Della lentezza, di Marco Drvso

Della lentezza, di Marco Drvso

Una cosa fatta bene richiede tempo e attenzione.

Un esempio: oggi ho scritto un altro post, in una pausa di lavoro, di corsa, senza rubare il giusto tempo per elaborare e correggere. Il risultato è stato un guazzabuglio di concetti alla rinfusa e, orrore degli orrori, osceni lemmi generati direttamente da quel terribile analfabeta noto come correttore automatico, che non avevo notato ad una rilettura superficiale ed uccidevano le frasi. Per fortuna, c’è chi mi salva.

Quando scrivevo su Windows queste cose non succedevano, ma dovendomi dotare di un dispositivo mobile ad un prezzo ragionevole e dopo essermi sentito tradito, come utente affezionato, per la questione Windows mobile, ho optato per Android, conscio che, presto o tardi, mi toccherà finire nelle grinfie del robottino, non avendo scelta per il futuro cellulare. “L’avessi mai fatto….”. Continua a leggere “Della lentezza, di Marco Drvso”

La Giostra Dei Fiori Spezzati, di Matteo Strukul

La Giostra Dei Fiori Spezzati, di Matteo Strukul

La Giostra Dei Fiori Spezzati

Fiori e morte…

Un serial killer quasi romantico…

Padova, 1888

Fa freddo, la gente vive tra gli stenti e la pellagra non dà tregua.

Un mattino, tra la neve, viene ritrovato il cadavere di una donna.

Una prostituta.

Le tracce parlano chiaro: prima di morire è stata seviziata nei modi più atroci.

Il caso sarà affidato all’ispettori Roberto Pastrello, che inizia a indagare con l’aiuto del giornalista Giorgio Fanton e del criminologo Alexander Weisz.

I tre cominciano a mettere insieme gli indizi ma l’assassino continua a colpire, sempre più preciso e più feroce.

Sembra averla vinta sempre lui, quando una cosa salta all’occhio: le vittime hanno il nome di un fiore…

Inizierà una vera e propria corsa contro il tempo per fermare un sadico criminale e, alla fine… Continua a leggere “La Giostra Dei Fiori Spezzati, di Matteo Strukul”

Meglio tardi, di Marco Drvso

Meglio tardi, di Marco Drvso

“Quando il bambino era bambino” così inizia uno dei miei film preferiti, recitando una poesia di Handke (di cui ammetto di conoscere solo quella poesia), in un magico susseguirsi di immagini, che introducono lo spettatore alla meravigliosa vicenda dell’angelo che si toglie le ali, per provare la vita vera, su consiglio di uno strepitoso ex angelo, interpretato da Peter Falk.

Da quando ho intrapreso questo nuovo viaggio interiore, scopro tante cose sui meccanismi interiori che mi hanno condotto fin qui. Come ho scritto anni fa, noi funzioniamo come un computer e le parole che ci rivolgono agiscono sul nostro sistema operativo come stringhe di comando, che possono attivare o disattivare funzioni. Continua a leggere “Meglio tardi, di Marco Drvso”

Rubare il tempo, di Marco Drvso

Rubare il tempo, di Marco Drvso

Non c’è tempo, è una delle frasi più ricorrenti di questi tempi pazzi.
Si dedica tutto il tempo al lavoro e poco altro, trascurando quel che si ama fare, spesso buttandolo.
La vita è tempo, il mondo ci ruba il tempo e forse dobbiamo diventare più ladri del mondo e rubare il nostro tempo, per fare ciò che amiamo.
Adoro scrivere, ma non vergo un rigo da mesi. Adoro passeggiare, ma da mesi non percorro più di cinque passi. Adoro leggere, ma non riesco a dedicarmi ad un buon libro. Adoro vivere, ma passo il tempo a lavorare e sprecarlo.
È tempo che diventi ladro e riprenda ciò che è mio. Avrò l’eternità per riposare e sprecare tempo.
Marco Drvso

Il Cigno Reale, di Fabio S. P. Iacono

Il Cigno Reale, di Fabio S. P. Iacono

Il Cigno Reale

Una storia che…

Una storia da comporre.

Una storia nata anni fa, un libro che doveva chiamarsi “Il cigno di cristallo”.

Poi il tempo è passato, questa vicenda ha subito ulteriori modifiche, nel nome e nel contenuto, fino a divenire “Il cigno reale”, il libro che sto recensendo in questo momento.

Un libro che è il risultato di scelte, cambi di rotta e sensazioni contrastanti.

Un libro che è un puzzle, come spiega la quarta di copertina, un puzzle che si ricomporrà sotto il nostro sguardo, rapito da parole poste in un preciso ordine che si scaglieranno contro di noi, inondandoci con le loro emozioni.

Tre donne e un uomo, un affresco dalle tinte forti che esploderà con una forza impressionante.

Poche pagine, frasi veloci e precise, dirette, che non lasciano scampo. Continua a leggere “Il Cigno Reale, di Fabio S. P. Iacono”

Hallucigenia e brontosauri, di Marco Drvso

Hallucigenia e brontosauri, di  Marco Drvso

Quando si intrattiene una discussione, su qualsivoglia argomento, sarebbe cosa buona e giusta partire dal presupposto che si potrebbe anche dire una cazzata, a causa di dati incompleti, fanatismo nei confronti di una data scuola di pensiero o una visione troppo ristretta rispetto ad un quadro generale molto più ampio.

Per spiegare tale tesi, parlerò di due simpatici animali, ormai estinti, che sono stati al cento di ricostruzioni discordanti, diatribe e scoperte. Nel vasto mondo delle scienze fisiche e naturali ci sarebbero molteplici esempi, taluni esilaranti, come la disputa tra plutonisiti e nettunisti agli albori della geologia (la leggenda vuole che finirono a botte), altri fin troppo noti e discussi, come il confronto tra le idee di Tolomeo e Galileo, ma sarebbero lunghe, verbose e non aggiungerei nulla, oltre alla noia.Unico dettaglio che mi preme far notare è: Claudio Tolomeo (qualunque fosse il suo vero nome) non aveva torto, alla luce delle conoscenze dell’epoca e in un mondo dominato dalla fisica aristotelica, che non conosceva concetti base come gravità, relatività, contemplava l’idea di corpi assolutamente immobili ed era carente di strumentazione, il Mathematike syntaxis o Almagesto, che dir si voglia, era realmente la somma espressione della scienza astronomica. Continua a leggere “Hallucigenia e brontosauri, di Marco Drvso”

Il figlio prodigo, di Marcello Marrocchi

Il figlio prodigo, di Marcello Marrocchi

La canzone “il Figlio Prodigo” dal disco “La Perla Preziosa” di Marcello Marrocchi: http://www.marcellomarrocchi.it

Dal canale YouTube di Marcello Comitini

video: https://www.youtube.com/watch?v=OQyh-49zPiU

Libertà, poesia di Marcello Comitini

Libertà, poesia di Marcello Comitini

L’autore Marcello Comitini legge la sua poesia “Libertà” con lo sfondo di uno scenario, naturalistico e coinvolgente, esplorato dalla sensibilità di Infinito Immenso.

video: https://www.youtube.com/watch?v=H4PHOJe3Kxg

Il Cigno Reale, di Fabio S. P. Iacono 

Il Cigno Reale di Fabio S. P. Iacono

Il Cigno Reale

Una storia che…

Una storia da comporre.

Una storia nata anni fa, un libro che doveva chiamarsi “Il cigno di cristallo”.

Poi il tempo è passato, questa vicenda ha subito ulteriori modifiche, nel nome e nel contenuto, fino a divenire “Il cigno reale”, il libro che sto recensendo in questo momento.

Un libro che è il risultato di scelte, cambi di rotta e sensazioni contrastanti.

Un libro che è un puzzle, come spiega la quarta di copertina, un puzzle che si ricomporrà sotto il nostro sguardo, rapito da parole poste in un preciso ordine che si scaglieranno contro di noi, inondandoci con le loro emozioni.

Tre donne e un uomo, un affresco dalle tinte forti che esploderà con una forza impressionante. Continua a leggere “Il Cigno Reale, di Fabio S. P. Iacono “

IL MIO CONCETTO DI DESTINO, di Gregorio Asero

IL MIO CONCETTO DI DESTINO, di Gregorio Asero

IL MIO CONCETTO DI DESTINO.
Prima di tutto bisogna stabilire qual è il senso che attribuiamo alla parola”DESTINO”.
Per definirlo si intende il complesso di circostanze che toccano a un individuo, comprendendo quegli eventi che sfuggono al suo controllo, dove egli non ha alcun potere decisionale.

A mio modo di vedere devono essere inclusi i motivi diciamo … interni, infatti se un individuo ha una intelligenza limitata e si prefigge fini sbagliati, questo fa parte del suo destino : continuare a sbagliare. Il destino è quel complesso di fattori che determinano il corso della nostra esistenza. Continua a leggere “IL MIO CONCETTO DI DESTINO, di Gregorio Asero”

E’ così …  di Gregorio Asero

E’ così …  di Gregorio Asero

E’ così …
A me piace scoprire che le persone con le quali ho contatti, lungo il corso della mia vita, manifestino al mio animo intelligenza e un briciolo d’ironia, che non guasta mai, perché per associazione risvegliano in me quel sentimento che si chiama dolcezza.
Così, come si chiama dolcezza, dopo averlo assaggiato, il sapore di un frutto e che ci lascia in bocca quella soddisfazione che è univoca di ogni palato.


Con questo voglio dire che è bello scoprire improvvisamente che una persona, che magari hai avuto la ventura di conoscere da poco tempo, risvegli in te quella voglia di ritornare ragazzo, dove ogni cosa aveva il sapore delle scoperte universali; e d’improvviso ti vien voglia di “assaggiare” le sue labbra, così, solo perché ti sembrerebbe che con quel bacio, tu possa scoprire una nuova leggiadria.
Continua a leggere “E’ così …  di Gregorio Asero”

LA MIA ESISTENZA, di Gregorio Asero

LA MIA ESISTENZA, di Gregorio Asero

La mia esistenza si arrotola in quello che cerco di fare e quello che realizzo. La mia anima resta incantata per come io la faccio volare su qualcosa che non esiste e, come punizione per quell’ardito volo il fato mi riserva qualcosa di crudele.

E pur sempre un ambito premio, un dono, un onore, …..un castigo. Sì un castigo, perché il destino mi guarda negli occhi e vede in essi l’idolatria per la vita, per l’amore, questi il più crudele dei sentimenti.

Non c’è via di scampo a questa vita fatta di gioie e dolore che non la morte, dove i sentimenti si azzerano, ed io vago in un limbo senza fine. Quando salirò su quell’inesistente nave, forse non penserò più di aver vissuto invano.

Gregorio Asero

Il Piacere, di Gabriele D’Annunzio

Il Piacere, di Gabriele D’Annunzio

Il Piacere

da Roberto Baldini

Cos’altro dire di questo Capolavoro?

Pietra miliare.

Il primo romanzo moderno, questa è la definizione che molti danno a questo volume.

Il Capolavoro di D’Annunzio, un qualcosa d’inestimabile da tramandare alle generazioni future.

Un libro che non ha perduto il suo fascino e la sua potenza comunicativa.

Casomai è vero il contrario.

Inutile narrare dello scandalo che questa pubblicazione provocò ai suoi tempi. Se fossero esistiti i social, sai che putiferio…

La storia di Andrea Sperelli, inguaribile dandy che antepone l’immagine alla sostanza, segno di decadenza di quei tempi, tempi che si ripropongono a noi ogni giorno, poiché le cose non sono cambiate. Affatto. Continua a leggere “Il Piacere, di Gabriele D’Annunzio”

EL AUTOBÚS, di Manuel Echegaray

EL AUTOBÚS, di Manuel Echegaray

unnamed

El autobús viajaba hacia la esperanza. 

Iba por un camino donde el paisaje cambiaba y las aves se posaban en los trigales 

De pronto se oyó el trueno y de arriba cayeron las bombas ensordecedoras. 

Se levantó la tierra en columnas y el fuego pareció brotar de ella. Luego una nube de polvo y humo lo cubrió todo. 

La esperanza quedaba al otro lado de la frontera: ahora no importaba.

Imagen: www.quirkyscience.com

MANUEL ECHEGARAY.

BLOGS:

manologo.wordpress.com

eltigredepapel.wordpress.com

jacuzzimartinez.wordpress.com

REGALATE CULTURA, di Miriam Maria Santucci autrice

REGALATE CULTURA, di Miriam Maria Santucci autrice

regalate cultura

REGALATE CULTURA

Regalate e regalatevi gradevoli momenti di poesia, recitazione, musica e riflessione, con i volumetti di Miriam Maria Santucci editi da Sogni in Scena:

– “Le Impronte della Vita” – con DVD (€ 25,00 – scontato € 20,00)
– “Le Impronte della Vita” – solo cartaceo (€ 15,00 – scontato € 13,00)

– “Il Sentiero del Destino” (€ 15,00 – scontato €13,00)
– “La Luce dei Pensieri” (€ 18,00 – scontato €15,00)
– “Oltre l’Orizzonte” (€ 15,00 – scontato €13,00)

IVA e spedizione sul territorio italiano, comprese.
Contattateci in privato per l’acquisto e per info su eventuali ordini.