Caat, Rosso (Fdi): “5stelle nominano amici e parenti” 

Caat, Rosso (Fdi): “5stelle nominano amici e parenti” 

roberto_rosso_03-1.jpg

Torino: “Al grido di onestà, apprendiamo che alla presidenza del Caat la giunta Appendino ha nominato un amico dell’assessore Sacco, ma anche amico del marito della stessa sindaca”: lo dichiara Roberto Rosso, capogruppo in Comune di Fratelli d’Italia.

caat-slide-1

“Senza voler mettere in dubbio le capacità professionali del presidente Marco Lazzarino – prosegue Rosso – sarebbe stato però interessante vedere che almeno i maestri d’onestà reclutassero i manager anche al di fuori della ristretta cerchia di amici e parenti”.

Iren, Rosso (Fdi): “Torino non solo perde il controllo, ma nemmeno utilizza i capitali Iren per migliorare la città” 

Iren, Rosso (Fdi): “Torino non solo perde il controllo, ma nemmeno utilizza i capitali Iren per migliorare la città” 

“Con i nuovi patti sindacali il Comune di Torino ha perso di fatto il controllo di Iren, ormai in mano a Genova e Reggio Emilia. Una cosa molto grave per la nostra città, che si sta spogliando di tutti i propri asset.

roberto_rosso_03

Adesso, dopo il danno la beffa: perché Palazzo civico continua a possedere 400 milioni di euro di azioni dell’Iren, ormai inutili visto che la maggioranza delle azioni è persa”, spiega Roberto Rosso capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio comunale.

Come noto Iren è la società che controlla e gestisce la distribuzione di acqua, luce e  gas a Torino e in tanti altri comuni d’Italia.

“Ieri, in Comune abbiamo discusso della possibilità di vendere queste azioni – continua Rosso – a mio avviso, questi soldi possono essere investiti per le infrastrutture e in tecnologie per gli ospedali. Con 400 milioni rivolti la città come un calzino e la rendi migliore per almeno dieci anni. Si possono intraprendere molte azioni utili e fattibili a beneficio di molti”.

Nulla di fatto, però, perché Rosso sottolinea: “Ovviamente, come gli statalisti del Pd prima, oggi neppure i 5 Stelle vogliono vendere queste azioni.  Il motivo è semplice: mantenere delle posizioni per assunzioni nepotistiche a fini elettorali”.

Atp Finals Tennis, Rosso (FdI): Roma continua a maltrattare Torino 

Atp Finals Tennis, Rosso (FdI): Roma continua a maltrattare Torino 

“Torino ancora una volta è maltrattata da Roma, qualunque sia il governo”, lo dichiara Roberto Rosso, capogruppo in Comune per Fratelli d’Italia.

roberto_rosso

“Ci hanno scippato le Olimpiadi ci stanno provando con il Salone del libro – prosegue – ora per le Atp Finals di Tennis dobbiamo sperare che, grazie alla proroga, qualcuno da lassù rinsavisca e cambi idea e si decida di investire su questa città che malgrado la profonda crisi economica e sociale che sta vivendo continua a versare all’Erario molte più tasse di quanti fondi riceva”.

Ex Moi, Rosso (FdI): “Dopo lo spaccio e il controllo della prostituzione, anche il traffico di esseri umani” 

Ex Moi, Rosso (FdI): “Dopo lo spaccio e il controllo della prostituzione, anche il traffico di esseri umani” 

“Forse adesso il sindaco Appendino ci dirà che il Moi porta nuova occupazione, visto che oltre lo spaccio, il controllo della prostituzione, quello del racket dell’elemosina, oggi scopriamo esserci anche una centrale di smistamento per il traffico di esseri umani”.

Roberto_Rosso

Così Roberto Rosso, capogruppo in Comune per Fratelli d’Italia, commenta la scoperta di una centrale di traffico di migranti all’ex Moi.

“Per i cinque stelle – prosegue – si tratterà certamente di un aiuto all’occupazione cittadina, da anni in grande difficoltà, ma che nei loro tre anni di governo è sprofondata in recessione, con aziende che chiudono, si trasferiscono e serrande abbassate per sempre.

Un bel modello di città quello che ci propone Appendino, che in tre anni non ha fatto praticamente nulla per sgomberare l’ex Moi, salvo parlarne ogni tanto sui social, come fa di tutto”.

Cultura: AIE andata e ritorno…

Cultura: AIE andata e ritorno…

Come recita un vecchio proverbio: “Chi lascia la strada vecchia per quella nuova sa quello che perde ma non quello che trova”.

345

di Pier Carlo Lava

A volte ritornano ma a quanto pare non è un esclusiva dei politici visto che anche l’AIE, Associazione Italiana Editori, intende ritornare al Salone del libro di Torino.

Circa tre anni fa sbattendo la porta e con commenti critici aveva lasciato Torino per  fondare un nuovo Salone del libro a Milano.

Una decisione che in seguito si è rivelata infelice, dato che dopo solo due Edizioni di “Tempo di libri” il Salone milanese che era stato presentato in pompa magna si è rivelato un flop.

Ora l’AIE fa retromarcia e torna a di nuovo a fare parte del “Salone del libro” la mostra torinese che si organizza a 31 anni al Lingotto di Torino.

Un evidente conferma che il vecchio adagio: “Chi lascia la strada vecchia per quella nuova sa quello che perde ma non quello che trova”, evidentemente vale anche nel settore cultura .

Tennis ATP Finals: Molinari (Lega), presentata pdl per stanziare 78 mln per Torino

Tennis ATP Finals: Molinari (Lega), presentata pdl per stanziare 78 mln per Torino

Torino, 15 feb. – “Faremo di tutto perché Torino ospiti il torneo ATP Finals di tennis. A tal proposito ho già presentato una proposta di legge volta ad autorizzare una spesa complessiva, per gli anni 2021-2025, di 78 mln al fine di garantire l’evento. 18 milioni per il 2021 e 15 per ciascuno degli anni dal 2022 al 2025.

Riccardo Molinari

Sono anche i grandi appuntamenti sportivi come questo a far migliorare i servizi e a portare indotto alla città, per questo l’auspicio è che con l’accordo di tutti i gruppi la pdl venga approvata in tempi rapidi.

Dopo la grande occasione persa con le Olimpiadi, Torino non può lasciarsi scappare anche il torneo ATP Finals di tennis che, dopo i quattro appuntamenti del Grande Slam, rappresenta il torneo più importante dell’anno. Siamo quindi pronti a lavorare per portare i migliori tennisti a Torino e aumentare il respiro internazionale della città”. 

Lo dichiara Riccardo Molinari capogruppo della Lega alla Camera e primo firmatario della proposta di legge.

Cecilia Bergaglio: Bruno Gambarotta ospite alla Torre di Carta di Novi Ligure

Prosegue anche questo mese la manifestazione culturale “La Torre di Carta”, fiera del libro e degli illustratori organizzata dal Comune di Novi Ligure in collaborazione con l’associazione culturale Librialsole.

Domani, sabato 16 febbraio, alle 17 presso il salone di rappresentanza di Palazzo Pallavicini, in Via Paolo Giacometti 22, Bruno Gambarotta, scrittore, giornalista e conduttore, presenterà “Il colpo degli uomini d’oro. Il furto del secolo alle Poste di Torino”. Dialogherà con l’autore l’Assessore alla Cultura Cecilia Bergaglio.

Un’appassionante vicenda di nera raccontata come un romanzo giallo: il 27 giugno 1996, alle 8 del mattino, alla direzione delle Poste di Torino i funzionari dell’Ufficio Cassa aprono i sacchi raccolti il giorno prima dalle varie sedi postali. Dentro però, invece del denaro, trovano fumetti di Topolino e pagine di libri scolastici tagliuzzati della misura delle banconote da 100 e 50.000 lire. Cosa è successo? Quattro insospettabili – o forse di più? – e la ‘ndrangheta, le fughe in Albania e Costarica, due cadaveri nascosti in un noccioleto della Val Susa, pistole del secolo scorso ancora fumanti, playboy di provincia e mogli gelose. L’autore ricostruisce la cronaca dettagliata del colpo sabaudo del secolo, una storia realmente accaduta che per molti mesi ha tenuto col fiato sospeso l’Italia.

Comunicato stampa

Maria Luisa Pirrone

Anarchici scarcerati. Rosso: “Solidarietà alle forze dell’ordine” 

Anarchici scarcerati. Rosso: “Solidarietà alle forze dell’ordine” 

“Solidarietà ai componenti delle forze dell’ordine, che si sono trovati in mezzo alla guerriglia urbana sabato pomeriggio e che ora scoprono la pronta scarcerazione dei criminali che hanno faticosamente arrestato.

roberto_rosso_03

Quanto provocato dagli anarchici a Torino non ha nulla di democratico ed è inammissibile che le undici persone arrestate siano già state scarcerate. Tutto ciò non è minimamente accettabile”. 

Così Roberto Rosso, capogruppo Fdi in Comune di Torino, commenta la scarcerazione dei soggetti arrestati per gli scontri avvenuti sabato.

“È quasi un affronto agli uomini della Polizia. Sempre senza mettere in dubbio la buona fede dei magistrati, si nota però che le misure cautelari talvolta vengono applicate con maggiore, talvolta con minore severità.

Siamo proprio sicuri che questi personaggi non possano reiterare il reato? Hanno appena annunciato di voler ‘attaccare’ Palazzo civico, quindi il pericolo esiste eccome e i presupposti per tenerli dentro c’erano tutti”.

foto: http://www.torinoggi.it/

La plastica ‘verde’ di Ecoplasteam piace: entrano in società nuovi partner da Torino, Alessandria e Casale Monferrato

La plastica ‘verde’ di Ecoplasteam piace: entrano in società nuovi partner da Torino, Alessandria e Casale Monferrato

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Nuovi soci per Ecoplasteam, start up innovativa che ha aperto ad Alessandria il primo impianto al mondo per la produzione di EcoAllene, polimero plastico ecosostenibile, totalmente riciclabile, frutto del recupero dei film di plastica e di alluminio che compongono, insieme alla carta, i contenitori in tetrapak.

unnamed

La società ha recentemente aumentato il capitale sociale, raccogliendo 750.000 euro di equity, che è stato sottoscritto in parte da quattro nuovi soci e in parte da Swiss Merchant Corporation che ha arrotondato la quota. I nuovi ingressi arrivano da Torino, Alessandria e Casale Monferrato.

La prima è la Training 4U Srl, società che opera nel campo della information technology (la sede è a Torino) e della consulenza aziendale orientata allo sviluppo di soluzioni applicative e infrastrutturali ‘chiavi in mano’. Il secondo ingresso è alessandrino con Bartolomeo Prigione, amministratore delegato di Italcom di Alessandria, azienda attiva nello sviluppo di progetti software per la digital transformation.

Infine i due casalesi: Edoardo Deregibus, imprenditore del settore Ict e amministratore delegato di Nexto Group (progetti e servizi integrati dedicati all’automazione industriale), e Giacomo Alberghina, commercialista, partner dello Studio Scagliotti-Alberghina (progetti imprenditoriali in settori ad elevata innovazione, biotech medicale e software Industria 4.0, e ambientale, energia da fonti rinnovabili e servizi ambientali). Continua a leggere “La plastica ‘verde’ di Ecoplasteam piace: entrano in società nuovi partner da Torino, Alessandria e Casale Monferrato”

Bombe carta e paura, gli anarchici scatenano la guerriglia a Torino – La Stampa

La protesta contro lo sgombero dell’Asilo occupato. Dodici fermati. Strade bloccate, cassonetti in fiamme e un autobus di linea devastato

Sorgente: Bombe carta e paura, gli anarchici scatenano la guerriglia a Torino – La Stampa

Disabili in piazza venerdì 8 febbraio: fa tappa anche a Torino la mobilitazione per chiedere l’aumento della pensione di invalidità

Disabili in piazza venerdì 8 febbraio: fa tappa anche a Torino la mobilitazione per chiedere l’aumento della pensione di invalidità

Anche l’Ufficio H della UIL di Alessandria, sportello informativo e di consulenza per le persone con disabilità e le loro famiglie, parteciperà il prossimo venerdì 8 febbraio alla manifestazione a Torino per chiedere l’aumento delle pensioni di invalidità.

12900992_625665190932586_2832981922566958248_o.jpg

La manifestazione che si svolgerà a Torino, alle 16 davanti alla Prefettura, rientra all’interno di una mobilitazione nazionale che coinvolge diverse città come Roma, Palermo e Pavia. A scendere in piazza saranno i disabili e i loro familiari indignati con il Governo per l’esclusione dalla Finanziaria di misure a sostegno del loro sostentamento. La manovra finanziaria, infatti, si concentra sul reddito di cittadinanza e Quota 100, ma ha escluso più di 820 mila persone con disabilità.

Anche ad Alessandria nella sede UIL di Via Fiume 10 è ormai da tempo presente uno sportello informativo e di consulenza per le persone con disabilità e le loro famiglie, aperto ogni martedì mattina dalle 9.30 alle 11.30 per offrire assistenza legale, tutela e agevolazioni sul posto di lavoro, informazioni sull’indennità di accompagnamento, assistenza sanitaria, pensioni di invalidità civile e molto altro ancora. Continua a leggere “Disabili in piazza venerdì 8 febbraio: fa tappa anche a Torino la mobilitazione per chiedere l’aumento della pensione di invalidità”

A cena con una cortigiana: “Veronica ed Io” su Veronica Franco

A cena con una cortigiana: “Veronica ed Io” su Veronica Franco

Spettacolo con cena dal titolo “Veronica ed Io”, tratto dall’omonimo romanzo di Tamara Brazzi (La Valigia Rossa edizioni) che si terrà lunedì 11 febbraio.

Ufficio stampa La Valigia Rossa edizioni

Lunedì 11 febbraio spettacolo “Veronica ed Io” dal libro su Veronica Franco, ai Due Cesari 

Spettacolo dal libro Veronica ed Io

A cena con Veronica Franco. Per scoprire la vita della cortigiana Honesta del ‘500 veneziano, lunedì 11 febbraio, alle 20, va in scena una speciale performance teatrale “Veronica ed Io”, tratta dall’omonimo romanzo di Tamara Brazzi, all’interno del ristorante i “Due Cesari” di Torino. Maschere, costumi d’epoca, musica polifonica e candele rievocano l’atmosfera della rinascimentale Serenissima. 

La percezione di un tempo lontano da cui affiora attuale la storia della meretrice colta che ha salvato Venezia e che, riscattata da Benedetto Croce, arriva fino ai nostri giorni come esempio di coraggio per le donne che lottano per affermare se stesse.

La pièce esplora i due personaggi del romanzo, la donna del passato Veronica, e la donna contemporanea Cristina, mettendo in evidenza con una sapiente ironia le analogie e i contrasti di oggi e di allora. Continua a leggere “A cena con una cortigiana: “Veronica ed Io” su Veronica Franco”

Specie aliene invasive. Al via il primo corso di formazione per docenti a Torino

Specie aliene invasive. Al via il primo corso di formazione per docenti a Torino

Occhio all’alieno! 

Al via i corsi di formazione per docenti e personale scolastico sulle Specie aliene invasive, per educare e formare correttamente insegnati e studenti sulle specie aliene invasive e i metodi per frenare la loro diffusione, a beneficio della biodiversità e della nostra salute. 

spcie_life_asap_web

Primo appuntamento il 5 febbraio a Torino con il Parco Nazionale Gran Paradiso. 

Cosa sono le specie aliene invasive? Come si diffondono e in che modo possiamo contribuire a frenare la loro propagazione? Sono dannose per la biodiversità e per la nostra salute? Quanto costa intervenire per fermarle e ricreare habitat naturali autoctoni? E soprattutto, perché è fondamentale intervenire velocemente per frenarle? Ecco alcuni degli interrogativi che verranno affrontati durante i corsi di formazione per gli insegnanti e il personale scolastico che saranno realizzati insieme ai Parchi coinvolti nel progetto Life Asap.

Le Aree Protette, infatti, in prima linea per tutelare il nostro patrimonio di biodiversità, moltiplicano il loro impegno per frenare la diffusione delle specie aliene con la realizzazione di quattro corsi dedicati alle scuole e curati dagli esperti di Legambiente.  Primo appuntamento il 5 febbraio con il Parco Nazionale del Gran Paradiso, seguito, il 12 febbraio dal Parco dell’Aspromonte e successivamente dai Parchi Nazionali dell’Arcipelago Toscano e dell’Appennino Lucano. Continua a leggere “Specie aliene invasive. Al via il primo corso di formazione per docenti a Torino”

Tav, la Lega in piazza sfida il M5S: “Non possiamo bloccare il Paese”. La Stampa

Oggi a Torino nuova manifestazione per il sì all’opera. I grillini: «Bisogna rispettare il contratto di governo»

FEDERICO CAPURSO ROMA
Matteo Salvini guarda alla Tav e vuole«un’Italia che dica sì». Il pensiero del vice-premier, nel quartier generale leghista, viene esteso anche «alle trivelle lontane dalle coste, alla Tap, alle autostrade». La lista è lunga, perché «la Lega pensa che l’Italia non si possa fermare». E dunque non si può fermare neanche la Torino-Lione, «se permetterà di viaggiare sicuri, veloci e con benefici per il territorio superiori agli eventuali problemi».

Finisce quasi in secondo piano, nei desideri del Carroccio, l’analisi costi-benefici sulla Tav. Sarà pronta «a fine gennaio», sostiene il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. Per il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, invece, «il lavoro istruttorio è stato completato. Adesso lo studieremo ed espliciteremo la decisione del governo». Le versioni ormai si intrecciano fino a contraddirsi. Persino la decisione finale sulla Torino-Lione dipenderà dalla volontà politica di quello stesso governo che oggi, a Torino, nella piazza per il Sì alla Tav, farà sfoggio dello scintillante conflitto in atto tra le sue due anime: sfileranno i leghisti; resteranno a casa i Cinque stelle.
«Fa sorridere – punge la sindaca Chiara Appendino – il fatto che in piazza ci sia un alleato che ha sottoscritto un contratto in cui si dice chiaramente che l’opera va rivista integralmente». Di Maio, da mediatore, prova a smorzare: «Loro sono sempre stati a favore». Ma l’alleato Matteo Salvini fa notare che “rivedere” non vuol dire “cancellare”. E ad Appendino risponde: «Fa bene la sindaca a sorridere. Un sorriso allunga la vita. Nessuno pretende che il progetto non si tocchi, però io voglio un’Italia del sì che vada avanti, non che torni indietro»…. conyinua su: Tav, la Lega in piazza sfida il M5S: “Non possiamo bloccare il Paese” – La Stampa

La mia incantevole Torino, di hashtagcomunicazione

di hashtagcomunicazione(5 dicembre 2017)

Mi ha vista saltare dentro le sue pozzanghere dopo la pioggia.

Salire e scendere da una metro troppo affollata.

Correre all’università con sotto il braccio pagine di appunti.

Mi ha vista ballare a notte fonda in una piazza desolata, mentre il mondo dormiva.

Sfogliare un libro sotto un albero del Parco Valentino.

Mi ha visto baciare un amore.

Brindare con le amiche. Ubriacarmi di sorrisi.

Cantare, con le cuffie dell’iphod alle orecchie.

Mi ha visto godere il silenzio rumoroso della città dal monte dei Cappuccini.

Mi ha visto sorpresa davanti ai suoi monumenti e opere.

Mi ha visto perdere tra le sue strade, per poi ritrovarmi e perdermi ancora.

Fotografarla, cercando di avere gli occhi di un turista ingenuo ed entusiasta.

Mi ha visto fare tante cose la mia Torino. La mia elegante, maestosa, isterica, lunatica, discreta, incantevole Torino.

Mi ha visto e mi rivedrà fare la valigie, per poi tornare. Sempre.

https://hashtagcomunicazione.com/