L’INTERMINABILE ADOLESCENZA POETICA DI ANTONIA POZZI – di Yuleisy Cruz Lezcano

Sono insieme a lei, mentre leggo sdraiata sul prato le sue parole, sembra che fra le sue poesie di paesaggio s’intercali la sua anima, che io sento vicina.

Antonia Pozzi (Milano, 13 febbraio 1912 – Milano, 3 dicembre 1938) per tutta la vita cavalcò la tigre della sofferenza interiore e a 26 anni finì la sua corsa. Uno sguardo di luce il suo, è un pò come guardare il sole, si diventa ciechi. La breve vita è stata segnata dal destino di scrivere che per lei era descrivere e conoscere. Nessuna poesia è stata forse consolatoria, ma il processo creativo, nel suo caso, ha suturato in qualche modo le lesioni che il mondo le aveva procurato e le sue perdite. Nel suo mondo il lettore percepisce una stupenda tenerezza, un’attesa infantile, quasi tremore di primavera per la speranza di vivere appienoL’intera struttura è ricalcata sul modello tipico dell’evocazione.

L’andamento iterativo sottolinea inoltre il senso di verticalità spirituale, il sentimento sacro e il desiderio di Dio.

L’amore è trasfigurato e purificato nel Signore, con l’emblematico elemento dell’acqua vivificatrice (ridammi una stilla di te/che io riviva).

L’idea di finitudine, di imperfezione, di miseria umana (ed è ora dentro il cuore/ho una caverna vuota,/cieca di Te) incontra il conforto di esperire una fede in sé, che colmi la voragine dove è risucchiata la vita. Preghiera che sgorga da una solitudine lacerante, da vuoti inespressi di un’anima fragile. Continua a leggere “L’INTERMINABILE ADOLESCENZA POETICA DI ANTONIA POZZI – di Yuleisy Cruz Lezcano”

Lode al desio, Loredana Mariniello

Lode al desio, Loredana Mariniello

Lode al desio 
Avido e smanioso

questo fellon desio,

quando il tuo sguardo ,

vorace e voluttuoso,

incrocia oltraggioso il mio,

stilla delizie di inaudita passione

e petali di rose su un tappeto

rosso fuoco colore.

L’alma straripa in un effluvio

di fervente emozione,

impaziente di stringer

le sensuali membra tue,

lasciarmi pervadere

e persuadere, inquieto, inerme,

in un vortice di soave,

suadente sensazione

Ti amo e bramo,

mio vanesio, superbo orpello,

al par del qual nulla vidi mai

di così supremamente altero e bello

Orgoglioso e geloso,

vorrei per magia

celarti agli occhi

lussuriosi di altri,

meraviglioso diamante ,

serbarti in uno scrigno

chiuso dentro me,

ma ribelle, ti imponi,

divincoli, svincoli, fuggi

e voli libera, ohimè !

In robuste tele di ragno ,

non riesco ad imbrigliarti,

non sei facile belva mansueta,

impossibile addomesticarti

e, con ostinata dolcezza,

al cor mio legarti

Ti adoro come l’oro,

ti venero dea,

ti accolgo a braccia aperte

in un tripudio di mille foglie di alloro. Continua a leggere “Lode al desio, Loredana Mariniello”

Nuovo Codice della strada, Lega: “Nostre proposte per garantire più sicurezza sulle strade e maggiori tutele per soggetti più deboli”

Nuovo Codice della strada, Lega: “Nostre proposte per garantire più sicurezza sulle strade e maggiori tutele per soggetti più deboli”

Lega

“Finalmente le strisce rosa riservate alle donne in gravidanza e alle mamme con bimbi fino a tre anni e i parcheggi per i disabili, che potranno sostare gratuitamente sulle strisce blu, norme di buon senso già applicate in molti Comuni dove governa la Lega, entrano nel nuovo Codice della Strada, insieme alle misure per il contrasto all’uso dello smartphone alla guida, principale causa di incidenti stradali”: lo dichiara Elena Maccanti, capogruppo della Lega in Commissione Trasporti commentando l’adozione da parte della Commissione del testo base di modifica del Codice della Strada, “frutto – spiega – di un lavoro di confronto tra le diverse forze politiche e di ascolto delle esigenze dei soggetti più vulnerabili”.

“La Lega – prosegue – ha dedicato grande attenzione al tema della sicurezza stradale, in particolare per quel che riguarda l’uso degli smartphone alla guida, la viabilità in prossimità di scuole e asili, i sistemi di guida assistita per i mezzi pesanti e con carichi pericolosi affinché non accada più quello che è successo a Borgo Panigale la scorsa estate. Siamo inoltre soddisfatti anche per le norme che consentono alle carrozzine elettriche per disabili di transitare sulle piste ciclabili, per quelle che  riguardano i veicoli storici e i mezzi dello spettacolo viaggiante, per l’estensione della validità del foglio rosa fino a 12 mesi e per gli interventi per velocizzare le liste di attesa delle revisioni presso le Motorizzazioni, problema cronico che sta danneggiando pesantemente le nostre imprese di autotrasporto”.

“Il nostro obiettivo – conclude – è arrivare in Aula entro il mese di giugno in modo da approvare definitivamente il testo anche in Senato entro quest’anno e dare risposte su molti temi che stanno a cuore ai cittadini. Anche questo è il governo del buon senso”.

Michele Cartolano, nuovo segretario generale della Lega Spi Cgil Alessandria Centro

Michele Cartolano, nuovo segretario generale della Lega Spi Cgil Alessandria Centro

“Punterò a far crescere la partecipazione, che è fondamentale oggi, non solo nel sindacato, anche per difendere la democrazia”.

Lo afferma Michele Cartolano, eletto pochi giorni fa Segretario generale della Lega dei Pensionati Spi Cgil di Alessandria-Centro.

cgil cartolano.jpg

“L’altro obiettivo per me importante è quello di migliorare ulteriormente i servizi che offriamo agli anziani, che sono sempre più numerosi e sempre più in difficoltà rispetto alla burocrazia e all’informatica”

Classe 1951, sposato, due figli e tre nipoti, Michele Cartolano ha trascorso l’intera vita lavorativa nella stessa azienda, le Fabbricazioni Nucleari, oggi Sogin, a Bosco Marengo e Saluggia. E in questa azienda si è sviluppato il suo impegno sindacale prima nella Federazione Lavoratori Metalmeccanici (Flm) e poi nei Chimici. L’impegno sindacale crebbe di intensità nel 1989 quando si prospettarono rischi di chiusura dell’azienda, a cui si rispose con scioperi, blocchi stradali, occupazioni, riuscendo così a salvare i posti di lavoro. Nel curriculum di Cartolano c’è anche un’esperienza amministrativa negli anni Novanta, come assessore allo sport del Comune di Alessandria.

Dal 2016 è in pensione e milita nello Spi Cgil. L’8 maggio scorso il Direttivo della Lega Centro lo ha eletto Segretario generale. Succede ad Angela Ferraris, Gianna Bacco e Floriana Taddei, ed è quindi il primo uomo a svolgere questo ruolo in tutta la storia della Lega Centro che iniziò, come le altre 11 della provincia alessandrina, nel 1995.

Il Concorso letterario “Voci di Notte – Donne” al Salone del Libro di Torino

Il Concorso letterario “Voci di Notte – Donne” al Salone del Libro di Torino

Si è chiuso il 13 maggio il 32° Salone Internazionale del Libro di Torino, al quale l’Associazione Mirò ha partecipato proponendo il concorso letterario “Voci di Notte – DONNE”, promosso con il patrocinio gratuito dalla Provincia di Alessandria.

mirò maffei-raviola-chiarellomirò stand

Per tutta la durata del Salone sono stati infatti distribuiti i depliant del concorso presso lo stand delle case editrici Edizioni della Goccia di Casale Monferrato e Parallelo45 Edizioni di Piacenza, dove era anche presente la scrittrice e giurata del concorso Maura Maffei per presentare i suoi ultimi romanzi irlandesi e il volume “Anna e il giovane mago”, ispirato dalla figura della Marchesa Anna d’Alençon.

Un’esperienza sicuramente molto interessante e importante, che si è chiusa ad un mese dalla scadenza del bando del concorso letterario e del progetto di Arte Postale, previsto per il 14 giugno 2019, che stanno già riscuotendo un grande interesse. Continua a leggere “Il Concorso letterario “Voci di Notte – Donne” al Salone del Libro di Torino”

Fabio Lavagno e Rita Schipani: Doppio appuntamento con i candidati in vista delle elezioni europee e amministrative

Fabio Lavagno e Rita Schipani: Doppio appuntamento con i candidati in vista delle elezioni europee e amministrative

Casale Monferrato: Il ticket Lavagno-Schipani si presenta per il Comune. Mercedes Bresso corre per l’Europarlamento

Fabio_Lavagno_daticamera

Doppio appuntamento politico venerdì 17 maggio alle ore 18 presso il Mutuo Soccorso di viale Beretta, a Casale Monferrato, in vista delle elezioni amministrative ed europee, che si terranno il prossimo 26 maggio. Si tratta della presentazione di Fabio Lavagno (già deputato della XVII Legislatura) e Rita Schipani (consigliera comunale uscente), entrambi candidati per il Consiglio comunale cittadino, e di Mercedes Bresso che, forte della sua esperienza europea, si candida per confermare il seggio a Strasburgo. 

«Occorre una spinta rinnovata che sappia coniugare capacità ed innovazione – dichiarano i tre candidati che si presentano nelle liste del Partito Democratico – al fine di affrontare con competenza e coerenza il difficile momento che stanno attraversando le forze progressiste, a livello locale come europeo».

«E’ fondamentale – continuano gli esponenti Pd – costruire una risposta concreta capace di costruire il futuro senza accontentarsi di chiudersi nel presente, nelle rendite di posizione o in facili schematismi. La politica non si deve chiamare fuori dalle difficoltà del presente, prima fra tutte la crisi economica, ma tornare a essere un luogo di decisione e di creazione di soluzioni. Inoltre, il delicato momento che stiamo vivendo deve preoccuparci anche sotto un aspetto di carattere più prettamente identitario e per nulla post-ideologico. La crisi che stiamo attraversando non è solamente di carattere politico-istituzionale ed economico, ma anche culturale e valoriale. Le nostre società, sempre più complesse e multiculturali, ci pongono davanti a sfide epocali che dobbiamo essere pronti ad affrontare sul medio e soprattutto sul lungo periodo. Le recenti e sempre più frequenti derive autoritarie e variatamente ‘neofasciste’ devono obbligarci ad affrontare il presente senza dimenticare il passato, aiutando le nuove generazioni a guardare nuovamente al futuro, se non con fiducia, almeno con minore paura e minore incertezza».

L’iniziativa sarà l’occasione per incontrare i candidati e confrontarsi con loro in modo aperto e informale: il momento si concluderà con un drink che verrà offerto a tutti i partecipanti.

Belle le Alpi, by Tania Di Mlata

Belle le Alpi, by Tania Di Malta

 

Belle le Alpi, me le ricordo ancora

incantata, incredula,

oltre il vetro del lucernaio.

Cento  volte allo specchio

il ventre, così tondo e pieno,

quasi non sembrava mio.

Eppur belle le Alpi delle tristi notti,

piangeva, Elephant  Man

ed io piangevo con lui.

Lo facevo piano per non darti dispiacere,

mentre tu nella culla d’acqua

assorbivi i miei pensieri.

Ti cullavo e sussurravo

le stesse parole: sono belle le Alpi, ma io ti porterò al mare …

tu, salutavi di piuma e io mi sentivo regina.

Belle le Alpi, fra testa e ginocchia

intraviste di sbieco, oltre il lucernaio,

Il ventre al muro e la schiena alla tempesta.

L’insistente mantra in attesa di clemenza

“Non aver paura, non è niente, te lo giuro, ti porterò al mare,

te lo giuro, te lo giuro, fuggiremo e ti porterò al Mare …”

Tania Di Malta

Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Ordinanza sindacale per la sicurezza urbana

Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Ordinanza sindacale per la sicurezza urbana

Il sindaco di Alessandria ha firmato nella giornata di ieri martedì 14 maggio l’ordinanza contingibile e urgente n. 271 per il Contrasto alle ‘condotte che impediscano l’accessibilità e la fruizione di determinate aree urbane’.

ordinanza IMG_20190515_121607.jpg

Sul territorio del Comune di Alessandria si riscontra la presenza di numerosi soggetti, dediti al consumo di bevande alcoliche o sostanze stupefacenti che oziano in luoghi centrali come piazza della Libertà, i giardini pubblici e le aree antistanti la stazione ferroviariaha spiegato il Sindaco di Alessandria –. La Legge conferisce ai Sindaci la facoltà di adottare atti, adeguatamente motivati, che pongano in essere la possibilità di prevenire e contrastare questi comportamenti che spesso sfociano in atteggiamenti di pericolo per la sicurezza urbana o, più semplicemente, fanno permanere nei nostri cittadini un senso di insicurezza che limita la fruizione di spazi che dovrebbero essere appannaggio di tutta la comunità”.

Il Regolamento di Polizia Urbana adottato dall’Ente già nel gennaio 2018 è stato modificato con l’ampliamento delle aree individuate per l’applicazione delle misure a tutela della sicurezza e del decoro urbano, con l’introduzione del divieto di accattonaggio e accattonaggio molesto e con l’aggiunta della possibilità di sanzionare chi venga colto in caso di violazione di queste norme. Continua a leggere “Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Ordinanza sindacale per la sicurezza urbana”

Discarica abusiva:intervento degli ispettori ambientali

Discarica abusiva:intervento degli ispettori ambientali

Alessandria_Panorama.jpg

Gli Ispettori Ambientali del Comune di Alessandria sono intervenuti, a seguito di una segnalazione, in località Chiozzetto, sulla riva sinistra del fiume Bormida.

Nella zona segnalata erano stati abbandonati dei rifiuti provenienti da una ristrutturazione edilizia.

Sono state avviate le indagini che hanno permesso di stabilire che i rifiuti provenivano da una struttura alberghiera di Arenzano. Conseguentemente la Polizia Locale ha identificato l’impresario edile, autore dell’abbandono, che sarà deferito all’autorità giudiziaria ed obbligato a smaltire i rifiuti abbandonati.

Questa operazione ha consentito il risparmio degli oneri relativi allo smaltimento che sarebbero stati, altrimenti, a carico della collettività.

Aquiloni  sul mare nella notte, by Tania Di Malta

Aquiloni  sul mare nella notte, by Tania Di Malta

Raccoglierò  mille stelle

e le tramuterò in parole 

come non ho mai potuto fare

per  il troppo amore, che si rende muto.

Confinate  in questa foresta

a  volte  chiamata  anima,

a volte dimenticata,

in cui mi sono spesso persa.

Raccoglierò mille stelle

alle più belle, darò il Vostro nome

le porterò con me fino al mare

come aquiloni splendenti nella notte.

Mi  poserò sulla battigia

e insieme a voi aspetterò l’alba,

sarà una dolce notte

di risa lacrime e perdono.

E quando spunterà il sole

tutto sarà stato detto

ogni ombra dissipata

fra aurora, onde e profumo di salsedine.

Finalmente aprirò le mani

Il vento di mare mi aiuterà

volerete libere di rugiada

verso la linea che congiunge tutto.

Tania Di Malta  2016-06-05

Intervista Nada Nuovo un artista a 360°, a cura di Lia Tommi

Intervista Nada Nuovo un artista a 360°, a cura di Lia Tommi

video di Pier Carlo Lava, intervista effettuata presso il caffè Melchonni d Alessandria.

Alessandria today è lieta di presentare un intervista a Leonarda Nada Nuovo, conosciuta come NadaNuovoHauteCouture, un’artista poliedrica, alla continua ricerca del bello sia attraverso la sua Casa di Moda che per il tramite dei suoi disegni ma anche scrittrice. Lunedì 20 maggio 2019 , alle ore 17.00, presso la Biblioteca Civica “Francesca Calvo”, presenterà il suo ultimo libro: “La belle epoque”, 10 modi per diventare una donna perfetta.

link del post: https://alessandria.today/2019/05/13/presentazione-del-libro-la-belle-epoque-di-leonarda-nada-nuovo-di-lia-tommi/

Video: https://youtu.be/inpdrD0nm8Q

” Una Vita un Amore “: il racconto di una lunga storia d’amore, di Lia Tommi

Voglio semplicemente raccontare la mia storia d’amore, una storia semplice ma straordinaria, che dura da 58 anni e proporla,ai giovani d’oggi che (per fortuna non tutti! ) non riescono a trovare un’intesa duratura, non sanno fare rinunce,sacrificarsi per degli ideali…

Una vita un Amore

Ho 80 anni, sono pugliese,di Andria e dalla mia terra ho ereditato la levantina fierezza di raggiungere gli obiettivi prefissati, pur nell’imprevedibilità degli eventi. Nel pieno di ITALIA’61, ho incontrato l’Amore a Torino,dove lavoravo come interprete, e ne ho fatto la ragione, la gioia della mia esistenza.
Sono fortunata, ho ancora mio marito a fianco e con lui continuo a trascorrere il mio cammino, in lieto, reciproco scambio di sentimenti. L’Amore è una forza straordinaria che si declina attraverso la sensibilità di personalità differenti, ma affini e complementari, è un’esplosione di vita,è il nucleo di ogni atomo che viaggia nel tempo e nello spazio sotto qualunque forma , lasciando la sua impronta suggestiva e indelebile, l’Amore è sublime!
E’ stato bello vivere nella sua scia…
Eravamo giovani ed entusiasti della vita, poveri economicamente ma ricchi dentro, ricchi di amore, di vitalità, di gioia..
Fu bello scoprire che il mondo ci apparteneva, che potevamo costruire qualcosa insieme, che generosi, prepotenti, esuberanti erano i nostri sentimenti…
Esplose, magica e incontrollabile, la nostra passione giovane che ci rivelò l’intensità delle nostre emozioni e la risposta sensuale dei nostri corpi, carica di un piacere sempre nuovo e, al contempo, di un’impensata tenerezza…
Altri tempi… Il matrimonio, la chiesa, l’abito nuziale,la gioia di quel rito, l’indimenticabile luna di miele, i giorni delle ristrettezze economiche, dei disagi, delle rinunce, dei sacrifici affrontati con determinazione e con gioia, nella reciproca donazione di sé……
E poi il nostro primo figlio : un fagottino tenero, un po’ rugoso che ci diede l’immensa gioia di sentirci “mamma e papà”…i suoi primi sorrisi, i suoi primi dentini, i suoi primi passi, le sue prime parole…
E, dopo quattro anni, l’altro nostro bambino : bello, sano, robusto, un altro stupendo dono della Vita !
Nonostante i momenti economici poco rosei, eravamo una bella famiglia, i nostri figli crescevano spensierati e la vita scorreva inarrestabile,confrontando ci con i vari eventi, talvolta drammatici : i figli a scuola, le nostre e loro piccole difficoltà, le loro scelte di studio e di vita,le loro prime, ingenue, trepidanti storie d’amore e il nostro dolore per gli affetti che la morte ci portava via, il nostro lavoro quotidiano che ,dopo tanti anni di rinunce, cominciava a darci una certa sicurezza economica ..e poi quel dolore intenso, atroce per il nostro primogenito in coma, falciato da un’auto che aveva attraversato col rosso… Ci stringevamo convulsamente l’un l’altro,come a cercare un reciproco conforto, pregavamo, piangevamo e osavamo sperare,convinti che il nostro amore avrebbe fatto un miracolo… E il miracolo avvenne e il nostro amore ne uscì ancora più forte, rinsaldato.. Quante battaglie, quante altre traversie abbiamo dovuto affrontare, ma è stato bello perchè siamo sempre stati insieme… .. Insieme, nella buona e nella cattiva sorte..
La passione man mano è scemata per far posto ad una tenerezza nuova, in cui anche le parole sono di troppo : una tenerezza fatta di mille piccole attenzioni, di premure, di sguardi di complicità ,di pensieri condivisi,di piccole gioie semplici ma gratificanti..
I figli sono cresciuti sono entrati nel mondo del lavoro, hanno a loro volta formato le loro famiglie e noi..,noi siamo diventati nonni di un esserino che ora è uno stupendo giovanotto, studioso e serio.
I nostri cuori sono di nuovo carichi di emozioni che ci fanno ..rifiorire. Non siamo soltanto genitori o nonni, ma una coppia che si è nutrita di amore vicendevole e ha ancora davanti a sé i giorni che il destino vorrà concedere , giorni ancora meravigliosi, da vivere insieme, con la gioia e lo stupore che solo l’Amore vero da dare…

Jolanda

Momenti di poesia. L’ULTIMA BUGIA, di Gregorio Asero

Momenti di poesia. L’ULTIMA BUGIA, di Gregorio Asero

60142123_2726481790715231_6174696824431968256_n.jpg

L’ULTIMA BUGIA

E verrò adornato come un airone
per incontrare il tuo sguardo
M’assale la paura se ti vedo irata
e come un uomo nudo mi sento indifeso

Nei meriggi di solitudine ripenso
al nostro passato che non fu
Gli dei certo provano vergogna per averci nascosto
e non possono ingannarmi mentendo
su un fato avverso
giacché questa è l’ultima menzogna che subisco
E in verità molte ciance avete calato nella mia brocca
costringendomi a sognare in un mondo incantato

E io dico:
fuggite dalla mia ira
poiché non berrò più da quella brocca soporifera
.
da “ARTEMIDE”
di Gregorio Asero
copyright legge 22 aprile 1941 n. 633

Una riflessione politica di Gregorio Asero

Una riflessione politica di Gregorio Asero

60074310_2717127811650629_4093504029550706688_n.jpg

I NOSTRI LEADER

Sono anni che i grandi leader respingono fastidiosamente come falso moralismo l’accusa di ingaggiare sotto le loro bandiere individui che si rivelano poi ladri e cialtroni. “Noi facciamo politica”, teorizzano “e non intendiamo rubare il mestiere ai giudici istruttori, che del resto, lo sanno fare molto bene.”
Secondo la loro logica, potremmo dire che il titolare di una ditta avrebbe ragione nel sostenere che: “se i miei dipendenti truffano la clientela, se neoccupino i carabinieri, io ho altro da fare, devo studiare i piani d’investimento.”
Il dramma, purtroppo, è che la maggioranza dei clienti elettorali, continua a votare meccanicamente, perché non sa dove sbattere la testa, quindi il voto è diventato un tiket che si paga con rassegnazione, dispetto e rancore.
Da qualche tempo sostengo l’esistenza di un terrorismo parallelo che non uccide vite umane, ma uccide l’immagine dello Stato.
Se in certe situazioni di emergenze il semplice furto, per poterlo debellare, si aggrava con il saccheggio, anche certi reati amministrativi, in un Paese disfatto e alla deriva come il nostro, dovrebbero essere giudicato per l’effetto devastante che produce. I responsabili dovrebbero essere condannati per banda disarmata a pene severissime.
Se non si provvede, i nostri nipotini non giocheranno più a guardia e ladri ma a ladri e basta.
gregorio asero

SEKCJA POLSKA / SEZIONE POLACCA: Realismo Terminale – approda in Polonia

Jeśli ktoś chciałby zapoznać się z moim artykułem o Realizmie Terminalnym i poezjami Guido Oldani’ego opublikowanym w miesięczniku kulturowym WENA, podaję też link, pod którym tekst dostępny jest na mojej stronie WordPress / Se qualcuno avesse voglia di leggere il mio saggio sul Realismo Terminale con le poesie di Guido Oldani tradotte in polacco, appena pubblicato sul mensile culturale Wena, allego il link per WordPress. Buona lettura!

https://izabellateresakostkaswiatsztukiipoezji.wordpress.com/2019/05/15/wspolczesne-oblicza-sztuki-realizm-terminalny-czyli-swiat-widziany-przez-pryzmat-przedmiotow-i-technologii-autor-izabella-teresa-kostka-2019/?preview=true

Poeta i założyciel Realizmu Terminalnego Guido Oldani z polskim miesięcznikiem “Wena”. Foto: Izabella Teresa Kostka, 2019

Assemblea di Agronetwork

Assemblea di Agronetwork a Torino:
agricoltura, industria e ricerca rinnovano l’impegno
per l’innovazione agroalimentare
“Confagricoltura e il mondo industriale condividono l’impegno per un modello di sviluppo
fondato sull’integrazione delle filiere imprenditoriali e il rapporto con la ricerca scientifica”.
Lo ha dichiarato il presidente della Confagricoltura Massimiliano Giansanti a Torino, al convegno “Ricerca e innovazione per le filiere funzionali e la salute” organizzato dall’associazione Agronetwork per consolidare la collaborazione su progetti operativi tra le imprese agricole, alimentari e la ricerca.
Agronetwork è l’associazione di imprese ed enti scientifici voluta da Confagricoltura,
LUISS, e NOMISMA e presieduta da Luisa Todini.
Al Rettorato dell’Università di Torino, oggi si sono incontrati docenti e specialisti delle
diverse discipline coinvolte dalla richiesta di prodotti salutistici e dall’evoluzione della
nutraceutica per condividere il percorso che pone l’innovazione agroalimentare al centro
dello sviluppo economico. Tra i presenti, il prof. Germano Paini in rappresentanza del
Rettore dell’Ateneo torinese Gianmaria Ajani, e il prof. Remigio Berruto, coordinatore
scientifico di Agronetwork.
Attualmente gli investimenti per l’innovazione dell’industria alimentare italiana ammontano
a oltre 11 miliardi di Euro annui su 143 di fatturato, mentre 3,8 miliardi sono l’impegno del
comparto agricolo che vale annualmente 47 miliardi di euro.
I rappresentanti di Confagricoltura, unitamente agli industriali e agli accademici, hannoauspicato che da queste premesse, iniziative come Agronetwork diano contributi
importanti verso nuovi sviluppi di crescita delle eccellenze produttive italiane. “Il futuro
dell’agroalimentare italiano è soprattutto creare valore aggiunto espresso dalla filiera – ha detto Giansanti – Dobbiamo saper interpretare le nuove dinamiche di consumo e,
attraverso nuovi linguaggi, sfruttando il digitale, informare il consumatore finale spiegando
il prodotto agricolo e ponendo al centro il tema della salute”.
“Agronetwork – ha aggiunto la presidente Todini – non nasce per fare rappresentanza, ma
è un’agorà con industriali, agricoltori e scienziati per produrre analisi e proposte da affidare ai vari attori della filiera, a vantaggio di tutti. I ruoli di questi interlocutori sono autonomi, ma è prestando attenzione alle ricadute pratiche, anche di lungo periodo, che scienza ed economia possono crescere insieme producendo benessere per il cittadino consumatore”.
Anche il presidente di Confagricoltura Alessandria, Luca Brondelli di Brondello, era
presente all’incontro.

Aperture straordinarie uffici comunali per le elezioni

CALENDARIO APERTURE DEI SERVIZI ANAGRAFE ED ELETTORALE
In occasione delle prossime consultazioni elettorali, gli orari di apertura dello sportello carte di Identità dell’ufficio Anagrafe e dello sportello del Servizio Elettorale del Comune di Alessandria saranno i seguenti:
 venerdì 24 maggio 2019: dalle ore 8.30 alle ore 18
 sabato 25 maggio 2019: dalle ore 8.30 alle ore 18
 domenica 26 maggio 2019: dalle ore 7 alle ore 23
Al fine di evitare disguidi al pubblico e code agli sportelli, si precisa che lo sportello Carte di Identità effettuerà il servizio soltanto per consentire il riconoscimento presso il seggio elettorale a favore degli elettori completamente sforniti di documento di riconoscimento a seguito di FURTO O SMARRIMENTO, previa presentazione della denuncia. Al di fuori dei casi di urgenza sopra specificati, il rilascio delle carte di identità avviene, come di
consueto, solo su appuntamento.

Il giro d’Italia arriva a Novi Ligure

image009

UNDICESIMA TAPPA CARPI – NOVI LIGURE
22 maggio 2019, arriva il Giro
Si avvicina l’evento sportivo più atteso dell’anno, tra le iniziative dedicate ai cento
anni di Fausto Coppi. Mercoledì 22 maggio 2019 si concluderà in città
l’undicesima tappa del Giro d’Italia, la Carpi – Novi Ligure. La frazione
pianeggiante di 221 chilometri partirà da Carpi e attraverserà Reggio Emilia,
Parma, Piacenza, Voghera e Tortona. Sarà il quarto arrivo di tappa in città.
La carovana rosa transiterà sul territorio comunale giungendo da Pozzolo
Formigaro; i corridori percorreranno via Mazzini, corso Marenco e via Raggio, per
giungere al traguardo posto sul rettilineo della 35 bis dei Giovi all’altezza dello
stabilimento della Novi Elah Dufour, a poche centinaia di metri da Villa Coppi.
L’arrivo è previsto per le ore 17.00 circa.
Novi si vestirà a festa per tributare il più sincero omaggio al grande Airone. Anche
la tappa del giorno successivo, la Cuneo – Pinerolo, sarà dedicata all’impresa del
grande Campionissimo al Giro d’Italia 1949, quando tagliò il traguardo dopo una
leggendaria fuga solitaria.
Definite le aree che ospiteranno i due principali centri nevralgici dell’evento: il
Quartier tappa sarà allestito presso il Museo dei Campionissimi, viale dei
Campionissimi 2, con la direzione generale e quella operativa, la segreteria, gli
uffici della giuria e dei cronometristi; la sala stampa, la sala conferenze e altri locali
necessari all’organizzazione. Qui si svolgerà anche la conferenza stampa del
vincitore.
Il villaggio commerciale, open village, sorgerà in piazza XX Settembre (partenza
navette gratuite direzione arrivo tappa) con gli stand dei partner commerciali del
Giro d’Italia; l’area, aperta al pubblico, permetterà un contatto diretto tra visitatori
e aziende e sarà operativa dalle ore 14.30 alle 19.30.
Per ragioni di sicurezza sono state predisposte delle modifiche temporanee alla
viabilità:
1) innanzitutto, mercoledì 22 maggio è stato istituito il divieto di sosta ed il divieto di
transito di tutti i veicoli, a partire da due ore prima del passaggio del primo
concorrente, sino ad avvenuto transito di tutta la carovana lungo le seguenti vie:
via Mazzini, corso Marenco e via Raggio;
2) inoltre, poiché interessato direttamente dal passaggio della carovana, il tratto di
strada che va dalla rotatoria nei pressi della DKC, confluenza della Strada
Serravalle con la Strada Provinciale ex 35 bis dei Giovi, alla rotatoria “Marco
Pantani”, in corrispondenza del primo ingresso Retail Park, sarà interdetto al
traffico dalle ore 06.00 alle 23.00;
3) nello stesso orario, dalle ore 06.00 alle 23.00, sarà chiuso al traffico anche il viale
dei Campionissimi (e tutti i parcheggi annessi).
Si ricorda inoltre che, per facilitare gli spostamenti, sono state definite ampie aree
di posteggio: piazza Pernigotti -ex Maneggio, piazzale dell’ex Caserma Giorgi,
posteggio di via Raggio accanto all’Ospedale e Movicentro della stazione -a
pagamento.

 

Provvedimenti viabili ad Alessandria

Provvedimenti viabili

Svolgimento dei lavori di allestimento dello spettacolo in programma al Teatro Alessandrino in Vicolo Aulari – 18 maggio
Per permettere lo svolgimento dei lavori di allestimento dello spettacolo di Massimo Ranieri in programma al Teatro Alessandrino in data 18 maggio 2019, dalle ore 00 del 18 maggio 2019 alle ore 4 del 19 maggio 2019, sarà vietata la fermata con rimozione forzata in vicolo Aulari. Al termine delle operazioni di manovra del mezzo che accede al vicolo Aulari sarà sempre consentito l’accesso in entrata ed uscita ai carrai presenti nel vicolo.
Inoltre, dalle ore 00 del 18 maggio 2019 alle ore 4 del 19 maggio 2019 sarà vietata la fermata con rimozione forzata in via Cavour, nel tratto compreso tra il numero civico 6 e l’intersezione con via Gagliaudo.
Svolgimento dei lavori di sostituzione vetri in via Casale civ.3/5 con ausilio di autogru -16
maggio 2019
Per la necessità di autorizzare lo svolgimento dei lavori di sostituzione ed installazione vetri al fabbricato ubicato in via Casale civ.3/5 con utilizzo di automezzo con gru, dalle ore 8 alle ore 12 del giorno 16 maggio 2019, vigerà il divieto di transito in via Casale, nella corsia in ingresso al centro storico compresa fra Lungo Solferino e via Vochieri, con analoga direzione di marcia.
I veicoli provenienti da corso Monferrato avranno obbligo di svolta a dx in via Casale, in direzione spalto.
Svolgimento del mercatino di vicinato 2019 di via Verona – 26 maggio 2019.
Per permettere lo svolgimento del “Mercatino di vicinato 2019” in programma in via Verona in data 26 maggio 2019, dalle ore 00 alle ore 20 del 26 maggio 2019, sarà vietata la fermata con rimozione
forzata e dalle ore 8 alle ore 20 del 26 maggio 2019 sarà vietato il transito in via Verona, nel tratto compreso tra via Sant’Ubaldo e spalto Rovereto.
Da tali divieti sono esclusi i mezzi atti all’allestimento e alla successiva rimozione delle strutture mobili necessarie per lo svolgimento della manifestazione di cui all’oggetto.

Ritorna la Stracasale

La 40 a Stracasale venerdì 31 maggio

Venerdì 31 maggio, con partenza e arrivo da piazza Castello, si terrà la quarantesima
edizione della Stracasale, corsa non competitiva di beneficenza a cura del Comune e di
Anffas Casale Monferrato.
A partire dalle ore 17 ci sarà musica e animazione in piazza Castello. La partenza dei
bambini (fino alla terza media), che correranno lungo un percorso di 2 km, è prevista alle ore 19. Alle ore 20 partiranno gli adulti; il percorso in questo caso è di 6 km e 250 metri.
Alle 20,45 si terranno le premiazioni del primo maschio e della prima femmina di ogni
classe, dalla scuola materna alla terza media. Per quanto riguarda gli adulti saranno
premiati i primi tre uomini e le prime tre donne. Saranno consegnati riconoscimenti a tutti i bambini che raggiungeranno l’arrivo, al partecipante più giovane, al più anziano, al più stravagante e a tutti i gruppi con almeno 30 iscritti.
Per partecipare è necessario acquistare la maglietta-pettorale al costo di 5 euro.
Disponibile in vari esercizi commerciali della città, alla sede di Anffas in via Leardi e alla
partenza il giorno stesso della manifestazione.
Quanto ottenuto dalla vendita delle magliette sarà ripartito tra Anffas Casale e Fondazione piemontese per la ricerca sul Cancro (Candiolo).

Momenti di poesia. Guardo il mio cielo, di Anna Fiorillo-Clavelli

Momenti di poesia. Guardo il mio cielo, di Anna Fiorillo-Clavelli

Guarda il mio

Guardo il mio cielo
lo vedo triste
lo vedo piangere
Anche i fiori si piegano
sotto la pioggia,
anche loro si abbandonano
in un momento di sconforto.
Anche gli uccellini
cercano un riparo,
non sembrano felici
come quando il cielo
è illuminato dal sole.
A me da tristezza nell’anima,
forse perché
qualcuno mi manca…
Dormire mentre fuori piove,
significa non entrare
nel mondo dei sogni.
Ma io voglio sognare,
voglio immaginare il sereno.
Disegnerò il sole
sui vetri appannati e domani…
si domani il sole ci sarà,
ed io continuerò a crederci.

14/05/19
Anna Fiorillo
Clavelli

Momenti di poesia. Ti insegnerò, di Loredana Mariniello

Momenti di poesia. Ti insegnerò, di Loredana Mariniello

60348855_2478242158874136_2368244915474792448_n

Ti insegnerò

Sul ciglio della porta

ti accoglie la tua maestra,

afferra la sua mano

e scoprirai che si può entrare

a scuola con nel cuore

la medesima gioia

che ravviva una festa.

Tu sei piccolino

e ancora non puoi sapere,

ma hai tante cose da imparare,

io, un pò per volta,

te le voglio insegnare.

Inventeremo, unendo

tutte le letterine dell’alfabeto,

un girotondo di parole,

sai, son bambine

non viaggiano, mai,

sole, a braccetto formano

frasi e articolati pensieri,

raccontano storie

e mille avventure,

per spiegarti la vita

in colorate sfumature.

Lungo l’impervio percorso

dell’istruzione, incontreremo

una sfilza di numeri,

imparerai con i simpatici

regoli a contare,

sottrarre, moltiplicare,

dividere e addizionare

crescendo ti serviranno

queste operazioni

per vendere e comprare

ciò che più ti piace

in uno scambio di monete

e banconote vivace.

Ma io, farò di più, ti aiuterò

a conoscere l’ambiente

che ti circonda,

la terra, il cielo e il mare

da costa a costa

a sponda a sponda,

rispetterai l’origine

di ciascun essere vivente

sia esso uomo, pianta

o viscido serpente.

Ti stupirai quando ti farò vedere

quant’è grande il mondo,

da adulto viaggerai

e potrai esplorarlo tutto quanto,

dovrai, perciò, con pazienza

e in modo cortese,

iniziar ad imparar anche

un pò d’inglese.

Per capire di ogni popolo

usi, costumi,

cultura e tradizione,

ti sarà utile l’ora di religione,

avrai poi il tuo svago nella ricreazione,

con la musica imparerai le note di una canzone,

ti divertirai a disegnare e colorare,

in palestra, con la ginnastica,

manterrai il tuo minuto corpo

in continua evoluzione,

in perfetta forma ed esercitazione,

ma dolce e candida anima in formazione,

la scuola ti insegnerà a condividere con gli altri

le emozioni ,comprenderai che non esistono

distanze, differenze o discriminazioni,

un passo dopo l’altro costruirai

le basi del tuo futuro,

finchè da adulto lo affronterai da solo

senza aver più paura del buio.

Un dì, maturo, ritornerai

a salutar la tua maestra

e sorridendo le dirai :

” Com’era bella la scuola,

io non credevo,

ma era davvero

come esser ad una festa !”

Momenti di poesia. Battiti del cuore, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Battiti del cuore, di Cesare Moceo

Battiti del cuore

Sgomento taccio nello scorrer di ore
luccicanti d’eterno

che inesorabili si susseguono
sul viale alberato del tramonto

a scrollarmi di dosso giorni
che sembrano sempre più lunghi

M’inerpico riflesso
a scavalcare mura nitide e terse

che specchiano i mille visi

poche volte distesi molte altre corrucciati

della mia realtà vissuta.

In quei lineamenti marcati

disseminati di momenti d’emozioni allegre
e di sadiche disperazioni

crescono miti pensieri a inseguire utopici sogni

che svaniscono come nebbie
dissolte dal sole mattutino

lasciando gocce di rugiada

soffici lacrime

ad abbeverare in quei solchi

battiti del cuore
radici di nuovi germogli sempreverdi

speranzosi di divenire forti alberi fruttuosi

a dare il meglio di se

per nutrire la coscienza scaldata da solari sentimenti
e scossa da nuove brezze

soffi leggeri dell’anima colma d’amore.
.
cesaremoceo

“Momenti di poesia” – di Paola Cingolani – Più che arresa sono in costante attesa

Ho rallentato per fare più tardi.
Potendo avrei fermato il tempo
ma inesorabilmente ho dovuto.

***
Ho riflettuto fino a scervellarmi.
Volendo avrei trovato soluzioni
che non sono state realizzabili.

***
Ho capito ciò che non ho detto.
Aspettando gli affetti collaterali
sanassero ogni antica malattia.

***
Ho perso certezze e speranze.
Rapidamente sparivano così
anche desideri ed entusiasmi.

***
Ho cercato di sapere se guarivo.
Ascoltando bollettini eloquenti
mi aggiornavo circa il mio stato.

***
Ho smarrito tutte le coordinate.
Non più notizie di me né segni
e cartografie del tutto scolorite.

***
Il male è l’isolamento acustico.
Se le urla si alternano ai silenzi
puoi parlare da sola per salvarti.
Ti abitui persino, tanto che, poi
guarita devi riprendere da capo.
Ho letto una frase oggi, non mia.
Ho ripassato questo male antico
esattamente in contrapposizione.
 
“Più che guardare si aspetta…
[…]
Mi sono affrettato per non arrivare in ritardo alla mia attesa.”
 
 
Certo, alcune attese sono belle.
Neppure io ne perdo un secondo
e m’affanno affinché durino a lungo
poi passa tutto in una volata
e rientro nel mio ermo colle
aspettando ben più di una settimana
continuando ad ignorare fermamente
sabati, villaggi e villani.
Più che arresa sono in costante attesa.

15 maggio 2017

paola maggio 6

 
 
 

Storie dimenticate, di Giannunzio Visconti

Storie dimenticate, di Giannunzio Visconti

Libro: “Storie dimenticate”.

Racconto di “Bonifacio” il Bersagliere. Uno dei ragazzi del 99. Classe 1899.

cover.jpg

… pochi ricordi che ancora gli passavano dinanzi agli occhi, il Cavaliere, l’eroe delle due guerre, ci lasciò per sempre con la dignità di una vita esemplare, con il sorriso sulle labbra e gli occhi ancora accesi rivolti verso il cielo azzurro, andò a raggiungere l’amata consorte e i suoi amici, così solo così ebbe pace, quell’incendio interiore che lo divorava senza sosta finalmente si spense. …

– Un Grande “dimenticato eroe italiano” a cui non si puo negare ammirazione. Giannunzio Visconti

Momenti di poesia. IL MAQUILLAGE, di Tiziana Valori

Momenti di poesia. IL MAQUILLAGE, di Tiziana Valori

IL MAQUILLAGE

Dice: “Ti trucchi sempre così tanto?”
un tale che tenevo per amico.
Forse ha proprio ragione, è cafonesco,
e quindi, nell’uscire un’altra volta,
passo sapone al viso e più null’altro.
Ma i villani non sono così rari
se uno di quelli, in piena discussione,
mi sussurra, donandomi un consiglio:
“Sai che alle donne basta un ritocchino
per sembrare più belle?” Scoraggiata,

decido che andrò a prendere lezione
di come essere un’altra. Dannazione!

Tiziana Valori

Libri. “Londra 1870”, di Patrizia Umilio

Libri. “Londra 1870”, di Patrizia Umilio

Quando tutta l’esistenza è apparentemente in equilibrio, ecco che, ancora, qualcosa “dentro” urla.

londra.jpg

Da questo suono, nasce “Londra 1870”.

“Sospesa sul bordo estremo di una virtuale finestra sul mondo, osservavo un cielo terso all’imbrunire mentre scie di variopinte tonalità di rosa lambivano le cime di monti lontani prepotenti e oscuri. Un tramonto gentile appariva sfumando nel mio campo visivo addolcendo, solo per un momento, quell’inquietudine che, da sempre, caratterizzava la mia indole interiore”. (Londra 1870 – Patrizia Umilio – Libereria Roma)