“L’ALBUM DEI RICORDI”, di Rosa Cozzi

37161337_2044799959115947_225668409344393216_n

L’ALBUM DEI RICORDI
Sono qui da sola nella notte senza rumori, niente interrompe questo scorrere del tempo, solo il ticchettio dell’orologio mi fa capire che le ore passano, ed io non riesco a smettere
di sfogliare e guardare le foto di tutta una vita. Quanti ricordi, felici e dolorosi allo stesso tempo, quanti sorrisi e quanti pianti,quante sorprese e quante difficoltà racchiudono questi album.

Il primo contiene le foto del mio matrimonio.
Quella mattina, l’ultimo sabato del mese di dicembre di tanti e tanti anni fa , faceva freddo, era nevicato, il tempo era ancora grigio, incerto, non si sapeva se prendere l’ombrello o incappucciarsi per resistere al freddo pungente.

Ecco il grande momento era arrivato ! Mi sposavo !
Io al braccio di mio padre ,entravo dalla grande porta della chiesa, con dieci minuti di ritardo , infreddolita, con le scarpe con mezzo numero in meno mi stringevano in una morsa dolorosa ,avevo il davanti delle gambe tutte sbucciate con relative croste a causa di una caduta di una settimana prima avvenuta da una scaletta in cemento a qualche metro da casa, avevo rischiato di rompermi una gamba segno premonitore di un destino non ancora scritto.

Continua a leggere ““L’ALBUM DEI RICORDI”, di Rosa Cozzi”

Parole d’amore, di Antonio Meola

Parole d’amore, di Antonio Meola

Parole

Parole d’amore.

Ti regalo
poche parole
che il cuore
carica di emozioni
avvolgendole con l’amore
che lo fa palpitare.
Parole
che portano con se
il battito del cuore,
il sospiro dell’anima,
parole
nate dentro me
per essere poi
donate a te.
Ti regalo
quello che adesso
in me nasce,
generato da me
ma da te alimentato
con ogni tuo respiro,
ad ogni tuo sospiro.
Parole
che sanno d’amore,
portano con se
tutta la mia passione,
ogni mia emozione
che spero
arrivino a te
così come nascono da me.
Parole,
amore
trasformato in parole
che anche oggi
io dedico a te.

Melanto
( Antonio Meola )

poeta da quattro soldi

foto presa dal Web.

IL POTERE DELLA BUGIA, di Gregorio Asero

IL POTERE DELLA BUGIA, di Gregorio Asero

IL POTERE DELLA BUGIA

L’umanità è sempre stata dominata da una minoranza di sfruttatori e parassiti, di qualunque colore politico essi siano. La storia dell’umanità la si può raccontare sempre seguendo la stessa trama, se teniamo conto che essa è comunque il risultato delle ambizioni di potere, di avidità e di fanatismo delle varie religioni.

La storia ufficiale, scritta nei libri di testo, contiene sempre dei messaggi folli, perché governare, non è altro che impedire che vi sia una giustizia naturale dettata dalla verità. Il potere opera per il privilegio di pochi e la sua macchina della propaganda vuole far credere che l’unica vera religione è quella propagandata dai suoi cantori. Così facendo, mantiene le masse volutamente nell’ignoranza, mentre loro, i detentori del potere, ridono dietro il loro palco di burattinai. Continua a leggere “IL POTERE DELLA BUGIA, di Gregorio Asero”

La diversità… di Antonietta Fragnito

La diversità… di Antonietta Fragnito

tumblr_pc41u3Lv481x4agglo1_540

E’ una cosa talmente marginale
che non ci faccio caso
La vita mi torna in corpo ogni mattina
come fa il mio sole
Che ha l’ anima del cane
e come lui
mi viene a cercare
Certo le mie gambe
I pensieri però no
Non cedo mai a certe discipline
accendo il rap “I so pazzo”
E’ la follia che mi da’ la cifra della normalità
Io sono dentro
il corpo è fuori
Tanto si sa
il corpo trova la sua pace nella disarmonia
nella lenta distonica bellezza
della sua infiorescenza
E’ come gramigna
dentro un pascolo
Mi ricordo di quella volta
che ebbi Saturno contro
Ebbene io sono un portatore
Io sono l’ handicap
Tutti lo abbiamo.

foto:  Tumbir

Il Tinaio degli Umiliati: precluso?, di Nicola Parodi

Il Tinaio degli Umiliati: precluso?, di Nicola Parodi

il tinaio piazza-san-rocco-326x245

http://www.cittafutura.al.it/ Alessandria

La Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria ha prodotto una bella pubblicazione, disponibile sul web, con lo scopo di favorire la promozione del territorio della Provincia. In questa pubblicazione sono, tra gli altri, illustrati 5 monumenti legati alle radici della città:  la chiesa di Santa Maria di Castello, Palatium Vetus, la ex chiesa di San Francesco, l’Antica Cattedrale e il Tinaio degli Umiliati.

Sorpreso dal fatto che fra le visite ai palazzi ed edifici storici della città organizzate dal Comune il 5 maggio c.a. non comparisse il Tinaio degli Umiliati, ho mandato una mail al sig. Sindaco chiedendo se era possibile conoscere i motivi per cui non era possibile visitarne i resti. Il sig. Sindaco, cortesemente, mi ha risposto affermando che essendo una struttura privata c’erano state difficoltà ad organizzare eventi all’interno.

Ricevuta la risposta ho inviato un ulteriore mail in cui facevo presente al sig. Sindaco che, in base ai miei ricordi di consigliere comunale, quando era stato approvato il progetto di ristrutturazione era previsto che nelle ore diurne fosse aperto al pubblico il passaggio fra via Lumelli e piazza San Rocco (ovviamente non ricordo esattamente il testo  della delibera, ma anche altri consiglieri condividono questa memoria). Continua a leggere “Il Tinaio degli Umiliati: precluso?, di Nicola Parodi”

L’addio… di Antonietta Fragnito

L’addio… di Antonietta Fragnito

L'addio

Non ricordo di averti dato il mio indirizzo
Entravi e uscivi
Poi d’ un tratto non sei venuto più
e fra la posta corrente
ho trovato il pacco dell’ addio
Certo devi aver allertato
tutte le risorse
per preparare un addio come dio comanda.
Un addio e’ un addio
e deve avere la stessa sacralità del primo incontro
Le parole
si le parole erano quelle giuste
E sì che mi hai amato
Tanto in verità
Nemmeno tu lo sai quanto mi hai amato
e quanto mi ami ancora
Lo capisco dall’ efferatezza
del modo in cui mi uccidi.

Avevo 13 anni il giorno in cui ammazzarono il giudice Borsellino

Di Maria Luisa Pirrone

Avevo 13 anni il giorno in cui ammazzarono Paolo Borsellino.

Non sempre si ricordano con chiarezza tutti i dettagli della propria adolescenza, ma il 19 luglio del 1992 lo ricordo molto bene.

Quel giorno mi trovavo a 50 km da Palermo. Quel giorno, quel maledetto giorno, ero una ragazzina in vacanza nel luogo che amava di più, la casa dei suoi genitori.

Dovevamo andare ad una festa, lo ricordo bene. Una di quelle feste del sud con tanta gente conosciuta e sconosciuta, una baraonda chiassosa e imperdibile di cibo, bambini, vecchi volti e abbracci.

Ci andammo come ad un funerale.

Ricordo il silenzio sull’auto lungo il percorso. Ricordo l’amarezza di mio zio, che ci diede la notizia e disse: L’ammazzaru comu li cani, riferendosi al giudice e a tutta la sua scorta. Non usò mezzi termini di fronte ad una bambina, non scelse parole meno dure per non impressionarmi, e di questo ancora oggi lo ringrazio perché da quella frase, diretta e violenta come un calcio in pancia, io percepii a soli 13 anni tutta la stanchezza di un’intera comunità. Il suo sguardo assente mi parlava di anni, decenni, e forse secoli, di rassegnazione. Continua a leggere “Avevo 13 anni il giorno in cui ammazzarono il giudice Borsellino”

26° anniversario della strage di via d’Amelio, di Lia Tommi

26° anniversario della strage di via d’Amelio, di Lia Tommi

Mattarella: “Non smettere di cercare la verità sulla strage di via d’Amelio”

.facebook_1532001132577(1).jpg56926749.jpg

Il presidente della Repubblica nel giorno dell’anniversario dell’eccidio: Era un giudice esemplare: probo, riservato, coraggioso e determinato. Le sue inchieste hanno costituito delle pietre miliari nella lotta contro la mafia in Sicilia. Insieme al collega e amico Giovanni Falcone, Borsellino è diventato, a pieno titolo, Il simbolo dell’Italia che combatte e non si arrende di fronte alla criminalità organizzata”.

Il presidente della Repubblica riconosce che sulla strage di via d’Amelio non esiste ancora una verità giudiziaria. E lo fa nel ventiseiesimo anniversario dell’omicidio del giudice Paolo Borsellino e degli uomini della scorta. “Onorare la memoria del giudice Borsellino e delle persone che lo scortavano significa anche non smettere di cercare la verità su quella strage”, dice Sergio Mattarella nel comunicato pubblicato sul sito del Quirinale.

“A ventisei anni di distanza – continua la dichiarazione del capo dello Stato – sono vivi il ricordo e la commozione per il vile attentato di via d’Amelio, in cui hanno perso la vita il giudice Paolo Borsellino e gli agenti Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi, Claudio Traina. Borsellino era un giudice esemplare: probo, riservato, coraggioso e determinato. Le sue inchieste hanno costituito delle pietre miliari nella lotta contro la mafia in Sicilia. Insieme al collega e amico Giovanni Falcone, Borsellino è diventato, a pieno titolo, il simbolo dell’Italia che combatte e non si arrende di fronte alla criminalità organizzata”. Continua a leggere “26° anniversario della strage di via d’Amelio, di Lia Tommi”

Il silenzio degli amanti, di Alisa Milani

Il silenzio degli amanti, di Alisa Milani

Il silenzio

Il silenzio degli amanti

Piano, senza urlare,
muoviti, stringimi,
accarezzami, amami,
senza far rumore.
Nel silenzio
della stanza vuota,
noi due c’incontriamo,
rubando al tempo
il nostro spazio,
i nostri momenti.
Assaporando
il profumo della nostra pelle
diventiamo amanti; Continua a leggere “Il silenzio degli amanti, di Alisa Milani”

Il racconto del ragazzo di Chiara, morta per una reazione allergica: “Ho tentato di tutto, è morta tra le mie braccia”

Il racconto del ragazzo di Chiara, morta per una reazione allergica: “Ho tentato di tutto, è morta tra le mie braccia”

Il racconto del fidanzato della 24enne morta per allergia alimentare dopo aver cenato in un ristorante del pisano

By Huffington Post

http---o.aolcdn.com-hss-storage-midas-b397097c59d372d4c5e74e3d167dd4d0-206535400-chara_r

FACEBOOK/CHIARA RIBECHINI

Una cena al ristorante e poi la tragedia: Chiara Ribechini, neanche 24enne, èmorta domenica 15 luglio a causa di uno shock anafilattico. La giovane con il fidanzato e due amici era stata a cena in un locale del pisano, dove si era già recata altre volte in passato. Il quotidiano La Nazione racconta la disperazione di Nicola Gabbriellini, fidanzato della giovane che ha voluto affidare il ricordo di quella terribile nottata a suo padre.

Chiara stava malissimo. Abbiamo capito subito che non c’era un minuto da perdere. Mi sono fermato lungo la strada soltanto quando ho visto che respirava sempre peggio. Le ho aperto la bocca, ho provato a tirarle fuori la lingua per non farla soffocare. È stato tutto inutile. Mi è morta tra le braccia. Continua a leggere “Il racconto del ragazzo di Chiara, morta per una reazione allergica: “Ho tentato di tutto, è morta tra le mie braccia””

FUGA DAL PARCO PER HORROR

FUGA DAL PARCO PER HORROR

Fuga

Novi Ligure: Non avremmo mai pensato che l’Horror tirasse più delle favole e degli spettacoli per bambini ma così è successo. Infatti il gioco teatro Fuga dal Parco organizzato dalla compagnia teatrale AKERON TEATRO ha raddoppiato portando a due i giorni dedicati a questa strana e paurosa performance facendo diventare il 22 la data di chiusura delle prenotazioni e il 27 e 28 Luglio la rappresentazione in due turni serali con solo pochi  posti ancora per partecipare a quello che è il gioco più spaventoso del teatro.

Per cui gli abitanti del centro storico a breve distanza dal Parco Castello non si preoccupino se sentiranno urla strazianti o se s’imbatteranno con individui dall’aspetto poco rassicurante. Continua a leggere “FUGA DAL PARCO PER HORROR”

“Articolo 32”: proiezione del docufilm di Emergency alla Casa di Quartiere

Di Maria Luisa Pirrone

“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività”, recita l’articolo 32 della Costituzione italiana.

“Articolo 32” è anche il titolo del film documentario che verrà proiettato questa sera alle 21,15 alla Casa di Quartiere e che parla proprio del lavoro di Emergency in italia, raccontando un paese dove anche un diritto umano fondamentale, come quello ad essere curato, non trova attuazione.

Famiglie in fuga dalla guerra, stagionali impegnati nella raccolta dei pomodori e tanti italiani, i cosiddetti “nuovi poveri”, descrivono le loro difficoltà ad accedere alle cure mediche di cui hanno bisogno.

Il racconto degli operatori si alterna al dialogo con Erri De Luca, Ascanio Celestini e Cecilia Strada.

Il gruppo Emergency di Alessandria sarà presente con un banchetto di raccolta fondi e per un aggiornamento sui progetti in corso.

 

“Articolo 32”

Regia Antonio Di Peppo

Con Erri De Luca, Ascanio Celestini, Cecilia Strada

Produzione Mario Viscardi Piano B

Casa di Quartiere, via Verona 116, Alessandria

Giovedì 19 luglio, ore 21,15

Il Cigno Reale, di Fabio S. P. Iacono 

Il Cigno Reale di Fabio S. P. Iacono

Il Cigno Reale

Una storia che…

Una storia da comporre.

Una storia nata anni fa, un libro che doveva chiamarsi “Il cigno di cristallo”.

Poi il tempo è passato, questa vicenda ha subito ulteriori modifiche, nel nome e nel contenuto, fino a divenire “Il cigno reale”, il libro che sto recensendo in questo momento.

Un libro che è il risultato di scelte, cambi di rotta e sensazioni contrastanti.

Un libro che è un puzzle, come spiega la quarta di copertina, un puzzle che si ricomporrà sotto il nostro sguardo, rapito da parole poste in un preciso ordine che si scaglieranno contro di noi, inondandoci con le loro emozioni.

Tre donne e un uomo, un affresco dalle tinte forti che esploderà con una forza impressionante. Continua a leggere “Il Cigno Reale, di Fabio S. P. Iacono “

Lombalgia e Fisioterapia

Antonella Lallo

Dott.ssa in fisioterapia AntonellaLallo

Per lombalgia s’intende un dolore che si irradia in zona lombo-sacrale. Colpisce il 70-80% della popolazione.

La lombalgia si ha fra la terza e la quinta decade di vita.

In base al tempo che intercorre nella durata della sintomatologia, la lombalgia viene classificata in acuta (dolore inferiore alle 6 settimane), sub-cronica (dalle 6 alle 12 settimane), cronica (superiore alle 12 settimane).

Se il dolore è cronico non si può più definire lombalgia perché non si tratta più di un semplice sintomo, ma si tratta di uno stato di malattia vera e propria dove rimangono permanenti i sintomi del dolore.

Come si fa a capire che quel dolore è un episodio di lombalgia acuta, si capisce dal manifestarsi di comparsa improvvisa con dolore intenso a seguito di un movimento brusco o di uno sforzo che ha sollecitato la schiena e che ha portato ad una contrattura…

View original post 275 altre parole

Cultura e relax

Viaggicchiando

Mattinata all’insegna della cultura, passata nell’ospedale di Ippocrate, uno dei primi ospedali dell’antichità, dove Ippocrate ha diffuso la propria medicina.

IMG_5923

Oltre ad essere in interessante sito archeologico, offre una vista spettacolare.

Si muore di caldo nel sito di quel che rimane dell’ospedale di Ippocrate, quindi decidiamo di andare al mare, almeno possiamo fare un tuffo e rinfrescarci.

Dunque andiamo a Lambi, spiaggia molto ben attrezzata, ci sono anche i gazebi oltre che ai classici ombrelloni e musica ad alto volume tutto il giorno.

Ordiniamo il pranzo direttamente da sotto l’ombrellone.

Ed il pranzo è servito, una buona birra ed un hamburger per ognuno, regalano la giusta dose di energia per la giornata!

La giornata si conclude con una cena nel solito lungomare a Kardamena e con un giro nei dintorni dell’hotel prima di andare a dormire.

04.07.2016

View original post

Penultimo giorno a Kos

Viaggicchiando

Iniziamo il giorno n° 501 insieme ed è invece il penultimo giorno a Kos, domani si torna a Livorno. Quindi usciamo molto presto dall’hotel e andiamo subito al mare, al Paradise Beach, ci prendiamo le sdraio e l’ombrellone per l’ultima volta a Kos e ci godiamo quest’ultima giornata di mare.

Pranziamo al Paradise Beach Bar, un gran bel bar sopraelevato che rende la vista ancor più particolare e gradevole.

IMG_5953

In spiaggia decidiamo pure quale sarà il nostro ristorante dove mangeremo stasera, lo stesso del quinto giorno perché è quello che ci è piaciuto di più e per l’ultima sera abbiamo preferito tornare dove sappiamo di star bene anziché provarne un altro di nuovo.

Come di consueto, nel post cena facciamo un giro a Kardamena e prendiamo una birra per fare un augurio di fine vacanza.

La sera già abbiamo cominciato a preparare le valigie in modo da essere avvantaggiati per…

View original post 4 altre parole

Livorno-Trento in Vespa

Viaggicchiando

Il bello di viaggiare in vespa è il sentirsi libero, di prendere qualsiasi strada si voglia, si sbaglia, pazienza, ci rimettiamo nella giusta via.

Il giro che ho organizzato è andare fino a Rovereto provincia di Trento, che è dove ho prenotato l’hotel, il giorno successivo fare un giro tra i passi di montagna e tornare a casa il giorno dopo.

L’organizzazione del viaggio è stata una delle parti che più mi ha entusiasmato, il preparare la vespa ad hoc, il testarla di modo da esser sicuro che tutto vada bene.

Per prepararla, ho dovuto aprire più volte il motore per perfezionarlo, e poi l’ho testata andandoci a fare delle girate, come ad esempio, andare all’Abetone (Lucca), San Gimignano (Siena), tutti giri giornalieri da almeno 250km.

La preparazione è avvenuta anche da casa, seduto alla scrivania davanti al pc, con carta e penna per studiare il tragitta migliore, e nel…

View original post 261 altre parole

Passi di montagna in Vespa

Viaggicchiando

Buongiorno, sveglia ore 7, per ritrovo colazione, poi andiamo al ritrovo a Marlengo vicino a Merano, dove al nostro arrivo troviamo già almeno altri 50 vespe!

Alle 12 partiamo in direzione Passo dello Stelvio, lungo il tragitto molti vespisti hanno avuto qualche incidente di percorso, chi più chi meno pericoloso, dalla foratura al grippaggio del motore.

Arriviamo a fondo valle, e cominciamo a fare i 48 tornanti che ci porteranno su in vetta allo Stelvio, dove godiamo di una vista unica e passano a salutarci pure due aquile!!

Pranziamo in cima allo Stelvio, con affettati e formaggi locali.

Per le 15.00 ripartiamo proseguendo verso il Passo del Bormio che ci regala curve e panorami spettacolari!

Per fortuna mi sono portato una tanica di benzina piena, altrimenti sarei rimasto a secco senza un goccio di benzina!!

Dopo la pausa a bordo strada per far rifornimento, mi rimetto in sella e proseguo…

View original post 310 altre parole

Sedo un dolore, di Susan Moore

Sedo un dolore, di Susan Moore

Sto male e vomito parole.
Non sono liquidi e umori ,
quelli si potrebbero capire.
Vomito pensieri
e cerco un seccho da riempire.
Non è colpa mia
se non ero sul carso,
o tra i cipressi antichi
o in attesa di cavalline storne,
ma se stessi bene,
guarderei il sole a est,
osserverei i cipressi al tramonto accoglierei le cavalle perse.
Dove sarebbero le parole nella felicità?
Ho la mia storia,
ho avuto una storia.
Oggi ho solo parole,
le vomito a caso.
Sedo un dolore.
SM TDR 19/07/18

Una valutazione comparata, la scelta è difficile… si impone un compromesso

Una valutazione comparata, la scelta è difficile… si impone un compromesso

Pier Carlo

di Pier Carlo Lava

Ebbene si, l’ora è giunta non è più possibile attendere oltre, il momento è solenne, so  bene che sono chiamato ad un impegno difficile ma sono un ottimista da sempre perciò sono certo che anche in questa occasione raggiungerò l’obiettivo prefissato.

Mi trovo di fronte a due vasetti di deliziosa crema di cioccolato: Gianduia e Gianduia Nero.

Ovviamente è preferibile consumarla spalmata su una fetta di pane ma in questa occasione ho deciso di sacrificarmi, perciò farò una valutazione comparata assaggiandole entrambi con il cucchiaino, del resto è come la degustazione dei caffè… nelle tazzine non ci deve essere lo zucchero, solo così si percepiscono a fondo gli aromi e le differenze qualitative.

Ma non divaghiamo devo affrontare la questione, dato che si impone prendere una decisione, chi vincerà  la crema Gianduia o Gianduia Nero?… Continua a leggere “Una valutazione comparata, la scelta è difficile… si impone un compromesso”

L’Intelligenza Artificiale, il futuro della selezione degli embrioni

HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone

Storicamente, il ruolo dell’embriologo è stato e rimane fondamentale nella valutazione e selezione degli embrioni vitali ad essere trasferiti nell’utero materno nei trattamenti di Riproduzione Assistita.

Questa premessa costituisce il punto di avvio dello studio del titolo “Using Artificial Intelligence (AI) and Time-Lapse to improve human blastocyst morphology evaluation”, che Marcos Meseguer, embriologo di IVI Valencia, ha presentato nel corso del 34º Congresso della Società Europea di Riproduzione Umana e di Embriologia (ESHRE), che si è svolto a Barcellona dall’1 al 4 luglio scorso.

Questa ricerca mostra come l’Intelligenza Artificiale (IA) sia la tecnologia più veloce e attendibile di cui dispone l’embriologo per classificare embrioni utilizzando immagini in Time-Lapse, oltre ad apportare conformità nei processi, di fronte alla variabilità ed eterogeneità legate al lavoro dell’operatore umano” – ha spiegato Marcos Meseguer, autore dello studio.

E’ la conclusione a cui arriva questo lavoro, al quale partecipa l’

View original post 260 altre parole

Di Maio difende Assia Montanino, 26enne di Pomigliano d’Arco assunta al Mise: “Non c’è persona più onesta di lei”

Di Maio difende Assia Montanino, 26enne di Pomigliano d’Arco assunta al Mise: “Non c’è persona più onesta di lei”

Il ministro del Lavoro replica all’articolo de Il Giornale: “È la figlia di un commerciante che ha denunciato i suoi usurai”
By Huffington Post

http---o.aolcdn.com-hss-storage-midas-e4c934691fd7bea4f3698afa8bc5fe4f-206535409-di+maio+assia

AGF/FACEBOOK

Luigi Di Maio replica a il Giornale, che nell’edizione odierna riporta la notizia dell’assunzione al Ministero dello Sviluppo Economico di Assia Montanino, 26enne di Pomigliano d’Arco, lo stesso paese del ministro del Lavoro. “Non ho mai conosciuto una persona più onesta e leale di lei”, ha scritto Di Maio in un post pubblica su Facebook.

Schermata 2018-07-19 a 08.47.08

Il Giornale parla di “balzo di carriera impressionante per la giovanissima napoletana”, il cui curriculum, sarebbe “un mistero”. Di Maio non ci sta e attacca: “Lo schifo che leggo oggi sul Giornale – scrive Di Maio nel suo post – va messo nella categoria della stampa spazzatura. La dottoressa Assia Montanino l’ho conosciuta 5 anni fa. È la figlia di un commerciante che ha denunciato i suoi usurai e ho avuto modo di conoscerla quando sono stato a far visita al padre per portargli la mia solidarietà. Era una giovane universitaria a cui decisi di dare una opportunità di tirocinio presso la mia segreteria di vice presidente della Camera. Negli anni si è distinta per la sua capacità di gestire situazioni complesse di segreteria. E posso assicurarvi che non ho mai conosciuto una persona più onesta e leale di lei. Vergognatevi”. Continua a leggere “Di Maio difende Assia Montanino, 26enne di Pomigliano d’Arco assunta al Mise: “Non c’è persona più onesta di lei””

Palazzotto smentisce la giornalista tedesca: “Tentativo di depistaggio”

Palazzotto smentisce la giornalista tedesca: “Tentativo di depistaggio”

A crew member of NGO Proactiva Open Arms rescue boat embraces African migrant in central Mediterranean Sea

Il deputato Leu, che era a bordo della nave di open Arms: “Mentre una motovedetta girava scena del salvataggio perfetto con una tv tedesca, l’altra lasciava in mare 2 donne e 1 bambino”
By Huffington Post
JUAN MEDINA / REUTERS

Quello raccontato dalla giornalista della tv tedesca N-tv Nadja Kriewald e quello testimoniato dal video diffuso da Open Arms sarebbero “due interventi diversi, uno ad 80 miglia davanti ad al Khoms, l’altro davanti a Tripoli”. Lo scrive su Twitter il deputato di Liberi e Uguali Erasmo Palazzotto, che era a bordo della nave Astral della ong spagnola: “Mentre una motovedetta girava la scena del salvataggio perfetto con una tv tedesca, un’altra lasciava in mezzo al mare 2 donne ed un bambino – racconta Palazzotto, per il quale la versione della giornalista tedesca non sarebbe altro che un “maldestro tentativo di depistaggio.” Continua a leggere “Palazzotto smentisce la giornalista tedesca: “Tentativo di depistaggio””

Maxi stangata Ue contro Google: multa da 4 miliardi

Maxi stangata Ue contro Google: multa da 4 miliardi

3b489b22-8b12-11e8-98cd-a89010e579db_ER7Z1JUZ7996-k4wE-U11101845240929MzH-1024x576@LaStampa.it

L’accusa: sistema operativo usato per aumentare il traffico. Il colosso fa ricorso e minaccia di far pagare Android

Google ha 88 mila dipendenti in tutto il mondo e un fatturato di 110 miliardi di dollari (dati 2017)

MARCO BRESOLIN  INVIATO A BRUXELLES

http://www.lastampa.it/

«Google ha usato Android come strumento per consolidare la posizione dominante del proprio motore di ricerca». È con questa frase che Margrethe Vestager ha giustificato la stangata dell’Antitrust Ue al colosso di Mountain View. La multa da 4,34 miliardi di euro è la più alta mai inflitta dalla Commissione a un’azienda privata. La stessa che, soltanto un anno fa, era stata condannata a pagare 2,4 miliardi al termine di un’altra inchiesta.  

Google ha subito annunciato ricorso contro la decisione di ieri, ma Bruxelles non si è limitata all’ammenda (che andrà versata in un conto sicuro in attesa del verdetto finale e poi, eventualmente, ridistribuita tra gli Stati Ue): l’Ue ha dato 90 giorni di tempo all’azienda per interrompere le pratiche contestate. In caso contrario, scatterà un’ulteriore sanzione pari al 5% del fatturato globale per ogni giorno di inadempienza.  Continua a leggere “Maxi stangata Ue contro Google: multa da 4 miliardi”

Alitalia, ritorno al futuro con lo Stato al 51%. Il governo: “L’italianità è fondamentale”

Alitalia, ritorno al futuro con lo Stato al 51%. Il governo: “L’italianità è fondamentale”

74f322de-8acc-11e8-98cd-a89010e579db_fd0dcd4e164f4f8e1821c11d226ed435-kDoG-U11101845894170MdD-1024x576@LaStampa.it

Allo studio una soluzione con Cdp nel capitale, possibile il coinvolgimento anche delle Ferrovie

ANSA

Alitalia è costata finora 8 miliardi di soldi pubblici

NICOLA LILLO  ROMA

Il punto fondamentale nel futuro di Alitalia è «l’italianità». Il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli sembra riprendere le parole di Silvio Berlusconi, che nel 2008 mise insieme i «capitani coraggiosi» per tentare il rilancio della compagnia evitando l’arrivo di Air France. Questa volta però il progetto non è di trovare capitali privati italiani, ma nazionalizzare direttamente la compagnia, «tornando a farla diventare di bandiera con il 51% in capo all’Italia e con un partner che la faccia volare». 

Il piano è stato svelato da Toninelli che lavora sul dossier insieme al ministro dello Sviluppo Luigi Di Maio. L’ipotesi allo studio sarebbe quella di coinvolgere la Cassa depositi e prestiti – in attesa della nomina dei vertici – ma anche aziende pubbliche che possono avere a che fare direttamente o indirettamente con l’azienda, spiega una fonte di governo. Il nome in prima fila è quello delle Ferrovie dello Stato, ipotesi inizialmente smentita da Di Maio ma che sarebbe allo studio di alcuni esponenti del governo, soprattutto in virtù del fatto che verrà nominato il nuovo amministratore delegato entro fine mese… continua su: http://www.lastampa.it/2018/07/19/economia/alitalia-ritorno-al-futuro-con-lo-stato-al-il-governo-litalianit-fondamentale-vKIcuNtpw4OT67yIc6I7nO/pagina.html

Sozzetti: Miglietta, “più etica d’impresa anche in Confindustria”. Poi, utilizzare i contributi per l’innovazione come “stimolo in più, ricordando che non si vive di contributi”

Sozzetti: Miglietta, “più etica d’impresa anche in Confindustria”. Poi, utilizzare i contributi per l’innovazione come “stimolo in più, ricordando che non si vive di contributi”

Miglietta

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Essere “più competitivi”. Utilizzare i contributi per l’innovazione come “stimolo in più, ricordando che però non si vive di contributi”. Sul fronte del ‘4.0’ gli incentivi sono importanti, ma lo è ancora di più “investire sulla competenza, anche attraverso un rinnovato rapporto con il mondo della scuola”.

Maurizio Miglietta, presidente di Confindustria Alessandria, coglie l’occasione dell’indagine congiunturale trimestrale (edizione numero 175) che rileva le previsioni di attività delle imprese associate per il trimestre luglio-settembre (hanno collaborato novantuno aziende associate tra le manifatturiere e quelle dei servizi alla produzione) per precisare quello che sarà il ruolo associativo sotto la sua guida.

Prima di dare la parola a Giuseppe Monighini (responsabile dell’Ufficio Studi) e a Renzo Gatti (direttore di Confindustria Alessandria), arriva l’annuncio: “È mia intenzione portare il principio dell’etica d’impresa all’interno dell’associazione. Ci sono piccole e grandi cose che si possono fare sul territorio e insieme ad altri”. Continua a leggere “Sozzetti: Miglietta, “più etica d’impresa anche in Confindustria”. Poi, utilizzare i contributi per l’innovazione come “stimolo in più, ricordando che non si vive di contributi””

Nel frastuono della tempesta, di Giusy Del Vento

Nel frastuono della tempesta, di Giusy Del Vento

Nel frastuono della tempesta
Dicesti “Ti amo”
Piano, quasi a te stessa
Ma io, riuscii a sentirlo
Furono così lisce, calde e morbide
quelle parole di seta
Come fossero una sciarpa
che mi annodasti al collo
La indosso ancora
sempre
Anche nei giorni di sole

Giusy Del Vento
Dal libro: “Le poesie sono alberi” edito da @les flaneurs edizioni

Su #Leflaneursedizioni #ibs #amazon e ordinabile in libreria ❤
Agrigento valle dei templi

Soffione

ORME SVELATE

pissenlitIl soffione è legato all’idea del distacco e del viaggio. I semi di questo fiore sembrano rappresentare perfettamente le fasi del ciclo della vita che ognuno di noi è destinato a compiere.
Nel linguaggio dei fiori, il soffione simboleggia la forza, la speranza e la fiducia.
In questo disegno gli uccelli rappresentano anche la rinascita, la capacità di ricominciare, rialzandosi dopo una difficoltà e trasformando gli eventi negativi in nuove opportunità.
Ricordo che da bambina, attribuendo potere magici, mi dicevano che bisognava soffiare su questo fiore esprimere un desiderio e attendere che si avverasse.
Anche ora, se vedo un soffione, mi concentro, penso ad un desiderio e soffio.

Giada

View original post

L’Italia è il paese dove le sperequazioni sono ai massimi livelli, e per provi rimedio occorrerebbe coraggio politico.  

L’Italia è il paese dove le sperequazioni sono ai massimi livelli, e per provi rimedio occorrerebbe coraggio politico.  

Questa presentazione richiede JavaScript.

Di Claudio Martinotti Doria 

E’ inevitabile che il pensiero ogni tanto si focalizzi sulle spaventose discriminazioni e sperequazioni che sono visibili e rilevabili nel nostro paese. Soprattutto se si è tra coloro che ne sono penalizzati e non beneficiati.

Mi riferisco ad esempio a come si sia abusato dei cosiddetti “diritti acquisiti”, che sarebbe più corretto definire “privilegi”. Privilegi arbitrari che sono mantenuti ancora oggi, nonostante le condizioni socioeconomiche gravissime in cui versa il paese e che giustificherebbe un loro drastico ridimensionamento, ma che vengono invece disintegrati con cinismo e nonchalance quando fa comodo alla classe politica asservita all’élite finanziaria speculativa globalista, come nel caso del trio Napolitano-Monti-Fornero nel 2011, quando hanno massacrato milioni di famiglie italiane con una riforma previdenziale che non ha precedenti al mondo per la sua durezza e asprezza penalizzante.

E ci hanno pure raccontato che l’hanno fatto per salvare il paese. Salvare da cosa? Semmai sono loro che hanno contribuito a distruggerlo e farlo saccheggiare e impoverire. Continua a leggere “L’Italia è il paese dove le sperequazioni sono ai massimi livelli, e per provi rimedio occorrerebbe coraggio politico.  “

Rinvio inaugurazione percorso ciclopedonale

Rinvio inaugurazione percorso ciclopedonale

Casale Monferrato

Casale Monferrato: Contrariamente a quanto indicato nel comunicato emesso il 16 luglio si segnala che l’inaugurazione del percorso ciclopedonale realizzato dal Comune che congiunge piazza d’Armi con via Madre Teresa di Calcutta, originariamente prevista per giovedì 19 luglio, è rinviata a data da destinarsi per motivi istituzionali.

Nonostante questo l’itinerario è già fruibile da alcuni giorni costituendo per pedoni e ciclisti una valida e più sicura alternativa a via Visconti per muoversi da e per l’area del Palaferraris oltre che per la zona commerciale.

TORTA RUSTICA AI FIORI DI ZUCCHINA

Antonella Lallo

La cucina Lucana By Antonella Lallo

Immagine By Antonella Lallo

TORTA RUSTICA AI FIORI DI ZUCCA

La torta rustica ai fiori di zucca è semplice da preparare ed è una torta raffinata e gustosa.

​INGREDIENTI:
-270 gr di ricotta,
– confezione di pasta sfoglia (rotonda),

-2 cucchiai formaggio grattugiato,

-1 uovo,
-16 fiori di zucchine,

-basilico q.b.
-sale q.b.
-olio di mais.

PREPARAZIONE
Lavate i fiori di zucchine,staccate il pistillo che si trova al centro al suo interno. Prendete una ciotola mettete la ricotta, uova, sale, formaggio grattugiato, basilico e 6 fiori di zucca separando ciascun fiore di zucchina in 3 petali, miscelate  fino ad ottenere una crema. Srotolate la pasta sfoglia e stendetela in uno stampo rotondo con i bordi bassi e bucherellate il fondo della sfoglia, versate l’impasto preparato, ripiegate verso l’interno i bordi di pasta eccedente e preriscaldate il forno a 250 gradi, mettete la teglia nella…

View original post 82 altre parole

In Toscana si chiama agrodiversità la nuova app

Creando Idee

Un repertorio di 871 varietà tra frutta, ortaggi, cereali, foraggi originari e razze animali. Il patrimonio della terra in Toscana può essere scoperto, conosciuto e consultato grazie a un’app. L’agricoltura, dunque, diventa digitale. Si chiama Agrodiversità toscana il nuovo strumento che mappa il patrimonio di tutte le 871 specie locali presenti in Toscana, per entrare in contatto con i coltivatori custodi delle razze e delle varietà. L’applicazione digitale è una vetrina di ricerca e di promozione a favore della biodiversità toscana: consente, infatti, di trovare i punti di interesse geolocalizzati sulla mappa, scorrere gli elenchi delle varietà e delle razze, leggerne le caratteristiche, le peculiarità e trovare la lista e i contatti degli agricoltori custodi. La Toscana ha un’esperienza ultraventennale in questa materia. Grazie al sistema di tutela della biodiversità agricola sono state messe a registro 871 varietà di frutta, ortaggi, cereali, foraggi autoctoni e di razze animali Un…

View original post 39 altre parole

Analysing The Relationship Between Wolverine And Mariko Yashida

The Comic Vault

Wolverine has faced many challenges in his long life, but he’s also found love on several occasions. Logan has loved many women, with one of his most enduring relationships being with Mariko Yashida. Their relationship is essential to understanding who Wolverine is as a person because Mariko is a physical representation of his relationship with Japan. The Comic Vault is taking a look into the nature of their dynamic in order to see how Mariko inspired Wolverine to become a better version of himself.

View original post 936 altre parole

Appassionati di cucina e di stile

Creando Idee

Se siete appassionati di cucina ma anche di stile e volete mescolare queste due discipline, certamente sarete attratti al food design, che possiamo tradurre con ‘progettazione del cibo’. In pratica, il cibo viene considerato un oggetto di design e gli ingredienti che lo compongono vengono visti come materiali. In questo modo, si possono creare anche delle vere e proprio opere d’arte dove non conta solo l’aspetto estetico. Se siete già esperti o se non avete mai sentito parlare di questo settore e siete curiosi, Airbnb ha organizzato un’esperienza, una sorta di laboratorio, a Milano.Potrete progettare, personalizzare e assaporare meravigliosi centrifugati, accompagnati da un buon bicchiere di vino o da una limonata aromatizzata allo zenzero. Creerete una ricetta in un barattolo speciale che potrete poi portare a casa come ricordo oppure come regalo originale per amici e parenti. Durante l’esperienza, il vostro ospite vi svelerà tutti i segreti per stupire a…

View original post 114 altre parole

Prendere decisioni

Creando Idee

Prendere decisioni. Il tema a prima pare frutto di elaborati processi mentali, di problemi analizzati a fondo, soprattutto dal punto di vista razionale. Pensiamo a grosse decisioni in campo lavorativo Affrontiamo quell’investimento sulla nuova linea di produzione? Ma anche nella nostra vita di tutti i giorni, già da quando dobbiamo decidere se alzarci al mattino o dormicchiare ancora, se fare colazione con cappuccino e brioche o con un semplice caffè, se proseguire una relazione affettiva, affidarci alle cure di uno specialista, oppure decidere tra un primo piatto o un insalata, o fra vacanze al mare o in montagna. Se ci pensiamo, prendiamo continuamente decisioni. Alain Berthoz, ne è assolutamente convinto. La decisione è una proprietà fondamentale del sistema nervoso fondata su meccanismi di simulazione interna del corpo nasciamo e ci evolviamo per prendere decisioni, in rapporto al mondo è stato dimostrato che l’uomo non decide solo razionalmente, ma anche con…

View original post 7 altre parole

Agenti immobiliari: “Insultare un’intera categoria è inaccettabile” 

Agenti immobiliari: “Insultare un’intera categoria è inaccettabile” 

FIAIP

Paolo Papi (Fiaip Piemonte), difende il lavoro di migliaia di persone da “attacchi gratuiti e interessati” 

“Un attacco immotivato e forse interessato a un’intera categoria di operatori, che da sempre ha assicurato al Paese un ordinato e professionale svolgimento delle compravendite immobiliari”. Da parte del presidente di Fiaip Piemonte Paolo Papi arriva una dura critica alla reprimenda a firma del direttore del “Quotidiano immobiliare” Guglielmo Pelliccioli, che sostanzialmente “infanga il lavoro di decine di migliaia di professionisti dell’intermediazione immobiliare”.

“Bisogna sempre considerare da chi arrivano certe critiche – spiega Papi – e interrogarsi su quali ragioni spingano questo illustre giornalista a tali affermazioni. Forse qualche potentato economico che per primo ambirebbe a mettere le mani sul mercato immobiliare italiano, in particolare su quello dell’intermediazione? Come se loro avessero il know how per poter regolamentare il settore in maniera corretta”. Continua a leggere “Agenti immobiliari: “Insultare un’intera categoria è inaccettabile” “

Legambiente: “Applicare la legge sugli ecoreati e rilanciare le alleanze”

Legambiente: “Applicare la legge sugli ecoreati e rilanciare le alleanze”

Questa presentazione richiede JavaScript.

A SAN MAURIZIO D’OPAGLIO SI È SVOLTO IL CONVEGNO DEDICATO AL PATTO PER TUTELARE IL LAGO D’ORTA: PRESENTI IL PRESIDENTE DI LEGAMBIENTE NAZIONALE, I RAPPRESENTANTI DELL’ECONOMIA INDUSTRIALE E DEL TURISMO E GLI AMMINISTRATORI DEL TERRITORIO.  

Legambiente: “Applicare la legge sugli ecoreati e rilanciare le alleanze”

Prosegue la quarta tappa dell’edizione 2018 di Goletta dei Laghi sul Lago Maggiore, la campagna di Legambiente realizzata in collaborazione con il Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati (CONOU) e Novamont, che da tredici anni attraversa l’Italia per monitorare la qualità delle acque, degli ecosistemi e dei territori dei laghi. Da anni sono due i fronti principali del lavoro di campionamento della Goletta dei Laghi: l’inquinamento microbiologico e quello delle microplastiche in acqua e dei rifiuti sulle spiagge.

A conclusione della tappa si è svolto il 13 luglio, a San Maurizio d’Opaglio, la tavola rotonda  Industria, turismo ed ecosistema lacustre. La ricerca continua dell’equilibrio. Un’iniziativa ideata e promossa dal circolo di Legambiente “Gli Amici del Lago”, in collaborazione con l’Ecomuseo del Cusio, in seguito allo sversamento inquinante dello scorso maggio nel lago D’Orta, fondamentale attrattiva turistica e centro nevralgico dell’identità territoriale.  Continua a leggere “Legambiente: “Applicare la legge sugli ecoreati e rilanciare le alleanze””

Ancora sversamenti nel Lago d’Orta. Legambiente si costituirà parte civile: “Si applichi la legge 68 sugli ecoreati: chi ha inquinato deve pagare”

Ancora sversamenti nel Lago d’Orta. Legambiente si costituirà parte civile: “Si applichi la legge 68 sugli ecoreati: chi ha inquinato deve pagare”

unnamed

Dopo l’episodio di inizio maggio, venerdì scorso un altro sversamento di residui di lavorazione di cromatura e soda caustica nel Lago d’Orta (NO) 

Ancora sversamenti nel Lago d’Orta. Legambiente si costituirà parte civile: “Si applichi la legge 68 sugli ecoreati: chi ha inquinato deve pagare” 

Legambiente si costituirà parte civile contro gli ecocriminali che venerdì scorso hanno nuovamente sversato residui di lavorazione di cromatura e soda caustica nel Lago d’Orta, a San Maurizio d’Opaglio (NO). A dichiararlo, in una nota congiunta, il presidente nazionale di Legambiente Stefano Ciafani, il presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta Fabio Dovana e il presidente del circolo di Legambiente Gli Amici del Lago Massimiliano Caligara: “Confidiamo che ora chi ha commesso questo delitto contro l’ambiente paghi in modo esemplare. Ciò è finalmente possibile grazie alla nuova legge sugli ecoreati che ha introdotto cinque nuovi reati ambientali, tra cui quello di disastro ambientale che prevede la reclusione da 5 a 15 anni”. Continua a leggere “Ancora sversamenti nel Lago d’Orta. Legambiente si costituirà parte civile: “Si applichi la legge 68 sugli ecoreati: chi ha inquinato deve pagare””