E’ Ora di dire BASTA! free shopping delle imprese italiane, di Pier Carlo Lava

BASTA! free shopping delle imprese italiane, di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Sono anni che il nostro paese è diventato preda da cacciare delle multinazionali che che non trovano nessun ostacolo a fare acquisti di imprese in ogni settore merceologico, siano esse società di piccole, medie o grandi dimensioni, arrivano fanno la loro offerta e acquistano senza problemi.

pier.jpg

Il numero delle imprese italiane sopratutto nei grandi brand conosciuti e affermati nel mondo, per qualità dei prodotti, innovazione e design finite in mano a società estere ormai non si conta più come se non facesse notizia.

A volte poi succede come nel caso della Pernigotti di Novi Ligure un antica e rinomata società italiana del settore dolciario famosa per il torrone, i cremini, i gianduiotti, le uova di Pasqua e i preparati per gelateria che viene acquistata da una società turca, strapagata e malgestita al punto che in pochi anni accumula milioni di euro di perdite e poi decide di chiudere lasciando sul lastrico centinaia di lavoratori.

Oppure come nel caso del Mercatono UNO che recentemente era stato acquisito da una società che in solo otto mesi ha accumulato perdite enormi e ora di colpo ha deciso di chiudere senza preoccuparsi della situazione di migliaia di lavoratori e delle relative famiglie e ovviamente nessuno Governo compreso si è preoccupato di verificare chi era la società acquirente… Continua a leggere “E’ Ora di dire BASTA! free shopping delle imprese italiane, di Pier Carlo Lava”

CISL Scuola: Incognite sul Concorso Nazionale Dirigenti Scolastici, preoccupazioni anche in provincia di Alessandria 

CISL Scuola: Incognite sul Concorso Nazionale Dirigenti Scolastici, preoccupazioni anche in provincia di Alessandria 

unnamed.gif

Alessandria today: A seguito delle notizie pubblicate dagli organi di stampa e trasmesse nei telegiornali nelle ultime settimane, la segreteria della Cisl Scuola Alessandria-Asti ritiene opportuno  fornire un chiarimento sulla questione in generale ed illustrare al contempo la situazione specifica provinciale relativamente alle Istituzioni scolastiche in attesa della nomina del Dirigente prima dell’avvio del prossimo anno scolastico.

Un’ennesima situazione caotica nella scuola è stata quella dell’annullamento da parte del Tar Lazio delle procedure relative alle prove scritte, e alla loro valutazione, del concorso nazionale per dirigente scolastico. I concorsi si dimostrano sempre più vulnerabili: “È inevitabile essere preoccupati per le conseguenze che si potrebbero avere dal 1 settembre, dal momentto che nelle scuole potrebbero mancare quasi 3000 dirigenti su 8300 istituzioni”, denuncia la Cisl Scuola.

Il Ministero dell’Istruzione ha presentato ricorso al Consiglio di Stato chiedendo di  sospendere in via cautelare la sentenza del Tar del Lazio impugnata, consentendo quindi di concludere la procedura concorsuale e di procedure alle nomine dei vincitori e alla loro presa di servizio il 1° settembre. In questo senso il Consiglio si è pronunciato, fissando  al contempo l’udienza pubblica per la discussione del ricorso nel merito al 17 ottobre 2019.  Il Ministero provvederà dunque alla pubblicazione delle graduatorie e all’assunzione dei vincitori, sebbene sub iudice. Continua a leggere “CISL Scuola: Incognite sul Concorso Nazionale Dirigenti Scolastici, preoccupazioni anche in provincia di Alessandria “

Gli effetti collaterali del Dio denaro, di Pier Carlo Lava

Gli effetti collaterali del Dio denaro, di Pier Carlo Lava

La sindrome del Dio denaro “Quando fama, ricchezza e potere possono dare alla testa più dell’alcol, voglio, posso e comando”

Trezeguet ex calciatore della Juventus fermato alla guida ubriaco, viene multato insulta con gravi offese gli agenti di Polizia.

di Pier Carlo Lava

Alessandria today: L’ex calciatore della Juventus David Trezeguet è stato fermato per un controllo in centro a Torino mentre guidava un Suv, il test ha evidenziato un tasso alcolico oltre i limiti consentiti: valori da 1,5 a 1,7 e ovviamente come a tutti, gli è stata comminata una multa salata con il ritiro della patente.

soldi-12.jpg

La sua reazione purtroppo non si è fatta attendere dato che a quel punto il francese ha insultato gli agenti di Polizia con gravi offese “siete dei pezzenti, non guadagnate nemmeno 2.000 euro”.***

Forse alcuni lettori potrebbero obiettare che era alticcio e quindi non completamente lucido e che d’estate si allentano i freni inibitori, ecc.

Motivazioni che a nostro avviso non giustificano quanto è successo, dato che si è messo alla guida in stato di ebbrezza rischiando così di provocare un incidente che avrebbe potuto avere anche gravi conseguenze.

Forse invece la causa principale di questi gravi insulti a chi lavora sulla strada facendo il proprio dovere per tutelare la sicurezza di tutti noi, va ricercata nel fatto che a taluni fama e ricchezza danno alla testa e pensano che a loro tutto sia permesso.

*** da La Stampa

foto: http://www.padovaoggi.it/

L’ANGOLO VERDE, di Nadia Presotto e Renato Luparia

L’ANGOLO VERDE, di Nadia Presotto e Renato Luparia

IL POSTO DELLE AROMATICHE

Sono belle, buone, piene di virtù; troviamo uno spazio tutto per loro

Fino a qualche anno fa le abbiamo viste nell’orto, in alcuni vasi sul terrazzo; ora sono protagoniste in giardino: parliamo delle erbe aromatiche, quelle usate nella nostra cucina, capaci di  fare miracoli trasformando le ricette più semplici in specialità.

Aromatiche.jpg

Oltre alle proprietà culinarie sono molto decorative, con fiori colorati e profumati ed hanno trovato spazio in aiuole a loro destinate all’ interno  del giardino, nelle bordure associate a erbacee annuali e perenni. Messe a dimora tra i camminamenti in mattoni o pietre – in questo caso è adatto il timo – con il calpestio emanano l’ aroma che ricorda un po’ il clima mediterraneo.

E’ proprio il loro aroma che attira api e farfalle, mentre alcune tengono lontane zanzare e parassiti.

Il giardino delle aromatiche risale ai tempi di Greci e Romani e degli orti dei monasteri medievali. Alcuni giardini moderni hanno ripreso l’ antico schema geometrico. Aiuole bordate di bosso o di rosmarino e santolina, oppure costruite in muratura, accolgono le erbe aromatiche che possono anche essere coltivate associate agli ortaggi. Il prezzemolo riccio sembra un pizzo accostato a ortaggi dalle foglie regolari.

Per progettare uno spazio a loro dedicato dobbiamo tener conto che amano il sole, vogliono essere protette dai venti e desiderano un terreno ricco e ben drenato, possibilmente in una posizione lontana da una strada trafficata perché non amano l’ inquinamento. Continua a leggere “L’ANGOLO VERDE, di Nadia Presotto e Renato Luparia”

MixImprò torna a Villa Imperiale (Genova-San Fruttuoso) e Federica Sassaroli è tra gli ospiti della serata.

MixImprò torna a Villa Imperiale (Genova-San Fruttuoso) e Federica Sassaroli è tra gli ospiti della serata.

sass locandina MixImprò 23_07_19.jpg

Villa Imperiale (Genova-San Fruttuoso) 23 luglio 2019 ore 21.30

Federica Sassaroli, attrice, comica, doppiatrice e speaker arquatese, sarà uno degli ospiti della serata Miximprò, una sfida all’ultima risata che vedrà coinvolti da una parte i comici Andrea Carlini (Zelig e Colorado), Alessandro Bianchi (Colorado) e Federica Sassaroli (Copernico) e dall’altra i fenomenali attori improvvisatori di Maniman Teatro. 

A condurre lo spettacolo,  il Sorvegliante, Andy Ferrari, direttamente da “Il Collegio” in onda su RAI 2.

Per info e prenotazioni: 345/3459395

unnamed-1unnamed

FEDERICA SASSAROLI

Attrice, speaker, comica, autrice, insegnante di lingue, formatrice.

Presta dal 2007 la sua voce per pubblicità nazionali per radio e TV, per doppiaggi TV e per filmati aziendali in italiano, in inglese e in spagnolo. 

È, tra le diverse aziende, la voce ufficiale di Vodafone, di Costa Crociere, di Last Minute Tour.
Vincitrice del Festival Nazionale del Cabaret in Rosa e del Festival delle Arti, si esibisce in diversi teatri e locali tra cui lo Zelig di Milano e il Teatro della Tosse di Genova, le cui registrazioni vanno in onda sul canale Comedy Central di Sky all’interno della trasmissione Copernico.

Lavora per diversi anni per la fondazione per la lettura per ragazzi “Il battello a vapore” della casa editrice PIEMME. 

Dal 2006 crea e mette in scena una serie di spettacoli di narrazione in italiano e in lingua straniera, per ragazzi e non, di teatro comico e di cabaret.

Laureata in Lingue e Letterature Straniere con indirizzo in comunicazione con il massimo dei voti, insegna Spagnolo in scuole primarie, medie inferiori e superiori, collabora per Mondadori al testo “Spagnolo da Zero” ed è la “profesora” dei DVD dell’omonimo corso con John Peter Sloan, in edicola per il Corriere della Sera e la Gazzetta dello Sport.

È stata docente dell’Accademia di Comunicazione Consapevole di Milano diretta da Luca D’Amico con cui collabora ancora.
È teacher internazionale di yoga della risata ed è da 15 anni formatrice teatrale per bambini e adulti.

È facilitatrice avanzata di Psych-K® e facilitatrice di processi creativi attraverso percorsi di gruppo in cui si integrano tecniche teatrali ed energetiche.

Requiem di un sistema democratrico/liberale? Dibattito in corso su Ap, di Agostino Pietrasanta

Requiem di un sistema democratrico/liberale? Dibattito in corso su Ap

Domenicale ● Agostino Pietrasanta https://appuntialessandrini.wordpress.com

(L’autore fa riferimento nel corso dell’articolo ai 3 contributi pubblicati su Ap finora di Marco Ciani Il disordine della ragione pubblica, Luigi Lama Sulla democrazia politica eDaniele Borioli La questione sociale perno della democrazia liberale. Ap)

Requiem.png

I nostri lettori stanno seguendo un dibattito in corso sul complesso fenomeno di una crisi che sembrerebbe irreversibile: la crisi di un rapporto fecondo tra liberalismo e democrazia.Il blog sta ospitando degli interventi di avvertita rilevanza su cui dovremo ovviamente ritornare, dopo che avremo raccolto altri contributi già promessi per i prossimi giorni o le prossime settimane.

Ora però, senza alcuna pretesa di orientare in qualunque modo un dibattito che si desidera assolutamente libero da ogni indicazione, mi preme richiamare i motivi per cui la questione ci interessa proprio nel contesto della linea redazionale di “Appunti Alessandrini”.

Il tutto si spiega e prende avvio da diversi colloqui intervenuti all’interno dello staff, grazie a discussioni collettive, ma anche a confronti bilaterali tra qualcuno di noi. Da tempo il problema ci sollecita e ci pone alcuni interrogativi, tra i tanti cui vorremmo contribuire a rispondere, cercando le origini culturali della decadenza di un’élite che aveva contribuito a determinare una crescita socio economica e politica inedite nella storia dell’umanità. Continua a leggere “Requiem di un sistema democratrico/liberale? Dibattito in corso su Ap, di Agostino Pietrasanta”

Marina Rei, Giovanni Truppi, Ensi, Maurizio Crosetti: i primi ospiti di ‘PeM! – Parole e Musica in Monferrato

Marina Rei, Giovanni Truppi, Ensi, Maurizio Crosetti: i primi ospiti di ‘PeM! – Parole e Musica in Monferrato

DA FINE AGOSTO A FINE SETTEMBRE LA 14a EDIZIONE DELLA RASSEGNA PIEMONTESE DI INCONTRI, MUSICA E RACCONTI A SAN SALVATORE E VALENZA FRA GLI SCENARI DELLE COLLINE PATRIMONIO UNESCO DIREZIONE ARTISTICA ENRICO DEREGIBUS

1 unnamed.jpg

Un festival unico, in cui gli artisti si raccontano accompagnati da una manciata di canzoni e in luoghi di grande suggestione. È “PeM ! Parole e Musica in Monferrato”, la rassegna piemontese di incontri e musica tra San Salvatore Monferrato e Valenza, che anche quest’anno ha in serbo una edizione di alto livello, una serie di succosi appuntamenti a ingresso gratuito da fine agosto a fine settembre.

Lo testimoniano i primi ospiti annunciati, che confermano anche la vocazione della manifestazione a toccare mondi musicali molti diversi. Si tratta di Marina Rei, un punto fermo nella musica italiana (in programma il 10 settembre), Ensi, rapper di grande notorietà e fra i più apprezzati (il 20 settembre), Giovanni Truppi, personaggio geniale e unico della nuova scena cantautorale e indie (il 3 settembre), senza dimenticare una incursione dentro alla storia del costume e dello sport italiano, con una serata (il 26 agosto) dedicata a Fausto Coppi con il giornalista di Repubblica Maurizio Crosetti, il critico letterario Giovanni Tesio e uno spazio dedicato alle canzoni degli anni Cinquanta e a quelle sul ciclismo.

2 unnamed.jpg

Altri nomi e appuntamenti sono in via di definizione e saranno annunciati prossimamente, così come le sedi di ogni singola serata, tutte comunque in luoghi in cui spiccano la bellezza e i colori delle colline del Monferrato, sito Unesco.

È questa una caratteristica fondamentale di una rassegna diventata ormai un punto di riferimento a livello nazionale, come dimostrano i tanti artisti che vi hanno partecipato, nomi come Nada, Ghemon, Ex-Otago, Frankie hi nrg, Luca Barbarossa, Irene Grandi, Diodato, Giorgio Conte, Vittorio De Scalzi, Massimo Bubola e, in ambiti non musicali, Guido Catalano, Ernesto Ferrero, Rosetta Loy, Gianluigi Beccaria, Natalino Balasso, Guido Davico Bonino, Anita Caprioli. Continua a leggere “Marina Rei, Giovanni Truppi, Ensi, Maurizio Crosetti: i primi ospiti di ‘PeM! – Parole e Musica in Monferrato”

Sul camion frutta marcia destinata alla produzione di succhi di frutta , di Lia Tommi

DAL CAMION FERMO IN AUTOGRILL ESCONO LIQUAMI. FRUTTA MARCIA DESTINATA AD IMPIANTI DI LAVORAZIONE PER SUCCHI DI FRUTTA.

Durante i consueti controlli di vigilanza stradale sull’autostrada A/26 dei Trafori, il personale della Polizia Stradale di Ovada, transitando all’interno dell’Area di Servizio Turchino, notava che dal cassone di un mezzo adibito al trasporto di merci, stava colando una ingente quantità di liquido maleodorante.
Il mezzo pesante, proveniente dalla Francia, stava trasportando un carico di 25 tonnellate di pesche marce all’interno del cassone, aperto e senza alcuna copertura a protezione.
Il carico, partito da Cheval Blanc (Francia) era diretto a Merano (Bolzano) ad una nota azienda che ne avrebbe dovuto fare succo di frutta e altri lavorati destinati al consumo umano.
Gli Agenti, a causa del persistere del colare del liquido putrescente ma soprattutto dall’intenso odore di marcio, facevano spostare il mezzo pesante in una piazzola di sosta oltre l’area di servizio, dove veniva fatto intervenire anche il personale dell’Asl 3 Genovese – U.O. Igiene Alimenti.
Al termine degli accertamenti, al trasportatore Francese veniva comminata una sanzione di oltre 1000 euro e veniva interessata l’Asl del luogo di destinazione al fine di evitare che il carico venisse destinato al consumo umano.
La Polizia Stradale ancora una volta ha evitato che della merce in pessime condizioni di conservazione e trasporto, potesse entrare nella grossa catena di distribuzione alimentare e, di conseguenza, nuocere alla salute dei consumatori.

Questa signora deciderà le politiche monetarie dell’Unione Europea, così come quelle italiane…. di Luca Pinasco

Una nuova Europa, mah… oppure dalla padella alla brace, valutato voi leggendo questo post… Pier Carlo Lava

Questa signora deciderà le politiche monetarie dell’Unione Europea, così come quelle italiane… di Luca Pinasco

ok tumblr_pu7ns05HeR1y7pcg0o1_1280.jpg

Christine Lagarde

Quando l’intervistatore del “TheGuardian” le chiese: Quando studia il bilancio greco e chiede misure che significheranno che le donne non avranno accesso ad un’ostetrica al momento del parto e che i pazienti non otterranno farmaci salvavita e gli anziani moriranno soli per mancanza di cure, pensa a queste cose o mette tutto da parte e guarda i conti? Lei risponde seccamente: “No, penso di più ai ragazzi di una scuola di un piccolo villaggio del Niger”.

Salvo poi chiedere, tramite l’istituzione da lei presieduta (FMI), misure di austerity a paesi africani con redditi pro-capite annui di 1000 dollari, con tanto di tagli alla spesa e privatizzazioni, in modo da costringerli a vendere quel poco che hanno, ovvero piantagioni di caffé e porti, ai grossi gruppi francesi (vedi Bolloré-Francafrique-FMI).

Nel periodo della sua presidenza l’FMI ha avuto risultati disastrosi: come da lei stessa ammesso ha sbagliato i calcoli sui moltiplicatori del reddito falsando in tal modo le previsioni sui risultati delle misure di austerity.

Errori macroeconomici gravissimi che hanno provocato il fallimento di centinaia di migliaia di imprese del sud europa, crollo del PIL e netto peggioramento delle condizioni di vita di milioni di cittadini. Ha letteralmente messo l’FMI nelle mani di Sarkozy con la famosa lettera in cui gli scrisse:“Usami come vuoi”.

Quando le chiesero se era d’accordo a tassare i più ricchi rispose: “Non sono d’accordo sul fatto che tassare i ricchi sarebbe il modo più efficiente di ridurre le disuguaglianze, penso che il modo più efficiente sarebbe quello di eliminare il differenziale di genere tra uomini e donne”. Questa signora deciderà le politiche monetarie dell’Unione Europea, così come quelle italiane.

di Luca Pinasco

Tav: Molinari (Lega), stop ‘No’ 5S, rispettare contratto e accordi internazionali

di Pier Carlo Lava

Alessandria today, su questo punto ci troviamo d’accordo con la Lega, le necessità di dare avvio alle grandi Opere, Tav in primis, alla luce della di stagnazione economica del paese è di vitale importanza per rilanciare l’economia e l’occupazione e dare una spinta alla crescita.  

Non si può sempre dire di No e decidere in esclusivamente in base all’analisi costi benefici, dato che se questa fosse stata fatta quando è stata costruita l’autostrada Milano – Genova con all’epoca un ridotto numero di auto in circolazione questa non sarebbe mai stata realizzata.

Riteniamo in politica non basti la pur necessaria onestà, ma serva anche maggiore lungimiranza e una visione in prospettiva, altrimenti il paese resta fermo mentre l’Europa e il mondo corrono veloci, con tutte le conseguenza del caso per l’Italia.

Tav: Molinari (Lega), stop ‘No’ 5S, rispettare contratto e accordi internazionali

Riccardo Molinari.jpg

Roma, 21 lug – “Grazie ai ‘No’ dei 5S alle opere il Paese ha perso già abbastanza tempo. La smettano di trovare ancora scuse sul Tav, che invece va realizzato nel rispetto del contratto di Governo e degli accordi internazionali.

Ora avanti tutta senza ‘se’, senza ‘ma’ e senza ulteriori ritardi per consentire agli italiani di viaggiare di più e meglio, spendendo e inquinando meno”.

Così il capogruppo della Lega alla Camera, Riccardo Molinari.

Segnali di fumo, di Andrea Camilleri

Segnali di fumo, di Andrea Camilleri

da: https://love-nessuno.tumblr.com/

Andrea Camilleri

Forse, senza saperlo, stiamo combattendo la prima guerra globale degli anni duemila. Una guerra che non usa più armi, che non bombarda né fa esplodere atomiche, che non provoca morte ma produce fame, disoccupazione, scontro sociale, impoverimento, insomma riduce sul lastrico i perdenti.

foto Sky Tg24

Cambio al vertice della Centrale del Latte: Pietro Cerlesi sarà il nuovo Direttore Generale

Cambio al vertice della Centrale del Latte: Pietro Cerlesi sarà il nuovo Direttore Generale

Il manager milanese, con una lunga esperienza nel settore lattiero-caseario, sostituirà Franco Butti che a Settembre andrà in pensione dopo ventiquattro anni di lavoro in Centrale di cui gli ultimi sette come DG.

Alessandria, 18 Luglio 2019

Pietro Cerlesi.jpg

È stato un Consiglio di Amministrazione particolarmente importante per la storia della Centrale del Latte di Alessandria e Asti quello svoltosi ieri: Franco Butti, in azienda dal 1995, lascerà il posto entro il 30 settembre prossimo a Pietro Cerlesi che assumerà il ruolo di Direttore Generale.

A comunicare lo storico passaggio di consegne è il Presidente, Gian Paolo Coscia: “Oggi abbiamo presentato ufficialmente l’ingresso in Centrale di Pietro Cerlesi, avvenuto in seguito alla scelta del Direttore Butti di andare in pensione. A nome di tutto il Consiglio intendo ringraziare Franco Butti per lo straordinario impegno profuso a favore della Centrale in tanti anni di appassionato lavoro e, in particolare, per la guida sicura con cui ha diretto l’azienda negli ultimi anni. La scelta del nuovo Direttore avviene dopo una lunga e accurata analisi di mercato e siamo certi che la consolidata esperienza di Pietro Cerlesi nella filiera del latte e dei suoi derivati rappresenti la migliore garanzia per portare avanti le politiche di sviluppo avviate con il recente rafforzamento della governance”.

Pietro Cerlesi, milanese, classe 1959, arriva in Centrale da Italcanditi – Vitalfood, dove dirigeva lo stabilimento di Pedrengo (BG), dopo una lunga esperienza nel settore lattiero-caseario: laureato in Scienze Agrarie, alla fine degli anni ‘ottanta entra in Centrale del Latte di Milano dove percorre un articolato percorso di crescita che lo porta a diventare Capo Servizio Produzione e Responsabile di stabilimento, per poi andare a dirigere tra il 2007 e il 2008 lo stabilimento di Bologna del Gruppo Granarolo. Successivamente assume la direzione operativa di Centrali Produttori Latte Lombardia per poi ricoprire dal 2012 al 2016 la direzione generale di ABIT Piemonte (Gruppo TreValli Cooperlat). Continua a leggere “Cambio al vertice della Centrale del Latte: Pietro Cerlesi sarà il nuovo Direttore Generale”

Chi è stato Enrico Foà, di Giuliana Callegari

Chi è stato Enrico Foà, di Giuliana Callegari

https://appuntialessandrini.wordpress.com

Alessandria: [La recente, bella notizia della chiusura per un anno della Sinagoga di via Milano per procedere finalmente a un suo ulteriore e più radicale restauro, e l’esperienza concomitante della redazione di una scheda a lui dedicata per l’imminente pubblicazione di Città Futura sugli 850 anni di Alessandria, mi hanno riportato alla mente questo articolo che Giuliana scrisse per l’allora mensile alessandrino La Città (marzo 1996). Era stato poi ripubblicato a introduzione degli Scritti di Enrico – Istituto Gramsci/Gruppo Cinema Alessandria, stesso anno – e di nuovo nella raccolta postuma dei testi di Giuliana: Cinema addio. Pagine ritornate 1975-1997, Falsopiano, Alessandria 2006. (Nuccio Lodato)].

teatro-comunale.jpg 

La luce che emana
dalle opere di una persona
entra direttamente nel mondo,
e vi rimane
anche dopo la sua morte.

Che sia grande o piccola,
transitoria o durevole,
dipende da come va il mondo
e dalle circostanze.

Ma la luce che si diffonde
dalla vita di una persona
– parole dette, gesti, amicizie –
sopravvive soltanto nei ricordi.

Per poter entrare nel mondo
deve trovare una nuova forma:
dev’essere registrata
e trasmessa.

(Elisabeth Young-Brühl,
Hannah Arendt
1906-1975.
Per amore del mondo)

 

Nella sua vita, Enrico Foà scrisse molto: quasi sempre senza firmarsi. Erano in genere sua la prima e l’ultima delle mani che si succedevano a stilare un documento, preparare una relazione, stendere un articolo, predisporre un comunicato. Spesso erano anzi le uniche, dopo tentativi preliminari, non di rado infruttuosi, di affidare ad altri collaboratori, solitamente più giovani, tali oneri.

E questo dagli anni Cinquanta agli Ottanta compresi: nel circolo “Carlo Cattaneo” e in quello del Cinema; nell’originario “De Sanctis” (dal settembre 1956), e poi nel Gruppo che assunse, in chiave di continuità, lo stesso nome dal ’75; nella Commissione Teatro del Comune, che condusse al primo Statuto della municipalizzata A.T.A. dal ’76, e in quelle successive e ultime, che accompagnarono i primi anni di vita del Comunale già attivo; infine, in pratica, per tutto l’ultimo decennio, nella prima sezione alessandrina, da lui fondata nel 1980, del Tribunale per i Diritti del Malato. Continua a leggere “Chi è stato Enrico Foà, di Giuliana Callegari”