Castellano (FdI): “La Commissione Politiche Sociali e Sanitarie è pronta a sostenere l’Unione Italiana Ciechi”

Castellano (FdI): “La Commissione Politiche Sociali e Sanitarie è pronta a sostenere l’Unione Italiana Ciechi”

Alessandria today: Si è tenuta mercoledì scorso la Commissione Politiche Sociali e Sanitarie presieduta da Piero Castellano (FdI). Durante la commissione è stato dato ascolto all’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti provinciale per ascoltare le sue richieste e le esigenze dei soci disabili del territorio alessandrino. 

unnamed

Il vice Presidente dell’U.I.C. Giuseppe Bruzzese, dopo aver portato i saluti del Presidente Walter Scarfia, ha spiegato ai presenti che il nuovo C.D.A si è insediato nel mese di Aprile e che, come prima mission, si è dato quella di raggiungere il maggior numero di disabili della vista sia attraverso gli sportelli territtoriali (Casale, Novi, Ovada, Tortona ed Acqui di prossima apertura), che con il giornalino La Piazzetta.

Verranno programmate visite a domicilio per i soci più anziani sia attraverso l’uso dei social che aprendo la sezione il mercoledì pomeriggio per permettere anche ai soci che lavorano di potersi incontrare.

Il consigliere delegato Enrica Bosio ha espresso grande soddisfazione per il corso di operatore telefonico che, dopo molti anni, si svolgerà presso l’ente di formazione E.N.A.I.P. di Alessandria e per la collaborazione che vede ormai da sempre un lavoro in rete tra l’U.I.C. ed il Centro di Ipovisione.

Il Consigliere dell’U.I.C Paolo Adriano Bolzani (rappresentante dell’U.I.C per la F.A.N.D.) ha parlato delle problematiche per tutti i disabili nell’accesso al trasporto pubblico e in alcune zone della città. La Dott.ssa Muzio ha illustrato le procedure per l’assegnazione della pensione agli invalidi civili facendo la distinzione tra ciechi assoluti e ciechi parziali. Continua a leggere “Castellano (FdI): “La Commissione Politiche Sociali e Sanitarie è pronta a sostenere l’Unione Italiana Ciechi””

Piero Castellano (FdI): “Favorevole ad uno Spoils System”

Piero Castellano (FdI): “Favorevole ad uno Spoils System”

Il Presidente del Gruppo Consigliare di Fratelli d’Italia Piero Castellano è favorevole all’avvio dello Spoils System per la dirigenza e per i funzionari di comune e partecipate. Una dichiarazione, la sua, in sintonia con le strategie del Presidente del Consiglio Emanuele Locci e dell’Assessore Giovanni Barosini.

piero-castellano.jpg

“Come Presidente del Gruppo Consigliare di Fratelli d’Italia – dichiara Piero Castellano – concordo con l’avvio di uno Spoils System per quanto riguarda la dirigenza e i funzionari dell’amministrazione comunale di Alessandria e di talune partecipate. Pertanto condivido i pensieri e le strategie già esplicitate dal presidente Locci e dall’assessore Barosini meritevoli dell’attenzione e del dibattito politico.

“Una scossa” dobbiamo comunque darla  per riavviare una macchina amministrativa che procede a rilento! Anche le prescrizioni e direttivi dell’ANAC in termine di “rotazioni dei funzionari” (che occupano “ruoli così detti sensibili”) devono essere una nuova modalità in termini di trasparenza”.

Castellano (FdI): “In Commissione Politiche Sociali e Sanitarie affrontato il tema dell’autismo.

Castellano (FdI): “In Commissione Politiche Sociali e Sanitarie affrontato il tema dell’autismo.

Il sistema sanitario spesso lo tratta come una sindrome e non come una malattia”

Castellano

Alessandria today: Continua l’interesse sui temi della disabilità con la Commissione Politiche Sociali e Sanitarie che si è tenuta lo scorso mercoledì mattina presieduta da Piero Castellano (FdI) per dare spazio all’associazione “Il Sole Dentro,” di Alessandria, ONLUS rappresentata da Renato Peola, ed alla Disability Manager Paola Testa per trattare il tema dell’autismo.

L’associazione “Il Sole Dentro” opera da marzo 2014 nel delicato campo del supporto alle persone con autismo, con attività che vanno dalla promozione e sensibilizzazione rispetto alla consapevolezza del problema, all’intervento diretto a favore dei ragazzi con autismo e delle famiglie.

Molte e diversificate sono le iniziative per i ragazzi: vengono infatti realizzati laboratori, attività educative e di svago, progetti di supporto all’autonomia per i ragazzi maggiorenni e il TMA (Terapia Multisistemica in Acqua).

“Durante lo svolgimento della Commissione è emerso il problema del sistema sanitario italiano, spesso carente per motivi economici e soprattutto perché l’autismo non è trattato come una malattia ma come una sindrome – ha spiegato il Presidente della Commissione Piero Castellano -. Prossimamente verranno convocate due commissioni una presso l’ospedaletto e l’altra presso l’ospedale civile di Alessandria”.

Mercoledì mattina, invece, verrà convocata una nuova commissione per dare spazio all’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti.

Piero Castellano (FdI): “Presto una Commissione Politiche Sociali al Don Soria per vedere in loco i problemi della Polizia Penitenziaria”

Piero Castellano (FdI): “Presto una Commissione Politiche Sociali al Don Soria per vedere in loco i problemi della Polizia Penitenziaria”

image1.jpeg

Piero Castellano.jpg

Si è tenuta questa mattina in Comune in Alessandria la Commissione Politiche Sociali e Sanitarie presieduta da Piero Castellano (FdI). Argomento della discussione era il “passato, presente e futuro degli istituti penitenziari alessandrini nel tessuto sociale”.

I sindacati di Polizia Penitenziaria hanno fatto notare il degrado delle strutture ed i carichi di lavoro eccessivi dei dipendenti che devono anche attenzionare in maniera più elevata i detenuti di provenienza islamica. Inoltre i sindacati lamentano i pochi parcheggi per i dipendenti e gli scarsi collegamenti con i mezzi pubblici. Infine rimane il problema delle aggressioni ai dipendenti da parte dei detenuti.

Nel corso della Commissione è intervenuto anche l’Assessore Ciccaglioni che ha detto che bisogna impegnarsi per evitare che si aggravino le condizioni lavorative della Polizia Penitenziaria. Stesso parere è stato espresso da tutti gli altri consiglieri.

“Oggi ho dato voce ai problemi della Polizia Penitenziaria inascoltati da anni – dichiara Piero Castellano al termine della Commissione odierna -. Come Presidente della Commissione Politiche Sociali e Salute garantisco il massimo impegno. Convocherò a breve una Commissione in loco al Don Soria e con tutte le altre forze politiche scriverò una mozione da presentare a Roma”.

Sciopero anagrafe, Rosso (Fdi): “Per Appendino un bagno di dissenso”

Sciopero anagrafe, Rosso (Fdi): “Per Appendino un bagno di dissenso”

Torino: “Il sindaco Chiara Appendino sta facendo il pieno di dissensi. Riesce a scontentare sia i cittadini, sia i dipendenti comunali, in una sinfonia di proteste e disagi che non era nemmeno lontanamente immaginabile”.

Roberto Rosso

Così Roberto Rosso, capogruppo di Fratelli d’Italia in Comune, commenta l’ennesimo fronte aperto contro l’amministrazione guidata dalla rappresentante 5stelle: lo sciopero dei dipendenti dell’anagrafe, che protestano “per i disagi che stanno vivendo da oltre un anno di cattiva amministrazione pentastellata”.

La proposta delle sigle sindacali ora è quella del blocco degli straordinari, visto che denunciano il mancato rispetto degli accordi presi con il Municipio. “Non solo il sindaco sta aumentando tutte le tasse e le tariffe, mette i bastoni tra le ruote ai commercianti del centro, abbandona centro e periferie e fa la guerra ai dehors. Oggi per Appendino si accende il fronte del dissenso interno alla macchina comunale. E ancora una volta emerge il modo di fare politica dei 5stelle che consiste nel negare qualsiasi ascolto a chi la pensa diversamente”.

Rosso (Fdi): “Appendino promise periferia come centro. Sì, ma massacrando centro, non migliorando periferia”

Rosso (Fdi): “Appendino promise periferia come centro. Sì, ma massacrando centro, non migliorando periferia”

Torino: “Via Sacchi è abbandonata, degradata. Quando Appendino, in campagna elettorale, promise di voler portare la periferia al livello del centro avrebbe dovuto essere più precisa.

Perché sta mantenendo la promessa, ma non migliorando la periferia: lo sta facendo rovinando e degradando il centro, che di questo passo farà diventare come Falchera e Vallette”: dichiara Roberto Rosso capogruppo in  Comune di Fratelli d’Italia.

Roberto Rosso

“È scoppiata in questi giorni la protesta dei commercianti di via Sacchi, sempre più abbandonati, sempre meno aiutati dal Comune, con i progetti per il lato ferrovia chiusi colpevolmente in un cassetto”, sottolinea Rosso. 

“Intanto Appendino e la sua giunta di dilettanti allo sbaraglio, vogliono chiudere la Ztl tutto il giorno, stanno facendo la guerra ai dehors, chiedendo oltre 140 chiusure. I portici sono ormai bivacco per disperati, le serrande si abbassano per sempre.

Almeno in periferia, dopo la campagna elettorale, l’Appendino non si è più vista, questo è un vantaggio, perché dove passa Appendino non cresce più l’erba: vero, non ha fatto nulla di quanto promesso in campagna elettorale, ma almeno con loro non si è accanita in una guerra senza sosta come sta facendo con il centro”.

Tav, Roberto Rosso (Fdi): “Zingaretti è incoerente, Pd aiuta centri sociali dove anti Tav prosperano” 

Tav, Roberto Rosso (Fdi): “Zingaretti è incoerente, Pd aiuta centri sociali dove anti Tav prosperano” 

“Zingaretti comincia con l’incoerenza. Dice che è criminale interrompere il cantiere Tav, concetto che il centrodestra non solo condivide, ma che per anni ha dovuto difendere dagli attacchi della sinistra che proprio Zingaretti oggi rappresenta.

Roberto Rosso.jpg

Anche perché i criminali che osteggiano da sempre l’alta velocità Torino-Lione, sono radicati nei centri sociali che il suo Pd continua a mantenere e foraggiare, a Torino e nel resto d’Italia. Facile fare proclami, senza però intervenire nei fatti: si chiudano i centri sociali, non si paghino loro le utenze, altrimenti si è incoerenti”.

Roberto Rosso, capogruppo di Fratelli d’Italia nel Consiglio comunale di Torino, interviene dopo le dichiarazioni del neo-segretario Pd: “Sin dal primo progetto, quando ancora i 5stelle non esistevano, fu proprio la sinistra ad opporsi al Tav, molti hanno proseguito, molti sono passati con Grillo, ma rappresentano uno spin-off di questa sinistra che è brava a impartire lezioncine a tutti, ma che nei fatti continua a essere complice dei centri dove si porta avanti l’attivismo anti Tav”.

Atp finals, Roberto Rosso (Fdi): “Non si capisce se sia maggiore l’odio dei 5stelle per Torino o l’irrilevanza politica di Appendino” 

Atp finals, Roberto Rosso (Fdi): “Non si capisce se sia maggiore l’odio dei 5stelle per Torino o l’irrilevanza politica di Appendino” 

Torino: “È paradossale che un governo che vede i 5stelle controllare i due terzi dei ministeri e dei sottosegretariati, non riesca a trovare quattro soldi per una delle due grandi città che amministrano. A questo punto viene da chiedersi se sia maggiore l’odio che provano per Torino, oppure l’irrilevanza politica di Appendino stessa”.

roberto_rosso_03

Roberto Rosso, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio comunale, interviene sulla mancata fideiussione per le finali Atp alle quali Torino si vorrebbe candidare.

“Settantuno milioni, per un Governo, equivalgono a 7 euro per un normale lavoratore. Se per i 5stelle la compagna di partito Chiara Appendino non vale nemmeno 7 euro, siamo ben messi”.

Continua il rappresentante di Fdi: “E’ chiaro che i 5stelle in qualche modo odino Torino. Non vogliono il Tav, si disinteressano della grave crisi sociale ed economica che sta vivendo la città, bocciano qualsiasi proposta arrivi dal nostro territorio, stanno abbandonando l’aeroporto che controllano attraverso Cassa depositi e prestiti: ora non trovano nemmeno i soldi che assicurerebbero comunque una vetrina quinquennale al capoluogo piemontese. Verrebbe da ridere, se la situazione non fosse così grave”.

Ztl allungata, Roberto Rosso (Fdi): “La mazzata definitiva per un commercio in agonia” 

Ztl allungata, Roberto Rosso (Fdi): “La mazzata definitiva per un commercio in agonia” 

roberto_rosso_03-1-1-2

“Un’altra decisione sbagliata, limitativa, una punizione non meritata per i commercianti del centro: allungare il divieto di transito nella Ztl sino alle 19.30, quindi per tutto l’orario d’apertura dei negozi, significa dare la mazzata definitiva a un settore già agonizzante”.

Così Roberto Rosso, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio comunale, commenta la decisione della Giunta Appendino, di chiudere praticamente per tutta la giornata alle auto la zona centrale della città.

“La Appendino non si è accorta che Torino è l’unica città al mondo dove qualche genio ha costruito una metropolitana che accuratamente non passa nella Ztl? Si è accorta delle tante serrande abbassate in centro, delle grandi difficoltà del commercio, che già sta combattendo contro la grande distribuzione e colossi come Amazon? Quanti posti di lavoro dovremo ancora perdere perché la sete di vendetta di questa giunta si plachi e lasci la città sopravvivere? È necessario il ritiro immediato di questa proposta insensata”.

Sicurezza, Rosso (FdI): Un omicidio per strada non è un bel biglietto da visita per Torino

Sicurezza, Rosso (FdI): Un omicidio per strada non è un bel biglietto da visita per Torino

 roberto_rosso_03-1-1

“Non credo sia un segnale rassicurante, per i cittadini torinesi, sapere che una persona è stata accoltellata e uccisa in corso San Maurizio oggi – dichiara il capogruppo in Comune di Fratelli d’Italia Roberto Rosso – anche fatti di cronaca come questo, le cui cause sono peraltro ancora da accertare, contribuiscono al degrado della città e al senso di insicurezza che si vive a Torino.

Qualsiasi siano le cause di quanto avvenuto, è innegabile che per una città che si considera civile, un omicidio per strada non sia un bel biglietto da visita. Come rappresentante del Consiglio comunale, esprimo cordoglio per la vittima”. 

Tav, Rosso (FdI): “Metro2 Torino, si colga la palla al balzo”

Tav, Rosso (FdI): “Metro2 Torino, si colga la palla al balzo”

roberto_rosso_03-1-1

Tagliare i costi del Tav, come vuole fare Salvini e come la mozione congiunta Lega 5stelle lascia intendere, può essere un affare per Torino”, dichiara Roberto Rosso, capogruppo in comune per Fratelli d’Italia.

“Anche perché Salvini – spiega Rosso – ha aggiunto che un miliardo risparmiato verrà usato per la seconda linea metro del nostro capoluogo. Invece che starnazzare in modo strumentale, la politica torinese si aggrappi a queste parole e ottenga promesse concrete in questo senso.

I parlamentari piemontesi dovrebbero presentare una mozione specifica per l’utilizzo di questo miliardo per la linea 2 e vediamo se la Lega non la vota”.

Caat, Rosso (Fdi): “5stelle nominano amici e parenti” 

Caat, Rosso (Fdi): “5stelle nominano amici e parenti” 

roberto_rosso_03-1.jpg

Torino: “Al grido di onestà, apprendiamo che alla presidenza del Caat la giunta Appendino ha nominato un amico dell’assessore Sacco, ma anche amico del marito della stessa sindaca”: lo dichiara Roberto Rosso, capogruppo in Comune di Fratelli d’Italia.

caat-slide-1

“Senza voler mettere in dubbio le capacità professionali del presidente Marco Lazzarino – prosegue Rosso – sarebbe stato però interessante vedere che almeno i maestri d’onestà reclutassero i manager anche al di fuori della ristretta cerchia di amici e parenti”.

Iren, Rosso (Fdi): “Torino non solo perde il controllo, ma nemmeno utilizza i capitali Iren per migliorare la città” 

Iren, Rosso (Fdi): “Torino non solo perde il controllo, ma nemmeno utilizza i capitali Iren per migliorare la città” 

“Con i nuovi patti sindacali il Comune di Torino ha perso di fatto il controllo di Iren, ormai in mano a Genova e Reggio Emilia. Una cosa molto grave per la nostra città, che si sta spogliando di tutti i propri asset.

roberto_rosso_03

Adesso, dopo il danno la beffa: perché Palazzo civico continua a possedere 400 milioni di euro di azioni dell’Iren, ormai inutili visto che la maggioranza delle azioni è persa”, spiega Roberto Rosso capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio comunale.

Come noto Iren è la società che controlla e gestisce la distribuzione di acqua, luce e  gas a Torino e in tanti altri comuni d’Italia.

“Ieri, in Comune abbiamo discusso della possibilità di vendere queste azioni – continua Rosso – a mio avviso, questi soldi possono essere investiti per le infrastrutture e in tecnologie per gli ospedali. Con 400 milioni rivolti la città come un calzino e la rendi migliore per almeno dieci anni. Si possono intraprendere molte azioni utili e fattibili a beneficio di molti”.

Nulla di fatto, però, perché Rosso sottolinea: “Ovviamente, come gli statalisti del Pd prima, oggi neppure i 5 Stelle vogliono vendere queste azioni.  Il motivo è semplice: mantenere delle posizioni per assunzioni nepotistiche a fini elettorali”.

Ex Moi, Rosso (FdI): “Dopo lo spaccio e il controllo della prostituzione, anche il traffico di esseri umani” 

Ex Moi, Rosso (FdI): “Dopo lo spaccio e il controllo della prostituzione, anche il traffico di esseri umani” 

“Forse adesso il sindaco Appendino ci dirà che il Moi porta nuova occupazione, visto che oltre lo spaccio, il controllo della prostituzione, quello del racket dell’elemosina, oggi scopriamo esserci anche una centrale di smistamento per il traffico di esseri umani”.

Roberto_Rosso

Così Roberto Rosso, capogruppo in Comune per Fratelli d’Italia, commenta la scoperta di una centrale di traffico di migranti all’ex Moi.

“Per i cinque stelle – prosegue – si tratterà certamente di un aiuto all’occupazione cittadina, da anni in grande difficoltà, ma che nei loro tre anni di governo è sprofondata in recessione, con aziende che chiudono, si trasferiscono e serrande abbassate per sempre.

Un bel modello di città quello che ci propone Appendino, che in tre anni non ha fatto praticamente nulla per sgomberare l’ex Moi, salvo parlarne ogni tanto sui social, come fa di tutto”.