L’INTERMINABILE ADOLESCENZA POETICA DI ANTONIA POZZI – di Yuleisy Cruz Lezcano

Sono insieme a lei, mentre leggo sdraiata sul prato le sue parole, sembra che fra le sue poesie di paesaggio s’intercali la sua anima, che io sento vicina.

Antonia Pozzi (Milano, 13 febbraio 1912 – Milano, 3 dicembre 1938) per tutta la vita cavalcò la tigre della sofferenza interiore e a 26 anni finì la sua corsa. Uno sguardo di luce il suo, è un pò come guardare il sole, si diventa ciechi. La breve vita è stata segnata dal destino di scrivere che per lei era descrivere e conoscere. Nessuna poesia è stata forse consolatoria, ma il processo creativo, nel suo caso, ha suturato in qualche modo le lesioni che il mondo le aveva procurato e le sue perdite. Nel suo mondo il lettore percepisce una stupenda tenerezza, un’attesa infantile, quasi tremore di primavera per la speranza di vivere appienoL’intera struttura è ricalcata sul modello tipico dell’evocazione.

L’andamento iterativo sottolinea inoltre il senso di verticalità spirituale, il sentimento sacro e il desiderio di Dio.

L’amore è trasfigurato e purificato nel Signore, con l’emblematico elemento dell’acqua vivificatrice (ridammi una stilla di te/che io riviva).

L’idea di finitudine, di imperfezione, di miseria umana (ed è ora dentro il cuore/ho una caverna vuota,/cieca di Te) incontra il conforto di esperire una fede in sé, che colmi la voragine dove è risucchiata la vita. Preghiera che sgorga da una solitudine lacerante, da vuoti inespressi di un’anima fragile. Continua a leggere “L’INTERMINABILE ADOLESCENZA POETICA DI ANTONIA POZZI – di Yuleisy Cruz Lezcano”

Lode al desio, Loredana Mariniello

Lode al desio, Loredana Mariniello

Lode al desio 
Avido e smanioso

questo fellon desio,

quando il tuo sguardo ,

vorace e voluttuoso,

incrocia oltraggioso il mio,

stilla delizie di inaudita passione

e petali di rose su un tappeto

rosso fuoco colore.

L’alma straripa in un effluvio

di fervente emozione,

impaziente di stringer

le sensuali membra tue,

lasciarmi pervadere

e persuadere, inquieto, inerme,

in un vortice di soave,

suadente sensazione

Ti amo e bramo,

mio vanesio, superbo orpello,

al par del qual nulla vidi mai

di così supremamente altero e bello

Orgoglioso e geloso,

vorrei per magia

celarti agli occhi

lussuriosi di altri,

meraviglioso diamante ,

serbarti in uno scrigno

chiuso dentro me,

ma ribelle, ti imponi,

divincoli, svincoli, fuggi

e voli libera, ohimè !

In robuste tele di ragno ,

non riesco ad imbrigliarti,

non sei facile belva mansueta,

impossibile addomesticarti

e, con ostinata dolcezza,

al cor mio legarti

Ti adoro come l’oro,

ti venero dea,

ti accolgo a braccia aperte

in un tripudio di mille foglie di alloro. Continua a leggere “Lode al desio, Loredana Mariniello”

Nuovo Codice della strada, Lega: “Nostre proposte per garantire più sicurezza sulle strade e maggiori tutele per soggetti più deboli”

Nuovo Codice della strada, Lega: “Nostre proposte per garantire più sicurezza sulle strade e maggiori tutele per soggetti più deboli”

Lega

“Finalmente le strisce rosa riservate alle donne in gravidanza e alle mamme con bimbi fino a tre anni e i parcheggi per i disabili, che potranno sostare gratuitamente sulle strisce blu, norme di buon senso già applicate in molti Comuni dove governa la Lega, entrano nel nuovo Codice della Strada, insieme alle misure per il contrasto all’uso dello smartphone alla guida, principale causa di incidenti stradali”: lo dichiara Elena Maccanti, capogruppo della Lega in Commissione Trasporti commentando l’adozione da parte della Commissione del testo base di modifica del Codice della Strada, “frutto – spiega – di un lavoro di confronto tra le diverse forze politiche e di ascolto delle esigenze dei soggetti più vulnerabili”.

“La Lega – prosegue – ha dedicato grande attenzione al tema della sicurezza stradale, in particolare per quel che riguarda l’uso degli smartphone alla guida, la viabilità in prossimità di scuole e asili, i sistemi di guida assistita per i mezzi pesanti e con carichi pericolosi affinché non accada più quello che è successo a Borgo Panigale la scorsa estate. Siamo inoltre soddisfatti anche per le norme che consentono alle carrozzine elettriche per disabili di transitare sulle piste ciclabili, per quelle che  riguardano i veicoli storici e i mezzi dello spettacolo viaggiante, per l’estensione della validità del foglio rosa fino a 12 mesi e per gli interventi per velocizzare le liste di attesa delle revisioni presso le Motorizzazioni, problema cronico che sta danneggiando pesantemente le nostre imprese di autotrasporto”.

“Il nostro obiettivo – conclude – è arrivare in Aula entro il mese di giugno in modo da approvare definitivamente il testo anche in Senato entro quest’anno e dare risposte su molti temi che stanno a cuore ai cittadini. Anche questo è il governo del buon senso”.

Michele Cartolano, nuovo segretario generale della Lega Spi Cgil Alessandria Centro

Michele Cartolano, nuovo segretario generale della Lega Spi Cgil Alessandria Centro

“Punterò a far crescere la partecipazione, che è fondamentale oggi, non solo nel sindacato, anche per difendere la democrazia”.

Lo afferma Michele Cartolano, eletto pochi giorni fa Segretario generale della Lega dei Pensionati Spi Cgil di Alessandria-Centro.

cgil cartolano.jpg

“L’altro obiettivo per me importante è quello di migliorare ulteriormente i servizi che offriamo agli anziani, che sono sempre più numerosi e sempre più in difficoltà rispetto alla burocrazia e all’informatica”

Classe 1951, sposato, due figli e tre nipoti, Michele Cartolano ha trascorso l’intera vita lavorativa nella stessa azienda, le Fabbricazioni Nucleari, oggi Sogin, a Bosco Marengo e Saluggia. E in questa azienda si è sviluppato il suo impegno sindacale prima nella Federazione Lavoratori Metalmeccanici (Flm) e poi nei Chimici. L’impegno sindacale crebbe di intensità nel 1989 quando si prospettarono rischi di chiusura dell’azienda, a cui si rispose con scioperi, blocchi stradali, occupazioni, riuscendo così a salvare i posti di lavoro. Nel curriculum di Cartolano c’è anche un’esperienza amministrativa negli anni Novanta, come assessore allo sport del Comune di Alessandria.

Dal 2016 è in pensione e milita nello Spi Cgil. L’8 maggio scorso il Direttivo della Lega Centro lo ha eletto Segretario generale. Succede ad Angela Ferraris, Gianna Bacco e Floriana Taddei, ed è quindi il primo uomo a svolgere questo ruolo in tutta la storia della Lega Centro che iniziò, come le altre 11 della provincia alessandrina, nel 1995.

Il Concorso letterario “Voci di Notte – Donne” al Salone del Libro di Torino

Il Concorso letterario “Voci di Notte – Donne” al Salone del Libro di Torino

Si è chiuso il 13 maggio il 32° Salone Internazionale del Libro di Torino, al quale l’Associazione Mirò ha partecipato proponendo il concorso letterario “Voci di Notte – DONNE”, promosso con il patrocinio gratuito dalla Provincia di Alessandria.

mirò maffei-raviola-chiarellomirò stand

Per tutta la durata del Salone sono stati infatti distribuiti i depliant del concorso presso lo stand delle case editrici Edizioni della Goccia di Casale Monferrato e Parallelo45 Edizioni di Piacenza, dove era anche presente la scrittrice e giurata del concorso Maura Maffei per presentare i suoi ultimi romanzi irlandesi e il volume “Anna e il giovane mago”, ispirato dalla figura della Marchesa Anna d’Alençon.

Un’esperienza sicuramente molto interessante e importante, che si è chiusa ad un mese dalla scadenza del bando del concorso letterario e del progetto di Arte Postale, previsto per il 14 giugno 2019, che stanno già riscuotendo un grande interesse. Continua a leggere “Il Concorso letterario “Voci di Notte – Donne” al Salone del Libro di Torino”

Fabio Lavagno e Rita Schipani: Doppio appuntamento con i candidati in vista delle elezioni europee e amministrative

Fabio Lavagno e Rita Schipani: Doppio appuntamento con i candidati in vista delle elezioni europee e amministrative

Casale Monferrato: Il ticket Lavagno-Schipani si presenta per il Comune. Mercedes Bresso corre per l’Europarlamento

Fabio_Lavagno_daticamera

Doppio appuntamento politico venerdì 17 maggio alle ore 18 presso il Mutuo Soccorso di viale Beretta, a Casale Monferrato, in vista delle elezioni amministrative ed europee, che si terranno il prossimo 26 maggio. Si tratta della presentazione di Fabio Lavagno (già deputato della XVII Legislatura) e Rita Schipani (consigliera comunale uscente), entrambi candidati per il Consiglio comunale cittadino, e di Mercedes Bresso che, forte della sua esperienza europea, si candida per confermare il seggio a Strasburgo. 

«Occorre una spinta rinnovata che sappia coniugare capacità ed innovazione – dichiarano i tre candidati che si presentano nelle liste del Partito Democratico – al fine di affrontare con competenza e coerenza il difficile momento che stanno attraversando le forze progressiste, a livello locale come europeo».

«E’ fondamentale – continuano gli esponenti Pd – costruire una risposta concreta capace di costruire il futuro senza accontentarsi di chiudersi nel presente, nelle rendite di posizione o in facili schematismi. La politica non si deve chiamare fuori dalle difficoltà del presente, prima fra tutte la crisi economica, ma tornare a essere un luogo di decisione e di creazione di soluzioni. Inoltre, il delicato momento che stiamo vivendo deve preoccuparci anche sotto un aspetto di carattere più prettamente identitario e per nulla post-ideologico. La crisi che stiamo attraversando non è solamente di carattere politico-istituzionale ed economico, ma anche culturale e valoriale. Le nostre società, sempre più complesse e multiculturali, ci pongono davanti a sfide epocali che dobbiamo essere pronti ad affrontare sul medio e soprattutto sul lungo periodo. Le recenti e sempre più frequenti derive autoritarie e variatamente ‘neofasciste’ devono obbligarci ad affrontare il presente senza dimenticare il passato, aiutando le nuove generazioni a guardare nuovamente al futuro, se non con fiducia, almeno con minore paura e minore incertezza».

L’iniziativa sarà l’occasione per incontrare i candidati e confrontarsi con loro in modo aperto e informale: il momento si concluderà con un drink che verrà offerto a tutti i partecipanti.

Belle le Alpi, by Tania Di Mlata

Belle le Alpi, by Tania Di Malta

 

Belle le Alpi, me le ricordo ancora

incantata, incredula,

oltre il vetro del lucernaio.

Cento  volte allo specchio

il ventre, così tondo e pieno,

quasi non sembrava mio.

Eppur belle le Alpi delle tristi notti,

piangeva, Elephant  Man

ed io piangevo con lui.

Lo facevo piano per non darti dispiacere,

mentre tu nella culla d’acqua

assorbivi i miei pensieri.

Ti cullavo e sussurravo

le stesse parole: sono belle le Alpi, ma io ti porterò al mare …

tu, salutavi di piuma e io mi sentivo regina.

Belle le Alpi, fra testa e ginocchia

intraviste di sbieco, oltre il lucernaio,

Il ventre al muro e la schiena alla tempesta.

L’insistente mantra in attesa di clemenza

“Non aver paura, non è niente, te lo giuro, ti porterò al mare,

te lo giuro, te lo giuro, fuggiremo e ti porterò al Mare …”

Tania Di Malta

Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Ordinanza sindacale per la sicurezza urbana

Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Ordinanza sindacale per la sicurezza urbana

Il sindaco di Alessandria ha firmato nella giornata di ieri martedì 14 maggio l’ordinanza contingibile e urgente n. 271 per il Contrasto alle ‘condotte che impediscano l’accessibilità e la fruizione di determinate aree urbane’.

ordinanza IMG_20190515_121607.jpg

Sul territorio del Comune di Alessandria si riscontra la presenza di numerosi soggetti, dediti al consumo di bevande alcoliche o sostanze stupefacenti che oziano in luoghi centrali come piazza della Libertà, i giardini pubblici e le aree antistanti la stazione ferroviariaha spiegato il Sindaco di Alessandria –. La Legge conferisce ai Sindaci la facoltà di adottare atti, adeguatamente motivati, che pongano in essere la possibilità di prevenire e contrastare questi comportamenti che spesso sfociano in atteggiamenti di pericolo per la sicurezza urbana o, più semplicemente, fanno permanere nei nostri cittadini un senso di insicurezza che limita la fruizione di spazi che dovrebbero essere appannaggio di tutta la comunità”.

Il Regolamento di Polizia Urbana adottato dall’Ente già nel gennaio 2018 è stato modificato con l’ampliamento delle aree individuate per l’applicazione delle misure a tutela della sicurezza e del decoro urbano, con l’introduzione del divieto di accattonaggio e accattonaggio molesto e con l’aggiunta della possibilità di sanzionare chi venga colto in caso di violazione di queste norme. Continua a leggere “Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Ordinanza sindacale per la sicurezza urbana”

Discarica abusiva:intervento degli ispettori ambientali

Discarica abusiva:intervento degli ispettori ambientali

Alessandria_Panorama.jpg

Gli Ispettori Ambientali del Comune di Alessandria sono intervenuti, a seguito di una segnalazione, in località Chiozzetto, sulla riva sinistra del fiume Bormida.

Nella zona segnalata erano stati abbandonati dei rifiuti provenienti da una ristrutturazione edilizia.

Sono state avviate le indagini che hanno permesso di stabilire che i rifiuti provenivano da una struttura alberghiera di Arenzano. Conseguentemente la Polizia Locale ha identificato l’impresario edile, autore dell’abbandono, che sarà deferito all’autorità giudiziaria ed obbligato a smaltire i rifiuti abbandonati.

Questa operazione ha consentito il risparmio degli oneri relativi allo smaltimento che sarebbero stati, altrimenti, a carico della collettività.

Aquiloni  sul mare nella notte, by Tania Di Malta

Aquiloni  sul mare nella notte, by Tania Di Malta

Raccoglierò  mille stelle

e le tramuterò in parole 

come non ho mai potuto fare

per  il troppo amore, che si rende muto.

Confinate  in questa foresta

a  volte  chiamata  anima,

a volte dimenticata,

in cui mi sono spesso persa.

Raccoglierò mille stelle

alle più belle, darò il Vostro nome

le porterò con me fino al mare

come aquiloni splendenti nella notte.

Mi  poserò sulla battigia

e insieme a voi aspetterò l’alba,

sarà una dolce notte

di risa lacrime e perdono.

E quando spunterà il sole

tutto sarà stato detto

ogni ombra dissipata

fra aurora, onde e profumo di salsedine.

Finalmente aprirò le mani

Il vento di mare mi aiuterà

volerete libere di rugiada

verso la linea che congiunge tutto.

Tania Di Malta  2016-06-05

Momenti di poesia. POLVEREi, by ‎Bruno Pistidda‎

Momenti di poesia. POLVEREi, by Bruno Pistidda

POLVERE
Aspetta
Ho soffiato nella polvere
mi sono apparsi
i sogni perduti
del tempo
che anelava asprezza
di un tempo nudo
tutto
è sotto la polvere
anche lei
l’infanzia
lei mi aspetta
al bivio dell’eternità
gioendo tra i balocchi
lasciati nella polvere.

Intervista Nada Nuovo un artista a 360°, a cura di Lia Tommi

Intervista Nada Nuovo un artista a 360°, a cura di Lia Tommi

video di Pier Carlo Lava, intervista effettuata presso il caffè Melchonni d Alessandria.

Alessandria today è lieta di presentare un intervista a Leonarda Nada Nuovo, conosciuta come NadaNuovoHauteCouture, un’artista poliedrica, alla continua ricerca del bello sia attraverso la sua Casa di Moda che per il tramite dei suoi disegni ma anche scrittrice. Lunedì 20 maggio 2019 , alle ore 17.00, presso la Biblioteca Civica “Francesca Calvo”, presenterà il suo ultimo libro: “La belle epoque”, 10 modi per diventare una donna perfetta.

link del post: https://alessandria.today/2019/05/13/presentazione-del-libro-la-belle-epoque-di-leonarda-nada-nuovo-di-lia-tommi/

Video: https://youtu.be/inpdrD0nm8Q

” Una Vita un Amore “: il racconto di una lunga storia d’amore, di Lia Tommi

Voglio semplicemente raccontare la mia storia d’amore, una storia semplice ma straordinaria, che dura da 58 anni e proporla,ai giovani d’oggi che (per fortuna non tutti! ) non riescono a trovare un’intesa duratura, non sanno fare rinunce,sacrificarsi per degli ideali…

Una vita un Amore

Ho 80 anni, sono pugliese,di Andria e dalla mia terra ho ereditato la levantina fierezza di raggiungere gli obiettivi prefissati, pur nell’imprevedibilità degli eventi. Nel pieno di ITALIA’61, ho incontrato l’Amore a Torino,dove lavoravo come interprete, e ne ho fatto la ragione, la gioia della mia esistenza.
Sono fortunata, ho ancora mio marito a fianco e con lui continuo a trascorrere il mio cammino, in lieto, reciproco scambio di sentimenti. L’Amore è una forza straordinaria che si declina attraverso la sensibilità di personalità differenti, ma affini e complementari, è un’esplosione di vita,è il nucleo di ogni atomo che viaggia nel tempo e nello spazio sotto qualunque forma , lasciando la sua impronta suggestiva e indelebile, l’Amore è sublime!
E’ stato bello vivere nella sua scia…
Eravamo giovani ed entusiasti della vita, poveri economicamente ma ricchi dentro, ricchi di amore, di vitalità, di gioia..
Fu bello scoprire che il mondo ci apparteneva, che potevamo costruire qualcosa insieme, che generosi, prepotenti, esuberanti erano i nostri sentimenti…
Esplose, magica e incontrollabile, la nostra passione giovane che ci rivelò l’intensità delle nostre emozioni e la risposta sensuale dei nostri corpi, carica di un piacere sempre nuovo e, al contempo, di un’impensata tenerezza…
Altri tempi… Il matrimonio, la chiesa, l’abito nuziale,la gioia di quel rito, l’indimenticabile luna di miele, i giorni delle ristrettezze economiche, dei disagi, delle rinunce, dei sacrifici affrontati con determinazione e con gioia, nella reciproca donazione di sé……
E poi il nostro primo figlio : un fagottino tenero, un po’ rugoso che ci diede l’immensa gioia di sentirci “mamma e papà”…i suoi primi sorrisi, i suoi primi dentini, i suoi primi passi, le sue prime parole…
E, dopo quattro anni, l’altro nostro bambino : bello, sano, robusto, un altro stupendo dono della Vita !
Nonostante i momenti economici poco rosei, eravamo una bella famiglia, i nostri figli crescevano spensierati e la vita scorreva inarrestabile,confrontando ci con i vari eventi, talvolta drammatici : i figli a scuola, le nostre e loro piccole difficoltà, le loro scelte di studio e di vita,le loro prime, ingenue, trepidanti storie d’amore e il nostro dolore per gli affetti che la morte ci portava via, il nostro lavoro quotidiano che ,dopo tanti anni di rinunce, cominciava a darci una certa sicurezza economica ..e poi quel dolore intenso, atroce per il nostro primogenito in coma, falciato da un’auto che aveva attraversato col rosso… Ci stringevamo convulsamente l’un l’altro,come a cercare un reciproco conforto, pregavamo, piangevamo e osavamo sperare,convinti che il nostro amore avrebbe fatto un miracolo… E il miracolo avvenne e il nostro amore ne uscì ancora più forte, rinsaldato.. Quante battaglie, quante altre traversie abbiamo dovuto affrontare, ma è stato bello perchè siamo sempre stati insieme… .. Insieme, nella buona e nella cattiva sorte..
La passione man mano è scemata per far posto ad una tenerezza nuova, in cui anche le parole sono di troppo : una tenerezza fatta di mille piccole attenzioni, di premure, di sguardi di complicità ,di pensieri condivisi,di piccole gioie semplici ma gratificanti..
I figli sono cresciuti sono entrati nel mondo del lavoro, hanno a loro volta formato le loro famiglie e noi..,noi siamo diventati nonni di un esserino che ora è uno stupendo giovanotto, studioso e serio.
I nostri cuori sono di nuovo carichi di emozioni che ci fanno ..rifiorire. Non siamo soltanto genitori o nonni, ma una coppia che si è nutrita di amore vicendevole e ha ancora davanti a sé i giorni che il destino vorrà concedere , giorni ancora meravigliosi, da vivere insieme, con la gioia e lo stupore che solo l’Amore vero da dare…

Jolanda

Momenti di poesia. L’ULTIMA BUGIA, di Gregorio Asero

Momenti di poesia. L’ULTIMA BUGIA, di Gregorio Asero

60142123_2726481790715231_6174696824431968256_n.jpg

L’ULTIMA BUGIA

E verrò adornato come un airone
per incontrare il tuo sguardo
M’assale la paura se ti vedo irata
e come un uomo nudo mi sento indifeso

Nei meriggi di solitudine ripenso
al nostro passato che non fu
Gli dei certo provano vergogna per averci nascosto
e non possono ingannarmi mentendo
su un fato avverso
giacché questa è l’ultima menzogna che subisco
E in verità molte ciance avete calato nella mia brocca
costringendomi a sognare in un mondo incantato

E io dico:
fuggite dalla mia ira
poiché non berrò più da quella brocca soporifera
.
da “ARTEMIDE”
di Gregorio Asero
copyright legge 22 aprile 1941 n. 633