La priorità è il taglio del cuneo fiscale: la lettera di Luigi Di Maio al Sole 24 ore

La priorità è il taglio del cuneo fiscale: la lettera di Luigi Di Maio al Sole 24 ore

Luigi Di Maio ( Capo Politico del MoVimento 5 Stelle ) Governo 5 Stelle

https://www.ilblogdellestelle.it

Di seguito la mia lettera pubblicata dal Sole 24 Ore. 

LuigiDiMaio-852x568.jpeg

Gentile direttore, intervengo dalle pagine del suo giornale per affrontare un tema che mi sta molto a cuore e che nei prossimi giorni interesserà l’azione di Governo: la nuova legge di bilancio. E’ molto importante a mio avviso che tutto il Governo, nella sue espressione più alta che sono i ministri, avvii un percorso di dialogo ampio e costante che ci consenta di poter interpretare al meglio le esigenze di un Paese, l’Italia, che nonostante tutte le difficoltà della congiuntura internazionale, sta dando prova del suo immenso valore.

I dati sull’occupazione che vedono il massimo storico dal 1977, le performance del nostro export e anche i livelli dello spread ci incoraggiano a imprimere una vigorosa sterzata all’economia italiana. In questi sette anni che ho vissuto nelle istituzioni, prima da Vice Presidente della Camera e poi da Ministro dello sviluppo economico e del lavoro, ho avuto modo di constatare che solo uno sforzo veramente ampio e collettivo, quando si è alla guida della seconda forza manifatturiera d’Europa, può garantire il raggiungimento degli obiettivi desiderati, mentre le iniziative individuali mostrano il passo corto, finendo per esporre a grave frustrazione i medesimi promotori. Continua a leggere “La priorità è il taglio del cuneo fiscale: la lettera di Luigi Di Maio al Sole 24 ore”

Flat Tax, la proposta della Lega: tasse al 15% fino a 55 mila euro. Di Maio: se piano è pronto si faccia subito

Flat Tax, la proposta della Lega: tasse al 15% fino a 55 mila euro. Di Maio: se piano è pronto si faccia subito

di Redazione Economia

Clipboard-kyoD-U3130604403699lDG-656x492@Corriere-Web-Sezioni.jpg

«Il nostro obiettivo è la flat tax con un’unica deduzione fiscale che assorbirà tutte le detrazioni. Vogliamo portare al 15% l’aliquota fino a 55.000 euro di reddito familiare. Ci saranno benefici per 20 milioni di famiglie e 40 milioni di contribuenti. Ci sarà un grande impulso ai consumi e risparmi per 3.500 euro per una famiglia monoreddito con un figlio. C’è l’intenzione di portare nelle tasche 12-13 miliardi di euro».

Questo è il progetto di Flat Tax leghista, illustrato nel corso del tavolo al Viminale, secondo quanto riportano le parti sociali presenti. L’esposizione del progetto tanto caro alla Lega è stato affidato ad Armando Siri, l’ex sottosegretario alle Infrastrutture, costretto alle dimissioni a metà aprile, che partecipa comunque all’incontro indetto dal ministro dell’Interno con le parti sociali (leggi l’articolo di Cesare Zapperi sul ritorno di Siri al fianco di Salvini).

Circostanza che ha fatto infuriare il premier, Giuseppe Conte: «Se si tratta di un vertice di partito, la presenza di Siri va bene. Se è un vertice di governo, la presenza di Siri non va bene», ha detto il presidente del Consiglio. Che ha anche sottolineato che la «manovra economica si fa a palazzo Chigi, i tempi li decido io» (leggi qui l’articolo completo: Incontro Salvini-sindacati, Conte irritato: «Scorrettezza istituzionale»)… continua su: https://www.corriere.it/economia/tasse/19_luglio_15/flat-tax-proposta-lega-aliquota-familiareal-15percento-ma-fino-55-mila-euro-reddito-cf9aab2e-a6de-11e9-8722-90fee69fd06f.shtml

Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani !, di Pier Carlo Lava

Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani !

Ma in quelle dei pensionati, tanto sono già abituati, visto quello che succede da anni alle pensioni potremmo dire: “Governo che vai stesso provvedimento che trovi”.

pensionati anziani-che-camminano-con-le-mani-dietro-la-schiena copia.jpg

di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Aveva iniziato Matteo Renzi con un provvedimento di legge che successivamente era stato dichiarato incostituzionale dalla Corte Costituzionale, ma che nonostante tutto questa sentenza aveva sortito un esito relativo dato la parziale restituzione del maltolto… .

Caduto Renzi i pensionati italiani pensavano che finalmente sarebbe finita, tanto più che il Governo Giallo Verde aveva espressamente dichiarato Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani”, ma purtroppo questa è stata una promessa non mantenuta. Infatti recentemente è stato varato un provvedimento di legge che toglie dalle tasche dei pensionati ben 3,5 miliardi di euro, dei quali solo 250 milioni a chi percepisce redditi da pensione definiti d’oro da oltre i 100.000 euro, una platea di circa 24.000 persone, con tassazioni che vanno dal 10 al 40% e sin qui anche se parliamo di diritti acquisiti forse… ci potrebbe anche stare.

Pensioni “d’oro”

Dal 1° gennaio 2019, e per la durata di 5 anni, le pensioni, i cui importi complessivamente considerati eccedano la soglia di 100 mila euro lordi annui, vengono ridotte con applicazione di aliquote di riduzione crescenti per specifiche fasce di importo.

Le aliquote di riduzione sono le seguenti:

– 15% da euro 100 mila a euro 130 mila; – 25% da euro 130 mila a euro 200 mila; – 30% da euro 200 mila a euro 350 mila; – 35% da euro 350 mila a euro 500 mila; – 40% oltre 500 mila. Continua a leggere “Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani !, di Pier Carlo Lava”

UIL. LE 5 TASSE OCCULTE SUI CONSUMI DEGLI ITALIANI UNA TASSA OGNI GIORNO DELLA SETTIMANA

UIL. LE 5 TASSE OCCULTE SUI CONSUMI DEGLI ITALIANI UNA TASSA OGNI GIORNO DELLA SETTIMANA

A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali

Non soltanto IRPEF, IVA, IMU, Addizionali IRPEF Regionali e Comunali, IRAP, Accise sui carburanti, Bollo Auto e chi più ne ha più ne metta.

Nel Paese delle “100 tasse”, ve ne sono alcune “ignote”, che spesso i cittadini ignorano di pagare oppure non conoscono l’Ente che le incassa.

1a Schermata 2019-05-23 a 19.00.301aaa Tasse Occulte uil (trascinato)

Sono le 5 “tasse occulte”, che puntualmente troviamo sulle bollette del gas, della TARI, sull’Assicurazione oppure la momento di acquistare un’auto o uno scooter.

Parliamo di imposte che sono delle vere e proprie “tasse sulle tasse”: Arisgam, IRBA, TEFA, IPT, Imposta RC Auto. Continua a leggere “UIL. LE 5 TASSE OCCULTE SUI CONSUMI DEGLI ITALIANI UNA TASSA OGNI GIORNO DELLA SETTIMANA”

Canone patrimoniale non ricognitorio: Precisazioni dell’assessore Lumiera

Canone patrimoniale non ricognitorio,

: Precisazioni dell’assessore Lumiera

Alessandria: La Giunta Comunale, in riferimento all’applicazione del canone patrimoniale non ricognitorio intende chiedere al Consiglio Comunale di Alessandria di fornire una interpretazione autentica relativamente ai dehor, in quanto la voce ‘dehor’ non è espressamente indicata nel regolamento approvato nell’aprile 2017.

cinzia-lumiera

Ci siamo avvalsi di un parere dell’Avvocatura comunale per favorire una pronuncia del Consiglio Comunale su questo tema – ha spiegato l’assessore al Bilancio, Cinzia Lumiera -. Riteniamo questa applicazione del canone ingiusta e vessatoria nei confronti dei cittadini, dal momento che sulle strutture esterne ai pubblici esercizi insistono già la TOSAP, la COSAP e altre importanti tasse tra cui la TARI, “dimenticata” dai precedenti Amministratori. Purtroppo questa Amministrazione è stata vincolata dal regolamento in vigore e, pertanto, non abbiamo potuto fare altro che metterne in atto l’applicazione, inviando gli avvisi di accertamento per l’anno 2018.”.

“Ricordo che – ha continuato l’assessore Lumierala delibera di approvazione delle tariffe relative a questo canone fu approvata nel Luglio 2015, mentre nell’aprile del 2017 fu approvato il “Regolamento per l’applicazione del canone patrimoniale non ricognitorio” con tariffe rimodulate e rialzate con previsione di applicazione dall’1/1/18. Abbiamo dovuto adempiere alle norme, pur non condividendole, ma stiamo lavorando per fare in modo che emerga con chiarezza che i dehor non devono essere ricompresi in questo computo per l’anno 2018, mentre per l’anno 2019 andremo, a breve, ad approvare una modifica del regolamento con la rimodulazione delle tariffe per il 2019 laddove sia già stata applicata la TOSAP O COSAP  e per valutare l’applicazione della stessa”. 

CONTEGGI IMU – TASI SALDO 2018

CONTEGGI IMU – TASI SALDO 2018

AL quadrata

Alessandria: Da lunedì 26 novembre 2018 l’Ufficio IMU/TASI – sito in piazza Giovanni XXIII n. 6 – palazzo Cuttica – sarà a disposizione dei proprietari di immobili ubicati nel territorio comunale, per effettuare il conteggio relativo al versamento del  SALDO  IMU 2018 la cui scadenza è fissata lunedì 17 dicembre (la scadenza del saldo è il 16 Dicembre, ma cadendo la domenica è rinviata a lunedì 17 dicembre 2018).

Si informa che le modalità di pagamento e le aliquote IMU e TASI relative all’anno d’imposta 2018 sono invariate rispetto all’anno 2017. Continua a leggere “CONTEGGI IMU – TASI SALDO 2018”

I cittadini si armano di scopa e paletta nei quartieri dove lo spazzino non passa più

I cittadini si armano di scopa e paletta nei quartieri dove lo spazzino non passa più

MUE35IWQ5992-7761-kTME-U11011786539947AjH-1024x576@LaStampa.it

Il caso di due coniugi al Cristo di Alessandria: “E paghiamo 351 euro di tassa rifiuti”

Arance marce, confezioni di panettoni, poi sacchetti pieni di contenitori di plastica appoggiati ai cassonetti, uno sull’altro. E vasetti di yogurt che rotolano lontani, insieme a pezzi di cellophane spostati dal vento. L’immondizia che si trova vicino e sotto ai bidoni della spazzatura racconta di zone che non vengono pulite almeno da sei mesi.  In via Viora, quartiere Cristo ad Alessandria, non passa nemmeno la macchina che pulisce le strade, quindi la situazione è peggiore che altrove.

Per questo Matteo Ferretti e la moglie Barbara Raina si sono messi a pulire. «Lo facciamo dall’inizio dell’inverno». «Perché» diventa domanda inutile: «Non ci piace vivere nello sporco».  I bidoni sono proprio sotto casa, la scia di sporcizia è ben visibile anche dalla finestra dell’ultimo piano. «Non è il nostro compito, ma se non le facciamo noi queste cose non le fa nessuno. Continua a leggere “I cittadini si armano di scopa e paletta nei quartieri dove lo spazzino non passa più”

Molinari Lega Nord. Flat Tax: Lega, pdl per tassazione agevolata al 15% per tutti fino a fatturati di 100 mila euro 

Molinari Lega Nord. Flat Tax: Lega, pdl per tassazione agevolata al 15% per tutti fino a fatturati di 100 mila euro 

Riccardo Molinari

Roma, 11 lug. – “Il primo step della rivoluzione fiscale voluto dalla Lega è finalmente partito. Questa mattina è infatti stata presentata la nostra proposta di legge sulla Flat Tax che estende il regime minimo/forfettario del 15% per tutte le partite Iva fino ad un volume d’affari di 100 mila. Per le start-up, inoltre, l’aliquota prevista è del 5% per 3 anni estesa a 5 anni per gli under 35 e gli over 55.

Il nostro obiettivo è da una parte estendere ad una platea più ampia possibile la semplificazione degli adempimenti contabili con un regime forfettario unico al 15% (o al 5%) e dall’altro sburocratizzare e facilitare la vita di imprese e professionisti.

I contribuenti non dovranno adempiere ad obblighi di contabilità, studi di settore, spesometro. Unico adempimento la dichiarazione dei redditi. Il regime sara’ opzionale. Dalle parole ai fatti: la flat tax è partita e piccole e medie imprese, liberi professionisti e start-up ne beneficeranno dando, di riflesso, un input positivo all’economia e all’occupazione”. 

Lo dichiara Riccardo Molinari capogruppo alla Camera della Lega.

Alessandria: Conteggi IMU – TASI Acconto 2018

Alessandria: Conteggi IMU – TASI Acconto 2018

Comune

Da domani, martedì 8 maggio 2018, l’Ufficio IMU/TASI del Comune di Alessandria (Palazzo Cuttica – piazza Giovanni XXIII n. 6) sarà a disposizione dei proprietari di immobili ubicati nel territorio comunale, per effettuare il conteggio relativo al versamento dell’acconto IMU e TASI 2018 che scadrà il prossimo 18 giugno.

Le modalità di pagamento e le aliquote IMU e TASI relative all’anno d’imposta 2018 sono invariate rispetto all’anno 2017

Per il conteggio occorre presentarsi muniti di visure catastali aggiornate.

Si rammenta che i contribuenti possono avvalersi del programma di calcolo RISCOTEL presente nel sito istituzionale del Comune di Alessandria ai seguenti link:

http://www.comune.alessandria.it/servizi/imposte-tariffe-e-finanze/tributi/

http://www.comune.alessandria.it/servizi/imposte-tariffe-e-finanze/tributi/imu-imposta-municipale-propria/

http://www.comune.alessandria.it/servizi/imposte-tariffe-e-finanze/tributi/tasi-tributo-sui-servizi-indivisibili/

L’orario di apertura del servizio è il seguente: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 12.

Casale Monferrato. Tari: da oggi si può fare domanda di agevolazione

Casale Monferrato. Tari: da oggi si può fare domanda di agevolazione

Casale Monferrato

Anche quest’anno sarà possibile fare domanda di agevolazione in base al reddito familiare per il pagamento della Tari, la  tassa rifiuti: per chi non avesse usufruito delle agevolazioni nell’anno 2017, infatti, dal 2 maggio al 30 novembre 2018 è aperto uno specifico bando.
I contribuenti che hanno avuto la riduzione del 25 per cento sull’ultima tassa rifiuti del 2017, infatti, riceveranno l’F24 per il pagamento della Tari con l’agevolazione già inclusa. Nel caso in cui, però, la situazione reddituale fosse variata nel corso del 2017, si dovrà comunicare la modifica all’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Casale Monferrato: in questo modo non si incorrerà nelle sanzioni previste. Continua a leggere “Casale Monferrato. Tari: da oggi si può fare domanda di agevolazione”

Gli operai sedotti da Salvini: “Ora ci abbassi le tasse e mandi via gli irregolari”

WDA72SUY7820-kwdD-U110126966945746ZF-1024x576@LaStampa.it

Nelle fabbriche lombarde: «Roma ci ignora, fieri di essere populisti». La rabbia anti-migranti: «Non è razzismo, chi delinque va cacciato»

REPORTERS

Per molti sostenitori di Salvini questa vittoria è anche uno schiaffo all’Europa «dove noi non contiamo niente»

FABIO POLETTI INVIATO A ODOLO (BRESCIA)

Gli operai votano Lega. I piccoli imprenditori votano soprattutto Lega. A Odolo in Val Sabbia, cento curve a Nord di Brescia, 2000 abitanti, 1000 operai, 500 migranti imbullonati come tutti ai torni o davanti agli altiforni, è difficile trovare qualcuno che non voti Lega o comunque a destra. Capire perché, non è difficile. Basta chiederlo a Giorgio Dusina, 53 anni, titolare dell’azienda di famiglia di minuterie metalliche: «Ho votato Lega. Sono fiero di essere un populista perchè il popolo questa volta ha fatto sentire la sua voce. Abbiamo voluto dare uno schiaffo a Roma e alla sinistra di Matteo Renzi che ci governa, non sa nulla di noi e non ha fatto nulla per noi. E un altro schiaffo all’Europa dove comandano tedeschi e francesi e noi non contiamo niente di niente» Continua a leggere “Gli operai sedotti da Salvini: “Ora ci abbassi le tasse e mandi via gli irregolari””

UIL, tasse locali: Alessandria nella top ten nazionale per gettito medio pro capite secondo lo studio a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL

UIL

Alessandria si è classificata al quarto posto tra le città capoluogo italiane per gettito medio pro capite. Lo studio è riferito a una famiglia tipo composta da quattro persone, con due figli minori, un reddito complessivo di 44 mila euro (ipotizzando 29 mila euro per un componente  e 15 mila per l’altra metà della coppia) e una casa di proprietà più un secondo immobile (tra seconda casa, negozio, ma anche un garage). Il reddito ISEE di questa famiglia campione è di 17.812 euro.

Dopo Roma, Torino e Genova, Alessandria è entrata tra i primi posti in classifica  con le seguenti cifre: 971 euro spesi per IMU/TASI, 1041 euro spesi per l’addizionale regionale IRPEF, 352 euro di addizionale comunale IRPEF, 360 euro per la TARI. Il totale di queste tasse locali ammonta per la famiglia tipo presa in esame a 2724 euro.

CITTA’

IMU/TASI ALTRI IMMOBILI

ADDIZIONALE REGIONALE IRPEF

ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF

TARI

TOTALE

Roma

1.563

761

396

308

3.028

Torino

1.321

1.041

352

279

2.993

Genova

1.232

855

352

339

2.778

Alessandria

971

1.041

352

360

2.724

Napoli

1.003

893

352

436

2.684

Salerno

969

893

352

462

2.676

Benevento

935

893

352

470

2.650

Pisa

1.197

700

278

473

2.648

Biella

980

1.041

352

213

2.586

Milano

1.333

683

232

323

2.571

Media nazionale

814

726

224

302

2.066

Lo scorso anno, nel 2017, il gettito per le tasse locali addizionali IRPEF sia regionali che comunali, IMU/TASI e TARI è stato di 47 miliardi di euro. Dunque il peso delle tasse locali per le famiglie è stato di 2.066 euro medi.

Gli alessandrini, come visto prima del dettaglio, hanno quindi superato in tutte le voci legate alle singole tasse locali le spese medie che ammontano invece a: Continua a leggere “UIL, tasse locali: Alessandria nella top ten nazionale per gettito medio pro capite secondo lo studio a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL”

UIL, tasse locali: Alessandria nella top ten nazionale per gettito medio pro capite secondo lo studio a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL

UIL

Alessandria si è classificata al quarto posto tra le città capoluogo italiane per gettito medio pro capite. Lo studio è riferito a una famiglia tipo composta da quattro persone, con due figli minori, un reddito complessivo di 44 mila euro (ipotizzando 29 mila euro per un componente  e 15 mila per l’altra metà della coppia) e una casa di proprietà più un secondo immobile (tra seconda casa, negozio, ma anche un garage). Il reddito ISEE di questa famiglia campione è di 17.812 euro.

Dopo Roma, Torino e Genova, Alessandria è entrata tra i primi posti in classifica  con le seguenti cifre: 971 euro spesi per IMU/TASI, 1041 euro spesi per l’addizionale regionale IRPEF, 352 euro di addizionale comunale IRPEF, 360 euro per la TARI. Il totale di queste tasse locali ammonta per la famiglia tipo presa in esame a 2724 euro.

Uil statistiche

Lo scorso anno, nel 2017, il gettito per le tasse locali addizionali IRPEF sia regionali che comunali, IMU/TASI e TARI è stato di 47 miliardi di euro. Dunque il peso delle tasse locali per le famiglie è stato di 2.066 euro medi.

Gli alessandrini, come visto prima del dettaglio, hanno quindi superato in tutte le voci legate alle singole tasse locali le spese medie che ammontano invece a: Continua a leggere “UIL, tasse locali: Alessandria nella top ten nazionale per gettito medio pro capite secondo lo studio a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL”

L’inganno della Flat Tax

panama-papers-02

by francogavio da: https://democraticieriformisti.wordpress.com 12 GENNAIO 2018

Panama Papers

Tasse alte? La propaganda della Lega e le proposte che dovrebbe avanzare il PD.

di Giorgio Abonante, Franco Gavio, Giorgio Laguzzi

Non vi è mai capitato di essere follemente attirati da un particolare cibo, pur sapendo che consumandolo vi procurerebbe un forte mal di stomaco. Di norma, una persona sensata si asterrebbe dal mangiarlo onde a evitare fastidiosi malesseri.

Bene, qualora voleste uscire da quest’allegoria, possiamo affermare con sicurezza che accadrebbe qualcosa di simile nel caso in cui dovesse essere promulgata la flat tax o meglio dire la “tassazione a forfeit”.

Ovviamente, quando si parla di questo tipo d’imposta diretta non progressiva, essa è normalmente associata a una corposa riduzione del carico fiscale personale, poiché emanata con un’aliquota minore rispetto alla media generale.

Ciò solletica l’attenzione di tutti, e quindi diventa un’arma micidiale da brandire in ogni confronto elettorale. Qualora una famiglia avesse l’opportunità d’incamerare una parte suppletiva del proprio reddito non tassato riceverebbe un corposo bonus annuale da parte del Governo. Normalmente, la metà di tale somma sarebbe risparmiata, e il resto speso. Quindi, non è del tutto vero che l’intero ammontare alimenterebbe il ciclo economico virtuoso. Solo la metà. Continua a leggere “L’inganno della Flat Tax”

Erroneo invio avvisi ICA del canone 2018 per l’occupazione degli accessi a raso ad Alessandria

Comune

Si informa che in questi giorni la società ICA — quale concessionario per il Comune di Alessandria del servizio di accertamento e riscossione del Canone di Occupazione Spazi e Aree Pubbliche — ha emesso, a causa di un errore informatico, gli avvisi di scadenza per l’anno 2018 relativi anche alle occupazioni degli accessi a raso i quali non rientrano nell’applicazione del canone.

A fronte di tale disguido, si prega di non considerare come “pagamento dovuto” l’importo relativo agli accessi di cui sopra. Continua a leggere “Erroneo invio avvisi ICA del canone 2018 per l’occupazione degli accessi a raso ad Alessandria”