LADISPOLI NECROPOLI, di Silvia De Angelis

Poco fuori Ladispoli (Roma), parallela ad un tratto enorme di spiaggia libera, troviamo una serie di resti, risalenti al periodo compreso tra il sesto e quinto secolo avanti Cristo, da attribuirsi alla popolazione etrusca.

I primi scavi, in epoca moderna risalgono alla prima metà del XIX secolo e ancora oggi possono essere visualizzati dei resti storici, probabilmente nella stessa età dello sviluppo della città di Alsium.

Secondo gli esperti potrebbe esserci un’autentica necropoli romana sul mare, che si estende lungo la costa e portata alla luce dalle mareggiate, che di tanto in tanto, sovrastano il litorale romano. Infatti, recentemente, si è verificata un’onda lunga che ha eroso la parete di falesia e ha scoperchiato la tomba.

Il mare l’ha restituita. Da un primo sopralluogo tecnico sembrerebbe trattarsi di resti ossei di un adulto. Episodi simili furono registrati  anche la scorsa estate, quando in quel tratto di costa fu ritrovato un teschio e una tomba etrusca.

ladispoli necropli1

ladispoli necropoli

ladispoli necropoli 10

(foto di Silvia De Angelis)

 

Casale, i quartieri, le frazioni: Sant’Anna e Agro Callori, di Lia Tommi

Casale, i quartieri, le frazioni: Sant’Anna e Agro Callori

Domenica 5 maggio, nel Bar Sant’Anna si è svolto il quinto appuntamento del ciclo dei 14 incontri nei quartieri e nelle frazioni, in cui Luca Gioanola insieme ai candidati delle liste della coalizione “Casale nel Cuore – meglio Gioanola Sindaco” ha incontrato i cittadini dei quartieri di Sant’Anna e Agro Callori.

In un clima accogliente, con i tavolini del bar messi in fila per fare una unica tavolata, si è dato il via all’incontro. Si sono susseguiti interventi molto propositivi, addirittura corredati da un documento sottoscritto da più cittadini, alcuni dei quali impossibilitati a partecipare di persona, ma desiderosi ugualmente di far arrivare il loro contributo, la loro tessera di puzzle, per costruire insieme la Casale di domani.

In Sant’Anna la necessità principale sulla quale Luca Gioanola e la coalizione lavoreranno è la sicurezza stradale. Si tratta di uno tra i temi di maggiore innovazione inserito nel programma della coalizione “Casale nel Cuore – meglio Gioanola Sindaco” dove è proprio previsto di ripensare la mobilità e la sicurezza nel loro complesso partendo dalle necessità dei cittadini, in primis dai particolari che incidono sulle difficoltà quotidiane. Sarà infatti attuata un’azione organica di importante miglioramento sia della sicurezza sia della mobilità con interventi complementari di: dissuasione e controllo per la velocità di transito, incremento della segnaletica orizzontale e verticale, inserimento di telerilevamento/telecamere, nuovi interventi su strade, marciapiedi e verde per rendere belle e facilmente fruibili le infrastrutture in completa armonia tra pedoni (normo-dotati e con handicap), ciclisti, veicoli.

Sant’Anna dovrà inoltre essere valorizzata per la sua vocazione panoramica, residenziale e turistica. E’ infatti una zona della città molto frequentata anche per escursioni sia a piedi sia in bicicletta. Un nuovo intervento all’insegna della valorizzazione di questa area potrà essere la realizzazione di un’area verde-parco adibita a ricettività/svago/ristoro per escursionisti, cittadini, famiglie, sportivi. Da valutare ad esempio presso la località di Colle Sant’Anna, Torre Gaiona.

Per Agro Callori, un tempo quartiere periferico della città, oggi a tutti gli effetti parte del centro, si è altrettanto discusso sia di criticità che di interessanti e fattibili opportunità e progetti. La manutenzione, il decoro, la pulizia saranno i primi punti a cuore di Luca Gioanola e della coalizione “Casale nel Cuore – meglio Gioanola Sindaco” così come una vera e propria rivoluzione green che verrà messa in atto, con la progettualità “Casale, città dell’ambiente”: una nuova visione ispirata dai Comuni virtuosi, di cui Luca Gioanola è stato membro del direttivo nazionale, di manutenzione e cura del verde, delle piantumazioni dei viali, della biodiversità cittadina e di riscoperta del Canale Lanza, oggi una risorsa storica e paesaggistica poco integrata nella città che verrà re-inclusa al patrimonio della comunità cittadina con una valorizzazione e manutenzione dell’argine cittadino.

Un vero e proprio nuovo paradigma nella progettazione urbana, a partire dalle piccole cose, per arrivare a quelle più grandi. In un’ottica in cui il bello chiamerà sempre più il bello. Con le relazioni tra i cittadini al centro.

La riunione si è conclusa con un momento conviviale.

Nadia Biancato presenta il libro di Enrica Hero al Salone del Libro;,di Lia Tommi

Salone del Libro
Ritorna a colori mondo Sottosopra di Enrica Hero

Venerdì sarà il giorno di Enrica Hero e del suo libro “Sofia e il mondo Sottosopra” al Salone del Libro.
La giovane scrittrice alessandrina alle ore 17 presenta all’Oval, nel Padiglione della Regione Sicilia , la nuova edizione del suo libro illustrato da Elena Barberis per “Torri del Vento” Edizioni di Palermo.

A presentare è stata chiamata un’altra alessandrina, innamorata delle fiabe per bambini, la giornalista Nadia Biancato.
E’ un mondo fantastico e al contrario quello che Enrica Hero racconta, dove è una lei a risvegliare lo sfortunato principe, dove non ci sono lingotti d’oro ma di cioccolata, dove il mare è marmellata, e la protagonista è Sofia Rudolf, una moderna Alice che deve superare mille peripezie in luoghi delle meraviglie. E’ il mondo Sottosopra, abitato dai Frenis, un popolo molto ghiotto di semi di fragola dove Sofia vivrà avventure incredibili che si presentano capitolo dopo capitolo.
Enrica Hero, classe 1983, è nata in Alessandria , ha studiato Scienza della Formazione Primaria all’Università degli Studi di Torino e frequentato il Master in Professioni e Prodotti per l’Editoria al Collegio Universitario S.Caterina da Siena dell’Università degli Studi di Pavia. Attualmente è insegnante di sostegno della classe 2a D della scuola primaria Galileo Galilei di Alessandria. “Sofia e il mondo Sottosopra” è il suo esordio letterario. La nuova edizione ( la prima uscì nel 2011) è arricchita dalle illustrazioni a colori di Elena Barberis, che affianca all’esperienza dell’illustrazione anche quella di scenografa e fumettista.

“La fantasia di Enrica ipnotizza. Fortunati quei bambini a cui verrà regalato questo bel libro per l’infanzia: scopriranno un mondo in cui le parole fluiscono veloci, appassionando e introducendo valori e parole che arricchiranno il loro lessico, conquistati da situazioni paradossali e curiose avventure” evidenzia Nadia Biancato che venerdì farà emergere gli aspetti più interessanti della storia.

VAN EYCK – RITRATTO CONIUGI ARNOLFINI, di Bruno Vergani

VAN EYCK – RITRATTO CONIUGI ARNOLFINI

Capita mai vi si chieda “in quale epoca avresti voluto vivere?”. L’unica certezza che ho è che avrei voluto essere presente nel momento in cui veniva dipinto questo quadro di Van Eyck (olio su tavola 81×59 cm, realizzato nel 1434) che ritrae i coniugi Arnolfini.

Lui un ricchissimo mercante trasferitosi da Lucca a Bruges nel 1400, lei che sembra incinta ma dall’anagrafe si scoprirà che non ha mai avuto figli.

Ma poi è un matrimonio? Lui le regge la mano come si confaceva per le feste di fidanzamento.

Ma allora quelli dipinti nello specchio alle loro spalle erano i testimoni di fidanzamento (allora ne servivano almeno due per convalidare l’amore per la morosa ?). Ed è per questo che sta scritto “Van Eyck fu qui”?

Era il pittore uno dei testimoni? Tanti piccoli misteri irrisolti dentro a un grande quadro.

Bruno Vergani

Momenti di poesia. SOLO VERSI D’AMORE… di Marianna Fici

Momenti di poesia. SOLO VERSI D’AMORE… di Marianna Fici

Poesie- La Rosa Dei Venti

59721507_1427972340675977_1189212668293021696_n.jpg

SOLO VERSI D’AMORE…

Non ho scordato
il tuo sorriso
il tuo lamento
il tuo pianto
mamma stammi accanto…

Non ho scordato
il tuo silenzio
il tuo dolore
il tuo amore
mamma sei nel mio cuore…

Non ho scordato
il giorno dell’arresa
il giorno del distacco
il giorno dell’addio
mamma quel giorno c’ero io…

Non ho scordato
la grande madre
la grande moglie
la grande donna
mamma eri la mia colonna…

Marianna Fici 8-5-2018
Dipinto di Pablo Picasso

“Alessandria nella storia da Alessandro III Papa ai giorni nostri”. Il libro di Giulio Legnaro

“Alessandria nella storia da Alessandro III Papa ai giorni nostri”

Il libro di Giulio Legnaro presentato ad una delegazione di studenti di Spinetta nella sala 1° Maggio della Solvay

redim

Giovedì 9 maggio alle ore 9,00, presso lo stabilimento Solvay Specialty Polymers Spinetta Marengo, nella Sala 1° Maggio, verrà presentato il libro ‘Alessandria nella storia’ dell’autore alessandrino, Giulio Legnaro alla presenza di circa 80 studenti delle scuole medie dell’Istituto V. Alfieri di Spinetta Marengo ai quali verrà consegnato in anteprima il volume.

Il libro, redatto in occasione dell’850° Compleanno della Città di Alessandria, raccogliendo una proposta del Consiglio Comunale che auspicava un coinvolgimento della società civile nelle celebrazioni, è stato stampato in 1000 copie con il sostegno della Solvay di Spinetta Marengo e sarà successivamente consegnato agli studenti delle scuole alessandrine (primarie e secondarie di primo grado) per stimolare la curiosità e la crescita intellettiva dei ragazzi, favorendo l’approfondimento didattico delle vicende narrate.

Frutto di un’appassionata ricerca storica e iconografica, il testo illustra alcune delle principali vicende storiche che hanno interessato la Città di Alessandria nel corso dei secoli, dalle origini ai giorni nostri, con alcuni focus su fatti e manufatti particolarmente significativi. La presentazione sarà preceduta dai saluti istituzionali dell’assessore all’Ambiente e alle Politiche per la Sostenibilità Ambientale del Comune di Alessandria, del presidente del Consiglio Comunale e alla presenza del consigliere comunale Demarte. Continua a leggere ““Alessandria nella storia da Alessandro III Papa ai giorni nostri”. Il libro di Giulio Legnaro”

Assemblea AMAG Mobilità: Bilancio 2018 ok e due nuovi mezzi elettrici per la città.

Assemblea AMAG Mobilità: Bilancio 2018 ok e due nuovi mezzi elettrici per la città.

L’azienda di trasporto pubblico locale chiude l’esercizio in utile a fronte di investimenti rilevanti e rinnova ulteriormente il parco mezzi virando sulla mobilità elettrica.

Amag mobilittà mezzi elettrici .jpg

AMAG Mobilità comunica che l’assemblea dei soci in data odierna ha approvato il Bilancio 2018 che si chiude con un risultato economico positivo di 337.139€, a fronte di investimenti che includono voci di spesa importanti, come la prosecuzione del rinnovo del parco automezzi, l’avvio del progetto per la bigliettazione integrata, i lavori di manutenzione straordinaria alla sede.

Al termine dell’assemblea sono stati presentati due mezzi elettrici, nuovi di fabbrica, consegnati dal costruttore BYD a seguito di un progetto che vede coinvolti il Comune di Alessandria, AMAG Mobilità, la Regione Piemonte e il Ministero dell’Ambiente.

I mezzi saranno utilizzati, come da progetto, sulla linea B ed entreranno in servizio già nei prossimi giorni. Continua a leggere “Assemblea AMAG Mobilità: Bilancio 2018 ok e due nuovi mezzi elettrici per la città.”

Il pittore, scultore, cantautore e poeta Bruno Vergani entra a far parte della redazione di Alessandria today

Il pittore, scultore, cantautore e poeta Bruno Vergani entra a far parte della redazione di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di annunciare che il pittore, scultore, cantautore e poeta Bruno Vergani è un nuovo componente della redazione del blog, in attesa di leggere i suoi post e conoscere le sue opere presentiamo una sua breve biografia.

Bruno Vergani copia.jpg

Biografia

Bruno Vergani nato a Milano diplomato in composizione pianistica. Dipingo e ho fatto diverse mostre. Amo scrivere poesie ho vinto diversi premi. Sono cantautore canto in dialetto milanese. Ho pubblicato un libro di mie poesie correlato da miei quadri.

Appassionato di Arte.

Paola Ferrari (Chiamparino Sì-Demos,): “Si deve porre una volta per tutte la duplice questione di metodo e di etica, perché nella politica continuano ad esserci troppe persone inopportune”

Paola Ferrari (Chiamparino Sì-Demos,): “Si deve porre una volta per tutte la duplice questione di metodo e di etica, perché nella politica continuano ad esserci troppe persone inopportune”

“La questione morale nella politica esiste, eccome se esiste, e chi la nega, nega la realtà”. Non ha paura a puntare il dito, convinta, Paola Ferrari (Chiamparino Sì-Demos).

Paola Ferrari.png

“Il tormentone del leghista Siri e i freschissimi arresti in Lombardia per corruzione, che hanno duramente colpito Forza Italia e coinvolto anche Fratelli d’Italia, sono solo gli ultimi esempi purtroppo di una lunga lista.

Ci vollero far credere che la questione ‘mani pulite’ fosse quanto di peggio potesse capitare agli italiani come cattiva e pessima amministrazione: non era vero, il peggio dovevamo ancora vederlo infatti – rimarca Ferrari -.

La candidatura a Governatore del Piemonte di Alberto Cirio, coinvolto nello scandalo della Rimborsopoli regionale e in attesa di sapere se sarà rinviato a giudizio oppure no, è la prova che si persiste nella politica con personaggi macchiati da guai giudiziari contro la Pubblica amministrazione. Continua a leggere “Paola Ferrari (Chiamparino Sì-Demos,): “Si deve porre una volta per tutte la duplice questione di metodo e di etica, perché nella politica continuano ad esserci troppe persone inopportune””

Lunario dei giorni d’amore, di Antonio Machado, recensione di Elvio Bombonato

Lunario dei giorni d’amore, di Antonio Machado, recensione di Elvio Bombonato

Per la tua finestra ornare

diede a me la mattina un ramo di rose.

Dentro un labirinto di strada in strada

ho cercato invano la tua casa.

In  quel labirinto mi sono perduto

in questa mattina di maggio fiorito.

Dimmi dove sei, dove sei?

Giro, rigiro, e non ne posso più.

Antonio Machado,  Lunario dei giorni d’amore

(traduzione mia; senza le rime)

220px-AntonioMachado.JPG

Para tu ventana  un ramo de rosas me dio la mañana.        Por un laberinto de calle en calleja, buscando, he corrido, tu casa y tu reja.                           

Y en un laberinto me encuentro perdido en esta mañana de mayo florido.                            

Dime dónde estás.           

Vuelta y revueltas. Ya no puedo más.

Il labirinto è metafora dell’incomprensione, del cercarsi senza trovarsi. O meglio: lui la cerca, continuando a girare disorientato, ma non riesce a trovarla, perché lei si nasconde e non si fa trovare.  La poesia si riferisce alla poetessa Guiomar (senhal), conosciuta attorno al 1930,  di cui si innamorò e che divenne la sua compagna.  Ricordo che Machado perse la giovanissima moglie Leonor, morta 18enne di tisi fulminante nel 1911.  Vedi la struggente poesia “Era una notte d’estate”, che ho pubblicato qui il 30/11/2018.  Si riprese solo grazie a Guiomar.  Nessuna traduzione può rendere il fascino dell’originale, la musicalità dei versi, le raffinate rime baciate.

foto wikipedia

La provincia più inquinata d’Italia? Forse. Comunque il problema è planetario, anche se Alessandria “non è messa bene” dicono gli esperti di fronte alla sparuta pattuglia di pubblico

La provincia più inquinata d’Italia? Forse. Comunque il problema è planetario, anche se Alessandria “non è messa bene” dicono gli esperti di fronte alla sparuta pattuglia di pubblico

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

La provincia

Nel giorno in cui i giornali italiani hanno pubblicato la sintesi del rapporto mondiale Ipbes, la piattaforma intergovernativa promossa dall’Onu sulla biodiversità, che ha lanciato l’allarme per un milione di specie animali e vegetali a rischio estinzione, ad Alessandria è andato in scena il convegno “La provincia più inquinata d’Italia? Cerchiamo di capire se è vero” promosso nell’ambito della Settimana di studi sulle autonomie locali promossa dal Dottorato di ricerca in autonomie locali dell’Università del Piemonte Orientale in collaborazione con il Digspes (Dipartimento di giurisprudenza, scienze politiche, economiche e sociali), la Società italiana di diritto sanitario, la sezione di Casale Monferrato dell’Unione cristiana imprenditori e dirigenti e il liceo ‘Peano’ di Tortona, con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Alessandria e Fondazione Social. Continua a leggere “La provincia più inquinata d’Italia? Forse. Comunque il problema è planetario, anche se Alessandria “non è messa bene” dicono gli esperti di fronte alla sparuta pattuglia di pubblico”

card tricks

outofwak (artworldwar)

whoever cries believes

my hands are full of tears

wash our faces with love and empathy

brothers and sisters without borders

6 of cups-tarot of the wisdom of broken hearts

the hierophant- silently walking streets at night

zero- the outcome is nebulous and cruel, always enlightening

eleven of the times seeking our better angels

the house of love is big enough for everyone

these are a few of my favourite things…

View original post

art of sword

outofwak (artworldwar)

How the life of flowers struggle into beauty

why beauty is seen and contemplated

when every individual person has a knowledge

simple painting of our thoughts by nature

could people be separated by thoughts of beauty

people joined together create answers to secrets

there are no secrets without people

there are no flowers without looking…

the true understanding of sword, is the understanding of love.

View original post