Coldiretti: Il Brachetto d’Acqui

Un prodotto di elevata qualità che identifica un territorio ricco di storia

Brachetto d’Acqui Docg, servono urgenti strategie per rilanciare il comparto

Alessandria: Basta spremere solo i viticoltori per finanziare la promozione, cosa ha fatto il Consorzio?

brachetto-uva.jpg

“Serve un progetto di rilancio e gestione dei fondi che dia nuovo impulso alla redditività delle imprese, per trovare soluzioni ad una situazione insostenibile che richiede un’immediata inversione di tendenza. L’Acquese è una terra ricca e generosa, lo sono soprattutto i suoi vigneti,  poter pensare ad una programmazione sulle rese è condizione primaria per uscire dalla crisi, soprattutto evitando di incappare in speculazioni che andrebbero a compromettere definitivamente il reddito di molte aziende».

Così il Presidente Coldiretti Alessandria Mauro Bianco nel rilanciare la richiesta urgente di strategie chiare e concrete per il Brachetto d’Acqui che conta in provincia di Alessandria 403 aziende per 540,80 ettari.

Dal 2011 il numero di bottiglie vendute è passato da 5.300.000 a 3.800.000 con un picco negativo fatto registrare lo scorso anno di 460.000 bottiglie in meno. Continua a leggere “Coldiretti: Il Brachetto d’Acqui”

Citazione sul vino da Linea Verde

Citazione sul vino da Linea Verde

“Il viso solleva l’anima, alleggerisce i pensieri e allenta le inquietudini del cuore”

nel-cuore-la-morra

Foto dei vigneti di Osvaldo Viberti, produttore vini di qualità in quel di La Morra (Cuneo)

https://alessandria.today/2019/01/23/nel-cuore-delle-langhe-a-la-morra-da-osvaldo-viberti-un-produttore-di-vini-di-qualita-2/

https://alessandria.today/2018/09/07/nel-cuore-delle-langhe-a-la-morra-da-osvaldo-viberti-un-produttore-di-vini-di-qualita/

Nel cuore delle Langhe a “La Morra, da Osvaldo Viberti”, un produttore di vini di qualità

Nel cuore delle Langhe a “La Morra, da Osvaldo Viberti”, un produttore di vini di qualità

di Pier Carlo Lava

Sono ormai più di dieci anni che due volte all’anno ci facciamo un giro nelle Langhe, per andare a La Morra da Osvaldo Viberti, un piccolo produttore di vini di grande qualità, che ogni volta ci accoglie con la sua immancabile e cortese ospitalità, come una festa per un incontro fra vecchi amici. Lo scopo è duplice, fare una bella gita fuori porta in campagna, lontano dallo smog, dai rumori e dalla vita frenetica della città e comperare i suoi grandi vini, Barolo, Barbera d’Alba, Dolcetto d’Alba, Nebbiolo, che produce da sempre con l’uva delle proprie vigne, e più recentemente un grande vino bianco, che in questa occasione abbiamo assaggiato (insieme agli altri) “Langhe Nascetta D.o.c. Paplot 2013”.

nel cuore la morra

Ma chi è Osvaldo Viberti?

All’inizio degli anni ‘90, Osvaldo Viberti decide di subentrare alla conduzione dell’azienda agricola che i nonni Assunta e Tistin con molto sacrificio avevano creato lasciandola in eredità al figlio Gino. Una vecchia foto ritrae le tre generazioni intente alla pigiatura delle pregiate uve nella piccola cantina situata nella Borgata Serra dei Turchi.

La “Borgata Serra dei Turchi” si sviluppa su un lungo promontorio che dal Bricco di San Biagio si protende verso Alba. Il versante a levante gode di un clima particolarmente mite che ricrea le condizioni favorevoli tipiche di una piccola serra. La posizione strategica e le ottime condizioni climatiche hanno

indotto verso la fine del primo millennio, una colonia di soldati saraceni (i Turchi secondo l’immaginario collettivo della gente di Langa) a stanziare su questa collina a lungo.

Osvaldo oggi si dedica in modo costante alla conduzione dell’azienda agricola insieme a Carla e ai giovani figli Anna e Paolo restituendo la forte passione che ha accomunato, negli anni, ogni generazione appartenuta alla propria famiglia. Continua a leggere “Nel cuore delle Langhe a “La Morra, da Osvaldo Viberti”, un produttore di vini di qualità”

Assaggiatori ad Alessandria, di Cristina Saracano

ass img_20181129_1246002639664309133068541

Alessandria: Iscrizioni aperte per il prossimo corso di Assaggiatori, organizzato dall’Onav, che so terrà ai Due Buoi di Alessandria, via Cavour 32, il lunedì e il mercoledì dalle 21 alle 23, a partire dal 14 gennaio, fino al 7 marzo, informazioni:

alessandria@onav.it

 

Enoteca Regionale del Monferrato: Fattore D – Donne

Enoteca Regionale del Monferrato: Fattore D – Donne

Programmazione autunnale dell’Enoteca Regionale del Monferrato

Dal 29 settembre al 1 dicembre 2018

enoteca

L’Enoteca Regionale del Monferrato ha il piacere di presentare la sua programmazione autunnale dedicata all’universo enologico e culturale locale al femminile. L’intento è quello di dare ulteriore voce e spazio alle protagoniste del nostro territorio attraverso l’arte, la musica, la letteratura e anche il vino con le degustazioni del fine settimana.

Allo stesso tempo, sono state inserite delle serate speciali di scambio con enoteche di altre regioni (Le Vettovaglie di Livorno e l’Adriatico Mar di Venezia), una serata esclusiva con l’azienda vitivinicola Hic et Nunc oltre ad una nuova collaborazione con il club di appassionati di sigari del Monferrato. Continua a leggere “Enoteca Regionale del Monferrato: Fattore D – Donne”

La Ventiseiesima edizione del Torchio d’Oro, 87 vincitori, 20 diplomi di eccellenza e 1 Oscar

La Ventiseiesima edizione del Torchio d’Oro 87 vincitori, 20 diplomi di eccellenza e 1 Oscar

Casale Monferrato: È giunto alla ventiseiesima edizione il concorso enologico Torchio d’Oro (autorizzato dal Ministero per le Politiche Agricole), competizione che vede i vini del Monferrato Casalese protagonisti organizzata dall’Assessorato all’Agricoltura del Comune di Casale Monferrato in collaborazione con l’Istituto Agrario Luparia di San Martino di Rosignano.

Torchio d'Oro 2018

La gestione del concorso è demandata ad un apposito Comitato Organizzatore il cui regolamento è approvato dal Ministero delle Risorse Agricole ed ha come obbiettivo fondamentale “il miglioramento qualitativo della viticoltura e della vinificazione e la valorizzazione dei vini migliori, favorendone la conoscenza, l’apprezzamento e la contrattazione”.

Quest’anno sono stati presentati ben 140 vini (18,60% in più rispetto ai campioni presentati nel 2017), in rappresentanza di 33 aziende del territorio.

Le commissioni composte da enologi, enotecnici ed esperti del settore, hanno valutato come vincitori 87 vini (in allegato) il cui elenco era stato diramato nel mese di giugno. Continua a leggere “La Ventiseiesima edizione del Torchio d’Oro, 87 vincitori, 20 diplomi di eccellenza e 1 Oscar”

Carlo Ricagni, CIA: Nasce il Monferrato doc Nebbiolo

Carlo Ricagni, CIA: Nasce il Monferrato doc Nebbiolo

E’ stato approvato da Comitato Vitivinicolo Nazionale il testo del disciplinare di produzione della nuova Denominazione di Origine monferrina, Monferrato doc Nebbiolo. Ad essere coinvolti sono 335 comuni nelle province di Alessandria (113 comuni) e Asti (118), con una superficie di 600 ettari potenzialmente destinabili  e oltre 500 aziende interessate.

Il percorso formale ha avuto la svolta il 17 maggio 2017 quando il Comitato Vitivinicolo regionale approvò all’unanimità la modifica al disciplinare Monferrato Doc, ora recepita anche da quello nazionale.

monferrato-doc-nebbiolo_XL

Riguardo alla tipologia di vitigno, il Monferrato doc Nebbiolo si presenta dal colore rosso rubino tendente al granato, con un profumo fruttato e caratteristico, dal sapore secco, vellutato, armonico. Tecnicamente, il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 12,00% Vol.; con la menzione Superiore 12,50% Vol. L’acidità totale minima è 4,5 g/l, l’estratto non riduttore minimo: 21,0 g/l; con la menzione Superiore: 22 g/l.

Commenta Carlo Ricagni, direttore provinciale Cia Alessandria: “Il Nebbiolo è il vitigno tra i più conosciuti e qualificati del nostro Piemonte. Lo troviamo nelle Langhe ma ha sempre avuto la sua presenza anche nel Monferrato alessandrino. La possibilità di avere un vino a base Nebbiolo, per il Monferrato può essere una novità importante e ci auguriamo di poter sviluppare progetti interessanti di valorizzazione”.

CIA Alessandria

Sassaia Cascina Barcanello, 15 Capriata d’Orba AL

Sassaia Cascina Barcanello, 15 Capriata d’Orba AL

SASSAIA – Scheda aziendale http://www.sassaia.com cell 391/1607896

Superficie aziendale:  circa 28 ettari sul comune di Capriata d’Orba.

Sassaia

Vitigni e superficie investita:

  • Cortese, 14.50 ha
  • Dolcetto, 5 ha
  • Barbera superiore, 2 ha
  • Chardonnay, 1 ha
  • Sangiovese, 1 ha
  • Cabernet Sauvignon, 1 ha
  • Timorasso, 0.5 ha
  • Nebbiolo, 0.75 ha
  • Syrah, 0.50 ha
  • Pinot nero, 0.2 ha

Numero bottiglie, obiettivo a medio termine previsto:

Linea di alta gamma, produzione attesa: 23-30 mila bottiglie per i rossi, 4 mila per i bianchi (di invecchiamento). Potenziale per i vini di linea base: 80-100 mila bottiglie (rossi e bianchi). Continua a leggere “Sassaia Cascina Barcanello, 15 Capriata d’Orba AL”

Confagricoltura Alessandria: prime indicazioni sulla vendemmia. Si prospettano ottimi vini

Confagricoltura Alessandria: prime indicazioni sulla vendemmia. Si prospettano ottimi vini

Come ogni anno, Confagricoltura Alessandria, fa il punto della situazione vendemmiale, raccogliendo le testimonianze di dirigenti ed associati per ciascuna zona viticola della provincia.

Mentre scriviamo siamo nel periodo di raccolta dei vini bianchi, per cui quanto segue non può essere un resoconto sulla vendemmia 2018, ma le prime impressioni dei nostri viticoltori.

conf WP_20140925_023conf WP_20140925_024

ZONA ACQUI TERME

Giampaolo Ivaldi – Azienda Vitivinicola Ivaldi Gianpaolo di Strevi

Per quanto riguarda il Moscato ed il Passito in particolare è sicuramente un’ottima annata. Soleggiata, con grappoli giusti, buoni profumi, perfetto grado zuccherino e una discreta abbondanza nelle produzioni.

La vendemmia del Moscato è iniziata a fine agosto. I grappoli per il Passito si stanno raccogliendo in questi giorni. Si spera nel bel tempo per l’appassimento, che durerà dai 20 ai 40 giorni.

Per quanto riguarda le malattie, si è riusciti nell’insieme a contenerle soprattutto per Oidio e Peronospora, grazie all’annata molto ventosa.

Per la Flavescenza registriamo una stasi nelle infezioni mentre sul Mal dell’Esca, invece, purtroppo notiamo recrudescenze piuttosto preoccupanti soprattutto sui vigneti a bacca rossa. Continua a leggere “Confagricoltura Alessandria: prime indicazioni sulla vendemmia. Si prospettano ottimi vini”

Nel cuore delle Langhe a “La Morra, da Osvaldo Viberti”, un produttore di vini di qualità

di Pier Carlo Lava

Sono ormai più di dieci anni che due volte all’anno ci facciamo un giro nelle Langhe, per andare a La Morra da Osvaldo Viberti, un piccolo produttore di vini di grande qualità, che ogni volta ci accoglie con la sua immancabile e cortese ospitalità, come una festa per un incontro fra vecchi amici.

Lo scopo è duplice, fare una bella gita fuori porta in campagna, lontano dallo smog, dai rumori e dalla vita frenetica della città e comperare i suoi grandi vini, Barolo, Barbera d’Alba, Dolcetto d’Alba, Nebbiolo, che produce da sempre con l’uva delle proprie vigne, e più recentemente un grande vino bianco, che in questa occasione abbiamo assaggiato (insieme agli altri) “Langhe Nascetta D.o.c. Paplot 2013”.

Ma chi è Osvaldo Viberti?

All’inizio degli anni ‘90,Osvaldo Viberti decide di subentrare alla conduzione dell’azienda agricola che i nonni Assunta e Tistin con molto sacrificio avevano creato lasciandola in eredità al figlio Gino. Una vecchia foto ritrae le tre generazioni intente alla pigiatura delle pregiate uve nella piccola cantina situata nella Borgata Serra dei Turchi.

La “Borgata Serra dei Turchi” si sviluppa su un lungo promontorio che dal Bricco di San Biagio si protende verso Alba. Il versante a levante gode di un clima particolarmente mite che ricrea le condizioni favorevoli tipiche di una piccola serra. La posizione strategica e le ottime condizioni climatiche hanno indotto verso la fine del primo millennio, una colonia di soldati saraceni (i Turchi secondo l’immaginario collettivo della gente di Langa) a stanziare su questa collina a lungo.

Osvaldo oggi si dedica in modo costante alla conduzione dell’azienda agricola insieme a Carla e ai giovani figli Anna e Paolo restituendo la forte passione che ha accomunato, negli anni, ogni generazione appartenuta alla propria famiglia. Continua a leggere “Nel cuore delle Langhe a “La Morra, da Osvaldo Viberti”, un produttore di vini di qualità”

“Notte in Rosé” ad Acqui Terme: sabato si brinda in onore del vino e dei diritti

Di Maria Luisa Pirrone

“Notte in Rosé”

Sabato 25 agosto 2018

Acqui Terme

Una giornata dedicata all’Acqui Rosé, al Brachetto d’Acqui e alle donne, con eventi e dibattiti sui temi della parità e della tutela dei diritti, degustazioni, musica e danza (programma completo in locandina).

Si chiuderà con il concerto dei Baraonda Meridionale alle 23,30 in piazza della Bollente (pizzica, tarantelle e tammurriate).

Musica e intrattenimenti tematici in città.

Special contest “DONNA È-BRACHETTO COCKTAIL COMPETITION”: barman e barlady della città si sfideranno nella realizzazione in chiave “rosa” del cocktail dell’anno, utilizzando come base il Brachetto.

La “Notte in Rosé” è inserita all’interno del programma di Attraverso Festival (http://www.attraversofestival.it).

Per informazioni:

https://www.facebook.com/notteinrose/

http://turismoacquiterme.it/visit/eventi/notte-rose/

Crova e Garoglio a “La Repubblica dei Contadini” evento Cia-Agricoltori Italiani e FICO Eataly World 

Crova e Garoglio a “La Repubblica dei Contadini” evento Cia-Agricoltori Italiani e FICO Eataly World 

crov fico-cia

A Bologna nel più grande mercato contadino di sempre: i vini del Casalese 

Bologna – Cia-Agricoltori Italiani e FICO Eataly World presentano “La Repubblica dei Contadini”. Nel più grande mercato contadino mai realizzato, dal pomeriggio di venerdì primo giugno, sabato 2 e domenica 3 giugno per tutto il giorno, sono in arrivo quasi 250 aziende agricole da tutta Italia e migliaia dei loro prodotti tipici locali e presidi Slow Food. Tra queste, Crova Massimo e Garoglio Davide, produttori vitivinicoli di Sala Monferrato e Villadeati. Continua a leggere “Crova e Garoglio a “La Repubblica dei Contadini” evento Cia-Agricoltori Italiani e FICO Eataly World “

LEONARDO MANETTI TOSCANA IGT, UN PIACEVOLE VINO DA TAVOLA PER TUTTI I GIORNI

LEONARDO MANETTI TOSCANA IGT, UN PIACEVOLE VINO DA TAVOLA PER TUTTI I GIORNI

Leo igtleonardomanetti

chiantipoesia

Vino Rosso Toscana IGT 2016

Azienda Agricola Manetti Leonardo

Greve in Chianti (FI)

www.leonardomanetti.com       contatti@leonardomanetti.com

www.facebook.com/leonardomanettivino

www.instagram.com/leonardo.manetti.vino

www.twitter.com/manettivino

Questo vino dell’Azienda Agricola Manetti Leonardo di Greve in Chianti, viene preparato utilizzando gli stessi metodi semplici e tradizionali che per il Chianti Classico. È 100% Sangiovese (il rinomato vitigno del Chianti). Continua a leggere “LEONARDO MANETTI TOSCANA IGT, UN PIACEVOLE VINO DA TAVOLA PER TUTTI I GIORNI”

DI GRIGNOLINO IN GRIGNOLINO in data 20 maggio 2018

DI GRIGNOLINO IN GRIGNOLINO in data 20 maggio 2018

1 Di-Grignolino-in-Grignolino-20182 Di-Grignolino-in-Grignolino-2018

Casale Monferrato: Iniziativa Di Grignolino in Grignolino in programma per domenica 20 maggio.

Se segnala che, contrariamente a quanto indicato nell’allegato, l’area riservata alle auto dei partecipanti non sarà in piazza Castello (nella quale la sosta sarà vietata dalle 7.00 fino al termine della Stracasale) ma in piazzale Divisione Mantova (sul lato opposto del Castello).

Cia Alessandria: Il riconoscimento ministeriale per il Consorzio Tutela Ovada Docg

Cia Alessandria: Il riconoscimento ministeriale per il Consorzio Tutela Ovada Docg

“Un grande successo per il nostro territorio” Da oggi il nostro territorio è più ricco.

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, nella giornata di ieri, il Decreto Ministeriale di Riconoscimento del Consorzio Tutela Ovada Docg.

Si tratta di un passaggio storico che, oltre a valorizzare l’importanza del Consorzio in sé, darà anche l’opportunità di accesso ai bandi pubblici per le azioni di promozione, in quanto soggetto formalmente riconosciuto dal Ministero.

Commenta Italo Danielli, associato Cia Alessandria e presidente del Consorzio: “Un ringraziamento sentito va a tutti coloro che negli anni hanno lavorato per raggiungere questo primo obiettivo: grazie alle aziende associate per aver condiviso il progetto e grazie a chi, anche dall’ esterno, ci ha dato supporto e fiducia. Il nostro sforzo è stato premiato con l’ottenimento della Docg nel 2008 che compie adesso dieci anni, abbiamo in Ovada un’ottima Enoteca Regionale, ora abbiamo l’ufficialità formale di un soggetto che aggrega le aziende agricole. È un valore aggiunto per il territorio intero”. Continua a leggere “Cia Alessandria: Il riconoscimento ministeriale per il Consorzio Tutela Ovada Docg”