Momenti di poesia. Un giorno nuovo di Grazia Denaro

38614919_1747309225347052_3901325331344130048_n

 

E così sei qui

disegnato nell’estate

scolpito

in un ozio senza superficie.

 

Ma ecco il dono,

il meraviglioso dono:

riscopro finalmente la tua luce

in tutto il tuo fulgore

e nella gioia

che mi suffraga dalle incertezze

che mi hanno abitato interiormente

nell’ultimo periodo.

 

Penso sia meravigliosa la vita

accompagnata dai colori dell’iride

e da tutte le bellezze che ci regala l’universo

che mi accolgono lucide e senza più ombre

nello spicco dello sguardo.

 

Il cielo scorre nuovamente su di me…

e le nuvole sono un azzurro

visto di schiena.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Il simulacro della discordia poesia di Grazia Denaro

right-2Bmedium-243x300

Esisti sempre in ogni dove

ci sia io

e fai parte della mia anima

anche quando cupe stelle

ammonitrici

sotto un luccichio buio

 e un’assenza ostinata d’aria

mi fanno percepire

l’oscurità imbronciata del cielo.

 

Ma io sono tenace

e non mi abbatto,

aspetto con perseveranza

i giorni chiari e ventilati

che fughino le nuvole

e disarmino la belligeranza

spazzando via

quegli spiccioli d’orgoglio

che omaggiano il simulacro

della discordia.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Dall’eco del tempo di Grazia Denaro

f8515fd3da12bbe1e58063e9b38692b4

Suonavi per me

 immemori melodie

 che recepivo

 assorbendo ogni sua nota

 regalantemi albe meravigliose

e giorni inghirlandati

riscaldati dal tuo fulgente sole

riflesso e richiamo del tuo amore.

 

Era il tempo dei nidi

e dei pigolii incrociati

complicità di sentimenti

 carezze alate

nella notti innamorate

che profumavano di te.

 

Poi foglie marce e nubi io vidi,

dall’ombra l’anima fu disseminata,

il cuore poggiò su spigoli appuntiti

e non ci  furono più nuove fioriture

a rinverdire le stagioni a venire.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Scrigno di memorie di Grazia Denaro

71402683_2536900509686676_398506448910286848_n

Scende la sera

che col suo buio manto

scevro di stelle

tende ad avvilupparmi

al suo squallore

esaltando la mia pena.

 

Adagiata in uno scuro letto

d’inverno

in cui il gelo penetra

in un cuore ferito

dall’onta del tradimento

che non ha portato

agli altari del sentimento

né alla comunione del pane

da spezzarsi in due

per il suo vivere ruvido e rattoppato

sprofondandomi in un averno

privo d’ogni riflesso

tenendomi prigioniera

di un tramonto

di cui è saturo il mio scrigno

di memorie.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Lo sprone della nostra vita di Grazia Denaro

  1. 633d62999b6f8ed619367bee28a3b82cFerma il tempo – fermalo ora:

    – mai finiranno i nostri abbracci –

    e ridendo ribalti le coltri

    per approcciarti più vicino a me

    aprendomi le porte del paradiso.

     

    Non smettere di starmi vicino –

    dimmi, sussurrami

    che mai finirà quest’amore

    che m’invola al cielo

    accendendomi palpiti

    quando la tua bocca

    alla mia si fonde

    e nella pace dell’anima

    mi dona quell’emozione

    che mi gioisce dentro.

     

    Noi siamo rami intrecciati,

    siepi marzoline profumate

    che rifulgono nell’oro

    dell’aria azzurra del cielo:

    – fulgida luce –

     che è lo sprone della nostra vita.

     

    @Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Vento obliquo di Grazia Denaro

12011215_851887581555892_833489888946982695_n

I sentieri della vita
affiancarono
fin dagli albori le nostre esistenze.

Dagli anni acerbi
vivemmo in simbiosi
tra  giochi e sorrisi.

Nell’adolescenza
ricamammo con mano leggera
i nostri sogni di fragili farfalle,
poggiando i nostri passi
su tappeti di fiori profumati
scaldate dal sole
che illuminava il nostro cammino
alimentando il credere
alle sue bellezze.

Vivemmo con gioia
le nostre storie d’amore
nella leggiadria del sentimento.

Ma un vento obliquo e maligno
si girò all’improvviso
spazzando certezze e fulgori di vita,
il sentiero percorso divenne di curve
e strapiombi,
grossi nembi invasero il cielo.

Iniziò nuova meta di vita sghemba
atta a sradicare la sua intima radice
fino a farla inaridire
ed io restai sola nell’universo
stranita a guardare il mondo
che continuava a girare
donandomi immane dolore…

@Grazia Denaro@

 

Momenti di poesia. Ali di Carta di Grazia Denaro

51b07c6083cb71d35b516be3f24553ed

E’ prova ardua

il tuo volerti involare

verso alti e limpidi cieli

ambendo

a quella libertà dell’anima

che da tempo aneli.

 

Troppo deboli sono

le tue ali di carta

perché possano innalzarti

verso la volta celeste.

 

Ti dibatti sovente

in un buio arcano che t’affligge

bloccando i passi dei giorni

precipitati nel trambusto

insulso ed enigmatico

dell’esistenza.

 

Ad ogni respiro speri

di riuscire a ribaltare

quel masso poggiato sul cuore

che ti angoscia e ti opprime

ledendoti il fiato

come per dire addio al mondo.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Linfa benefica di Grazia Denaro

99d6dbb8db0f94ba87f77960e9d6bf56

Esiste un orizzonte

che non è dato vedere:

 

è racchiuso dentro noi

e si va a visitare

attraverso viaggi fantastici

in cui tutto è bello e luminoso

e dove si può restare, si può partire

per poi ritornare

e sostare a lungo col pensiero

accompagnati dal tintinnio dell’emozione

in cui aprirsi ai lunghi respiri della vita,

ai desideri soddisfatti,

 alle aspirazioni colmate,

magari i più strampalati

perché non esiste limite né perimetro

dove si possa spaziare nella dolcezza

intrisa in quelle stille d’ambrosia e miele

di cui è colma la fantasia,

carezza per la mente ed il cuore

che si pasce

dallo scorrere festoso del sangue –

 linfa che nutre i nostri giorni.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia, Alimento di Grazia Denaro

13901319_1159916220718834_8729721050564317474_n

 Adoro ammirare

quelle sere turchine d’estate

camminando tra il verde dei prati

con il vento che carezza la vita

e poi scivolare nel grano

tra il biondo oro delle sue spighe

che donano con generosità

l’alimento che ci nutre.

 

Paradigma ne è l’amore

quando adorna

di gioiosi momenti l’esistenza

adagiata su atolli di rose

di un andare in simbiosi

mentre in altri ci tiene confinati

fra ombre e raffiche di vento

nella difficoltà di rimanere in piedi

fra i sentieri dell’esistenza.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia, Nei tenui colori dell’autunno di Grazia Denaro

scienze-pratica-autunno

Nei tenui colori

ch’esaltano l’autunno

l’estate s’appresta a salutarci.

 

I giorni divengono meno fulgenti,

più freschi e i colori più sbiaditi,

una frescura s’eleva sulle coste

e l’umidità pregna sulla pianura.

 

Le notti sono meno accaldate

anche se illuminate

dal bagliore delle stelle.

 

La nebbia s’espande sulla campagna

ammantando di grigio le costellazioni,

ma in controtendenza il bosco

emana i suoi molteplici aromi

donandoci frutti squisiti.

 

Le cantine spilleranno il purpureo nettare

e la campagna arata con dovizia

accoglierà con diligenza il seme

che diverrà frutto.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia, Lo sprone della vita di Grazia Denaro

633d62999b6f8ed619367bee28a3b82c

Ferma il tempo – fermalo ora:

– mai finiranno i nostri abbracci –

e ridendo ribalti le coltri

per approcciarti più vicino a me

aprendomi le porte del paradiso.

 

Non smettere di starmi vicino –

dimmi, sussurrami

che mai finirà quest’amore

che m’invola al cielo

accendendomi palpiti

quando la tua bocca

alla mia si fonde

e nella pace dell’anima

mi dona quell’emozione

che mi gioisce dentro.

 

Noi siamo rami intrecciati,

siepi marzoline profumate

che rifulgono nell’oro

dell’aria azzurra del cielo:

– fulgente luce –

 che è lo sprone della nostra vita.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia, Fu dolce quell’ora di Grazia Denaro

26a76302462c96f7e24b4fdaae5dbe92

Fu dolce quell’ora di magico incanto

d’abbacinanti luci

 ed esaltanti tocchi di rosso fuoco:

-soffi suadenti adagiati al cuore-

S’accesero coni d’azzurro

in un pullulare d’afflati

ed emozioni di caldi fremiti

che inviarono a quella danza divina

ed avvolgente di treccia d’amore

irretente i sensi

in un bagliore magnifico

che non arretra ma risplende.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia, La stagione del raccolto di Grazia Denaro

49776304_2429515250398945_8500818869626077184_n

 Quella ricerca di noi due

così sereni ed imprevedibili

vissuta in quella pace

nell’essenza del presente

mi riporta al desiderio

dell’armonia

perduta piano piano

nel silenzio dormiente dell’anima

e nel non aver saputo accogliere

la pioggia di pensieri progressivi

condividendoli

e coltivando nel contempo

 i nostri sogni

perché crescessero rigogliosi

come spighe di grano maturo

 abbracciando appieno

la stagione del raccolto.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia, Notte magica di Grazia Denaro

  1. 40684191_1787591234652184_1569955600618487808_n

Respira il cielo
a questo splendore
ch’esalta la sera
in cui in un vento accattivante
danza la marea
su cui si riflette una luna beante:

– astro risorto in questa notte –
a disperdere profonde tristezze
e nell’accendere fuochi
alla veste del desiderio
facendo fluire il sangue
verso le vie trillanti del cuore.

Questa notte magica
emana i suoi effluvi arcani
nascosti tra i riflessi dell’argento
dove noi due ci adagiamo
nella sua accogliente culla
attratti dall’esaltante incanto
che ci avvince.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia, Il mio peregrinare di Grazia Denaro

22852083_1858016537548822_8389907527601656935_n Non è finito ancora

il mio peregrinare…

 

ho sempre valige da riempire

e ostelli da abitare.

 

Stanze estranee e disadorne

m’accolgono con le brezze dell’ovest

che la luna non riesce a rallegrare.

 

I miei giorni

non hanno mai fiori

da annaffiare.

 

Vivo da nomade,

lontani i dì stabili e stanziali.

 

Solo un vecchio organetto

col suo suono familiare

mi fa ritrovare ogni tanto

la vera essenza

del mio essere reale.

 

Quale sarà il porto

del mio perenne mare

in cui potrò finalmente

ormeggiare la mia nave?

 

@Grazia Denaro@