Sono una comparsa emergente da una nuvola

sono bellissima o mi lascio andare _ dipende _ sono la mia volontà

sono una madre che si preoccupa anche se cerca di tacere

sono un essere umano stanco delle altrui angherie ingiuste

sono un vecchio zaino che contiene ogni genere di conforto

sono una logorroica che sa parlare di più e meglio con la tastiera del PC

sono una donna stanca a furia di giustificare mancanze e defezioni

sono l’alba col caffè forte e la mia immancabile sigaretta a bruciare

sono i libri che scelgo di leggere e di amare più di altri perché sono veri

sono mezzo secolo abbondante di capelli e di nient’altro che idee

sono tutto quanto ho realizzato _ da sola _ ma sono anche di più

sono un telefono che suona e una voce mesta capace di chiarire

sono sentimento raro e non mai interesse

sono un domani ignoto

sono una con l’anima

sono una con il cuore

sono l’altrove

sono l’adesso

sono una che non aspetta un domani assurdo e non pronosticabile

sono capace di percepire l’indifferenza e rifuggirla

sono presente _ costi quel che costi _ ho maturato molto credito

sono incapace di criticare se non conosco

sono una che ha difeso gente ignara

sono così e _ in tal guisa _ resto

@lementelettriche – di Paola Cingolani