea dell’impero romano, una delle epoche più splendenti per Roma e per l’impero, nel corso della quale l’impegno dei princeps fu rivolto all’interno, alle strutture, al sociale, alla pace, facendo rifiorire il commercio, i servizi e la serenità del popolo. In questi quattro elementi si estrinseca poi tutta l’attività di Traiano, che andò ben oltre la mera e schematica classificazione del suo essere e del suo compiuto. Continua a leggere “Intervista a Gianluca D’Aquino autore de “TRAIANO – il sogno immortale di Roma””

Questo… Sono io!, di Vincenzo Gammone

Questo… Sono io!, di Vincenzo Gammone

Romanzo di Vincenzo Gammone e Silvana Carolla edito dalla casa editrice Apollo Edizioni.

Questo sono io.jpg

Trama:

Viky è un adolescente napoletano. In apparenza sembra un ragazzo come tanti altri, solo con una particolarità: è omosessuale.

Questo però non gli impedisce di vivere la vita a modo suo, non curandosi dei pregiudizi delle persone; in particolare di quelle a lui più care. In principio i genitori non accettano la sua natura e si rivolgono a lui spesso in tono denigratorio.

Da questo momento, la sua vita prende una piega diversa, non accettabile da un adolescente della sua età. Dopo vari avvenimenti, tra delusioni e rimpianti, con fatica e il sostegno dei suoi amici più cari, riesce ad emergere la sua passione più grande: la danza. Pian piano le cose con i suoi genitori cambiano e trova anche l’amore. Continua a leggere “Questo… Sono io!, di Vincenzo Gammone”

Lo scrittore Vincenzo Gammone si presenta su Alessandria today

Lo scrittore Vincenzo Gammone si presenta su Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia e le opere dello scrittore Vincenzo Gammone.

Vincenzo Gammone.jpg

Salve, mi chiamo Vincenzo Gammone sono napoletano ho 26 anni, e sono nato  il 01/06/1991. Nella vita ho sempre dovuto lottare per riuscire ad ottenere qualcosa.

Ho moltissime passioni ma una in particolare, che mi ha fatto uscire dalle lunghe gallerie buie, e la danza.

Mi sono diplomato come insegnante nel 2012 nell’accademia meridionale dell’arte Agorà Arte. Dopo un’intensa vita da ballerino, coreografo ed attore, decido di rendere pubblica la mia vita, scrivendo: Questo… Sono io! La relatività di essere diversi.

Un romanzo psicoanalitico con tema l’omosessualità. Una storia intensa, passionale, ricca d’intrighi amorosi e confessioni fatali che porteranno al giovane, che viene da sud, alla rivalsa.

Nel 2018 vinco il Premio Letterario Fantasy con la pubblicazione del racconto nell’Antologia edita da Hiastorica Edizioni. E solo pochi mesi dopo vinco il mio secondo premio letterario: Racconti Campani.

Nello stesso anno vinco il premio letterario “ Racconti horror” con la stessa casa editrice. Nel settembre 2018 pubblico la mia seconda opera “ Mia il risveglio delle anime” con la casa editrice C.T.L. editore Livorno.

“L’UOMO DEL FUTURO”, di Federica Colamaria

“L’UOMO DEL FUTURO”, di Federica Colamaria

(seguito di “Gocce di rugiada in un mare di noia”)

Luomodelfuturo.jpg

Genere: in linea con il primo romanzo, sebbene più intimo e riflessivo.

Trama:

“Senza passato non c’è futuro. Ma il passato è pericoloso, per quelli come noi… Il passato ci ucciderà.” Seguito di “Gocce di rugiada in un mare di noia”, il romanzo si concentra sulla vita di Fred Newman a New York: il ragazzo, improvvisamente privo dei ricordi del passato, si trova a scontrarsi con i dubbi sulla propria identità e con le verità che via, via riaffiorano nella sua memoria e che lo portano a Boston, Milano e Praga: è in queste città che troverà – forse – le risposte che cerca, nonché le persone a lui più care. Fra questi, ritroviamo Francesca Lanotte, l’unica a conoscerne ogni segreto, e l’ex-commissario Ferdinando Inverardi, alle prese con il suo dramma di padre.

Tema:

Il tema centrale è il passato e il suo legame con il presente e il futuro. Ma il passato uccide oppure no? Non resta che scoprirlo. Continua a leggere ““L’UOMO DEL FUTURO”, di Federica Colamaria”

“GOCCE DI RUGIADA IN UN MARE DI NOIA”, di Federica Colamaria

“GOCCE DI RUGIADA IN UN MARE DI NOIA”, di Federica Colamaria

Genere: romanzo onirico / fantascienza. A tratti, giallo.

Goccedirugiadainunmaredinoia.jpg

Trama:

«La vita è gocce di rugiada in un mare di noia. Se ti svegli per tempo, puoi riuscire a vederle prima che svaniscano.» Tra Boston, Praga, Milano, sogni e déjà vu, si svolge la vicenda che lega i protagonisti del romanzo: una ragazza con il bisogno di svegliarsi dal sonno profondo di una vita senza sconvolgimenti; un ricercatore del MIT alla ricerca di se stesso; un commissario tormentato dal caso di un inspiegabile incidente.

Tema:

Il romanzo parla di sogni. In contrapposizione all’esistenza frenata di ogni giorno, in cui spesso ci si limita ad assistere da spettatori, senza avere il coraggio di agire, di lasciarsi andare, di lasciarsi amare.

Ma parla anche della necessità di svegliarsi: letteralmente e metaforicamente dal sonno della realtà e della noiosa routine, per vivere più appieno la propria vita. Rischiando anche di deviare verso l’oscurità con esperimenti al limite della legalità o inseguendo l’immagine illusoria di qualcun altro o, ancora, ostinandosi a ricostruire i fatti senza ascoltare le verità del cuore. Continua a leggere ““GOCCE DI RUGIADA IN UN MARE DI NOIA”, di Federica Colamaria”

La scrittrice Federica Colamaria si presenta su Alessandria today

La scrittrice Federica Colamaria si presenta su Alessandria today

di Pier Carlo Lava

La redazione di Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia e le opere della scrittrice Federica Colamaria.

Federica Colamaria.jpg

Federica Colamaria – biografia

Federica Colamaria nasce in Brianza nel 1985. Sin da bambina mostra predisposizione per la scrittura, cimentandosi nell’ideazione di brevi racconti e aggiudicandosi alcuni premi scolastici sia di prosa che di poesia.

Dopo la Laurea Magistrale in design della comunicazione e il Master in art direction e copywriting, presso il Politecnico di Milano, trova impiego come copywriter e social media manager in agenzie pubblicitarie e digital milanesi. Attualmente, svolge lo stesso lavoro come libera professionista.

Sulla sua pagina Facebook “Federica Colamaria – Scrittrice”, pubblica quotidianamente haiku, mentre alcuni suoi racconti sono pubblicati sulla piattaforma web The Incipit.com con lo pseudonimo “Tinarica”.

“Gocce di rugiada in un mare di noia” è il suo primo romanzo, a cui fa seguito “L’uomo del futuro”. Entrambi, pubblicati su Amazon in formato cartaceo ed ebook Kindle.

La scrittrice Giusy Caligari entra nella redazione di Alessandria today

La scrittrice Giusy Caligari entra nella redazione di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di dare in benvenuto alla scrittrice Giusy Caligari che da oggi è una nuova componente della redazione. Con l’occasione presentiamo ai nostri lettori la sua biografia:

foto quarta copertina copia

Giusy Caligari, biografia

Giusy Caligari nasce a Bordighera l’8 febbraio 1956. Dopo aver conseguito la Maturità Scientifica ha frequentato la facoltà di Giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano cambiando presto indirizzo a favore di Lingue e letterature Straniere. Il suo spirito irrequieto l’ha sempre spinta verso diversi svariati interessi sia in campo sportivo, artistico e lavorativo. Negli anni ottanta-novanta è stata un Shiatzuca apprezzata e conosciuta e praticando l’arte delle Shiatzu in giro per il mondo ha incontrato molti dei personaggi che ancora popolano la sua vita artistica a tutto tondo.

Dal suo CURRICULUM VITAE   

CURRICULUM ARTISTICO

  • Burattinaia con la compagnia di Otello Sarzi
  • Attrice con il gruppo di teatro di strada “Carlo de Velo”
  • Attrice in laboratori teatrali del il regista e coach di comunicazione Cesare Gallarini
  • Comparsa per la pubblicità cinematografica
  • Comparsa per fotoromanzi
  • Trovarobe
  • Segretaria di produzione di Livio Mazzotti
  • Direttrice artistica del settore letterario del “Caffè letterario” di Zibido S. Giacomo”

dal 2011 al 2014

  • Esordisce come cantautrice nel giugno del 2014 con lo spettacolo “Quelli che fan l’arte… fuori dalle porte” arrangiamenti musicali di Tabaccobruciato, Giorgio Angelo Cazzola, uno fra i più interessanti cantautori italiani contemporanei

Come scrittrice:

  • Anno 2009 – pubblicazione di “IO” (silloge poetica) con Editrice Nuovi Autori
  • Anno 2009 madrina del concorso letterario “Profumi di Marzo” Roma
  • Anno 2010 – pubblicazione di “Il fiume” poesia vincitrice del concorso inedite di Aletti editore nel volune “Parole in fuga” n° 6
  • Anno 2010 pubblicazione nella raccolta “Il potere dell’anima” antologia dei poeti contemporanei
  • Anno 2010 nomina di Accademico (l’Accademia Vesuviana)
  • Anno 2011 “diploma alla carriera” (Accademia Vesuviana)
  • Anno 2011 “diploma di merito Tifeo d’oro” Ischia
  • Anno 2011 giurato concorso letterario “Profumi di Marzo”
  • Anno 2011 Presidente del concorso di poesia “Atelier moda e poesia” Arona
  • Anno 2011 – pubblicazione di “@ at the rate of” (silloge poetica vincitrice della selezione opere inedite di Aletti Editore)
  • Anno 2011 pubblicazione del romanzo “La scatola dei cappelli” Greco&Greco editore
  • Anno 2011 partecipazione alla manifestazione “io e la poesia” Villa Clerici
  • Anno 2013 pubblicazione della silloge poetica “Lanù del mare”
  • Anno 2014 pubblicazione racconti “L’immortale” Amazon
  • Settembre 2014 pubblicazione nuovo romanzo edito da Greco&Greco : “Sulla rotta del destino” Continua a leggere “La scrittrice Giusy Caligari entra nella redazione di Alessandria today”

Cristina Saracano legge “L’Estate non perdona” di Flavio Santi (video 1° parte)

Cristina Saracano legge “L’Estate non perdona” di Flavio Santi

video 1° parte di Pier Carlo Lava

Flavio SANTI, scrittore, poeta e traduttore alessandrino di origine friulana, presenta il suo ultimo lavoro, il suo secondo romanzo giallo che ritrova come protagonista Drago Furlan.

L'estate non perdona

Attraverso le indagini dell’ispettore friulano, l’Autore racconta un territorio, il Friuli, la terra di origine tanto amata in tutta la sua bellezza, in bilico tra modernità e tradizione”.

Fabrizio Priano.jpg

Alessandria: Fabrizio Priano Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee presenta il progetto “Letture in Biblioteca” con il quale si intende promuovere la lettura di libri semplificandone la comprensione attraverso l’incontro con i relativi Autori nel luogo maggiormente deputato alla lettura : la Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria.
Gli incontri calendarizzati per l’anno 2019 vedranno susseguirsi di diversi Autori i quali presenteranno i propri libri , ciascuno con argomenti di genere diverso.

Fabrizio PRIANO commenta “Flavio SANTI, scrittore, poeta e traduttore alessandrino di origine friulana, presenta il suo ultimo lavoro, il suo secondo romanzo giallo che ritrova come protagonista Drago Furlan. Attraverso le indagini dell’ispettore friulano, l’Autore racconta un territorio, il Friuli, la terra di origine tanto amata in tutta la sua bellezza, in bilico tra modernità e tradizione”.

Flavio Santi.jpg

Flavio SANTI
Di origine friulana (di Colloredo di Monte Albano), il cognome originario era Sant: la “i” è stata aggiunta sotto il fascismo per italianizzarlo. Benché vincitore del concorso di ammissione alla Classe di Lettere e Filosofia della Scuola normale superiore di Pisa, ha preferito studiare presso l’Almo Collegio Borromeo di Pavia, dove si è laureato in Filologia Medievale e Umanistica con una tesi sul giurista umanista Giasone del Maino (di cui oggi si può leggere la voce Treccani da lui redatta), e ha poi conseguito il dottorato in Filologia moderna con una tesi dal titolo “Figurando il Paradiso”: metafora religiosa e vita materiale nella letteratura italiana dalle origini fino a Dante. Ha studiato anche a Ginevra sotto la guida di Guglielmo Gorni.

https://alessandria.today/2019/04/15/letture-in-bibiloteca-di-cristina-saracano/

video: https://youtu.be/NbgG_I88raQ

Il poeta e scrittore Flavio SANTI si presenta ai lettori di Alessandria today

Il poeta e scrittore Flavio SANTI si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia di Flavio Santi, poeta e scrittore di origine friulana ora residente ad Alessandria.

Flavio-Santi-300x200

Ricordiamo inoltre che il suo romanzo “L’Estate non perdona” verrà presentato oggi martedì 15 aprile 2019 alle ore 17.00 alla biblioteca civica Francesca Calvo di Alessandria, dall’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di idee: Presidente Fabrizio Priamo, nel contesto del progetto “Letture in Biblioteca”, con il quale si intende promuovere la lettura di libri semplificandone la comprensione attraverso l’incontro con i relativi Autori nel luogo maggiormente deputato alla lettura.

Biografia di Flavio Santi

Di origine friulana (di Colloredo di Monte Albano), il cognome originario era Sant: la “i” è stata aggiunta sotto il fascismo per italianizzarlo. Benché vincitore del concorso di ammissione alla Classe di Lettere e Filosofia della Scuola normale superiore di Pisa, ha preferito studiare presso l’Almo Collegio Borromeo di Pavia, dove si è laureato in Filologia Medievale e Umanistica con una tesi sul giurista umanista Giasone del Maino (di cui oggi si può leggere la voce Treccani da lui redatta), e ha poi conseguito il dottorato in Filologia moderna con una tesi dal titolo “Figurando il Paradiso”: metafora religiosa e vita materiale nella letteratura italiana dalle origini fino a Dante. Ha studiato anche a Ginevra sotto la guida di Guglielmo Gorni. Continua a leggere “Il poeta e scrittore Flavio SANTI si presenta ai lettori di Alessandria today”

Alessandria today presenta le pubblicazioni della scrittrice Simona Bertocchi

Alessandria today presenta le pubblicazioni della scrittrice Simona Bertocchi

di Pier Carlo Lava

Simona Bertocchi circolodeilettori torino copial'ultima rosa

L’ULTIMA ROSA DI APRILE

Editore: Giovane Holden Edizioni

Collana: Battitore libero

Anno edizione: 2016

Pagine: 184 p.

ISBN:978-88-6396-913-9

Acquista online

E-book

L’ULTIMA ROSA DI APRILE

Simonetta Cattaneo, Musa di Botticelli che la immortalò nella sua Venere, fu il simbolo della bellezza rinascimentale. Se però tutti conoscono, grazie al genio del pittore fiorentino, le sue sembianze, poche sono le fonti storiche a cui attingere per tratteggiarne il profilo.

Andò in sposa a sedici anni al nobile Marco Vespucci, che ben presto perse interesse verso di lei, segnò un’epoca e una corte, quella della prima signoria d’Italia: Firenze. La sua grazia, la sua volontà a ribellarsi a un matrimonio infelice, la sua natura anticonformista le conquistarono l’ammirazione di Lorenzo il Magnifico che la definì la sans par e l’amore di Giuliano de’ Medici ma le attirarono anche l’antipatia delle dame fiorentine sì come la sua personalità inquieta incantò poeti e artisti. Fu al centro di intrighi, scandali, alleanze strategiche; oggetto e soggetto di passioni divoranti e di espressioni d’amore cortese. Morì giovanissima a soli ventitré anni forse per tisi o forse vittima di avvelenamento. Ed entrò nel mito, lei che in vita non aveva mai cercato la fama.

Simona Bertocchi, in perfetto equilibrio tra Storia e narrazione, ne traccia una sorta di biografia lirica in cui misteri e colpi di scena si susseguono al ritmo di una danza rinascimentale in cui si muovono le tre anime del racconto: la splendida Simonetta, il giovane e colto Giuliano, il genio artistico di Botticelli.

nel_nome_del_figlio_400_764064991.jpg

NEL NOME DEL FIGLIO

Acquista online

E-book

Editore: Giovane Holden Edizioni

Collana: Battitore libero

Anno edizione: 2015

Pagine: 240 p.

ISBN:978-88-6396-645-9

NEL NOME DEL FIGLIO

Muovendosi sapientemente tra verità documentaria e invenzione, Simona Bertocchi sottrae all’oblio un personaggio femminile straordinario, figlio del primo Rinascimento italiano come pochi altri e lo trasfigura in una grande prova narrativa. Ricciarda Malaspina, marchesa di Massa e signora sovrana di Carrara è una donna gelida, calcolatrice, avida di potere e di denaro, dotata di una crudele ironia ma anche colta, intelligente e amante della frivola vita di corte. Nel 1520, giovane, vedova, orfana, con diritti opinabili sul marchesato, grazie a un’abile politica matrimoniale consolida la sua posizione sposando Lorenzo Cibo, nipote di Lorenzo il Magnifico. Pronta a ordire intrighi, gelosa del suo feudo è disposta a tutto pur di difenderlo anche a sacrificare il figlio Giulio, legittimo erede al titolo.

La voce narrante è Beatrice Pardi, dama di compagnia della marchesa, che in una sorta di diario trascrive impressioni, riporta avvenimenti sia di carattere politico che non. Donna di umili natali, indipendente e di buona cultura, Beatrice ha un solo punto debole ovvero la bellissima figlia Angelica legata a Giulio Cibo Malaspina da un forte sentimento che indispone la sua padrona. Continua a leggere “Alessandria today presenta le pubblicazioni della scrittrice Simona Bertocchi”

Intervista alla Scrittrice Giusy Caligari a cura di Pier Carlo Lava

Intervista alla Scrittrice Giusy Caligari a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare un intervista alla scrittrice Giusy Caligari, appena entrata come autrice nella nostra redazione.

D: Ciao Giusy e ben tornata nel Blog.

Ci vuoi parlare di te e di quando e perché hai iniziato a scrivere?

R: Ciao e grazie per ospitarmi nuovamente. Parlare di me? Mamma mia… con voi mi sono quasi spogliata nella scorsa intervista!  Facciamo un copia/incolla? O magari la ripubblichiamo? Se non erro era il 2016…

(Ride)

No dai, facciamo che, invece di partire da quando ho iniziato a scrivere racconti a cinque anni, delle mie esperienze come attrice, segretaria di produzione, trovarobe, burattinaia, artista di strada, che mi rendo conto siamo un po’ tante… ma non perché, come qualcuno si è permesso di dire, sia un soggetto instabile, ma per quel fuoco che brucia dentro di me che è la curiosità per la conoscenza, facciamo che mi racconto da dove eravamo rimasti.

D: Quindi? Ci vuoi parlare della tua associazione?

R- Si. Nel 2015 nasce L’associazione “Caligari & Friends – Academy of Arts” ed è stata la realizzazione di un sogno. Anni di fatiche per arrivare a produrre, rappresentare, guadagnare visibilità, anni condivisi con tanti artisti, bravi artisti divenuti amici. Anni che mi hanno mostrato un paese pietrificato nei suoi meccanismi e che non da opportunità a chi non si sa vendere l’anima, la penna. Per loro, per l’arte, la musica, la pittura, lo scrivere, per la poesia che circonda il nostro mondo, per gli spiriti puri nasce l’associazione e porta il mio nome perché ne voglio essere garante: i Friends sono e saranno gli amici veri quelli per i quali e con i quali lottare per rendere il mondo artistico un mondo migliore. Sarò anche ripetitiva ma ci credo!

Quindi, per tornare a bomba, con l’associazione abbiano posto in essere un concorso letterario nazionale “La lettera, ti scrivo perché”. Non potevo pensare ad indire un concorso più facile, magari a tema libero e senza pretendere che la lettera fosse scritta anche a mano… ad ogni modo la partecipazione si è rivelata non eccessivamente numerosa ma sicuramente di qualità ed è nata una raccolta “Florilegium” che contiene le lettere, le lettre in poesia dei temi proposti: Lettera a un genitore, lettera ad un amore. E, mi permetto di aggiungere, la partecipazione delle giovani penne del territorio nazionale è stata forse la maggior soddisfazione!

D: Giusy… prendi fiato!

R: Hai Ragione, ma sai che il mio pensare è così veloce da rincorrere le parole! (Ride)

D: Riprendiamo. E dopo il Concorso letterario?

R: Torno indietro di un passo o due. Questa associazione è stata aperta per gli artisti e in buna fede, mio malgrado qualcuno non ha capito fosse un sostegno come visibilità non un posto di lavoro a tempo indeterminato! Quindi un po’ di energie sono state mal spese ma con Giorgio Angelo Cazzola il cantautore in arte Tabaccobruciato con il quale abbiamo aperto l’associazione e lo zoccolo duro dei veri Friends ci simo rimboccati le maniche, eletto un nuovo direttivo ed abbiamo messo in essere presentazioni, eventi, mostre, concerti. Ora devo proprio dire che il Comune di Opera con i suoi patrocini è stato messo a dura prova per la nostra esuberanza! Ci tengo a ringraziare qui l’amministrazione tutta il Sindaco in carica Antonino Nucera ed il Sindaco uscente ora vice Sindaco Ettore Fusco per la pazienza e l’amichevole considerazione. C’è altro.

Sono in attesa del patrocinio oneroso per un nuovo concorso, questa volta letterario- musicale.

Vi racconterò poi.

D: Ci puoi fare un riassunto dei libri che hai scritto?

R: Mi vuoi mettere alla prova per vedere se me li ricordo tutti?

Ok. Sono arrivata a quattro sillogi poetiche: “IO”, “@at the rate of”, “Lanù del mare”, “A vele spiegate”. Poi due di racconti: “L’immortale” che e stato pubblicato in lingua spagnola con il titolo “La immortal”, “FruFru storia di una gatta, anzi la mia” che ho firmato ma è stato scritto dalla mia gatta dopo la sua dipartita per raccogliere fondi per i gatti randagi di Palermo e tre romanzi: “La scatola dei cappelli”, “Sulla rotta del destino”, e l’ultimo uscito da pochi giorni “Dove il sole va a dormire”.  Anche un DVD di poesia, immagini e accompagnamento musicale…vale? Continua a leggere “Intervista alla Scrittrice Giusy Caligari a cura di Pier Carlo Lava”