LA LIBELLULA, di Silvia De Angelis

libellula

massiccio alitare d’esili vertebre diafane

nella sagoma lucida esasperata allo zenit

svela tenace fermento nel contorno ammansito

da friabili arbusti in acquitrini raffermi

sottile libellula

s’addentra veloce nello stagno accattivante

negli agguati acrobatici d’avvolgente rapidità

s’impennano alghe semoventi

in velate trappole trepidanti collisioni d’insetti

vittime di spietata mandibola

nell’anfiteatro della natura

recita cruda nell’assenso dell’iride

@Silvia De Angelis
 

Inter, fuochi d’artificio con lo Zenit: è 3-3. In gol Icardi e Lautaro

Inter, fuochi d’artificio con lo Zenit: è 3-3. In gol Icardi e Lautaro

1003305012-kiYD-U280799153444nqD-620x349@Gazzetta-Web_articolo

A Pisa, divertente pareggio con i russi, più avanti per quanto riguarda la condizione fisica. Progressi rispetto al Sion: bene gli esterni offensivi, anche i due attaccanti confermano la confidenza con il gol. La coppia di centrali cerca affiatamento

21 LUGLIO 2018 – PISA https://www.gazzetta.it

Mauro Icardi e Antonio Candreva. Getty Images

Passi in avanti chiedeva e passi in avanti ha ottenuto: Luciano Spalletti può lasciare Pisa con l’animo decisamente più soddisfatto rispetto a Sion. Il risultato – 3-3 – è casuale, la prestazione è invece confortante: buoni segnali dagli esterni offensivi, Icardi mette la sua prima firma, Lautaro si conferma in confidenza con il gol. I difetti? Manovra di gioco poco fluida e una coppia centrale difensiva ancora in cerca dell’affiatamento.

PRIMO TEMPO — Se un pregio l’ha mostrato, il primo tempo dell’Inter, è nella grande capacità di trasformare in oro quel po’ che madre natura – pardon, la partita – ha regalato. Per dire: due tiri, entrambi nello specchio, un gol (bellissimo, di Candreva) e un salvataggio sulla linea di Mevlja. Passiamo ai difetti? Manovra lenta, difetto dovuto evidentemente anche a una condizione fisica che non può essere delle migliori, ma anche alla scarsa qualità in mezzo al campo, carenza che uno spaesato Asamoah – schierato centrale con Gagliardini – non era certo in grado di sopperire. Continua a leggere “Inter, fuochi d’artificio con lo Zenit: è 3-3. In gol Icardi e Lautaro”