Momenti di poesia. ALBA SURREALE, di VincEnzo Pollinzi

Momenti di poesia. ALBA SURREALE, di VincEnzo Pollinzi

Alba surreale

ALBA SURREALE

( ispirato da un dipinto di LUCIA LANZA )

Racchiusa in una bolla

trasparente e fragile

é prigioniera di sé

l`essenza stessa della vita.

Ondeggia agli urti

del mondo fuori,

resiste a vulcani

di lava corrente

per bruciare alla fine

nel suo stesso fuoco.

VINCENZO POLLINZI-Diritti riservati sul testo

Tratto dalla Silloge -SURREALTÀ-

AAVV- ANTOLOGICA ATELIER POESIE

Momenti di poesia. Cinque Poesie di Vincenzo Pollinzi

Cinque Poesie di Vincenzo Pollinzi

di Pier Carlo Lava

Pollinzi

Alessandria today: Questi i link delle ultime poesie dell’amico e poeta Vincenzo Pollinzi in ordine di tempo, che riproponiamo per chi se le fosse perse:

https://alessandria.today/2018/09/23/il-bar-dei-poeti-di-vincenzo-pollinzi/

https://alessandria.today/2018/09/23/silenzio-estate-1990-di-vincenzo-pollinzi/

https://alessandria.today/2018/09/23/come-un-blues-di-vincenzo-pollinzi/

https://alessandria.today/2018/08/17/padroni-e-sottomessi-di-vincenzo-pollinzi/

https://alessandria.today/2018/08/17/lettera-da-un-posto-qualunque-di-vincenzo-pollinzi/

Momenti di poesia. E IO CHI SONO ?, di Vincenzo Pollinzi

Momenti di poesia. E IO CHI SONO ?, di Vincenzo Pollinzi

60288313_2295736904011703_930918441827696640_n.jpg

E IO CHI SONO ?

È un giorno come un altro,
il sole si attarda svogliato e
si disperdono a sciami silenziosi

le ombre brulicanti della notte
nei viavai di fumi senza tempo
che ogni volta si rinnovano.

E io chi sono,dove sto andando?
Cosa cerco,dov`è il mio posto?

In un mondo che si accartoccia
sempre più nelle sue spirali tra
i cavi vuoti delle indifferenze
io vivo di continuo la mia condanna.

Solo coscienza di non essere per sempre
e mai chiedermi se ha un senso
questo strisciare a tentoni
sul bisogno di partire sempre
alla ricerca vana di me stesso.

Avere gli occhi e far finta di esser cieco,
tacito come una rigida maschera di gesso
dietro il sipario di un teatro all`aperto
ancora e sempre mezzo vuoto e
mai pieno che chiamiamo vita.

Diritti Riservati @ Maggio 2019
Foto di Vincenzo Pollinzi

Cinque Poesie di Vincenzo Pollinzi

Cinque Poesie di Vincenzo Pollinzi

di Pier Carlo Lava

vincenzo-pollinzi1.jpg

Alessandria today: Questi i link delle ultime poesie di Vincenzo Pollinzi in ordine di tempo, che riproponiamo per chi se le fosse perse:

https://alessandria.today/2018/09/23/il-bar-dei-poeti-di-vincenzo-pollinzi/

https://alessandria.today/2018/09/23/silenzio-estate-1990-di-vincenzo-pollinzi/

https://alessandria.today/2018/09/23/come-un-blues-di-vincenzo-pollinzi/

https://alessandria.today/2018/08/17/padroni-e-sottomessi-di-vincenzo-pollinzi/

https://alessandria.today/2018/08/17/lettera-da-un-posto-qualunque-di-vincenzo-pollinzi/

Momenti di poesia. VORREI AVERE IL TEMPO, di ‎VincEnzo Pollinzi‎

Momenti di poesia. VORREI AVERE IL TEMPO, di VincEnzo Pollinzi

Antologica Atelier – poesie

VORREI AVERE IL TEMPO

Sopra le nuvole caparbio resiste
ancora un filo di azzurro
mentre a terra gli animali annusano
già gli umori della notte

Una radiolina a transistor
sparge nell’ aria satura
die Mondscheinsonate
e sembra invocare la luna

Io penso a te, a noi
a quei pochi istanti per
guardarsi negli occhi
che a me non bastano mai

Vorrei avere il tempo di parlarti
e chiederti una risposta senza
darti il tempo di pensare
Come ti va? Sei felice?

Ma come in un sortilegio
le domande restano
sempre senza risposta

e ti confondi ogni volta
tra le ombre fuggenti
nei meandri della notte.

Diritti Riservati@ 24 Aprile 2019

U vicu da Carreria, di Vincenzo Pollinzi. Il Vicolo (Traduzione in Italiano dal Dialetto Rocchisano)

U vicu da Carreria, di Vincenzo Pollinzi

U vicu ù duna segni e vita
e sutta nu sule vruscente
ppe cose e gianti,
para abbannunatu a iddru stessu.
Sagghiannu si quattru scaluni
nu pensiaru ammucciatu
appiccia torna chiddra nostalgia
sempre custodita intra
nu morziciaddru e pagura,
quasi ara tenire luntanu e mia stessu.
Ma si nne si luntanu e chiudi l`uacchi
rijiasci miaghju a capiscire i sianzi
e ne vidi e malincunie…
e chiddru chi te manca.
U`c`è sù cchiù e fimmine
sedute subba u muriattu
chi tuttu senta,cumpari e pacenziusu.
U`c`è cchiù…e d`è ammutata puru
a parrasia a festa di quatrariaddri loru.
E duve su ghjùti i ziariaddri cu ra canottìara
chi mustravanu aru vìantu du vicu
u pìattu,a faccia e l`arrummulare e l`anni?
È cuamu si a d`ammutare forra a Vita stessa!
Tuttu cumincia,se trasforma e finiscia…
s`arrummula e va avanti.
Vulerra ca su circhiu du mia,
mentre se strincia senza frica,
u se chiuderra ccà,intra su Vicu,
duve tuttu ppe mia è cuminciatu
e duve tuttu vulerra u se finiscia.

Diritti Riservati

Il Vicolo (Traduzione in Italiano dal Dialetto Rocchisano)

La strada non dà segni di vita
e sotto un sole spietato
per cose e Genti,
sembra abbandonata a se stessa.
Salendo i pochi gradini
un pensiero nascosto
riaccende la nostalgia
sempre custodita
in un pizzico di paura,
quasi a volerla tenere distante da me.
Ma se sei lontano e chiudi gli occhi
riesci meglio a carpirne i sensi
e ne metti a fuoco le malinconie…
E quello che ti manca.
Non ci sono più le donne
sedute a ridosso del muretto
che tutto ascolta,paziente e complice.
Non c`è più… e tace anche
il vociare festoso die loro bambini.
E dove sono finiti i vecchietti in canottiera
che consegnavano al venticello del vicolo
il petto,la faccia e l`avanzare degli anni?
È come se a tacere fosse la vita stessa.
Tutto comincia,si trasforma e tutto finisce,
si avvicenda e va avanti.
Vorrei che il mio cerchio
nel suo restringersi senza fretta
si chiudesse qui,in questo luogo,
dove tutto per me è incominciato
e dove tutto vorrei che finisse.

Diritti Riservati

Nota: Un grazie di cuore a mio nipote Pierino Pollinzi che con pazienza e affetto mi ha aiutato nella stesura del Testo in Rocchisanu, perchè mancando da molto certe sfumature un pò sono andate perse. Grazie a tutti se siete arrivati fin qua.

Il poeta Vincenzo Pollinzi presenta la sua storia e le sue sillogi

Il poeta Vincenzo Pollinzi presenta la sua storia e le sue sillogi

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori del blog il poeta Vincenzo Pollinzi e le sue sillogi, con un altra in prossima uscita.

Vincenzo pollinzi

Biografia

Chi sono: Vincenzo Pollinzi, nato il 24 Gennaio 1954 a Roccabernarda, un paesino nell`entroterra Crotonese in Calabria. Sin dai tempi delle Scuole Medie ho imparato ad amare i Classici della Poesia,poeti come Omero, Dante, Leopardi, Foscolo e Carducci, poi trovavo molto interessante Edgar Lee Masters e la sua Antologia di Spoon River, senza trascurare il più moderno cosiddetto “Movimento Beat” con Poeti come Ezra Pounds, Allan Ginsberg, Jack Kerouac che pure amo molto. Penso che da allora è nato anche il desiderio e un pò il bisogno intimo di scrivere le mie prime poesie.

Ancora molto giovane ho seguito nel 1972 la famiglia in Germania, essendo mio padre un emigrante della prima ora, dove mi sono specializzato in saldatura e lavorato ininterrottamente fino alla pensione.

Vivere in una città come Hannover capitale della Bassa Sassonia,le esperienze lavorative e umane con lavoratori e cittadini di tante e diverse nazionalità che convivono produttive e pacifiche tra Culture e Religioni diverse ha arricchito enormemente il mio bagaglio di esperienza umana e culturale.

Mi piace scrivere e riflettere su tutto quello che mi “muove”, guardandomi attorno e attingendo dalla vita reale che è fonte di immensa ispirazione.

Scrivere in modo semplice partendo dalla mente per arrivare al cuore è la mia più grande aspirazione.

Non ho mai voluto partecipare a concorsi di Poesia non perchè pensi che sia una cosa degradante,ma penso che la Poesia non può essere fatta su graduatorie di una giuria che giudica solo UNO degli scritti tra i tanti e non il Poeta nel complesso.

Rimane però il fatto che chi scrive dovrebbe essere sempre rispettato e incoraggiato comunque, al di là delle graduatorie.

 

 

Sono presente, sotto la regia di Antologica Atelier in due Antologie- Opus Incertum– e- Excelsior– con 20 mie Poesie a Tema e presto uscirà fresca di stampa una Silloge tutta mia con una cinquantina di poesie.

Tradurre tutte le poesie che naturalmente ho scritto in Italiano, per me LA LINGUA madre, in Tedesco e proporlo ai lettori in due lingue è uno dei progetti su cui sto lavorando.

Poi ho iniziato a scrivere un Romanzo sulle tematiche e problematiche di una emigrazione al passo coi tempi e del mio vissuto in una comunità reale e internazionale come esiste qui in Hannover. Anche collaborare con Alessandria Today e  Pier Carlo Lava con articoli saltuari è un impegno e un piacere che mi sta molto a cuore. Chi vivrà vedrà.

Vincenzo Pollinzi

Intervista al poeta e scrittore Vincenzo Pollinzi, a cura di Pier Carlo Lava

Intervista al poeta e scrittore Vincenzo Pollinzi, a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare un intervista in esclusiva per il blog, al poeta e scrittore Vincenzo Pollinzi, un italiano emigrato che vive ad d Hannover in Germania, che risponde alle nostre domande.

44290391_158519161765501_109702866423250944_n

Vincenzo Pollinzi copiaVincenzo ciao e benvenuto su Alessandria today è veramente un piacere farti un intervista, ci vuoi parlare della tua storia, dove sei nato, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Buongiorno a voi, con vero piacere. Sono nato aRoccabernarda, un paesino dell`entroterra Crotonese, da dove ancora molto giovane ho seguito la mia Famiglia in Germania, essendo mio Padre ivi emigrato dagli inizi degli anni 60. Vivo e abito in Hannover nella Bassa Sassonia, una città bellissima, molto verde, Metropoli con il suo fascino da provinciale e molto aperta con le tematiche che porta l`Emigrazione. Esserci arrivato molto giovane mi ha permesso di imparare un mestiere, il Saldatore e la saldatura industriale, dedicandomi intensamente anche a imparare una lingua diversa dall`Italiano perché solo così pensavo di accelerare in modo naturale e ovvio una necessaria Integrazione. Adesso sono pensionato e mi posso dedicare quasi completamente alla mia Passione di sempre che è la Poesia.

Hai scritto e pubblicato due antologie c’e ne vuoi parlare?

Sono presente, sotto la regia di Antologica Atelier, in due Antologie a Tema dal Titolo di copertina Opus Incertum e Excelsior dove ho avuto modo e piacere di esservi presente con 20 mie poesie.

La scorsa settimana è comparsa la mia prima Silloge dal titolo Blues, che rispecchia il mio modo di vedere la vita e certe sue sfumature che sembra abbiamo dimenticato in molti.

44253993_1015686791973351_3909062964035977216_n44148887_539540383140089_1806473273446236160_n

Oltre alle poesie scrivi anche reportage storici, culturali e politici, c’e ne vuoi parlare?

Una cosa che trovo molto interessante è collaborare su Alessandria Today con una persona che stimo molto, Pier Carlo Lava, con cui ho avviato da poco una collaborazione scrivendo di volta in volta articoli dalla Germania. Finora un reportage su Hannover, uno su I Grandi Giardini di Herrenhausen e in ultimo un reportage sul risultato del recente voto in Baviera. Trovo che sia una cosa molto interessante e sotto certi aspetti anche gratificante Continua a leggere “Intervista al poeta e scrittore Vincenzo Pollinzi, a cura di Pier Carlo Lava”

Reportage da Hannover, di Vincenzo Pollinzi

Reportage da Hannover, di Vincenzo Pollinzi

1a Hannover (trascinato 1)

Hannover

Hannover è la capitale dello stato federale tedesco della Bassa Sassonia con 550.900 abitanti. È una città che nonostante si possa definire metropolitana ha conservato in perfetta osservazione dei tempi che cambiano e proiettata nel futuro, un suo fascino preciso, messo perfettamente a fuoco anche dal carattere provinciale che apertamente dimostra. È conosciuta in tutto il mondo come sede di fiere importanti e di grande interesse anche e sopratutto mondiale, inclusa la fiera IT annuale CeBIT.

Il Cebit (acronimo di Center for Office Automation, Information Technology and Telecommunications, originariamente centro d’ufficio e information technology, auto-descrizione CEBIT, fino al 2017 CeBIT) è una delle più grandi fiere del mondo per la tecnologia dell’informazione e si è svolta fino al 2017 in ogni primo trimestre dell’anno presso il centro espositivo di Hannover. L’organizzatore di Cebit è Deutsche Messe AG.

La chiesa del mercato gotico e il vecchio municipio sono fatti di mattoni rossi e si ergono tra le case a graticcio del vecchio centro ricostruito. Nel magnifico Nuovo Municipio c’è una cupola con ponte di osservazione,una rarità mondiale è l`ascensore ad arco che porta alla cupola del Nuovo Municipio al cui interno si possono ammirare 4 modelli di città che mostrano la storia di Hannover. Continua a leggere “Reportage da Hannover, di Vincenzo Pollinzi”

Poesia della strada Copertina flessibile, di Vincenzo Pollinzi

Poesia della strada Copertina flessibile, di Vincenzo Pollinzi

La Poesia cammina, si evolve con il tempo.La Poesia segue la sensibilità dell’arte nel vissuto della vita dell’artista: fa la sua strada. Tanti sono i luoghi abitati dall’essere umano: salotti, cucine, strade e autostrade e poi sentieri.

41XjqpRlSYL._SX326_BO1,204,203,200_

Vincenzo Pollinzi cammina on the road, senza eccessi, la sua strada è semplice ma determinata da una ideologia etica che si radica nell’esperienza giovanile degli anni 70.

E poi i decenni passano e si fa strada la sua espressività, raccogliendo il frutto dell’esperienza di vita vissuta.

Si evolve anche la poesia dell’autore che sto seguendo con interesse leggendo la, narrativa“ del suo scrivere. Poesia spesso prosaica, racchiude in sè e tra le righe serba la lirica espressiva e non tanto nella forma che definirei, appunto, prosaica.

E‘ un poeta racconta storie, la storia, i capitoli della vita fondati sull’esperienza ed ispirati alla realtà. Continua a leggere “Poesia della strada Copertina flessibile, di Vincenzo Pollinzi”

I Sette di Göttingen, di Vincenzo Pollinzi

I Sette di Göttingen, di Vincenzo Pollinzi

Hannover: Il monumento, ideato dall’artista Italiano Floriano Bodini, è stato realizzato nel periodo precedente all’ Expo 2000 da un’iniziativa congiunta di Città e Stato. Il Gruppo delle sculture in bronzo è situato ad Hannover davanti alla sala plenaria del Parlamento della Bassa Sassonia e commemora un evento significativo nella storia costituzionale tedesca.

2 52893120_1278025725690417_8077913037924728832_n

Onora sette personalità storiche della Regione: i cosiddetti Göttinger Sieben ( I sette di Göttingen).

Erano questi un gruppo di professori dell`Università di Göttingen che protestarono nel 1837 contro l’abrogazione  che di fatto annullava la costituzione liberale nel regno di Hannover.

La Storia

Dopo che l`Unione tra la Gran Bretagna e Hannover(1714-1837) era finita, Ernst August I salì sul trono del Regno di Hannover il 1837. Immediatamente dopo la sua incoronazione, il 1° Novembre 1837 revocò la Costituzione relativamente liberale della Bassa Sassonia, entrata in vigore quattro anni prima.Il 18 novembre dello stesso anno,sette Professori dell`Università di Göttingen presentarono per questo una protesta scritta che rimase famosa.

1 52165123_2481162418579533_8359259105486962688_n

Uno stralcio della lettera :

“La storia ci mostra uomini nobili e liberi, che hanno osato dire tutta la verità alla presenza dei re; l’autorità appartiene a coloro che hanno il coraggio di farlo. Spesso, la loro Riflessione contraria è fruttuosa, altre  volte li rovina, ma mai spegne la loro Sapienza e la loro Dignità. Anche la poesia, la Storia della Filosofia, non manca di valutare le azioni dei Principi per la Giustizia.

Il 12 dicembre 1837 Ernst August I licenziò i professori e  mandò tre di loro – Friedrich Dahlmann, Jacob Grimm e Georg Gottfried Gervinus – persino in Esilio. Questi furono poi ricevuti nel 1840 dal re prussiano Friedrich Wilhelm IV, che li riabilitò politicamente.

Intanto il grande effetto solidarizzante della popolazione, che ha continuato a pagare gli stipendi  ai tre deportati,ha costretto le forze politiche dello Stato ad accettare che il liberalismo come movimento di massa, non poteva più essere soppresso da risoluzioni e ordinanze. Continua a leggere “I Sette di Göttingen, di Vincenzo Pollinzi”

Momenti di poesia. L`IMPREVISTO, di VincEnzo Pollinzi

Momenti di poesia. L`IMPREVISTO, di VincEnzo Pollinzi

L`IMPREVISTO

Scandisco il tempo
spalando pensieri
dai bordi della vita.

Lo so,non sto sognando!

Cerco solo
disperatamente
di coprire il divario

tra Apparire
e Essere.

Dove tutto si dipana
One Way

verso l`imprevisto
sempre al varco

tra un Memento Mori e
un Carpe Diem qualsiasi.

Diritti Riservati @ Febbraio 2019
Foto dal Web

Momenti di poesia. L`IMPREVISTO, di VincEnzo Pollinzi

Momenti di poesia. L`IMPREVISTO, di VincEnzo Pollinzi

L'imprevisto

L`IMPREVISTO

Scandisco il tempo
spalando pensieri
dai bordi della vita.

Lo so,non sto sognando!

Cerco solo
disperatamente
di coprire il divario

tra Apparire
e Essere.

Dove tutto si dipana
One Way

verso l`imprevisto
sempre al varco

tra un Memento Mori e
un Carpe Diem qualsiasi.

Diritti Riservati @ Febbraio 2019
Foto dal Web

Momenti di poesia. ALBERI SPOGLI, di VincEnzo Pollinzi

Momenti di poesia. ALBERI SPOGLI, di VincEnzo Pollinzi51996479_2338455816188055_4203879900169371648_n

ALBERI SPOGLI

Evanescenti figure
ballano scomposte
una strana danza
coi piedi scalzi
su sabbia rovente
ingiallita dal sole.

La ricchezza di pochi
la povertà del resto,
degli altri,quelli lontani
stanno a guardare
una vita che passa.

Una Milonga ritmata
tra Estati brucianti
e freddi Inverni
pieni di vento.

E alberi spogli…

fino a quando anche
l`ultima foglia cadrà.

Diritti Riservati@ 14 Gennaio 2019
Foto dal Web

Momenti di poesia. PER SEMPRE, di Vincenzo Pollinzi

Momenti di poesia. PER SEMPRE, di Vincenzo Pollinzi

Per sempre

Vieni via con me,

prendimi per mano,

voglio portarti dove

non sei stata mai.

 

Per colline di velluto,

cieli sconfinati,

prati incontaminati,

ruscelli pieni di armonia. Continua a leggere “Momenti di poesia. PER SEMPRE, di Vincenzo Pollinzi”