Il Cristo Velato

Il Blog di Roberto Iovacchini

Cristo-Velato

Nel recente post dedicato a “A chi appartiene la notte” ho ricordato che nella trama del libro si parla del “Cristo Velato”, una famosa scultura del 1753 realizzata da Giuseppe Sammartino e commissionata dal Principe di San Severo.

Raimondo di Sangro principe di SanSevero è stato un uomo dai molteplici talenti ed interessi che spaziarono dall’alchimia, esoterismo, letteratura, anatomia. Si interessò a molti diversi campi della scienza e delle arti, dalla chimica all’idrostatica, dalla tipografia alla meccanica. Ad oggi la sua principale eredità è la arcinota “Cappella di Sansevero”, il mausoleo di famiglia che comprende alcune opere straordinarie, tra cui il “Cristo Velato”.

La scultura mostra il corpo di Cristo sdraiato, privo di vita, coperto da un lenzuolo marmoreo finissimo. La statua ha dato origine ad alcune leggende riguardo l’origine del velo che dicevano fosse stato realizzato grazie ad una misteriosa tecnica alchemica di marmorizzazione del tessuto scoperta dal Principe…

View original post 202 altre parole

Il banchiere di lucifero

Il Blog di Roberto Iovacchini

index

Titolo: Il banchiere di lucifero

Autore: Bradley C.Birkenfeld

Editore: RaiEri

Bradley Birkenfeld voleva diventare un pilota dell’aviazione americana ma il destino lo ha dirottato verso gli studi economici. Il primo impiego in una banca americana poi l’avventura in Svizzera fino a toccare il vertice della finanza. Procurava clienti per la potentissima banca svizzera UBS. Clienti particolari, persone in grado di trasferire milioni e milioni di dollari nei capaci forzieri svizzeri. Soldi messi al sicuro, protetti dal fisco e da ogni tipo di indagine. Birkenfeld procurava clienti importanti provenienti dagli USA, per farlo aveva a disposizione ogni mezzo, aerei privati, imbarcazioni di lusso, eventi esclusivi, cene nei migliori ristoranti del mondo ed ogni mezzo che fosse attraente per quella categorie di persone troppo ricche per poterle attrarle con metodi tradizionali.

Bradley è un grande affabulatore, attrae i ricchi con tutti i mezzi ed è uno dei migliori procacciatore di clienti di…

View original post 420 altre parole

Fiera y cruel…

Poesía de Lucio Data

Fiera y cruel se desliza por tu imagen           x+ esta hélice de arcilla que aviva mi sangre. Penetra en el crepúsculo de mis ondas rompiendo la tibia canción que te nombra... hasta detonar y explosionar los viejos cartuchos en la recámara de la trastienda de mi botica. Tus ojos altivos y serenos con su cincel han roto el cerco, se adentran en la fontana clara, donde flota el leño tierno... Guirnaldas hechas trizas se alborotan con las huestes del asedio ...en el puente de playa, de tus espléndidos portentos. Me ahogo en este acuchillamiento, “vomitá”/babas de mi palo miel de higo... Trepanando la quijotera tela de la bragueta, templete de marajá/“descojoná” de mico. Sin ideas, mis generales cobardicas se rinden a tus pies; con un fax abdican... Poco después, cuando te descuidas... se rearman, te suplican, y tú les dejas escalar/ moler la perla rosa que…

View original post 51 altre parole

Tutti sapevano(2)

SempreAdelantando

Di Roma e della povera Desirèe si sono dette anche sin troppe cose. Ma io vorrei porre l’accento su quella che, in questo disgraziato Paese, sembra ormai consuetudine assodata da sempre. Ovvero quella per la quale salta fuori che tutti erano informati del luogo e delle sue condizioni, però nessun ha agito per porre rimedio alla cosa. Certo, magari non si sarebbe potuta evitare la morte della ragazzina. Si sa che, quando si cade in certi giri, è abbastanza facile che ci si lasci le penne. Ma, perdiana, se ci fosse un minimo di interesse per la cosa pubblica in certi politici, dovrebbero pure cercare di farci qualcosa, invece di, poi, precipitarsi sul luogo del misfatto per fare campagna elettorale. Quasi che la loro vita fosse ormai ridotta ad una campagna elettorale permanente.

Quindi, come sempre, non s’è detta quella più importante: quella che tutti sapevano:

-la proprietà che, tutta…

View original post 207 altre parole

Poesie e certezze.

Non sono Carrie

Questa è una poesia che non conoscevo,ma che ora adoro. Tanto vera e tanto dolce .

Itaca

Quando ti metterai in viaggio per Itaca 
devi augurarti che la strada sia lunga, 
fertile in avventure e in esperienze. 
I Lestrigoni e i Ciclopi 
o la furia di Nettuno non temere, 
non sarà questo il genere di incontri 
se il pensiero resta alto e un sentimento 
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo. 
In Ciclopi e Lestrigoni, no certo, 
né nell’irato Nettuno incapperai 
se non li porti dentro 
se l’anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga. 
Che i mattini d’estate siano tanti 
quando nei porti – finalmente e con che gioia – 
toccherai terra tu per la prima volta: 
negli empori fenici indugia e acquista 
madreperle coralli ebano e ambre 
tutta merce fina, anche profumi 
penetranti d’ogni sorta;
più profumi inebrianti che puoi, 

View original post 110 altre parole

Riassumendo l’estate: la scuola estiva in ospedale

Una valigia di desideri

Avevo già presentato il progetto in Nuovo progetto in vista! e ora che questa esperienza si è conclusa è giunto il momento di fare un resoconto finale.

In generale è stata un’esperienza positiva, però ho riscontrato anche delle criticità.

Il mio ruolo era quello di segretaria del mattino: in coppia dovevamo girare nelle camere dei bambini in pediatria e chiedere se nel pomeriggio avessero voglia di fare qualche attività didattica, appuntandoci poi su delle schede quanto ci venisse detto o quanto noi avessi potuto dedurre dalla situazione (sì, dovevamo usare la nostra osservazione per descrivere al meglio possibile la situazione di ogni bambino, magari come li trovavamo emotivamente o fisicamente) e infine, una volta fatto tutto il giro, dovevamo riportare ai coordinatori tutto ciò che avessimo fatto, in modo che loro potessero fare poi fare gli abbinamenti (bambino-insegnante) per il pomeriggio.

Questa esperienza è andata un po’ in discesa, ovvero…

View original post 860 altre parole

Donna al tramonto

Suoni diversi beccati sul mio cuore

Tecnica mista su tela 80×90

Donna al tramonto  80x90  tecnica mista su tela.JPGI triangoli neri della tua ombra
si allungano come le mie paure,
incubi nei labirinti della mia mente
assopita dai tagli della memoria.
Si allungano come folgori di luce bianca
che penetrano la stanza
amanti violente senza sesso
mentre tu giaci come me
immobile e nuda.
Si allungano nel tuo letto sfatto
di lenzuola rosse e passioni ancora vive
fra le spade della luce
che tagliano l’aria.
Ombre maledette dei tuoi fantasmi
e dei miei
leggeri e impalpabili
ricordi del passato
che slittano nella tua mente
e nella mia.

View original post

Potrei perdermi

Suoni diversi beccati sul mio cuore

Foto Nikon (rosanna fiori)

DSC_0107.JPG

Se mi guardi, amore,

potrai vedere dentro te le mie carezze

non posso pensarmi senza i tuoi occhi

o le tue labbra che mi raccontano la vita

le strade le scelte o senza te

potrei perdermi nel vuoto inconsistente del buio

e questa mia esistenza

avrebbe il sapore del cielo invernale

quando la nebbia incombe

a nascondere i tratti del mondo.

View original post

Fammi scoprire …

Suoni diversi beccati sul mio cuore

Foto Nikon  Rielaborazione rosanna fiori

studio.jpg

Fammi scoprire che il mondo non è solo uno schianto
di lamenti e urla nel fango attutito di ghiaccio

E quando tutto si scioglierà sotto quel fango
scopriremo solo i nostri cuori
stracciati da lacrime calde

Imputridiscono sul teschio della morte
nel bianco di nebbia mattutina
non vedo che sabbia

E intuisco solo l’odore di te mio unico amante
che guardi al mio seno come fonte

Ma perderai la concezione di te nell’ultimo
mio dissennato consenso

E perdonerai la mia inutile pena

Amami ancora in questo gelo dell’umana stirpe

Coperti dall’intreccio delle nostre gambe

Scaldati dalle nostre nudità perfette

Vittime di un incanto

Commossi al profumo di fiori di carta

Moriremo soli

Ma saremo uniti per l’eternità.

View original post

Islanda

Suoni diversi beccati sul mio cuore

Foto Nikon (da ricordi di viaggi di rosanna fiori)

Sei  uno sputo di dio ancora caldo

e non c’è la ragione dell’uomo

infilata fra le tue rughe

solo fuoco e ghiaccio e ferite aperte

spaccature

dove le nostre anime potrebbero traslocare

e sopravvivere

nascondendosi fra i muschi e i licheni

fra i vapori caldi e il  fumo di zolfo

e avvolte dal manto del tuo cielo

e della tua terra nera

o sotto le croci bianche dei cimiteri

così pochi per pochi morti

accanto alle case fattorie

così solitarie

e sperse sui campi

dove il silenzio è uguale

e per i morti e per i vivi

e il totale abbandono dell’infinito

è come uno straccio

verde sui tuoi prati

o grigio nelle ombre dell’oceano

sull’artico.

E la tua lava sterminata fino al mare

dall’onda del fuoco

è morta anche lei

ma non ha croci

solo le ali aperte dei gabbiani

View original post 118 altre parole

Arte fluorescente, di Cristina Saracano

Alessandria: Sabato 3 novembre alle 17 al museo Etnografico della Gambarina di Alessandria, Luciana Mietta esporrà le sue opere nell’ambito di una mostra intitolata “Welcome nell’arte fluorescente e fosforescente”

Hobbista e autodidatta, Luciana, vuole diffondere la magica arte fluorescente, con la caratteristica di vedere i suoi dipinti illuminati da una luce ultravioletta e per i quali, nel realizzarli, ha utilizzato colori fluorescenti che reagiscono alla frequenza di quella luce, ma sono anche fosforescenti e, quindi visibili al buio.

La tecnica è stata inventata negli anni Cinquanta da Andy Warhol in America, ma anche utilizzata da Lucio Fontana, Massimo Meda e, recentemente da Andy Fluon dei Bluvertigo.

In occasione degli 850 anni di Alessandria, Luciana Mietta ha donato alla città alcune sue opere, esposte alla mostra.

Seguirà rinfresco.

Castagne come mangiarle e perchè

Creando Idee

Buone, versatili, benefiche, economiche: le qualità delle castagne sono sotto gli occhi di tutti. E’ l’ingrediente principale dei menu autunnali, nonché grande protagonista nelle sagre, fiere e feste, sparse per tutto il territorio nazionale. Chi sa resistere, infatti, al gusto delle bruciate?La castagna contiene 200 calorie ogni 100 gr e 370 se il prodotto è secco. E’ costituita per metà da acqua e contiene vitamine C, B1, B2, PP, pochi grassi, molte fibre. Importante la presenza del potassio, che rinforza muscoli e ghiandole, possiede qualità antinfiammatorie ed è utile in caso di febbre e dolori reumatici. Ma contiene anche fosforo, il sodio per la digestione dei cibi, il ferro per la circolazione sanguigna e lo zolfo per le ossa.Dalle caldarroste alla vellutata, ecco alcuni modi semplicissimi per cucinare le castagne Prima di tutto, ovviamente, arrosto. Fate un taglio di circa 3 cm e mettetele in una ciotola con dell’acqua per…

View original post 183 altre parole

Pasta e… dieta

Creando Idee

Spesso si sente dire che la pasta è un alimento che non deve essere presente all’interno della dieta, poiché questa fa ingrassare, ma in realtà la sua caratteristica negativa è assolutamente sbagliata, perché i carboidrati devono comunque far parte della nostra dieta sana. Grazie al suo basso indice glicemico  i picchi di zucchero nel sangue sono minori rispetto quelli causati dai carboidrati raffinati è senz’altro un alimento da aggiungere alla nostra dieta. A darne conferma è lo studio condotto dal St. Michael’s Hospital, in Canada: stando a quanto  ha riferito la ricercatrice di origini italiane, Dott. Chiavaroli, non è la pasta a far aumentare il grasso corporeo. Anzi, grazie ad una dieta accurata si è visto un calo del peso leggero nelle persone coinvolte in questa ricerca. Dai controlli, difatti, è emerso che mangiando in media 3,3 porzioni di pasta a settimana, invece di altri carboidrati, sono riusciti a perdere…

View original post 45 altre parole

Un insolita passeggiata…a caccia di tartufi

Creando Idee

È tra i cibi più cari al mondo e anche tra quelli più affascinanti perché va trovato, scoperto, ripulito, annusato e, infine, cucinato. È il tartufo o “Tuber Micheli”, un fungo ipogeo ovvero che vive sotto terra a forma sempre diversa di tubero. Conoscerlo più da vicino è un’esperienza straordinaria perché si scopre la filosofia e la passione che risiede dietro al prodotto. Se volete vivere questa esperienza in prima persona basta andare a Savigno, un piccolo comune immerso in Valsamoggia nel bolognese, famoso proprio per il suo tartufo che è apprezzato in tutto il mondo.In queste terre, grazie a Bologna Welcome, il portale ufficiale della città dedicato al turismo, si può passare una giornata molto interessante e scoprire curiosità inerenti al tartufo, sperimentando anche la “caccia” e l’assaggio.Appennino Food: il primo approccio con il tartufo.Il primo step del pacchetto di Bologna Welcome inizia da Appennino Food, l’azienda con sede…

View original post 258 altre parole

Reti fognarie: Conclusi lavori collegamento reti Spinetta Marengo, Cascinagrossa, Litta Parodi e Mandrogne alla rete di depurazione di Alessandria

Conclusi i lavori di collegamento delle reti fognarie di Spinetta Marengo, Cascinagrossa, Litta Parodi e Mandrogne alla rete di depurazione di Alessandria.

Investiti oltre 2,5 milioni di euro per la sostenibilità ambientale del territorio e per la tutela dei corsi d’acqua.

 

 

L’intervento che viene presentato oggi rappresenta l’ultimo tassello di un lavoro complesso e avviato diversi anni fa, e che ora grazie all’investimento di AMAG Reti Idriche consentirà di dotare una vasta porzione della Fraschetta del collegamento fognario alla rete cittadina di Alessandria. I lavori hanno interessato le reti fognarie di Spinetta Marengo, Cascinagrossa, Litta Parodi e Mandrogne e hanno previsto la realizzazione di due sollevamenti fognari, quello di Spinetta Marengo e quello denominato Pederbona, in quanto non lontano dall’omonima cascina.

I lavori di ultimazione sono iniziati il 23 aprile scorso e si sono chiusi il 31 agosto. Ai primi di ottobre, una volta terminato l’allacciamento elettrico necessario, i due collegamenti fognari sono entrati regolarmente in funzione.

Per rispettare la scadenza si è lavorato senza sosta per tutto il mese di agosto. Ad eseguire i lavori è stata la Gisabella S.a.s. sotto la direzione di AMAG Reti Idriche, nella persona dell’Ing. Simone Moscardini.

I lavori dell’intervento relativo ai due impianti di sollevamento sono costati 611 mila euro, raggiungendo così l’importo complessivo dall’avvio del progetto di 2,5 milioni di euro Continua a leggere “Reti fognarie: Conclusi lavori collegamento reti Spinetta Marengo, Cascinagrossa, Litta Parodi e Mandrogne alla rete di depurazione di Alessandria”

Nuova tangenziale – Individuata la causa del cedimento. La Provincia: “Martedì riapriamo”.

Nuova tangenziale – Individuata la causa del cedimento. La Provincia: “Martedì riapriamo”.

Alessandria: Nella riunione che si è tenuta questa mattina, alla presenza di SCR, Provincia di Alessandria, Comune di Tortona e Itinera Spa, sono stati illustrati gli esiti dei sopralluoghi e delle verifiche effettuati al primo giunto del viadotto della nuova tangenziale di Tortona.

Provincia Alessandria copia

La criticità non risulterebbe essere di carattere strutturale e la Società Itinera provvederà già nella giornata odierna ad eseguire l’intervento necessario.

La Provincia di Alessandria prevede la riapertura della tangenziale dalle prime ore di martedì prossimo 30 ottobre, trascorso il tempo necessario per la maturazione e l’assestamento dei lavori.

Resta nel frattempo interdetto il traffico sulla tangenziale esterna all’abitato di Tortona – S.P. 211 bis, nel tratto compreso tra la rotonda dell’autostrada e la rotonda per Castelnuovo Scrivia.

Società Autostrade continuerà a segnalare le possibili uscite alternative al casello di Tortona, per cercare di non gravare ulteriormente sulla viabilità provvisoria della S.P. 211.

NARZECZONY Z DUBAJU czyli KOCHANEK MULTIMILIONER….

Paulina 007

P9300575.JPGDionizy, akta Okoniewskiej, natychmiast!!! – drze się Mr Lucyfer, władca piekła. Jest nie w humorze bo jego trener personalny zalecił mu ćwiczenia yogi. Pan Czeluści piekielnych po założeniu kopytka na swą czorcią szyję dostał takiego skurczu w lewym rogu i prawym pośladku, że może siedzieć jedynie lewym półdupkiem. Oraz od Dupków innych wyzywać….

Co ta kretynka wyprawia co wieczór…albo perwersyjne latino albo tańce jamajskie …i te jej kolejne zboczone legginsy!!! jeszcze filmiki w nich nagrywa….i jeszcze sierota marzy żeby obejrzeć fawele w Brazylii….to już przechodzi ludzkie pojęcie- jęczy Lucek rozmasowując prawy półdupek

P9200293.JPGW końcu jest z piekła rodem Szefie. A może by tak wezwać masażystę? – dopytuje się zmartwiony asystent piekielnego władcy.

Ten palant jest na urlopie. Wprowadzenie urlopów w piekle to był błąd mojego życia. – Lucyfer spluwa siarczyście na swoje lewe kopytko po czym zaczyna polerować je przygotowując pod popołudniowy pedicure- Na którą zamówiłeś mi pedikiurzystę, Dionizy?

Na…

View original post 1.218 altre parole

Versi e poi, ancora versi

Suoni diversi beccati sul mio cuore

Foto Nikon (rielaborazione ritratti rosanna fiori)

io verso.jpg

Versi dentro ai miei occhi
pupille accese dalla luce

versi nei miei capelli 
arruffati e scomposti

versi dentro la gola

versi dentro al cervello

versi che affogano nel cuore
poi nelle viscere

versi che scavano
nella mia incapacità
di amare, sicura di amare

attanagliano i miei consensi

versi che si dannano
in un inferno che è solo mio

versi concepiti per la vita
e distesi sulle tombe

versi e poi, ancora versi
nel buio più profondo

tutti protesi verso le stelle.

View original post

Fear; My greatest enemy

Yeeshahlifestyle

Fear,

You have always been in control of my life,

You stopped me from going through with my dreams,

You pushed me around like a puppet,

You made me believe I am worthless,

You caused me pain, sadness, and depression,

You made my life meaningless,

You broke my passion for my desires,But I am lucky I found strength to stand against you,

I am lucky I met with light, who gave me direction through the darkness clouded in my heart,

I also found hope which I had abandoned,

Now I have what it takes to fight you, I am not alone,

I have with me all you despise, hope, strength, passion and determination,

I am with my army, ready to take you down!

Ready to take control of my own soul,

Now I’m going to walk with my head up high, no YOU to scare me!

I…

View original post 15 altre parole

Embers of Love

Life Less Ordinary

The longings of my soul
An oblivion to all
The sobs of my heart
You’ve seen only in part
Will your heart bow
To the embers of my love?
My love for you can’t be contained
My brain needs to be trained
To stop this restlessness
Why do I Obsess?
I resent your busyness
unaffected is my fondness

Put an end to my restraints
Just listen to my complaints
I am bereft of slumber
With mild expressions of anger
Rend my heart to see
My desperate plea
Take me to a state of glee
To a world of dreams, I want to flee
Where you and I can talk for hours
Those moments will just be ours
When you satiate my thirst
And for a while, I’d be first
Your compliments, I treasure
Your presence gives me pleasure
you are my gift from heaven
In you, I find a safe…

View original post 6 altre parole

Alabaster

Life Less Ordinary

A Damsel in distress
She did not repress
Stuck by an epiphany
She rushed to Bethany
Burdened by her sin
Mary Magdalene
Clung to Jesus’ feet
Her tears washed it wet
His towel her tresses
His feet covered in kisses

At Simon’s abode
On the Lord, she poured
A perfume of nard
An alabaster full
The crowd was resentful
“That’s one year’s wages
This is outrageous!
Give it to the destitute”
Their observations were astute

Then said the master
“That perfume she poured
was to prepare for my burial
This feeling is surreal!
You will always have the poor
But not me, for sure
She did what she could
A beautiful deed to be told
All throughout the world
When the Gospel is preached”

– A poem by Maria Joseph

View original post

This Escapade – a poem by Paul Vincent Cannon

parallax

Escapade – Word of the Day

20130929_102306.jpg

Winter on the Blackwood River a few years ago.

This Escapade
The guilty pleasure of time stolen,
no one waiting or knowing,
with no appointed time to place us anywhere,
even Cronos wasn’t looking.
And so the world gently faded
as the river called us along
to sing its free-form song,
that together we would flow
and be yes to each other,
imperfectly complete,
and fully wondered.

©Paul Vincent Cannon

Paul,

pvcann.com

View original post

Fra le righe.

Memorabilia

Amo vivere fra le righe,

dove non c’è nessuno a guardare la mia faccia,

dove la parola non è folla urlante

ma bisogno sommesso di comporre bellezza.

Amo fare e disfare suoni e segni,

canzone che svela l’armonia del mondo,

caos e caso, matrimonio d’opposti

di carne e di sangue, di boschi e deserti.

Amo ascoltare la voce della notte

quando il tempo tiranno cede il passo all’eterno

e al buio ogni occhio può esser sincero,

sfidare perfino quello di Dio.

Amo levare al cielo il mio canto

essere nuda col mio sguardo più vero,

di giorno indossare il vestito più bello

e fingere il vuoto dentro il mio cuore.

View original post

Il parco rupestre di Lama D’Antico, San Giovanni e San Lorenzo

VOCI DAI BORGHI

Poco lontano dal borgo marinaro di Savelletri, nel comune di Fasano (Br), si nasconde uno degli insediamenti rupestri più significativi della Puglia. Si tratta del parco rupestre di Lama D’Antico, San Giovanni e San Lorenzo. E’una realtà poco conosciuta o relegata ai margini, se posta in relazione alle splendide vestigia della vicina città romana di Egnatia. Molte guide locali ne tracciano la storia in poche righe, riservando molte pagine alle meraviglie vicine; ma per gli studiosi l’insediamento rupestre di Lama d’Antico è uno dei punti di riferimento imprescindibile per la conoscenza della storia medioevale pugliese.
Per quanto non sia sopravvissuto alcun documento che possa far conoscere fatti, vicissitudini, situazioni che hanno determinato i mutamenti nella vita della comunità di Lama D’Antico, tuttavia, la memoria storica riesce ad ovviare ad una tale assenza documentaria, offrendo ciò che era stato l’insediamento nei tempi andati, al lavoro che vi si svolgeva al suo…

View original post 802 altre parole

Jazz Blues

RebirthShande6

Growing
Intense passions on marshes
Letting humans feed on
Flesh of migratory birds
Obviously it’s a lot of mental pressure
Playing on life grounds
With utterly your own ones,
omg,
Can you believe how maniac lovers become
Yet,
The tour was never an utter dismal one
Yes,
The greatest wish
I had was
As jazz is my ethereal whim
I didn’t see New Orleans
“U didn’t see New Orleans?”
Silly me as always
Wanted to just bet on
Numbers
that had never made any
One
Hit the jackpot
Followed races
With no finish line
Yet made me more of an indoor
Person
Snakes and ladders don’t amuse me
Cards a pass of time
Yet,
Another time
It’s New Orleans
And openings
Of the heart to
Niches’
from where the sun had exchanged
many a glorious winked sighs
Again being a lazy bum
Absolutely never craved for more
than what was…

View original post 32 altre parole

FLP Alessandria, inaugurazione sede, Stefania Gallo coordinatrice

FLP Alessandria, inaugurazione sede, Stefania Gallo coordinatrice

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Il 25 ottobre 2018 è stato inaugurato il nuovo ufficio di coordinamento territoriale FLP – Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche, in corso IV Novembre 59, Alessandria, coordinato da Stefania Gallo.

video: https://youtu.be/wf_7xU50af0

Martedì film del Circolo del Cinema Adelio Ferrero, di Lia Tommi

Circolo del Cinema Adelio Ferrero – Alessandria

NUOVA STAGIONE 2018-2019
SIAMO LIETI DI PRESENTARVI
IL FILM PIU’ VISIONARIO
DI UN VISIONARIO MAESTRO DEL CINEMA

MARTEDI’ 30 ottobre 2018, ore 21,15 proiezione del film:

“L’UOMO CHE UCCISE DON CHISCIOTTE”
di Terry Gilliam

Introduzione e commento al film di Roberto Lasagna

Possono assistere alla proiezione anche i non iscritti
La proiezione unica avverrà come di consueto presso la MULTISALA KRISTALLI

Nel corso della serata sarà possibile iscriversi al Circolo del Cinema
(Onde evitare code, si consiglia di presentarsi con qualche anticipo)

La tessera per la nuova stagione del Circolo del Cinema costa euro 12,00
Per gli studenti fino a 25 anni la tessera costa euro 6,00
Il costo del biglietto d’ingresso per i tesserati è di euro 5,00. La tessera della nuova stagione dà anche diritto alla riduzione (euro 6,00) per tutti i film della programmazione normale del Cinema Multisala Kristalli (sale Kubrick e Kurosawa) e del Cinema Teatro Alessandrino.
I non tesserati possono accedere alla visione del film acquistando il biglietto normale (euro 7,50)

 

 

Bastano pochi drink per cambiare la formazione dei ricordi

ORME SVELATE

Risultati immagini per drink saatchi art Too Much To Drink (Ken Lamken)

Una delle molte sfide con la lotta alla dipendenza da alcol e altri disturbi da abuso di sostanze è il rischio di recidiva, anche dopo il progresso verso la guarigione. Anche i fastidiosi moscerini della frutta hanno una bramosia per l’alcol, e poiché i segnali molecolari coinvolti nella formazione dei ricordi di ricompensa e di evitamento delle mosche sono molto simili a quelli negli umani, sono un buon modello per lo studio. Un nuovo studio sulle mosche trova che l’alcool dirotta questa via di formazione della memoria e modifica le proteine ​​espresse nei neuroni, formando il desiderio. Solo pochi drink in una sera cambiano il modo in cui i ricordi si formano a livello molecolare fondamentale. I risultati, pubblicati nella rivista Neuron, spiegano il motivo per cui l’abuso di droghe possono produrre ricordi davvero gratificanti mentre in realtà sono neurotossine. Tutte le droghe…

View original post 584 altre parole

RIVAROWEEN a Rivarone il 31 ottobre, di Lia Tommi

Amici, siete pronti per la notte più spaventosa dell’anno?

Si comincia alle 18:45 con il ritrovo in piazza del vecchio asilo per il consueto giro: “DOLCETTO O SCHERZETTO?

Alle 20:00, passeggiata paurosa con partenza dall’approdo fluviale, al termine della quale, presso la S.O.M.S., potrete assaporare la speciale pasta al sugo di basilisco, seguiranno giochi e animazione!!!Non mancate!!!👻🎃🎃👻

Chi lo desidera, potrà, come sempre, portare qualcosa da condividere alla cena presso la S.O.M.S!!!

Mostra fotografica alla libreria Mondadori, di Lia Tommi

Alessandria: Mercoledì 31 ottobre 2018, alle ore 18 , alla Libreria Mondadori di Via Trotti, 58 si inaugura la mostra fotografica “Wave Gotik Treffen”. Il Wave Gotik Treffen è un festival musicale che si tiene a Lipsia, in Germania, ogni anno in occasione della Pentecoste.

E’ il più grande festival in Europa e nel mondo dedicato alla musica goth e alla cultura dark in tutte le sue sfumature. Il festival dura quattro giorni, sebbene gli eventi inizino già nella settimana precedente e si concludano il martedì successivo
alla Pentecoste. Il Treffen coinvolge l’intera città, che mette a disposizione oltre venti location differenti per le diverse iniziative del raduno.

Tre fotografi di PASSOdopoPASSO, Monica Dorato, Valter Ravera e Bruno Appiani, si sono uniti nel tentativo di trasmettervi l’atmosfera di questo evento fantasioso.

Il Wave Gotik Treffen di Lipsia per qualcuno è un vero raduno di famiglia, per altri l’occasione di evocare i grandi fasti di un’epoca oscura. Un’immersione nell’universo gotico, fra una girandola di costumi dark, maschere tenebrose e abiti di “altre” epoche in un caleidoscopio di colori e stranezze, miscelate in un’atmosfera magica e occulta.

Ritroverete questa magia in una quarantina di scatti che Bruno, Valter e Monica hanno selezionato per “raccontare” il Treffen ed “emozionarsi” insieme a voi.

loc-lipsia-1941392328.jpg

Il Mercatino compra e vendita usato, al quartiere Galimberti. Intervista a Alessio Berruti e Carola Miegge

Il Mercatino compra e vendita usato, al quartiere Galimberti

Alessandria: Il Mercatino compra e vendita usato in piazza Basile (Villaggio Borsalino), quartiere Galimberti. Un ampio locale in franchising di 900 metri quadri con undici vetrine, antistanti la “Residenza Il Platano” e in piazza Basile, gestito in franchising da a .

Ulteriori dettagli a questo link: https://alessandria.today/2018/10/22/prossima-apertura-mercatino-compra-e-vendita-usato-al-quartiere-galimberti/

video: https://youtu.be/egqrvgfx-XI

Amami, di Asianne Merisi

Amami, di Asianne Merisi

Amami

Amami,
in respiri giovani e tenui aliti.
Amami,
in questa notte che sembra estranea ,
ora che nessuna creatura del mondo potrà bussare.
Amami,
quando il cuore è freddo e la luna è distante,
il giorno che si confonde tra i colori, annullando il buio della notte.
Amami,
in questa mia mente pazza,
dove ogni impulso gioca con il corpo e il cuore,
e le emozioni fanno i ghirigori sulle nuvole.
Amami,
quando impaurita mi sento sola e la vita
mi sembra di pietra dura,
quando arrabbiata punto le armi sulle delusioni,
e sparo alle ipocrisie che mi circondano.
Amami,
quando il mio passo è insicuro e la terra sotto i miei piedi è instabile,
quando un viandante stanco, cercherà rifugio nei miei pensieri e lascerà un tramonto insanguinato.
Amami,
e mostrami il vedere e il sentire
che non tutti possono avere,
donami l’insana pace.
Io, ti stringerò al mio petto
contro il mio corpo,
dritto nel mio cuore,
trà infiniti pensieri della mia mente
dove saprò proteggerti dalle meschinità.
Ti donerò ogni mia sconsacrata passione
in un letto di due corpi e un drappo di lino.
Ti sussurrerò la verità di ogni alito respirato,
dove i miei e i tuoi occhi troveranno pace solo guardandosi,
per essere messaggeri dei sentimenti buoni.
Amami,
e io ti amerò.
con ogni brandello di sentimento che pulsa dentro di me,
dove i giorni con te,
avranno il sapore di me,
e si riposeranno nelle notti di noi.
Amami,
perchè non conosco un giorno,
della mia esistenza che non ti abbia amato
lì….in tanti amori universali,
per conoscere quello tuo carnale.
Amami, e ti amerò,
perchè sono nata per farlo e morirò senza dimenticarlo.

#oltreMeAsianneMerisi
11 Settembre 2018

Intervista a Elisabetta Mattioli, scrittrice. Eros e fantasia, a cura di Marcello Comitini

Intervista alla scrittrice Elisabetta Mattioli a cura di Marcello Comitini

Alessandria today, dopo aver pubblicato la biografia della scrittrice Elisabetta Mattioli che trovate a questo link
https://alessandria.today/2018/09/29/la-scrittrice-elisabetta-matttioli-si-presenta-ai-lettori-di-alessandria-today/ 

Elisabetta
Elisabetta Mattioli

ha il piacere di offrire ai suoi lettori la possibilità di approfondirne la conoscenza pubblicandone l’intervista.

Benvenuta,Elisabetta!
Sono felice d’avere l’occasione di intervistarti e in particolare di presentarti ai lettori di Alessandria today. Loro e io avremo così la possibilità di conoscerti meglio e di conoscere meglio la tua variegata attività letteraria.
Ci vuoi raccontare chi sei, dove sei nata, cosa fai nella vita oltre a scrivere?

Buongiorno a tutti, il nome della mia città natale, non è importante, non sono legata alle mie origini, ho viaggiato in lungo e in largo, per tutta la vita, ormai ho raggiunto la conclusione che il termine “casa” è relativo, sono una cittadina del mondo. Posso farti una piccola confessione : Dove vedo il mare sono felice e mi sento a casa.
Cosa faccio nella mia vita? Della serie… Vissi, d’arte, d’amore, di passione e viaggi!
E mare : amico, compagno ed amante.

Qual è il tuo rapporto con la città dove vivi?

Nessuno in particolare, è una città importante dal punto di vista storico, culturale e la sua università è la più antica del mondo. (così mi hanno raccontato).

Ho notato che la tua prima pubblicazione è avvenuta nel 2013 . Hai iniziato a scrivere da giovanissima? E com’è nata l’esigenza di scrivere e in particolare di scrivere poesie? C’è forse stato un episodio che ti ha spinto a scrivere?

Ho iniziato a scrivere quando ero piccola, avevo sette anni, partecipai ad un concorso promosso dalla scuola elementare che frequentavo, era un racconto abbinato ad un disegno e vinsi il primo premio. Andai a ritirare la medaglia in un Hotel della mia città (un albergo ancora esistente). A quel tempo ero assieme a mia nonna materna, è uno dei pochi ricordi luminosi che ho di lei.
Per me scrivere, è passione, delizia e tormento, l’arte vive in me e io vivo in lei, fino a quando sentirò le parole e l’emozione, incidermi ogni meandro della pelle, so che non smetterò. Sono nata così, non ho memoria di un motivo particolare, però la sorella di mia nonna, una volta mi confessò che conservava ancora la mia prima poesia, si intitolava “Una rosa”, all’epoca avevo sette anni, mentre l’anno successivo scrissi un racconto, parlava di una bambina che perdeva suo padre, (moriva a causa di una malattia). L’insegnante mi “spedì” dallo psicologo, ed io ero abbastanza indispettita, non capendone la ragione. Quando mi chiese per quale motivo, avevo trattato un tema così spinoso, risposi semplicemente, che la morte faceva parte della vita e dovevamo accettarla. Continua a leggere “Intervista a Elisabetta Mattioli, scrittrice. Eros e fantasia, a cura di Marcello Comitini”

VOCI ALTERNE D’AUTUNNO, di Marcello Comitini

VOCI ALTERNE D’AUTUNNO, di Marcello Comitini

voci

Nei giardini solitari si staccano le ombre
intorno alle radici stanche degli alberi.
l’oro delle foglie che la pioggia ha immerso
in un sonno d’attesa di qualcosa di oscuro
marcisce nell’odore umido di morte.

Eterno alternarsi della Resurrezione.

Sui tetti delle case le nubi lacerate
entrano nelle stanze, spalancano le porte,
vertiginose viaggiano portando tenebre.
Gli uomini seduti nel chiasso delle piazze
sciolgono nei bicchieri il colore dei ricordi
guardano nel profondo buio delle finestre
come dentro gli occhi della donna amata.

Le finestre sporgono le loro orbite vuote.

Le case spente dalle dita del Tempo
hanno sparso il fondotinta sul carnato pallido
delle loro crepe.

Uno sciame di volti veleggia all’orizzonte
privi d’espressione lasciando nell’immensità
del cielo lontano piccoli fuochi bianchi.
Nel silenzio percorro, acrobata in sogno,
la fune della Fede vacillante sull’abisso
tra la natura che risorge nel fuoco dell’autunno
e le case che fingono eterna bellezza.

Mi seguono le foglie e l’odore della terra.

Se vedi due angeli… di Mariella Bartolucci

Se vedi due angeli… di Mariella Bartolucci

se vedi due

Se vedi

due angeli

che camminano

in questo

silente

paradiso,

ricordati di

togliere le

scarpe!!

L’erba è di

velluto

profumata

di muschio

e il cammino

si fa

a piedi nudi.

Non inoltrarti

nelle zone

d’ombra

dove puoi scoprire

quale sarà

il destino del

tuo cuore,

irradiato

da fredde emozioni

di un amore

scomparso….. Continua a leggere “Se vedi due angeli… di Mariella Bartolucci”

Marcello Comitini: Perché possa anch’io volare (testo e video)

Marcello Comitini: Perché possa anch’io volare (testo e video)

https://luigimariacorsanico.comS

https://www.youtube.com/watch?v=2-L0rZWo7mU

da: MARCELLO COMITINI
    QUARTO GIORNO
Poesie
Edizioni Caffè Tergeste
Copyrigh
t 2018

   Lettura di Luigi Maria Corsanico

   Sergei Rachmaninov – Cello Sonata in G minor
   Natalia Gutman , cello
   Elisso Virsaladze, piano

  Fotografie: L.M.Corsanico, Sur de Chile

Marcello Comitini – Perché possa anch’io volare ©

La luce si dilata dietro le montagne
traspare tenue come vetro azzurro
perché possa anch’io volare
oltre l’oscurità delle colline.
La notte si condensa fra le ombre delle querce
Si scioglie lentamente nella brina
scivola nelle acque ancora buie del fiume,
fugge trascinata lontano dalle onde.

Perché possa anch’io volare…

Io che resisto al vento pesante come sasso
chiuso in me stesso e nei miei desideri.
Leggero come foglia vincolata al ramo
tento di fuggire fremendo nella luce.
Io che sono ombra della notte,
carne della quercia, sangue di quel fiume
che si trascina tra le onde verso il mare. Continua a leggere “Marcello Comitini: Perché possa anch’io volare (testo e video)”

Chiamami col tuo nome di Andre’ Aciman, Recensione di Cristina Saracano

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

img-20181027-wa00098296232543093356021.jpg

Oggi pomeriggio, alle 16,30 alla libreria Mondadori, va Trotti 58, Alessandria, si parla di questo libro, letto da me qualche mese fa, vi ripropongo la recensione.

 

In un’estate di vent’anni fa sul Ponente Ligure, Elio, 17 anni, un’intelligenza viva e una passione per i libri e la musica, trascorre le vacanze nella casa di famiglia, dove si alternano ospiti illustri e, quindi, cene affollate.

L’arrivo di un giovane americano, Oliver, giunto sul posto per completare la sua tesi di post dottorato, porterà scompiglio nel timido Elio.

Oliver, la sua eleganza, la sua bellezza, le sue movenze: Elio non smette di osservarlo e di pensare a lui.

Diventano amici perché condividono esperienze e interessi.

Non possono smettere di star lontani: si cercano  e si danno appuntamento di nascosto dal resto del mondo.

View original post 111 altre parole

VIAGGIO, di Andrea Venanzi

VIAGGIO, di Andrea Venanzi

viaggio

Ti cammino affianco
anche se non ci sei.
Sento il tuo respiro
forse sarà il vento
Il tuo dolce sorriso
mi tiene compagnia.
Scivolo nei tuoi occhi
senza sapere chi sei
continuo a camminare
nei tuoi capelli per
addentrarmi nella mente.
Attraverso i tuoi silenzi
per conoscerti meglio.
Ti penetro nelle arterie
per arrivarti al cuore
e rapirti nell’amore.

Andrea Venanzi

Succede in via Moccagatta ad Alessandria

Succede in via Moccagatta ad Alessandria, un comodo parcheggio… sull’aiuola

Un comodo parcheggio.JPG

Alessandria: Un comodo parcheggio… sull’aiuola, gli automobilisti sono incredibili!!!, se potessero entrerebbero direttamente con l’auto dentro il locale dove devono andare… chi la guidava dopo avere parcheggiato in tal modo, fregandosene altamente del codice della strada e del prossimo e sceso e si è avviato tranquillamente a piedi, alcune presumibili… passanti osservano la scena. Occorre ricordare che a pochi metri di distanza esistono due grandi parcheggi a disposizione.

INTRIGANTE NOTTE, di Nadia Pascucci

INTRIGANTE NOTTE, di Nadia Pascucci

Intrigante

Portami via da qui amor mio
qui dove tutto mi parla di te
sei il mio credo, il mio universo,
la mia forza,
la quiete di un mare d’estate
Mi manchi come nessuno
Colma il vuoto intorno a me
portami dentro, ovunque,
nel tuo respiro,
nel battito del tuo cuore
dove è sempre primavera
stordiscimi con favole antiche
illumina la sera col tuo sorriso
è tempo di rondini,di mandorli in fiore
di pioggia di sguardi.
indossiamo noi stessi
cavalchiamo arcobaleni infiniti
sorvoliamo filari di stelle
facciamo scorrere il piacere di noi
in un delirio divino
Doniamoci l’intima essenza
di ciò che siamo, senza riserve,
in pienezza
nel grembo di una intrigante notte….

..Nadia Pascucci febb 2016

Solo

ORME SVELATE

Risultati immagini per alone saatchi art Alone (Leena Andersson)

Non c’è nessuno,
solamente dentro una voce
che adesso tace
come una spenta brace
affumicando il futuro
con esalazioni al veleno,
oramai non vi vedo
assenti presenze
indifferenti al dolore
di chi lentamente muore
e vorrebbe scappare
rinnegando se stesso
dissetandosi di lacrime,
urlando alla brezza leggera
così algida nella mia sera,
la notte della vita è vicina
il petto è trafitto da un pugnale
sento che adesso dovrò partire.

Daniele Corbo

View original post

Concorso letterario: “Dai voce alla tua storia”

HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone

Vulnerabilità, perdita di autosufficienza e disabilità sono condizioni di salute e di vita che riguardano sempre di più gli anziani e le loro famiglie per il continuo invecchiamento della popolazione. Questa situazione comporta un aumento della fragilità della persona dal punto di vista fisico ed emotivo e spesso una conseguente solitudine. Per questo Onda, credendo fortemente nel valore terapeutico della scrittura, promuove la II edizione del Concorso Letterario ‘Dai voce alla tua storia’ con il tema della solitudine e la fragilità dell’anziano” – afferma Francesca Merzagora, Presidente Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere.

Il concorso è aperto a tutta la popolazione e a chiunque desideri raccontare la propria esperienza diretta o indiretta, compilando il modulo di partecipazione scaricabile dal sito www.ondaosservatorio.it e presentando uno scritto sul tema scegliendo tra prosa e poesia.

I contributi dovranno pervenire entro il 14 dicembre 2018…

View original post 176 altre parole

Ironia a teatro, di Cristina Saracano

Fresonara: Appuntamento sabato 10 novembre alle 21,15 al teatro di Fresonara, con “Il testamento del ciabattino”, a cura della compagnia teatrale Il carro di Tespi.

La rappresentazione, con ironia e deliziosi momenti di ilarità, dimostra a quanto possano scendere in basso le persone per colpa di avidità e cupidigia.

Testo e regia di Domenico Bisio

Costumi e scenografia di Elisabetta Siri.

Un luogo misterioso: La Chiesa parrocchiale del mio paese, di Gianfranco Isetta

Un luogo misterioso: La Chiesa parrocchiale del mio paese, di Gianfranco Isetta

un 1a Foto_di_Luigi_Bloiseun 1aa ISETTA-GIANFRANCO-DEF

Ho sempre conservato nascostamente, ma non saprei dove e forse non è nemmeno importante, qualche spazio inesplorato della chiesa parrocchiale, dedicata ai Santi Apostoli Pietro e Paolo.
Come volessi tenere aperta una porta col passato del mio paese, conservato sempre quì per secoli a ricordarci anche percorsi di migliaia di esseri umani, miei compaesani che hanno solcato le mie stesse strade e respirato la stessa aria (più o meno), annusato odori antichi della natura, di cose e di umani in parte ancora presenti e molti ormai scomparsi.
Come volesse parlarmi, dirmi qualcosa che non conosco ma a cui mi sento profondamente legato.
Mi capita di entrare, quasi in punta i piedi come un ospite, in questo misterioso spazio quando non c’è nessuno.
La chiesa di giorno è spesso aperta, e mi ritrovo a immaginarmi in qualche altra epoca, ma senza nostalgie solo con grande curiosità e affascinato da eventi che mi scopro a rivedere, seduto su una panca o passeggiando tra le navate. Continua a leggere “Un luogo misterioso: La Chiesa parrocchiale del mio paese, di Gianfranco Isetta”