Nuovo romanzo per Pee Gee Daniel, di Lia Tommi

È uscito in versione e.book l’ultimo romanzo dello scrittore Pee Gee Daniel :
“Il messia di Orogrande”, Santi Editore. Presto anche in cartaceo.

Orogrande è un piccolo centro abitato ai confini con il Messico, nato in fretta e furia intorno a una miniera d’oro, presto rivelatasi una falsa promessa, così da gettare gli abitanti del luogo nel più triste degrado.
Un giorno giunge un forestiero, che con le sue belle maniere e un innato entusiasmo sembra poter ridare fortuna e speranza agli orograndesi.
Tra soldi restituiti, arrivo delle piogge, rapine sventate, tutti vengono affascinati dai poteri quasi magici del nuovo arrivato (fatta eccezione per il predicatore alcolista McCoy).
Ma è davvero tutto oro quello che riluce?

” E leggevo le tue poesie “, di Grazia Torriglia

” E leggevo le tue poesie “, di Grazia Torriglia

13090442_269553836724234_1541622713_n

È gia passato un anno
Da che ..leggendo le tue poesie
Io ti scrivevo :
” se tu sei davvero cosi’
Come scrivi l amore. …”

Poesie da allora
Senza mai smettere ,
Per prenderti l anima .

Poesie per entrare
Nella tua mente
Per aprire quella porta
Cosi’ sbarrata.
Continua a leggere “” E leggevo le tue poesie “, di Grazia Torriglia”

LEGGIMI SE PUOI, di Vittoriano Borrelli

LEGGIMI SE PUOI, di Vittoriano Borrelli

LEGGIMI SE PUOI

Gli scrittori hanno dieci, cento, mille vite da vivere tutte le volte che lo desiderano facendo leva semplicemente sull’immaginazione, l’unica in grado di spaziare da un contesto all’altro in ogni tempo. Ma lo stesso privilegio può essere goduto dal lettore che si appassiona ad una storia, un racconto, uno scritto che regala emozioni forti ed indescrivibili. Il dono della lettura è ambivalente sia per chi scrive che per chi legge.

Una delle soluzioni migliori per spendere bene il proprio tempo è aprirsi a questo connubio, riporre lo smartphone nel cassetto, spegnere la radio, la tele, regalarsi il silenzio facendo parlare le sole parole della lettura. Volare via da tutto il resto, anche solo per poche ore, è un esercizio semplice da seguire se si ha voglia di appartenersi, di esplorare le vie infinite dell’anima.

Il rapporto che si crea tra l’autore ed il lettore è qualcosa che somiglia molto ad un incantesimo: l’uno diventa l’altro e viceversa, le distanze si annullano in luogo di una sintonia intersensoriale, unica ed indissolubile. Lo scopo di uno scrittore è creare le premesse affinché ciò avvenga, quello del lettore è lasciarsi incuriosire, rapire, estasiare dalle cose che si raccontano. Continua a leggere “LEGGIMI SE PUOI, di Vittoriano Borrelli”

Sanità, ambiente e ricerca scientifica, di Lia Tommi

“Sanità, ambiente e ricerca scientifica” è il titolo del convegno organizzato da Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, in collaborazione con l’ Associazione Cultura e Sviluppo, LAMORO Agenzia di sviluppo del territorio e la Fondazione SolidAL Onlus, il prossimo 24 ottobre nella sala Conferenze Palatium Vetus in Piazza della Libertà, 28.

Il Convegno, patrocinato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri e dall’Ordine degli Infermieri della Provincia di Alessandria, prenderà avvio alle 9 con i saluti istituzionali del Presidente della Fondazione della Cassa di Risparmio di Alessandria Pierangelo Taverna, del Presidente della Provincia di Alessandria Gianfranco Baldi, del Sindaco della Città di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco e di Casale Monferrato Concetta Palazzetti.Si tratta della terza giornata informativa a favore dello sviluppo e la crescita del nostro territorio e, dopo l’introduzione di Umberto Fava dell’Agenzia Lamoro, inizieranno i lavori finalizzati ad affrontare il percorso della Regione Piemonte negli ultimi due lustri sul tema dell’amianto e varie declinazioni sul tema della sanità, l’ambiente e la ricerca scientifica in Piemonte. Sono previste le relazioni degli Assessori alla Salute Antonio Saitta, alla Ricerca Giuseppina De Santis e l’Assessore all’Ambiente Alberto Valmaggia in una tavola rotonda moderata dal Consigliere Regionale Domenico Ravetti. L’amianto, il suo impatto sull’ambiente e la conseguente tragedia umana legata al mesotelioma, sono stati per il territorio alessandrino un vero e proprio dramma.

La seconda parte sarà dedicata alle attività e alle infrastrutture create all’interno dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria per sostenere, supportare e rafforzare la ricerca clinica nei vari settori, con particolare attenzione al mesotelioma. Sarà presentato il percorso alessandrino e quello casalese ed è previsto un confronto in una tavola rotonda moderata da Antonio Maconi, Presidente della Fondazione SolidAL, sulle prospettive future con i direttori della sanità alessandrina Giacomo Centini, Direttore generale dell’Ospedale Santi Antonio e Biagio di Alessandria, e Antonio Brambilla, Direttore ASL di Alessandria e con alcuni tra i maggiori esperti italiani della materia: Renato Balduzzi, Componente del Consiglio Superiore della Magistratura, ex Ministero della Salute; Daniela Degiovanni, Direttrice Scientifica di Vitas Onlus; Rossana Boldi, Deputata della Repubblica Italiana e Vicepresidente della Commissione Affari Sociali della Camera; Alberto Martini, Direttore Scientifico dell’Istituto Gaslini di Genova. Saranno presenti all’incontro Rappresentanti tecnici del Ministero della Salute.

15398089772921931270380-1531300842.jpg

Presentazione del libro:” La festa nera”, di Lia Tommi

Domenica 21 ottobre, alle 17.30, alla Casa delle Donne, in piazzetta Monserrato 1, la scrittrice Violetta Bellocchio presenterà il suo ultimo romanzo “La festa nera”, pubblicato nel 2018 dalla Casa Editrice Chiarelettere. A seguire aperitivo con buffet.

TRAMA Dopo un terribile caso di shaming che li ha quasi distrutti, Misha, Nicola e Ali tornano dietro la macchina da presa per raccontare il mondo in cui sopravvivono. Sono reporter, ma soprattutto sono ragazzi. Nell’Italia del futuro, fare documentari è un lavoro socialmente utile, l’ultimo stadio di un’umanità che ha scelto il tracollo come aspirazione esistenziale. L’unica via di fuga è la Val Trebbia, culla di nuove comunità autarchiche. Seguendo il fiume come una linea d’ombra, i protagonisti incontreranno madri che venerano il dolore, uomini convinti che la donna sia un virus invincibile, hipster eremiti che ripudiano la tecnologia, famiglie integraliste che credono in un’Apocalisse ormai passata di moda, un misterioso guaritore, “il Padre”, capace di sanare ogni malattia, a un prezzo. Usando i colori più vividi del genere, Violetta Bellocchio sfiora i temi brucianti del presente illuminando la narrazione con una scrittura espressiva, caustica, mai arresa. Un racconto tragicomico che non ha paura di colpire dove fa più male, mostrando il lato nascosto della violenza, quello che quando le luci rosse delle telecamere si spengono non fa più notizia, la vera festa nera.

L’AUTRICE Violetta Bellocchio è nata a Milano il 4 settembre 1977. Ha scritto alcuni libri, quello che l’ha resa famosa è il memoriale “Il corpo non dimentica” (Mondadori 2014). È stata una firma storica di “Rolling Stone Italia” e “Rivista Studio”. Oggi collabora a “Link”, “Vanity Fair Italia”, “Il Tascabile” e “Not”. Ha fondato e curato per due anni la rivista online “Abbiamo le prove”, la prima in Italia dedicata alla sola nonfiction femminile, ed è stata editor dell’antologia “Quello che hai amato” (Utet libri 2015). I suoi racconti sono apparsi in numerose riviste e antologie, tra cui “L’età della febbre” (minimum fax 2015).

Nuovo appuntamento col cineforum del “Perlanera”, di Lia Tommi

Venerdì 19/10/18 proiezione al Laboratorio Anarchico PerlaNera (via Tiziano Vecellio 2, AL) del documentario “È stato morto un ragazzo” sul caso di Federico Aldrovandi.

I fatti narrati partono all’alba del 25 settembre 2005, quando Federico si trova vicino all’ippodromo di Ferrara, luogo in cui avviene l’incontro con una pattuglia di polizia. Passate alcune ore da quell’episodio, la sua famiglia apprende della sua scomparsa. La parte successiva del film tenta di ricostruire la verità di ciò che accadde veramente quella mattina, ripercorrendo le ricostruzioni fatte dalla polizia e le testimonianze di amici e conoscenti. In seguito viene seguita l’istituzione del processo e vengono presentati numerosi documenti degli archivi RAI registrati da alcuni dei protagonisti.

La mindfulness

Creando Idee

Al di là delle tecniche concrete, ci attrae per la sua filosofia di vita, basata sul vivere qui ed ora. Focalizzando il centro dell’attenzione sul presente, possiamo liberarci da situazioni che ci bloccano oltre che dalla tirannia mentale del pensiero ripetitivo e del giudizio costante. Saper rimanere nel presente è un modo per allontanarsi da tutte le  esperienze negative, da questo “loop”, sviluppando un modo di pensare e di sentire più libero e consistente. È provato scientificamente che praticare mezz’ora di Mindfulness al giorno migliora i sintomi della depressione o dell’ansia. Migliora anche la memoria, la capacità di concentrazione, l’autocoscienza e l’intelligenza emotiva; sembra che ottimizzi addirittura le risorse del sistema immunitario. Ovviamente, non fa male; inoltre, non richiede molto tempo Quindi, perché no? La meditazione viene vista come qualcosa di strano e, magari, è arrivato proprio il momento di rompere questo stereotipo! Mindfulness significa “piena coscienza” ed è uno…

View original post 296 altre parole

…pensieri e ricordi, di Grazia Torriglia

…pensieri e ricordi, di Grazia Torriglia

Pensieri

un tramonto come tanti
promette bel tempo per domani…forse .

oggi le ore sono trascorse più in fretta
ci siamo tenuti compagnia
intrecciando pensieri e ricordi.

mi piange dentro la tua favola
amore e dolore eppure vita.

mi vive dentro il tuo racconto
che fa di sé poesia
e sempre emoziona.

Questa sera il rosso tramonto lascia una scia di pensieri ,
inusuali per le prossime ore.

gt@

Condono sopra 100mila euro, Di Maio: al Quirinale un testo “manipolato” | Il Colle: “Il dl fiscale non è mai arrivato” – Tgcom24

“Nel testo c’è lo scudo fiscale per i capitali all’estero. E c’è la non punibilità per chi evade. Noi non scudiamo capitali di corrotti e di mafiosi

Sorgente: Condono sopra 100mila euro, Di Maio: al Quirinale un testo “manipolato” | Il Colle: “Il dl fiscale non è mai arrivato” – Tgcom24

Emergency: campagna tesseramento 2019, di Lia Tommi

.facebook_1539784006603.jpg-708594646.jpg

Sabato 20 e domenica 21 ottobre, in occasione della Campagna Tessera 2019, potrai scegliere di stare dalla parte dei diritti umani con EMERGENCY, che dal 1994 offre cure gratuite e di qualità a tutti gli esseri umani, alle vittime della guerra, delle mine antiuomo e della povertà.

I volontari di EMERGENCY ti aspettano per raccontarti come sostenere l’idea di cura che, fino a oggi, ci ha permesso di curare quasi 10 milioni di persone.

Essere curati è un diritto umano fondamentale e, come tale, deve essere riconosciuto a ogni individuo.
La pratica dei diritti è l’unica via percorribile perché costituisce di per sé una pratica di pace. Fino a quando i diritti di tutti non saranno garantiti non ci sarà giustizia, solo discriminazione. Continua a leggere “Emergency: campagna tesseramento 2019, di Lia Tommi”

Proiezione del film “Sopra le nuvole ” al Teatro Parvum, di Lia Tommi

Sabato, 20 ottobre 2018,alle ore 20:45, al Teatro Parvum di Via Mazzini, 85 (AL) l’alpinista padovano Nicola Bonaiti presenta il film “Sopra le nuvole”, che racconta la salita sul Lhotse (8516 mt) , quarta montagna più alta della Terra. Un’esperienza unica racconta con emozione.

La serata è a sostegno del progetto umanitario di Passodopopasso a favore della Khaniyakharka School in Nepal.

UN CORPO E UN’ANIMA, di Vittoriano Borrelli

UN CORPO E UN’ANIMA, di Vittoriano Borrelli

UN CORPO E UN ANIMA

Negli anni ’70 sbancarono le classifiche di vendita dei dischi aggiudicandosi la palma del duo canoro più famoso e riuscito. Wess e Dori Grezzi, l’uno di colore, l’altra bionda e dalla pelle eburnea, formarono una coppia ben assortita dalle voci perfettamente sovrapponibili e complementari: un corpo e un’anima, come il titolo della loro canzone di maggior successo che valse il primo posto nella “Canzonissima” del 1974.

Era il periodo in cui ci si identificava nel sodalizio artistico uomo-donna con la variante, in questo caso, della diversa etnia quale modello rappresentativo di una emancipazione etico-culturale che è stata pioniera della grande globalizzazione multirazziale di qualche decennio più tardi.

E non ci lasceremo mai. Abbiamo troppe cose insieme …”, ritornello di facile presa che è rimasto nella mente di almeno due generazioni, forse il “cliché” più appropriato per esprimere l’amore semplice e alla portata di tutti. Continua a leggere “UN CORPO E UN’ANIMA, di Vittoriano Borrelli”

Novità tecnologiche

Creando Idee

La scienza e la ricerca galoppano e non si può negare che il progresso facilita la vita in assoluto e stimola la mente umana a nuove idee che producono invenzioni inimmaginabili, internet vola  Eccone alcune: SPACE CASE 1, irrinunciabile per chi ama viaggiare . È un trolley su 4 ruote in policarbonato, realizzato in due misure e 8 colori: apparentemente sembra una borsa normalissima, in realtà contiene in sé una quantità di funzioni davvero utili e, soprattutto, non la perderete mai di vista! Intanto ha un sistema di sicurezza a impronta che riconosce solo la vostra o che si sblocca attraverso una app del vostro cellulare. Poi, ha due porte usb esterne dove si possono ricaricare cellulare e pc, è dotata di sistema bluetooth e speaker, ma soprattutto di un sensore anti ladri collegato al vostro cellulare che vi avvisa attraverso un suono se la valigia viene spostata senza autorizzazione…

View original post 137 altre parole

Frutta e verdura d’autunno

Creando Idee

Durante l’autunno cambia il paesaggio, tutto si tinge di giallo rossiccio e arancio scuro. Ma non sono solo i colori a cambiare: i sapori della frutta e verdura di ottobre iniziano a diventare più intensi.In questo mese la lista della spesa si fa davvero importante, soprattutto se si va nel bosco e ci si lascia incantare dagli odori. Vi state chiedendo qual è il modo giusto per accogliere l’autunno? Semplice, gustandolo in ogni sua sfumatura e nei suoi sapori inimitabili. Per non sbagliare, sappiate che la regina indiscussa di questo mese è la zucca, da poter utilizzare in ogni tipo di preparazione, sia salata che dolce. Nel reparto frutta e verdura troverete anche: il radicchio, le castagne e  la frutta secca a guscio. Il melagrano Un frutto che raccoglie dentro di sé tante pepite rosse leggermente acidule e un tesoro di antiossidanti. È  fondamentale durante il periodo autunnale portare…

View original post 280 altre parole

tra le nebbie del mattino… di Grazia Torriglia

tra le nebbie del mattino… di Grazia Torriglia

tra le nebbiw

E tra le nebbie del mattino
all’orizzonte ora si affaccia il sole
sulla cresta dell’ onde e sui fianchi
di dirupi che si sporgono sul mare .

Si accende un nuovo giorno per chi corre e per chi va lento
nelle ore che trascorrono veloci
dalla bruma del mattino
alle ombre dell’ attesa sera .

Su questo pianeta che ruota su se stesso
girano le lancette di un unico orologio
diverse le ore su diversi meridiani
segnano l’andare dal principio alla fine .

gt@

NESSUNO LO DEVE SAPERE, di vittoriano borrelli

NESSUNO LO DEVE SAPERE, di vittoriano borrelli

NESSUNO LO DEVE SAPERE

vittoriano borrelli, le parole del mio tempo…

“L’hai fatto?”

“Non ancora. Ho un po’ di paura.”

“Lo so che è difficile per te ma devi farti coraggio.”

“Non ce la faccio a guardarlo, è più forte di me.”

“E tu non lo guardare.”

“Ho provato a tirarlo fuori ma sento tutti gli occhi puntati su di me.”

“Aspetta che si fa buio, così nessuno ti vede.”

“Come farò ad estrarlo da lì? E’ morto stecchito e chissà da quanto tempo.”

“Usa i guanti, un asciugamano e un sacchetto nero della spazzatura.” Continua a leggere “NESSUNO LO DEVE SAPERE, di vittoriano borrelli”

Donne sole, di Marcello Comitini

Edvard-Munch-Separazione-1896
Edvar Munch, Separazione, 1896

Tutti questi uomini che cadono lungo le sponde del fiume
come gocce di neve gonfie di dolore da un cielo
polveroso di anni.
Stretti al muro con gli occhi sbarrati
dietro una benda cadono ciechi come eroi fucilati
in tempo di guerra. Sono
piccoli uomini che hanno vissuto la loro storia
leggendo il giornale, urlando allo stadio, osservando
Amleto e i suoi dubbi
curvi sui loro giardini invasi dai merli.
Rimangono donne che camminano lungo le sponde
solitarie del fiume. Portavano un tempo
il profumo dei sogni. Ora una sottile linea di fumo
sale dalle acque e brucia nei cuori un minuscolo
granello d’incenso. Lungo le sponde la luce
ha il chiarore dei tramonti invernali.

 

 

NON BACIARMI!, di vittoriano borrelli

NON BACIARMI!, di vittoriano borrelli

NON BACIARMI 2

“Gira a destra. Gira a sinistra. Esegui un’inversione a U consentita.” Il navigatore della mia auto ha deciso di farmi impazzire in mezzo a queste strade sconosciute in cui mi sto perdendo senza trovare l’indirizzo giusto. Uno zig-zag da far rabbrividire persino gli automobilisti più esperti, quelli che fanno dell’asfalto il loro percorso di vita quotidiana. Fortuna che c’è poco traffico e a parte qualche colpo di clacson e invettive del tipo “Ma chi ti ha dato la patente?”, riesco finalmente ad arrivare a destinazione.

Scendo dalla macchina visibilmente intontito, come se fossi approdato da quelle parti dopo un atterraggio di fortuna, mi sistemo il soprabito e mi guardo intorno. Una fila di palazzi di color grigio mi appare davanti assemblandosi perfettamente allo scenario autunnale di quella giornata di fine ottobre. Tiro dalla tasca della giacca un foglietto sul quale avevo annotato l’indirizzo e controllo il numero civico: 279, lo stesso che vedo inciso sulla targa di un vecchio portone a pochi metri da dove ho posteggiato. Continua a leggere “NON BACIARMI!, di vittoriano borrelli”

“Il mio amico Giorgio Gaber” Rebora Festival Ovada II edizione – 2018

“Il mio amico Giorgio Gaber” Rebora Festival Ovada II edizione – 2018

“Il mio amico Giorgio Gaber” tributo affettuoso a un uomo non superficiale – Teatro canzone di GIAN PIERO ALLOISIO che si terrà sabato 20 ottobre ore 21 – Loggia di San Sebastiano

Rebora 20 ottobre

si coglie l’occasione per ricordare i prossimi appuntamenti del Rebora Festival Ovada

giovedì 1 novembre – Chiesa di N.S. dell’Assunta, ore 21:00   ORCHESTRA CLASSICA DI ALESSANDRIA

Adele Viglietti, violino

Grigory Palikarov, direttore

musiche W. A. Mozart

giovedì 22 novembre – Enoteca Regionale del Monferrato, ore 21:00   IL JAZZ DI MARANGOLO, TAVOLAZZI E BANDINI Continua a leggere ““Il mio amico Giorgio Gaber” Rebora Festival Ovada II edizione – 2018″

LA NAUSEA, di vittoriano borrelli

BLOG RETRO: LA NAUSEA, di vittoriano borrelli

I grandi romanzi sono come rose che sbocciano in mezzo a sterpaglie desolate. Lo è sicuramente “La nausea”, opera magistrale di Jean-Paul Sartre pubblicata nel 1938, alla vigilia della seconda guerra mondiale.

LA NAUSEA

Esponente dell’esistenzialismo, corrente letteraria che spopolò agli inizi del novecento, Sartre sfoggia le sue migliori qualità di scrittore in questo romanzo dagli accenti tipicamente censori ed esegetici sul condizionamento dell’uomo in tutte le vicende dell’agire sociale.

Il protagonista, Antoine Roquentine, è un osservatore errante del modo di vivere degli abitanti del suo paese, che nulla aggiunge (e molto toglie) allo sviluppo di una comunità “auto specchiante”, incapace di interagire se non nell’apparenza e nel più cupo isolamento interiore. Straordinario il racconto della giornata domenicale in cui Roquentine passa a vivisezionare le abitudini dei suoi compaesani, voce narrante di un film già visto e rivisto mentre sullo sfondo piazze, giardini e caffè sono piuttosto occasioni di ritrovo pervase dall’odore nauseantedell’umana esistenza. Continua a leggere “LA NAUSEA, di vittoriano borrelli”

Radici.

Volano nel cielo

sfiorando le nuvole,

 mi incantano

le loro melodie

“amo gli uccelli”

mi  danno il senso della libertà

mi somigliano un po’.

.

Sono stata nutrita

con sani principi

 mi hanno fatto crescere

con forti  radici

cosi oggi sono come un albero

con le radici ben piantate a terra

mentre la chioma accarezza il vento.

” Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere.

Senza  radici.

Franca Novello ©

Incipit …” Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere.

(Amleto) di William Shakespeare”

View original post

Alla salute!

Memorabilia

La vita esiste come pausa dal nulla,
Tragicomico intermezzo
Dalla quiete d’un sacro sonno.
Pena da scontare per i baci d’un angelo,
Pegno da pagare perché un gabbiano testimoni il tramonto.
Cuore che si fa presenza,
Lontano dalla mente
Sua corazza, sua nemica,
Corpo che si fa bisogno
E al peccato s’assoggetta.
Cammino che si fa strada sulla sabbia
Pregando che l’acqua non lavi la memoria
D’occhi color di mondo
Impressi nelle benedette discendenze
Di speranze e nuove lacrime.
Sedimenti di memoria
Svaniti nella spuma d’un brindisi di Lete.

View original post

Alla salute!

Memorabilia

La vita esiste come pausa dal nulla,
Tragicomico intermezzo
Dalla quiete d’un sacro sonno.
Pena da scontare per i baci d’un angelo,
Pegno da pagare perché un gabbiano testimoni il tramonto.
Cuore che si fa presenza,
Lontano dalla mente
Sua corazza, sua nemica,
Corpo che si fa bisogno
E al peccato s’assoggetta.
Cammino che si fa strada sulla sabbia
Pregando che l’acqua non lavi la memoria
D’occhi color di mondo
Impressi nelle benedette discendenze
Di speranze e nuove lacrime.
Sedimenti di memoria
Svaniti nella spuma d’un brindisi di Lete.

View original post

Una poesia d’amore.

Memorabilia

Ti amo

di un amore di neve

che dona al peccato

la purezza del bianco.

Ti amo

di un amore di pioggia

che vince il deserto

delle mie labbra.

Ti amo

di un amore violento

che fa graffi sul cuore

e paziente li ripara.

Ti amo

di un amore costante

che rinasce ogni giorno

nei raggi del sole.

Ti amo

di un amore senz’arco né frecce

che si infila nel petto

necessario come il respiro.

View original post

Gaspara Stampa, Rime, CCVIII

VOCI DAI BORGHI

Viver ardendo e non sentire il male
Amor m’ha fatto tal ch’io vivo in foco
Amor m’ha fatto tal ch’io vivo in foco,
qual nova salamandra al mondo, e quale
l’altro di lei non men stranio animale,
che vive e spira nel medesmo loco.
Le mie delizie son tutte e ’l mio gioco
viver ardendo e non sentire il male,
e non curar ch’ei che m’induce a tale
abbia di me pietà molto né poco.
A pena era anche estinto il primo ardore,
che accese l’altro Amore, a quel ch’io sento
fin qui per prova, più vivo e maggiore.
Ed io d’arder amando non mi pento,
pur che chi m’ha di novo tolto il core
resti de l’arder mio pago e contento.

View original post

Curiosità mondana o…?

Anime di Passaggio

Seduta al tavolino di un bar, in pausa caffè, mi sono sorpresa a osservare con occhio indagatore le persone intorno a me.
L’ho sempre fatto, fin da piccola, provando un piacere quasi ipnotico.
Un atteggiamento che potrebbe sembrare curiosità mondana ma che in realtà nasconde il carpire il segreto di come gli altri vivono la vita.
La mia visione stessa della vita, studiando il comportamento umano, è mutata con gli anni ed ora la consapevolezza di vedere nei prossimo me stessa, e viceversa, accende un significato profondo di ciò che vedo attorno a me.
Nulla avviene per caso, oramai l’abbiamo capito, e dunque ogni storia diventa fonte di ispirazione e forse, come un messaggio nascosto nella bottiglia, anche una indicazione suggerita deliberatamente proprio per noi…
Continuare in questa direzione, ovvero nel
” leggere ” le istruzioni dalle vicende del mondo, non è più solo una semplice scelta ma un mezzo…

View original post 143 altre parole

L’attività del cervello a riposo indica le nostre abilità

ORME SVELATE

Risultati immagini per Valley Gene Barbe Valley (Gene Barbe)

La capacità di un adulto di apprendere e di eseguire test cognitivi è direttamente collegata a quanto è attivo il cervello a riposo. Uno studio, appena pubblicato sulla rivista Brain Imaging and Behaviour, ha rilevato che il successo del cervello degli anziani in alcuni esercizi mentali è collegato ad una maggiore attività delle aree cerebrali coinvolte, in uno stato di riposo. I ricercatori hanno utilizzato immagini di risonanza magnetica (MRI) del cervello in 67 adulti cognitivamente sani di età compresa tra i 73 ei 90 anni. Le immagini MRI catturavano l’attività dell’intero cervello a riposo quando i partecipanti non stavano pensando a qualcosa in particolare e avevano gli occhi chiusi. Sono stati anche testati sulla loro capacità di eseguire tre test neuropsicologici comuni. Hanno scoperto che il cervello umano è già in qualche modo predeterminato a fare bene o a riuscire male nei test. I cervelli differiscono…

View original post 147 altre parole

I meccanismi collegati alla perdita di memoria

ORME SVELATE

Uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista Molecular Psychiatry, descrive un nuovo meccanismo coinvolto nella perdita di memoria associata all’invecchiamento. Il lavoro sviluppato in 3 anni da un team di scienziati portoghesi, francesi e tedeschi mostra ora che specifici cambiamenti nella segnalazione dei circuiti coinvolti nella memoria inducono una risposta anormale dei neuroni nel cervello associata all’invecchiamento. Comprendere questi processi è cruciale nella definizione di nuove strategie terapeutiche poiché l’invecchiamento è il più grande fattore di rischio per le malattie neurodegenerative. I ricercatori hanno studiato il cervello di pazienti anziani e hanno scoperto per la prima volta che un recettore dell’adenosina, chiamato A2A (abbondante nei gangli della base, nei vasi sanguigni e nelle piastrine ed è lo stesso per il quale la caffeina ha maggiore affinità), si trova specificamente nei neuroni. Si sapeva già che questo recettore aumentava in queste condizioni, ma non si sapeva molto del tipo di cellule in…

View original post 338 altre parole

Sentire di meno potrebbe essere connesso alla perdita di memoria

ORME SVELATE

 

 

 

Secondo uno studio condotto dall’università di Bari, alcune persone con un certo tipo di ipoacusia potrebbero avere anche più problemi di perdita di memoria e problemi mentali chiamati deficit cognitivi lievi. La perdita dell’udito è una delle disabilità più comuni negli anziani e colpisce circa un terzo delle persone di età superiore ai 65 anni. Lo studio ha esaminato le persone con ipoacusia periferica legata all’età, che è causata da problemi nel funzionamento dell’orecchio interno e dei nervi uditivi e porta le persone a non essere in grado di ascoltare. Ha anche esaminato la perdita dell’udito correlata all’età centrale, causata da problemi nella capacità del cervello di elaborare il suono e induce la gente a dire “Posso sentire, ma non riesco a capire”. Lo studio ha coinvolto 1.604 partecipanti del Great Age Study, uno studio basato sulla popolazione condotto nel sud Italia, con un’età media di 75…

View original post 289 altre parole

Capacità di cambiare punto di vista

ORME SVELATE

PS_20171125135919Il cambiare prospettiva è il processo psicologico di contemplazione e inferenza di altri punti di vista. La caratteristica essenziale del processo è quella di mettere da parte la propria prospettiva per vedere attraverso gli occhi degli altri, per immaginare ciò che gli altri potrebbero pensare o provare, o per raggiungere ciò che a volte viene definito colloquialmente come “mettersi nei panni degli altri”. Tuttavia, ricerche precedenti hanno dimostrato che resistere alle interferenze della propria prospettiva non è facilmente raggiungibile. Ad esempio, i bambini di età inferiore ai quattro anni non possono distinguere il proprio stato mentale dagli altri; nel compito di falsa credenza, spesso rispondono in base al loro stato mentale. Anche quando gli adulti ragionano sulle credenze o sul pensiero altrui, i pregiudizi egocentrici sono comuni, in particolare quando sottoposti a carico cognitivo. Molti ricercatori ritengono che l’egocentrismo sia una scelta di default quando si tratta di inferire gli…

View original post 788 altre parole

Tranquillizzarsi annusando la maglietta del partner

ORME SVELATE

PS_20180108144238Una nuova ricerca psicologica dell’Università della British Columbia ha trovato che il profumo di un partner di una relazione romantica può aiutare a ridurre i livelli di stress. Lo studio, appena pubblicato sul Journal of Personality and Social Psychology, ha rilevato che le donne si sentono più tranquille dopo essere state esposte al profumo del loro partner maschile. Al contrario, l’esposizione al profumo di un estraneo ha avuto l’effetto opposto e ha innalzato i livelli dell’ormone dello stress, il cortisolo. “Molte persone indossano la maglietta del partner o dormono sul letto del loro partner quando il loro partner è lontano, ma potrebbero non capire perché si comportano in questo modo”, ha detto Marlise Hofer, l’autrice principale dello studio. I loro risultati suggeriscono che il profumo di un partner da solo, anche senza la sua presenza fisica, può essere un potente strumento per aiutare a ridurre lo stress. Per lo studio…

View original post 448 altre parole

Stress e ascolto della musica nella vita di tutti i giorni

ORME SVELATE

music-therapy.jpgL’ascolto della musica nella vita quotidiana può ridurre lo stress. La maggior parte delle prove su questo effetto di riduzione dello stress è stata raccolta in studi semi-sperimentali. Tuttavia, i risultati di questi studi sono piuttosto eterogenei, poiché differiscono in termini di design sperimentale, selezione musicale e partecipanti, rendendo difficili i confronti tra gli studi. Inoltre, in tali studi quasi-sperimentali, i partecipanti sono studiati solo una volta, in un contesto artificiale (ad es. Prima dell’intervento, prima di uno stress test standardizzato). Pertanto, non è chiaro se questi risultati possano essere generalizzati. Pertanto, la ricerca sugli effetti dell’ascolto musicale in varie situazioni della vita quotidiana (in contrasto con una situazione sperimentale artificiale) è giustificata. Per ovviare a questa lacuna, l’Ambulatory Assessment, uno strumento complementare alla ricerca di laboratorio, consente di studiare i fenomeni psicologici in modo ecologicamente valido. La ricerca ambulatoriale che studia gli effetti di riduzione dello stress dall’ascolto musicale…

View original post 942 altre parole

Le aspettative attivano il cervello

ORME SVELATE

Risultati immagini per spectator Gregory Radionov spectator (Gregory Radionov)

Aspettative e pregiudizi giocano un ruolo importante nelle nostre esperienze. Questo è stato dimostrato in studi che riguardano l’arte il vino e persino la soda. Nel 2007, Joshua Bell, un musicista di fama internazionale, ha illustrato il ruolo che il contesto gioca nel nostro godimento della musica quando ha suonato il suo violino Stradivari in una metropolitana di Washington, D.C., e i pendolari sono passati senza neanche guardarlo. Ricercatori dell’Università dell’Arkansas, dell’Arizona State University e dell’Università del Connecticut hanno studiato questo fenomeno e recentemente hanno pubblicato i loro risultati in riviste scientifiche. Hanno scoperto che semplicemente se viene detto che un artista è un professionista o uno studente cambia il modo in cui il cervello risponde alla musica. Hanno anche scoperto che superare questo pregiudizio ha richiesto uno sforzo deliberato. Lo studio ha coinvolto 20 partecipanti senza formazione formale in musica. All’interno di un imaging magnetico…

View original post 554 altre parole

Vuoi essere cool? Ridi!

ORME SVELATE

Risultati immagini per laught saatchiart Happy faces (sayuti tajudin)

Per molte persone, una delle regole non dette per essere cool è mantenere un atteggiamento emotivamente inespressivo. Questo messaggio è rafforzato attraverso annunci pubblicitari in cui le modelle di moda raramente sorridono. In un articolo sull’Huffington Post, Kanye West ha dichiarato di non sorridere nelle fotografie perché “non sarebbe proprio bello”. I ricercatori dell’Università dell’Arizona hanno recentemente messo in discussione se questa connessione tra emozioni nascoste e freddezza fosse vera. In una serie di esperimenti, gli studiosi hanno mostrato ai partecipanti fotografie di celebrità e non-celebrità sorridenti o inespressivi, ei loro risultati mettono in discussione le ipotesi comuni su ciò che rende la gente cool. Lo studio è disponibile online sul Journal of Consumer Psychology. I risultati hanno riscontrato più e più volte che le persone sono percepite come più cool quando sorridono rispetto a quando sono inespressive nelle pubblicità stampate. I ricercatori hanno chiesto ai…

View original post 289 altre parole

La nostra percezione è influenzata dai nostri pregiudizi

ORME SVELATE

Secondo una nuova ricerca pubblicata su eLife, quando prendiamo delle decisioni, la nostra percezione è influenzata dai giudizi che abbiamo espresso in passato come un modo per rimanere coerenti con noi stessi. I risultati forniscono una maggiore comprensione del processo decisionale umano in generale e spianano la strada a un’indagine più approfondita su come le nostre scelte siano influenzate dai nostri tentativi di essere auto-coerenti. Ogni giorno prendiamo migliaia di decisioni sulla base di informazioni sensoriali – dove camminare, chi salutare e cosa mangiare. Il modo in cui tali decisioni percettive sono formate attraverso l’integrazione e la valutazione delle prove sensoriali è stato studiato approfonditamente. Ma mentre la ricerca precedente ha suggerito che le scelte che facciamo possono influenzare le nostre decisioni successive, i risultati sono stati diversi, e non c’è una chiara spiegazione del modello che colleghi i vari risultati. Per risolvere questo problema, due ricercatori statunitensi hanno testato…

View original post 376 altre parole

Mangiare con gli occhi, l’ambiente confonde il gusto

ORME SVELATE

Risultati immagini per eating saatchi art Anna eating peach (Natalia Baykalova)

Gli esseri umani non apprezzano solo i cibi dolci, salati e saporiti, ma sono influenzati dall’ambiente in cui mangiano. I neuroscienziati della Cornell University, in una ricerca pubblicata nel Journal of Food Science, hanno usato la realtà virtuale per mostrare come la percezione della gente del cibo reale possa essere alterata dall’ambiente circostante. Quando mangiamo, percepiamo non solo il gusto e l’aroma dei cibi, ma riceviamo input sensoriali dal nostro ambiente – i nostri occhi, le orecchie, persino i nostri ricordi sull’ambiente. Circa 50 soggetti che hanno utilizzato cuffie per realtà virtuale mentre mangiavano hanno ricevuto tre campioni identici di formaggio. I partecipanti allo studio sono stati virtualmente collocati in una cabina sensoriale standard, una piacevole panchina e il fienile delle mucche Cornell per vedere video personalizzati a 360 gradi. I partecipanti all’esperimento non erano a conoscenza del fatto che i campioni di formaggio…

View original post 204 altre parole

” QUATTRO PASSI TRA LE STELLE “, di Rosella Lubrano

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

quattro

di Rosella Lubrano

” QUATTRO PASSI TRA LE STELLE “

Quattro passi tra le stelle
con la luna
che mi tocca l’ anima
e disegna il mio cammino
verso l’ infinito.
Ssss, non dire nulla !
I nostri cuori ,all’ unisono,
rintoccano nell’ incanto di noi,
seguendo la scia dei sogni,
dei desideri più arcani.

View original post 60 altre parole

ANPI. Conferenza: Il Fascismo e le Leggi razziali

ANPI. Conferenza: Il Fascismo e le Leggi razziali

Da una collaborazione tra l’ANPI di Casale Monferrato e la Biblioteca Civica “Giovanni Canna”, venerdì 26 ottobre alle ore 21, proprio in Biblioteca, avrà luogo la conferenza dal titolo “Il Fascismo e le Leggi razziali”.

anpi conferenza Locandina Leggi razziali

A 80 anni dalle Leggi razziali si rende necessario un momento di riflessione e di approfondimento di questa pagina buia della storia italiana. Le origini, lo sviluppo e le conseguenze delle Leggi antiebraiche in Italia.

Relatori saranno tre giovani Professori, tutti originari di San Salvatore Monferrato: Marco Sigaudo si occuperà della relazione storica con un focus sulla Provincia di Alessandria, Fabio Prevignano affronterà il tema dei provvedimenti razziali all’interno della letteratura italiana, ed Elisa Molina in veste di moderatrice.

L’incontro vale come credito formativo per studenti e docenti.

Gabriele Farello

Presidente ANPI Casale Monferrato

info@anpicasale.it

BLOG RETRO: PENSIERI DI STRADA, di Vittoriano Borrelli

BLOG RETRO: PENSIERI DI STRADA, di Vittoriano Borrelli

PENSIERI DI STRADA

Ascoltali 

a volte sembrano dei desideri

ma basta afferrare quelli che sono più veri

Sono certezze e incertezze che nascono dentro di te

puoi farli volare se vuoi tanto tornano poi

nei tuoi silenzi più intensi con mille argomenti

sono carezze e illusioni che appartengono a noi

Pensieri di strada  che cambiano con gli uomini

I pensieri sono la principale compagnia di ogni essere vivente. Anche gli animali, si sa, sono esseri pensanti e più del genere umano fanno uso dei pensieri per comunicare ogni tipo di bisogno o di necessità. Per gli uomini invece tutto è un po’ più complicato. 

Ci sono pensieri introspettivi che appartengono soltanto a noi, albergano sulle pareti della nostra solitudine fino a disegnare i desideri più reconditi e nascosti. Sono i più insidiosi e manipolativi del nostro stato d’animo perché condizionano le azioni che produciamo all’esterno senza che si comprendano le ragioni. 

“Un soldo per i tuoi pensieri”, oppure “ Chissà che cosa ti passa per la testa!”. Spesso ci sentiamo rivolgere frasi del genere da chi è incuriosito dai nostri silenzi e tenta di scardinare la nostra mente quasi a volerla ispezionare minuziosamente per coglierne i segreti. Non ci si riesce quasi mai perché i pensieri viaggiano fuori solo quando si è disposti a farlo Continua a leggere “BLOG RETRO: PENSIERI DI STRADA, di Vittoriano Borrelli”

La mescolanza, di Antonietta Fragnito

 

Featured Image -- 74903

La mescolanza è un fenomeno chimico assai romantico
Se ci pensate bene e’ essa il principio alla base di ogni creazione
Facciamo un esempio
Prendete il primo incontro fra due elementi
Basti pensare al dolore impalpabile dell’ aria
che essendosi frapposta fra i due si ferisce
e si sgretola
In tale frangente
succede di chinarsi per recuperare il proprio fiato
che altro non e’ che aria spezzata
nella chimica magari di un bacio
E’ prassi poi
allungare le braccia fino a dio
e ritrarle grondanti di emozione
Accade finanche in qualche ora
disperata e guardinga
imbrattata di luna.

A CASALE M.TO NASCE IL NUOVO “SPORTELLO SALUTE” CISL APERTO A TUTTA LA CITTADINANZA

A CASALE M.TO NASCE IL NUOVO “SPORTELLO SALUTE” CISL APERTO A TUTTA LA CITTADINANZA

Obiettivo: fornire informazioni ed orientamento sul tema della tutela della salute e problematiche legate all’amianto

Dal prossimo 23 ottobre, presso la Cisl di Casale M.to in Via Rivetta 41, sarà attivo il nuovo Sportello Salute.

cisl trasporto amico ANTEAS CISL a CASALEcisl volantino SPORTELLO SALUTE CISL CASALEcisl CONFERENZA STAMPA SPORTELLO SALUTE CISL CASALE-16-10-18cisl 44109335_10215829582404860_1472396024080236544_n

Il servizio, presentato questa mattina con una conferenza stampa, nasce dalla sinergia tra Cisl territoriale, FNP CISL Alessandria-Asti (federazione che tutela i pensionati), e dall’associazione di volontariato ANTEAS Cisl in collaborazione con il Dott. Franco MONGIO’ (Cisl Medici), al fine di offrire un servizio gratuito di supporto a tutti i cittadini, guardando sopratutto alle fasce più deboli ed anziane.
Oltre a fornire assistenza su tutto ciò che ruota intorno alla tutela/diritto alla salute lo Sportello dedicherà particolare attenzione alle patologie connesse all’amianto.

“Abbiamo creato questo nuovo servizio con l’intento di essere ancora più vicini al territorio, dal momento che come organizzazione sindacale, oltre alla tutela individuale di lavoratori e pensionati, crediamo nell’importanza di promuovere iniziative a favore di tutta la comunità, a maggior ragione in una città divenuta simbolo della lotta contro la fibra-killer”, spiega Marco Ciani, Segretario generale Cisl Alessandria-Asti. Continua a leggere “A CASALE M.TO NASCE IL NUOVO “SPORTELLO SALUTE” CISL APERTO A TUTTA LA CITTADINANZA”

Spirit of Nerina-Rolandi Auto in gara a Chiavari

Spirit of Nerina-Rolandi Auto in gara a Chiavari

chiavari equipaggio-team

L’Alessandria Sailing Team torna a regatare, sabato 20 ottobre a Chiavari nell’ambito della “Regata Sociale Open” che chiude il Campionato Vela d’Autunno nel quale il team è attualmente in seconda posizione.

Dopo il Trofeo Marina Yachting (16-17 settembre) i velisti si cimenteranno in una regata con partenza alle ore 12.30 e con percorso nello specchio acqueo antistante Chiavari. Sarà l’ultima regata della stagione 2017-2018 per Spirit of Nerina-Rolandi Auto, che subito dopo si trasferirà a Varazze per iniziare la stagione 2018-2019. La prima regata della nuova stagione sarà al Campionato Invernale del Ponente, domenica 11 novembre.

Il Consiglio comunale tematico su Alessandria da città con l’Università a “Città Universitaria”

Il Consiglio comunale tematico su Alessandria da città con l’Università a “Città Universitaria”

Alessandria: Si è svolto nel pomeriggio di ieri, nel Palazzo Municipale di Alessandria, un Consiglio Comunale particolarmente significativo, per una serie di ragioni.

La prima è per il fatto di essere stato convocato invitando non solo i Consiglieri Comunali in carica, ma anche quelli ad honorem ossia i Consiglieri che in passato hanno esercitato questo importante ruolo istituzionale.

 

La seconda ragione è per il tema che si è scelto di approfondire. Si tratta di “Alessandria: da città con l’Università a Città Universitaria” e l’incontro — che si inserisce nell’ambito del programma celebrativo per l’850° anniversario della fondazione della Città di Alessandria (1168-2018) curato dal Comitato Promotore “Alessandria 850” — ha inteso sottolineare l’importanza dell’insediamento universitario in Alessandria in occasione del 20° anniversario dell’U.P.O.: l’Università del Piemonte Orientale.

La terza (ma non ultima) ragione è stata rappresentata dalla felice opportunità di celebrare insieme l’inaugurazione di una tela appositamente realizzata per gli 850 anni di Alessandria dal maestro di fama internazionale Alzek Mischeff e intitolata “Evviva Alessandria”.

Proprio questo elemento legato al dipinto ha inaugurato la seduta odierna del Consiglio Comunale.

Una seduta onorata dalla presenza non solo del Presidente del Consiglio Comunale Emanuele Locci, del Sindaco della Città Gianfranco Cuttica di Revigliasco, degli Assessori Comunali, dei Vicepresidenti del Consiglio Comunale Enrico Mazzoni e Lorenzo Iacovoni e dei Signori Consiglieri (sia quelli attualmente in carica, sia — come si è detto — quelli che in passato hanno svolto questo fondamentale servizio nella vita democratica della Città), ma anche resa particolarmente prestigiosa dalla presenza di altri illustri ospiti. Continua a leggere “Il Consiglio comunale tematico su Alessandria da città con l’Università a “Città Universitaria””

Grand Drifter ecco l’album Lost spring songs

Grand Drifter ecco l’album Lost spring songs

È uscito venerdì 12 ottobre (per Sciopero RecordsSelfThe Orchard), l’atteso album di debutto del progetto pop-indie-folk del firmato Grand Drifter e intitolato: “Lost spring songs  L’album è stato prodotto artisticamente da Paolo Enrico Archetti Maestri (Yo Yo Mundi) ed è stato registrato negli studi Suoni & Fulmini di Rivalta Bormida dall’ingegnere del suono Dario Mecca Aleina, coproduttore dell’album.

lost DSC_0603EDGrand Drifter - Andrea Calvo

lost SR02618-GRAND_DRIFTER-cover

Si tratta di una serie di delicate e assi convincenti pop songs con accordi in minore, dentro un immaginario personale che si muove leggero tra Beatles ed Elliott Smith. Grand Drifter è Andrea Calvo (voce, chitarra, pianoforte) e “Lost Spring Songs” è il suo primo progetto solista: un’ ideale raccolta di canzoni collocate “fuori dal tempo”, in un mondo immaginario che vorrebbe riprodurre ancora, e all’infinito, le emozioni di certi ascolti fatti.

Un cantautorato gentile, delicato ed introspettivo, capace di arrivare dritto al cuore della gente. Andrea Calvo scrive in musica le proprie emozioni, attraverso un filtro pop-indie-folk fatto di testi immediati, che spesso richiamano immagini semplici, ma dense di significato. Emblematica in tal senso è la stessa copertina del disco (realizzata dall’artista grafico Ivano A. Antonazzo, autore anche del video di animazione del primo singolo “Circus Days” che potrete vedere e ascoltare sia su You Tube e sia sul sito di Rockerilla), che raffigura un equilibrista: un equilibrio che evidenzia una stabilità precaria, che tuttavia, proprio per questo, non è staticità. Continua a leggere “Grand Drifter ecco l’album Lost spring songs”

Dalle nebbie del Monferrato a quelle del Mantovano

Dalle nebbie del Monferrato a quelle del Mantovano

Sabato 20 ottobre 2018 – Commessaggio (MN)

Sarà dedicato al Monferrato Gonzaghesco, l’incontro che si terrà presso la Torre Gonzaghesca in via Garibaldi n. 1 a Commessaggio (MN) – sabato 20 ottobre 2018 con inizio alle ore 16,00.

marc Commessaggio

L’incontro Dalle nebbie del Monferrato a quelle del Mantovano. Due secoli di rapporti politici, economici e matrimoniali nel segno dei Gonzaga, ideato da Nadia Ghizzi, è organizzato dall’Associazione Culturale Il Torrazzo ed al Circolo Culturale I Marchesi del Monferrato con il patrocinio del Complesso museale di Palazzo Ducale di Mantova.

Dopo l’introduzione di Federico Agosta del Forte (Presidente Associazione Culturale Il Torrazzo) interverrà Roberto Maestri (Presidente Circolo Culturale I Marchesi del Monferrato).

Seguirà la presentazione del Volume: Fine di una Dinastia, fine di uno Stato. La scomparsa dei Ducati di Mantova e di Monferrato dallo scacchiere europeo, un rinfresco e la proiezione del documentario Aleramici in Sicilia. Viaggio nel cuore della Sicilia Aleramica Normanna. Continua a leggere “Dalle nebbie del Monferrato a quelle del Mantovano”

“INCLUSIONE E CAMBIAMENTO: DAL LAVORO POVERO AL LAVORO DELLE DONNE”

“INCLUSIONE E CAMBIAMENTO: DAL LAVORO POVERO AL LAVORO DELLE DONNE”

LA FILCAMS CGIL A CONGRESSO

Giovedì 18 ottobre, la FILCAMS CGIL di Alessandria celebra il suo XV Congresso provinciale in un’assise convocata presso la Ristorazione Sociale di Viale Milite Ignoto ad Alessandria.

Congresso 1a FILCAMS CGIL Alessandria 18 ott 18Congresso 1aa FILCAMS CGIL Alessandria 18 ott 18

“Affrontiamo questo Congresso con una grande responsabilità – afferma Fabio Favola – che è quella intanto di essere la categoria sindacale più importante per numero di iscritti, quasi 5500 alla fine del 2017. Un risultato straordinario frutto di tanto lavoro e tanto impegno. Sono in primo luogo le nostre delegate e nostri delegati i veri protagonisti di questa crescita, coloro che stanno nei luoghi di lavoro, i nostri avamposti.”

“La FILCAMS è la categoria che meglio rappresenta lo spaccato del lavoro cosiddetto “povero” – continua Favola – il mondo degli ultimi, dei senza voce. Migliaia di persone, per lo più donne, con condizioni di reddito, di vita e di lavoro difficili.  Un mondo fatto di lavoro precario e discontinuo, parcellizzato, senza diritti, senza tutele.” Continua a leggere ““INCLUSIONE E CAMBIAMENTO: DAL LAVORO POVERO AL LAVORO DELLE DONNE””