Orizzonti a colori, di Lia Tommi

Orizzonti a colori – Cena con l’artista Fuad Aziz
Giovedì 16 maggio alle ore 20

Il Moscardo
Via Volturno 20, 15121 Alessandria

Giovedì 16 maggio avremo il piacere di trascorrere una bella serata con l’artista Fuad Aziz, illustratore, scultore, artista, che racconterà di sé e dei suoi libri, in dialogo con Enzo Macrì.

Presso il Ristorante Il Moscardo (via Volturno, 20)
Prenotazioni: 375 5023734

Orizzonti in giallo, di Lia Tommi

Orizzonti in giallo – Cena con l’autore Fabrizio Silei
Martedì 14 maggio alle ore 20

Il Moscardo
Via Volturno 20, 15121 Alessandria

Durante la serata di martedì 14 maggio avremo il piacere di cenare con l’autore Fabrizio Silei, che scrive per bambini e ragazzi, ma anche adulti: ha da poco pubblicato il giallo “Trappola per volpi” (ed. Giunti). In dialogo con lui lo scrittore alessandrino Danilo Arona.

Presso il Ristorante Il Moscardo (via Volturno, 20)
Prenotazioni: 375 5023734

Inaugurazione di Librinfesta; di Lia Tommi

Inaugurazione di Librinfesta
Lunedì 13 maggio alle ore 21

Conservatorio Vivaldi
Via Parma, 1, 15121

Lunedi 13 maggio, alle 21.00, inaugureremo il XVI Festival Librinfesta presso l’Auditorium del Conservatorio Vivaldi di Alessandria.
Ascolteremo il Coro delle Piccole Voci Bianche, del progetto Propedeutica del Conservatorio, diretto da Angelica Lapadula, accompagnato al pianoforte da Alessandra Riggio, poi saremo affascinati dalla magia delle storie della scrittrice Anna Lavatelli con Mago Canticchio.

Passodopopasso sarà presente a LIBRINFESTA; di Lia Tommi

PASSOdopoPASSO sarà presente a LIBRINFESTA, l’importante festival della letteratura per bambini e ragazzi che si terrà dal 14 al 18 maggio 2019 presso la Galleria San Lorenzo in Via San Lorenzo (AL) con il progetto fotografico “Nel mezzo del cammin di nostra vita…” realizzato da tre fotografi – Monica Dorato, Valter Ravera e Bruno Appiani – in collaborazione con alcuni ospiti della Casa di Reclusione di San Michele nell’ambito dei laboratori Artiviamoci.

Sedici tavole che rappresentano i momenti più significativi dell’Inferno dantesco in una particolare rivisitazione resa possibile dalle competenze acquisite nei laboratori di pittura e xilografia.

Incontro a San Germano; di Lia Tommi

ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNALI – CASALE MONFERRATO – 26 MAGGIO 2019
Casale nel Cuore – meglio Gioanola Sindaco
“La mia Casale, la nostra Casale è soprattutto nel cuore”
LUCA GIOANOLA – CANDIDATO SINDACO DELLA COALIZIONE DI CENTROSINISTRA E DELLE LISTE CIVICHE

Casale, i quartieri, le frazioni: San Germano

Mercoledì 8 maggio, alle 21, Luca Gioanola ha incontrato i cittadini di San Germano, al Bar Centrale.

Un dibattito molto vivace e partecipato di circa due ore che ha toccato la sicurezza stradale e la sicurezza idrogeologica, l’illuminazione, la mobilità e i trasporti, i servizi, la partecipazione, il decoro e la pulizia.

Punti centrali nel programma del Sindaco Luca Gioanola e della coalizione “Casale nel Cuore – meglio Gioanola Sindaco”.

Il tema della partecipazione ha trovato riscontri positivi nei progetti “Comitati Civici”, “Adottiamo una Via”, “Incontri Utili” e il rilancio del parco giochi con un progetto di nuovo parco identitario per la comunità e del nuovo stile di vita, con processi partecipativi con scuola e cittadini.

Altri progetti che hanno trovato ottimo riscontro sono stati: “Farmaci a domicilio”, “Calmierazione affitti” per i negozi, “Tutta un’altra Luca” e la sicurezza stradale mediante un nuovo approccio a 360 gradi con: segnaletica orizzontale e verticale, rinnovo dei guardrail, marciapiedi e delle ringhiere; telerilevamento/controllo della velocità.

Le problematiche relative alla manutenzione, al decoro e alla pulizia degli spazi urbani e del verde saranno le prime a essere affrontate, per essere poi mantenute con continuità lungo tutti gli anni di amministrazione, ben oltre i primi cento giorni.

Si attuerà un vero e proprio cambio di paradigma della partecipazione e dell’impegno per il bene comune, ritrovando una efficace fiducia e collaborazione tra i cittadini, i consorzi, gli agricoltori, il Comune, gli operatori pubblici e privati.

A Rivarone tutto pronto per la Sagra della Ciliegia, di Lia Tommi

A Rivarone è tutto pronto per la 48° Sagra della Ciliegia, che si svolgerà domenica 19 maggio 2019. ARCA, con il patrocinio del comune, ha organizzato una giornata veramente ricca di eventi per grandi e piccoli.

– Si comincia alle 9.30 con la passeggiata tra i ciliegi (a cura dell’Associazione PassoDopoPasso): si tratta di un percorso di circa due ore lungo i sentieri più suggestivi della zona. Il ritrovo è previsto alle 9.30 in Via Contrada Grande.

– Alle 10:00 apertura del mercato con la vendita della prelibata ciliegia “precoce”

– Alle 10.30 e alle 15.30 i più piccoli potranno dilettarsi a raccogliere le ciliege direttamente dagli alberi.

– Alle 12.00 pranzo campagnolo

– Alle 15.00 inizieranno i giochi in piazza

– Alle 16.00 musica e coro de “I Uataron”

– Alle 18.00 Corsa dei piccoli: gara con premi per gli under 10″.

– Alle 18.30 Dimostrazione di Zumba con Ilaria

– Dalle 19.00 fino a fine serata, musica dal vivo con i “Sakafuma” che allieteranno la “Cena sotto le Stelle”

Durante tutta la giornata saranno vendute le celebri ciliegie, truccabimbi, banchetti dell’artigianato, giochi e premi per tutti.

Un occhio di riguardo quest’anno dev’essere riservato al menù dedicato alla ciliegia:- risotto alle ciliegie- crostata alle ciliegie- panna cotta con coulis di ciliegie- infuso alle ciliegie.

A MIA MADRE, di Miriam Maria Santucci

 

14 A mia madre

🌹🙏

A MIA MADRE
di Miriam Maria Santucci

 

Vengo a trovarti.
Ora sei fatta di lettere
impresse sulla pietra.
Ti guardo
e non so che dire.
Le parole
mi muoiono dentro
ad una ad una
e vengono a tenerti compagnia.
Ti guardo
e gli occhi s’annebbiano
di lacrime.
Tu, che non hai più angosce,
anche tu mi guardi
e mi rimproveri il pianto
con i tuoi occhi di pietra…

(16-4-1968)

Poesia tratta dalla raccolta “Le Impronte della Vita”.
© Copyright 2015 – Miriam Maria Santucci

 

Incontro con Domenico Ravetti, candidato alle Regionali per il PD ; di Lia Tommi

Abbiamo incontrato Domenico Ravetti, candidato in Regione Piemonte per il Partito Democratico .

– Ci racconti chi è Domenico Ravetti.

Sono nato 49 anni fa ad Alessandria e sono figlio di operai.

Sono sposato con Monica e sono il padre di Federica, 18 anni e di Mattia, 8 anni.

Dopo gli studi e alcuni lavori precari, sono stato assunto nel 1996 dall’Automobile Club Italia e, dal 1999, sono il responsabile dell’ufficio di Casale Monferrato.

– Ha già alle spalle una carriera politica ventennale. Quali sono le tappe salienti?

La mia carriera politica inizia nel 1995 con l’elezione nel Consiglio Comunale di Castellazzo Bormida (terzo tra i più votati) e con la conferma avvenuta anche nel 1999 (primo fra i più votati).

Nel 2004 inizia la mia avventura come Sindaco di Castellazzo Bormida. Avevo 33 anni e mi è stato chiesto di affrontare una sfida difficile che alla fine è risultata vincente. La stessa emozione è stata riconfermata nel 2009 per il secondo mandato, quando, con tre liste a contendersi la vittoria, noi ce l’abbiamo fatta con oltre il 55%.

Ho svolto altri incarichi istituzionali:
– vice Presidente della Conferenza dei Sindaci dell’Asl 20 eletto dai Sindaci della zona alessandrina e tortonese;
– per due mandati sono stato eletto Presidente del comitato dei Sindaci del Distretto dell’Asl di Alessandria;
– sono stato il coordinatore provinciale dell’Anci nella fase di costituzione del decentramento dell’Associazione Nazionale dei Comuni;
– ho vissuto un’esperienza significativa da consigliere di Amministrazione della Fondazione Uspidalet.

Dal giugno del 2013 a settembre 2013 sono stato il segretario provinciale del PD, risultato raggiunto con il voto dell’80% dei componenti l’Assemblea Provinciale.

A ottobre 2013 sono stato riconfermato Segretario in quanto candidato unitario e, dopo l’elezione in Consiglio Regionale, nel rispetto dello Statuto del PD che prevede l’incompatibilità tra i ruoli, ho mantenuto l’incarico sino a gennaio 2015.

Nella nuova esperienza di governo del Piemonte sono stato eletto alla Presidenza della IV Commissione Sanità, Politiche Sociali e Politiche per gli anziani. Inoltre, nel Gruppo del Partito Democratico, sono stato individuato come vice Capo gruppo.

Ad Aprile 2018 sono stato eletto Capo Gruppo del Partito Democratico.

– Perché ha accettato la ricandidatura?

Nel 2014, quando siamo stati eletti, abbiamo trovato una Regione al collasso finanziario. Il bilancio generale presentava criticità evidentissime. Ora il Piemonte è salvo, le politiche di risanamento permettono di guardare al futuro con sollievo. La strada per la crescita doveva passare attraverso delle scelte , che abbiamo fatto on responsabilità e correttezza. Sono contento della proposta di ricandidatura del mio Partito e felice per il riconoscimento del capolista.

Ho accettato perché voglio evitare al Piemonte un pericoloso ritorno al passato. Ad esempio la nostra Provincia ha intrapreso il percorso della ricerca scientifica sulle patologie ambientali e il corso universitario di medicina, che daranno a breve risultati per il benessere e la salute, ma anche per l’economia e il lavoro.

Vogliamo diffondere i valori della solidarietà e dell’ uguaglianza, impegnandoci a risolvere i problemi, perché questo è per me la politica.

Ringraziamo Domenico Ravetti, capolista PD alle elezioni Regionali, per la cortese disponibilità.

La musica del male, di Cristina Saracano

Giovedi 16 maggio 2019 alle ore 18,00 presso Il Salone di Rappresentanza della Basile si terrà la presentazione del libro di Daniela PIAZZA
dal titolo
“La musica del male” Modera Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di idee

commenta:
“Daniela PIAZZA è scrittrice sensibile e raffinata, storica dell’Arte e musicista.
Il suo ultimo romanzo storico “La musica del male” racconta un episodio della vita di Leonardo da Vinci, ritenuto il più grande genio di tutti i tempi. Proprio quest’anno ricorre l’anniversario della sua morte avvenuta 500 anni fa, il 2 maggio 1519 a Clos-Lucé vicino ad Amboise”

Daniela PIAZZA
Nata a Savona nel 1962, Daniela Piazza è laureata in Lettere, con specializzazione in Storia dell’Arte, e diplomata in pianoforte al Conservatorio “N. Paganini” di Genova. Da vent’anni insegna Storia dell’artenel Liceo “Chiabrera/Martini” di Savona, dove si occupa anche dell’attività del Laboratorio musicale. Come musicista, si è esibita in duo con i pianisti Fabrizio Borchi e Fulvio Bianchi e fa parte del Coro Anton Bruckner e del gruppo Pro Musica Antiqua, indirizzato al recupero della letteratura musicale rinascimentale e barocca, eseguita con strumenti copie di quelli originali dell’epoca.
Ha pubblicato articoli a soggetto storico-artistico prima di esordire con il fortunato romanzo storico “Il tempio della luce”, edito nel settembre 2012 da Rizzoli e accolto con notevole interesse da stampa e lettori, a cui hanno fatto seguito “L’enigma Michelangelo” (Rizzoli, 2014) e “La musica del male” (Rizzoli,2019). Continua a leggere “La musica del male, di Cristina Saracano”

IL TERREMOTO, di Silvia De Angelis

Improvvisamente un boato, diverso dal rumore d’un tuono e poi un sussulto inaudito  che sfocia nel forte tremolìo  della terra e tutto si muove d’intorno in modo inconsulto…

Ecco il terremoto, inaspettato cataclisma, che sa incutere  interminabili attimi di panico.

La mente, in pochi secondi, deve gestire immagini terrificanti  e l’istinto di sopravvivenza, avanza a grandi passi, con  velocissime mosse dirette alla salvaguardia della propria  persona, allarmata da una situazione di forte pericolo.

Non c’è tempo di pensare, si deve correre al di fuori delle  mura dell’abitazione, all’aperto, possibilmente lontano  da fabbricati, che potrebbero sbriciolarsi da un istante allo  altro.

Le scene che seguiranno, dopo il sisma, saranno devastanti  per la loro violenza… un ammasso di detriti ed edifici  distrutti o semidemoliti, fra gli sguardi della gente ancora  attonita e sbigottita per aver vissuto ed avere ancora il dono  della vita, dopo un evento di tale portata.

Organizzati nelle tendopoli, in uno stato di precarietà ed  emergenza, in parte sono felici di essere salvi, ma molti di loro hanno perso la casa e forse anche il lavoro.

Situazioni davvero drammatiche, indotte dall’esistenza, che bisogna  sempre considerare un’avventura. Infatti l’imprevedibilità degli eventi, di qualsiasi natura essi siano, portano a riflessioni  profonde e alla considerazione di quanto, soprattutto, siamo fragili, di fronte all’inaspettata forza della natura,   che non finisce mai di sbalordirci con le sue incredibili  performance .

@Silvia De Angelis

IL TERREMOTO

                                                                DRAMATIC SAFARI

In quel safari

d’ abnormi cianfrusaglie

mischiate a  brandelli umani

mostra l’arte muta e devastante

un roboante cataclisma.

Scenario d’ uno sfigurato sensale

dimentico da  Dio

stravolge barlumi del pensiero

coinvolgendo i codici emotivi

Solo l’eco d’un fogliame indenne

si destreggia  col vento

dubbioso

se  spirare

in quella terra martoriata

o ricongiungersi con dolcezza

al migrare d’un impollinare

@Silvia De Angelis 2019

Elezioni comunali a Casale Monferrato

ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNALI – CASALE MONFERRATO – 26 MAGGIO 2019
Casale nel Cuore – meglio Gioanola Sindaco
“La mia Casale, la nostra Casale è soprattutto nel cuore”
LUCA GIOANOLA – CANDIDATO SINDACO DELLA COALIZIONE DI CENTROSINISTRA E DELLE LISTE CIVICHE
Casale, i quartieri, le frazioni: Rolasco e Vialarda
Giovedì 9 maggio, alle 21, Luca Gioanola ha incontrato i cittadini di Rolasco e Vialarda, nei locali del centro civico di Vialarda.
Più di due ore di una discussione molto partecipata che ha toccato: i temi delle relazioni,
dell’agricoltura, del turismo, della mobilità; i progetti del Marchio del Monferrato, della
Filiera Corta, dei Comitati civici, dell’Innovazione energetica, degli Sportelli
comunali, di completo rinnovamento dell’illuminazione con Tutta un’altra luce e di
creazione di un rinnovato parco del nuovo stile di vita con attrezzature per il tempo
libero e l’installazione della casetta dell’acqua. Si sono affrontate le problematiche della
lotta integrata alle zanzare, di manutenzione e sicurezza stradale, di gestione del verde.
Così come le opportunità lavorative e sociali con i progetti di Incubazione di imprese, semplificazione burocratica per l’insediamento di nuove aziende, operatori di strada e
piani di zona. “La nostra azione andrà ben oltre la ricerca spasmodica di medaglie e di tacconi da
contentino, quindi non vi diremo cosa faremo nei primi 100 giorni, ma cosa costruiremo
insieme nei prossimi cinque anni. Un passo alla volta, creando valore, aumentando il bello
nel nostro territorio, chi chiamerà sempre più bello”
Gli incontri proseguiranno con il prossimo appuntamento di venerdì 10 maggio, alle ore 21,
al Circolo Amici di Oltreponte, insieme ai cittadini del quartiere Oltreponte.

Tenerezza di madre

Suoni diversi beccati sul mio cuore

Foto nikon rosanna fiori

Tenerezza di madre

E’unico il suono della voce
così io non dimentico la tua
e ad occhi chiusi potrei riconoscerti
anche se inseguo la tua ombra
e so di certo che non la raggiungerò
nel purgatorio di questa mia vita
ma forse nella notte più lunga
e più silenziosa e spenta
di immagini e di colori
nell’ultimo percorrere la via
così quando il silenzio sarà totale
solo il tuo suono mi salverà
e scivolerà sul brivido della mia pelle viola
accarezzandola piano
memoria storica e viscerale
sangue dello stesso sangue
ricorderò la tua carezza
che asciugava le mie lacrime
deluse nello sfacelo del mio fare
insulse nell’insicurezza del mio dire
unico spiraglio di sole
al taglio dei miei occhi
tenerezza di madre.

View original post

Stop ostruzionismo, lasciate lavorare il governo

Increspature

Ci sono strumenti che vengono utilizzati dalle minoranze parlamentari in maniera impropria per bloccare i lavori parlamentari tra questi c’è l’uso di proporre un enorme numero di emendamenti.

È giusto e fondamentale che ci sia una opposizione perché altrimenti sarebbe una dittatura.

È al parlamento che spetta il potere di fare le leggi, quindi la minoranza deve svolgere il suo ruolo di critica senza mettere i bastoni tra le ruote alla maggioranza. Inoltre ogni parlamentare che è stato eletto dal popolo italiano, sia della maggioranza che dell’opposizione, ha il diritto di prendere le posizioni che vuole. Molti, tra cui Berlusconi, hanno chiesto che venisse fatta una legge apposta affinché i parlamentari obbedissero al proprio partito. Questo è fascismo! Allora che ci stanno a fare tutti questi parlamentari? Se si ragiona così allora basterebbe un solo parlamentare per ogni partito con potere di voto in base alle percentuali…

View original post 122 altre parole

Robert Mapplethorpe.

GF Maccaferri

#Tendenze d’immagine di Gianfranco Maccaferri

Dal 15 dicembre 2018 all’8 aprile 2019, al Madre · museo d’arte contemporanea Donnaregina della Regione Campania, Robert Mapplethorpe. Coreografia per una mostra, a cura di Laura Valente e Andrea Viliani, organizzata in collaborazione con la Robert Mapplethorpe Foundation di New York.

4_thomasanddovanna_1986_copyright robert mapplethorpe foundation_used by permission
Robert Mapplethorpe, Thomas and Dovanna, 1986. © Robert Mapplethorpe Foundation. Used by permission

Ecco una mostra che entusiasma, incuriosisce, approfondisce, spiega, illumina, scandalizza, ti immerge in altro mondo, altro tempo, altro da te e dalla tua quotidianità…una mostra che contiene tutto ciò che si chiede a una esposizione.

Mapplethorpe è stato un fotografo enorme nel panorama mondiale dell’immagine, imprescindibile in ogni contesto estetico e morale. Gli italiani lo hanno ammirato, detestato, acclamato e si sono scandalizzati, impietriti, offesi, masturbati nel 1983 a Venezia e l’anno successivo a Firenze in una mostra fotografica vietata ai minori di anni 18! Poco è cambiato, anche oggi…

View original post 522 altre parole