Vestiti di stelle con NadaNuovoHauteCouture, di Lia Tommi

Il sogno di NadaNuovoHauteCouture nasce da una scelta d’Amore e di grande passione per l’arte…una sfida nel lusso…

Cos’è il lusso per NadaNuovoHauteCouture? È la fibra pregiata per la realizzazione di ogni creazione disegnata dalla stilista e cucita da mani esperte!!! La pazienza dell’artigiano viene ripagata dalla passione che ci mette in ogni capo d’abbigliamento…

La produzione è tutta italiana, si basa su procedimenti artigianali, come una volta, realizzati a mano con cura e dedizione.

NadaNuovoVestitiDiStelle

Le Stelle di NadaNuovoHauteCouture sono le spose…lo splendore di vivere con ogni sposa, seppur diversa l’una dall’altra, il giorno più bello e importante della loro vita!!! Emozionandosi sempre…L’abito da Sposa nasce da un grande sogno della stilista Nada Nuovo, la quale sognava di disegnare abiti principeschi.Abiti che rispecchiano la loro persona e personalità creando, attraverso varie caratteristiche e dettagli, il matrimonio perfetto, curando ogni sua fase con meticolosità!!!

Nella foto Loredana Ademi ha scelto di farsi disegnare e seguire in ogni fase della creazione da NadaNuovoHauteCouture.

Mai rabbia

Visualizza immagine di origine

respirovivo.it

Ho   sentito   storie,
visto   negli   occhi   altrui
la   sofferenza,
ascoltato   testimonianze.
Tanta   tristezza   attorno.
Io   stessa,
sulla   mia   pelle
ho   sperimentato   il   dolore.
Ma    nessuna   lacrima
si   è   trasformata
in   rabbia.
Ho   pianto,
ho   sofferto,
ho   tenuto   duro
e   sono   andata   avanti.
” Spesso   la   prova   di   coraggio,
non   è   morire,   ma   vivere ”.

Isabella  Scotti  ottobre   2018

testo :   copyright   legge   22   ottobre   1941   n°   633

incipit   in   neretto   di   Vittorio   Alfieri

View original post

Dein Herbst

Herzlich Willkommen bei Lis

 

Du bist im Rascheln des Laubs, das meine Füße streifen

 auf den Wegen der herbstlich leeren Allee

 für dich perlt der Tau von den blassen Gräsern

 der Wiesen, über die ich ziellos geh . . .

*

 Dir gilt das ferne Lachen der Kinder

 deren Drachen weit oben gleiten im Wind

 du bist in der Grazie der Schwäne auf dem See

 von denen sich das Wasser ein Spiegelbild nimmt . . .

*

 Für dich teilt sich noch einmal der Nebel

 die Sonne steht da, so hartnäckig schön

 der Wind, der mich leise, fast zärtlich berührt

 scheinst du mich dir entgegenzuwehen . . .

*

 Ich weich nicht aus vor den niedrigen Zweigen

 so spür ich das Streichen deiner Hand durch mein Haar

 meine Gedanken an dich – das macht wohl der Herbst –

verfärben sich traurig so sonderbar . . .

***

Text von© Jörn Pfennig

 

View original post

Citazione da “Sui gatti”, Charles Bukowski

nonsolobiancoenero

“Più gatti hai, più a lungo vivrai. Se hai cento gatti, vivi dici volte di più che se ne hai dieci. Prima o poi questa cosa verrà scoperta e la gente avrà migliaia di gatti e vivrà per sempre.”

“The more cats you have, the longer you live. If you have a hundred cats, you’ll live ten times longer than if you have ten. Someday this will be discovered, and people will have a thousand cats and live forever.”

Charles Bukowski, On Cats

View original post

Saper dire le bugie

Creando Idee

Sì, tesoro, sei molto carino. Con quella camicia a fiori che ti fa sembrare un alieno in pigiama. Una frase come questa, di fronte a una situazione drammatica come il pigiama da alieno, non è una grande bugia, è soltanto rassicurarlo in un momento in cui non è in grado di farlo da solo e in cui ne ha assolutamente bisogno: chi si sentirebbe bene infatti in una camicia a fiori oggettivamente orribile???Grazie del regalo, amore, grazie per avermi pensata. Anche se quella borsa così di moda ce l’ha pure Maria la tua peggior nemica. Pare che dire schiettamente “questo regalo non mi piace” non sia proprio carino, né costruttivo: in questo caso dire “grazie per avermi pensata” non è in realtà una bugia e ti può salvare, perché lo ringrazi per la dolcezza del suo interesse per te. Certo poi trova anche un modo per fargli capire…

View original post 87 altre parole

Come dimenticare un grande amore

Creando Idee

Dire addio all’amore di una vita, al fidanzato storico con cui hai condiviso un pezzo importante della tua vita, è una delle cose più difficili che ti capiterà di affrontare. Molte relazioni di questo tipo finiscono per indebolimento: si disgregano, in un certo senso, con buona pace di entrambi. Forse non vi amate più, o siete cresciuti, o le vostre strade pian piano hanno preso direzioni diverse. In ogni caso ricominciare da soli dopo aver avuto lui o lei accanto per tanto tempo può essere traumatico. Datti tempo. Può sembrare un consiglio banale, ma c’è poco altro da fare. Vi siete lasciati e ne siete convinti, ora non ti resta che vivere la vostra vita con l’entusiasmo e la curiosità di ciò che vi aspetta. Pensa al tuo prossimo primo bacio, al prossimo grande amore anche se per adesso non ha ancora un volto né un nome. Ripesca i contatti di…

View original post 46 altre parole

L’odore della lavanda potrebbe aiutare a trattare l’ansia

ORME SVELATE

Risultati immagini per Lavender saatchi art Lavender (Margaret Raven)

La lavanda ha un effetto prodigioso su di noi con la sua magia rilassante: dal giardino ai sali da bagno fino all’ammorbidente. Ma perché non nei nostri ospedali e cliniche? E qual è la scienza dietro la magia? La ricerca pubblicata su Frontiers in Behavioral Neuroscience mostra per la prima volta che il composto di lavanda vaporizzata linalolo deve essere annusato – non assorbito nei polmoni – per esercitare i suoi effetti calmanti, che potrebbero essere utilizzati per alleviare lo stress preoperatorio e i disturbi d’ansia. Nella medicina popolare, si è creduto da tempo che i composti odorosi derivati ​​da estratti di piante possono alleviare l’ansia. La medicina moderna ha trascurato queste sostanze profumati, nonostante la necessità di alternative più sicure ai farmaci ansiolitici attuali come le benzodiazepine. Numerosi studi confermano ora i potenti effetti rilassanti del linalolo, un alcol profumato che si trova negli estratti di…

View original post 373 altre parole

Giornata mondiale della pasta

Creando Idee

Compie 20 anni la giornata mondiale della pasta la manifestazione che dal 1998 celebra il 25 ottobre il piatto-simbolo della dieta mediterranea e della cucina italiana. Ma in due decenni la classifica delle preferenze degli italiani resta legata alla tradizione. Il formato più amato sono gli spaghetti, precisa l’Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta mentre una ricerca di Just Eat, svela che la Carbonara è la pasta preferita dagli italiani. Scavalcando la classica lasagna.Secondo l’osservatorio dell’app leader per ordinare online pranzo e cena a domicilio vincono le tradizioni regionali, attira anche l’interscambio di specialità da luogo a luogo: i cappelletti bolognesi vanno forte a Roma, le orecchiette alle cime di rapa a Trieste e la cacio e pepe a Torino. L’Italia è leader nel mondo per produzione e prima al mondo nella classifica dei Paesi consumatori: ne mangiamo 23 kg di pasta a testa ogni anno e…

View original post 248 altre parole

Un caffè davvero speciale

Creando Idee

Un caffè con note aromatiche uniche date da un processo di lavorazione, e invecchiamento, davvero particolare Parliamo del Colombia Barrique Rum Fermentation Sandalj Trading Company  ha proposto questo caffè “fuori dalle righe , un caffè fermentato all’interno di botti di Rum, procedimento molto particolare di lavorazione del caffè verde proveniente dalla regione di Caldas, in Colombia, che dal 2011 è riconosciuta dall’UNESCO come “Cultural Heritage”.Coltivato tra i 1350 e i 1470 metri nella Finca San Jose, questo caffè gode di un terreno ricco di cenere del Vulcano Nevado de Ruiz, di un’ottima esposizione solare e una temperatura media durante l’anno compresa tra i 21° e i 25°.Le drupe più adatte a questo processo devono avere un colore violaceo ed essere molto mature, e per questo vengono selezionate amano con il metodo picking durante il secondo o terzo raccolto dell’anno.Questo lotto viene processato con il metodo lavato, con una fermentazione in vasca…

View original post 153 altre parole

…all’ultimo capitolo, di Grazia Torriglia

…all’ultimo capitolo, di Grazia Torriglia

44753980_765978853748394_260093620193853440_n

…all’ultimo capitolo.

Attraverso il passaggio di tante vite chissà come vissute
si arriva al presente, a questo nostro oggi .

Quanti si fermano a sedere sulla panchina del tempo,
a sostare per chiedersi il perché di questa nebbia che occulta la conoscenza del passato .

Quanti si chiedono chi o cosa saranno nelle pagine del prossimo libro
che il Sommo Scrittore verghera’ con l’inchiostro nuovo del domani .

Oggi viviamo questo nostro andare
consumando carne e mente
agli ordini di un qualcosa che chiamiamo anima
e saremo polvere soffocata in un’urna o libera nel vento ma lei , l’anima , a chi porterà ancora la pena dei nostri precedenti vissuti
per scontarne gli errori e giungere all’ ultimo capitolo ?

gt@

Emozioni, di Antonio Meola

Emozioni, di Antonio Meola

44733956_2038707872818420_6618155951545384960_n

Emozioni

Immerso
in un mare
non fatto d’acqua
ma di emozioni
dove non tocco
ma son tenuto su
dalle mille energie
che queste danno.
Avvolto
da palpabili sensazioni,
nuoto felice
in questo mare
fatto di ricordi,
di attimi vissuti
avendo nel cuore
la forza
di un infinito amore.

Melanto
( Antonio Meola )

poeta da quattro soldi

foto presa dal Web.

Legittima difesa, Bergesio (Lega): da oggi la difesa è sempre legittima, mai più Stato contro chi si difende

Riceviamo, pubblichiamo e condividiamo pienamente il disegno di legge in questione che riforma la legittima difesa. I cittadini aggrediti in casa propria dai criminali hanno il diritto di difendersi e sopratutto di essere adeguatamente tutelati dalla legge. Non conosciamo esattamente i contenuti del disegno di legge, ma ci auguriamo che la normativa in oggetto adegui la precedente legge al mutamento dei tempi.

Pier Carlo Lava

Legittima difesa, Bergesio (Lega): da oggi la difesa è sempre legittima, mai più Stato contro chi si difende

Roma, 24 ott – Approvato questa sera in Senato il disegno di legge che riforma la legittima difesa. “Un’altra promessa mantenuta, un provvedimento di buon senso, che coerenti con il nostro programma elettorale e con il contratto di governo, ci fa scrivere una pagina importante per la tutela dei cittadini e della loro incolumità.

Senatori post Leg Dif

Per noi la difesa è sempre legittima senza però forzature o storture della realtà come abbiamo letto nelle scorse settimane: nessuno scardinamento del nostro ordinamento né Far West, nessuna cancellazione dei processi o giustizia ‘fai da tè, solo un doveroso aggiornamento dello strumento normativo che consente ai cittadini di difendersi in casa propria, quando si è costretti a vivere un’esperienza drammatica come quella di un’aggressione domestica.

Indulti e depenalizzazione non ci appartengono come storia e cultura, noi siamo per la tutela dei cittadini garantita da uno Stato più sensibile e meno distante. Dalle parole ai fatti, con fermezza e buon senso”.

Lo dichiara in una nota il senatore della Lega Giorgio Maria Bergesio a commento dell’approvazione del disegno di legge di riforma della legittima difesa.

Ufficio Stampa Lega Senato

ufficiostampalega@senato.it

Sorridimi, di Savino Calabrese

Sorridimi, di Savino Calabrese

44613823_202521177306068_7705093036065161216_n

Con te
sento di
vivere
appieno
la mia
vita.

Nei tuoi
occhi io
vedo me
stesso, tu
mi spingi
oltre ogni
limite.

Nella
profondità
della tua
anima, io
ho visto
una donna
fragile e
delusa
dall’amore.

No cuore
mio, io saprò
asciugare
le tue
lacrime,
lo farò
baciando
i tuoi
occhi.
Continua a leggere “Sorridimi, di Savino Calabrese”

IDENTIFICATE NUOVE VARIANTI DI RISCHIO GENETICO PER LA SCLEROSI MULTIPLA

IDENTIFICATE NUOVE VARIANTI DI RISCHIO GENETICO PER LA SCLEROSI MULTIPLA

Studio dell’International Multiple Sclerosis Genetics Consortium, coordinato per l’Italia da ricercatori di Università Statale di Milano e Università del Piemonte Orientale, insieme a IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, individua nuovi fattori genetici per la sclerosi multipla.

Lavoro sulla rivista Cell.

Milano, 19 ottobre 2018. Una collaborazione internazionale guidata da ricercatori di Yale è riuscita a rispondere a un importante quesito rimasto senza risposta nella sclerosi multipla: quali sono i diversi geni coinvolti nel rischio di sviluppare la malattia?

UPO

Precedenti studi dell’International Multiple Sclerosis Genetics Consortium (IMSGC) avevano identificato 233 varianti di rischio genetico. Tuttavia, è noto che queste varianti sono in grado di spiegare solo circa il 20% del rischio complessivo di malattia, mentre i restanti fattori genetici non riescono a essere individuati. Per scoprirli, il consorzio IMSGC ha raccolto più di 68.000 persone affette da Sclerosi Multipla (SM) e controlli sani provenienti dall’Australia, da dieci paesi europei (fra i quali l’Italia) e dagli Stati Uniti – cercando varianti rare che potessero potenzialmente danneggiare direttamente la sequenza proteica.

Lo studio Low-Frequency and Rare-Coding Variation Contributes to Multiple Sclerosis Risk, pubblicato sulla rivista Cell (leggi l’articolo), ha condotto all’individuazione di quattro nuovi geni, ognuno dei quali agisce in modo indipendente come fattore di rischio per questa malattia auto-immune disabilitante. Continua a leggere “IDENTIFICATE NUOVE VARIANTI DI RISCHIO GENETICO PER LA SCLEROSI MULTIPLA”

MARIA, LA CENTENARIA, di Mariangela Ottonello Matteo Vigo

MARIA, LA CENTENARIA, di Mariangela Ottonello Matteo Vigo

Maria

L’ultima volta che vidi Maria,
sedeva su una seggiola di paglia
all’ombra di un alloro.
Mi sarebbe piaciuto in quel momento
visitare le stanze dei suoi pensieri,
la sua mente di donna centenaria.
Comprendere l’essenza della vita
e arrivare al traguardo fieramente.
E dopo aver percorso con fatica
mille strade d’amore,
confidare al Signore ciò che è stato.
Serenamente attendere il momento
di elevarsi dal mondo per rinascere
dove regna assoluta la gioia piena.

Mariangela Ottonello 23/10/2018
Dipinto di Maxmilian Ciccone

In cielo, di Maria Cannatella

In cielo, di Maria Cannatella

A mio padre, poesia

cielo_e_nuvole_richard83

In cielo.

A te che sei in cielo,  vorrei chiederti se quello che si dice in giro è tutto vero.

Se in Paradiso,  tutti hanno un bel sorriso.

Se anche gli animali, hanno finalmente le ali.

Se i viali alberati, sono allineati e ben curati.

Se per caso i bambini corrono nei prati meravigliati.

Se tutto da te si amano davvero,  questo conta sul serio.

Chissà se tanti sono cambiati,  meno prepotenti e più educati.

Perché da te siamo tutti uguali,  con o senza le ali. Continua a leggere “In cielo, di Maria Cannatella”

Impalpabile e magica Luna, di Nadia Pascucci

Impalpabile e magica Luna, di Nadia Pascucci

43951825_10214259270008752_3442128945841963008_n

Impalpabile e magica Luna
sfuggente e malinconica
incostante e fragile,
più ti guardo e più mi incanto
e mi perdo nell’infinito
dove tutto è purezza.
Nascondi il tuo intero volto al mondo
Sei l’astro più amato
Ti offri compiacente alla vista
e nel buio risplendi
intensa e luminosa .
Regina di solitarie notti
ispiri dolci pensieri .
Culli sogni e fai volare
con le ali della fantasia.
Come te niente è per sempre
tutto muta
e mi smarrisco in silenziosa contemplazione
avvolta dal fascino della notte.
Un ricordo mi percorre le vene.
Sulle labbra sento il sapore
di baci rubati
un fuoco di nostalgia
con flash di attimi ardenti
Pensieri si aprono alla brezza del vento ,
mentre raggi di luna percorrono il mio sonno…..

Nadia Pascucci @2018 diritti riservati

..a domani amici e dolce notte a tutti voi.. ❤

LA PAURA DEL MOMENTO, di Roberto Busembai

LA PAURA DEL MOMENTO, di Roberto Busembai

44532939_10210547921169303_4679042775054811136_n

LA PAURA DEL MOMENTO

La paura del momento
acceca ogni pensiero
e vaga come zanzara
in ogni minimo accenno,
quel destino che ignaro
ti colpisce
senza avvisare o meno
e ti rapisce.
La paura di rendere
sul selciato
tutta la tua possanza,
così come un biscotto
sbriciolato,
si crolla dentro,
non nella tazza,
ma nel nulla e nell’incerto,
ccerto solo come arrivo.
La paura dell’improvviso fermarsi
è sempre dentro
nascosta e infima
come un tarlo,
sorridiamo e gioiamo in ogni momento,
che quello arriverà da solo
senza ritegno.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine: Peter Ravn (Danish, b. 1955), The Stop. 2018

Il viaggio, di Raf Trotta

Il viaggio, di Raf Trotta

Il viaggio

Il viaggio

Vaga nel vento lieve della sera
l’ultima luce del giorno,
soave e leggiadra la vita va,
come sole dentro un riflesso di pioggia
scorre senza fretta alla sua meta,
con la cadenza di un passo
che risuona nell’anima.
Il tempo annega e spegne i ricordi,
quasi un freno alle pulsioni del cuore.
Emozioni di un viaggio
che porta lontano, dove i pensieri si immergono
in un mare di tanti perché.
La vita va, va lontano
e hai per compagno solo te stesso,
nuotando tra quelli che cercano, li sfiori e d’incanto tra i tuoi e i loro silenzi ti accorgi che il mondo è un mare che ha perso anche l’acqua.
Per l’ardua salita non guardi l’abisso, ma punti in alto lo sguardo e continua la vita.

Raf

La Sostanza dei Sogni, di Valerio Villari

La Sostanza dei Sogni, di Valerio Villari

44525145_579457802474955_5712700227626991616_n

Sono dell’idea che se certe cose cominciano…
cominciano con un pensiero..
che diventa quasi fisso..
come un bel quadro appeso lì, nella mente..
con il Sorridere quando si è soli,
al lavoro, in macchina,
cucinando o passando l’aspirapolvere..
per poi sentirsi scemi un attimo dopo.
Cominciano quando il cuore batte più forte, così all’improvviso,
senza nessuna corsa, caldo o fatica..
quando il suo pensiero..
concilia il sonno e la sveglia della mattina.
Certe cose cominciano quando ti vesti..
ti spogli, e poi ti rivesti, quasi imbarazzata..
quando vai a fare la spesa, una passeggiata,
e lo senti già lì,
ancora prima che entri nella tua Vita.
Certe cose cominciano quando senti la sua mancanza ancora prima di averlo Vissuto.

Se non cominciano…
Non fate l’errore di farle iniziare

La scuola di medicina dell’UPO ospita per il terzo anno consecutivo il Convegno Internazionale sull’oncologia

LA SCUOLA DI MEDICINA DELL’UPO OSPITA PER IL TERZO ANNO CONSECUTIVO
IL CONVEGNO INTERNAZIONALE SULL’ONCOLOGIA

“NO-CANCER 2018” richiamerà a Novara ricercatori provenienti da tutto il mondo.

UPO

Per tre giorni Novara sarà la capitale degli studi connessi alle patologie tumorali; il 28, 29 e 30 ottobre, infatti, l’Università del Piemonte Orientale ospiterà il convegno internazionale “NO-CANCER 2018. Understanding Cancer Cell Biology to improve Diagnosis and Therapy” che richiamerà da tutto il mondo scienziati, medici e ricercatori per confrontarsi sulle nuove strategie diagnostiche e terapeutiche per sconfiggere i tumori.

Il Convegno, ospitato presso l’Aula Magna dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Maggiore della Carità” di Novara (corso Mazzini 18), è organizzato dai professori Ciro Isidoro (Dipartimento di Scienze della Salute) e Gianluca Gaidano (Dipartimento di Medicina Traslazionale), che insieme ai colleghi Alessandra Gennari (DIMET), Danny Dhanasekaran (Stephenson Cancer Research Center, Oklahoma City, USA), Rainer Klement (Leopoldina Hospital, Schweinfurt, Germania) e Javier Menendez (Catalan Institute of Oncology, Badalona, Spagna) compongono il Comitato Scientifico Internazionale. Continua a leggere “La scuola di medicina dell’UPO ospita per il terzo anno consecutivo il Convegno Internazionale sull’oncologia”

Guarda sempre il mattino, di Asianne Merisi

Guarda sempre il mattino, di Asianne Merisi

42044642_237905137069315_2599642579263815680_n

Guarda sempre il mattino
che toglie alla notte le stelle,
punteggiandole lontano, fino ad una nuova notte.

Fa spazio sul tuo tappeto volante a chi con te,
vuole vedere la città che si sveglia.

Sii sempre un foglio bianco
che vuole parole per essere colmato.

Rimani ricordo e mai rimpianto,
di chi prosegue il cammino senza indugio e senza te.

Racconta i sorrisi che hanno colmato il tuo viso
e mai le lacrime che lo hanno rigato.

Fai cento ritratti in bianco e nero
e mille a colori.

Diventa per chi ti ha amato, tempo fertile
e preziosa nicchia di ricordi.

Cammina a piedi nudi nelle paludi che feriranno i tuoi piedi,
e in acqua limpida, che allevieranno e saneranno le ferite.

Cattura l’oggi, nella ragnatela di qualche straniero,
dove sarai rispettoso riflesso fra le sue rughe di domani.

Appartieni ad un cuore che immortala in una roccia
ciò che avrà vissuto.

Sii pungente lacrima agli angoli degli occhi
di chi ti farà ombra della sua nostalgia.

E un giorno, spiega quello che hai capito,
e quello che non ho capito,
te l’ho dirà l’amore,ti racconterà
anche senza dire.

#oltreMeAsianneMerisi
19 Settembre 2018

MI CHIAMAVANO EBREO, di Nadia Pascucci

MI CHIAMAVANO EBREO, di Nadia Pascucci

Mi chiamavano

MI CHIAMAVANO EBREO

Mi chiamavano ebreo
e fui espulso dalla scuola,
escluso dalle biblioteche,
e dai ritrovi pubblici.
Non ebbi più un amico,
solo insulti umilianti
che mi fecero sentire diverso.
Mi svegliavo bambino
mi addormentavo ebreo.
Ho subito torture, abissi di sconforto,
il calvario della deportazione
su treni piombati verso campi di sterminio.
Derubato della infanzia innocente,
fui spogliato di tutto,
persino di dignità e coraggio.
Il mio nome un marchio sulla pelle.
Ricordo il freddo e la fame,
i pianti e l’odio,
il fumo soffocante giorno e notte,
l’ acre odore nell’aria,
le torture e le atrocità indicibili,
il sadismo senza fine,
e sguardi senza espressione
di uomini con lo spirito morto,
ancor prima della carne.
Ho combattuto per la sopravvivenza
in un comprensibile egoismo
e nella fioca luce ,
denutrito e scarno,
cercavo la forza del Cielo.
Mi chiamavano ebreo
e voglio che le vittime dell’olocausto ,
gli orrori e le barbarie subite,
simbolo di una follia collettiva,
siano perenne monito per la MEMORIA
per NON DIMENTICARE ferite aperte,
pagine nere della nostra umanità,
che fanno discutere ,
affinché tali ORRORI più non accadano..

Nadia Pascucci @ diritti riservati sett.2018

SORRISO, di Miriam Maria Santucci

Miriam Maria Santucci autrice

SORRISO, di Miriam Maria Santucci

 

Il sorriso negli occhi di un bambino
asciuga le lacrime del cuore,
prezioso e delicato come un fiore
sbocciato all’improvviso nel giardino.
Allieta l’anima e libera la mente
e l’orizzonte appare più vicino.
Le pene si dissolvono all’istante
come ciocchi bruciati nel camino
e resta solo un’impronta dentro il cuore…
L’impronta del sorriso di un bambino…

(2014)

Poesia tratta dalla raccolta “Le Impronte della Vita”.

© Copyright 2015 – Miriam Maria Santucci

A BAVENO IL WORKSHOP INTERNAZIONALE “INNOVATORS IN BREAST CANCER”

A BAVENO IL WORKSHOP INTERNAZIONALE “INNOVATORS IN BREAST CANCER”

Dedicato alle terapie innovative nel carcinoma della mammella, si terrà il 26 e 27 ottobre a Baveno con il patrocinio dell’UPO.

UPO

Il 26 e 27 ottobre 2018 si terrà a Baveno (Convention Center Hotel Dino, Corso Giuseppe Garibaldi, 20 Baveno) il workshop internazionale “Innovators in Breast Cancer”, dedicato alle terapie innovative nel carcinoma della mammella.

Il convegno vedrà i più importanti esperti internazionali discutere dei temi più attuali, quali il percorso di cura delle pazienti in fase precoce di malattia, la cronicizzazione della malattia in fase avanzata e l’impatto dei farmaci innovativi. È previsto un intervento del Dott. Clifford Hudis, CEO dell’American Association of Clinical Oncology (ASCO), che presenterà la posizione di ASCO in materia di “sostenibilità” sociale dei nuovi farmaci a elevato impatto economico.

Il convegno è organizzato dalla Struttura Complessa a Direzione Universitaria di Oncologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Maggiore della Carità” di Novara, con patrocinio dell’Università del Piemonte Orientale, della Società Italiana di Oncologia Medica, della LILT e della Rete Oncologica del Piemonte e Valle d’Aosta. Il convegno è coordinato dalla Prof.ssa Alessandra Gennari (UPO) e dal Dott. Filippo Montemurro (IRCC Candiolo, TO).

La BOULE DE CRISTAL … John William WATERHOUSE

Plumes, pointes, palettes et partitions

” La boule de cristal rassemble tous les éléments qui ont fait la renommée de Waterhouse dans la dernière décennie du XIXe siècle. Une de ses typologies les plus prisées, était celle de la femme seule, magicienne ou enchanteresse, le plus souvent au type idéalisé, instantanément reconnaissable, placée dans un intérieur structuré par l’architecture et quelques meubles et objets, ouvrant sur une baie en plein cintre ou un miroir sur le paysage. Son dessin, puissant et net, les contrastes de couleur font toujours ressortir la magnifique silhouette. La composition joue sur l’opposition nette entre les lignes circulaires et les verticales qui s’unissent dans une longue figure souple.

Waterhouse donne ici un léger contexte de la fin du Moyen-Âge à la scène, avec la coupe caractéristique de la lourde robe de velours grenat aux légers motifs de serpents enroulés, le fauteuil droit, la lampe à huile. La jolie magicienne est en…

View original post 120 altre parole

MIRÓ …

Plumes, pointes, palettes et partitions

MIRO RETROSPECTIVEMIRO Photo

Ce que je cherche, c’est un mouvement sans mouvement, quelque chose d’équivalent à ce que l’on appelle l’éloquence du silence.”  – ” Il m’a fallu toute ma vie pour apprendre à peindre comme un enfant ” Joan MIRÓ

Pour la seconde fois depuis 1974, le Grand Palais met à l’honneur Joan Miró , au travers d’une très belle rétrospective réunissant environ 150 pièces ( peintures, sculptures, dessins, céramiques) prêts de musées européens, américains , ainsi que des collections particulières. Elle s’intitule :

” MIRÓ ” – du 3 octobre 2018 au 4 février 2019 – 

En 1974 , on pouvait admirer ses fameuses toiles brûlées suspendues à un fil ! Celle de cette année est basée sur l’explication de son travail en général, son déroulement selon les cycles, les séries, ses recherches continuelles dans la peinture, la sculpture, le dessin, la céramique etc…, toutes les symboliques qui y…

View original post 3.358 altre parole

Ottima riuscita del Convegno, “SICUREZZA STRADALE: SICUREZZA O CASSA???”

Ottima riuscita del Convegno, “SICUREZZA STRADALE: SICUREZZA O CASSA???”

Il 20 OTTOBRE PRESSO IL CENTRO CONGRESSI “AL MULINO DI ALESSANDRIA.

Globo Consimatori

Alla presenza di parecchie personalità, si è svolto il convegno sopra indicato, che ha riscosso notevole interesse e portato a conoscenza del pubblico presente, le “anomalie” contenute in parecchie   disposizioni di legge, a partire dal CDS, al proposito delle apparecchiture di rilevamento velocità e sanzionamento, oggi in uso ai vari Corpi delle Forze dell’Ordine, cosa che è stata ampiamente rappresentata all’On. Simone Baldelli, facente parte della Commissione Trasporti della Camera e da sempre molto attento alla non strumentalizzazione delle misure che servono anzi tutto per “prevenire” piuttosto che “reprimere”, il quale ha garantito il suo interessamento nelle opportune sedi.

Mario Gatto della Globoconsumatori Onlus, nel porgere i saluti ed aprire i lavori del Convegno, ha tenuto a ben precisare che il CDS, deve assolutamente venir rispettato da tutti gli utenti della strada ma principalmente bisogna mettere in condizione le P.A. stesse, di rispettarlo nella maniera corretta per sanzionare le eventuali infrazioni rilevate, senza lasciare dubbi sulla bontà degli strumenti utilizzati allo scopo, togliendo quindi completamente il dubbio circa l’utilizzazione dei medesimi unicamente per “far cassa”, cosa che, come emersa nel corso del dibattito, parrebbe molto consolidata nella credenza della popolazione. A tale scopo, il convegno dalla voce dei relatori, al pubblico presente si auspicherebbe che ciò venisse effettuato rapidamente e nell’interesse di tutti. Continua a leggere “Ottima riuscita del Convegno, “SICUREZZA STRADALE: SICUREZZA O CASSA???””

PROMENADE EN AUTOMNE …

Plumes, pointes, palettes et partitions

Une nouvelle rubrique voit le jour : Au fil des saisons … Parce que chacune d’entre elles a donné naissance à de beaux textes, de belles citations, et au-delà des saisons elles-mêmes, il y a ce qui les accompagne : le vent, la pluie, la neige, le brouillard, le soleil, la mer, tout autant d’éléments qui , eux aussi, ont fait l’objet d’écrits magnifiques.

” Son plaisir dans la promenade devait résulter de l’exercice et du jour, des derniers sourires de l’année sur les feuilles fauves et les haies fanées, et de la répétition de quelques-unes des milliers de descriptions poétiques existantes de l’automne (saison d’influence particulière et inépuisable sur l’esprit de goût et de tendresse ) .Cette saison qui a tiré de chaque poète digne d’être lu quelque tentative de description, ou quelques lignes de sentiment. ” Jane AUSTEN ( Femme de Lettres, anglaise )

AUTOMNE Jane AUSTEN

View original post

Guarda “Mango – Amore per te (Official Video)” su YouTube

Antonella Lallo

Testo Amore Per Te

Tutto è… pensare a te
e così ti penso
La mia carne e l’anima
fanno il cuore denso
Tu sei, tu sei, lo socosì vicina
tu sei, tu sei, lo so
Io vorrei raggiungerti
in trasparenza
Tutto è vedere te
con i vestiti e senza
Tu sei, tu sei, lo so
la mia rovina
tu sei, tu sei, lo so
I see your love
I see your love
È amore per te
come il sole sale e poi va giù
so che tutto il bene mio
dentro le tue braccia va a finire
Fai tu.. tu.. tu.. tu..
Io passerei tra le tue dita
ci passerei tutta la vita
Voglio ritrovarti qui
nei miei risvegli
L’aria dei capelli tuoi
respirare voglio
Tu sei, tu sei, lo so
mai come prima
tu sei, tu sei, lo so
I see your love
I see your love
È…

View original post 66 altre parole

Parkinson e diabete sono collegati?

ORME SVELATE

Risultati immagini per old man saatchi art Old man (HARI MITRUSHI)

Secondo uno studio pubblicato su Neurology, le persone con diabete di tipo 2 possono avere un aumentato rischio di avere una diagnosi di morbo di Parkinson più avanti nella vita. Inoltre, il rischio potrebbe essere più elevato per i più giovani e per quelli con complicazioni dalla malattia. Il morbo di Parkinson è una malattia progressiva che colpisce una parte del cervello che aiuta a controllare il movimento. Nel diabete di tipo 2, una persona o non produce abbastanza insulina per trasformare efficacemente la glicemia in energia o le cellule non usano l’insulina come dovrebbero. Questo studio ha esaminato i dati su gran parte della popolazione inglese e trovato un forte legame tra queste due malattie apparentemente diverse. Se sia la genetica che può svolgere un ruolo nello sviluppo di queste malattie o che hanno percorsi simili allo sviluppo deve essere ulteriormente studiato. Per lo studio…

View original post 364 altre parole

Tumori rari del sangue: si aprono nuovi scenari per mieloma multiplo e leucemia linfoblastica acuta

HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone

Comunicare le Malattie Oncoematologiche Rare

Rari e molto aggressivi e con un forte bisogno di terapie innovative in grado di prolungare la sopravvivenza dei pazienti. Sono il mieloma multiplo, un tumore definito “incurabile” perché spesso resistente alle terapie, e la leucemia linfoblastica acuta (LLA), una neoplasia per cui la prognosi nell’età adulta è ancora largamente insufficiente. Nonostante siano due tra le neoplasie ematologiche più temute permane una scarsa visibilità mediatica su questi tumori.

Fare luce su questi tumori rari del sangue è stato l’obiettivo del Corso di Formazione Professionale per i giornalisti Comunicare le Malattie Oncoematologiche Rare, promosso a Roma dal Master della Sapienza ‘La Scienza nella Pratica Giornalistica’ con il supporto di Amgen.

Alcune malattie oncoematologiche sono definite rare, sebbene sia necessario rivedere questa definizione, perché rientrano come incidenza in un gruppo di malattie le quali generalmente colpiscono più di 5 persone su 10.000 abitanti il problema per queste patologie è…

View original post 1.230 altre parole

Mele cotte

Anna & Camilla

Ieri sera sono stata dal dentista per un lavoro un po’ lungo e complicato, fortunatamente il problema si è verificato qui. Sapete in Inghilterra non mi farei mai mettere le mani in bocca dai loro dentisti, i nostri sono più bravi e competenti, provato!

Comunque sia, sono tornata a casa un rottame umano e per giunta non potevo masticare. La soluzione arriva da mia madre facciamo delle bellissime mele cotte!

Le mele cotte di mia madre sono una bomba cannella, lauro e miele. Profumo sublime.

Si dorme beati e tranquilli come pargoletti, seeeeee qualcuno come lei non decide di farne un chilo per rimpinzarmi come una porcellina, perché pensa e lo dice che sono troppo magra (ovvio che lo pensa solo lei contro il resto del mondo!).

Scaltramente sono riuscita a non farmi mettere il miele, ma la porzione è stata stratosferica. Conseguenza di tutta questa storia che ora la…

View original post 8 altre parole

Consolidare i ricordi, migliorando la respirazione

ORME SVELATE

Risultati immagini per Nose Breathing saatchi art Breathe Life (Sabine Rudolph)

Secondo uno studio su persone adulte pubblicato su Journal of Neuroscience, respirare attraverso il naso può migliorare il trasferimento dell’esperienza alla memoria a lungo termine. I risultati aggiungono prove crescenti dell’influenza della respirazione sulla percezione umana e sulla cognizione. Basandosi su precedenti ricerche su animali ed esseri umani, i ricercatori hanno confrontato gli effetti della respirazione del naso e della bocca del topo durante un periodo di consolidamento di un’ora dopo che i partecipanti sono stati esposti a vari odori. Coloro ai quali veniva tappata la bocca durante il periodo di consolidamento dei ricordi mostravano una memoria decisamente migliore degli eventi rispetto a coloro a cui veniva tappato il naso. Sebbene questo studio non abbia misurato l’attività cerebrale, i ricercatori suggeriscono che la respirazione del naso può facilitare la comunicazione tra reti sensoriali e di memoria mentre i ricordi vengono ripetuti e rafforzati durante il…

View original post 259 altre parole

Storia del Forte, di Cristina Saracano

Gavi Ligure: Il forte di Gavi ha conservato le forme attuali dal XVII Secolo grazie all’architetto Fiorenzuola.

Ai tempi di Barbarossa esisteva come castello, nel 1500 divenne fortezza utilizzata da genovesi e piemontesi, data la sua posizione di confine con Piemonte e Liguria.

Durante la seconda guerra mondiale era una prigione sicura in mano ai nazifascisti, noto con il nome di campo 5: qui venivano rinchiusi i militari inglesi che avevano tentato la fuga da altre prigioni.

Tra questi c’era l’ufficiale Alastair Clam, catturato in Nordafrica dalle truppe guidate da Rommel.

Clam aveva tentato di fuggire da oltre venti campi di prigionia e la sua storia è stata raccontata in un libro di David M.Guss, docente di antropologia alla Boston University, ora tradotto in italiano con il titolo di “Un uomo in fuga” Continua a leggere “Storia del Forte, di Cristina Saracano”

Prima di prendere una decisione importante prendi tempo

Creando Idee

Quante volte vi siete sentiti dire,dai vostri genitori,fratelli più grandi,nonni,prima di prendere una decisione “devi solo dormirci su!“.Tutto vero. Recenti ricerche hanno scoperto che anche un leggero ritardo, che sia solo una frazione di secondo, prima di fare una scelta, può portare ad una maggiore accuratezza. Per prendere una decisione importante che combaci alla scelta migliore, basta prendersi un paio d’ore di tempo o addirittura pochi secondi in più.In uno studio pubblicato sulla rivista PLOS, i ricercatori del Columbia University Medical hanno impegnato dei volontari in delle attività su computer in cui potessero rispondere ogni volta che volevano o in attesa di un segnale che indicasse che essi erano pronti per rispondere. Gli scienziati hanno scoperto che aumentando il periodo di tempo che i partecipanti avevano a disposizione per visualizzare uno stimolo prima di prendere una decisione, la precisione aumentava. Posticipare l’inizio del processo decisionale da un minimo di 50 a 100 millisecondi consente al cervello di focalizzare l’attenzione…

View original post 84 altre parole

UPO: Cerimonia di Passaggio delle Consegne tra Rettori

UPO: Cerimonia di Passaggio delle Consegne tra Rettori

Passaggio delle Consegne tra il rettore Cesare Emanuel e il rettore eletto Gian Carlo Avanzi, che avrà luogo venerdì 26 ottobre presso il Teatro Civico di Vercelli (via Monte di pietà 15), dalle ore 17.30.

UPO

Nell’occasione saranno firmati anche due importanti accordi.

Questo il programma della cerimonia:

– Discorso di commiato del professor Cesare Emanuel, rettore uscente;

– Firma dell’accordo di partnership accademica su ricerca, formazione e tirocinio tra UPO e Buzzi Unicem S.p.A.;

– Firma dell’accordo definitivo tra UPO e Comune di Novara per la concessione di ulteriori porzioni dell’immobile realizzato nell’ambito del Progetto Integrato di Sviluppo Urbano in Corso Trieste;

– Discorso di commiato del professor Fabio Gastaldi, pro-rettore uscente;

– Saluto di insediamento del professor Roberto Barbato, pro-rettore eletto;

– Passaggio dell’ermellino;

– Saluto di insediamento del professor Gian Carlo Avanzi, rettore eletto.

Domenico Ravetti. La Regione Piemonte sosterrà la candidatura a Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Domenico Ravetti. La Regione Piemonte sosterrà la candidatura a Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Domenico Ravetti (Capogruppo PD-Consigliere Regionale). “Scelta di portata storica per la nostra provincia”

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

Al convegno “Ambiente, Sanità, Ricerca Scientifica” organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria ho moderato un dibattito alla presenza degli Assessori all’ambiente Valmaggia, alla ricerca De Santis e alla Sanità Saitta.

Nella discussione è emerso il bisogno di tutelare il territorio in cui viviamo e l’impegno a rafforzare la ricerca scientifica in particolare nell’ambito sanitario.

Per la rete provinciale ospedaliera provinciale, per la sanità territoriale, per la formazione universitaria e per le opportunità economiche, l’annuncio di Antonio Saitta rappresenta un punto di svolta storico: la Regione Piemonte è pronta a sostenere la candidatura a Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico sulle patologie ambientali e in particolare sul mesotelioma. Tale riconoscimento consentirebbe alla Regione Piemonte di ottenere il primo Irccs pubblico e ai cittadini di avere a disposizione le migliori eccellenze sanitarie.

Domenico Ravetti

Presidente

Gruppo consiliare Partito Democratico

Associazione Uisp di Alessandria: Progetto AFA a Novi Ligure

Associazione Uisp di Alessandria: Progetto AFA a Novi Ligure

L’anno scorso l’Associazione UISP Al – At (Unione Italiana Sport Per Tutti) ha avviato il Progetto AFA (Attività Fisica Adatta), in collaborazione con l’ASL di Alessandria, attraverso un’apposita Convenzione. Il programma prevede una serie di esercizi, predisposti appositamente per adulti e anziani di entrambi i sessi con problematiche specifiche quali mal di schiena, dorso curvo, artrosi di rachide, problemi alle ginocchia o alle anche. Questo tipo di ginnastica è molto utile anche per la prevenzione delle malattie sopracitate. Si può partecipare alle lezioni su indicazioni del medico di base, del fisioterapista, oppure in modo autonomo.

UISP

Per un servizio più completo e per non escludere nessuno, abbiamo avviato il corso serale AFA a Novi Ligure, presso la palestra della Scuola Primaria “Pascoli” di Corso Italia. I giorni previsti sono: lunedì e giovedì, ore 17.50/18.50. Il corso AFA si può trovare anche presso il “Judo Club Novi” di Via Ferrando Scrivia (edificio Scuola Media “Boccardo”). In questo caso gli orari previsti sono: lunedì e giovedì, ore 15.30/16.30.

Inoltre, per il 20° anno, sempre al Judo Club Novi continuano le lezioni di ginnastica dolce, sempre il lunedì e il giovedì, ore 16.30/17.30.

I corsi sono diretti dalla professoressa Viktoriya Khiminets, che da vent’anni collabora con la UISP Al-At.

Le iscrizioni sono aperte tutto l’anno. Per informazioni: 3393863812. 

Ufficio Stampa

Belle Epoque in biblioteca, di Cristina Saracano

 

Belle

Alessandria: “Evelyn, Il mistero della donna francese” è il titolo dell’avvincente giallo di Marco Scardigli, ambientato in un albergo di Novara, sua città natale, ai tempi della belle Epoque.

Il libro verrà presentato oggi alle 17 alla sala Bobbio della biblioteca Civica Francesca Calvo di Alessandria.
Con Marco dialoghera’ anche lo scrittore Alessandrino Giulio Massobrio.

Domenico Ravetti (Capogruppo PD Consiglio Regionale) “Abbiamo destinato oltre 200 milioni di fondi Finpiemonte a sostegno dell’economia piemontese.”

Domenico Ravetti (Capogruppo PD Consiglio Regionale) “Abbiamo destinato oltre 200 milioni di fondi Finpiemonte a sostegno dell’economia piemontese.”

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

Il Consiglio regionale – dichiara il Capogruppo del PD Domenico Ravetti – ha approvato all’unanimità dei votanti (27 sì e 10 non votanti) il disegno di legge 239 “Modifiche alla legge regionale 29 giugno 2018, n. 7 (Disposizioni urgenti in materia di bilancio di previsione finanziario 2018-2020)” che da un lato si adegua ai rilievi governativi sulla modalità tecnica della cessione dei crediti della finanziaria alla Regione Piemonte, dall’altro approva puntualmente le scelte per i settori di intervento.

Per le attività culturali – continua Ravetti – ci sono 8,5 milioni di euro, per il turismo 18,25, mentre per l’ambiente saranno destinati 5,4 milioni. Alle politiche sociali e della famiglia andranno 8,3, e la parte più rilevante andrà allo sviluppo economico e competitività con oltre 141 milioni così suddivisi: industria pmi e artigianato 113 milioni, commercio e tutela consumatori 17,3 milioni, ricerca e innovazione 11 milioni. Lavoro e formazione otterranno 13 milioni mentre alle fonti energetiche sono destinati 5 milioni.

La nuova legge – conclude il Capogruppo – inserisce la modifica quindi nella norma che dispone la cancellazione dall’albo degli intermediatori finanziari di Finpiemonte Spa e che libera la somma di 200 milioni mediante la riduzione del capitale sociale della partecipata regionale che si attesta a 156 milioni.

Domenico Ravetti

Presidente

Gruppo consiliare Partito Democratico

L’ITALIA E’ IL PAESE PIU’ IGNORANTE DEL MONDO SVILUPPATO, di Claudio Martinotti Doria 

L’ITALIA E’ IL PAESE PIU’ IGNORANTE DEL MONDO SVILUPPATO

di Claudio Martinotti Doria 

Non c’è da stupirsi che l’Italia risulti il paese con la popolazione più ignorante tra i cosiddetti paesi sviluppati e occidentali, addirittura peggio degli Stati Uniti, che come ignoranza non scherzano.

libro_generica

Sull’argomento ho scritto innumerevoli articoli, saggi e approfondimenti (tratto l’argomento anche nel mio libro in fase di pubblicazione) e quindi per me è solo un’ovvia conferma.

Ma in questo caso devo riconoscere l’intelligenza di questa ricerca internazionale che non si soffermata sui titoli di studio, che traggono in inganno, non essendo sufficienti per tracciare l’ignoranza o la cultura di una popolazione, ma ha tenuto conto della percezione della realtà, cioé la capacità di analizzare e valutare i fatti. Siccome per farlo occorre essere ben informati, documentarsi ed elaborare i dati, quindi occorre soprattutto saper pensare, ecco che gli italiani sono emersi nella loro pigrizia, disinformazione, sprovvedutezza, ignavia, ecc..

Del resto il 70 per cento della popolazione non legge mai neppure un libro all’anno, e la maggioranza si informa ancora tramite la televisione, pochissimi navigano in rete per documentarsi, la maggioranza naviga per cazzeggiare. Quindi di cosa dovremmo stupirci, semplicemente adesso abbiamo ottenuto un riconoscimento pubblico internazionale: SIAMO LA POPOLAZIONE PIU’ IGNORANTE DEL MONDO OCCIDENTALE E INDUSTRIALIZZATO.

Continua a leggere “L’ITALIA E’ IL PAESE PIU’ IGNORANTE DEL MONDO SVILUPPATO, di Claudio Martinotti Doria “

Le Pizze più strane ….del mondo

Creando Idee

In Italia ne consumiamo più di 3 miliardi l’anno, ma nel resto del mondo non sono da meno! La pizza è indiscutibilmente uno dei piatti più amati e…divorati di sempre. Se in Italia, però, stiamo abbastanza “sul classico” con poche e rare variazioni sul tema, all’estero pare che invece si sbizzarriscano ad inventare gusti davvero…curiosi. Ne abbiamo scovati alcuni pizza burger: come unire due tradizioni culinarie e creare…un mostro!! Una pizza super condita di salsa e mozzarella con l’aggiunta di hamburger, bacon, formaggio cheddar, patatine fritte, polpette di pollo, pane al latte e innaffiata di tutte le salse possibili e immaginabili. Nino’s executive pizza: condita con 6 diverse varietà di caviale, erba cipollina, aragosta fresca e patè pregiati, la potete assaggiare a New York per la modica cifra di 1.500 dollari. Crocodile pizza: una classica base per pizza italiana arricchita da carne di coccodrillo d’acqua salata, peperoni e…

View original post 106 altre parole

Verso di noi

Il mio giornale di bordo

Un semplice sguardo
verso il bambino
che è in noi
per poter ritrovare
in quei sogni
in quei pensieri
in quei giochi
che hanno delineato
la strada che si è percorsa
sino ad oggi
in quel che è la storia di una vita.

Antonio De Simone

Eng_Toward us
A simple look
towards the child
in us
in order to find
in those dreams
in those thoughts
in those games
who outlined
the road is crossed
so far
in what is the story of a lifetime.

View original post

La ricompensa condiziona il giudizio

ORME SVELATE

Risultati immagini per judgements saatchi art Judgement (Anyes Galleani)

I nostri giudizi sono dettati dalla ragione o dalla pancia? Non solo l’esperienza e le informazioni rilevanti svolgono un ruolo importante, ma anche le nostre preferenze. Uno studio del Max Planck Institute for Metabolism Research di Colonia mostra come il sistema di ricompensa nel cervello trasmetta giudizi influenzati dai propri desideri. In situazioni complesse e confuse, corriamo il rischio di esprimere un giudizio distorto non appena preferiamo una conclusione rispetto a un’altra. Nel suo lavoro, ha studiato il modo in cui il giudizio delle persone è influenzato dal loro mero desiderio. Nello studio, è stato chiesto ai volontari di stimare il rischio medio e personale di diversi eventi negativi. Hanno quindi appreso il rischio medio effettivo e sono stati in grado di adeguare di conseguenza le proprie stime di rischio. Se i rischi medi effettivi erano desiderabili (cioè inferiori a quelli inizialmente stimati dagli intervistati), erano considerati…

View original post 325 altre parole

Il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco sulla drammatica scomparsa di Roberto Maestri

Il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco sulla drammatica scomparsa di Roberto Maestri

Alessandria: A seguito della drammatica scomparsa di Roberto Maestri, storico, presidente del Circolo “I Marchesi del Monferrato”, componente della Consulta scientifico-culturale di “Alessandria850”, avvenuta ieri, 21 ottobre, il Sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, ha rilasciato la seguente dichiarazione.

«Sono rimasto veramente scosso alla notizia della drammatica scomparsa di Roberto Maestri, avvenuta ieri nel Cremonese.

Roberto Maestri

Roberto Maestri non solo era un amico a livello personale, ma era un vero “amico” del nostro territorio e sentiamo tutti profondamente la sua mancanza.

La valorizzazione della storia e il recupero dell’identità territoriale che egli ha compiuto (anche) come Presidente del Circolo culturale “I Marchesi del Monferrato” ci testimoniamo una presenza di alto profilo intellettuale che si è spesa — potremmo dire “fino all’ultimo giorno” — per divulgare la grandezza della nostra terra, la sua capacità di essere ancora oggi attrattiva in senso, storico, culturale, artistico, turistico- monumentale e della bellezza di un paesaggio, naturale e umano, che hanno fatto sì che il territorio del Monferrato diventasse “patrimonio mondiale dell’Unesco”.

Per queste ragioni (e per mille altre che queste righe non riuscirebbero adeguatamente ad esplicitare), Roberto Maestri è stato, lo scorso marzo, con specifica Deliberazione della nostra Giunta Comunale nominato componente della Consulta scientifico-culturale di “Alessandria850”, nella consapevolezza che la sua cultura e le sue competenze non potevano non essere di beneficio anche per la nostra Città per declinare al meglio l’intenso programma celebrativo che stiamo vivendo in occasione dell’850° anniversario fondativo di Alessandria (1168-2018). Continua a leggere “Il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco sulla drammatica scomparsa di Roberto Maestri”