L’ex casa cantoniera sommersa dal verde, di Pier Carlo Lava

L’ex casa cantoniera sommersa dal verde

di Pier Carlo Lava

1a dsc_0232-copia1aa dsc_0225-copia1aa dsc_0235-copia

Alessandria: Sulla strada provinciale Alessandria vs Tortona, appena usciti dalla città all’inizio del lungo rettilineo per San Giuliano, c’è una vecchia casa cantoniera quasi completamente ricoperta dal verde, con una ristrutturazione avviata e poi sospesa da anni.

Istituite nel 1839 e distribuite su tutte le strade statali storiche italiane, le case cantoniere prendono il nome dai “cantonieri”, gli operai addetti alla manutenzione delle strade, che vivevano proprio sul luogo di lavoro.

Con il loro inconfondibile colore rosso, divennero un vero e proprio “marchio” del nostro Paese, ma nel corso degli anni ottanta del secolo scorso furono abbandonate, dismesse o utilizzate da enti regionali e provinciali.

Amag: È ripreso il servizio di raccolta del verde nei sobborghi

Amag: È ripreso il servizio di raccolta del verde nei sobborghi

Conferimenti regolari nell’impianto Aral.
Alessandria: Lo scorso 22 agosto, giorno successivo all’incendio divampato presso l’area ecologica dell’impianto di trattamento rifiuti ARAL di Castelceriolo e alla sua conseguente indisponibilità, AMAG Ambiente aveva dovuto sospendere il servizio di ritiro domiciliare del rifiuto biodegradabile “verde”, presso i sobborghi del comune di Alessandria.

Amag copia
In questi mesi il conferimento del “verde” è stato gestito direttamente dai cittadini, che hanno potuto usufruire dei due centri raccolta di Alessandria, situati in zona Cimitero e al quartiere Cristo.

A loro va il ringraziamento dell’azienda nel far fronte al disagio arrecato.

Dopo queste settimane di blocco, dallo scorso 15 ottobre, la raccolta porta a porta nei sobborghi è stata ripristinata, con conferimenti presso l’impianto Aral di Castelceriolo, e proseguirà sino a sabato 17 novembre.

Ricordiamo come nel periodo invernale, solitamente con decorrenza al 1 novembre, questo tipo di raccolta domiciliare viene interrotta.

AMAG Ambiente si scusa ancora una volta per il disagio arrecato, seppure non dipeso direttamente dall’azienda.

Amag Ambiente: Resta sospeso il servizio di raccolta del verde nei sobborghi.

Amag Ambiente: Resta sospeso il servizio di raccolta del verde nei sobborghi.

Al via un’attività di comunicazione per informare i residenti.

amag-ambiente


Alessandria:
A seguito delle difficoltà in cui versa l’impianto di trattamento rifiuti ARAL di Castelceriolo, compromesso dall’incendio dello scorso 21 agosto, e della capacità fisiologicamente limitata dell’impianto Bioland, a cui da settimane si sta ricorrendo per lo smaltimento dei rifiuti, AMAG Ambiente comunica che si vede costretta a confermare la sospensione del servizio di ritiro domiciliare del rifiuto biodegradabile “verde”, presso i sobborghi del comune di Alessandria.

La decisione di sospendere il servizio era stata presa all’indomani dell’incendio, e resterà in atto fino a data da destinarsi. Nel frattempo proseguono, senza sosta, le verifiche da parte dell’azienda per porre fine al disagio. Continua a leggere “Amag Ambiente: Resta sospeso il servizio di raccolta del verde nei sobborghi.”

La casa cantoniera sommersa dal verde

di Pier Carlo Lava

Sulla strada provinciale Alessandria vs Tortona, appena usciti dalla città all’inizio del lungo rettilineo per San Giuliano, c’è una vecchia casa cantoniera quasi completamente ricoperta dal verde.

Istituite nel 1839 e distribuite su tutte le strade statali storiche italiane, le case cantoniere prendono il nome dai “cantonieri”, gli operai addetti alla manutenzione delle strade, che vivevano proprio sul luogo di lavoro.

Con il loro inconfondibile colore rosso, divennero un vero e proprio “marchio” del nostro Paese, ma nel corso degli anni ottanta del secolo scorso furono abbandonate, dismesse o utilizzate da enti regionali e provinciali.

Due eventi prestigiosi al Giardino Botanico, di Lia Tommi

Due eventi prestigiosi al Giardino Botanico, di Lia Tommi

.facebook_1533750385753.jpg-832393678.jpg

Due eventi di prestigio sono previsti per gustare la sera al Giardino Botanico Comunale il 10 e 17 agosto 2018.
Il Giardino Botanico Comunale “Dina Bellotti” di Alessandria (via Giulio Monteverde 24) è un luogo veramente speciale per la Città e lo è per un insieme di ragioni: prima fra tutte, quella di essere la sede di una qualificata esperienza di cura e attenzione al verde che rende prestigioso quanto in essa presente (in termini di essenze arboree e di animali ospitati).

Ma se l’attività ordinaria portata avanti quotidianamente da questa struttura comunale (posta sotto l’Assessorato al Verde Pubblico guidato dall’Assessore Giovanni Barosini) è di per sé importante — caratterizzandosi anche per alcuni momenti forti quali le edizioni di Alessandria Green Week in primavera — anche le finalità perseguite da RNA-Associazione Natura e Ragazzi, con sede operativa presso il Giardino, non sono da meno grazie alle numerose attività con le Scuole e alla fecondità di proposte che sanno coinvolgere una significativa quantità di alessandrini attratti proprio dall’interesse per la natura, per il verde e per vivere insieme questi valori. Continua a leggere “Due eventi prestigiosi al Giardino Botanico, di Lia Tommi”

Barosini: Un bosco per la Città

Un bosco per la  Città

un bosco 20180516_095733

Alessandria: Si è svolta ieri, mercoledì 16 maggio, la seconda fase di piantumazione prevista nell’ambito del progetto scolastico ‘Un Bosco per la Città’, organizzato dall’Assessorato al Welfare Animale in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Alessandria.

Protagonisti gli alunni della classe 5° C della Scuola Galilei che,  accompagnati dalle loro insegnanti, insieme all’esperto dell’ufficio Welfare Animale, Sandro Lucca, hanno concluso il loro percorso didattico, mettendo a dimora sette pioppi bianchi su cui hanno legato un cartellino indicante il progetto e  il nome della loro classe.

Era presente l’assessore al Welfare Animale e Verde Pubblico, Giovanni Barosini. Continua a leggere “Barosini: Un bosco per la Città”