Smog, inizio anno negativo a Torino. Ecco i dati del monitoraggio della qualità dell’aria e della ricerca “CittAccessibili”

Smog, inizio anno negativo a Torino. Ecco i dati del monitoraggio della qualità dell’aria e della ricerca “CittAccessibili”

Piemonte, Legambiente fa appello a Sindaci e candidati alla presidenza della Regione: “Servono politiche coraggiose e efficaci a favore della mobilità urbana a zero emissioni e per il ripristino delle linee ferroviarie pendolari tagliate”

Galleria foto e video della tappa torinese qui http://bit.ly/fotoTrenoVerde2019

Brutto inizio d’anno per la città di Torino per quanto riguarda l’inquinamento atmosferico. Dall’inizio dell’anno i limiti normativi previsti per il PM10 – 35 superamenti giornalieri ammissibili in un anno – sono stati già abbondantemente superati. Ben 51, infatti, le giornate in cui sono stati oltrepassati i livelli critici di polveri sottili nella centralina di Torino-Grassi. Un andamento purtroppo in linea con i dati raccolti nei monitoraggi ambientali dello scorso anno, e che non deve passare inosservato all’attenzione delle amministrazioni.

Il Treno Verde, la campagna di Legambiente e del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, è in questi giorni in sosta alla stazione Porta Nuova di Torino. I risultati del monitoraggio scientifico della qualità dell’aria –realizzato grazie al progetto di Citizen Science di Legambiente Volontari per Natura – sono stati presentati questa mattina nella Sala Gonin, all’interno della stazione, da Davide Sabbadin, Portavoce del Treno Verde e Federico Vozza, vicepresidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, in apertura a “Muoviamoci bene”, secondo Forum per la Mobilità Nuova in Piemonte, iniziativa realizzata grazie al contributo di Fondazione CRT e bluetorino. Continua a leggere “Smog, inizio anno negativo a Torino. Ecco i dati del monitoraggio della qualità dell’aria e della ricerca “CittAccessibili””

Allerta smog – scatta il semaforo arancio anche a Tortona

Allerta smog – scatta il semaforo arancio anche a Tortona

Scatta, per la prima volta dall’adozione del nuovo Protocollo operativo per l’attuazione delle misure urgenti antismog nel bacino padano, il semaforo arancione per il Comune di Tortona.

Schermata 2019-02-19 a 16.12.35

Dalla giornata di oggi, 19 febbraio 2019 entrano in vigore le limitazioni temporanee di natura  ambientale e viabilistica, contenute nelle ordinanze nn. 245 e 246 del 05 novembre 2018.

Le limitazioni resteranno in vigore almeno sino a giovedì prossimo, giorno stabilito per la nuova rilevazione dei valori dello smog da parte di Arpa Piemonte e del conseguente aggiornamento del semaforo regionale.

Il semaforo arancione – allerta di primo livello indica 4 giorni consecutivi di superamento, misurati nelle stazioni di riferimento, del valore di 50 μg/m3 della concentrazione di PM10.

Oltre alle misure strutturali sempre vigenti, consultabili sul sito del Comune di Tortona, nell’apposita sezione dedicata sul sito del Comune di Tortona, l’attivazione dell’allerta di primo livello comporta le seguenti limitazioni temporanee: Continua a leggere “Allerta smog – scatta il semaforo arancio anche a Tortona”

Rampazzo. Smog e “finta primavera”: i cambiamenti climatici mandano in tilt le colture e torna stop in città

Rampazzo. Smog e “finta primavera”: i cambiamenti climatici mandano in tilt le colture e torna stop in città

Coldiretti. Preoccupano le temperature minime di 2,2 gradi superiori alla media

Non si può continuare a rincorrere le emergenze, serve più verde pubblico e privato 

Alessandria: A favorire lo smog nelle città è l’azione combinata dei cambiamenti climatici, del traffico e della ridotta disponibilità di spazi verdi che concorrono a combattere le polveri sottili e gli inquinanti gassosi.

ramp-sito.png

Ad Alessandria, da oggi al 21 febbraio, stop ai diesel fino a euro 4, divieto di sosta con motore acceso, limiti di temperatura per abitazioni e spazi commerciali: misure restrittive alla circolazione scattate per l’assenza di vento e pioggia.

Il caldo anomalo di questi giorni, con temperature minime di 2,2 gradi superiori alla media, sta mandando in tilt le coltivazioni che si stanno predisponendo alla ripresa vegetativa con l’inizio del rigonfiamento delle gemme nelle piante da frutto e lo spuntare di fiori spontanei come le viole nei prati.

“Questa finta primavera inganna le coltivazioni favorendo un “risveglio” che le rende particolarmente vulnerabili all’eventuale prossimo arrivo del gelo con danni incalcolabili. Una situazione che – afferma il Presidente Coldiretti AlessandriaMauro Bianco – aggrava il già pesante bilancio delle perdite che si sono verificate dall’inizio dell’anno a causa dei cambiamenti climatici che si sono manifestati con il moltiplicarsi di eventi estremi, sfasamenti stagionali e precipitazioni brevi ma intense che il terreno non riesce ad assorbire”. Continua a leggere “Rampazzo. Smog e “finta primavera”: i cambiamenti climatici mandano in tilt le colture e torna stop in città”

Limitazioni in vigore ad Alessandria per l’allerta di 1° livello stabilita dal Protocollo per le misure antismog

Dal 19 al 21 febbraio 2019 limitazioni in vigore ad Alessandria per l’allerta di 1° livello stabilita dal Protocollo per le misure antismog

Si comunica che — in linea con quanto stabilito dal  vigente “Protocollo operativo per l’attuazione delle misure urgenti antismog” — il Comune di Alessandria si trova posizionato al livello 1 (allerta di 1° livello ARANCIO) da domani 19 a giovedì 21 febbraio 2019 compreso,  prossimo giorno di controllo da parte di ARPA Piemonte.

allerta semaforo

Il primo livello (ARANCIO) è relativo al superamento per 4 giorni consecutivi del valore di 50 μg/m 3 di PM10.

Per questo, si segnalano le limitazioni temporanee che saranno in vigore in Alessandria dal 19 al
21 febbraio compreso
:

  1. stop delle auto private di classe emissiva fino a euro4 diesel dalle ore 8.30 alle ore 18.30.
  2. stop dei veicoli commerciali diesel fino a euro4 dalle ore 8.30 alle 12.30
  3. divieto di sosta con il motore acceso
  4. divieto di utilizzo dei generatori a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con classe di prestazioni energetiche ed emissive almeno per la classe 3 stelle.
  5. divieto assoluto di combustioni all’aperto (falò, barbecue, fuochi d’artificio ecc.)
  6. introduzione del limite di 19°c (con tolleranza di 2°c) per le medie nelle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali
  7. divieto di spandimento di liquami zootecnici

Le informazioni di dettaglio sono consultabili sul sito internet:

http://www.arpa.piemonte.it/approfondimenti/temi-ambientali/aria/aria/semaforo-qualita-dellaria-pm10

Nuovo Allarme smog ad Alessandria, allerta di 1° livello stabilita dal Protocollo per le misure antismog

Nuovo Allarme smog ad Alessandria, allerta di 1° livello stabilita dal Protocollo per le misure antismog

Dal 12 al 14 febbraio 2019 limitazioni in vigore ad Alessandria per l’allerta di 1° livello stabilita dal Protocollo per le misure antismog

SMOG DI OGGI  29 01 2002
per Diego Colombo

(Foto: Yuri Colleoni)

Si comunica che — in linea con quanto stabilito dal  vigente “Protocollo operativo per l’attuazione delle misure urgenti antismog” — il Comune di Alessandria si trova posizionato al livello 1 (allerta di 1° livello ARANCIO) da domani 12 a giovedì 14 febbraio 2019 compreso,  prossimo giorno di controllo da parte di ARPA Piemonte.

Il primo livello (ARANCIO) è relativo al superamento per 4 giorni consecutivi del valore di 50 μg/m 3 di PM10.

Per questo, si segnalano le limitazioni temporanee che saranno in vigore in Alessandria dal 12 al
14 febbraio compreso
:

  1. stop delle auto private di classe emissiva fino a euro4 diesel dalle ore 8.30 alle ore 18.30.
  2. stop dei veicoli commerciali diesel fino a euro4 dalle ore 8.30 alle 12.30
  3. divieto di sosta con il motore acceso
  4. divieto di utilizzo dei generatori a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con classe di prestazioni energetiche ed emissive almeno per la classe 3 stelle.
  5. divieto assoluto di combustioni all’aperto (falò, barbecue, fuochi d’artificio ecc.)
  6. introduzione del limite di 19°c (con tolleranza di 2°c) per le medie nelle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali
  7. divieto di spandimento di liquami zootecnici

Le informazioni di dettaglio sono consultabili sul sito internet:

http://www.arpa.piemonte.it/approfondimenti/temi-ambientali/aria/aria/semaforo-qualita-dellaria-pm10

Smog, Allerta 1: Limitazioni al traffico veicolare, dalle ore 8.30 alle ore 18.30 e altri provvedimenti

Smog, Allerta 1: Limitazioni al traffico veicolare, dalle ore 8.30 alle ore 18.30 e altri provvedimenti

Alessandria: Dal 7 al 10 dicembre 2018 permangono le limitazioni in vigore ad Alessandria per l’allerta di 1° livello stabilita dal Protocollo per le misure antismog

alerta Semaforo Allerta antismog_06-12-2018

In linea con quanto stabilito dal  vigente “Protocollo operativo per l’attuazione delle misure urgenti antismog”, si comunica che il Comune di Alessandria permane al livello 1 (allerta di 1° livello ARANCIO)

da domani venerdì 7 dicembre a lunedì 10 dicembre 2018 compreso,  prossimo giorno di controllo da parte di ARPA Piemonte.

Il primo livello (ARANCIO) è relativo al superamento per 4 giorni consecutivi del valore di 50 μg/m 3 di PM10.

Per questo, si segnalano le limitazioni temporanee che saranno in vigore in Alessandria dal 7 al  10 dicembre compreso: Continua a leggere “Smog, Allerta 1: Limitazioni al traffico veicolare, dalle ore 8.30 alle ore 18.30 e altri provvedimenti”

Allerta 1° livello misure antismog ad Alessandria

Dal 4 al 6 dicembre 2018 limitazioni in vigore ad Alessandria per l’allerta di 1° livello stabilita dal Protocollo per le misure antismog

Si comunica che — in linea con quanto stabilito dal  vigente “Protocollo operativo per l’attuazione delle misure urgenti antismog” — il Comune di Alessandria si trova posizionato al livello 1 (allerta di 1° livello ARANCIO) da domani 4 a giovedì 6 dicembre 2018 compreso,  prossimo giorno di controllo da parte di ARPA Piemonte.

Allerta Antismog_03-12-2018

Il primo livello (ARANCIO) è relativo al superamento per 4 giorni consecutivi del valore di 50 μg/m 3 di PM10.

Per questo, si segnalano le limitazioni temporanee che saranno in vigore in Alessandria dal 4 al
6 dicembre compreso
:

  1. stop delle auto private di classe emissiva fino a euro4 diesel dalle ore 8.30 alle ore 18.30.
  2. stop dei veicoli commerciali diesel fino a euro4 dalle ore 8.30 alle 12.30
  3. divieto di sosta con il motore acceso
  4. divieto di utilizzo dei generatori a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con classe di prestazioni energetiche ed emissive almeno per la classe 3 stelle.
  5. divieto assoluto di combustioni all’aperto (falò, barbecue, fuochi d’artificio ecc.)
  6. introduzione del limite di 19°c (con tolleranza di 2°c) per le medie nelle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali
  7. divieto di spandimento di liquami zootecnici

Le informazioni di dettaglio sono consultabili sul sito internet: Continua a leggere “Allerta 1° livello misure antismog ad Alessandria”

Paolo Borasio: Nuove disposizioni anti-Smog in attuazione delle Legge Regionale

Nuove disposizioni anti-Smog in attuazione delle Legge Regionale

Alessandria: La Regione Piemonte con D.G.R. n. 42-5805 del 20 ottobre 2017 ha dato attuazione agli impegni previsti dal “Nuovo accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano” approvando, oltre ai criteri di individuazione e gestione delle situazioni di perdurante accumulo degli inquinanti, nuove misure strutturali che prevedono la limitazione della circolazione di alcune tipologie di veicoli diesel a partire dalla stagione invernale 2018/2019.

A partire dal 1° ottobre 2018 sono, dunque, attive le seguenti misure stabili per la limitazione delle emissioni:

ord PLANIMETRIA STOP AUTO 2018-2019

  • divieto di circolazione dalle ore 0 alle 24 di tutti i autoveicoli dotati di motore diesel e di tutti i veicoli adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) con omologazione inferiore all’EURO 1 (Direttiva 91/441/CEE, Direttiva 93/59/CEE, Direttiva 91/542/CEE)
  • divieto di circolazione veicolare dalle ore 8.30 alle 18.30 nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dei autoveicoli dotati di motore diesel e adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) con omologazione uguale a EURO 1 e EURO 2 (Direttiva 94/12/CE – Direttiva 96/69/CE, Direttiva 91/542/CEE)
  • divieto di circolazione veicolare dalle ore 8.30 alle 18.30 nei giorni feriali dal lunedì al venerdì e nel solo periodo invernale (1° ottobre – 31 marzo) dei veicoli dotati di motore diesel e adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) con omologazione uguale a EURO 3 (Direttiva 98/69/CE, Direttiva 99/96/CE)
  • divieto di circolazione veicolare dalle ore 0 alle 24 nel solo periodo invernale ( 1° ottobre – 31 marzo) di tutti i ciclomotori o motocicli adibiti al trasporto di persone con omologazione inferiore all’Euro 1.
  • divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso;
  • obbligo di utilizzare, a partire dal 1° ottobre 2018, nei generatori di calore a pellets di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, pellets che siano realizzati con materiale vegetale prodotto dalla lavorazione esclusivamente meccanica di legno vergine e comunque materiali non contaminati da inquinanti;
  • il divieto di combustione all’aperto del materiale vegetale di cui all’articolo 182 comma 6-bis del decreto legislativo n. 152/2006 in tutti i casi previsti da tale articolo, nel periodo compreso tra il 1° ottobre di ogni anno e il 31 marzo dell’anno successivo, come disposto dall’Ordinanza Sindacale permanente n. 834 del 21.12.2017.

Continua a leggere “Paolo Borasio: Nuove disposizioni anti-Smog in attuazione delle Legge Regionale”

Gli alberi migliorano la qualità della vita

Altre piante tagliate perchè davano fastidio alle auto!!!

di Pier Carlo Lava. Alessandria

La fine dell’albero: Sono da sempre un amante del verde, forse anche perchè ho la fortuna di risiedere da tempo in un quartiere nel quale i criteri costruttivi dell’epoca concedevano molto spazio al verde e in particolare agli alberi, che nel tempo sono cresciuti e diventati alti sino a superare in molti casi i palazzi e questo mi ha fatto capire quanto gli stessi siano importanti per migliorare la qualità di vita delle persone che ci abitano.

gli Piante tagliate, davano fastidio alle auto.jpg

Al quartiere Borsalino tempo fa è stata eseguita una sentenza, dopo oltre 30 anni un albero è stato abbattuto. Non so perchè lo abbiano fatto ma voglio sperare che ci siano stati fondati motivi. Non sono un esperto e perciò non posso esserne certo ma vedendo il tronco tagliato non mi pare che fosse ammalato.

Com’è risaputo gli alberi danno ossigeno e ristoro nella calura estiva, inoltre rappresentano un ottimo antidoto contro l’inquinamento. Anche per questo quando un albero viene abbattuto, ma non solo in questa situazione, sarebbe buona norma metterne subito a dimora un altro. Continua a leggere “Gli alberi migliorano la qualità della vita”

Sostituzione delle piante nelle fioriere antismog

Sostituzione delle piante nelle fioriere antismog

dav

Alessandria: La ditta SPRAYTECS Technologies Ltd, su richiesta del sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, si occuperà in settimana di sostituire i fiori presenti all’interno delle fioriere antismog collocate nelle vie centrali della Città.

Le postazioni ATU (Air Treatment Units) attualmente presenti sono quattro e si trovano nelle vie del centro cittadino: 2 in via dei Martiri, 1 in piazzetta della Lega e 1 in corso Roma (nel tratto piazzetta della Lega/via Piacenza).

Le ATU si attivano automaticamente, in via telematica, quando si verificano condizioni di inquinamento elevato, rilevato dagli stessi sensori di PM10, collocati nell’area interessata dalla sperimentazione; agiscono su grandi volumi d’aria, catturando le polveri sottili in filtri di sicurezza idonea e diffondono aria priva di polveri i inquinanti. Continua a leggere “Sostituzione delle piante nelle fioriere antismog”

Le piante migliorano la qualità della vita, di Pier Carlo Lava

Le piante migliorano la qualità della vita

Tre platani da abbattere ai giardini pubblici, verranno sostituiti, oppure no come al solito?

di Pier Carlo Lava

Alessandria, apprendiamo che l’Assessore ai lavori pubblici e al verde urbano Giovanni Barosini ha comunicato che verranno abbattuti tre platani nell’area dei giardini pubblici della stazione ferroviaria, lato piazza Garibaldi.

Una decisione che fa seguito alla caduta di un platano nella notte fra il 4  e il 5 aprile  e ad una successiva verifica tecnica in zona, dalla quale sarebbe emersa la necessità abbatterne altri tre, in quanto risulterebbero a rischio caduta. Continua a leggere “Le piante migliorano la qualità della vita, di Pier Carlo Lava”

Legambiente. Smog, l’Italia e le procedure di infrazione: “No a misure tampone e d’emergenza, servono interventi strutturali”

Legambiente_logo

Legambiente. Smog, l’Italia e le procedure di infrazione: “No a misure tampone e d’emergenza, servono interventi strutturali”
L’ European Environmental Bureau, Legambiente e Cittadini per l’Aria delineano la strada per uscire dall’emergenza smog in Italia
L’Italia e le procedure di infrazione: nei prossimi giorni a Bruxelles la decisone della Commissione sulla qualità dell’aria
Le associazioni: “No a misure tampone e d’emergenza, servono interventi strutturali e azioni ad hoc sia a livello nazionale che locale”
L’emergenza smog italiana non consce stagionalità, almeno a Bruxelles. Dopo i vertici sulla qualità dell’aria dello scorso 30 gennaio e 9 febbraio è arrivato il momento di conoscere la decisone della Commissione europea, prevista nei prossimi giorni, sulle procedure di infrazione per la qualità dell’aria per i 9 Paesi in procedura di infrazione, tra cui c’è anche l’Italia. Continua a leggere “Legambiente. Smog, l’Italia e le procedure di infrazione: “No a misure tampone e d’emergenza, servono interventi strutturali””

Il 95% della popolazione mondiale respira aria inquinata, di Sonia Montrella

Inquinamento

Il 95% della popolazione mondiale respira aria inquinata.
Secondo i dati dell’Health Effects Institute sono i Paesi in via di sviluppo a soffrire di più con altissimi livelli di smog e aria contaminata sia dentro casa che fuori. Al contrario, le nazioni più industrializzate hanno registrato dei miglioramenti.
di sonia montrella https://www.agi.it/ 18 aprile 2018,
Sette miliardi di persone, oltre il 95% della popolazione mondiale, respirano aria inquinata. E’ il dato allarmante pubblicato dall’Health Effects Institute che ha appena condotto sul tema uno studio su larghissima scala. E secondo la ricerca sono i Paesi in via di sviluppo a soffrire di più con altissimi livelli di smog e aria contaminata sia dentro casa che fuori. Al contrario, le nazioni più industrializzate hanno registrato dei miglioramenti.

Dal 1990, +20% di morti
Le conseguenze sono gravissime: solo nel 2016 l’inquinamento ha fatto 6,1 milioni di vittime, diventando così la quarta causa di morte, dopo la pressione alta, la cattiva alimentazione e il fumo. In generale, secondo i ricercatori, i decessi collegati all’inquinamento atmosferico sono saliti del 20% dai 3,3 milioni del 1990. Continua a leggere “Il 95% della popolazione mondiale respira aria inquinata, di Sonia Montrella”

Legambiente. Smog, l’Italia e le procedure di infrazione: “No a misure tampone e d’emergenza, servono interventi strutturali”

Legambiente_logo

Legambiente. Smog, l’Italia e le procedure di infrazione: “No a misure tampone e d’emergenza, servono interventi strutturali”
L’ European Environmental Bureau, Legambiente e Cittadini per l’Aria delineano la strada per uscire dall’emergenza smog in Italia
L’Italia e le procedure di infrazione: nei prossimi giorni a Bruxelles la decisone della Commissione sulla qualità dell’aria
Le associazioni: “No a misure tampone e d’emergenza, servono interventi strutturali e azioni ad hoc sia a livello nazionale che locale”
L’emergenza smog italiana non consce stagionalità, almeno a Bruxelles. Dopo i vertici sulla qualità dell’aria dello scorso 30 gennaio e 9 febbraio è arrivato il momento di conoscere la decisone della Commissione europea, prevista nei prossimi giorni, sulle procedure di infrazione per la qualità dell’aria per i 9 Paesi in procedura di infrazione, tra cui c’è anche l’Italia. Continua a leggere “Legambiente. Smog, l’Italia e le procedure di infrazione: “No a misure tampone e d’emergenza, servono interventi strutturali””

Oggi la Marcia del Respiro, Alessandria si tinge di colore per chiedere un’aria più pulita

marcia-del-respiro

Oggi la Marcia del Respiro, Alessandria si tinge di colore per chiedere un’aria più pulita

Si avvicina la Marcia del respiro, il primo flashmob antismog di Alessandria. Si tratta di una manifestazione nata con l’obiettivo di chiedere ad istituzioni ed opinione pubblica una maggiore attenzione alla qualità dell’aria del nostro territorio. L’evento avrà luogo sabato 7 aprile, giornata mondiale della salute. Sarà un momento all’insegna della riflessione, ma anche festoso, animato da mascherine decorate e palloncini colorati.

L’ appuntamento è a partire dalle alle ore 15, in corso Roma, di fronte alla chiesa di San Giovannino con i rappresentanti e volontari dell’associazione che distribuiranno gratuitamente il kit per il flashmob e saranno a disposizione anche per rendere più colorata la manifestazione con trucco per viso e stencil, per far felici soprattutto i più piccoli. Alle ore 16, invece, è prevista la partenza del corteo che attraverserà le principali strade del centro. Continua a leggere “Oggi la Marcia del Respiro, Alessandria si tinge di colore per chiedere un’aria più pulita”