PICCOLE VITE INFELICI, di Stefano Labbia

PICCOLE VITE INFELICI, di Stefano Labbia

Stefano Labbia Elison Publishing Euro 3,99

http://www.elisonpublishing.com/index.php/Narrativa

Piccole vite infelici.jpg

Aveva appena compiuto quarant’anni, e da tutti era soprannominato Caio Sano. Caio perché ricordava, seppur di origini toscane, un romano verace, sguaiato, contraddittorio e pigro. Sano perché si professava un ateo – che ce l’aveva col mondo intero – e dunque, secondo la sua coscienza, era uno dei pochi sani in un pianeta di pazzi. Caio aveva problemi di fiducia in se stesso, un po’ come tutti, direte voi. Ecco…

Giorni nostri. Quattro personaggi in cerca di pace nella quotidianità caotica del mondo (a)sociale del nuovo millennio. Quattro persone si incontrano, si sfiorano, collaborano, vivono, si amano. Poi si perdono di vista, perdono opportunità, occasioni,

fanno scelte (talvolta opinabili), si maledicono. Come se niente fosse. Come se tutto ciò che hanno condiviso nel passato recente non avesse alcun valore. Ne emotivamente, nè lavorativamente. Piccole vite infelici parla delle esistenze di Melina, Marco Marcello, Caio Sano e Maya in una Capitale d’Italia glaciale, non per il freddo ma per la nuda e gelida umanità che la anima. Una Roma multiculturale nel 2015 che fa da sfondo alle vicende dei protagonisti bramosi di essere finalmente valorizzati dall’altro e maledettamente insicuri e complessati nei loro confronti al contempo. Una città, Roma, che sa amarli per poi nascondersi tra le pieghe della sua imponente fragilità, raggomitolandosi su sé stessa per giocare al gatto con il topo con i suoi cittadini tutti. Che l’abitano, la visitano, la colorano. E poi la violentano brutalmente senza alcuna pietà.

Stefano Labbia è un giovane autore italo brasiliano classe 1984, nato nella Capitale d’Italia. Ha scritto e pubblicato, nel 2016, “Gli orari del Cuore” per Leonida Edizioni, raccolta poetica che racchiude alcune liriche composte tra l’adolescenza e la maturità. Nel 2017 è tornato in libreria con “I Giardini Incantati” (Talos Edizioni). Continua a leggere “PICCOLE VITE INFELICI, di Stefano Labbia”

Piccole vite infelici, di Stefano Labbia

Piccole vite infelici, di Stefano Labbia

Maurizio Vetri Editore è lieto di presentare il nuovo romanzo di Stefano Labbia “Piccole Vite Infelici”. Di seguito la scheda tecnica e la bio e le note dell’autore.

“Piccole Vite Infelici” Autore Stefano Labbia

Piccole Vite Infelici

Casa editrice Edison Publishing (ebook) – Maurizio Vetri Editore (cartaceo)

Luogo e data di pubblicazione Lecce – 2017 / Enna – 2018

Genere del libro Romanzo

Tematica Amore, lavoro, vita

Personaggi principali Caio Sano, Melina, Maya, Marco Marcello

Ambientazioni Roma

Tempi della narrazione Terza Persona

Trama

Roma. Giorni nostri. Le esistenze di quattro persone (Marco Marcello, Maya, Melina e Caio Sano) facenti parte del mondo dello showbiz si scontrano, si amano, si invidiano e poi si separano sullo sfondo di una Capitale d’Italia caotica, frenetica e più ingiusta di loro.

Riflessioni personali

Romanzo incentrato sulla vita – lavorativa e sentimentale – di alcuni giovani cineasti / sceneggiatori: Caio, Marco, Maya, Melina ed i loro amici / collaboratori. Le strambe e fallimentari vicissitudini legate ai progetti cinematografici che i quattro hanno in comune (che sin dall’inizio si presentano ostici) si intrecciano con le passioni, gli odi, le gelosie e le invidie che attraversano i loro microcosmi. I destini dei protagonisti, quasi presi da un vortice auto- distruttivo, si scontrano per poi dividersi e avere risvolti diversi: dal successo di Marco Marcello, che riesce a sfruttare l’esperienza fatta per trovare fortuna a Londra come autore e sceneggiatore, a quella di Caio Sano, che diventa un senzatetto, logorato dentro da un’ambizione che, a causa di forze maggiori, non è riuscita a trovare sfogo. Lo scritto condensa un’umanità variegata tesa da passioni e scontri, sogni che vanno a infrangersi contro il muro della realtà, un disincanto e una rabbia diffusa per l’incompatibilità di molte componenti della società. Romanzo avvincente, intricato, forte, che narra, in punta di penna, il mondo dei trentenni di oggi, quella landa oscura in cui è facilissimo smarrire la strada e in cui gli attimi di felicità affogano in oceani di malinconia. Continua a leggere “Piccole vite infelici, di Stefano Labbia”

Lo scrittore Stefano Labbia si presenta ai lettori di Alessandria today

Lo scrittore Stefano Labbia si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia dello scrittore Stefano Labbia.

stefano-labbia21

Stefano Labbia, classe 1984, è un giovane autore italiano di origine brasiliana, Founder e CEO de Black Robot Entertainment, casa di produzione e management agency di prodotti audiovisivi inglese. Nato nella Capitale d’Italia, ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie, “Gli Orari del Cuore” nel 2016 per Casa Editrice Leonida. Nel 2017 ha dato alle stampe la sua seconda silloge poetica dal titolo “I Giardini Incantati” (Talos Edizioni) ed il suo primo romanzo “Piccole Vite Infelici” (Elison Publishing – ebook) vincitore del Premio Elison 2017 come miglior romanzo inedito.

Nel 2018 “Piccole Vite Infelici” è stato pubblicato in versione cartacea da Maurizio Vetri Editore. L’autore ha pubblicato inoltre una raccolta di racconti, “Bingo Bongo & altre storie” (Il Faggio Edizioni – ebook) nello stesso anno. Nel 2019 per LFA Publisher uscirà la sua prima graphic novel da autore e sceneggiatore dal titolo “Killer Loop’S” e la sua terza raccolta poetica dal titolo “Vivo!!!” (Tempra Edizioni).

ok Stefano Labbia Vivo!!! cover.jpg

Ha pubblicato / è inoltre presente in: “Un penny dall’inferno” (Senso Inverso Edizioni – 2017 – Raccolta di racconti horror di Autori Vari selezionati tra i vincitori del Concorso Letterario “Luce Nera” III edizione); Antologia poetica “Versus Sulmona 2016 – 2017” – Lupi Editore (AAVV – selezionato in occasione del Premio Letterario “Versus Sulmona 2016 – 2017); Antologia di racconti “Preghiera di un uomo che cade dalle nuvole” – vincitore del concorso letterario “Oceano di Carta 2017” (Senso Inverso Edizioni – 2017); Antologia racconti e poesie “Una città che scrive. Una città che rinasce.” 2017 (Associazione “Una città che…”) selezionato per il Premio Letterario Internazionale “Una città che scrive 2017”; Raccolta poetica “Rosa” selezionato per il concorso letterario “Versi in Volo” (Sensoinverso Edizioni – 2017); “Nello specchio” – Antologia di racconti horror di Autori Vari selezionati tra i vincitori del Concorso Letterario “Luce Nera” IV edizione (Senso Inverso Edizioni – 2018). Continua a leggere “Lo scrittore Stefano Labbia si presenta ai lettori di Alessandria today”

Bingo Bongo & Altre Storie, di Stefano Labbia, collana Sabbie de Il Faggio

bingo

Bingo Bongo & Altre Storie, di Stefano Labbia, collana Sabbie Il Faggio

Nella nuova collana “Sabbie” (http://www.ilfaggio.it/sabbie_home.htm) dedicata a titoli digitali di narrativa e poesia illustrate e caratterizzata da particolare cura grafica e cromatica, Edizioni Il Faggio presenta Bingo Bongo & altre storie, raccolta di 20 racconti brevi di Stefano Labbia accompagnati da 11 dipinti del pittore svedese Pontus Wåhlström.

Dove stiamo andando? Non lasciamoci ingannare dall’età veneranda di questo inter- rogativo che nonostante le sembianze di un matusalemme spiazza gli uomini di tutte le epoche e di tutte le latitudini. I più propensi alla rassegnazione potrebbero dire: non c’è altro posto in cui andare se non quello in cui siamo già; un posto fatto di soli- tudine, di uomini posseduti dalla tecnologia, di anime sopraffatte e impotenti.

È il luogo desolato descritto nelle storie di Stefano Labbia, fatte di scenari aridi e frenetici, fatte di nichilismo e di una umanità di pietra. Persi in un labirinto senza entrata, in cui siamo collocati da sempre, in cui siamo nati, dove stiamo correndo? Dove stiamo andando? Che senso ha?

E seppure stiamo andando da qualche parte, seppure questo non fosse un mondo statico, siamo davvero noi a stabilire la rotta della nostra esistenza? Le anime che trovano voce nelle pagine di Stefano Labbia sono perse e rabbiose eppure non sempre rassegnate perché, anche se non lo danno a vedere, sanno che questo non è il migliore dei mondi possibili. Continua a leggere “Bingo Bongo & Altre Storie, di Stefano Labbia, collana Sabbie de Il Faggio”

Piccole vite infelici, di Stefano Labbia

Piccole vite infelici, di Stefano Labbia

Maurizio Vetri Editore è lieto di presentare il nuovo romanzo di Stefano Labbia “Piccole Vite Infelici”. Di seguito la scheda tecnica e la bio e le note dell’autore.

“Piccole Vite Infelici” Autore Stefano Labbia

Piccole Vite Infelici

Casa editrice Edison Publishing (ebook) – Maurizio Vetri Editore (cartaceo)

Luogo e data di pubblicazione Lecce – 2017 / Enna – 2018

Genere del libro Romanzo

Tematica Amore, lavoro, vita

Personaggi principali Caio Sano, Melina, Maya, Marco Marcello

Ambientazioni Roma

Tempi della narrazione Terza Persona

Trama

Roma. Giorni nostri. Le esistenze di quattro persone (Marco Marcello, Maya, Melina e Caio Sano) facenti parte del mondo dello showbiz si scontrano, si amano, si invidiano e poi si separano sullo sfondo di una Capitale d’Italia caotica, frenetica e più ingiusta di loro.

Riflessioni personali

Romanzo incentrato sulla vita – lavorativa e sentimentale – di alcuni giovani cineasti / sceneggiatori: Caio, Marco, Maya, Melina ed i loro amici / collaboratori. Le strambe e fallimentari vicissitudini legate ai progetti cinematografici che i quattro hanno in comune (che sin dall’inizio si presentano ostici) si intrecciano con le passioni, gli odi, le gelosie e le invidie che attraversano i loro microcosmi. I destini dei protagonisti, quasi presi da un vortice auto- distruttivo, si scontrano per poi dividersi e avere risvolti diversi: dal successo di Marco Marcello, che riesce a sfruttare l’esperienza fatta per trovare fortuna a Londra come autore e sceneggiatore, a quella di Caio Sano, che diventa un senzatetto, logorato dentro da un’ambizione che, a causa di forze maggiori, non è riuscita a trovare sfogo. Lo scritto condensa un’umanità variegata tesa da passioni e scontri, sogni che vanno a infrangersi contro il muro della realtà, un disincanto e una rabbia diffusa per l’incompatibilità di molte componenti della società. Romanzo avvincente, intricato, forte, che narra, in punta di penna, il mondo dei trentenni di oggi, quella landa oscura in cui è facilissimo smarrire la strada e in cui gli attimi di felicità affogano in oceani di malinconia. Continua a leggere “Piccole vite infelici, di Stefano Labbia”

Stefano Labbia, scrittore

stefano-labbia

Stefano Labbia, biografia

Stefano Labbia, classe 1984, è un giovane autore italiano di origine brasiliana. Nato nella Capitale, ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie, “Gli Orari del Cuore” nel 2016 per Casa Editrice Leonida. Nel 2017 ha dato alle stampe la sua seconda silloge poetica dal titolo “I Giardini Incantati” (Talos Edizioni) ed il suo primo romanzo “Piccole Vite Infelici” (Edison Publishing). Nel 2018 per LFA Publisher uscirà la sua prima graphic novel da autore e sceneggiatore dal titolo “Killer Loop’S” ed una raccolta di racconti, “Bingo Bongo & altre storie” (Il Faggio Edizioni). Continua a leggere “Stefano Labbia, scrittore”

Stefano Labbia, biografia

Stefano Labbia, classe 1984, è un giovane autore italiano di origine brasiliana. Nato nella Capitale, ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie, “Gli Orari del Cuore” nel 2016 per Casa Editrice Leonida. Nel 2017 ha dato alle stampe la sua seconda silloge poetica dal titolo “I Giardini Incantati” (Talos Edizioni) ed il suo primo romanzo “Piccole Vite Infelici” (Elison Publishing). Nel 2018 per LFA Publisher uscirà la sua prima graphic novel da autore e sceneggiatore dal titolo “Killer Loop’S” ed una raccolta di racconti, “Bingo Bongo & altre storie” (Il Faggio Edizioni).

Stefano Labbia.jpg

foto: ilpiacerediscrivere.it

Ha pubblicato / è inoltre presente in: “Un penny dall’inferno” (Senso Inverso Edizioni – 2017 – Raccolta di racconti horror di Autori Vari vincitori del Concorso Letterario “Luce Nera” III edizione); Antologia poetica “Versus Sulmona 2016 – 2017” – Lupi Editore (AAVV – selezionato in occasione del Premio Letterario “Versus Sulmona 2016 – 2017); Antologia di racconti “Preghiera di un uomo che cade dalle nuvole” – vincitore del concorso letterario “Oceano di Carta 2017” (Senso Inverso Edizioni – 2017); Antologia racconti e poesie “Una città che scrive. Una città che rinasce.” 2017 (Associazione “Una città che…”) selezionato per il Premio Letterario Internazionale “Una città che scrive 2017”; Raccolta poetica “Rosa” selezionato per il concorso letterario “Versi in Volo” (Sensoinverso Edizioni – 2017). Continua a leggere “Stefano Labbia, biografia”

PICCOLE VITE INFELICI, di Stefano Labbia

Piccole vite infelici

Stefano Labbia Elison Publishing Euro 3,99

http://www.elisonpublishing.com/index.php/Narrativa

Aveva appena compiuto quarant’anni, e da tutti era soprannominato Caio Sano. Caio perché ricordava, seppur di origini toscane, un romano verace, sguaiato, contraddittorio e pigro. Sano perché si professava un ateo – che ce l’aveva col mondo intero – e dunque, secondo la sua coscienza, era uno dei pochi sani in un pianeta di pazzi. Caio aveva problemi di fiducia in se stesso, un po’ come tutti, direte voi. Ecco…

Giorni nostri. Quattro personaggi in cerca di pace nella quotidianità caotica del mondo (a)sociale del nuovo millennio. Quattro persone si incontrano, si sfiorano, collaborano, vivono, si amano. Poi si perdono di vista, perdono opportunità, occasioni, fanno scelte (talvolta opinabili), si maledicono. Come se niente fosse. Come se tutto ciò che hanno condiviso nel passato recente non avesse alcun valore. Continua a leggere “PICCOLE VITE INFELICI, di Stefano Labbia”

PICCOLE VITE INFELICI, di Stefano Labbia

PICCOLE VITE INFELICI, di Stefano Labbia

Piccole vite infeliciStefano Labbia Elison Publishing Euro 3,99

http://www.elisonpublishing.com/index.php/Narrativa

Aveva appena compiuto quarant’anni, e da tutti era soprannominato Caio Sano. Caio perché ricordava, seppur di origini toscane, un romano verace, sguaiato, contraddittorio e pigro. Sano perché si professava un ateo – che ce l’aveva col mondo intero – e dunque, secondo la sua coscienza, era uno dei pochi sani in un pianeta di pazzi. Caio aveva problemi di fiducia in se stesso, un po’ come tutti, direte voi. Ecco…

Giorni nostri. Quattro personaggi in cerca di pace nella quotidianità caotica del mondo (a)sociale del nuovo millennio. Quattro persone si incontrano, si sfiorano, collaborano, vivono, si amano. Poi si perdono di vista, perdono opportunità, occasioni,

fanno scelte (talvolta opinabili), si maledicono. Come se niente fosse. Come se tutto ciò che hanno condiviso nel passato recente non avesse alcun valore. Ne emotivamente, nè lavorativamente. Piccole vite infelici parla delle esistenze di Melina, Marco Marcello, Caio Sano e Maya in una Capitale d’Italia glaciale, non per il freddo ma per la nuda e gelida umanità che la anima.

Una Roma multiculturale nel 2015 che fa da sfondo alle vicende dei protagonisti bramosi di essere finalmente valorizzati dall’altro e maledettamente insicuri e complessati nei loro confronti al contempo. Una città, Roma, che sa amarli per poi nascondersi tra le pieghe della sua imponente fragilità, raggomitolandosi su sé stessa per giocare al gatto con il topo con i suoi cittadini tutti. Che l’abitano, la visitano, la colorano. E poi la violentano brutalmente senza alcuna pietà. Continua a leggere “PICCOLE VITE INFELICI, di Stefano Labbia”

Intervista a Giusy Ianniello: quando l’arte si fa donna… di Stefano Labbia.

Intervista a Giusy Ianniello: quando l’arte si fa donna… di Stefano Labbia.

Giusy Ianniello

unnamed-1unnamed

Giusy Ianniello è una giovane illustratrice italiana attiva soprattutto nel mondo dei comics. L’abbiamo incontrata e quello che segue è un’intervista sincera, piena di sogni, speranza ed alcune certezze. Giusy è una giovane donna solare e piena di passioni: sa quello che vuole e quello che ama. Profondamente. Pienamente.

Benvenuta sulle nostre pagine, Giusy! Chi sei? Presentati pure ai nostri lettori!

Ciao a tutti, mi chiamo Giusy Ianniello, ho 24 anni e mi occupo di arte e fumetti sin da quando ne avevo 19. Attualmente, mi sto occupando prevalentemente di fumetto e illustrazioni per il web e devo dire che questo canale d’espressione mi garba molto, anche se è poco remunerativo (ride).

Cosa vuoi portare al mondo con la tua arte? E se dovessi scegliere tra il disegno e la sceneggiatura di opere grafiche cosa sceglieresti?

Una domandina facile facile.  Diciamo che punto ad esprimere I miei sentimenti, nella loro complessità e ambivalenza. Soprattutto, mi piace interpretare soggetti controversi e carichi di sfaccettature. Per dirla in modo semplice, mi piacciono I “non buoni”, ma non i “cattivi cattivissimi”. Vorrei che le persone si ascoltassero di più e raccogliessero anche quei sentimenti che è doloroso toccare con mano senza condannarli o reprimerli. Trovo che l’arte sia un ottimo modo per guardare dentro se stessi senza darsi a tutti I costi le risposte che la società richiede. Continua a leggere “Intervista a Giusy Ianniello: quando l’arte si fa donna… di Stefano Labbia.”

Intervista Massimo Leonardo Villucci, a cura di Stefano Labbia

Intervista Massimo Leonardo Villucci, a cura di  Stefano Labbia

interv M Villucci 4

Alessandria today: Benvenuto Massimo! Presentati pure ai nostri lettori!

Eccomi! Mi chiamo Massimo Leonardo Villucci ho 41 anni e vivo a Milano. Dopo essermi laureato in Economia bancaria e aver svolto sette anni di consulenza mi sono diplomato presso la scuola di recitazione “Quelli di Grock” a Milano. Attualmente conduco laboratori teatrali presso scuole e associazioni. Oltre a partecipare a diverse produzioni teatrali e cinematografiche, collaboro con diverse realtà, sia in Italia che in Svizzera, negli atelier della comunicazione affiancando psicologi, pedagogisti e formatori aziendali. Inoltre sono speaker e doppiatore per la Radiotelevisione Svizzera Italiana e per alcuni studi di produzione italiani.

Qual’è il tuo approccio alla recitazione? Come studi il personaggio che devi interpretare?

Fondamentalmente mi lascio trasportare dalla storia e dalle suggestioni del testo, quello che c’è scritto e quello che non c’è scritto. Dalle relazioni volute dall’autore all’interno delle dinamiche dei vari personaggi.  La ricerca del personaggio, una volta definito e compreso, avviene partendo da se stessi, da quello che si è e da quello che non si è. E poi mi piace lasciarmi sorprendere… Continua a leggere “Intervista Massimo Leonardo Villucci, a cura di Stefano Labbia”

ELENA CAPOCCIA: L’ARTE NEL SANGUE E NELL’INCHIOSTRO, intervista di Stefano Labbia

ELENA CAPOCCIA: L’ARTE NEL SANGUE E NELL’INCHIOSTRO, intervista di Stefano Labbia

elena me

Elena è una giovane donna caparbia. Tenace. Piena di buoni sentimenti e abile (bisogna dire le cose come stanno!) nell’arte grafica. Le sue illustrazioni ci trasportano in mondi fantastici, donandoci passione, sensazioni inenarrabili e donne sinuose. Ma Elena è anche una bravissima tatuatrice in grado di giostrarsi tra gli stili più disparati restando fedele all’arte e a se stessa. In questa intervista la donna Elena traspare potente, fiera e forte della sua giovane età speranzosa ed efficace. La scopriamo così, incredibilmente vera, incredibilmente artista.

Benvenuta Elena su queste pagine! Chi è Elena? Come persona e come artista intendo.

Buongiorno Stefano e grazie infinite per l’accoglienza!

E’ una domanda a cui non so bene se risponderei diversamente domani. È come se ogni giorno nascesse in me qualcosa di nuovo, una piccola consapevolezza in più forse. Continua a leggere “ELENA CAPOCCIA: L’ARTE NEL SANGUE E NELL’INCHIOSTRO, intervista di Stefano Labbia”

ELENA CAPOCCIA: L’ARTE NEL SANGUE E NELL’INCHIOSTRO, intervista di Stefano Labbia

ELENA CAPOCCIA: L’ARTE NEL SANGUE E NELL’INCHIOSTRO, intervista di Stefano Labbia

elena me

Elena è una giovane donna caparbia. Tenace. Piena di buoni sentimenti e abile (bisogna dire le cose come stanno!) nell’arte grafica. Le sue illustrazioni ci trasportano in mondi fantastici, donandoci passione, sensazioni inenarrabili e donne sinuose. Ma Elena è anche una bravissima tatuatrice in grado di giostrarsi tra gli stili più disparati restando fedele all’arte e a se stessa. In questa intervista la donna Elena traspare potente, fiera e forte della sua giovane età speranzosa ed efficace. La scopriamo così, incredibilmente vera, incredibilmente artista.

Benvenuta Elena su queste pagine! Chi è Elena? Come persona e come artista intendo.

Buongiorno Stefano e grazie infinite per l’accoglienza!

E’ una domanda a cui non so bene se risponderei diversamente domani. È come se ogni giorno nascesse in me qualcosa di nuovo, una piccola consapevolezza in più forse.

Mi sento comunque una sognatrice, mai davvero cresciuta. E spero che almeno questo non cambi mai perché ne ho davvero bisogno, sia come persona che come artista. Continua a leggere “ELENA CAPOCCIA: L’ARTE NEL SANGUE E NELL’INCHIOSTRO, intervista di Stefano Labbia”

Intervista a Massimo Leonardo Villucci, a cura di Stefano Labbia

Intervista a Massimo Leonardo Villucci, a cura di  Stefano Labbia

interv M Villucci 4

Alessandria today: Benvenuto Massimo! Presentati pure ai nostri lettori!

Eccomi! Mi chiamo Massimo Leonardo Villucci ho 41 anni e vivo a Milano. Dopo essermi laureato in Economia bancaria e aver svolto sette anni di consulenza mi sono diplomato presso la scuola di recitazione “Quelli di Grock” a Milano. Attualmente conduco laboratori teatrali presso scuole e associazioni. Oltre a partecipare a diverse produzioni teatrali e cinematografiche, collaboro con diverse realtà, sia in Italia che in Svizzera, negli atelier della comunicazione affiancando psicologi, pedagogisti e formatori aziendali. Inoltre sono speaker e doppiatore per la Radiotelevisione Svizzera Italiana e per alcuni studi di produzione italiani.

Qual’è il tuo approccio alla recitazione? Come studi il personaggio che devi interpretare?

Fondamentalmente mi lascio trasportare dalla storia e dalle suggestioni del testo, quello che c’è scritto e quello che non c’è scritto. Dalle relazioni volute dall’autore all’interno delle dinamiche dei vari personaggi.  La ricerca del personaggio, una volta definito e compreso, avviene partendo da se stessi, da quello che si è e da quello che non si è. E poi mi piace lasciarmi sorprendere… Continua a leggere “Intervista a Massimo Leonardo Villucci, a cura di Stefano Labbia”

Intervista a Giusy Ianniello: quando l’arte si fa donna… di Stefano Labbia.

Intervista a Giusy Ianniello: quando l’arte si fa donna… di Stefano Labbia.

Giusy Ianniello

unnamed-1unnamed

Giusy Ianniello è una giovane illustratrice italiana attiva soprattutto nel mondo dei comics. L’abbiamo incontrata e quello che segue è un’intervista sincera, piena di sogni, speranza ed alcune certezze. Giusy è una giovane donna solare e piena di passioni: sa quello che vuole e quello che ama. Profondamente. Pienamente.

Benvenuta sulle nostre pagine, Giusy! Chi sei? Presentati pure ai nostri lettori!

Ciao a tutti, mi chiamo Giusy Ianniello, ho 24 anni e mi occupo di arte e fumetti sin da quando ne avevo 19. Attualmente, mi sto occupando prevalentemente di fumetto e illustrazioni per il web e devo dire che questo canale d’espressione mi garba molto, anche se è poco remunerativo (ride). Continua a leggere “Intervista a Giusy Ianniello: quando l’arte si fa donna… di Stefano Labbia.”