Morire a primavera, di Loredana Mariniello

Morire a primavera, di Loredana Mariniello

morire a primavera

Morire a primavera

per reincarnarmi in te,

nutrirmi del tuo sangue

sentirlo scorrere in me

Ma tu le accoglieresti

queste mie bianche spoglie,

o al vento le rigetteresti

caduche e fragili foglie ?

Non voglio derubarti della tua identità,

neppure spodestare la tua sublime maestà !

Lasciami solo varcare la soglia del tuo corpo

per sollevarti appena appena un ciglio

e trovar poi giaciglio in quel groviglio di braccia

e prospero rigoglio sotto la spessa buccia

Vagire come un infante

usando la tua bocca

Asserragliarmi in te

come in un’alta rocca,

perchè io non conosco

dimora più fulgida e ricca

di questa stramba voglia

che vive folle in me

e che mai mai invecchia !

Oratorio di San Sebastiano: “Santa Rosa da Lima”

Oratorio di San Sebastiano: “Santa Rosa da Lima”

Parrocchia San Sebastiano, sabato 16 gennaio 2019 alle ore 16.00 Rivalta Bormida.

Nell’Oratorio di SAN SEBASTIANO in occasione delle festivita’ del patrono della Confraternita di S. Sebastiano, verra’ presentato il restauro del dipinto

santa rosa fullsizerender

Ore 16.00 Ore 16.30

Ore 17.45 Ore 18.00

“SANTA ROSA DA LIMA” programma

inizio evento con i saluti del Priore della Confraternita di S. Sebastiano

Caccia Luigi Mario e del Priore Generale del Priorato Diocesano Massimo Calissano

intervento del Prof. Gianluigi Rapetti Bovio Della Torre (storico locale)

intervento del Prof. Carlo Prosperi (letterato e critico d’Arte)

intervento della Dott.ssa Giorgia Cassini (critico d’Arte)

intervento del Sovraintendente alle Belle Arti Dott.ssa Giulia Marocchi relazione della Dott.ssa Claudia Maritano sul restauro della Tela intervento di S.E. Mons. Luigi Testore, Vescovo di Acqui Terme intervento della Dott.ssa Emiliana Conte, Dirigente di Poste Italiane

intermezzo musicale S. Messa Solenne celebrata da S.E. Mons. Luigi Testore

Al termine conviviale per tutti i presenti

SI RINGRAZIA LA FONDAZIONE CRT PER IL PREZIOSO CONTRIBUTO AI LAVORI DI RESTAURO DEL DIPINTO

SARA’ INOLTRE PRESENTE L’UFFICIO DI POSTE ITALIANE PER L’ANNULLO FILATELICO SU RIVALTA BORMIDA A PERENNE RICORDO DELL’EVENTO E TESTIMONIANZA DELL’INIZIATIVA

Le cicale di luglio … di Giusy Del Vento

Le cicale di luglio … di Giusy Del Vento

le cicale di

Le cicale di luglio non bastano
a confermare questa estate
La porta di casa ancora cigola
te ne lamentavi sempre
prima o poi la sistemo giuro!
Ma è azzurra, ed è bella anche così
Il basilico è fiorito
come un bouquet di sposa
anche lui ti aspetta paziente con me
quando arrivi?
Metterò le parole in infusione
i sedimenti poseranno in fondo
Questa sera ne berrò due tazze
pensandoti, così
stanotte verrò in sogno
a leggerti la mia poesia
tieni le ciglia ben strette e se sentirai
una carezza, rendimi un bacio
che . . . sono io

Giusy Del Vento

La strana quiete – Francesca Noschese

Strana quiete.
Gola secca.
No segni di tempesta
ma qualcosa arriverà
lo sento…
Qualcosa di nuovo…
Nuovo amore.
È finito un ciclo.
Non siamo più gli stessi
nessuno lo è.                                              La mente viaggia
leggera e soave
dal fango al cielo
in cerca di
quell’ultimo sussulto
o sussurro d’amore.
L’ultimo desiderio…
Una boccata d’aria
Pensieri oscuri.
Malsana adrenalina
della leggiadra
danza sul ciglio.
Sedersi poi
ancora
sull’erba umida
e respirare
ancora.

PF JoyLotus

20180523_135638.jpg

 

Mare Nostrum, di Giuliano Saba

Mare Nostrum, di Giuliano Saba

Mare Nostrum.jpg

Mare Nostrum .

Portami
Sulle rive dei tuoi sentimenti
Riponi i dubbi
Sulle onde
E affidale alle spume della verità.
Copri il passato
Con la sabbia del presente
Posa le tue carni
Sullo scoglio più sicuro
Lasciale fra le braccia
Dei raggi di quel sole
Perche’ ne illumini il futuro.
Rendimi i silenzi
Di quelle notti insonni
Trascorse ad ammirare
Il tuo corpo
Rilassato e sereno.
Appaga i tuoi desideri
Con la luce nuova del risveglio.
E lasciami naufragare
Nel tuo mare
Senza onde di dubbi.
Nunca Et Semper.
Giuliano Saba

La guerra di Piero (Fabrizio De Andrè)

pi

di Pasquale De Falco 

La guerra di Piero (anno 1966) è uno dei più celebri brani di Fabrizio De Andrè, un cult non solo nella sua discografia, ma nell’intero panorama musicale italiano.

L’autore canta non di una guerra in particolare, ma della guerra in sé, attraverso le voci del narratore prima, e dello stesso protagonista poi.

La guerra di Piero è dunque una vicenda metastorica e quando il giovanissimo De Andrè racconta di Piero, si riferisce più in generale a tutti i soldati morti, sotto qualsiasi bandiera e in ogni tempo, per una causa che non li riguardava, per volere di altri.

L’umanità di Piero accompagna l’intero svolgersi della storia, e ne diventa anzi l’argomento principale, spingendo in secondo piano i più truci fatti bellicose. Le sue emozioni, i suoi pensieri e le sue paure, sono i veri protagonisti. Il momento della morte non viene raccontato con macabre immagini sanguinolenti, bensì attraverso i suoi ultimi pensieri, dedicati a Ninetta, la sua compagna, assegnando all’amore il primato sulla morte. Continua a leggere “La guerra di Piero (Fabrizio De Andrè)”

In aspettativa di te, di Grazia Denaro

In aspettativa di te, di Grazia Denaro

Buongiorno a tutto il gruppo!

in aspettativa di te

In aspettativa di te

Fluisce il tempo
in scampoli scomposti di pensieri
che giungono dal mio cuore
arido e assente.

Non ho ricordi belli a cui appigliarmi…
l’alba è disfatta e soffoca nel sole.

Osservo il mare con richieste mute
mentre onde gentili bagnano i miei piedi.

Miro l’orizzonte ed un’ansia m’assale:
lì, oltre bianche isole di falsi paradisi
ci perdemmo di vista lasciandoci la mano
ognuno di noi s’allontanò piano piano.

Questo mare che tanto amo
t’allontanò da me
senza porgerti l’eco
del mio accorato richiamo.

Tutto lasciasti alle spalle
senza remora né rimorso
ma sappi che ancora tutto giace
in aspettativa di te…

@Grazia Denaro@

In viaggio verso Venezia, di Marco Gallo

In viaggio verso Venezia, di Marco Gallo

marco gallo

Mi piacevano i treni di una volta, quelli che non erano connotati dalla velocità con cui viaggiano, quelli che avevano gli scompartimenti e lunghi corridoi.
Mi piaceva scoprire nuovi profumi e sapori quando gli altri viaggiatori aprivano le loro sporte e condividevano quello che avevano. Solo con il tempo e la maturità ho compreso che era un gesto d’altruismo, spontaneo, naturale.
Mi piaceva ascoltare le storie, alcune dolorose, fatte di privazioni, difficoltà, altre profonde, altre ancora allegre, comiche. Io, con lo zaino alla scoperta del mondo mentre il rumore ricorrente delle ruote sugli interstizi delle rotaie risuonava come un mantra e venivo proiettato verso nuovi spazi e mondi che il mio giovane cuore anelava conoscere.

In viaggio verso Venezia, tra letture, lavoro , idee e pensieri vari

In Biblioteca quattro conferenze sulla matematica

In Biblioteca quattro conferenze sulla matematica

Casale Monferrato: La matematica è sempre stata considerata una materia “difficile” e, per la sua stessa natura, non si presta ad essere divulgata in maniera semplice: non può essere “riassunta” o “ridotta” e, per capirla veramente, è necessario sforzare la mente.

Questo però non significa che possa capirla solo chi ha una particolare predisposizione: infatti le competenze si acquisiscono essenzialmente con l’applicazione e con l’esercizio.

confer matematicalocandina

Si può facilmente constatare che le regole algebriche non sono più complesse delle norme grammaticali, tuttavia le persone, in genere, hanno più confidenza con la propria lingua che con la soluzione di equazioni, anche perché si hanno più occasioni di parlare, ascoltare, leggere e scrivere che di risolvere equazioni!

Nonostante queste considerazioni, che sconfinano spesso nei “pregiudizi”, quando la Biblioteca Civica “Giovanni Canna”, insieme agli Assessorati alla Cultura e alla Pubblica istruzione aveva proposto un ciclo di conferenze dedicate alla matematica il successo era andato al di là di ogni più rosea aspettativa. Continua a leggere “In Biblioteca quattro conferenze sulla matematica”

Aldino Leoni, poeta e scrittore

Aldino Leoni, poeta e scrittore

Aldino Leoni (Alessandria, 1949)

Di formazione filosofica, cura, fin dalla fondazione nel 1981, la Biennale di Poesia di Alessandria.

aldino leoni

Ha musicato poesie proprie, di Donatella Bisutti, Normana Valensisi, Antonietta Dell’Arte, Ettore Bonessio di Terzet, Corrado Antonietti, Roberto Pasanisi, Salvatore Ritrovato, Loris Maria Marchetti, pubblicandole in varie raccolte e interpretandole in concerti.

Ha svolto lavori musicali monografici su Clemente Rebora, David Maria Turoldo, Guido Gozzano.

Ha operato, inoltre, su testi di Vivian Lamarque, Maria Luisa Spaziani, Roberto Piumini, oltre che su poeti del passato (tardo Medioevo e Umanesimo, in particolare Peire Vidal, Rambaldo di Vaqueiras, Bernart de Ventadorn, Peire de La Mula, Lorenzo de’ Medici, Agnolo Poliziano…).

Con il poeta Corrado Cicciarelli ha scritto testi e musiche dell’oratorioIl sacco di Sant’Agostino (oratorio presentato in prima nella basilica pavese di San Pietro in Ciel d’Oro, davanti al mausoleo del Santo e replicato ripetutamente; dal 2009, riproposto in seconda edizione). Continua a leggere “Aldino Leoni, poeta e scrittore”

PRIMO FUORI CARTELLONE AL TEATRO DELLA JUTA: SABATO 2 FEBBRAIO SI RIDE CON “THE LAST STAND” DI BONDINO&FERRARI

PRIMO FUORI CARTELLONE AL TEATRO DELLA JUTA: SABATO 2 FEBBRAIO SI RIDE CON “THE LAST STAND” DI BONDINO&FERRARI

bondino_ferrari1bondino_ferrari

AL VIA LE PRENOTAZIONI!

L’“Orange Festival 2018/2019” del Teatro della Juta riserva le prime sorprese ai suoi affezionati spettatori: sabato 2 febbraio si ride con il cabaret di Luca Bondino e Marco Ferrari, accompagnati per l’occasione dal musicista Marco Todarello alla chitarra.
THE LAST STAND è il frutto del loro vasto repertorio costruito in dieci anni di attività sulla scena:  dalle serate nei locali della provincia, fino alle puntate televisive di Zelig OFF e Central Station. Un’amicizia, un sodalizio artistico e un mare di chilometri macinati per tutta Italia alla ricerca di battute sempre nuove, personaggi ai limiti del surreale e improvvisazioni che poi sono diventate veri e propri sketch.

In The Last Stand c’è tutto, ma proprio tutto quello che è stato creato e che salirà sul palco, probabilmente per l’ultima volta. The Last Stand segna infatti la fine della collaborazione artistica tra i due attori, i quali, terminate le date di questo spettacolo, scioglieranno definitivamente il duo. E il Teatro della Juta è lieto di dare un palcoscenico a questi due bravissimi artisti, che hanno conquistato nel tempo sempre più seguito e un pubblico di affezionati spettatori. Luca Bondino, novese, approda a Zelig Off dopo una lunga gavetta; i suoi divertenti monologhi si basano sulla realtà, su quello che vede. Ammette di aver avuto dei bravi maestri: da Daniele Raco a Maurizio Lastrico a Antonio Ornano. Marco Ferrari condivide con lui questo viaggio, spesso interpretando il “Bastian Contrario” di Bondino e contribuendo al successo del duo comico Continua a leggere “PRIMO FUORI CARTELLONE AL TEATRO DELLA JUTA: SABATO 2 FEBBRAIO SI RIDE CON “THE LAST STAND” DI BONDINO&FERRARI”

PRIMARIE PD: NASCE ANCHE AD ALESSANDRIA IL COMITATO #FIANCOAFIANCO PER MAURIZIO MARTINA E MATTEO RICHETTI

PRIMARIE PD: NASCE ANCHE AD ALESSANDRIA IL COMITATO #FIANCOAFIANCO PER MAURIZIO MARTINA E MATTEO RICHETTI

url.jpg

Si è costituito anche in provincia di Alessandria il comitato #fiancoafianco a sostegno della candidatura di Maurizio Martina a segretario del Partito Democratico, in vista delle primarie del prossimo 3 marzo. La mozione prevede un ticket tra lo stesso Martina e Matteo Richetti, che nello scorso mese di dicembre ha deciso di sostenere e supportare pienamente il progetto dell’ex segretario reggente del Pd, dichiarando: “Siamo somma, non divisione”. Ed è infatti questo il primo messaggio che vuole arrivare anche dai promotori che stanno costituendo in questi giorni i comitati provinciali.

Durante questa prima fase congressuale, che si concluderà entro il mese di gennaio, i 33 circoli attivi sul territorio alessandrino saranno impegnati nelle cosiddette “convenzioni”, dove a votare saranno chiamati ad esprimersi i soli iscritti, in attesa delle primarie aperte a tutti gli elettori democratici del 3 marzo, che decreteranno il risultato finale. Continua a leggere “PRIMARIE PD: NASCE ANCHE AD ALESSANDRIA IL COMITATO #FIANCOAFIANCO PER MAURIZIO MARTINA E MATTEO RICHETTI”

Senza gravità, di Antonio De Simone

Il mio giornale di bordo

E poi alla fine
volare via
senza gravità
raggiungere un sogno
abbandonano
i luoghi
i confini
lo spazio
oltre le aspettative
del tempo.

Antonio De Simone

Eng_Without gravity
And then at the end
fly away
without gravity
achieving a dream
drop out
the places
the boundaries
the space
beyond expectations
of the time.

View original post

Bonus 500 Carta docente, modifiche per insegnanti che utilizzano Spid Poste

Bonus 500 Carta docente, modifiche per insegnanti che utilizzano Spid Poste

di redazione  https://www.orizzontescuola.it

money-891747_1280-290x181

Alcuni insegnanti lamentano da qualche giorno il blocco della piattaforma http://cartadeldocente.istruzione.it . Confermiamo che la piattaforma è nuovamente operativa dal 4 gennaio 2019 ma per chi accede con SPID poste sono cambiate le modalità. 

La carta docente, ossia il bonus 500 euro, di cui usufruiscono i docenti di ruolo della scuola statale, è utilizzabile attraverso la piattaforma http://cartadeldocente.istruzione.it. Per accedere è necessaria l’identità digitale (SPID).

Utenza SPID per accedere a Carta docente

Ciascun insegnante in possesso di una utenza SPID può accedere al bonus dei 500 euro previsti per l’anno scolastico 2018-2019 e alle somme rimanenti dell’a.s. 2017/18.

Ciascun insegnante può consultare la composizione del proprio borsellino elettronico attraverso la specifica funzione di “storico portafoglio”. Continua a leggere “Bonus 500 Carta docente, modifiche per insegnanti che utilizzano Spid Poste”