Riflessioni strada facendo, di Pier Carlo Lava

Riflessioni strada facendo, di Pier Carlo Lava

Question time: Ponte Bormida e passaggio livello di Spinetta Marengo

Riflessioni strada facendo, dal ponte Bormida al passaggio a livello di Spinetta Marengo. “Attualmente non abbiamo notizie se ci sono contatti in corso fra l’Amministrazione comunale e le ferrovie di Stato, così come non sappiamo se si sta effettivamente lavorando per arrivare alla realizzazione di un secondo ponte sul fiume Bormida”.

Ponte Bormida copiaPass livello Spinetta copia

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Alcuni giorni fa avevo un impegno a Spinetta Marengo, perciò sono salito in auto e uscito dal parcheggio del condominio dove risiedo al quartiere Galimberti, ho percorso via Don Giovine sino alla rotonda di via Marengo, dove ovviamente ho svoltato a sinistra in direzione di Spinetta, il sobborgo più importante di Alessandria.

Dopo qualche chilometro in coda ad altre auto, dato che nella strada in questione  il traffico è sempre intenso, mi sono trovato a transitare sul ponte del fiume Bormida, che essendo un po datato secondo l’opinione di alcuni pare presenti qualche problemino strutturale, che visto la recente tragedia di Genova non è un fatto molto rassicurante.

Mentre transitavo sullo stesso la mia prima riflessione sul ponte Tanaro, l’altro fiume della città, dopo la famigerata alluvione del 94 sono stati rinforzati gli argini con muraglioni di cemento armato e altri interventi e sono stati costruiti due nuovi ponti e più recentemente dopo l’abbattimento dello storico ponte Cittadella, anche un altro ponte chiamato Meier (anche se molti avrebbero preferito chiamarlo Cittadella) dal nome dell’architetto statunitense Richard Meier.

Al contrario sul fiume Bormida esiste un solo ponte.

Perciò se per un qualche motivo dovesse essere inagibile si creerebbe un gravissimo problema per il traffico in entrata e in uscita da Novi Ligure, Tortona e altri paesi.

Vero è che esiste la tangenziale ma di certo da sola non potrebbe risolvere il problema che si verrebbe a creare.

E qui sorge la prima domanda a quando un secondo ponte sul Bormida? se ne parla da tempo ma al momento non si sa nulla in merito se non che è all’attenzione dell’Amministrazione comunale. In tal senso speriamo non passino degli anni  prima della realizzazione di un nuovo ponte e che nel frattempo non succeda nulla, altrimenti per Alessandria potrebbe essere un problema serio, nel frattempo non resta che attendere e sperare per il meglio.

Continua a leggere “Riflessioni strada facendo, di Pier Carlo Lava”

Riflessioni: Ponte Bormida e passaggio livello di Spinetta Marengo

Riflessioni: Ponte Bormida e passaggio livello di Spinetta Marengo

Riflessioni strada facendo, di Pier Carlo Lava

Alessandria: Riflessioni strada facendo, dal ponte Bormida al passaggio a livello di Spinetta Marengo. “Attualmente non abbiamo notizie se ci sono contatti in corso fra l’Amministrazione comunale e le ferrovie di Stato, così come non sappiamo se si sta effettivamente lavorando per arrivare alla realizzazione di un secondo ponte sul fiume Bormida”.

Alcuni giorni fa avevo un impegno a Spinetta Marengo, perciò sono salito in auto e uscito dal parcheggio del condominio dove risiedo al quartiere Galimberti, ho percorso via Don Giovine sino alla rotonda di via Marengo, dove ovviamente ho svoltato a sinistra in direzione di Spinetta, il sobborgo più importante di Alessandria.

ponte-bormida-copia

Dopo qualche chilometro in coda ad altre auto, dato che nella strada in questione  il traffico è sempre intenso, mi sono trovato a transitare sul ponte del fiume Bormida, che essendo un po datato secondo l’opinione di alcuni pare presenti qualche problemino strutturale, che visto la recente tragedia di Genova non è un fatto molto rassicurante.

Mentre transitavo sullo stesso la mia prima riflessione sul ponte Tanaro, l’altro fiume della città, dopo la famigerata alluvione del 94 sono stati rinforzati gli argini con muraglioni di cemento armato e altri interventi e sono stati costruiti due nuovi ponti e più recentemente dopo l’abbattimento dello storico ponte Cittadella, anche un altro ponte chiamato Meier (anche se molti avrebbero preferito chiamarlo Cittadella) dal nome dell’architetto statunitense Richard Meier.

Al contrario sul fiume Bormida esiste un solo ponte

Perciò se per un qualche motivo dovesse essere inagibile si creerebbe un gravissimo problema per il traffico in entrata e in uscita da Novi Ligure, Tortona e altri paesi.

Vero è che esiste la tangenziale ma di certo da sola non potrebbe risolvere il problema che si verrebbe a creare. Continua a leggere “Riflessioni: Ponte Bormida e passaggio livello di Spinetta Marengo”

IL MINISTRO COSTA SI ATTIVI PER I DANNI DA PFOA DELLA SOLVAY DI SPINETTA MARENGO

IL MINISTRO COSTA SI ATTIVI PER I DANNI DA PFOA DELLA SOLVAY DI SPINETTA MARENGO

Alessandria: Premessa. Abbiamo già sollecitato il ministro all’ambiente Sergio Costa a intervenire –causa civile di risarcimento danni- per la bonifica in Alessandria dell’ecocrimine della  Solvay di Spinetta Marengo, analogamente all’impegno preso per quello gemello di Bussi in Abruzzo. Ne abbiamo responsabilizzato anche amministrazioni, partiti, sindacati. Peraltro anche per la Solvay di Rosignano (LI) il ministero si è attivato. (Clicca i link per Solvay. Spinetta, Bussi e Rosignano).

Schermata 2019-02-06 a 19.25.25

Col presente documento, un ulteriore sollecito lo rivolgiamo in merito al disastro PFOA. Chiediamo:

Come il Ministero dell’ambiente si costituirà nel procedimento a carico della Miteni di Trissino (VI) per i danni del PFAS del Veneto, così si impegni per quelli causati in Piemonte dalla Solvay di Spinetta Marengo”.

Si consideri che nell’audizione alla Commissione Ecomafie, il ministro Costa ha quantificato  il danno ambientale veneto in 136,8 milioni di euro, come certificato da Ispra  (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) Continua a leggere “IL MINISTRO COSTA SI ATTIVI PER I DANNI DA PFOA DELLA SOLVAY DI SPINETTA MARENGO”

USB. EMERGENZA SITI INDUSTRIALI VV.F. COME “CANARINI”

USB. EMERGENZA SITI INDUSTRIALI VV.F. COME “CANARINI”

Alessandria: Apprendiamo dalla carta stampata e da giornali online  dell’ennesimo incidente alla SOLVAY di Spinetta Marengo, soprattutto delle dichiarazioni rilasciate dall’ex assessore del comune di Alessandria, Claudio Lombardi e da Rete Ambientalista dopo quanto accaduto.

schermata 2019-01-29 a 16.42.01

Le legittime preoccupazioni sulla frequenza degli incidenti, sulla scarsa manutenzione a discapito della sicurezza sia interna per le maestranze sia esterna per i cittadini, trovano la nostra condivisione.

“Quanto potrà durare tale situazione prima che si verifichi un gravissimo incidente?”

In caso di incidente grave, ricordiamo che in provincia di Alessandria ci sono circa 40 siti industriali a rischio elevato, i Vigili del fuoco sarebbero in estrema difficoltà ad affrontare una qualsiasi di queste emergenze sia in termini numerici di operatori sia come formazione sia come attrezzature e mezzi, a mala pena riusciamo a gestire l’ordinario.

Le problematiche portate in prefettura e in provincia a maggio 2018, oltre le promesse ministeriali di aumenti di organico e risorse economiche addirittura con apparizioni in divisa da parte del ministro, non hanno trovato riscontro. Continua a leggere “USB. EMERGENZA SITI INDUSTRIALI VV.F. COME “CANARINI””

Assessorato all’Ambiente sulla rottura di un serbatoio presso il reparto Monomeri alla Solvay di Alessandria

Assessorato all’Ambiente sulla rottura di un serbatoio presso il reparto Monomeri alla Solvay di Alessandria

alessandria_panorama

Alessandria: Domenica sera, intorno alle 21, è stata diramata dalla Solvay di Alessandria, un’allerta per la rottura di un serbatoio presso il reparto Monomeri.

La situazione ha provocato il superamento di alcuni parametri chimici controllati in continuo dello scarico in Bormida delle acque dall’impianto di depurazione.

Arpa, in accordo con il Comune di Alessandria, è intervenuta per valutare l’entità e le modalità dell’incidente al fine di scongiurare danni all’ecosistema del Fiume Bormida. Appena disponibili, i risultati delle analisi saranno pubblicati.

Il Comune di Alessandria è in stretto contatto con l’Arpa per un puntuale aggiornamento sulla situazione.

Balza: Per l’ecocrimine di Spinetta il ministro Costa disponga l’intervento come per Bussi

Balza: Per l’ecocrimine di Spinetta il ministro Costa disponga l’intervento come per Bussi

Lo rivendichino i responsabili politici e amministrativi di Alessandria. 

La bonifica delle discariche e delle falde sottostanti lo stabilimento Solvay di Spinetta Marengo (Alessandria), catastrofe ecologica sancita di nuovo dalla recente sentenza in appello,  non può essere lasciata alla discrezione dell’inquinatore.

unnamed

Il quale infatti denomina “bonifica”una prudenziale “messa in sicurezza” peraltro trascinata  fino e oltre il 2029. Il contrabbando dei termini è funzionale alle Amministrazioni locali che fingono di credere.

La sostanza è che Solvay risparmia miliardi mentre la simulata  bonifica rende irreversibili l’immane inquinamento e l’ecatombe di morti e ammalati. Continua a leggere “Balza: Per l’ecocrimine di Spinetta il ministro Costa disponga l’intervento come per Bussi”

Una gara di Natale ricca di successi per la Palestra Sport Club di Spinetta Marengo

Una gara di Natale ricca di successi per la Palestra Sport Club di  Spinetta Marengo

Alessandria: Quella che si è tenuta a Lecco nella giornata di domenica 16 dicembre è stata una gara ricca di successi per la Palestra Sport Club di Spinetta Marengo. Tutti i samurai – sia i piccoli che i grandi – sono stati medagliati e si sono distinti per abilità e bravura.

 

Tra i premiati, Gabriele Muratore (oro palloncino, argento Kata e argento kumite), Federico Nebbia (tre ori con palloncino, Kata e kumite), Alberto Godino, che ha affrontato brillantemente il percorso, Riccardo Camilleri (con una buona partecipazione nel Kata e argento nel kumite), Gabriele Lanza (ottima prestazione nel Kata, che ottiene un 7.7 alla sua prima competizione), Lea Ventimiglia (oro nel kumite), Mavi Occhial (bronzo nel kumite) e Nicolò, che affronta la prima gara con la giusta grinta, aggiudicandosi un bronzo.

Il futuro della plastica verde? Si chiama Ecoplasteam che da Alessandria guarda al mondo. Anche con un tocco di cultura, made in Argentina

Il futuro della plastica verde? Si chiama Ecoplasteam che da Alessandria guarda al mondo. Anche con un tocco di cultura, made in Argentina

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Il futuro

Il capannone dall’esterno è uguale a quasi tutti gli altri. Ma dentro va in scena una produzione all’insegna dell’innovazione, del riciclaggio, della sostenibilità e della cultura. Sì, perché ad Alessandria succede anche questo.

Siamo all’interno dei cinquemila metri quadrati di uno stabilimento nella zona industriale D5, a Spinetta Marengo, dove c’è l’impianto che produce il nuovo materiale plastico chiamato EcoAllene, ricavato dal riciclo della plastica e dell’alluminio dei contenitori in tetrapak.

Il processo di lavorazione è un esempio di economia circolare grazie al brevetto dell’EcoAllene (frutto di una sperimentazione conclusa con la realizzazione di un impianto pilota che ha permesso una produzione destinata a campionamenti diffusi in diversi settori industriali da cui è scaturito un interesse diffuso) e rappresenta un esempio quasi unico di innovazione di processo e di prodotto che consente di creare un nuovo materiale plastico ecologico, con una grandissima varietà di utilizzi, riciclando materiali e sottoprodotti provenienti da produzioni industriali, altrimenti destinati all’incenerimento o alla discarica come imballi per alimentari fluidi, sacchetti prodotti oleosi, involucri dolciumi, capsule per bevande calde non compostabili. Continua a leggere “Il futuro della plastica verde? Si chiama Ecoplasteam che da Alessandria guarda al mondo. Anche con un tocco di cultura, made in Argentina”

Associazione ISES: A lezione di … Spinetta Marengo

Associazione ISES: A lezione di … Spinetta Marengo

In collaborazione con associazioni, abitanti del quartiere e un Laboratorio dell’UPO

A lezione di … Spinetta Marengo

Una Passeggiata di Quartiere per conoscere il sobborgo e progettare il futuro

“Passeggiata di quartiere”…cos’è? Una tecnica di conoscenza del territorio che valorizza le conoscenze e le esperienze degli abitanti e dei cittadini che lavorano quotidianamente in quella zona.

ises IMG_9160ises IMG_9159

Martedì 27 novembre l’Associazione ISES (Istituto Europeo per lo Sviluppo Socio-Economico), che ha sede in Alessandria, ha realizzato una sperimentazione di questa tecnica di indagine sociale, particolarmente adatta a mettere in relazione ricercatori, professionisti e abitanti coinvolti in percorsi di progettazione partecipata e rigenerazione urbana dal basso, all’interno di un progetto che vede la collaborazione attiva con il “Laboratorio di Sociologia per le Scelte Collettive”, un corso di studio attivato da due anni dall’Università del Piemonte Orientale del quale è docente il dott. Giacomo Balduzzi, sociologo da tempo impegnato in progetti di rivitalizzazione della partecipazione dei cittadini alla vita dei quartieri e dei territori.

L’ambito nel quale si è realizzato questo primo esperimento di ricerca e condivisione delle conoscenze sul campo è il sobborgo di Spinetta Marengo, un’area della città al centro di molte trasformazioni, anche per i processi di riorganizzazione dell’insediamento industriale. Continua a leggere “Associazione ISES: A lezione di … Spinetta Marengo”

“Alla corte di Napoleone” al Marengo Museum, di Lia Tommi

Spinetta Marengo (AL) DOMENICA 02/12/18 MARENGO MUSEUM

10.00 – 13.00 e 15.00 – 19.00

AL MATTINO

Animazione in costume storico, quadri viventi, musica e recitazione.

I visitatori potranno effettuare liberamente il percorso museale.

AL POMERIGGIO

Visite guidate su richiesta o comunque alla formazione di gruppi
Quadri viventi
Momenti musicali
Duo di recitazione
Dalle ore 17 balletti in piramide e diverse sale del museo
Laboratorio per bambini e adulti
Vestizione trucco e acconciatura dell’epoca, per un selfie datato!

Merenda per i bambini offerta dalla Centrale del latte
Ingresso gratuito per i bambini fino ai 12 anni – biglietto ridotto € 3.00 dai 13 ai 18 anni -Biglietto intero per adulti € 5.00

Ilaria e Solvay fra scuola e azienda (con contratto): la prima sperimentazione di apprendistato duale nel mondo della chimica, con il ‘Sobrero’ di Casale sempre protagonista

Ilaria e Solvay fra scuola e azienda (con contratto): la prima sperimentazione di apprendistato duale nel mondo della chimica, con il ‘Sobrero’ di Casale sempre protagonista

di Enrico Sozzetti   https://160caratteri.wordpress.com

Una passione declinata prima con lo studio e poi con il lavoro. Con una particolarità. Studio e lavoro assorbono totalmente le giornate: tre giorni a scuola e tre in azienda. Succede a Spinetta Marengo, all’interno del polo chimico Solvay Specialty Polymers. Dove Ilaria Mercadante (nata a Spinetta Marengo), studentessa del quinto anno (indirizzo chimico) all’istituto tecnico industriale ‘Ascanio Sobrero’ di Casale Monferrato, è stata assunta con un contratto di lavoro per la durata dell’intero anno scolastico.

Ilaria, da ottobre, lavora e studia, alternando le giornate fra la scuola e il laboratorio fluidi della Solvay dove è stata inserita come analista e seguita dalla tutor, Silvia Rossi che è la responsabile del laboratorio.

È la prima sperimentazione, all’interno della business unit che fa capo alla multinazionale belga, dell’apprendistato duale. Ed è anche una delle prime esperienze sia in provincia di Alessandria, sia in Piemonte. Continua a leggere “Ilaria e Solvay fra scuola e azienda (con contratto): la prima sperimentazione di apprendistato duale nel mondo della chimica, con il ‘Sobrero’ di Casale sempre protagonista”

Arte al cinema, di Cristina Saracano

img_20181112_0807588297056819944549839.jpg

Dal 13 novembre comincerà all’UCI Cinemas Via Gambalera ang, Via Rana, Spinetta Marengo –  Alessandria  la stagione “Arte al  cinema”.

Il primo appuntamento è con “Bernini” il documentario Maestro dell’arte Barocca – Lorenzo Bernini.

All’artista è stata dedicata  una mostra, visitabile  alla Galleria Borghese di Roma, dal 1° novembre 2017 al 4 febbraio 2018. E il docu- film ce la racconta  tramite riprese inedite di altissima qualità e il contributo di professionisti e conoscitori di grande caratura, tra cui la direttrice della Galleria Borghese Anna Coliva e il critico d’arte Luigi Ficacci, il tutto diretto da Luigi Invernizzi.

Per l’occasione sono giunte a Roma opere sculotree provenienti da musei di tutto il mondo.

Reti fognarie: Conclusi lavori collegamento reti Spinetta Marengo, Cascinagrossa, Litta Parodi e Mandrogne alla rete di depurazione di Alessandria

Conclusi i lavori di collegamento delle reti fognarie di Spinetta Marengo, Cascinagrossa, Litta Parodi e Mandrogne alla rete di depurazione di Alessandria.

Investiti oltre 2,5 milioni di euro per la sostenibilità ambientale del territorio e per la tutela dei corsi d’acqua.

 

 

L’intervento che viene presentato oggi rappresenta l’ultimo tassello di un lavoro complesso e avviato diversi anni fa, e che ora grazie all’investimento di AMAG Reti Idriche consentirà di dotare una vasta porzione della Fraschetta del collegamento fognario alla rete cittadina di Alessandria. I lavori hanno interessato le reti fognarie di Spinetta Marengo, Cascinagrossa, Litta Parodi e Mandrogne e hanno previsto la realizzazione di due sollevamenti fognari, quello di Spinetta Marengo e quello denominato Pederbona, in quanto non lontano dall’omonima cascina.

I lavori di ultimazione sono iniziati il 23 aprile scorso e si sono chiusi il 31 agosto. Ai primi di ottobre, una volta terminato l’allacciamento elettrico necessario, i due collegamenti fognari sono entrati regolarmente in funzione.

Per rispettare la scadenza si è lavorato senza sosta per tutto il mese di agosto. Ad eseguire i lavori è stata la Gisabella S.a.s. sotto la direzione di AMAG Reti Idriche, nella persona dell’Ing. Simone Moscardini.

I lavori dell’intervento relativo ai due impianti di sollevamento sono costati 611 mila euro, raggiungendo così l’importo complessivo dall’avvio del progetto di 2,5 milioni di euro Continua a leggere “Reti fognarie: Conclusi lavori collegamento reti Spinetta Marengo, Cascinagrossa, Litta Parodi e Mandrogne alla rete di depurazione di Alessandria”

Riflessioni strada facendo, di Pier Carlo Lava

Question time: Ponte Bormida e passaggio livello di Spinetta Marengo

Riflessioni strada facendo, dal ponte Bormida al passaggio a livello di Spinetta Marengo. “Attualmente non abbiamo notizie se ci sono contatti in corso fra l’Amministrazione comunale e le ferrovie di Stato, così come non sappiamo se si sta effettivamente lavorando per arrivare alla realizzazione di un secondo ponte sul fiume Bormida”.

Ponte Bormida copiaPass livello Spinetta copia

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Alcuni giorni fa avevo un impegno a Spinetta Marengo, perciò sono salito in auto e uscito dal parcheggio del condominio dove risiedo al quartiere Galimberti, ho percorso via Don Giovine sino alla rotonda di via Marengo, dove ovviamente ho svoltato a sinistra in direzione di Spinetta, il sobborgo più importante di Alessandria.

Dopo qualche chilometro in coda ad altre auto, dato che nella strada in questione  il traffico è sempre intenso, mi sono trovato a transitare sul ponte del fiume Bormida, che essendo un po datato secondo l’opinione di alcuni pare presenti qualche problemino strutturale, che visto la recente tragedia di Genova non è un fatto molto rassicurante. Continua a leggere “Riflessioni strada facendo, di Pier Carlo Lava”

Barbara Tartaglione  : Siamo già attrezzati per una “class action” nei confronti di Solvay

Barbara Tartaglione  : Siamo già attrezzati per una “class action” nei confronti di Solvay

Barbara Tartaglione

Alessandria: Dopo gli stop del governo precedente, si è rimessa in moto la nuova legge che consente a gruppi di cittadini di chiedere risarcimenti alle industrie che inquinano e ammalano.

Si tratta di un azione collettiva molto efficace negli Stati Uniti: famoso (anche per il film con Julia Roberts) il caso del risarcimento miliardario di 333 milioni di dollari inferto nel 1996 alla PG&E per contaminazione della falde acquifere con cromo esavalente, lo stesso di Spinetta Marengo.

Altrettanto celebri i 23,6 miliardi di dollari pagati nel 2014 dal colosso Usa del tabacco R.J Reynolds per non aver pubblicizzato abbastanza i pericoli per la salute.

Se il modello Usa sarà riprodotto anche nella legge italiana (con il passaggio dall’art. 140bis del Codice di Consumo a un titolo nuovo del Codice civile) con le Associazioni dei consumatori siamo pronti ad intentare “class action” nei confronti dell’azienda belga di Alessandria.

Barbara Tartaglione  

Medicina democratica Movimento di Lotta per la Salute

Responsabile della Sezione della provincia di Alessandria