Iscrizioni servizio mensa scolastica

Iscrizioni servizio mensa scolastica

Novi Ligure: DAL 3 GIUGNO AL 14 GIUGNO 2019

Il rinnovo dell’iscrizione al servizio di mensa scolastica e l’iscrizione per i nuovi utenti per l’anno 2019/2020 si effettueranno presso l’ufficio Pubblica Istruzione del Comune di Novi Ligure, Via Gramsci 11, dal 3 giugno al 14 giugno 2019 con il seguente orario:

lunedì – mercoledì: 8.30/12.00 – 14.30/16.30

martedì – giovedì – venerdì: 8.30/12.00

Comne Novi Ligure

Per la determinazione delle tariffe, invariate rispetto allo scorso anno, le famiglie dovranno presentare la D.S.U. (calcolo ISEE) rilasciata nell’anno 2019.

Per la compilazione della stessa è possibile rivolgersi ai Centri di Assistenza Fiscale che forniscono gratuitamente questo servizio oppure acquisire direttamente l’attestazione con il servizio Online disponibile sul sito dell’INPS.

Alle famiglie che non presenteranno la D.S.U. o per le quali risulterà un reddito ISEE superiore a € 24.000,00 si applicherà la tariffa massima. La tariffa massima si applicherà altresì alle famiglie non residenti nel Comune di Novi Ligure, indipendentemente dal reddito.

Per il servizio mensa è attivo un sistema informatizzato di pagamento e prenotazione pasti che prevede il versamento anticipato di un credito presso l’ufficio Pubblica Istruzione, presso i punti di ricarica convenzionati oppure on line (secondo le modalità comunicate al momento dell’iscrizione); tale credito viene decurtato automaticamente ad ogni pasto consumato.

L’iscrizione è indispensabile per poter utilizzare la mensa scolastica a settembre 2019, in quanto gli alunni non iscritti, o per i quali non è stata rinnovata l’iscrizione, non avranno il codice personale attivo e non verranno riconosciuti come utenti del servizio per la prenotazione del pasto.

Per informazioni:

Ufficio Pubblica Istruzione, Via Gramsci 11

Telefono: 0143 772234 – 0143 772249 

Palmiro e il Sommo Libro della Costituzione aiutano i bambini a diventare cittadini

Di Maria Luisa Pirrone

Ho conosciuto il tenero e coraggioso Palmiro per caso.

Un giorno un caro amico, che aveva letto le sue avventure ai propri bambini, me lo ha presentato e così anch’io ho iniziato a seguirlo nel suo incredibile viaggio.

Ho letto “Palmiro e il Sommo Libro della Costituzione” tutto d’un fiato.

Uscito nel 2018, a 70 anni dall’entrata in vigore della Costituzione italiana, ci racconta la straordinaria storia di un bambino di dieci anni, dal nome importante, che vive sull’isola di Marenostro, dominata dal tirannico Re Malcontento. Per sfuggire alle sue prepotenze, un giorno Palmiro decide di partire, zainetto in spalla e mappa alla mano, alla volta del paese di Nascondino per trovare il Sommo Libro grazie al quale gli abitanti godono di diritti, libertà e pace. Come un vero cavaliere medievale, si mette alla ricerca di un tesoro, fatto non di gioielli preziosi ma delle leggi fondamentali di una società libera e democratica.

Continua a leggere “Palmiro e il Sommo Libro della Costituzione aiutano i bambini a diventare cittadini”

“L’altra Heimat – Cronaca di un sogno”: evento d’apertura del progetto “Immersi nelle storie”

Venerdì 15 e mercoledì 20 febbraio presso la Sala Conferenze dell’Associazione Cultura e Sviluppo (Piazza De Andrè 76, Alessandria), nell’ambito delle serate di presentazione del progetto “Immersi nelle storie: media literacy, visual story telling e identità di un territorio in trasformazione”, patrocinato dalla Fondazione SociAL, l’Associazione di cultura cinematografica e umanistica La Voce della Luna, in collaborazione con Officinema – Laboratorio cinematografico dell’I.I.S. Saluzzo-Plana di Alessandria, Università delle Tre Età di Alessandria e Fic (Federazione Italiana Cineforum), propone la visione del film “L’altra Heimat – Cronaca di un sogno” (Die Andere Heimat – Chronik einer Shnsucht, 2013) di Edgar Reitz.

INGRESSO LIBERO. Continua a leggere ““L’altra Heimat – Cronaca di un sogno”: evento d’apertura del progetto “Immersi nelle storie””

Cinema Macallè: programma delle proiezioni dall’8 al 12 febbraio

“IL PROFESSORE CAMBIA SCUOLA”, del regista francese Olivier Ayache-Vidal, con Denis Podalydès. Una commedia divertente, emozionante e sincera su scuola e integrazione. Scoprite la storia del professore Foucault e della sua nuova classe. Tutto è possibile quando incontri qualcuno che crede in te.

Trailer:

Programma:

► venerdì 08 febbraio ore 21.00
► sabato 09 febbraio ore 18.30 e ore 21.00
► domenica 10 febbraio ore 16.30, ore 18.30 e ore 21.00
► lunedì 11 febbraio ore 21.00
► martedì 12 febbraio ore 21.00

Ingresso 5€

Informazioni 334 9488905

Cinema Macallè – Via Marsala 1/A – Castelceriolo, Alessandria
Info 0131 585001 / 334 9488905

Comunicato stampa

Maria Luisa Pirrone

Gran Prix Bordino ‘Il Bordino e la scuola, per diffondere la cultura del motorismo storico’ 4° edizione

Gran Prix Bordino ‘Il Bordino e la scuola, per diffondere la cultura del motorismo storico’ 4° edizione

Appuntamento anche quest’anno, in attesa dello svolgimento nel mese di giugno del ‘Gran Prix Bordino, con il concorso “Il Bordino e la scuola, di ogni ordine e grado, per diffondere la cultura del motorismo storico”, giunto alla sua quarta edizione.

bordino img_1077bordino img_1075

Il concorso nasce dall’impegno degli organizzatori della ormai nota kermesse motoristica per promuovere ed approfondire, fra le nuove generazioni, tematiche afferenti al mondo dei motori ed aiutarli a comprendere la storia dell’evoluzione dell’automobile e delle trasformazioni che il suo utilizzo ha indotto nella società di oggi.

schermata 2019-01-29 a 17.03.28

Il concorso si rivolge agli studenti delle scuole primarie e secondarie di 1° e 2° grado di Alessandria e Provincia e  sarà articolato in ambiti tematici diversi a seconda dell’ordine della scuola partecipante; gli studenti potranno cimentarsi in lavori di gruppo o singoli, attenendosi ai seguenti temi:

scuola primaria:

rappresentazione di gare automobilistiche o manifesti di auto costruite entro il 1960

scuole secondarie di primo grado:

10 regole d’oro: Rispetta il Codice della Strada; Indossa il casco; Verifica gli pneumatici;Proteggi i bambini a bordo; Allaccia le cinture di sicurezza; Guida solo se sei lucido; Non usare il cellulare mentre guidi; Rispetta i limiti di velocità; Se sei stanco fermati e fai una sosta; Sii cortese e rispettoso. Continua a leggere “Gran Prix Bordino ‘Il Bordino e la scuola, per diffondere la cultura del motorismo storico’ 4° edizione”

A Ravenna si sperimenta il razzismo – di Marina Vicario

Gira in questi giorni l’articolo del professore che ha fatto sperimentare ai suoi alunni cosa vuol dire divisione razziale. Ha voluto far provare nell’anima cosa significa mettersi da parte con la forza.

Il trentenne Diego Baroncini (docente di lettere della seconda media all’istituto paritario San Vincenzo de’ Paoli di Ravenna) si è rivolto ai suoi alunni chiedendo, in maniera autoritaria, di dividersi tra chi risedieva a Ravenna e chi no. Ha continuato chiedendo di togliere monili, gioielli, occhiali e metterli sul banco fino a rimanere scalzi e con i pantaloni calati a coloro che non erano residenti (e alcuni hanno obbedito).

I ragazzi, benché avessero capito di essere oggetto di esperimento, hanno eseguito ciò che il professore chiedeva. Alla domanda del perchè stessero zitti, hanno risposto perché era stato il professore a chiederlo; a quel punto è iniziata la lezione. Da come riporta La Repubblica.it il professore ha risposto “Ma se l’autorità commette qualcosa di atroce voi non dovete tacere. Succedeva cosi anche con le leggi razziali: alcuni avevano paura di esporsi pur riconoscendo che non erano giuste, altri hanno reagito con un atteggiamento superficiale”.
________________________

Personalmente sono dalla parte di quel professore che ha voluto far toccare con mano, anche se per pochi minuti, un mondo che è esistito, un odio che è stato concreto, uno sgomento che prendeva la pancia e spero che quella lezione sia servita davvero a qualcosa.

Dal canto mio ho sempre sostenuto che i giovani tedeschi fossero a loro volta vittime plagiate da un dictat estremo. Un lavaggio del cervello inevitabile.
Immaginavo quei ragazzi che prima compagni e amici, in poco tempo si trovarono a dividersi come nemici e molti di loro cominciarono perfino a odiarsi.

Una piaga ancora aperta, che però non è servita a insegnare più umanità. Oggi ci sono guerre, prigionieri, schiavitù. In alcune regioni del mondo ci sono condizioni disumane di tutti i generi e non sono terminate le persecuzioni a causa della religione e razza.

Tutta la vicenda nei dettagli in questo link di La Repubblica.it Bologna

https://bologna.repubblica.it/cronaca/2019/01/25/news/la_lezione_del_prof_per_il_giorno_della_memoria_chi_e_di_ravenna_si_tolga_occhiali_e_scarpe_non_verra_piu_a_scuola_-217418179/

 

Riflessioni e dati sulla povertà educativa, di Lia Tommi

Quanto incide l’ambiente di provenienza sulle competenze degli studenti?
I livelli di apprendimento di chi nasce in una famiglia svantaggiata spesso sono più bassi. Una tendenza che non va considerata inevitabile, altrimenti il rischio è che i territori più deprivati producano minore capitale umano, aggravando la propria condizione.

Uno degli obiettivi del sistema educativo dovrebbe essere consentire a tutti, in base alle proprie capacità, di accedere ai livelli più alti di istruzione. A prescindere dalle condizioni della famiglia di origine, ciascun minore ha diritto di veder sviluppato il proprio potenziale.

Si tratta di un principio cardine non solo per il sistema scolastico, ma per una società che aspiri ad essere pienamente equa e democratica. Tanto da essere sancito anche nella costituzione italiana, che all’articolo 34 recita:

La scuola è aperta a tutti. (…) I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso.

– Costituzione italiana (art. 34)
L’obiettivo dei costituenti, così importante da inserirlo nella carta fondamentale, era superare la concezione per cui il diritto allo studio fosse una prerogativa di chi poteva permetterselo. Una concezione della scuola che riproduceva (rinforzandolo) il sistema sociale esistente. Oggi l’approccio alla questione è cambiato. La mobilità sociale viene considerata un valore non solo in termini di equità, ma anche per lo sviluppo economico. Continua a leggere “Riflessioni e dati sulla povertà educativa, di Lia Tommi”

Secondo Open Day all’Istituto di Istruzione “Vinci – Migliara”

Secondo Open Day all’Istituto di Istruzione “Vinci – Migliara”

Si è tenuto nella giornata di domenica 20 gennaio il secondo Open Day all’Istituto di Istruzione “Vinci – Migliara”, che ha aperto le proprie porte a genitori e figli delle scuole medie inferiori, in visita per conoscere i docenti e scoprire le aule dello storico istituto alessandrino.

sec napoli-peluso-forlinisec image2sec image1

Grande attesa per il laboratorio di chimica che, come preannunciato dai giornali della provincia di Alessandria, ha presentato esperimenti con gli alimenti e con le tabelle nutrizionali, guidando i ragazzi alla scoperta di un’alimentazione sana e consapevole. Un occhio alla tavola e uno al cielo, con lo studio delle costellazioni grazie agli smartphone, che diventano veri e propri strumenti didattici grazie all’app SkyMap.

Vinci-Migliara come luogo di apprendimento, certo, ma anche come possibilità di farsi strada nel mondo del lavoro: è il caso, ad esempio, di Francesca Napoli e Arianna Peluso, ex studentesse dell’Istituto che hanno spiegato ai ragazzi come la gita dello scorso anno a Budapest, realizzata dal Vinci con il gruppo Stat Viaggi di Casale Monferrato, abbia permesso loro di trovare un’opportunità lavorativa proficua ed interessante, proprio con la stessa agenzia che aveva accompagnato le classi. Continua a leggere “Secondo Open Day all’Istituto di Istruzione “Vinci – Migliara””

Casale Monferrato, i piatti della mensa si fondono col cibo caldo: a scuola arrivano i Nas

Casale Monferrato, i piatti della mensa si fondono col cibo caldo: a scuola arrivano i Nas

È successo in una scuola di Casale Monferrato, in provincia di Alessandria. I Nas hanno sequestrato 4000 piatti biodegradabili usati nella mensa scolastica per servire i pasti agli alunni. A segnalare il problema è stata una mamma che, dopo aver ascoltato la figlia dodicenne, si è rivolta ai carabinieri.

mensa-scuola-menu-differenziato-300x225

di Susanna Picone https://www.fanpage.it

Intervento dei Nas in una scuola media di Casale Monferrato, nella provincia di Alessandria. Nella mensa della scuola accade che i piatti biodegradabili di plastica e le posate si fondono con i cibi caldi. A segnalare il problema è stata la mamma di una alunna, preoccupata per i possibili rischi alla salute della figlia di dodici anni. Secondo la descrizione della donna, alla bambina il piatto in mensa era rimasto in mano e si era letteralmente sciolto insieme con la polenta bollente. Preoccupata ha quindi deciso di presentare la denuncia da cui è partita l’inchiesta. A quel punto i Nas hanno sequestrato, a scopo cautelativo, 4000 piatti utilizzati per servire i pasti in mensa ai giovani studenti Continua a leggere “Casale Monferrato, i piatti della mensa si fondono col cibo caldo: a scuola arrivano i Nas”

Scuola e arte in carcere: laboratori interattivi per la riscoperta dell’individuo, di Lia Tommi

Nell’ ambito del Festival delle arti recluse , il CESP ( Centro studi per la scuola pubblica) è stato invitato ad organizzare un seminario interregionale di aggiornamento/ formazione, svolto nella prima parte nella Casa di Reclusione di San Michele e nella seconda all’Associazione Cultura e Sviluppo, il 14 dicembre.

L’azione progettuale del CESP- Rete delle scuole ristrette si è soffermata, in questi anni, sulla rilevazione dei bisogni educativi propri della popolazione detenuta ed è stata finalizzata alla messa in atto di una strategia in grado di fornire risposte in termini educativi alla popolazione “ristretta” , tenendo conto della pluralità delle istanze provenienti dal variegato e complesso ambiente penitenziario.

Il lavoro in rete con i docenti impegnati nelle istituzioni penitenziarie di buona parte delle scuole italiane, ha contribuito alla riabilitazione della persona ristretta, in vista della sua fuoriuscita del contesto detentivo.

I laboratori didattici formativo-interattivi si presentano contemporaneamente come un metodo operativo, ovvero un modo per interagire con la realtà per comprenderla e/o cambiarla e come uno spazio a se` stante , ambiente inclusivo e tras- formativo di apprendimento, che rende possibile l’attuazione di percorsi per produrre apprendimenti spendibili in contesto esterno.

Sono stati realizzati tre laboratori:

– Apprendere la biblioteca in carcere

– Arte e cultura in carcere ( bottega d’arte)

– Scrittura e letteratura in carcere ( lettura del V e XXVI Canto dell’Inferno)

In chiusura spettacolo teatrale in due atti tratti dal racconto di Giambattista Basile: “La serpe”. Testo di uno studente “ristretto” della Casa di Reclusione di Alessandria. Interprete Miriam Loco, attrice.

“Il piccolo Principe ed Io”: Anteprima all’Auditorium della scuola Vochieri di Alessandria. Adattamento di Federica Sassaroli del celebre racconto di A. DE SAINT-EXUPÉRY.

“Il piccolo Principe ed Io”: Anteprima all’Auditorium della scuola Vochieri di Alessandria. Adattamento di Federica Sassaroli del celebre racconto di A. DE SAINT-EXUPÉRY.

Alessandria: Andrà in scena Venerdì 30 novembre in doppia replica alle ore 9.15 e alle ore 12 all’Auditorium della Scuola Media Vochieri di Alessandria il nuovo spettacolo di Federica Sassaroli “The principito und moi: il piccolo principe ed io”, adattamento del celebre racconto scritto da Antoine De Saint-Exupéry.

pic _BPL6949_Wpic _BPL3370_W

La particolarità dell’adattamento, in scena nel 2019 in diversi teatri e scuole del Nord Italia, consiste nel fatto di essere uno spettacolo multilingue, adattabile alle esigenze del pubblico scolastico, in particolare modo in base alle lingue studiate dai bambini/ragazzi a cui verrà proposto lo spettacolo.

Il Piccolo Principe della Sassaroli avrà infatti la possibilità di viaggiare tra pianeti diversi, cambiando, a seconda del pianeta visitato, la lingua utilizzata (italiano, inglese, francese, tedesco o spagnolo). Continua a leggere ““Il piccolo Principe ed Io”: Anteprima all’Auditorium della scuola Vochieri di Alessandria. Adattamento di Federica Sassaroli del celebre racconto di A. DE SAINT-EXUPÉRY.”

TORTONA AVVICINA GLI STUDENTI AL TERRITORIO ATTRAVERSO L’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO.

TORTONA AVVICINA GLI STUDENTI AL TERRITORIO ATTRAVERSO L’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO.

Una storica azienda Tortonese, la Fia-Trac, venerdì scorso ha aperto le porte e accolto diverse classi del Liceo G.Peano, nell’ambito dell’iniziativa promossa da Confindustria Alessandria in occasione della Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese.

Giovani e imprese

Tra i presenti all’evento esponenti di Confindustria, Tiziano Maino, in rappresentanza della Piccola Industria, Paolo Bastianello, coordinatore nazionale del gruppo “Made In”, il Sindaco di Tortona Gianluca Bardone e il Vice Sindaco Marcella Graziano, la Dirigente scolastica Maria Rita Marchesotti.

Ai ragazzi degli ultimi anni del  Liceo è stata offerta un’ulteriore occasione per conoscere una delle aziende più rappresentative del nostro territorio, approfondire le dinamiche del mondo del lavoro e comprendere quali opportunità la realtà Tortonese possa offrire a chi si approssima a scelte importanti per il futuro.

Si conferma quindi l’attenzione e la progettualità che Tortona, in collaborazione con tante altri enti pubblici e privati, anche a livello Provinciale, sta concretizzando per accostare con consapevolezza gli studenti al mondo del lavoro e al sistema economico produttivo che fa parte della realtà tortonese, valorizzando lo strumento-risorsa dell’alternanza scuola lavoro. Continua a leggere “TORTONA AVVICINA GLI STUDENTI AL TERRITORIO ATTRAVERSO L’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO.”

La mia scuola accogliente, di Cristina Saracano

Alessandria: In data venerdì 23 novembre alle ore 10,00 si terrà presso l’Istituto
“A. Volta” di Alessandria l’inaugurazione del progetto “#La Mia Scuola Accogliente” indetto dal Ministero dell’istruzione Università e Ricerca nel 2015.
Il progetto, curato da un pool di professionisti, prevede in sintesi una completa rivisitazione artistica dell’atrio per poter “trasformare” l’ingresso in un ambiente inclusivo, accogliente, davvero a misura di studente.
Pannelli colorati e azioni grafico – decorative degli studenti, in piena linea con lo stile architettonico dell’Architetto Ignazio Gardella che progettò la scuola, renderanno gli spazi una vera e propria “brochure vivente”, in modo che chiunque entri in istituto possa avere un’idea immediata delle sue caratteristiche e della progettualità offerta.
Il progetto è stato seguito anche dal figlio dell’architetto Ignazio Gardella: Jacopo Gardella, architetto di fama nazionale che il 23 novembre sarà presente nella nostra scuola.
I docenti Roberto Mirone e Nicoletta Martini veri protagonisti di questa “ristrutturazione creativa” illustreranno alla comunità scolastica le fasi dello sviluppo progettuale, dagli albori fino alla stesura definitiva e completa. Il tutto è stato possibile anche grazie al contributo di importanti partner e sponsor tra cui citiamo il Comune e la Provincia di Alessandria, Confindustria, l’Università del Piemonte Orientale, il bisettimanale “Il Piccolo”, la sede Alessandria Calcio, ma anche aziende del territorio come la Centrale del latte, la CIA, la B4WEB, l’Ordine degli Architetti e degli Ingegneri.
Seguirà al pomeriggio un convegno sul tema del “Razionalismo” che siamo onorati di ospitare presso la struttura dell’istituto “Alessandro Volta”: una vera “opera d’arte” frutto di uno studio architettonico di rilevante importanza.
Entrambe gli eventi rientrano nell’ambito dei festeggiamenti in onore degli 850 ANNI della Città di Alessandria. Continua a leggere “La mia scuola accogliente, di Cristina Saracano”

Coppa Italia 2018 di KungFu Vietnamita e Galà per il Quarantennale della Scuola Wutao Alessandria

Coppa Italia 2018 di KungFu Vietnamita e Galà per il Quarantennale della Scuola Wutao Alessandria

Alessandria, 17 e 18 novembre 2018

La conferenza stampa odierna nella Sala Giunta di Palazzo Comunale di Alessandria si è svolta alla presenza di Pier Vittorio Ciccaglioni, Assessore comunale allo Sport di Alessandria, di Maurizio Massara, Maestro fondatore e Presidente pro-tempore della polisportiva “A.S.D. Sport Center Alessandria”, e di Luisa Girotto e Renato Gandolfi, rispettivamente Segretaria e Consigliere della polisportiva “A.S.D. Sport Center Alessandria”.

L’oggetto della convocazione era particolarmente importante, nell’ambito degli avvenimenti sportivi di prim’ordine dell’anno nella Città di Alessandria: lo era per una duplice ragione, incentrata su quanto è in programma il prossimo weekend, 17 e 18 novembre, al Palazzetto dello Sport “PalaCima” di Alessandria (in Lungo Tanaro San Martino).

Per un verso, infatti l’attenzione si è incentrata sul’evento — anzi sul “duplice evento” — organizzato dall’Accademia Wutao Sport Center Alessandria A.S.D  (con sede in Via Fiume 22).

La pluri-titolata Associazione Sportiva Dilettantistica cittadina, è stata infatti incaricata di organizzare la gara nazionale di KUNGFU (Arti marziali sino-vietnamite) denominata “COPPA ITALIA 2018”, con la partecipazione di vari Club affiliati alla Federazione nazionale e provenienti da diverse Regioni d’Italia nelle giornate di sabato 17, dalle ore 12.00, e domenica 18 novembre, dalle ore 10.00. Continua a leggere “Coppa Italia 2018 di KungFu Vietnamita e Galà per il Quarantennale della Scuola Wutao Alessandria”

Approvato il progetto di fattibilità tecnico economica per i lavori alla Scuola Luca Valenziano

Approvato il progetto di fattibilità tecnico economica per i lavori alla Scuola Luca Valenziano

tortona-ex-caserma-passalacqua-municipio-copia

Tortona: La Giunta Comunale, nella seduta del 25 ottobre 2018, ha approvato il progetto di fattibilità tecnico economica che consentirà di realizzare numerosi interventi di riqualificazione della Scuola secondaria di primo grado Luca Valenziano di Corso Cavour, che ospita circa  400 alunni.

I lavori, che riguardano l’efficientamento energetico, l’adeguamento in materia di prevenzione antisismica e di sicurezza dei luoghi e degli impianti verranno finanziati attraverso mutuo ventennale di 800.000,00 euro, a tasso agevolato dello 0,25% , come previsto dal Decreto del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, cosiddetto “Fondo Kyoto”. Continua a leggere “Approvato il progetto di fattibilità tecnico economica per i lavori alla Scuola Luca Valenziano”