Featured

AL TEATRO CONCORDIA DI VENARIA (TO) L’ATTRICE FEDERICA SASSAROLI PORTA IN SCENA IL SUO SPETTACOLO “IL PICCOLO PRINCIPE ED IO” NELLA VERSIONE BILINGUE.

AL TEATRO CONCORDIA DI VENARIA (TO) L’ATTRICE FEDERICA SASSAROLI PORTA IN SCENA IL SUO SPETTACOLO “IL PICCOLO PRINCIPE ED IO” NELLA VERSIONE BILINGUE.

Federica Sassaroli, attrice, regista, autrice e speaker genovese, piemontese di adozione, sarà in scena lunedì 25 marzo alle ore 10.30 al Teatro Concordia di Venaria (TO) con lo spettacolo in lingua italiana e inglese “Il Picccolo Principe ed io”, un adattamento scritto e diretto dalla stessa Sassaroli basato sul celebre racconto di Antoine de Saint-Exupéry “Il piccolo principe”.

sas _BPL2713_W

In questa versione dello spettacolo si entra in teatro e il sipario è spalancato, il palco è spoglio, senza scenografia: i nostri occhi vedono solo questo, buio e vuoto, in apparenza. Ma ecco materializzato il messaggio che Antoine De Saint-Exupéry ha dato nel suo libro senza tempo: “What is essential is invisible to the eye“. In scena una sola attrice farà apparire, con la magia della narrazione e di semplici elementi scenografici, storie e personaggi di una pietra miliare della letteratura. In uno spazio apparentemente vuoto gli spettatori si ritroveranno in bilico tra verità e magia , tra azione ed ascolto, tra comicità ed intimità . Una versione che restituisce tutta la magia e la forza del teatro che non ha bisogno di orpelli, per presentare una storia d’amore e d’amicizia per imparare a guardare in profondità se stessi e la relazione con gli altri.

La particolarità dell’adattamento creato dalla Sassaroli consiste nell’aver creato uno spettacolo in doppia lingua, in cui personaggi provenienti da pianeti diversi, che parlerebbero lingue diverse, per comunicare con il pubblico si accordano sull’uso della lingua inglese, la lingua internazionale degli affari, del commercio, delle trattative e delle comunicazioni, parlata da oltre due miliardi di persone.

Confrontarsi con qualcuno che non parla la nostra lingua sposta l’attenzione sull’altro, sul cercare di comprenderlo e vedere il mondo con i suoi occhi. L’esperienza del teatro bilingue ha come obiettivo quello di farsi promotore di motivazione verso l’apprendimento delle lingue straniere e di tolleranza e apertura verso gli altri. Continua a leggere “AL TEATRO CONCORDIA DI VENARIA (TO) L’ATTRICE FEDERICA SASSAROLI PORTA IN SCENA IL SUO SPETTACOLO “IL PICCOLO PRINCIPE ED IO” NELLA VERSIONE BILINGUE.”

Featured

EFAL MCL, ANMIC e Museo della Gambarina: Maria Bensi una straordinaria e stupefacente vita… normale

EFAL MCL, ANMIC e Museo della Gambarina: Maria Bensi una straordinaria e stupefacente vita… normale

Lo avevano detto la Presidente dell’ANMIC, Maria Luisa Cotroneo e il Presidente di EFAL-MCL, Alfonso Conte prima di assistere all’evento dedicato al racconto dell’esistenza terrena di Maria Bensi: “sarebbe stato un percorso tra stravolgimenti sociali, conflitti bellici, turbolenze politiche indicibili e la donna alessandrina ci avrebbe fatto rivivere tutti questi momenti, oltre a ricordarci le sue indubbie capacità e generosità”.

E così è accaduto, attraverso un viaggio nel tempo guidato da Piercarlo Fabbio, che si è fatto aiutare da reminiscenze storiche, accenni al miracolo dell’apparizione della Madonna del Pozzo, proposte agli storici di approfondimenti, musiche d’epoca ad iniziare dalla Bohème di Puccini, passando poi a “Fili d’oro” o a “Parlami d’amore Mariù” o ancora a “Solo me ne vo per la città (In cerca di te)”, e soprattutto narrando la straordinaria esistenza “normale” di Maria Bensi.

“Sì, perché Maria Bensi riesce a riempire la storia, snocciolando azioni quotidiane di grandissimo valore, nella modestia del suo incedere normale – ci dice Piercarlo Fabbio – l’operaismo, il popolarismo, l’emancipazione femminile, l’Azione Cattolica, la Resistenza, l’amministrazione pubblica (è stata la prima vicesindaco donna di Alessandria nel 1945), la politica, l’assistenza agli invalidi, il suo ritiro all’Ospedalino di Valenza per accudire le sorelle con disabilità psichica”.

E alcune delle sue considerazioni sono state lette da Simona Robotti: cosa vuol dire essere operaie, gli amoreggiamenti, il divorzio fino a giungere ad una educata e motivata lettera di raccomandazione. Continua a leggere “EFAL MCL, ANMIC e Museo della Gambarina: Maria Bensi una straordinaria e stupefacente vita… normale”

Featured

TI PRESENTO VITTORIANO

TI PRESENTO VITTORIANO

di vittoriano borrelli

Nel 2015. MeBook, social network che si occupa di cultura e di promozione letteraria con tanti followers al suo seguito, mi aveva proposto un’intervista che accettai molto volentieri. Oggi, nel giorno del mio onomastico, la ripubblico sperando di fare cosa gradita a tutti i lettori e amici che mi seguono.

CSC_1086

L’intervista è stata curata da Maurizio Caruso e potete rileggerla anche dal seguente link mebook-interviste-vittorianoborrelli

INTRODUZIONE 

Musicista, poeta, paroliere. Sono almeno queste tre nobili peculiarità al quale potrebbe essere affiancato il nome di Vittoriano Borrelli da Portici in provincia di Napoli. Instancabile artista al servizio delle emozioni altrui, è uno che “ama la vita dei sentimenti e sta dalla parte delle piccole cose che poi sono quelle che fanno grandi gli uomini…” 

Mebook: Cosa ti succede interiormente sin da piccolo e come si sviluppa quando compi il quattordicesimo anno di vita? 

Vittoriano Borrelli: Sono cresciuto in un ambiente familiare pieno di regole precostituite che nulla lasciavano alla libera estrinsecazione dei sentimenti. Ho quindi ricevuto un’educazione rigida che mi ha impedito, per un certo numero di anni, di spaziare e di far emergere quella parte di me che detestava ogni forma di apparenza. E’ stato quasi naturale costruirmi un mondo parallelo, immaginario, in cui potevo finalmente liberarmi da qualsiasi inibizione facendo sprigionare dal mio “contenitore” interiore tutti i migliori sentimenti possibili. La musica mi ha molto facilitato in questo percorso, a cominciare dai quattordici anni, quando mio padre mi regalò la mia prima chitarra.  Continua a leggere “TI PRESENTO VITTORIANO”

Featured

Il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco in visita a Cascina Torre a Frugarolo

Il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco in visita a Cascina Torre a Frugarolo

Alessandria: Il sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, si è recato oggi in visita alla tenuta Torre di Frugarolo in occasione delle giornate di primavera del FAI.

“Ho vissuto con emozione questo momento che mi ha proiettato all’indietro nel tempo, a circa 21 anni fa, allorquando analogo sopralluogo si inseriva nelle operazioni propedeutiche all’acquisizione in comodato d’uso e al restauro del ciclo di affreschi dedicato al Lancillotto oggi presente nelle collezioni civiche di Alessandria ed esposto nelle Sale d’Arte – ha commentato il Sindaco-.

davhdr

Allora ero assessore della giunta  di Francesca Calvo. Nel 1999 fu realizzata una straordinaria mostra di presentazione curata dal grande storico dell’arte Medioevale, il compianto professor Enrico Castelnuovo, che ebbe un eco nazionale.

Oggi riprende un percorso di valorizzazione veramente importante. Sono contento che tale percorso sia stato avviato con il FAI, un percorso che rende possibile non solo visitare gli affreschi alle Sale d’Arte, ma anche rivivere il luogo di provenienza. Insieme all’azienda speciale Costruire Insieme il Comune di Alessandria ha realizzato un breve, ma suggestivo documentario illustrativo che vede il sindaco accompagnare gli spettatori in una visita virtuale del ciclo descrivendone l’origine e l’importanza della testimonianza artistica e storica e che regala ad Alessandria un vero e proprio unicum: la più antica camera picta in onore del Lancillotto ad oggi nota in Europa.

Tale situazione impone di andare oltre e di porre in relazione i nostri affreschi con l’analogo soggetto dipinto da Pisanello al palazzo ducale di Mantova. 

Infine sarebbe opportuno lavorare con l’Università per calare meglio, a nostra straordinaria memoria, nel clima europeo medioevale al fine di costruire attraverso un progetto Europeo una vera e propria rete dei luoghi arturiani”.

“Il ciclo oggi presente nelle collezioni civiche di Alessandria fu realizzato verso la fine del XIV secolo su committenza di Andreino Trotti, aristocratico Alessandrino che aveva la sua dimora di campagna proprio nella denominata tenuta Torre nel territorio limitrofo tra Frugarolo e Casalcermelli – ha spiegato il Sindaco-. Continua a leggere “Il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco in visita a Cascina Torre a Frugarolo”

Featured

75 anni fa il massacro delle Fosse Ardeatine, di Lia Tommi

Ogni anno il 24 marzo a Roma si commemorano le 335 vittime del massacro delle Fosse Ardeatine avvenuto il 24 marzo 1944 per mano dei militari tedeschi. Si tratta di un anniversario importante, di un modo per rendere omaggio ad ebrei, antifascisti, militari, religiosi e a tutti quegli uomini e quelle donne che sono caduti a causa della feroce rappresaglia nazifascista seguita all’attentato di via Rasella, nel pieno della Seconda guerra mondiale.

L’attentato di via Rasella del 23 marzo ’44 è considerato come un atto di Resistenza estrema da parte della città di Roma, occupata dai tedeschi dall’8 settembre del 1943, giorno dell’armistizio di Cassibile. Il giorno dell’attentato dodici partigiani membri dei GAP romani fecero esplodere una bomba in via Rasella, occultandola in un carretto per l’immondizia.

A seguito dell’attentato, Hitler avrebbe chiesto una rappresaglia “in grado di far tremare il mondo”, per la quale avrebbe proposto di uccidere dai trenta ai cinquanta italiani per ogni tedesco ucciso. Di questo ordine, però, non esistono tracce documentali: la decisione di far fucilare dieci italiani per ogni tedesco ucciso arrivò in effetti dal Feldmaresciallo Albert Kesselring.

I rastrellamenti partirono già nel tardo pomeriggio e proseguirono nel corso della nottata: vennero portati via prigionieri già arrestati e su cui pendeva una probabile sentenza di morte, detenuti del Regina Coeli e di via Tasso, ebrei e civili deportati anche grazie alla collaborazione della polizia fascista. Ogni volta che dall’ospedale arrivava la notizia della morte di un soldato tedesco, alla lista dei condannati si aggiungevano dieci nomi in più.

335 persone vennero così fucilate, in ginocchio, a gruppi di cinque. Man mano che l’eccidio procedeva uomini e donne furono costretti ad inginocchiarsi sui cadaveri di coloro che avevano già perso la vita. Alla fine l’ingresso della cava venne fatto saltare. Le fosse Ardeatine rimasero un segreto fino al mese di giugno del 1944 e a lungo le famiglie delle vittime dovettero accontentarsi di un semplice certificato di morte che nulla diceva loro sulla fine dei loro cari.

Featured

Carlo Bartolomeo Molinari, di Alessandria 850

Carlo Bartolomeo Molinari, di Alessandria 850

#alessandria850
#alessandriadascoprire
Ci sono personaggi alessandrini poco conosciuti, ma che hanno lasciato nella storia tracce davvero importanti: Carlo Bartolomeo Molinari è uno di questi. Mercante di panni alessandrino, si trasferì a Milano verso il 1694; qui, entrato in contatto con alcuni autorevoli personaggi legati all’entourage della corte viennese fra cui il principe Eugenio di Savoia, operò per loro al punto da venire esiliato dalle autorità spagnole (1701).

55480209_2129756593737981_4855741925795299328_n

Rifugiatosi a Genova, vi rimase quale ministro del principe Eugenio per il disbrigo degli affari che gli sarebbero stati commissionati nel nome e per conto dell’imperatore (1702), e quindi quale residente cesareo, dapprima in segreto (dal 29 agosto al 21 dicembre 1704) poi ufficialmente.

Avvalendosi anche dell’opera del fratello, l’abate don Giovanni Battista (il quale, secondo Nicola Ferorelli, sicuramente scrisse molte lettere del carteggio), il Molinari operò per anni al servizio di Vienna quale attivo e capace corrispondente, in grado di raccogliere e trasmettere notizie che lui stesso e la sua fitta rete di contatti e conoscenze gli permettevano di raccogliere in tutt’Italia ed anche in Europa, comunicandole sempre e comunque, anche “in tempo che l’inimico usa ogni studio per impedir la comunicazione” (FERORELLI, Il Carteggio Molinari, p. 189). Continua a leggere “Carlo Bartolomeo Molinari, di Alessandria 850”

Featured

II° Anniversario dell’attentato a Londra, poesia di Lia Tommi

PERCHÉ ?

Quando si respira
la morte
improvvisamente
suonano
assordanti
le sirene
a rompere
il silenzio
impietrito.

A Londra
pochi istanti
di terrore puro
negli occhi di tutti,
nell’aria.

E poi solo
SANGUE
che dilaga
e una domanda
urlata
nella testa
e nel cuore
di ognuno:

“Perché? ”

Featured

HO POSATO GLI OCCHIALI, di Roberto Busembai Errebi

HO POSATO GLI OCCHIALI, di  Roberto Busembai Errebi

Ci sono ragioni talvolta che lasciano un segno nel cuore e difficilmente si può continuare a sperare nel meglio o forse a credere che qualche cosa possa cambiare.

E’ vero però che un “poeta” non dovrebbe mai cedere al tempo e farsi coinvolgere, anzi da lui si pretende che possa, anche solo sognare, ché tutto diventi diverso e possa davvero cambiare…. ma anche un “poeta” è un uomo e forse perché nel suo animo è spesso più forte il senso del bene e dell’essere fragile che talvolta ha un momento di cedere in pieno, ma lui sa, dopo questo improvviso travaglio, che anche un piccolo, minutissimo spiraglio saprà donargli la forza di sempre.
Anche una piena coscienza di se talvolta può far bene.

54268059_2428884677339959_1608383321555861504_n.jpg

HO POSATO GLI OCCHIALI

Ho posato gli occhiali
a piangere da soli,
guardare oltre una finestra
e lasciarli pensare,
non ho più la forza
di sopportare,
di accecarmi il pensiero
per questo mondo strano,
avevo un cuore vero
contro il forte vento
ma una tempesta intera
me lo ha sottratto in pieno.
Ho posato gli occhiali
e adesso io non scrivo
tutto mi pare nebbia,
e non so se ancora spero,
o meno, un alito di vento
a farla dissipare.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine: by Galina Lukyanova. 1981-1982


copyright legge 22 aprile 1941 n. 633

Featured

Una riflessione di Gregorio Asero

Una riflessione di Gregorio Asero

Riuscire a scavare in noi stessi per sprofondare sempre più nel fondo del nostro pozzo è un percorso tormentoso e azzardato. Si riescono a scoprire malattie che nessun medico è in grado di curare.

Asero.jpg

Ecco la strada per raggiungere l’interrogatorio più importante. Guardi la tua vita indietro nel tempo e ti chiedi: che cosa ho veramente amato, che cosa ha attratto la mia anima, cosa e chi l’ha dominata e la resa felice? Allinea davanti a te questi pensieri e forse ti daranno una risposta.

Confronta questi pensieri e vedrai come uno completa l’altro, lo ampli, lo superi e lo trasformi fino a formare un mosaico dove sul quale finora mi sono intestardito alla ricerca di me stesso.

La vera essenza non è nascosta dentro di me, ma è al di sopra di ciò che io considero il mio io.

Featured

La memoria rende liberi. Recensione di Cristina Saracano

LA MEMORIA RENDE LIBERI

Liliana ha otto anni quando le leggi razziali condizionano la sua vita e quella della sua famiglia.

Costretta a lasciare la scuola, a vivere nascosta prima, e, successivamente, a fuggire, arrestata sul confine svizzero col padre, viene portata direttamente ai cancelli di Auschwitz.

Finita la guerra, libera, ma sola e orfana, piena di paure, vive fino a cinquant’anni cercando di non vedere e non ricordare.

Ma vedere è necessario e ricordare rende liberi.

Da qui la decisione di parlare, guardare al passato con occhi diversi, raccontare la sua storia in giro per l’Italia, alle scolaresche, alla gente comune che non c’era, ma deve sapere.

Enrico Mentana l’ha aiutata nella stesura di questo tragico, ma necessario memoriale.

Un percorso attraverso gli anni di crescita di una ragazzina, che diventa donna in un lager, sola, tra il freddo, la sporcizia, le malattie, la cattiveria.

Un viaggio fatto sospesa a un filo di speranza, dove l’umore del soldato o del medico di turno decidono quotidianamente il suo destino.

Un posto dove si è nudi, spogliati, di tutto, della propria identità, ma anche, soprattutto, della propria persona, dove un numero tatuato su un braccio ricorda che non si nulla di più, un luogo dove decide chi porta una divisa, e si può permettere di alzare la voce e anche le mani e di reclinare la testa per sempre senza possibilità di replica.

Pagine d’intensità drammatiche ci ricordano ancora una volta quanto brutto abbiamo cercato di rendere questo nostro mondo, restando, talvolta, immobili.

Perché l’indifferenza è il peggiore dei mali e chiudere gli occhi non serve a fermare l’orrore di certi gesti.

Featured

In dissolvenza

IoEvanescenteInDissolvenza

 

 

Diventare evanescenti
in una dissolvenza
intermittente
quand’è utile
_fosse possibile
sarebbe bello_
senza connotazioni
né connotati mistici
cancellando tutti
i desideri inevasi
_pratiche scomode
e non espletate_
per riprendere il fiato
per tirare un sospiro
per quel po’ di sollievo
_essere dotati
di un interruttore_
e accendersi
o spegnersi
al bisogno
come lucciole
nelle notti
calde d’estate
_fermare le idee
specie il pensiero_
all’occorrenza
è la sapiente
sopravvivenza
di chi prosegue

pur stando senza.

 

__Paola Cingolani
24/03/2019__

Featured

Il consigliere delegato Maurizio Sciaudone e l’autore Giuseppe Scafaro consegnano al Museo della Gambarina le “terre del drago”

Il consigliere delegato Maurizio Sciaudone e l’autore Giuseppe Scafaro consegnano al Museo della Gambarina le “terre del drago”

Alessandria: Un omaggio gradito quello pensato e realizzato dal Consigliere delegato della Provincia di Alessandria, Maurizio Sciaudone alla presenza di Giuseppe Scafaro, autore dell’opera, per Elena Garneri, direttrice del Museo etnografico C’era una volta. Circa 500 copie de “Nelle terre del Drago” e della relativa carta delle vie escursionistiche tra Appennino e Monferrato. Un regalo che il Museo girerà alle scolaresche che visitano la struttura e che effettuano laboratori e percorsi didattici della Gambarina.

IMG_8582 consegna Sciaudone Scafaro GarneriLibri e cartineMaestra Venturelli illustra

La guida, che già parte dall’accoppiamento della forma della nostra Provincia con la forma stilizzata di un drago, è stata realizzata per conto dell’Amministrazione Provinciale nel 2011 con l’aiuto dei Fondi europei e patrocinata dalla Regione Piemonte, è divisa in sei parti a seconda della collocazione geografica dei sentieri: si va dal Monte Giarolo alle Valli Borbera e Spinti; dai villaggi di pietra all’Oltregioco; dal suolo di Aleramo ai percorsi che collegano Crea con Superga. La vera ragione del Drago sta nella presenza di borgate, castelli e delle storie ad essi collegate, che vanno recuperate, raccontate, trasmesse ai posteri, mentre si cammina, si osserva, si narra.

Ho pensato che un’istituzione come il Museo della Gambarina – ricorda il Consigliere delegato Maurizio Sciaudone – potesse bene interpretare il discorso delle radici che si trasmette ai più giovani e che i materiali in possesso dell’Amministrazione provinciale potessero essere sapientemente distribuiti verso una dimensione didattica regolata e spiegata. Nella mission del Museo ho visto proprio questa disponibilità, che sono convinto potrà continuare negli anni futuri”. Continua a leggere “Il consigliere delegato Maurizio Sciaudone e l’autore Giuseppe Scafaro consegnano al Museo della Gambarina le “terre del drago””

Featured

CHICCO D’ANIMA, di GIOIA LOMASTI

CHICCO D’ANIMA, di GIOIA LOMASTI

Esce il 7 Marzo 2019 Chicco d’Anima nuova emozione poetica di Gioia Lomasti. L’opera a cura di Gioia Lomasti & Marcello Lombardo, edizioni Youcanprint è nei due formati E-Book e in versione cartacea sui migliori Store su web e in libreria.

chicco danima corriere d'italia

Gioia Lomasti presenta così il suo nuovo libro. Ogni progetto racconta una storia, sprigiona emozioni e tra le pagine del tempo vive. In pochi tratteggi ho voluto raccogliere questo nostro lungo viaggio, in cui con la parola fine non si determina il nostro addio, ma un fondamento.”Luce di sguardo, calore del tempo, fasciati d’oro e posati mio cuore”. Chicco d’Anima è dedicato al suo piccolo amico.

L’opera apre con una lirica della poetessa Gioia Lomasti presente nella sua prima raccolta Passaggio a lui dedicata. Tutti i proventi sono devoluti per progetti a favore degli Animali – per approfondimenti è stata creata una pagina fan su facebook CHICCO D’ANIMA. Il sentimento che accompagna i suoi scritti emana luce e cuore nel cammino della poesia. Continua a leggere “CHICCO D’ANIMA, di GIOIA LOMASTI”

Featured

Una singolare commedia – thriller — “Il mio capolavoro” di Gastòn Duprat

Una singolare commedia – thriller — “Il mio capolavoro” di Gastòn Duprat

Circolo del Cinema Adelio Ferrero – Alessandria 

STAGIONE 2018-2019

UNA SINGOLARE COMMEDIA – THRILLER AMBIENTATA NEL MONDO DELL’ARTE, IN UN PAESE SOSPESO TRA ILLUSIONE E REALTA’ 

MARTEDI’ 26 marzo 2019, ore 21,15 proiezione del film: 

Il mio capolavoro_Duprat_r

“IL MIO CAPOLAVORO” di Gastòn Duprat

con: introduzione e commento al film di Roberto Lasagna, con DAVIDE MINETTI 

Possono assistere alla proiezione anche i non iscritti . La proiezione unica avverrà come di consueto presso la

MULTISALA KRISTALLI 

Nel corso della serata sarà possibile iscriversi al Circolo del Cinema

(Onde evitare code, si consiglia di presentarsi con qualche anticipo) 

La tessera per la nuova stagione del Circolo del Cinema costa euro 12,00 Continua a leggere “Una singolare commedia – thriller — “Il mio capolavoro” di Gastòn Duprat”

Featured

Conferenza “Alla scoperta dell’antico Egitto”

Conferenza “Alla scoperta dell’antico Egitto”

1 unnamed-22 unnamed3 unnamed-1

Il Centro Studi e Ricerche Urbano Rattazzi di Alessandria organizza la conferenza:
Alla scoperta dell’antico Egitto

Sabato 30 Marzo 2019 ore 17, Museo Etnografico “C’era una volta”, Piazza della Gambarina 1, Alessandria
INTERVENGONO:
Dott. Marco Buticchi, presenta il libro “Il segreto del faraone nero”
Dott. Cristiano Daglio, medico chirurgo e prof. di Egittologia presso la Università Popolare di Torino
Avv. Marco Mensi, Centro Studi e Ricerche Urbano Rattazzi

Featured

Carabinieri. Alessandria: in tribunale col coltello, denunciato un uomo

Carabinieri. Alessandria: in tribunale col coltello, denunciato un uomo

Ten. Col. Giuseppe Di Fonzo

Comandante Reparto Operativo Carabinieri di Alessandria.

L’altra mattina intorno alle 11 un uomo di 53 anni che si stava recando in tribunale per adempiere a delle proprie incombenze private è stato fermato all’ingresso dal personale di sorveglianza, allertati dall’allarme del metal detector.

Come verificato dai Carabinieri della Stazione di Alessandria Principale, intervenuti, aveva nella tasca dei pantaloni un coltello a serramanico lungo 17 cm. Con l’accusa di porto abusivo d’arma, l’uomo residente a Gavazzana è stato portato in caserma, denunciato per porto abusivo di armi e l’arma gli è stata sequestrata.

ok Schermata 2019-03-23 a 17.52.22

Carabinieri. Solero: Arrestato latitante da 11 anni

Era destinatario di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere, invece era a passeggio in frazione Astuti ad Alessandria.

Durante un servizio di prevenzione sulla SP 10 i Carabinieri hanno notato una prostituta confabulare con un uomo che, alla vista della pattuglia, tentava in tutta fretta di allontanarsi a piedi imboccando una strada di campagna.

Così i militari della Stazione di Solero lo hanno raggiunto scoprendo che R.I. 33enne rumeno era latitante da ben 11 anni perché destinatario di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Rimini per concorso in favoreggiamento della prostituzione.

Featured

Momenti di poesia: Cesare Pavese

81f4a4dbfe78103be72f53fbeadfacae_XL

Girerò per le strade finché non sarò stanca morta
saprò vivere sola e fissare negli occhi
ogni volto che passa e restare la stessa.
Questo fresco che sale a cercarmi le vene
è un risveglio che mai nel mattino ho provato
così vero: soltanto, mi sento più forte
che il mio corpo, e un tremore più freddo
accompagna il mattino.

E desidero solo colori. I colori non piangono,
sono come un risveglio: domani i colori
torneranno. Ciascuna uscirà per la strada,
ogni corpo un colore-perfino i bambini.

Questo corpo vestito di rosso leggero
dopo tanto pallore riavrà la sua vita.
Sentirò intorno a me scivolare gli sguardi
e saprò d’esser io: gettando un’occhiata,
mi vedrò tra la gente.

Ogni nuovo mattino,
uscirò per le strade cercando i colori.
(Cesare Pavese)

Featured

Invito alla visita del Teatro Marenco di Novi Ligure restaurato, di Lia Tommi

Novi Ligure: In occasione dell’ultimazione dei lavori di ristrutturazione del Teatro Romualdo Marenco, che sarà restituito alla nostra Città nel suo antico splendore, la Fondazione Teatro Marenco invita ad una visita presso la Sala Teatrale in programma per MERCOLEDI’ 3 APRILE alle ore 18.00.

Per l’occasione saranno presenti, oltre ai Soci Fondatori, la spettabile Giunta Comunale ed i componenti del Consiglio Comunale.

Featured

Presentazione del libro “La violinista” di Piero Milanese, di Lia Tommi

PROGETTO “LETTURE IN BIBLIOTECA”

Alessandria: Fabrizio Priano Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee presenta il progetto “Letture in Biblioteca” con il quale si intende promuovere la lettura di libri semplificandone la comprensione attraverso l’incontro con i relativi Autori nel luogo maggiormente deputato alla lettura : la Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria.

Gli incontri calendarizzati per l’anno 2019 vedranno susseguirsi di diversi Autori i quali presenteranno i propri libri , ciascuno con argomenti di genere diverso.

Giovedì 28 marzo 2019 alle ore 17,00 nuovo appuntamento del progetto “Letture in Biblioteca “ con un libro ambientato nel periodo della seconda guerra mondiale scritto da Piero MILANESE dal titolo “La Violinista”.
presso la Sala Bobbio della Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria in piazza Vittorio Veneto, 1.
Fabrizio PRIANO commenta “ È la terza conferenza organizzata per parlare della storia del “Secolo Breve” così come è stato definito il XX secolo dallo storico inglese Eric Hobsbawm. Piero Milanese racconta una storia d’amore in un momento difficile dove I sentimenti di passione e di desiderio vengono esasperati dalla paura e dalla morte”
Interviene il Prof. Pier Luigi Cavalchini
Letture di Lia Tommi e Cristina Saracano.
Di seguito breve biografia dello Scrittore, trama e copertina del libro presentato.

Trama del libro “La Violinista”
Biografia di Piero MILANESE

“La violinista”

Conclusa la trilogia sugli anni ‘60’70, l’autore prosegue la riflessione sul Novecento spostando l’attenzione su uno dei periodi più drammatici del nostro recente passato, la Guerra di Liberazione o Resistenza, da lui ritenuto evento formativo fondamentale, pur se non direttamente vissuto, per quelli della sua generazione.
L’esperienza delle Repubbliche Partigiane sorte nell’Italia del Nord durante l’estateautunno del 1944, da cui il libro trae spunto, suscitò speranze (e illusioni) per una fine del conflitto ritenuta prossima tanto dai combattenti delle montagne quanto dalla popolazione stremata da quattro lunghi anni di guerra.
Nell’Ossola appena liberata, Nevio, un partigiano ferito, viene lasciato dai compagni alle cure delle suore di un piccolo borgo sui monti dell’alto Verbano. Alle religiose e al medico del paese, il ragazzo racconta le proprie vicissitudini di combattente. A loro confida inoltre la pena dovuta al mancato incontro con Orsola, una musicista cannobiese di cui è innamorato, non più rivista dall’estate ’43 a seguito dei tragici fatti avvenuti in quei mesi (caduta di Mussolini e armistizio dell’8 settembre). Sullo sfondo delle gloriose giornate della Repubblica Partigiana dell’Ossola, Nevio potrà poi ritrovare la ragazza, e rivivere con lei il tenero rapporto di due adolescenti maturati in fretta grazie alle terribili esperienze della guerra.
Nel romanzo scritto in sintonia con avvenimenti storici realmente accaduti, i personaggi della trama hanno perciò modo di rapportarsi e interagire anche con i reali protagonisti di quelle vicende. Continua a leggere “Presentazione del libro “La violinista” di Piero Milanese, di Lia Tommi”

Featured

Palazzo Alti Comandi Militari (1939-1940) di Alessandria 850

Palazzo Alti Comandi Militari (1939-1940) di Alessandria 850

#alessandria850
#alessandriadascoprire
Palazzo Alti Comandi Militari (1939-1940)
Nonostante Alessandria fosse da sempre sede di forti guarnigioni militari concentrate nelle numerose caserme, gli ufficiali ed i Comandi erano alloggiati in vari locali in affitto sparsi in diverse parti della città. Dal 1929 il Comune compie degli studi per risolvere il problema ed arriva alla determinazione di costruire un nuovo edificio per ospitare il Comando di Corpo d’Armata con i necessari uffici ed alloggi per i militari ed i dipendenti.

54414055_2129754910404816_2360690304224329728_n


Nel 1931 l’Amministrazione cittadina concede un contributo di un milione una tantum per la nuova costruzione. Due anni dopo giunge ad un accordo con il Ministero della Guerra che prevede la ripartizione delle spese , da contenersi complessivamente in otto milioni, tra il Comune ed il Ministero e l’impegno ad utilizzare mano d’opera locale.
Scartate numerose alternative, nel 1938 viene scelta l’area di corso Crimea di fronte ai giardini pubblici, ex sede delle stazione delle tranvie a vapore della Provincia. Il terreno, di circa, 3200 meri quadrati, è di proprietà di Giuseppe Borsalino e viene acquistato per 650.000 lire dal Comune, che provvede inoltre allo stanziamento di tre milioni e mezzo per l’opera edilizia.
Nel 1939 il lavoro è affidato alla ditta Bastita e Sappia di Genova, che redige anche il progetto per mano dell’architetto Francesco Sappia; viene stabilito in tre milioni il compenso a corpo per il lavoro. Continua a leggere “Palazzo Alti Comandi Militari (1939-1940) di Alessandria 850”

Featured

I moti del 1821, di Alessandria 850

I moti del 1821, di Alessandria 850

I moti del 1821
Il 20 aprile 1814 cade il Napoleone. Dieci giorni dopo, Alessandria è occupata dalle truppe austriache. In città, per timore di una sommossa, viene proclamato lo stato d’assedio. Il 14 maggio Vittorio Emanuele I, dopo 16 anni di esilio, sbarca Genova; il 17 entra ad Alessandria e riprende formalmente possesso della città, che dopo la breve parentesi della dominazione francese, torna sotto lo Stato sabaudo.

29340390_1653308814716097_4625119976752392381_n.jpg


In Europa la Restaurazione non è accettata passivamente; un po’ dovunque scoppiano sommosse e moti rivoluzionari contro l’oppressione austriaca. Anche in Piemonte, nel gennaio del 1821, si hanno i primi tumulti. L’insurrezione militare parte da Alessandria, Pinerolo Fossano.

Ideatore della sommossa è il trentottenne Santorre Annibale De’ Rossi di Pomarolo, conte di Santarosa. Il 6 marzo egli espone a Carlo Alberto un piano per una rivolta in tutto il Piemonte ed esorta il principe di Carignano a guidarla. Carlo Alberto promette formalmente il proprio appoggio ed assicura i congiurati che si sarebbe fatto mediatore con la corona. Ma in un successivo colloquio ritira la promessa, non si sa perché. È certo che egli consigliò il moto che stava per scoppiare. A Torino è ancora possibile dare il contrordine, non a Fossano, né ad Alessandria, dove i preparativi sono già portati a termine. Continua a leggere “I moti del 1821, di Alessandria 850”

Featured

Ai candidati sindaco di Tortona, da Giulia Calia

Ai candidati sindaco di Tortona, da Giulia Calia

Ai candidati sindaco di Tortona
I problemi che ricadono sulla nostra cittadina, ricadono in tutte le altre città, la causa non è la cattiva o buona gestione del Sindaco e del suo team, ma della globalizzazione! Questo fenomeno innaturale è stato creato solo ed esclusivamente per il raggiungimento di determinati obiettivi.

Le tematiche ricorrenti sono: lavoro, sicurezza e immigrati.

Ragioniamo. La globalizzazione ha portato alla liberalizzazione dei mercati, trovo la stessa merce del negozio a fianco a casa, su internet, ma ad un prezzo inferiore,cosa faccio? Beh ovviamente la compro online perché devo risparmiare, lavoro ma il guadagno non basta a coprire tutte le mie spese, eppure con l’euro mi è stato detto che avrei lavorato di meno e guadagnato di più! Ma dove???
Purtroppo i negozi hanno questo problema e la logica del prezzo (arrivare a triplicare il costo della merce), la concorrenza di internet, la tassazione, fanno sì che molti negozi chiudano. A Tortona se non abito in centro sono costretto ad usare la macchina e se mi va di fare shopping mi tocca pagare pure il parcheggio, vuoi mettere la comodità dell’acquisto online?
Continua a leggere “Ai candidati sindaco di Tortona, da Giulia Calia”

Featured

Carabinieri. Alessandria, deve scontare pena per violazione di domicilio, furto e indebito utilizzo di carta di credito: arrestata

Carabinieri. Alessandria, deve scontare pena per violazione di domicilio, furto e indebito utilizzo di carta di credito: arrestata

car al Schermata 2019-03-23 a 17.52.19

Compagnia Carabinieri di Alessandria.

Alessandria, deve scontare pena per violazione di domicilio, furto e indebito utilizzo di carta di credito: arrestata.

Deve scontare una condanna ad un anno e mezzo di reclusione per violazione di domicilio, furto e indebito utilizzo di carta di credito, reati commessi in questa provincia nel 2017. I carabinieri della Stazione di Alessandria Cristo  hanno arrestato una donna di Alessandria in esecuzione di un provvedimento del Tribunale di Vercelli.  La donna è stata associata alla casa circondariale di Torino dove sconterà la pena.

Ten. Col. Giuseppe Di Fonzo

Comandante Reparto Operativo Alessandria

Featured

Daniele Borioli: NO ALLA PROVOCAZIONE FASCISTA DI ROSSIGLIONE

Daniele Borioli: NO ALLA PROVOCAZIONE FASCISTA DI ROSSIGLIONE

Respingiamo con assoluta fermezza la provocazione fascista che a Rossiglione e in altri comuni italiani è stata messa in atto, con l’intenzione di “celebrare” il centenario della fondazione dei fasci di combattimento.

borioli

Una pagina funesta, che sta alla radice del lato più oscuro della nostra storia e che dovrebbe, caso mai, essere oggetto di profonda riflessione critica, nel momento in cui il fascismo prova a rialzare la testa in forme diverse e in diverse aree dell’Italia, dell’Europa e del Mondo.

benedicta_news

L’atto si pone apertamente come un’apologia di fascismo, che il nostro ordinamento qualifica come reato contro la Costituzione, e risulta ancor più grave e offensivo a poca distanza del 75’ Anniversario dell’eccidio della Benedicta, nel corso del quale i fascisti massacrarono senza pietà oltre un centinaio di partigiani.

Alla Sindaca di Rossiglione, una delle comunità colpite da quel tragico crimine, va tutta la nostra solidarietà democratica

Daniele Borioli

presidente Associazione “Memoria della Benedicta”

Featured

Franco Battiato annuncia il ritorno il giorno del suo 74° compleanno, di Lia Tommi

Franco Battiato annuncia il ritorno il giorno del suo 74esimo compleanno.

Il maestro ha svelato che sta lavorando ad un nuovo brano e che sta superando i problemi di salute che ha avuto negli scorsi mesi.

Per lui sono arrivati anche tantissimi messaggi di auguri da parte non solo dei fans, ma anche dagli altri interpreti della musica italiana. Tra questi c’è anche Emma Marrone che, su Instagram, ha pubblicato una foto in cui è insieme a Battiato scrivendo: “Buon compleanno maestro Franco, ti voglio tanto bene”, ha scritto la cantante salentina che ha partecipato all’evento musicale organizzato da Battiato “Incontri d’estate a Milo”. Molti fans si sono uniti agli auguri di Emma, così come altri vip come Leonardo Pieraccioni che ha scritto: “immenso” mentre l‘attore Luca Capuano ha aggiunto – “le persone che accrescono il nostro io professionale ed essere umano sono la vera linfa vitale dell’essere umano”.

Featured

“DREAMS AND HOPES” approda all’antico Cappelverde di Alessandria, di Lia Tommi

Alessandro Fantino singer composer, Anna Dari pianist composer, Lucia Falanga vocalist, approdano all’antico Cappelverde di Alessandria con lo spettacolo cantautoriale e strumentale “DREAMS and HOPES”.
L’originale sound pop melodico in lingua inglese del cantautore Alessandro Fantino, in procinto di lanciare un nuovo album dal titolo “There’s A Way”, si intreccia e amalgama perfettamente con la vena pop intimista della pianista e compositrice Anna Dari, che per l’occasione presenterà anche due sue canzoni inedite sul tema del femminicidio e degli amori diversi.

Alessandro Fantino ci presenta in anteprima il progetto LIVE “Dream & Hopes”:

– Siamo due musicisti di Asti, Alessandro Fantino e Anna Dari, suoniamo musica nostra di genere pop e abbiamo avviato una collaborazione artistica per la realizzazione di concerti.
Il nostro progetto prevede l’esecuzione di musica inedita, d’autore, composta, scritta ed arrangiata da noi che comprende brani per voce, chitarra, pianoforte, che si alternano in un gioco di luci e atmosfere suggestive.
Desideriamo sottolineare una avviata produzione artistica e discografica alle spalle con all’attivo interviste, recensioni e passaggi nelle radio.

Un concerto, quello del 27 marzo, da non perdere assolutamente.

Featured

Siccità: le colture cerealicole sono allo stremo, di Lia Tommi

Confagricoltura Alessandria sulla situazione meteorologica:
le colture cerealicole sono allo stremo

Grani e orzi in pieno stress da deficit idrico; foraggere in piena stasi vegetativa. Terreni spaccati quasi fossimo in estate, lavorazioni rese difficoltose dalla polverosità del suolo. Ecco il panorama dell’agricoltura alessandrina di questi giorni.
Possibili conseguenze: semine primaverili a rischio e produzioni delle colture a semina autunnale compromesse. Responsabili? La carenza di piogge che ormai stiamo registrando da parecchie settimane.
I dati delle stazioni meteorologiche della rete regionale non mentono: la stazione di Quargnento registra dal 1° gennaio 40.8 millimetri di pioggia e gli ultimi eventi superiori a 0.2 millimetri si sono verificati nei giorni 1°, 2 e 3 febbraio con una pioggia cumulata di 33.6 millimetri. La situazione a Castelnuovo Scrivia è leggermente migliore: 74.4 millimetri dal 1° gennaio con una pioggia di 15.4 millimetri nella notte tra il 17 e il 18 marzo, ma dai primi giorni di febbraio (proprio come a Quargnento) nessuna caduta di pioggia superiore a 0.2 millimetri. A Novi, invece, la situazione appare migliore sotto il profilo della piovosità totale che fa registrare ben 156.6 millimetri, 148.8 dei quali caduti tra l’inizio dell’anno e il 3 febbraio.
“Le colture cerealicole sono allo stremo” – afferma il presidente di Confagricoltura Alessandria, Luca Brondelli di Brondello – “Le normali pratiche agronomiche del periodo primaverile sono difficoltose e il loro esito produttivo incerto. Come se non bastasse gli agricoltori incontrano gravi difficoltà nella preparazione dei terreni per le prossime semine primaverili. Si rivela quanto mai necessario un piano di investimento per la creazione di nuovi invasi e strutture irrigue che consenta di immagazzinare l’acqua nei periodi di maggior piovosità e gestire meglio l’irrigazione in estate”.
La situazione di emergenza idrica è stata aggravata dalle elevate temperature registrate a partire dallo scorso mese di febbraio e dai venti che hanno asciugato la poca umidità presente nei terreni.
“Le previsioni non sono per nulla rassicuranti ” – aggiunge Cristina Bagnasco, direttore di Confagricoltura Alessandria – “Ancora tempo bello e stabile per i prossimi 15 giorni. Situazione che in un’annata normale avrebbe posto le basi per un’ottima campagna agraria, ma che quest’anno rappresenta un accrescimento di condizioni già estremamente gravi”.

Featured

Campagna fiscale al CAF di Confagricoltura Alessandria, di Lia Tommi

Modello 730: è partita la campagna fiscale al CAF di Confagricoltura Alessandria

Il Modello 730 è il modulo fiscale da compilare per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati, introdotto in Italia nel 1993 con lo scopo di provvedere immediatamente al rimborso delle imposte a credito.
Ad oggi è possibile utilizzare tale modello per dichiarare le seguenti tipologie di reddito:
•Redditi di lavoro dipendente;
•Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente;
•Redditi di terreni e di fabbricati;
•Redditi di capitale;
•Redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la Partita IVA;
•Altri redditi;
•Alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata.

Da alcuni anni il Governo ha previsto di inviare ai contribuenti il modello precompilato con i dati già noti al Fisco compreso le spese sanitarie caricate con il sistema della tessera sanitaria.
Il contribuente tramite delega al CAF di Confagricoltura Alessandria a partire dal 15 aprile avrà a disposizione la propria dichiarazione precompilata, potrà accettare la dichiarazione così come gli perviene oppure correggerla ed integrarla con spese ed oneri non inseriti; una volta completata questa procedura l’invio telematico del modulo all’Agenzia delle Entrate viene direttamente effettuato dal CAF di Confagricoltura Alessandria.
In caso di rimborso dell’imposta o di saldo a debito da parte del contribuente, le somme rinvenute vengono versate o trattenute a luglio direttamente dalla busta paga o dalla pensione.
In casi particolari è necessario presentare le dichiarazioni con il Modello Unico: questo vale per coloro che possiedono, oltre al reddito di lavoro dipendente, anche altri redditi che non possono rientrare per legge nel modello.
L’invio del Modello 730/2019 dovrà essere effettuato entro il mese di luglio.
Si invitano pertanto tutti i contribuenti interessati a recarsi presso gli Uffici del CAF di Confagricoltura Alessandria per la firma della necessaria delega al fine di poter richiedere la dichiarazione precompilata per loro conto.
Ricordiamo che la sede centrale del CAF è sita in Via Trotti, 122 ad Alessandria, mentre le altre sedi sono dislocate ad Acqui Terme in Via Monteverde, 34 (tel. 0144 322243, mail: acqui@confagricolturalessandria.it), a Casale Monferrato in C.so Indipendenza, 63b (tel. 0142 452209, mail: casale@confagricolturalessandria.it), a Novi Ligure in Via Isola, 22 (tel. 0143 2633, mail: novi@confagricolturalessandria.it) e a Tortona in Piazza Malaspina, 14 (tel. 0131 861428, mail: tortona@confagricolturalessandria.it).
Per contatti e ulteriori informazioni: CAF Confagricoltura Alessandria Tel. 0131 43151 Rif. Marco Ottone email: fiscale@confagricolturalessandria.it

Featured

Conferenza in Sinagoga, di Lia Tommi

Alessandria: Domenica 31 marzo alle ore 17:00, l’Associazione SpazioIdea organizza, presso la Sinagoga di Alessandria (Via Milano n.7), la conferenza dal titolo “Purim: quando Ester salvò il proprio popolo”. Interverranno la Dott.ssa Paola Vitale, delegata della Comunità Ebraica per Alessandria e Francesca Orzalesi Vicepresidente Associazione SpazioIdea.
Con questo appuntamento, si intende valorizzare la Sinagoga di Alessandria non solo come luogo spirituale, ma anche come centro di dibattito culturale; questa opportunità permetterà di “vivere” un luogo patrimonio storico del territorio prima della sua chiusura a maggio per i restauri definitivi che la riporteranno allo splendore originario.
L’iniziativa è organizzata grazie al supporto della Comunità Ebraica di Torino – Sezione di Alessandria.
Ingresso libero.

Featured

Psicopoesia Musicale di Sandra Papaserio e Rosella Lubrano

Psicopoesia Musicale di Sandra Papaserio e Rosella Lubrano

Group Poesia Alla Cura Della Persona

A voi buon pomeriggio, ecco qui riportato in che cosa consiste LA PSICOPOESIA MUSICALE,E DOVE E COME SI ORDINA LIBRO PIù CD.

Psicopoesia.jpg

Buongiorno quest’oggi vorrei paralarvi di un’idea sviluppata in questi mesi che sicuramente i nostri amici poeti piacerà è nato un progetto che si chiama LA PSICO POESIA MUSICALE, iniziativa nata come supporto psicologico, si abbiamo pensato io e Rosella Lubrano che la poesia ben sia un mezzo di comunicazione molto diretta e profonda possa anche essere d’aiuto a chi la legge certamente con tematiche fresche propense al risveglio ed energia avere un potere benefico per lo spirito e corpo , vogliamo divulgare questa idea restando con i piedi per terra, ma con buoni propositi negli enti che si occupano dello specifico per questo ci sono voluti dei collaboratori a cominciare di Sergio Camellini psicologo scrittore poeta che con la sua partecipazione a reso credibile e fattibile questa idea quindi di rilevante importanza, Clara Russo eRodolfo Lettore straordinari declamatori, Max Cor musicista molto bravo e valente,Giambra Giancarlo super visore eccellente e poi in fine abbiamo voluto Roberta Robyarte Marzi per realizzare la nostra copertina artistica, quest’oggi appunto abbiamo l’onore di postarvi qui la copertina dell’uscita del libro e CD. Ringraziando Monetti Editore .IL LIBRO SI ORDINARE DIRETTAMENTE CONTTANDO AUTORI CON AUTOGRAFO ,OPPURE QUI INDICATA LA CASA EDITRICE ED ANCHE DISTRIBUITA IN AMAZON.

…Ed eccolo…finalmente è arrivato il libro che mi vede coinvolta in questo progetto sociale…”Psicopoesia musicale” è un’idea che mi auguro possa riscuotere successi ed affermazioni in tutta Italia, sia per la valenza del progetto stesso…sia perché noi tutti ” del gruppo” crediamo nel potere della poesia come terapia che tranquillizza…che produce benessere, che da pace all’anima…che fa sognare….e’ stato un immenso piacere declamare i versi di Sandra Papaserio e di Rosella Lubrano ed insieme a Rodolfo Vettor , Sergio Camellini, Massimo Cortini, Giambra Giancarlo e Roberta Marzi…senza dimenticare ovviamente l’editore Salvatore Monetti…si è riusciti a realizzare un “bel prodotto “….Spero che lo stesso possa essere apprezzato e valorizzato al massimo…

Featured

Inciviltà da terzo mondo e evasione fiscale (29milioni di euro) una situazione insostenibile

Inciviltà da terzo mondo e evasione fiscale (29milioni di euro) una situazione insostenibile

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Inciviltà, degrado morale, sociale ed economico non hanno mai fine e nel tempo la situazione sembra persino peggiorata, purtroppo è questa l’immagine che di se sta dando la nostra città.

Comune al

Una triste situazione che ebbe inizio circa 8 anni fa quando l’allora amministrazione Fabbio pensando di ridurre i costi degli addetti di una cooperativa alla movimentazione dei cassonetti, decise di cambiare il sistema di raccolta rifiuti da porta a porta alla strada.

Un provvedimento evidentemente non lungimirante che invece comportò in seguito i seguenti problemi:

Un consistente investimento iniziale per sostituire tutti i cassonetti e i mezzi monoperatore (diversi milioni di euro).

Una riduzione dei posti parcheggio auto sulle strade  e soprattutto un crollo della raccolta differenziata, dal 65% all’attuale 45%.

Fu così che inevitabilmente spuntarono i primi incivili che favoriti dall’anonimato iniziarono ad abbandonare i rifiuti anche ingombranti sulle strade nelle aree dei cassonetti con un trend crescente nel tempo.

Occorre infatti ricordare che degrado chiama degrado e che nonostante l’impegno profuso dagli operatori di Amag Ambiente continua tuttora.

In questi giorni si sta discutendo su come risolvere il problema e si avanzano due ipotesi, 1) Un badge per conferire i rifiuti nei cassonetti su strada

2) Oppure ritornare al sistema porta a porta

In tal senso si sostiene che il costo per ritornare al porta a porta sarebbe maggiore e questo fa pensare che ci sia l’intenzione di adottare il sistema con badge.

A questo proposito non si capisce o non si vuole capire che con il badge l’unico obiettivo che si raggiungerà è quello di tassare diversamente i cittadini che in tal modo pagheranno la Tari in base ai rifiuti prodotti  mentre i morosi  continueranno a non pagare e gli incivili continueranno ad abbandonare i rifiuti per strada. Continua a leggere “Inciviltà da terzo mondo e evasione fiscale (29milioni di euro) una situazione insostenibile”

Featured

Crociate, templari e massoni di Cristina Saracano

Alessandria: Il giorno 27 marzo 2019 alle ore 21,15 presso il Museo Etnografico Gambarina si
terrà la conferenza “Le crociate” a cura del dott. Ferdinando Caputi direttore del
C.I.S.R.E.I
Il reale motivo che spinse la chiesa ad organizzare questa Guerre Sante contro i
Musulmani è il volere a tutti i costi la città di Gerusalemme.
Difesa del Credo, assolutamente no piuttosto interessi politici e commerciali, accordi sommersi tra il potere temporale e la chiesa di Cristo e la paura del sopravvento dell’Islam
che già aveva interessato l’Europa.
Si tratterà dei Templari dalla storia al mito: la nascita, l’apogeo ed il crollo del più potente
Ordine monastico cavalleresco del Medioevo; le accuse, il processo, il rogo; i tesori ed i
presunti segreti, le leggende create dall’immaginario popolare; il recupero attuato e
proclamato dall’esoterismo moderno, a partire dalla Massoneria.
Un accenno alla nostra città toccata da questi argomenti storici in particolare quello
relativo alla Massoneria che è attuale ancora oggi.

Featured

Stages “U’ ballettu” e la “Spada del popolo” alla Gambarina; di Lia Tommi

Alessandria: Il giorno 23.03.2019 dalle ore 10.00, presso il Museo Etnografico della Gambarina, verranno presentati gli stages:

“U’ BALLETTU” E LA “SPADA DEL POPOLO”

Il ballo, oggi come in passato, è una forma di espressione artistica comune a tutte le culture del mondo e capace sempre di coinvolgere persone di ogni età ed estrazione sociale.
In Italia sono giunti fino ai giorni nostri diversi balli popolari, ognuno con differenti caratteristiche legate alle tradizioni delle regioni di provenienza, sempre accompagnati da musici che utilizzano molto spesso strumenti anche artigianali e tipici del luogo.
Allo stesso modo in molte regioni sono state tramandate, spessissimo nell’ombra e solo in ambiti inaccessibili, tecniche di duello di varia tipologia e con caratteristiche diverse in base agli strumenti a disposizione (coltelli, bastoni, forconi…), alle condizioni ambientali (caldo, freddo, pioggia, neve, ecc.), al tipo di abbigliamento (più o meno ingombrante) nonché alle caratteristiche fisiche della popolazione stessa (statura, peso, massa muscolare) e alle rispettive capacità motorie.
Consorterili

Nella storia delle danze troviamo spesso riferimenti guerreschi per lo più con caratteristiche ereditate dall’antica danza pirrica della civiltà greca , ripresa poi dai romani con la medesima rilevanza. Si evidenzia che le danze guerresche, come realtà o come rituale evocativo, appartengono alla tradizione di molti popoli europei ed extraeuropei, con differenti retaggi culturali.
Limitandoci all’Italia, alcune danze sono preminenti e ancora attuali grazie anche a studi demoantropologici, manifestazioni folkloristiche o rivisitazioni turistiche.
Sinteticamente è possibile fare una distinzione fra “danze in armi” “danze che simulano un combattimento, senza uso di armi”. Continua a leggere “Stages “U’ ballettu” e la “Spada del popolo” alla Gambarina; di Lia Tommi”

Featured

Incontri d’autore all’Associazione Cultura e Sviluppo; di Lia Tommi

All ‘Associazione Cultura e Sviluppo, Piazza De Andrè, 76, Alessandria , sarà presentato nel ciclo Incontri d’autore, MARTEDI 26 MARZO , ore 18-19,30, “UNA VOLTA ERA UN PAESE. Come bambini nella ex Jugoslavia”, di Stefano Tallia.

Un libro che è la storia di molti viaggi nella ex Jugoslavia divisa dalla guerra di inizio anni ’90.” Una volta era un Paese. Come bambini nella ex Jugoslavia ” (Edizioni Effedì, 2018), attraverso l’esperienza del volontariato all’interno delle scuole, racconta una comunità che cerca di superare le divisioni del passato per trovare una nuova identità. Percorso non facile in un’Europa nella quale torna a soffiare il vento del nazionalismo. Il libro scritto da Stefano Tallia è arricchito dai disegni e da una testimonianza di Tamara Garčevič, illustratrice e grafica, che rievoca l’arrivo in Italia del padre dalla Sarajevo assediata. Stefano Tallia, giornalista professionista, lavora alla Tgr Rai del Piemonte ed è segretario dell’Associazione Stampa Subalpina.

L’autore dialogherà con la professoressa Maria Perino, docente dell’Università del Piemonte Orientale e vicepresidente dell’Associazione Ambasciata della Democrazia Locale a Zavidovići (Bosnia Erzegovina).

Introduce l’incontro Mimma Caligaris, giornalista .

Featured

Industria, produzione in crescita. Ma nell’Alessandrino c’è poca capacità di fare ricerca e innovazione?

Industria, produzione in crescita. Ma nell’Alessandrino c’è poca capacità di fare ricerca e innovazione?

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Una analisi statistica per dire che Alessandria è «la migliore del Piemonte» e una considerazione conclusiva che dovrebbe preoccupare non poco, ma che quasi passa in secondo piano benché rappresenti la perfetta sintesi di in sistema imprenditoriale (e associativo perché le organizzazioni di rappresentanza hanno pesanti responsabilità) lontano dalla piena maturità, efficienza e capacità che periodiche indagini sembrano invece attribuire al territorio.

unnamed

A distanza di una decina di giorni dalla diffusione dei risultati dell’indagine congiunturale di Unioncamere Piemonte (frutto della collaborazione con Confindustria Piemonte, IntesaSanpaolo e Unicredit) è arrivata la nota provinciale elaborata dalla Camera di Commercio di Alessandria. In apertura del comunicato sembra andare tutto bene. «L’indice della produzione industriale nel quarto trimestre 2018 – si legge – segna più 2,8 per cento rispetto a un anno fa: il miglior dato del Piemonte (dove la media segna meno 0,4 per cento)».

Rispetto alla rilevazione che ha coinvolto 151 imprese industriali della provincia (pari a 5.724 addetti e un fatturato complessivo di 2,2 miliardi di euro) non mancano le parole positive di Gian Paolo Coscia, presidente dell’ente camerale, che parla del «migliore dato del Piemonte» e di un trend «che ha interessato tutto il 2018, con una punta di più 7 per cento nel primo trimestre 2018. Continua a leggere “Industria, produzione in crescita. Ma nell’Alessandrino c’è poca capacità di fare ricerca e innovazione?”

Featured

Latte, Vallardi/Bergesio (Lega), indagine conoscitiva per settore latte vaccino

Latte, Vallardi/Bergesio (Lega), indagine conoscitiva per settore latte vaccino

Roma, 21 mar – “Su nostra iniziativa, sarà avviata in Commissione Agricoltura un’indagine conoscitiva relativa al settore lattiero caseario, per approfondire le tematiche che riguardano 30 mila aziende agricole in Italia che allevano vacche da latte, con oltre 1,8 milioni di capi.

latte

Il nostro Paese, nel quale viene prodotto l’88% del fabbisogno nazionale, è al quinto posto dei Paesi produttori, dopo Germania, Francia, Gran Bretagna e Olanda, è un settore rilevante dell’economia e dell’agricoltura nazionale, che va tutelato e valorizzato, conoscendo le problematiche a esso legate per poter fornire risposte concrete ai produttori.

Il nostro impegno è massimo, per promuovere politiche che possano contribuire a rendere i ricavi competitivi sui costi di produzione, sopra a  0,38 euro al kg – fonte Ismea – per gli allevamenti delle imprese di piccole e medie dimensioni, in costante aumento a causa di numerosi vincoli, a fronte di un ricavo medio anno 2018 di poco inferiore a 0,37 euro/kg, con perdite non indifferenti per gli agricoltori italiani.

Lega

Il made in Italy va protetto, l’etichettatura obbligatoria è stato un primo, decisivo, passo e altri ancora ne seguiranno grazie alla maggioranza e al Governo”.

Lo dichiarano i senatori della Lega Gian Paolo Vallardi, presidente Commissione Agricoltura del Senato, e Giorgio Maria Bergesio, capogruppo Lega in Commissione Agricoltura del Senato.

Ufficio Stampa Lega Senato

foto confagricoltura

Featured

SYRIA PERCHÉ NON CANTI PIÚ – rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019, al Teatro Menotti di Milano

SYRIA PERCHÉ NON CANTI PIÚ – rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019

Primo appuntamento della rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019 29|30 marzo

Syria

SYRIA PERCHÉ NON CANTI PIÚ

Concerto-spettacolo per GABRIELLA FERRI

Ideato da Pino Strabioli e Cecilia Syria Cipressi

Con la supervisione di Seva, figlio di Gabriella

Direzione musicale Davide Ferrario e Massimo Germini

Produzione Mauro Diazzi

Tivoli_GaiaRecchia (2).JPG

Raccontare lo spettacolo non è cosa semplice, ci sembra lontano da ogni definizione, così come profondamente lo era Gabriella Ferri.

Un omaggio, un tributo, una serata, una festa del cuore, dell’ironia, della risata e del dolore.

Un concerto, un recital, dove le parole si mischiamo alle note, i pensieri al silenzio.

La voce di Syria con la complicità di Massimo Germini e Davide Ferrario reinterpreta, riscrive, ricalca ma non copia il grande repertorio che ha fatto la storia musicale della Ferri.

I fogli sparsi che raccontiamo sono le parole scritte dalla cantante romana durante l’intera esistenza. Continua a leggere “SYRIA PERCHÉ NON CANTI PIÚ – rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019, al Teatro Menotti di Milano”

Featured

NAPULE È N’ATA STORIA: Secondo appuntamento della rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019

NAPULE È N’ATA STORIA: Secondo appuntamento della rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019 2 aprile | 7 aprile

Schegge di Mediterraneo e Festival dell’Eccellenza al Femminile

2 Napule_è_n_ata_storia-_D_abbraccio.jpg

Presentano

NAPULE È…N’ATA STORIA

Canzoni di Pino Daniele, parole e versi da Eduardo De Filippo e altri grandi autori napoletani del ‘900

Con Mariangela D’Abbraccio


Regia e immagini di Consuelo Barilari

con Musica da Ripostiglio
Luca Pirozzi (chitarra e voce), Luca Giacomelli (chitarre elettriche), Raffaele Toninelli (contrabbasso), Emanuele Pellegrini (batteria) Stefano Indino

(fisarmonica)

1 Napule_è_n_ata_storia-D_Abbraccio-

Mariangela D’Abbraccio attrice, cantante e artista, con il volto mutevole per ogni personaggio interpretato, con il cuore colmo di gratitudine, porta in scena un omaggio ai grandi Maestri del ‘900, Eduardo De Filippo e Pino Daniele.
Un “collage” nato da un lavoro di sperimentazione tra mondi affini, Teatro, Musica e Poesia, che si cercano e si incontrano in scena, in un “dialogo immaginario tra giganti” del ‘900.

Con una tessitura drammaturgica emozionale ogni canzone s’intreccia con una poesia, un monologo, un frammento del Teatro di Eduardo, che Pino Daniele tanto amava, al quale spesso si era ispirato.
Mariangela D’Abbraccio e la band Musica Da Ripostiglio portano in scena un atto d’amore e di musica, che si sviluppa anche sul piano delle immagini, grazie alle proiezioni e alle video scenografie e che fanno riferimento al Cinema e all’’Arte Figurativa del ‘900.
Continua a leggere “NAPULE È N’ATA STORIA: Secondo appuntamento della rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019”

Featured

Palmiro e il Sommo Libro della Costituzione aiutano i bambini a diventare cittadini

Di Maria Luisa Pirrone

Ho conosciuto il tenero e coraggioso Palmiro per caso.

Un giorno un caro amico, che aveva letto le sue avventure ai propri bambini, me lo ha presentato e così anch’io ho iniziato a seguirlo nel suo incredibile viaggio.

Ho letto “Palmiro e il Sommo Libro della Costituzione” tutto d’un fiato.

Uscito nel 2018, a 70 anni dall’entrata in vigore della Costituzione italiana, ci racconta la straordinaria storia di un bambino di dieci anni, dal nome importante, che vive sull’isola di Marenostro, dominata dal tirannico Re Malcontento. Per sfuggire alle sue prepotenze, un giorno Palmiro decide di partire, zainetto in spalla e mappa alla mano, alla volta del paese di Nascondino per trovare il Sommo Libro grazie al quale gli abitanti godono di diritti, libertà e pace. Come un vero cavaliere medievale, si mette alla ricerca di un tesoro, fatto non di gioielli preziosi ma delle leggi fondamentali di una società libera e democratica.

Continua a leggere “Palmiro e il Sommo Libro della Costituzione aiutano i bambini a diventare cittadini”

Featured

Festival delle Conoscenze a Novi Ligure, di Lia Tommi

AL MUSEO DEI CAMPIONISSIMI DAL 25 AL 29 MARZO
Nuova edizione per il Festival delle Conoscenze

Una finestra sulle opportunità di lavoro e i nuovi scenari geopolitici narrati dai protagonisti dell’impresa, dell’economia, del lavoro e della scienza.

Il Festival è dedicato ai ragazzi, ma è aperto ai genitori, agli insegnanti e a chiunque voglia saperne di più su lavoro e futuro.
Il progetto “Festival delle Conoscenze” nasce dal bisogno sempre più sentito da studenti, famiglie e docenti di comprendere maggiormente le complessità delle sfide future che attendono le nuove generazioni, sul fronte delle problematiche sociali e delle opportunità di lavoro e formazione.

Il Festival si svolgerà durante cinque giorni, a partire dal 25 e fino al 29 marzo, a Novi Ligure presso il Museo dei Campionissimi e presso l’annesso Centro Fieristico. L’apertura ufficiale del Festival, con i saluti di benvenuto, sarà lunedì 25 marzo, alle ore 11 al Museo dei Campionissimi, con Paolo Comanducci, Magnifico Rettore dell’Università di Genova, Rocchino Muliere, Sindaco di Novi Ligure e la bravissima Antonella Clerici, conduttrice Rai.
Il programma, nel corso di circa 15 incontri, sarà la narrazione del futuro che attende i ragazzi attraverso l’esperienza diretta di esponenti del mondo dell’astronomia, dell’impresa, delle scienze, della ricerca, dell’ambiente, del giornalismo, dell’informazione e della medicina.
Saranno coinvolte alcune tra le maggiori aziende del territorio e i protagonisti saranno di assoluto rilievo.

FESTIVAL DELLE CONOSCENZE
Il programma e i relatori Museo dei Campionissimi

Al Museo dei Campionissimi il Festival si terrà dal 25 al 29 marzo dalle ore 8,30 alle 12,30; lì si concentreranno numerose conferenze e incontri, per gli studenti dei Licei, dell’IIS e delle scuole di formazione professionale; tutte saranno rigorosamente aperte al pubblico.

Tra i relatori, per citarne alcuni: il primo astronauta italiano Franco Malerba, Maurizio Molinari direttore de La Stampa e Luca Ubaldeschi direttore de Il Secolo XIX; Riccardo Ghio Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Genova; Luca Mercalli Presidente società meteorologica italiana e giornalista Rai e La Stampa; Prof. Domenico Palombo, Chirurgo Vascolare del Policlinico San Martino di Genova; Davide Mattiello membro emerito della Commissione Parlamentare Antimafia; Antonella Clerici conduttrice Rai; Prof Giulio Sandini, direttore IIT Istituto Italiano di Tecnologia di Genova.

Venerdì 29 marzo gli studenti degli Istituti IIS Ciampini Boccardo, Liceo Amaldi e Foral – Casa di carità presenteranno i progetti per le scuole a cura di Fondazione ACOS con Silvia Siri, Presidente Gruppo Acos.

Inoltre, tutte le mattine sino al 29 marzo, l’Università degli Studi di Genova organizza presentazioni e approfondimenti sui vari corsi di studio, a cura di docenti e tutor.
Si svolgeranno all’interno di aule universitarie, allestite per l’occasione presso il Centro Fieristico annesso al Museo dei Campionissimi. All’ingresso del Centro si troverà uno spazio – accoglienza per i vari dipartimenti.
Per assistere alle lezioni, gli studenti potranno prenotarsi (prenotazione obbligatoria entro il 21 marzo) al numero 328.7410007 o inviando una mail a: segreteria@danibel.it

Tutti gli incontri e le lezioni del Festival delle Conoscenze sono ad ingresso gratuito.

Featured

Sguardi ed emozioni in Galleria Guerci, di Lia Tommi

Alessandria. Domenica 24 marzo, dalle 15,30, si terrà “Sguardi ed emozioni in Galleria Guerci “.

Evento di “Azzurro Donna”, inserito nel Marzo Donna della Consulta alle Pari Opportunità di Alessandria.

Programma:

– esposizione di dipinti del dottor Piero Maschera

– pittura dal vivo di Alessandra Casetta ( Art Studio)

– esibizione canora di Fulvia Piedilarco ( Voci bianche del Teatro Regio di Torino)

– esibizione di Zumba di Ilaria Cavallini

– allestimento floreale di “Fiori allo specchio” di Maria Bisoli

– esibizioni di Marcello Nuzio di ” Ballando con le stelle” ed Anna Martynova con Scuola di ballo ” Cuban Club ” di Alessandria

– partecipazione dell’attrice Silvia Persino

– sfilata ” Le spose di Loredana Perrera”

– trucco ” centro estetico Afrodite “

Featured

La Filippa 2.0, prosegue la campagna di ascolto e dialogo sul territorio e sul web

La Filippa 2.0, prosegue la campagna di ascolto e dialogo sul territorio e sul web

In attesa di riavviare il procedimento autorizzativo, il portale informativo – con oltre 3.000 visite – si arricchisce di nuove domande e risposte raccolte dagli incontri svolti con un centinaio di cittadini.

09_Elenco_rifiuti_conferibili.jpg

A due mesi dalla prima presentazione ai media locali e dal lancio del portale informativo, La Filippa 2.0 presenta un primo rendiconto delle attività di ascolto e dialogo messe in campo.

Come annunciato il 21 gennaio scorso, il procedimento per la pronuncia di compatibilità ambientale per il progetto Filippa 2.0* è tuttora sospeso, proprio per consentire ai proponenti di predisporre ulteriori contributi finalizzati al consenso sociale nei confronti del progetto presentato.

[*La Filippa 2.0 è il Progetto di sistemazione complessiva di aree di cava e discarica e loro predisposizione – attraverso discarica di soli rifiuti non pericolosi a servizio dell’economia circolare – per il riutilizzo a fini turistico ricreativi in Frugarolo e Casal Cermelli – località Cascina Pitocca]

Le statistiche del portale informativo – lafilippa2.it – indicano il forte interesse generato dal progetto: il portale, realizzato su richiesta delle pubbliche amministrazioni di Frugarolo e Casal Cermelli, ha visto infatti oltre 3.450 visite e circa 8.300 pagine consultate e 10.000 files visualizzati o scaricati. Ricordiamo, infatti, come sul portale siano consultabili tutti i materiali ufficiali relativi al progetto. Continua a leggere “La Filippa 2.0, prosegue la campagna di ascolto e dialogo sul territorio e sul web”

Featured

“Donne per mano”. Immagini di una rete di accoglienza, di Lia Tommi

DONNE PER MANO. Immagini di una rete di accoglienza; di Lia Tommi

29 mar alle ore 16:00
Sale d’Arte
via Macchiavelli, 13, 15121 Alessandria
“DONNE PER MANO – IMMAGINI DI UNA RETE DI ACCOGLIENZA. 
Un appuntamento per raccontare attraverso fotografie e disegni il sostegno alle madri dopo un lutto perinatale.”
La mostra è organizzata dal Gruppo Genitori di Bambini Meteora di Alessandria (Associazione Aspetto) nell’ambito di Marzo Donna. La mostra è volta a sottolineare l’importanza di una rete di accoglienza fatta di fiducia, ascolto, condivisione, mediante immagini e pensieri di madri e ostetriche che raccontano le proprie sensazioni di cura e sostegno reciproco durante e dopo la perdita di una figlia o di un figlio.
facebook_1553157880009

MateriAnima

Ci sono rare cose
che si misurano diversamente:
c’è un’altra grandezza
potrei dirla ‘materianima’
– strano lemma, solo mio – 
lo cito per chi spazia
da dimensioni note, comuni
fino all’essere profondo.

***

Tu, pezzo di cuore,
ci sei dentro tutto
con le altre poche unicità
che l’universo mondo
generoso casualmente
m’ha dato per regalo.

***

Una gentile concessione
non preventivata
né scontata, anzi,
ma ci siete e m’acquietate.

***

Spero solo di meritarvi
domani, poi domani e oltre.

18765829_10212365298669206_1227223578010658286_n

 

__Paola Cingolani
25/07/2019__

Momenti di poesia. Terra Poesia, di Maria Di Loro

Momenti di poesia. Terra Poesia, di Maria Di Loro

terra

La terra fa fiorire la vita, un filo d’erba… La terra sua madre.

La terra un bimbo che rotola… l’odore della terra…

La terra come un grembo. La terra mia madre.

Terra polvere magica, una goccia di pioggia…

è vita.

Momenti di poesia. Lei era molto cattolica, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. Lei era molto cattolica, di Giuliano Saba

Lei era molto cattolica,
Fedele e devota…
Ma un giorno in paese, arrivo’ un giovane prete..lei lo guardava con sguardi di miele..
E nei suoi sogni lo copriva di baci..
Lei si innamoro’ di lui e glielo confesso’..
Si incotrarono una sera in una chiesetta di campagna.. Dentro alla macchina di lei
Le molle del sedile posteriore,furono messe a dura prova..fecero l’amore per ore…
Lui dopo la confesso..lei disse tutti I suoi peccati,lui la perdono’ e insieme recitarono
L’ Atto di dolore…
Furono amanti per molti anni..
Dopo fatto l’ amore lei si confessava
E lui l’ assolveva….
Pregavano insieme
E poi davano la colpa
Al demonio tentatore…..
Cattolica,fedele cristiana e devota….
Che viveva un amore pulito
E senza peccato…

Momenti di poesia. DOLORE, di Ambramarina

Momenti di poesia. DOLORE, di Ambramarina

52898512_1100803530102703_8078800021685796864_n897

Entrarci dentro, riconoscerlo.        

Non diveniamogli amico, affrontiamolo… giorno dopo giorno!

Non chiudiamogli la porta in faccia per cercare di cancellarlo…

se non vogliamo che un giorno futuro venga a bussare alla vostra “porta”…

… In un giorno felice della vostra vita…

Allora potremo dirgli : 

” No dolore, ti ho pagato con lacrime amare, non ho più debito con te. Ora sono felice! “

Momenti di poesia.FUTURO, di Ambramarina

Momenti di poesia.FUTURO, di Ambramarina

54224931_1109599729223083_4943707537531731968_n876

Futuro  poesia di Maria Di Loro/Ambramarina

Noi Viviamo di ricordi scrissi un giorno…

Senza di essi non potremmo avere un futuro, noi siamo l’essenza dei ricordi

nostri compagni di avventura…

A volte il nostro sguardo si perde nel vuoto, che vuoto non è anzi…

mai spazio è più coperto di immagini suoni e odori,

e ci devono chiamare più volte per riportarci nella realtà di tutti i giorni!

Mia Poesia…Mia Foto Mia Grafica

Maria Di Loro/Ambramarina…Io i ricordi li immagino “Farfalle”Immagini ferme flash.

La vita della Seta: l’alleanza con la Cina… che porta l’Italia controcorrente con l’Europa.

Gabriele ROMANO 📎 bLOG

Foto Ansa – Foto Ansa – La Cina è al centro di timori di molti perchè Washington ha messo in guardia sul fatto che Huawei potrebbe introdurre meccanismi di sorveglianza dei paesi europei attraverso la tecnologia 5G di cui è in possesso.

In questi giorni non si è parlato altro che di via della Seta, cioè l’alleanza e i rapporti commerciali tra il nostro paese e quello cinese.

In realtà la via della seta è un’iniziativa strategica storica (decennale) della Repubblica Popolare Cinese per il miglioramento dei suoi collegamenti commerciali con i paesi nell’Eurasia.

Dopo due giorni di visita in Italia da parte del Presidente Cinese Xi e il presidente della National Development and Reform CommissionHe Lifeng, oggi si è firmato il Memorandum sulla collaborazione nell’ambito della “Via della Seta Economica” e dell’ “Iniziativa per una Via della Seta marittima del 21° secolo. La firma del patto…

View original post 223 altre parole

La sedia vuota (ITA – FR – ENG)

marcellocomitini

La sedia vuota Omaggio a Edward Hopper

Lo so. L’ho vista altre volte seduta a quel tavolo lontano
nell’ora deserta di questo bar.
Beve il suo caffè con le braccia poggiate sulla distesa
rotonda del ripiano di marmo. Il viso rivolto
alla sedia vuota dall’altra parte del tavolo.
Il cameriere dietro il bancone lungo e dritto come una lama
si guarda le mani doloranti rose dall’acqua.
Non le parla, non la vede neppure.
Lei non attende più nessuno, lo so.
Una voce sussurra dal fondo del cuore
ragazza e all’improvviso un lampo degli anni verdi e turchesi.
Chiusa nei suoi pensieri sente
le radici del suo silenzio crescere nel ricordo
di coloro che l’amavano alla follia.
Fra pochi istanti si alzerà scomparendo
oltre i vetri del bar.

Lo sa. L’attende il lungofiume buio.


La chaise vide

Je sais. Je l’ai vue
d’autres fois assise à cette table lointaine
à l’heure déserte de ce…

View original post 279 altre parole

Primavera Universale

Book written by Vincenzo Marrazzo, in art @RefVincentius

Bricolage

Appunt'attenti di un'acuta osservatrice

Pagine digitali

INCHIESTE E RIFLESSIONI ATTORNO AI LIBRI E ALL'EDITORIA

it rains in my heart

Just another WordPress.com site

MaryannaReplay

"...I consigli lo sai, non si ascoltano mai e puoi seguire solo il tuo istinto..." (S.B.)

lementelettriche

Just another WordPress.com site

Controvento

“La lettura della poesia è un atto anarchico” Hans M. Enzensberger

imrobertastone

La vita di una piccola espatriata in dolce attesa [Mamma dal 2016 ❤️ ]

dimensioneC

Se apro la porta al mondo, forse qualcuno entrerà

Farafina's Voice

"Non si può odiare le radici di un albero e non odiare l'albero. Non si può odiare l'Africa e non odiare se stessi"- Malcom X

alessandrasolina

il mondo non è tondo

Raggio di Sole

Io ti ho sentito che piangevi, Allora son tornato, Ma tanto già lo sapevi, Che tornavo da te, Senza niente da dire, Senza tante parole, Ma con in mano un raggio di sole, Per te, Che sei lunatica, Niente teorie con te, Soltanto pratica.

Elisa Falciori

attimi imperfetti

Nuovi mondi

"La scoperta del mondo è frutto di un rapporto, come quello di un figlio con la madre" L.G.

- MIKE STEEDEN -

THE DRIVELLINGS OF TWATTERSLEY FROMAGE

Morirò quando la vita mi lascerà senza parole

Niente è normale, solo quello che si ripete più spesso.

fiorellafiorenzoni

La vita è un sillogismo d'amore!

a passo lento

pensieri di terra e d'altrove.

Bianco e Nero

Il blog artistico di Vittorio Tatti

Il Canto delle Muse

La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità. ( Albert Einstein )

Carassius Auratus

Come un pesce rosso in un acquario tropicale

infosannio

Pubblicazione web indipendente di informazione e notizie riprese dalla Rete, rassegna stampa su politica, economia, società e costume