Intervista alla poetessa Mariangela Ottonello, a cura di Pier Carlo Lava

Intervista alla poetessa Mariangela Ottonello, a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare per i lettori un intervista alla poetessaMariangela Ottonello che risponde alle nostre seguenti domande:

Mariangela Ottonello

Mariangela ciao e benvenuta su Alessandria today è veramente un piacere farti un intervista, ci vuoi raccontare dove sei nata, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Sono nata a Campo Ligure (GE) il 10/05/1961. Nel 1983 mi sono sposata e vivo a Masone (GE), un grazioso paese immerso nel verde, a 403 m di altitudine.

Mi sono diplomata nel 1979 all’Istituto Magistrale S. Caterina di Ovada (AL). Ho praticato pochissimo l’insegnamento, solo due anni di doposcuola. Mi sono dedicata  alla famiglia ed ho collaborato con mio marito nel bar pasticceria gelateria di cui è proprietario e che gestisce insieme ai due fratelli. Ho quattro figlie e tre nipotine.

La zona in cui vivo è il centro storico di Masone, il Paese Vecchio, situato su una collina dalla quale si gode una magnifica vista sull’abitato che si estende nella valle sottostante. In Piazza Castello ha sede il Museo Civico Andrea Tubino, che raccoglie oggetti antichi e attrezzature che venivano utilizzate per la lavorazione del ferro. Nel periodo natalizio si può visitare in questi locali il bellissimo presepe meccanizzato.

Ogni anno vengono esposte raccolte fotografiche di grandi autori. Nel sottotetto è stata ricavata una sala dove si è svolta, tra le altre manifestazioni, anche la presentazione del mio libro di poesie. Nell’adiacente Giardino dei Monaci si organizzano durante la stagione estiva spettacoli musicali, cabarettistici e rinfreschi per matrimoni.

Quando hai iniziato a scrivere e cosa ti ha spinto a farlo?

Ho iniziato a scrivere poesie nel gennaio del 1972. Frequentavo la quinta elementare. Mi piaceva molto leggere e in particolare ero affascinata dalle liriche dei poeti classici. Durante una lunga permanenza a letto a causa di un’ingessatura,

ho sentito il bisogno di scrivere. Il mio stile, dapprima acerbo, è maturato con me. Compongo in versi sciolti, raramente in rima o usando la metrica tradizionale.

Do molta importanza alla musicalità, elemento che rende la poesia gradevole all’ascolto.

Ci vuoi definire il termine poetessa?

Il termine “poetessa” descrive una persona capace di cogliere con la propria sensibilità l’anima di ogni cosa. Attraverso l’osservazione, la realtà viene interiorizzata e vagliata attraverso le sensazioni del cuore, per poi tramutarsi in versi.

Ci vuoi parlare della tua silloge “Un breve preludio d’eternità”?

Il titolo della silloge è tratto da una poesia in essa contenuta. “Un breve preludio d’eternità” è la metafora della vita, la quale, per lunga che sia, passa così in fretta che non ce ne rendiamo conto. Per questo considero la nostra esistenza come una piccola porzione di tempo se paragonata all’eternità.

Il libro, pubblicato dalla Pluriversum Edizioni di Ferrara, contiene 50 poesie.

I temi trattati sono: la bellezza della natura, il sentimento d’amore, le emozioni, l’attenzione verso gli altri, la mia filosofia sulle realtà della vita e della morte e infine storie ed immagini dettate dalla fantasia.

Il linguaggio con cui mi esprimo vuole essere comprensibile a tutti, perché ritengo che l’interesse dei lettori calerebbe se trovassero difficoltà di interpretazione. Continua a leggere “Intervista alla poetessa Mariangela Ottonello, a cura di Pier Carlo Lava”

“Un breve preludio d’eternità”, la silloge di Mariangela Ottonello

“Un breve preludio d’eternità”, la silloge di Mariangela Ottonello

di Pier Carlo Lava

Alessandria today dopo la biografia è lieta di presentare ai lettori “Un breve preludio d’eternità”, la silloge della poetessa Mariangela Ottonello. Seguirà un intervista in esclusiva per il blog.

Prefazione, a cura di Rosamaria Alagna, curatrice della collana “Inchiostro dell’anima” della Pluriversum Edizioni.

Un breve preludio di eternità, di mariangela ottonello copiabiog Mariangela Ottonello 033 copia

Quando ho letto le poesie di Mariangela, sono stata subito conquistata da grazia e freschezza scevre di retorica. La silloge si mostra come un dolcissimo canto di primavera in cui la natura e la vivacità del creato prorompono in modo immediato e spontaneo.

Il sentimento d’amore che percorre l’intera raccolta è espresso con toni delicati e passionali. Si avverte il desiderio di celebrare l’amore per il suo uomo, che diviene fonte di ispirazione. “io ci sarò nei tuoi momenti grigi” o “nel blu dei tuoi giorni”, sussurra la poetessa, quasi a voler rassicurare la persona amata e farsi, a sua volta, sostenere come un neonato che attinge all’amore materno. “E cullerai la mia immagine tra onde fresche di tenerezza”. In altre liriche si pone “ in punta di piedi”, non vuole essere invasiva, ma umile e modesta, quasi inconsapevole del proprio valore. Continua a leggere ““Un breve preludio d’eternità”, la silloge di Mariangela Ottonello”