In evidenza

Cena con spettacolo per AIDO, di Lia Tommi

Sabato 27 ottobre nella Sala Polifunzionale della Parrocchia di San Michele si terrà una cena con spettacolo a favore del Gruppo Comunale “Marco Cavallotto” di Alessandria. Il divertimento è assicurato con “Va là che vai bene”, esibizione della Compagnia Teatrale Fubinese diretta dal giornalista Massimo Brusasco.

AIDO PROVINCIALE ALESSANDRIA
Via R. Wagner, 38/D
15121 Alessandria

Tel: 339.4297396 – 339.8512631

In evidenza

La “Tosca” di Ostinata Passione a Valenza, di Lia Tommi

Valenza: Il gruppo artistico Ostinata Passione presenta, a favore dell’Associazione “Vivere Insieme” di Valenza , con il Patrocinio del Comune di Valenza : “TOSCA – vissi d’arte, vissi d’amore”. Sabato 27 ottobre, alle ore 21:00, al Teatro Sociale di Valenza , regia di ERMES BELTRAME.

In questa versione l’orologio del tempo della vicenda di Tosca – che ricordiamo ambientata nel periodo delle guerre napoleoniche – viene spostato in avanti collocandola nel 1939 all’indomani della firma del Patto d’Acciaio stretto tra l’Italia fascista e la Germania nazista. Il fulcro degli eventi narrati rimane comunque la storia d’amore tra la cantante Floria Tosca e l’artista Mario Cavaradossi contrastata dal malvagio Scarpia, qui traformato in feroce ufficiale nazista. In questa innovativa versione vengono inseriti e mescolati più ingredienti che vanno dal teatro ai balletti non convenzionali, dal musical allo show e dove la melodia pucciniana ha modo di rivivere grazie alle due celebri romanze “VISSI D’ARTE” ed “E lucevan le stelle”.

La scenografia è caratterizzata da un forte impianto geometrico e futurista e parte integrante ne sono i videoclip, realizzati da FABIO PIERI, che danno modo allo spettatore di entrare nello spazio temporale dell’opera.

Con la partecipazione straordinaria di ROBERTA FASOLO , con RYAN della Decima Mas – Cane da lavoro U D (utilità e difesa) .

Il gruppo artistico Ostinata Passione questa volta ha deciso di devolvere parte del ricavato all’Associazione Vivere Insieme di Valenza, Associazione di Volontariato per l’assistenza handicap. L’associazione è la forza trainante di molteplici iniziative, ginnastica, fisioterapia, giornate ludiche, vacanze e molto altro.

In scena ALESSANDRA ARCA (Tosca) – GABRIEL BRAGGION (Cavaradossi) – GIANNI BRAGGION (Scarpia) – MONICA BURSI (Sidonia) – SEBASTIANO SICARDI (Angelotti) – RENATO RIZZA (Spoletta) – GIAMPIERO CAMPESE (ufficiale nazista) – CARMINE PASSALACQUA (Podestà) – ANTONELLO DAVITE (cardinale).Balletti: ALICE AMISANO e VALENTINA DE MARTINITrucco e parrucco: Monica Fracchia e Grazia Style Mangione. Ringraziamento speciale va anche alla Consulta del Volontariato di Valenza per il constante appoggio nell’organizzazione dell’evento sopratutto al presidente della Consulta Federico Violo. Partecipazione speciale dei ballerini Swing Cristiana De Giglio e Emilio Mocchi.Ringraziamento speciale a tutte le comparse arrivate da Torino per l’ambientazione epocale ed i ragazzi della Easy Company 101. e con Francesca Alineri, Brigitte Castelli, Silvano Cappelletti, Katia Ciuccio, Maite Azcoytia, Elsa de Leonardis, Davide Garrone, Gianluigi Gusmara, Loredana Martino, Maurizio Motta, Angelo Parrilla, Francesca Parrilla, Juan Pablo Polizzotto, Maria Carla Castellaro, .Alessandro Locci, Monica Carraro, Nada Nuovo. Teresa Saba, Paolo Villa, Grazia Mangione, Denise Mangione.

In evidenza

Una poesia, di Antonietta Fragnito

Una poesia di Antonietta Fragnito

La scialuppa di Pegaso

CiperssiMugello

Quadro che io divenni quella sera
Per te fu facile denudare uno spigolo della mia carne
Lasciarmi entrare
Fammi spazio
nel liquido cuore del tuo acquerello
in modo che io possa ancora emozionarmi
Ora mi accascio
fra le pieghe della tua tela
Mi sconcio le membra fino a diventare tua immagine
Tuo Schizzo
Scheletro del tuo sogno
Anima dei tuoi colori.

foto: https://it.wikipedia.org

In evidenza

‘Roberto Maestri, una figura insostituibile per la conoscenza storica e culturale del Monferrato’

‘Roberto Maestri, una figura insostituibile per la conoscenza storica e culturale del Monferrato’

Claudio Martinotti Doria ricorda l’amico fondatore del circolo ‘I Marchesi del Monferrato’ dopo la sua prematura scomparsa

CASALE MONFERRATO

(Nella foto: Giugno 2007. Incontro in Municipio a Mantova tra Sodalizi Monferrini e Mantovani Manifestazioni per il III Centenario del passaggio del Monferrato dai Gonzaga ai Savoia. Incontro svoltosi al municipio di Mantova, col Presidente del Consiglio Comunale Albino Portini ed il funzionario Cristina Regattieri, con il presidente del Circolo Culturale Marchesi del Monferrato Roberto Maestri, unitamente a Massimo Iaretti, responsabile della comunicazione dello stesso (e presidente dell’Associazione Progetto Gonzaga),Claudio Martinotti Doria, esperto in tematiche ambientali e impegnato nel coordinamento interassociativo, Massimo Carcione, coordinatore dei rapporti con le istituzioni (e presidente del Club Unesco di Alessandria) ed alcuni esponenti della leadership della Società Palazzo Ducale di Mantova).

unnamedunnamed-1unnamed-2

FONTE: Casale News http://www.casalenews.it/attualita/roberto-maestri-una-figura-insostituibile-per-la-conoscenza-storica-e-culturale-del-monferrato-35424.html

Pubblichiamo un ricordo di Roberto Maestri, scomparso  domenica pomeriggio a seguito di un tragico incidente stradale mentre tornava da un convegno storico a Mantova, che ci ha inviato l’amico (e appassionato di storia) Claudio Martinotti Doria.

“Conobbi Roberto Maestri alcuni mesi dopo che aveva fondato il Circolo Culturale Marchesi del Monferrato (una quindicina di anni fa) e l’approccio fu molto informale, non certo ortodosso per uno storico”.

“Nel fornire telefonicamente la mia disponibilità a collaborare col Circolo per valorizzare la storia del Monferrato (al momento mi risultava che il “Circolo” fosse l’unica realtà che lo facesse in tutto il Monferrato Storico, senza limitazioni, e chi mi conosce sa quanto abbia insistito sull’importanza del concetto di “Monferrato Storico”),per correttezza specificai subito che non ero uno storico, e lui mi disse che non aveva bisogno di storici ma di gente appassionata che si impegnasse per uno scopo comune, e mi invitò ad un convegno ai confini estremi del Monferrato, un luogo sperduto e di non facile reperibilità. Si creò fin da subito un’intesa su convincimenti condivisi che travalicavano i diffusi e deleteri campanilismi e le visioni limitate e ostative che caratterizzavano ancora troppi rappresentanti istituzionali locali”. Continua a leggere “‘Roberto Maestri, una figura insostituibile per la conoscenza storica e culturale del Monferrato’”

In evidenza

Rosa Mazzarello Fenu nuova Presidente di SOROPTIMIST, di Lia Tommi

Apertura del nuovo anno sociale a Santa Giustina di Sezzadio per il Club SOROPTIMIST ALESSANDRIA. Durante la serata è stata eletta Presidente per il prossimo biennio Rosa Mazzarello Fenu, che succede all’ avvocato Giulia Boccassi.

Sono anche state accolte nel Club due nuove socie: la professoressa Fabrizia Santini, docente di diritto del lavoro all’Università del Piemonte Orientale e l’avvocato Alexandra Saddi.

In evidenza

La festosa proposta della Baltimore Production per un “magico Natale”ad Alessandria con il vero gospel americano

La festosa proposta della Baltimore Production per un “magico Natale”ad Alessandria con il vero gospel americano

di Alessandra Renzetti

Un “caldo” appuntamento natalizio quello presentato dalla Baltimore Production che con il suo A Gospel night with The Harlem Voices ha scelto Alessandria per ospitare una delle esclusive date italiane previste da questo mini tour.

alessandria GOSPEL Allessandrino OTTOBRE

Dall’America arrivano in Italia e precisamente il 18 dicembre alle ore 21 presso il Cinema Teatro Alessandrino, dunque, The Harlem Voices con un gospel d’eccezione, intenso e dinamico per di più finalizzato a creare melodie armoniche e “vive”; il genere in questione è travolgente e spazia tra i diversi toni del noto r’n’b, del soul e del funky. Un’esplosione di note che sapranno arrivare dritte al cuore degli ascoltatori e che ovviamente sapranno animare le famiglie: la natura vigorosa ed energica sa coinvolgere anche i più piccoli.

Arriva ad Alessandria dunque, lo “sprint” degli artisti in questione che amano esibirsi persino in coreografie che risultano una vera gioia anche per gli occhi e conferiscono un tocco in più di allegria al già magico periodo natalizio. Continua a leggere “La festosa proposta della Baltimore Production per un “magico Natale”ad Alessandria con il vero gospel americano”

In evidenza

Valeria Straneo: orgoglio Alessandrino, di Cristina Saracano

Foligno: Primo posto, ieri, nella mezza maratona per l’alessandrina Valeria Straneo

A Foligno é riuscita a battere Sara Dossena di ben 50 secondi, avversaria che aveva già incontrato qualche giorno prima a Parma, dove Valeria si era aggiudicata il secondo posto, dietro a Sara.

Terza classificata: Isabel Mattuzzi, di soli 23 anni.

Per l’atleta di casa nostra è un altro traguardo importante, in quanto, passano gli anni, ma Valeria riesce sempre a essere protagonista indiscussa in questa disciplina.

È un piacere vederla correre e allenarsi lungo le aree verdi della periferia della città.

In evidenza

Prossima apertura “Mercatino compra e vendita usato” al quartiere Galimberti

Prossima apertura “Mercatino compra e vendita usato” al quartiere Galimberti

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Prossima apertura Mercatino compra e vendita usato in piazza Basile (Villaggio Borsalino), quartiere Galimberti.

Nell’ampio locale con undici vetrine sia antistanti la “Residenza Il Platano”, che all’interno della piazza, fervono i lavori in preparazione dell’inaugurazione che salvo ritardi dovrebbe essere entro ottobre, al momento non sappiamo quanto personale verrà impiegato nell’attività commerciale.

Da quanto si evince dal loro sito internet www.mercatinousato.com dovrebbe trattarsi dell’ennesima apertura in franchising di una catena con oltre 170 punti vendita presenti in varie regioni d’Italia, Nord, Centro e Sud, sono presenti anche in Spagna. La società, Mercatino S.r.l. Via Messedaglia 8/c, Verona è stata fondata nel 1995.

Sul sito della società: “La loro politica del fare sta fortemente contribuendo all’evoluzione di una sensibilizzazione globale del riutilizzo degli oggetti. Questo aspetto li posiziona sul territorio quali portatori di un interesse che si traduce in due grandi vantaggi socialmente utili: si evitano gli sprechi e si rende un servizio all’ambiente”.

Si potrà scegliere tra migliaia di oggetti usati selezionati e usufruire del conveniente servizio consegne a domicilio.

La merceologia dei prodotti presenti nei punti vendita è la seguente: Continua a leggere “Prossima apertura “Mercatino compra e vendita usato” al quartiere Galimberti”

In evidenza

Come una danza, di Cristina Saracano

A trent’anni da Gente di mare, tornano insieme con”Come una danza”

Sono Raf e Umberto Tozzi, tra i più noti cantanti italiani, amici nel secolo scorso, vicini di casa per un breve periodo a Formello, ritrovatisi all’Arena di Verona per i quarant’anni di carriera di Tozzi, collaboreranno insieme.

Il loro tour partirà il 30 aprile prossimo da Rimini e terminerà il 25 maggio a Torino, passando per Eboli, Reggio Calabria, Milano e altre località della nostra penisola, sempre nei palazzetti.

Perché in questi trent’anni l’Italia è molto cambiata, ma la musica è sempre aggregazione e voglia di bellezza.

In evidenza

UN UOMO, di vittoriano borrelli

UN UOMO, di vittoriano borrelli

Pubblicato nel 1979, il romanzo “Un uomo” di Oriana Fallaci ebbe un enorme successo (c.a. tre milioni e mezzo di copie vendute)  raccogliendo consensi da parte dei migliori esponenti della critica letteraria.

UN UOMO

Il romanzo racconta la storia del rivoluzionario greco Alekos Panagulis, compagno nella vita della scrittrice, che tenta in tutti i modi di sovvertire il regime dittatoriale di Georgios Papadopoulos, leader della Grecia. Ma il golpe fallisce e Panagulis viene rinchiuso in carcere e condannato a morte.

La sentenza non viene eseguita e Panagulis ottiene la grazia. Uscito dal carcere incontra la Fallaci che lo intervista e s’innamora di lui. Inizia tra i due una tormentata storia d’amore che li porterà a fuggire in Italia cercando aiuto negli esponenti della politica nostrana per liberare la Grecia dal tiranno Papadopoulos.

Il rientro in Patria avviene poco dopo la caduta del dittatore e Panagulis si iscrive all’Unione di Centro- Nuove forze, diventa deputato ma non accetta le logiche del partito. Continua a leggere “UN UOMO, di vittoriano borrelli”

In evidenza

Italia xenofoba per i teenagers, di Cristina Saracano

È uno dei temi politici di maggiore interesse, scontro e dibattito: gli stranieri in Italia.

Secondo un’intervista effettuata da skuola.net, i ragazzi dai tredici ai diciannove anni, ritengono il nostro paese xenofobo e razzista.

La percentuale di insoddisfazione sale con l’età, e gli stessi figli di migranti non sono contenti della situazione in Italia, circa il 67% degli stranieri definisce l’Italia un paese xenofobo e razzista.

Comunque, al quesito “Tu presenteresti ai tuoi un fidanzato straniero?”, circa la metà dei giovani lo farebbe senza problemi, questo a significare che i ragazzi vorrebbero integrarsi e accettare nuove culture, così come anche i giovani stranieri non avrebbero problemi a far conoscere un fidanzato italiano.

Per quanto riguarda l’opinione politica, oltre il 30% dei teenagers sostiene che i governi fanno troppo poco per aiutare gli extracomunitari a integrarsi in Italia.

Dati che, ancora una volta, fanno riflettere.

Fonte: ansa.it

In evidenza

Il sosia>< Le sosie, di Marcello Comitini

Il sosia>< Le sosie, di Marcello Comitini

https://marcellocomitini.wordpress.com

unnamed

Il sosia

I miei pensieri che nella notte hanno guizzato
come pesci impazziti nel lago oscuro della memoria
si sono dissolti all’alba nella vampa rossa del sole.
Trascorrerò questo giorno di luce nella felicità, comune
al pensiero del mondo, al suo continuo mutamento
che lascia tutto immobile nella doppiezza del suo senso.
Rapito in questa mia azzurra beatitudine
mi sono seduto su una panchina a gambe larghe
a leggere il giornale
come quei vecchi che ottant’anni addietro sbadigliavano all’ombra
dei giardini silenziosi. Li ricordo erano quattro.
Neri lucidi bramosi
si narravano tra loro con le mani incrociate sull’elsa dei bastoni
dritti tra le gambe le storie
di giovinezza, di atrocità, di guerre scampate e dell’errore
d’essersi innamorati di ragazze che pronunciavano sentenze
provvisorie di morte.
Pentimenti improvvisi sospendevano la condanna e le ragazze
concedevano la grazia tra le loro braccia calde di baci.
Con scienza innata sapevano che se avessero chiuso gli occhi
tutto sarebbe svanito e quelle memorie
si sarebbero accese sulle labbra di altri. Li guardavo
e temevo che qualcuno di loro morisse abbracciato a un ricordo. Continua a leggere “Il sosia>< Le sosie, di Marcello Comitini”

In evidenza

Grazie, Roberto

Di Maria Luisa Pirrone

È notte, domani devo alzarmi presto e dovrei dormire.

Eppure, non riesco a non pensare a ciò che ho appena saputo. Non riesco a non pensare che non ci sei più.

Stamattina ho letto i tuoi ultimi post di ieri. Avevi orgogliosamente pubblicato la rassegna stampa relativa al tuo ultimo convegno a Mantova, e altrettanto orgogliosamente avevi postato le foto della cena, come sempre facevi. «Il convegno a Commessaggio è stato un successo…ma la cena è stata un trionfo… dove si può mangiare dell’ottimo pesce nella… Bassa? Qui…», avevi scritto. Lo facevi sempre e io, che ti seguivo attentamente, amavo questo modo di fare: prima la profondità e il rigore degli studi, poi la meritata allegria della buona tavola locale. Non perdevi occasione per postare un buon piatto di polenta, ovunque ti trovassi.

La cultura, con te, non era mai noiosa perché arrivava sempre il suo lato più gustoso. La storia, con te, non era mai noiosa perché arrivava sempre il suo aspetto più curioso e stuzzicante. A volte, non vedevi l’ora di stupirci con i particolari più piccanti della vita di qualche marchesa, e allora la storia diventava anche divertente.

Continua a leggere “Grazie, Roberto”

In evidenza

Nonni digitali al Punto Giovani di Novi Ligure

Nonni digitali al Punto Giovani di Novi Ligure

CORSO DI SMARTPHONE IN QUATTRO INCONTRI

novi-ligure11

“I nostri nipoti hanno sempre il telefono in mano e noi non sappiamo neanche accenderlo”. Questo è quello che ci sentiamo spesso raccontare: i giovani sono sempre più immersi nel mondo delle tecnologie e gli anziani non hanno spesso idea delle possibilità e di ciò che si nasconde dietro questa misteriosa scatola tascabile. Diciamocelo allora, la tecnologia così non unisce le generazioni; pochi gli ultrasessantenni che utilizzano gli smartphone, ma molti hanno voglia di avvicinarsi e di scoprirne l’utilizzo.

La Cooperativa Sociale Azimut, in collaborazione con il Comune di Novi Ligure e con Unitre, organizza un corso di smartphone (e a seguire di fotografia) in quattro incontri, destinato a chi voglia apprendere o migliorare l’uso di questi utili strumenti. Continua a leggere “Nonni digitali al Punto Giovani di Novi Ligure”

In evidenza

Ristrutturazione Chalet Castello a Tortona

Ristrutturazione Chalet Castello.

Tortona: La Giunta Comunale, nella seduta del 18 ottobre 2018, ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la ristrutturazione dello Chalet, fabbricato comunale che insiste nell’area del Parco del Castello, identificato da tempo quale sede delle politiche giovanili  e importante punto di aggregazione per la Comunità tortonese.

Tortona

La ristrutturazione interesserà la porzione originaria dell’edificio, risalente agli anni ’60, che necessita di opere edili e adeguamenti impiantistici.

In particolare, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, che ha destinato 95.000,00 euro a questo intervento, è stato possibile prevedere la ripassatura generale degli oltre 500 mq di copertura, i consolidamenti statici del locale cucina e della tensostruttura – palco, il ripristino dei controsoffitti, cartongessi e 1000 mq di tinteggiatura, la modifica di serramenti da fissi ad apribili, oltre che nuovi impianti di climatizzazione ed elettrici. Continua a leggere “Ristrutturazione Chalet Castello a Tortona”

In evidenza

Migranti, 27 ottobre mobilitazione nazionale, di Lia Tommi

Appello di Cgil e decine di associazioni “per fermare la barbarie”, previste iniziative in tutta Italia. “I princìpi di convivenza democratica sono di nuovo bersagli di chi vuole dividere e cacciare”, si legge: “Ora è il tempo di un primo, grande momento di mobilitazione nazionale.”

“In Italia e in Europa risuonano forti campanelli di allarme. I princìpi di civiltà e di convivenza democratica sono tornati a essere bersagli di chi vuole dividere, reprimere, escludere, cacciare”. Inizia così l’appello lanciato dalla Cgil e da decine di associazioni (cui si può aderire, scrivendo a conimigranticontrolebarbarie@gmail.com) per dare vita il 27 ottobre prossimo a una mobilitazione in tutta Italia “con i migranti, per fermare la barbarie”. I firmatari rilevano che “razzismo e xenofobia vengono ogni giorno instillati tra gli italiani del Nord e del Sud, e si diffondono nelle città e nelle periferie sociali. Ma se prima si trattava soltanto di segnali universalmente considerati negativi, adesso i sintomi sono rappresentativi di un’involuzione profonda. E fanno paura”.

Per Cgil e associazioni, a fronte di un cambiamento così preoccupante, è necessario “intensificare ed estendere la risposta di popolo contro le violenze, i soprusi, le prepotenze che scendono dall’alto come una nera cappa che copre il nostro Paese. Una risposta in nome dei diritti, del rispetto, del senso di umanità che non possiamo e non dobbiamo smarrire”. I firmatari sottolineano che “i primi segnali di un’alternativa sono arrivati con la reazione all’attacco a Riace e al suo sindaco Mimmo Lucano e con la straordinaria sottoscrizione per permettere l’accesso alla mensa e ai servizi di trasporto, ai bambini figli di cittadini stranieri, negati da un’ordinanza dalla sindaca di Lodi. Così come con la grande risposta delle magliette rosse, con la manifestazione a Catania per pretendere lo sbarco e il soccorso dalla nave Diciotti, con la straordinaria partecipazione alla marcia della pace Perugia-Assisi e il grande consenso che sta raccogliendo il progetto Mediterranea”.

Da più parti, si legge nell’appello, viene la richiesta “di una battaglia di civiltà, in difesa della democrazia costituzionale. E contro le diseguaglianze, contro le povertà, sociali e culturali che i ministri dell’odio manipolano, strumentalizzando il disagio e la sofferenza che coinvolgono milioni di italiani, per rivolgere la rabbia nei confronti delle persone più deboli dei nostri tempi: i migranti. A questa gente, a milioni di donne, uomini, bambini viene negato qualsiasi diritto. È un’umanità che fugge da fame, povertà, guerre, terrore. Di questo immenso popolo, una piccola parte vorrebbe venire in Italia, anche solo per attraversarla. Lo vorrebbe fare rivolgendosi agli Stati, legalmente e senza rischiare la vita. Ma leggi e politiche sempre più proibizioniste e liberticide producono morte e sofferenza e alimentano la criminalità e le mafie”.

In Italia, insomma, soffia “un vento furioso di propaganda e, peggio, di violenza. Il limite della intolleranza si traduce in forme di aggressione e regressione sempre più gravi. I migranti diventano ostaggi, nemici, gente pericolosa. Insultati, picchiati, feriti da armi da fuoco, concentrati in centri invivibili. Adulti, minori, donne sole, bambini trovano in Italia un’ostilità crescente. E come se non bastassero il blocco delle navi e il boicottaggio delle ong, il governo approva un decreto che, se accolto dal Parlamento, metterebbe ancora più a rischio la loro vita”. Un decreto, precisano Cgil e associazioni, che punta a “demolire il diritto d’asilo, a consegnare ai privati l’accoglienza puntando sui grandi centri che alimentano corruzione e razzismo, scaricando sui territori costi, disagio e tensione sociale”.

I firmatari dell’appello constatano, d’altro lato, che “nonostante le difficoltà politiche, nonostante i dubbi, nonostante le divisioni, tanti italiani sono disposti a fare argine al drammatico dilagare di comportamenti ‘cattivi’, che non avevamo ancora mai visto prima verso i più indifesi. Ma c’è di peggio, perché chi perseguita i deboli non se ne vergogna. Ostentando e stimolando odio. A questa vasta area democratica, religiosa e laica, spetta il compito di tenere alta la bandiera della civiltà, della pace, della convivenza tra diversi, della democrazia. La chiesa di Papa Francesco interpreta con lucidità i tempi presenti. Il mondo cattolico, con le sue strutture e i suoi giornali, insieme alle tante associazioni sono già impegnati in aiuto dei migranti e in prima fila contro razzismo e xenofobia. Altrettanto il mondo laico: donne, uomini, giovani e meno giovani, compagne e compagni, preoccupati e convinti della necessità di dare un’ampia e forte risposta alla crescente barbarie”. In conclusione, Cgil e associazioni ritengono che sia arrivato “il tempo di compiere un primo, grande, passo. Tutti insieme”, ossia quello di “manifestare il 27 ottobre 2018, non in una ma dieci, cento città.”

In evidenza

La Grande Grecia nell’Italia Meridionale, di Lia Tommi

Mercoledì 24 ottobre, alle ore 21,30, al Museo Etnografico della Gambarina, in piazza della Gambarina, 1, ad Alessandria, quarta conferenza del Prof. Ferdinando Caputi, Direttore Nazionale Cisrei.

Un viaggio attraverso i monumenti e gli scavi archeologici vecchi e nuovi, nel Sud Italia, alla ricerca delle testimonianze lasciate dagli antichi Greci.

In evidenza

Il musical su Luigi Tenco ad Alessandria, di Lia Tommi

“Luigi “- Il musical
Evento di Scuola “Belli da morire”

Venerdì 26 ottobre 2018 alle ore 21:00

Teatro Alessandrino
VIA VERDI 12, 15121 Alessandria

La Compagnia “Belli da Morire” porta in scena il Musical “Luigi”, il primo musical originale ispirato alla vita e alle canzoni di Luigi Tenco e dei protagonisti della Scuola Genovese (De Andrè, Lauzi, Paoli ecc).

Scritto e diretto da Marcello Chiaraluce, saliranno sul palco circa una trentina di ragazzi tra i 12 e i 20 anni, tra attori, ballerini, musicisti e cantanti.

Il musical non è un biopic sul cantautore, tristemente noto per essere stato trovato morto nella sua stanza d’albergo, dopo che la sua canzone fu scartata a San Remo, ma un viaggio onirico e fantasioso sull’uomo Tenco, descritto attraverso le interviste, le canzoni, le lettere che ci ha lasciato.

Nel musical oltre alle canzoni di Luigi Tenco, riarrangiate in chiave moderna, anche brani di Battisti, Mina, De Andrè, Lauzi ecc… per contestualizzare un periodo d’oro della musica italiana, vedendola come specchio della società del suo tempo.

La musica sarà rigorosamente live, come è consuetudine della Compagnia Belli da Morire.

Il ricavato dello spettacolo andrà alla Fondazione Uspidalet, che da anni è protagonista sul territorio alessandrino, per promuovere raccolte fondi per gli ospedali del territorio.

Ingresso ore 20.30, inizio spettacolo ore 21.00
Biglietto 10 Euro.

In evidenza

I GIOVANI OGGI NON SANNO PIU’ SCRIVERE, di Elvio Bombonato

I GIOVANI OGGI NON SANNO PIU’ SCRIVERE, di Elvio Bombonato

Alessandria: A mio avviso i nostri giovani non sanno scrivere, perché non leggono, non pensano, non scrivono.  Sono quasi tutti vittime di un DOC (Disturbo Ossessivo Compulsivo) generato dai social network, soprattutto dal telefono cellulare con le sue appendici. 

Bombonato-Elvio-

Apparentemente il social net work serve a combattere la solitudine, in realtà la aggrava.  Ricordo nei miei ultimi anni in classe, pochi minuti prima della fine dell’ora, le allieve cominciavano a sentire gli spilli sotto il sedere: stavano pensando al messaggino che attendevano, cui avrebbero risposto. Durante l’intervallo avevano tre mani, per la schiacciatina, l’estatè e il cellulare. 

Io con i miei figli non riesco a parlare senza essere continuamente interrotti dallo squillo del cellulare, che devono tenere acceso per ragioni di lavoro. Io scrivo una mail come fosse una lettera. I loro messaggi, qualunque sia il mezzo usato, non superano un periodo, per cui della mia mail leggono le prime righe e si adirano pure. 

Ma di diventare succube di un mezzo che sembra servire per comunicare, e in realtà stronca la comunicazione sul nascere, succede anche a me: se mando una mail o faccio una telefonata e non mi viene risposto,  mi scatta una fibrillazione ansiogena irrazionale e immotivata. 

L’ansia di restare soli spinge a rispondere costantemente, per “fare sapere all’altro che ci sono”,  ma l’atto stesso crea l’ansia: è un circolo vizioso. (vedi l’articolo collage di vari studi di Riccardo Staglianò, La Repubblica, 26/2/2009). I nostri giovani aspettano l’amico sotto casa e, invece di suonare il citofono, usano il telefonino.   Ai bambini non si regalano più alle ricorrenze, feste, promozioni libri, l’orologio, l’oggettino d’oro; solo telefonini e aggeggi similari di cui ignoro il nome. Continua a leggere “I GIOVANI OGGI NON SANNO PIU’ SCRIVERE, di Elvio Bombonato”

In evidenza

Cherima Fteita : Bando  tirocini formativi e di orientamento per Laureati

Cherima Fteita: Bando  tirocini formativi e di orientamento per Laureati

E’ aperto il bando per l’attivazione di tirocini formativi e di orientamento per Laureati.
Domande aperte anche ai titolari di Dottorato di ricerca e Master da meno di 12 mesi

sddefault

Alessandria: C’è tempo fino al prossimo 5 novembre per presentare la candidatura ai tirocini formativi e di orientamento attivati grazie alla sinergia tra assessorato alle Politiche Giovanili e l’Università degli Studi di Torino.

Più specificamente, si tratta di 2 tirocini formativi e di orientamento rivolti ai giovani laureati dell’Università degli Studi di Torino destinati all’organizzazione e realizzazione di attività ed eventi di Politiche Giovanili in programma presso il Comune di Alessandria nel periodo da novembre 2018 a maggio 2019. Continua a leggere “Cherima Fteita : Bando  tirocini formativi e di orientamento per Laureati”

In evidenza

“Autunno al cinema – Poveri ma belli: gli anni 50′ tra commedia e dramma”: una rassegna a Giarole

di Maria Luisa Pirrone

Il Soggiorno Airone (Coop Sociale Onlus) di Giarole Monferrato, in collaborazione con l’Associazione di cultura cinematografica e umanistica La Voce della Luna di Alessandria e la Fic-Federazione Italiana Cineforum, presenta “Autunno al cinema – Poveri ma belli: gli anni 50′ tra commedia e dramma”, rassegna di film destinata agli ospiti della struttura, con ingresso libero aperto alla cittadinanza locale.

Il ciclo di Cineforum si propone di favorire negli anziani, attraverso la visione e il dibattito intorno a pellicole italiane risalenti agli anni Cinquanta – diventate vero e proprio oggetto di culto per la generazione di giovani di quel decennio – lo stare insieme attivamente, condividendo quanto più possibile emozioni e riflessioni che, a partire dal film, si estendano all’ambito di vita nella sua varietà.

L’obiettivo è duplice, sia individuale che collettivo e sociale: lo stimolo alla memoria, il mantenere vivi i ricordi, risvegliandoli e rimettendoli in circolo. Nel Cineforum, durante la visione e soprattutto in seguito, si porta la propria storia di vita, presente o lontana nel tempo, la si rielabora e riattualizza, condividendola e creando nuovi legami comunicativi ed emotivi con gli altri “compagni di viaggio”. Il pensiero è vivo: si lavora sull’autobiografia propria e altrui, costruendo inediti legami sociali. Si tratta di un tempo presente ricco di stimoli che vengono anche da una dimensione passata, nel tentativo di proiettarsi in un futuro percepito come ancora possibile. Continua a leggere ““Autunno al cinema – Poveri ma belli: gli anni 50′ tra commedia e dramma”: una rassegna a Giarole”

In evidenza

Legambiente: Scuole piemontesi tra luci e ombre

Legambiente: Scuole piemontesi tra luci e ombre

Bene i servizi, male la manutenzione degli edifici: il 67% delle scuole ha bisogno di interventi urgenti

Presentata la XIX edizione di Ecosistema Scuola, l’indagine di Legambiente sullo stato dell’edilizia e la qualità dei servizi scolastici

Schermata 2018-10-18 a 12.45.58

Verbania (9°) guida la graduatoria della qualità dell’edilizia scolastica piemontese, seguita da Biella (14°), Torino (20°), Asti (23°). Buone pratiche: le scuole piemontesi in cima alla classifica per pasti bio e raccolta differenziata; ancora basso l’utilizzo di fonti rinnovabili

Dossier completo qui: https://www.legambiente.it/contenuti/dossier/ecosistema-scuola-2018

Ecosistema Scuola 2018, l’indagine annuale di Legambiente sullo stato del patrimonio edilizio scolastico e dei servizi educativi, presentato oggi a Napoli nel corso del Forum Scuola, vede in cima alla classifica Bolzano e Trento, due realtà particolarmente virtuose in tema di sicurezza (tutti gli istituti presentano le certificazioni di agibilità, collaudo statico, prevenzione incendi, agibilità igienico sanitaria e hanno effettuato i monitoraggi per radon e amianto), e di innovazione, con il 6% di edifici costruiti secondo i criteri della bioedilizia a fronte di una media nazionale che non raggiunge l’1%, frutto di una chiara scelta di governance confermata anche dalla spesa per la manutenzione straordinaria degli ultimi cinque anni, pari a circa 175 mila euro per edificio, cioè circa dieci volte la media nazionale. Un mix di programmazione, di investimenti costanti e di innovazione che manca in molte altre zone d’Italia. Continua a leggere “Legambiente: Scuole piemontesi tra luci e ombre”

Donna, di Antonio Meola

Donna, di Antonio Meola

donna

Donna

Ci sono occhi
che attirano sguardi,
labbra
che attirano baci,
ciao
che attirano carezze,
cuori
che attirano amore,
menti
che attirano pensieri,
anime
che attirano luce.
Se tutto ciò
la tua donna
questo ti da
sicuramente sarà
colei con cui vivrai
i respiri più profondi,
gli attimi senza fine,
l’estasi infinita.

Melanto
( Antonio Meola )

poeta da quattro soldi

foto presa dal Web.

IL MIO PENSIERO, di Gregorio Asero

IL MIO PENSIERO, di Gregorio Asero

IL MIO PENSIERO

A cosa tende il mio pensiero se non all’amore?
Come potrei sopportare questa inutile vita
se non avessi la speme
di comporre il mio corpo in un inno alla vita?

Lo so io sono il frammento di un mistero più grande
e come la pulce che non vede la grandezza dell’elefante
così io non vedo la potenza del mondo.

Troppo piccolo io sono
per un sogno così immenso.
Come potrei sopportare di esser uomo
se non avessi la poesia come ancella?

Io voglio trasformare la mia vita in un dolce ricatto.
Voglio redimermi dalla mia volontà
e solo allora la libertà
avrà ali per innalzarsi in cielo.

Solo digrignando i denti contro il fato
non sarò più impotente
in questa scialba vita.
.
da ” Nella terra del sole”
di Gregorio Asero
copyright legge 22 aprile 1941 n. 633

UN AFFETTO, di Tiziana Valori

UN AFFETTO, di Tiziana Valori

UN AFFETTO

Guardarti e basta, amore.
E come credi che mi senta? Mi sembra di stare anch’io in prigione.
Cerca di capirmi e di amarmi ancora più di quando eravamo liberi e felici.
Tu in una cella hai un compagno e, da come ti conosco, pochissimo propenso a una vita casta e morigerata, ve la spassate senza che nessuno vi rompa … l’incantesimo. Io, da quando sei dentro, ho sempre vissuto da sola e la solitudine mi pesa più di una detenzione. Vedi quindi che ci ho rimesso più io di te per quella beneamata truffa, di cui vuoi continuare a considerarmi l’ideatrice.
Pensa che mi sento tanto avvilita da aver rinunciato anche a farti visita. Io solo a guardarti da dietro un vetro senza, non dico un bacio, ma nemmeno poterti toccare, mi avvilisco anche di più. E mettiamo anche il viaggione che devo fare con nemmeno una piccola stretta per remunerarmi.
Quindi, con questa mia raccomandata ti restituisco l’unica libertà che posso, sciogliendo il vincolo matrimoniale e avviando le pratiche. Lo so che questo non ti rende libero a pieno, ma è pur qualcosa, no? Quindi sii contento.
Tua, purtroppo non per sempre Titina
P.S. Sii gentile. Quando sarai fuori, e per caso ci incontriamo, fa finta di non conoscermi. Cerca di essere comprensivo, dato che ti amo sempre tanto, e ciao.

Tiziana Valori

UNDER THE MOUNTAIN

Revolver Boots

Dopo la morte della loro mamma, i gemelli Rachel e Theo si trasferiscono in casa degli zii ad Auckland, in prossimità di un lago vulcanico. Incuriositi dalla spettrale abitazione dei vicini, scoprono che si tratta di malvagie creature che, spostandosi attraverso i vulcani inattivi, minacciano di distruggere il pianeta, privando ogni cosa della vita. L’unico modo per fermarli è quello di padroneggiare il fuoco e annientarli e, grazie alle rivelazioni del misterioso barbone Jones, i gemelli scoprono di essere i depositari di un potere che non conoscevano e che possono gestire attraverso la telepatia. Iscriviti al canale di MOVIE ON: https://www.youtube.com/user/filmstre…

View original post

#Travelsfordreamers: La maga delle spezie

The Traveling Fork

Oggi vi porto con me tra gli odori dell’India con questo libro, La maga delle spezie. Curiosi?


Tilo è una vecchia signora indiana, proprietaria di una bottega di spezie a Oakland, in California. Ma non tutto è come sembra: è molto di più di una semplice commerciante indiana, è la maga delle spezie. Conosce tutti i segreti e i poteri che le spezie possiedono, sa come utilizzarli per aiutare gli altri. Ma tutto questo ha un costo: non può uscire dalla bottega, per nessuna ragione; non può avere contatti fisici con i suoi clienti; non deve in nessun modo affezionarsi alle persone che aiuta e, cosa ancora più importante, non deve mai usare le spezie per scopi personali. Una vita dura che Tilo ha scelto consapevolmente mentre apprendeva i misteri di questa arte. Ma una scelta che il destino ha deciso di mettere a dura prova facendo vacillare le sue…

View original post 174 altre parole

Medal Of Honour: Alvin York Review: A Celebration Of Valour

The Comic Vault

World War I is remembered as one of the most brutal conflicts in human history. Thousands of people were slaughtered and many soldiers gave their lives to protect their country. One of the bravest soldiers, Alvin York, received the Medal of Honour for his actions. York was a man who believed in peace, though he did what he thought was necessary to serve his men. His story is told in the pages of Medal Of Honour: Alvin York. Written by Chuck Dixon, the comic was created in collaboration with the Association of the United States Army (AUSA) to remember York’s valour.

View original post 318 altre parole

Tra relax e inconvenienti in quel di Como

Una valigia di desideri

Buonasera,
Oggi vi racconterò di un’altra mia piccola gita. Destinazione: Como!
Io, Ilaria, Michelle e Noemi abbiamo deciso di fare un weekend via visto il ponte del primo maggio, perciò il 28 siamo partite.
Tra pre-partenza e arrivo nell’appartamento non so cosa sia stato meglio… no scherzo, assolutamente l’arrivo in appartamento, ma partiamo dalla partenza.
Come sempre ero in ritardo, ma dovendo prendere il tram non potevo permettermelo, perciò mentre io mi asciugavo i capelli mia mamma mi preparava il pranzo che puntualmente ho mangiato metà in macchina e metà sul treno😂
Arrivata sul tram (con l’ansia di aver dimenticato qualcosa) mi sono sentita una di quelle ragazze che vivendo sul tram fa di tutto😂 infatti ho finito di prepararmi: treccia, accessori e sistemazione zaino visto che ho buttato dentro tutto a caso.
A parte la corsa iniziale il viaggio è filato liscio e mi sono sentita pure super responsabile…

View original post 1.334 altre parole