HurraGrigi: Sono arrivati i calendarietti delle partite dell’Alessandria

Sono arrivati i calendarietti delle partite dell’Alessandria

4 Settembre 2019 Luca Sturla https://www.hurragrigi.it

WhatsApp-Image-2019-09-04-at-17.31.34-800x356.jpeg

Sono in distribuzione i calendarietti delle partite dell’Alessandria Calcio per la stagione 2019-2020. Come al solito c’è lo spazio per segnare i risultati dei match.

Si potranno avere domenica allo stadio Moccagatta, da venerdì al Bar dello Stadio e presso tutti i punti di distribuzione di Hurrà Grigi.

Ufficiale: Icardi saluta l’Inter e va in prestito al Psg. Ecco tutte le cifre dell’affare. La Gazzetta dello Sport. Tutto il rosa della vita

Maurito in Francia dopo una giornata di passione. Il cartellino resta ai nerazzurri ma il club degli emiri avrà il diritto di riscattarlo a 70 milioni. Fissato a 7 mln l’aumento per le eventuali due stagioni successive in nerazzurro

Sorgente: Ufficiale: Icardi saluta l’Inter e va in prestito al Psg. Ecco tutte le cifre dell’affare – La Gazzetta dello Sport – Tutto il rosa della vita

Beppe Conti, Luciana Rota e Faustino Coppi presentano a Cuneo i loro ultimi libri sulla vita e le imprese del Campionissimo e accompagnano i visitatori alla mostra allestita in San Francesco

Beppe Conti, Luciana Rota e Faustino Coppi presentano a Cuneo i loro ultimi libri sulla vita e le imprese del Campionissimo e accompagnano i visitatori alla mostra allestita in San Francesco

2 Faustino_Coppi_01-800x6004 Invito-800x440

Venerdì 6 settembre, alle 18, nel Salone d’Onore del Comune. Alle 16,30, invece, tour eccezionale all’esposizione in compagnia dei tre ospiti. I due eventi sono aperti a tutti

Venerdì 6 settembre, alle 18, presso il Salone d’Onore del Comune di Cuneo avrà luogo l’evento “Coppi, il primo dei più grandi”, organizzato dall’associazione Art.ur, in collaborazione con il Comune, nell’ambito della mostra “FAUSTO COPPI 9h 19’ 55”, l’uomo, la tappa, il mito”, allestita nel complesso di San Francesco a Cuneo. Beppe Conti, noto giornalista sportivo, esperto di ciclismo e di Coppi, Luciana Rota, anche lei giornalista sportiva e responsabile delle relazioni esterne del Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo e del Museo AcdB, e Faustino, figlio di Fausto Coppi e di Giulia Occhini, si confronteranno sulla figura del Campionissimo presentando i loro ultimi libri su Coppi, uomo e sportivo.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. I tre ospiti, inoltre, saranno a Cuneo già nel pomeriggio per accompagnare i visitatori in un’eccezionale e coinvolgente visita guidata alla mostra in San Francesco. L’appuntamento, aperto a tutti, è alle 16,30 ed è possibile prenotarsi scrivendo all’indirizzocoppi91955@gmail.com o telefonando, in orario di apertura della mostra, al numero 0171/634175.

1 Beppe_Conti-800x5333 Faustino_Coppi_02

Durante l’evento in Comune, Beppe Conti presenterà il libro “Fausto Coppi. Il primo dei più grandi” (Graphot), mentre Luciana Rota illustrerà il suo saggio “La mia vita con Fausto. Dal diario intimo di Bruna Coppi moglie del Campionissimo” (Daniela Piazza Edizioni). A Faustino invece il compito di presentare “Un’altra storia di Fausto Coppi. Lettera di un figlio a suo padre” (Libreria dello Sport). Tre lavori editoriali che, pur partendo da punti di osservazione diversi e utilizzando ciascuno uno stile ben riconoscibile, raccontano le immense imprese compiute dal grande ciclista originario di Castellania, svelandone anche i tratti più intimi e personali.

Nel centenario della nascita di Fausto Coppi, Beppe Conti propone nel suo libro una classifica che sarà un’occasione per far discutere e per raccontare le storie, le avventure ed i trionfi dei dieci più grandi ciclisti di tutti i tempi. Il volume si chiude con un omaggio fotografico al Campionissimo per rivivere la sua leggenda. Continua a leggere “Beppe Conti, Luciana Rota e Faustino Coppi presentano a Cuneo i loro ultimi libri sulla vita e le imprese del Campionissimo e accompagnano i visitatori alla mostra allestita in San Francesco”

Presentazione del Campionato Regionale di Calcio Camminato, di Lia Tommi

CALCIO CAMMINATO
Campionato Regionale Piemontese
1° settembre 2019
Campo Sportivo Comunale “R. Cattaneo” di Alessandria

Si svolgerà domenica 1° settembre, dalle 9 alle 16.30 al Campo Sportivo Comunale “R. Cattaneo” di Alessandria (via Monteverde), la terza e ultima giornata del Campionato Regionale Piemontese di Calcio Camminato (Walking Football).
L’evento sportivo è patrocinato dall’Amministrazione Comunale e la conferenza stampa odierna ha precisato le peculiarità di questo importante incontro sportivo.
La conferenza ha visto coinvolti l’Assessore allo Sport di Alessandria, Piervittorio Ciccaglioni, e i responsabili sportivi alessandrini della manifestazione nelle persone del Presidente di Walking Footbal Alessandria (Valentino Traverso), dell’Allenantore “over 60” (Giuseppe Ulderici) e dell’Allenantore “over 50” (Vincenzo Rolando), insieme ai giocatori Roberto De Bianchi e Maurizio Maestri (“Over 50”) e Ottorino Trimboli (over 60”).
Presenti alla conferenza stampa anche Vito Gibin e Aldo Dondi in qualità di Membri del Direttivo Nazionale Calcio Camminato U.N.V.S.. Continua a leggere “Presentazione del Campionato Regionale di Calcio Camminato, di Lia Tommi”

Antonio Conte dopo il 4 a 0 dell’Inter al Lecce: Non dobbiamo rimanere scintilla ma diventare dinamite

Antonio Conte dopo il 4 a 0 dell’Inter al Lecce: Non dobbiamo rimanere scintilla ma diventare dinamite. L’ Inter vince e convince battendo 4 a 0 il Lecce

Antonio Conte: Al termine della partita nell’intervista con un giornalista di DAZN ad una domanda Conte risponde: Ci sono margini di miglioramento i ragazzi hanno risposto splendidamente ma dobbiamo essere continui anche in certi momenti della partita, “Non dobbiamo rimanere scintilla ma diventare dinamite”.

Inter.png

di Pier Carlo Lava (Forza Inter)

Alessandria today: Un Inter vincente e convincente che si presenta sul campo di casa del Meazza nell’esordio della prima partita del campionato di calcio di serie A battendo 4 a 0 il Lecce, autore comunque di una grande prova di carattere.

Lukako e Conte.png

Quindi si potrebbe dire buona la prima per un Inter che si presenta con una formazione composta da 3 soli nuovi acquisti, il centrocampista Stefano Sensi, il centravanti Romelu Lukaku e il centrocampista Nicola Barella che entra nel secondo tempo, confermati invece tutti i vecchi del precedente campionato.

Dopo poco più di un mese e mezzo si vede già la mano di Antonio Conte, un allenatore che ha il pregio di sapere rivitalizzare i calciatori dell’Inter che lo scorso campionato erano apparsi discontinui e demoralizzati. 

Partenza fulminea dell’Inter che mette sotto pressione un buon Lecce che non bada solo a difendersi ma quando può riparte in contropiede dimostrando buone qualità che saranno certamente utili per il prosieguo del campionato nel quale per quanto fatto vedere ieri non avrà molti problemi a salvarsi.
Continua a leggere “Antonio Conte dopo il 4 a 0 dell’Inter al Lecce: Non dobbiamo rimanere scintilla ma diventare dinamite”

Italia campione del mondo di parapendio

Italia campione del mondo di parapendio

Dopo il successo nei mondiali di deltaplano lo scorso luglio, il tricolore sventola anche sul podio del 16° Campionato del Mondo di volo in parapendio che si è chiuso a Krushevo in Macedonia.

italia-mondiali-para-2019-1

joachim-oberhauser-2019-campione-mondo.jpg

Joachim Oberhauser, pilota di Termeno (Bolzano), 43 anni, esperto di macchine agricole nella vita, è il nuovo Campione del Mondo. Insieme a lui il team Italia vince per la prima volta identico titolo a squadre in condivisione con la Francia. Oltre che da Oberhauser, la nazionale azzurra comprendeva la milanese Silvia Buzzi Ferraris, Christian Biasi di Rovereto (Trento), Marco Busetta di Paternò (Catania), Alberto Vitale pilota ragusano trapiantato a Bologna e Alberto Castagna di Cologno Monzese (Milano) in veste di CT.

Il successo è scaturito al termine di dieci task, una al giorno, su percorsi dai 65 ai 130 chilometri. Giudici di gara i funzionari della FAI, Fédération Aéronautique Internationale.

para-mondo-2019-day-7-cittapara-mondo-2019-day-7-spirale

Osso duro da battere per i 150 piloti iscritti in rappresentanza di 48 nazioni quelli francesi, campioni del mondo uscenti a squadre, individuale maschile e femminile. In pratica tutte le medaglie erano loro e non si sono smentiti neppure nei cieli macedoni prendendo all’inizio il comando della gara. Per gli azzurri sono stati dieci giorni di passione, su è giù per la graduatoria fino alla svolta nella settima giornata quando Oberhauser è riuscito a scalzare Honorin Hamard dal comando. Alla fine al francese andrà la medaglia di bronzo a pari merito con Vladimir Bacanin (Serbia) e dietro al russo Gleb Sukhotskiy, vice campione del mondo. Continua a leggere “Italia campione del mondo di parapendio”

Corriere.it: Malore improvviso al mare in Sicilia, muore Felice Gimondi

Malore improvviso al mare in Sicilia, muore Felice Gimondi
Ragazzo della valle rimasto autentico

Il grande campione di ciclismo, bergamasco, è morto a 76 anni per un malore a Giardini Naxos. La sua carriera costellata di trionfi nelle grandi corse a tappe e nelle gare in linea. Il cordoglio del mondo sportivo e della politica

di Redazione Bergamo online

4337.0.719436306-klBB-U31301842392247rtH-1224x916@Corriere-Web-Bergamo-593x443.jpg

Felice Gimondi, 76 anni

È morto a 76 anni Felice Gimondi, uno dei protagonisti assoluti del ciclismo italiano, vincitore del Tour de France nel 1965 e di tre Giri d’Italia, nel 1967, ‘69 e ‘76. L’ex campione, tuttora attivo nel mondo del ciclismo soprattutto a Bergamo (viveva ad Almè, a pochi chilometri dalla città), era in vacanza con la moglie: stava facendo il bagno a Giardini Naxos, quando ha avuto un malore improvviso. È stato soccorso e portato a riva, poi sottoposto a manovre di rianimazione ma non c’è più stato niente da fare. Secondo i primi rilievi pare possa trattarsi di infarto.

Gimondi era nato a Sedrina (Bergamo) il 29 settembre 1942 e nei suoi anni da professionista, dal 1965 al 1979, ha ottenuto complessivamente 118 vittorie. Ha conquistato per tre volte il Giro d’Italia (nel 1967, 1969 e 1976, con nove podi totali conquistati: un record tuttora imbattuto), una il Tour de France (1965) e Vuelta a España (nel 1968): è stato infatti uno dei sette corridori capaci di vincere tutte le tre grandi corse a tappe. Mentre fra quelli in linea ha vinto il campionato del mondo su strada, una Parigi-Roubaix, una Milano-Sanremo e due Giri di Lombardia… continua su: https://bergamo.corriere.it/notizie/sport/19_agosto_16/malore-sicilia-muore-felice-gimondi-dcfc3f66-c052-11e9-ad81-fff821b81ebc.shtml

Ampie schiarite 9. Co-housing giovani, offerta razzista rifiutata, copyright tutelato, daspo ai falsi tifosi

Ampie schiarite 9. Co-housing giovani, offerta razzista rifiutata, copyright tutelato, daspo ai falsi tifosi

di Carlo Baviera https://appuntialessandrini.wordpress.com

Il bene da scoprire e diffondere. Buone notizie che aprano alla speranza e alla fiducia

ampie.jpg

Co-housing fra giovani europei – Per Il CIR e Refugees Welcome Italia ha realizzato un progetto, nelle città di Roma, Torino, Milano, Bologna, Venezia, Genova, Catania, Matera, Firenze, Lecce e Verona, per  promuovere fra i giovani dell’Europa e immigrati, al di sotto dei 35 anni il co-housig. L’iniziativa servirà per un mutuo aiuto tra rifugiati e giovani studenti o lavoratori; e non si limiterà solo ad offrire la condivisione dell’alloggio, ma anche la condivisione di una rete di supporto e relazioni verso la piena autonomia. E’ previsto un rimborso mensile per chi si metterà a disposizione per l’ospitalità e la coabitazione, che avrà una durata da 6 a 12 mesi. E’ l’Europa che aiuta percorsi di accoglienza, integrazione, amicizia.

Se la beneficienza è “parziale” –  “La carità non manca di rispetto” recita la 1^ lettera ai Corinzi. Perciò un parroco ha rispedito al mittente il contributo per i poveri, che gli era stato offerto perché lo distribuisse “ma solo agli italiani”. Il Parroco ha la schiena dritta e conosce ciò che ordina il Vangelo di cui è annunciatore: amare il prossimo, anzi farsi prossimo, senza distinzioni. “Allora vieni a riprendertela la tua offerta” ha risposto esemplarmente. Voto di stima: 10 e lode. Continua a leggere “Ampie schiarite 9. Co-housing giovani, offerta razzista rifiutata, copyright tutelato, daspo ai falsi tifosi”

Dzeko, nuovi segnali social all’Inter: quanti like a Lukaku FOTO

Dzeko, nuovi segnali social all’Inter: quanti like a Lukaku FOTO

del 10 agosto 2019 alle 21:02 https://www.calciomercato.com/

lukaku.dzeko.combo.2020.750x450.jpg

Edin Dzeko vuole l’Inter, non è più un mistero. La Roma continua a fare muro, Fonseca lo dichiara incedibile. Ma l’attaccante bosniaco sembra avere idee diverse, ed inizia a parlare, se non pubblicamente, a mezzo social.

L’ex City ha infatti messo quattro like strategici, su Instagram, ad alcune delle ultime foto pubblicate da Romelu Lukaku, neo nerazzurro.

Il gradimento di Dzeko è arrivato a quattro foto del belga, tutte inerenti al trasferimento all’Inter dal Manchester United. Un altro segnale lanciato dal giocatore alla Roma: vuole far coppia con Lukaku: starà all’Inter ora trovare la giusta formula per convincere i giallorossi.

Lukako.png

Parapendio azzurri pronti alla conquista del mondo

Parapendio azzurri pronti alla conquista del mondo

È sbarcata a Kruscevo nella Macedonia del nord la nazionale che rappresenterà l’Italia alla 16.a edizione dei Campionati del Mondo di parapendio organizzata sotto l’egida della FAI, Fédération Aéronautique Internationale.

italia-mondiali-para-2019-1.jpg

Fanno parte del team azzurro la milanese Silvia Buzzi Ferraris, Christian Biasi di Rovereto (Trento), Marco Busetta di Paternò (Catania), Joachim Oberhauser di Termeno (Bolzano), Alberto Vitale pilota ragusano trapiantato a Bologna e Alberto Castagna di Cologno Monzese (Milano) in veste di CT.

para-macedonia-2016-decollo-volopara-macedonia-2016-europei-gruppo

Tutti francesi i titoli da difendere a partire da quello a squadre e poi quelli individuali con Pierre Remy il maschile e Seiko Fukuoka Naville il femminile. Li avevano conquistati in Italia nel 2017. Ci proveranno le 48 nazioni iscritte per un totale di 146 piloti, comprese 21 donne. L’Italia si presenta come vice campione d’Europa a squadre, titolo conquistato lo scorso anno in Portogallo. La manifestazione si chiuderà il 18 agosto.

para-macedonia-2016-vele-panorama.jpeg

Kruscevo, posta a 1350 metri di altitudine e a 159 km dalla capitale macedone Skopje, è la città più alta dei Balcani. I piloti utilizzeranno principalmente due siti di decollo, uno a 1420 metri di altitudine esposto verso la valle della Pelagonia e l’altro molto vicino al primo a 1440 metri. Da qui i piloti spiccheranno i voli lungo percorsi che potrebbero toccare distanze prossime ai 100 km. Sono previsti dieci prove, una al giorno meteo permettendo, inframezzate da un giorno di riposo. Sommando i risultati di queste sarà compilata la classifica finale per eleggere i nuovi campioni del mondo di volo in parapendio.

 mondiali-para-2019-logo.jpg

Nel frattempo, dopo i mondiali di deltaplano che hanno visto l’ennesimo trionfo azzurro, i cieli del Friuli ospiteranno dal 9 al 15 agosto la tappa italiana della Coppa del Mondo di volo acrobatico in parapendio AcroMax. Sette giorni con i migliori piloti di questa disciplina che coloreranno il cielo sopra il Lago dei Tre Comuni (Udine) cosiddetto dai paesi che vi si affacciano, Cavazzo, Bordano e Trasaghis, una cinquantina di piloti stranieri e nostrani si sfideranno per la conquista della Coppa del Mondo di volo acrobatico in parapendio. Organizza la manifestazione con epicentro a Trasaghis il Volo Libero Friuli che ha anche in calendario il campionato del mondo 2020 di questa specialità.

Gustavo Vitali – Ufficio Stampa FIVL

Associazione Nazionale Italiana Volo Libero

Lega Pro: Personalizzazione delle maglie da gioco

Numerazione e personalizzazione delle maglie da gioco
Ai sensi dell’art. 3 del Regolamento sulle divise da gioco, pubblicato con C.U. n. 18/L del 19 luglio 2019, si ricorda che per la stagione sportiva 2019/2020, le maglie da gioco devono essere personalizzate, oltre che mediante l’applicazione del cognome sul dorso, attraverso l’assegnazione ad ogni calciatore di un numero fisso per l’intera stagione sportiva.

url-1.png

L’attribuzione dei numeri ai calciatori dovrà seguire i seguenti criteri:
– numerazione portieri obbligatoria: 1, 12, 22;
– numerazione calciatori di movimento progressiva dal n. 2 in poi, in funzione del numero di
tesserati (senza interruzione di numeri);
– gli eventuali altri portieri, oltre ai tre con la numerazione obbligatoria, dovranno seguire la numerazione progressiva, sempre senza soluzione di continuità.
Le Società hanno l’obbligo di depositare in Lega, entro 10 giorni dall’inizio del Campionato, la lista completa della numerazione del proprio organico (si allega modello da personalizzare) nonché l’obbligo di comunicare eventuali variazioni ogni qualvolta queste si verifichino.

Le Gole Dell’Alcantara, di Grazia Denaro

Bellezze geologiche della Sicilia.

rhdr

Uno spettacolo unico al mondo. La riserva delle Gole dellAlcantara è un luogo imperdibile e meraviglioso, qui si trovano delle gole alte fino a 25 metri, un vero e proprio canyon originato da antichissime colate laviche solcate al centro dalle acque gelide del Fiume Alcantara.

ALCANTARA-595x520

Le Gole dell’Alcantara sono una meta irrinunciabile per gli amanti della natura e degli itinerari naturalistici. Questo luogo incantevole i trova in provincia di Messina, nei pressi di Francavilla di Sicilia, nella Valle dell’Alcantara dove scorre l’omonimo fiume. Le Gole, che sembrano quasi un paesaggio non terrestre, sono state create proprio dal Fiume Alcantara, che lungo il suo corso, erodendo senza sosta le rocce ha creato una paesaggio geologico assolutamente unico al mondo.

xdentro_al_parco_fluviale_delle_grotte_dell_alcantara_in_sicilia.jpg.pagespeed.ic.WOJoD3L2JN

Quelle dell’Alcantara sono vertiginose gole naturali alte fino a 25 metri e attraversate dalle acque del gelido fiume Alcantara. Le Gole sono caratterizzate da formazioni rocciose asimmetriche dalle forme bizzarre. Tutto questo si è realizzato in migliaia di anni con il raffreddamento della lava incandescente a contatto con l’acqua che ha formato pareti di prismi balsamici. La formazione dell’alveo dell’Alcantara risale precisamente a circa 300.000 anni fa, tuttavia l’attuale aspetto del fiume nel tratto delle Gole risale alle colate verificatesi negli ultimi 8.000 anni. Le formazioni rocciose sono davvero spettacolari e meritano una visita durante un viaggio in Sicilia.

f9523f3d19bbf7332c15e44725795214

Le Gole oggi fanno parte del Parco Botanico E Geologico “Gole Alcantara”, che a sua volta è incluso nel parco fluviale dell’Alcantara, un parco regionale. A causa del rischio di inondazioni, il sito è inaccessibile tra novembre e marzo, ma è aperto nel resto dell’anno. Per arrivare al fiume potrete prendere l’ascensore, situato proprio accanto al parcheggio oppure scendere i 224 scalini della scala. Arrivati al fiume, potrete noleggiare degli stivali – salopette impermeabili che aderiscono al corpo con la pressione dell’acqua e consentono di non bagnarsi, oppure semplicemente prendere il sole sulla riva. In estate il grande numero di turisti rende questo luogo un po’ meno selvaggio e tranquillo, anche se i 3,5 chilometri di sentieri naturalistici forniscono ampie opportunità di esplorazione.

Gole-Alcantara-11

Giungere alle Gole dell’Alcantara è davvero molto semplice, soprattutto se si viaggia in automobile. Una volta raggiunta Messina, infatti, si può scegliere di percorrere la SS114, direzione Catania, ed imboccare, presso Giardini di Naxos, la SS185  direzione Francavilla, oppure si può optare per un percorso in autostrada prendendo la A18 da Messina in direzione Catania e prendere l’uscita per Giardini di Naxos. Si può seguire lo stesso percorso in senso inverso per raggiungere le Gole da Catania. Una volta percorsi circa dodici chilometri, si giungerà a meta.

ALEGAS per il terzo anno consecutivo sponsor dell’ HSL Derthona, di 3

ALEGAS per il terzo anno sponsor dell’HSL Derthona: “Crescere e vincere insieme, per il territorio”

19029302_1939057329674070_3135241135162203416_n-1.jpg

Un team calcistico vincente, l’HSL Derthona, che arriva da due promozioni consecutive, e si appresta ad una nuova stagione da protagonista, simbolo della sua città.
Un’azienda vitale e innovativa come ALEGAS, che fa squadra per il territorio, e che ha nel proprio DNA il sostegno delle migliori attività sportive, sociali e culturali di tutto l’Alessandrino.

“La partnership con l’HSL Derthona continua – sottolinea Paolo Arrobbio, Presidente del Gruppo AMAG – e per il terzo anno consecutivo il logo ALEGAS sarà sulla maglia dei leoncini tortonesi. La nostra azienda del gas e dell’energia, grazie ad un’offerta integrata e dai prezzi molto competitivi, è la vera ‘punta di diamante’ della nostra multiutility. Come il Derthona abbiamo ‘fame’ di vittorie, e l’obiettivo nei prossimi 12 mesi è continuare a crescere. Anche quest’anno saremo sponsor del calcio tortonese, sperando di festeggiare, nel 2020, la terza promozione consecutiva dell’HSL Derthona. Venerdì sera saremo allo Chalet Castello, in occasione della presentazione ufficiale della squadra e dei progetti per la nuova stagione alle porte, saremo al fianco della Società, dello staff tecnico e dei giocatori. Ma soprattutto dei tanti tifosi, che sono la vera risorsa di un team vincente”. Continua a leggere “ALEGAS per il terzo anno consecutivo sponsor dell’ HSL Derthona, di 3”

Alessandria Sailing Team sbarca in Svezia

Alessandria Sailing Team sbarca in Svezia

L’Alessandria Sailing Team è arrivato a Malmo (Svezia) dove il prossimo mercoledì inizieranno i Campionati Mondiali di vela, unico rappresentante italiano.

svezia-spirit.jpg

La giornata di lunedì è stata utilizzata per trasformare la barca noleggiata in Spirit of Nerina Rolandi Auto per fare la pesa dell’equipaggio e il controllo delle vele e delle forniture d’emergenza da parte del comitato di regata. Dopo le ore 17, il team è uscito in mare per fare un po’ di conduzione e prendere confidenza con la barca. In Svezia c’è luce fino a tardi per cui è possibile restare in mare fin dopo le 20. La giornata di martedì sarà dedicata all’allenamento di conduzione e di manovre. E mercoledì inizia la competizione.

L’equipaggio mondiale: Gabriele Spotorno, Gerardo Aliberti (prua), Paolo Ricaldone (centrale), Paolo Sena e Riccardo Quaranta (tailers), Fabio Ascoli (randa e tattica), Gianluca Viganò (timoniere), Giovanni Dagnino (strategia).

Buon vento!

Alessandria Sailing Team in partenza per il Mondiale

Alessandria Sailing Team in partenza per il Mondiale

L’Alessandria Sailing Team è in partenza per Malmo (Svezia) dove si disputeranno i Mondiali di vela. La partenza dell’equipaggio è fissata per giovedì 4 luglio: alcuni di loro viaggeranno in aereo, altri via terra per portare le varie attrezzature.

mondiali-lancio.jpg

Il team alessandrino è l’unico rappresentante italiano in una flotta composta da circa quindici concorrenti provenienti principalmente da Svezia, Norvegia, Danimarca, Lituania, Canada, Germania.

L’equipaggio mondiale: Gabriele Spotorno, Gerardo Aliberti (prua), Paolo Ricaldone (centrale), Paolo Sena e Riccardo Quaranta (tailers), Fabio Ascoli (randa e tattica), Gianluca Viganò (timoniere), Giovanni Dagnino (strategia).

Dopo le giornate di domenica e lunedì per i controlli di stazza (le misurazioni varie previste dal regolamento), ci saranno tre giorni di prova, quindi il “practise race” di martedì 9 luglio che consiste in regate brevi di prova sul campo di regata ufficiale e le giornate di competizione (da martedì a sabato), con tre prove al massimo per giornata. Continua a leggere “Alessandria Sailing Team in partenza per il Mondiale”