Da 10 anni a questa parte il web è completamente trasformato chiunque può accedervi da qualsiasi parte del mondo e potrebbe avere cattive intenzioni, quindi se proprio non potete fare a meno di aprire un account ai vostri figli, fate in modo che siano ben istruiti nel saperlo usare.

1) Se troppo piccolo/a dovete scaricare un’applicazione ove inserire i dati dell’account di vostro figlio per monitorare ciò che fa dal vostro smartphone. SCARICA QUI https://play.google.com/store/apps/details?id=dual.multi.clone.apps.account..lnstagram.whatsapp

2) Dovete inculcare nelle loro teste che non devono dare l’amicizia a tutti, ma solo a persone che si conoscono realmente.

3) Parlate con loro a finché capiscano che non è un gioco, ma è una cosa seria, siete responsabili delle loro azioni, e lì fuori ci sono persone buone ma anche malintenzionati.
4) Non pubblicate foto in costume, o in desabillè, possono attrarre attenzioni indesiderate.

5) Cercate di avere un dialogo con i vostri figli in modo tale che vi raccontino tutto senza paure o vergogne, sono le armi che usano i malati di mente per sottomettere i loro pensieri

CONSIGLI DALLA FONDAZIONE VERONESI

Per i genitori:

Fate in modo che Internet sia un’attività familiare, ad esempio è buona norma scegliere insieme la lista dei siti da visitare

Colloca il computer in stanze comuni, non nella cameretta del bambino

Concordate insieme il tempo giornaliero da dedicare alla navigazione

Usa dei filtri (dal semplice controllo della cronologia dei siti visitati ai software dedicati al parental control, blacklist, software spia) e verifica periodicamente che funzionino

Proteggi il computer con software sempre aggiornati (firewall, antivirus e antispam)

Custodisci le informazioni personali (prima di inserire dati sensibili controlla che siano presenti i segni di sicurezza della pagina: la scritta https nell’indirizzo e il segno del lucchetto)

Mantieni segreta la parola chiave (i ruoli di chi naviga – il ragazzo – e di chi amministra il computer – il genitore – vanno mantenuti distinti)

Utilizza password solide (almeno 8 caratteri, con maiuscole e minuscole, lettere, numeri e simboli), cambiale a seconda dei siti e rinnovale di frequente

Non scaricare programmi se non ne conosci la provenienza

Insegna ai figli la buona educazione in rete, informali che esiste la netiquette.

Per i ragazzi:

Non inviare tue immagini a nessuno, non farti vedere in web cam se non sei autorizzato dai tuoi genitori

Non farti ritrarre in atteggiamenti intimi da nessuno

Ricorda che le promesse troppo belle non sono mai vere

Non dare mai il tuo numero di telefono a sconosciuti, né informazioni personali come indirizzo, età, foto, via email, Facebook o Messenger

Non prestare il tuo cellulare a nessuno

Prima di aprire un allegato o scaricare contenuti pensaci: se conosci la persona che te lo ha inviato, chiedi conferma che te lo abbia mandato veramente; altrimenti ignoralo

Prima di pubblicare qualcosa in internet, pensaci: foto, testi, video, conversazioni, messaggi possono essere visti anche da sconosciuti, anche a distanza di molto tempo; non postare nulle che consideri personale o riservato e di cui potresti pentirti in futuro

Attento ai falsi: messaggi allarmistici, richieste d’aiuto, offerte, richieste di dati, segnalazioni di virus spesso sono dei trucchi, sii diffidente

Sui social network (come Facebook e Twitter) controlla le impostazioni del tuo profilo: chi può vederlo? Chi può fare ricerche su di te o raccogliere informazioni o esporti a situazioni che non controlli? Restringi il più possibile l’accesso alle informazioni che ti riguardano

Rispetta la netiquette, ovvero le regole di buona educazione in rete: leggi le regole del sito in cui ti trovi, non offendere nessuno, non divulgare messaggi privati di altri.

Roberto Cudia