Cosa è?, di Maria Cannatella

Cosa

di Maria Cannatella

Non è vita questa, no.

Lo ripeto a me stessa durante la giornate,

difficili, combattive, impossibili.

Non è vita questa io lo so,

ma è la mia vita.

Forse la stessa che era scritta,

sicuramente da qualche parte,

tutto era già deciso.

Perchè mi è capitata ?

Non ho deciso io. Giuro.

Non sapevo che fosse così difficile,

vivere questa vita. Continua a leggere “Cosa è?, di Maria Cannatella”

Il Capriccio, da lilianadream

Il capriccio

da lilianadream  https://dialoghiaperti.com

Nessun essere umano non è esente nel essere stato definito ” un bambino capriccioso “. Il capriccio è un atteggiamento naturale del comportamento umano e si manifesta per la prima volta verso l’età dei 18 mesi. Tutti sono convinti che esso appartenga solo al bambino e poi si vada a sbiancare con il passare del tempo.

Da un punto di vista psicologico, i passaggi dovrebbero seguire questa strada, ma non è affatto così, sopratutto nella società odierna. Il capriccio si manifesta nell’uomo come una  naturale fase di sviluppo, perché prelude  al fatto che ogni essere umano ha bisogno della sua stagione per maturare.

È proprio qua la sua origine, il capriccio aiuta le successive fase di sviluppo neuropsicologiche, ossia regola il conflitto tra positivo e negativo di ogni fase di crescita, seguendo la parte di maturazione positiva e matura del processo di crescita. Continua a leggere “Il Capriccio, da lilianadream”

” MA CHI HA TENTATO CHI ?, di Rosa Cozzi

Ma chi

di Rosa Cozzi, Ma chi ha tentato chi?
Tra mitologia greca, esoterismo ebraico e patristica dei primi secoli, ecco una discutibile  sentenza dell’inventore del cristianesimo, dottor Paolo di Tarso:
“La donna impari in silenzio, in piena sottomissione. Non permetto alla donna di insegnare né di dominare sull’uomo; rimanga piuttosto in atteggiamento tranquillo.
Perché prima è stato formato Adamo e poi Eva; e non , Adamo fu ingannato, ma chi si rese colpevole di trasgressione fu la donna, che si lasciò sedurre” (dalla Prima Lettera a Timoteo).

Continua a leggere “” MA CHI HA TENTATO CHI ?, di Rosa Cozzi”

Signora, é caduta ?. No, non si preoccupi, faccio sempre così le scale !… di Rosa Cozzi

signora

di Rosa Cozzi Storie di amori, delitti, e di risate

Vi saluto senza fiato !…
Vi racconto cosa mi é capitato in un supermercato vicino casa mia.
Avevo come ogni settimana acquistato parecchia merce, il carrellino era strapieno, inoltre avevo la borsa termica per i surgelati, e un’altra con roba voluminosa ma leggera. Dunque mi ero caricata come un mulo !…
Come ogni volta mi accingo a salire al piano di sopra con la scala mobile, effettuo la medesima manovra, incomincio a salire, ma quasi in cima si rompe un supporto del trolley, che incomincia scivolare verso il basso.
Cerco di evitare il peggio, ma il peso era troppo per le mie forze, perdo l’equilibrio e precipito verso il basso, facendo diversi capitomboli.
Mi ritrovo con la faccia in giù, con la scala mobile che continua la sua corsa verso l’alto, e tutti che urlano, e io che continuo a rotolare .
Penso che sia giunta la mia ultima ora.
Qualcuno riesce a fermare quell’aggeggio infernale. Mi ritrovo con una gamba in alto con il ginocchio che mi faceva malissimo.

Continua a leggere “Signora, é caduta ?. No, non si preoccupi, faccio sempre così le scale !… di Rosa Cozzi”

“Quell’omicidio, suicidio,o incidente !…”, di Rosa Cozzi

Quel

di Rosa Cozzi

A volte la verità é così evidente, che gioca a nascondino con noi !…

Erano tutti accorsi alle urla strepitose, e dal gran baccano di pentole, sentite quella mattina dalla finestra della cucina ,situata a pianterreno dello stabile che si trovava all’angolo di via Sconosciuti.
stavano tutti ad aspettare un segno di vita dagli abitanti di quella casa, che dopo quell’urlo, era subentrato un assordante silenzio.
Ognuno diceva la sua senza avere elementi in mano, chi diceva suicidio, chi assassinio, chi incidente. Insomma si sparlava e si asseriva con sicurezza di qualcosa ancora incerto.
Erano già le nove, e se si continuava a stare li a sparlare cercando di tirare il numero buono, quel giorno sarebbe stato il più scioperato di sempre…
Molte persone avevano formato gruppi : chi era per l’assassinio asseriva che la casa era di facile accesso, e che prima o poi doveva succedere quella disgrazia annunciata.

Continua a leggere ““Quell’omicidio, suicidio,o incidente !…”, di Rosa Cozzi”

ATTRAZIONE FATALE, di Rosa Cozzi

Attrazione

di Rosa Cozzi “ ATTRAZIONE FATALE
Sono qui sul letto e col pensiero, ti rivedo seduta su quel divano , con i tuoi splendidi capelli sulle spalle, ignara della mia presenza.
Sorseggiavi un drink, e per un’istante, sei rimasta pensierosa a leccarti il labbro, ed io che ti guardavo sono stato rapito dal tuo gesto, così intimo e così sensuale, mi hai subito stregato con la tua bellezza.
Ho sentito dentro di me come un dardo infuocato, e ti ho desiderato come non avevo mai desiderato nessuna donna.
Dovevo averti, dovevi essere mia, e tutto avrei tentato perché diventasse realtà questa mia attrazione per te.
Hai teso la tua ragnatela, mi hai avvolto in un bozzolo invisibile, mi tieni stretto ma non ti fai toccare, quel filo di amore che mi fai sentire impalpabile ma forte mi tiene prigioniero, é Il segreto del piacere. 

Continua a leggere “ATTRAZIONE FATALE, di Rosa Cozzi”

La sera, di Antonietta Fragnito

di Antonietta Fragnito

A volte la sera mi coglie impreparata. Spesso sento di aver travolto le ore e di non poter andare a ritroso. Ogni giorno per me è un’ opportunità irripetibile.
In questo giorno bianco di neve, ad esempio, ho avuto pensieri scontati, ma alcuni inediti.
Io considero il pensiero un bene prezioso che preserva la nostra individualità.
Il pensiero è quanto di più sacro e inviolabile esiste al mondo. Non è dato a nessuno conoscerlo , tranne a chi lo pensa.
Il pensiero è la massima espressione di libertà. Sarebbe atto di onnipotenza leggere
l’ altrui pensiero. La bugia , la falsità, l’ ipocrisia in tal caso sarebbero smascherare, ma verrebbe a mancare il pathos, il mistero dei sentimenti e delle relazioni.
Ricordo con raccapriccio, quando, da bambina,mi dicevano che Dio conosceva ogni mio pensiero. Allora mi sforzavo di pensare bene, ma i pensieri cattivelli erano preponderanti
Sì, sento che stasera sono impreparata più del solito!
Ora mi avvio verso la camera da letto col bottino che ho trafugato oggi alla vita. So già che prima di dormire mi riguardero’ la refurtiva e abbraccero’ alcune cose particolarmente preziose! 💙💚💛❤

“Il vento e la pioggia”, di Le FAVOLE di ROSA

Il vento

di Le FAVOLE di ROSA

” Il vento e la pioggia “, Rosa Cozzi
Un giorno di primavera il cielo era pieno di nuvole cariche di pioggia, cadevano a grosse gocce sulla terra.
Il signor Eolo dio del vento che voleva tutto per se il cielo blu,s’infuriò e decise di soffiare via le nuvole.
Aveva così tanta voglia di soffiare per sfogare la sua furia, che sospingeva e faceva volare tutto ciò che si opponeva al suo passaggio.
Due goccioline molto piccole, si trovarono sospinte di qua e di là, volteggiando nel turbinio della tempesta, cercavano di aggrapparsi a qualche ramo o fiore che fosse ancora intero, e non spezzato dalla ira del vento.
Videro un fiore ormai soffione che resisteva ancora alle folate irose, e ci si lasciarono cadere sfinite. Viste così sembravano due fiori nuovi, brillavano come due diamanti, ma il vento si avvide di loro.

Continua a leggere ““Il vento e la pioggia”, di Le FAVOLE di ROSA”

“Il nonno coraggioso”, di Le FAVOLE di ROSA

Il nonno

di Le FAVOLE di ROSA

” Il nonno coraggioso”, di Rosa Cozzi
C’era una volta in un paesino molto bellino,pieno di fiori e di colori, una casetta piccolina molto carina, aveva anche il comignolo sul tetto, era abitato da due fratellini, bravi e buoni, dai loro genitori, e dal nonno.
Vivevano felici e contenti e ascoltavano sempre i consigli del nonno, che mentre andavano a passeggio in sua compagnia, raccontava loro sempre delle favole.
Un bel giorno mentre passeggiavano per la via fecero un incontro con unostrano personaggio, aveva l’aria minacciosa, e assomigliava stranamente a un grande e grosso topo. Aveva sulle spalle un grande sacco verde, il quale sembrava che parlasse e si muovesse, ma i fratellini non capivano il perché.C’era anche il loro cagnolino che iniziò ad abbaiare.

Continua a leggere ““Il nonno coraggioso”, di Le FAVOLE di ROSA”

” IL CLUB DEI GATTI “, di Le FAVOLE di ROSA

Il club

di Le FAVOLE di ROSA

” IL CLUB DEI GATTI “, di Rosa Cozzi
C’era una volta, vicino a casa mia, un grande albero di Ippocastano, si lamentava di essere solo soletto, intorno a lui non c’erano altri alberi, gli uomini avevano fabbricato tutto intorno, e avevano sprecato il prato che abbelliva la vista e faceva respirare aria di campagna.
Però la notte Yppo così si chiamava, veniva visitato da molti gatti di tutti i colori, che passavano la notte a miagolare e a rincorrersi tra i rami.
Era sempre affollato,ed era diventato il ritrovo dove smiagolare con altri gatti.
C’era Nerino con il pelo nero e setoso. Lui voleva comandare a tutti, e nessuno doveva dire o fare senza il suo permesso.
C’era Bianchina una gatta tutta bianca con gli occhi azzurri, e guardava a tutti con i suoi occhietti storti .

Continua a leggere “” IL CLUB DEI GATTI “, di Le FAVOLE di ROSA”

Presentazione del libro “L’ora del rancio” nell’ambito del progetto “L’inutile strage? C’era una volta la Grande Guerra”

L'ora del rancio_Mariavittoria Del Piano

AlessandriaÈ in programma martedì 27 febbraio, alle ore 17.30 nella Sala Consiglio del Palazzo Comunale di Alessandria (piazza della Libertà 1) un importante evento che contribuisce a rendere particolarmente fecondo il progetto “L’inutile strage? C’era una volta la Grande Guerra” che vede la Città di Alessandria riflettere nel corso del presente triennio del centenario della Prima Guerra Mondiale sui diversi aspetti — storici, sociali, bellici, culturali, relazionali… — ad essa correlati e da essa derivanti.

Invitati dal Sindaco della Città e dall’Assessore Comunale alle Manifestazioni ed Eventi, saranno diversi i relatori che approfondiranno il pregevole testo scritto, a questo riguardo, da Mariavittoria Del Piano e intitolato “L’ora del rancio” (edito da Tipografia “E. Canepa” – Spinetta Marengo, 2017 e stampato grazie al contributo del CSVaa). Continua a leggere “Presentazione del libro “L’ora del rancio” nell’ambito del progetto “L’inutile strage? C’era una volta la Grande Guerra””

A Tortona si presenta “Elettori ed eletti”, un libro di Federico Fornaro

PRESENTAZIONE LIBRO “ELETTORI ED ELETTI” (Tortona,27 febbraio 2018)

Martedì 27 febbraio alle ore 21 a Tortona, in via Montebello 41 nella sede di Liberi e Uguali verrà presentato l’ultimo libro di Federico Fornaro dedicato alla storia e al funzionamento dei sistemi elettorali.

Dopo il saggio sul fenomeno dell’astensionismo “Fuga dalle urne” (2016), Fornaro accompagna il lettore nei segreti del proporzionale e del maggioritario, con un excursus storico dei diversi sistemi elettorali che si sono succeduti dall’Unità d’Italia fino ai giorni nostri.

Dialogheranno con l’autore, Lisa Lanzone e Andrea Mignone, entrambi dell’Università di Genova.

Le poesie di Marina Marini Danzi al Mondadori Bookstore di Carrara

Marini Danzi

Le poesie di Marina Marini Danzi al Mondadori Bookstore di Carrara

di donatella beneventi

Nella vita quotidiana, Marina Marini Danzi lavora nella sanità, ma la sua grande passione è l’arte, in tutte le sue sfaccettature: spesso le sue poesie sono corredate da fotografie e disegni che lei stessa realizza e le sue opere sono state più volte premiate ed apprezzate in vari concorsi nazionali ed internazionali.

Sabato 24 febbraio alle ore 17 presso il Bookstore Mondadori di Carrara, nella centralissima via Roma, Marina presenterà la sua ultima fatica “Diluceombra”, terza pubblicazione dell’autrice, dopo ” Moti dell’anima” e ” Sfumature di Rosa”.In questa nuova raccolta, si trovano alcune novità rispetto al passato: Marina esprime totalmente se stessa, in un libro veramente tutto suo, senza apporti esterni, dove le immagini, le fotografie e i versi formano un tutto.

Continua a leggere “Le poesie di Marina Marini Danzi al Mondadori Bookstore di Carrara”