Con l’estensione alla scuola dell’infanzia, dal 27 settembre, è entrato a pieno regime il servizio di ristorazione scolastica del Comune di Alessandria, avviato – in anticipo rispetto ad altre città italiane – già nella settimana successiva all’inizio dell’anno scolastico.

L’Amministrazione Comunale, nell’ambito del costante e quotidiano monitoraggio del servizio, effettuato in collaborazione con le Società gestori della ristorazione (cooperativa “Solidarietà e Lavoro” e impresa ausiliaria “Vivenda Spa”), ha rilevato – anche sulla base delle segnalazioni degli utenti  – alcune criticità, che sono state prontamente affrontate e corrette.

Di seguito, in sintesi, le criticità rilevate nei primi giorni di servizio:

Criticità:

1 – n°15 ritardi su n°120 consegne dei pasti (11 furgoni al giorno + 1 di soccorso per imprevisti);

     ritardi o errori nelle prenotazioni,

2 – n°100 porzioni mancanti su n°1.400,

3 – n°10 ritardi per gli utenti a regime dietetico particolare.

A fronte di tali criticità, sono stati immediatamente adottati i seguenti correttivi:

Correttivi:

1 – attivazione di un innovativo centro logistico/magazzino, per la gestione della fornitura di pane, frutta, e merende che sarà attivo dal 20 ottobre 2021 e assunzione di un tecnico specializzato, presso il Centro Cottura, per sopperire agli eventuali malfunzionamenti di attrezzature e macchinari,

2 – soluzione delle criticità informatiche, che hanno determinato la mancata consegna dei pasti, attraverso lo sviluppo di nuove potenzialità del software da parte del Comune, in collaborazione con le Società di ristorazione e la software house produttrice dell’applicativo per l’iscrizione alle mense,

3 – inserimento in organico di un nuovo dietista, affiancato da un’ulteriore dietista, per verifica, controllo e aggiornamento anagrafico dei regimi dietetici, a diretto contatto – tramite terminali – con le addette alle segnalazioni dei regimi dietetici e necessità relative. Si sta predisponendo il nuovo menù invernale, che terrà conto delle linee guida per una corretta alimentazione ma anche delle indicazioni di gradimento da parte dell’utenza.

L’iter di approvazione dei menù stagionali prevede la proposta da parte della Società gestore, l’approvazione da parte del Comitato Mensa (composto da genitori e docenti) e la validazione da parte dell’organo di Igiene e Nutrizione Alimentare dell’ASL per le buone prassi alimentari.