Alza il volume con Radio West, di Lia Tommi

Il rock di Radio West, 14 anni di rivoluzione mandrogna in un libro.
E’ in libreria ‘Alza il volume’, la storia narrata dai protagonisti dell’emittente radiofonica alessandrina. Personaggi, aneddoti, curiosità ed un bel po’ di storia locale per non dimenticare una bella avventura d’altri tempi.

Che ne sanno i giovani di com’erano gli anni delle radio libere, ora che la musica si ascolta col telefonino. Che ne sanno della voglia di libertà che aleggiava tra le consolle e i vinili e delle nottate di giovani che attraverso la musica volevano spaccare il mondo. Forse, leggendo un libro uscito a luglio, i giovani, potrebbero almeno immaginare lo spirito rock dei genitori. “Alza il volume – Il sogno rock di Radio West”, è stato scritto da Paolo Tolu e da Bruno “Svisa” Annaratone, edito da LineLab edizioni di Alessandria.

Negli anni, appunto, delle radio libere, West voleva cambiare il mondo partendo da Alessandria – è già difficile farlo oggi, immaginate negli Anni ‘80 – a suon di musica, quando le frequenze erano usate maggiormente per proclami politici o per fare business. Quei ‘bravi ragazzi’ che hanno visto gli States ed hanno ‘studiato’ la musica vera hanno inseguito un sogno e perseverato nella voglia di far rocckeggiare la Città di Gagliaudo, finché si è potuto.

Il libro ripercorre la storia di Radio West dal primo giorno in cui è andata in onda, il 13 luglio 1982, fino al 2 ottobre 1996. ha trasmesso ad Alessandria prima dagli scantinati di via Alessandro III, poi, dal 1986, da corso Teresio Borsalino. “Alza il volume” ne ripercorre gli antecedenti americani e il successivo cammino alessandrino. Il libro ha origine da un’idea di Bruno Annaratone, meglio conosciuto come Svisa, uno dei quattro fondatori insieme a Dedè Vinci, Massimo Cannarella e Marco Olivieri. E colui che, al fianco di Vinci, ne ha seguito la parabola fino alla chiusura, post alluvione.

L’intento è quello di non dimenticare e non far dimenticare la partensei ‘westiana’ e tutto ciò che è rappresentato per tanti alessandrini e per tutta la città.

Venerdì 19 ottobre, ore 21, in Sala Ferrero ad Alessandria, incontro con gli amici di Radio West .

” L’ANIMA A NUDO “, di Rosella Lubrano

L'anima

di Rosella Lubrano

” L’ANIMA A NUDO “

Si nutre l’anima d’Amore

come arpa di vento,

sorvola oceani inviolati

alla luce dell’albero

della luna,

avvolge l’eco dei ricordi

tra un arcobaleno e l’altro

tra ossessivi pensieri

che bucano l’io.

Ha sete d’eterno

oltre l’ immensità del buio

nell’assordante silenzio

delle emozioni,

ha fame di sogni

a lungo vagheggiati

nel ruggire della tempesta

perfetta. Continua a leggere “” L’ANIMA A NUDO “, di Rosella Lubrano”

Per essere felici ed in salute

Creando Idee

Al suono della sveglia, affrontare la giornata con il sorriso sulle labbra è sicuramente più facile che farlo da imbronciati. Ma quali altri benefici porta il buonumore nella nostra vita?Le nuove frontiere della ricerca scientifica ci dicono che il buon umore è terapeutico, tiene lontane numerose malattie, aiuta a superare meglio e più rapidamente quelle che ci hanno colpito.Negli ultimi anni diversi studi stanno dimostrando che il buon umore è direttamente coinvolto in numerosi processi di guarigione e nel rafforzamento delle difese naturali. Al punto che in molti reparti ospedalieri si applicano sessioni di comicoterapia e si moltiplicano gli esperimenti, con risultati spesso sorprendenti: ridere stimola la produzione di endorfine e serotonina, aumenta l’attività dei linfociti killer che distruggono le cellule cancerose, migliora la circolazione, l’ossigenazione del sangue e l’irrorazione degli organi interni, neutralizza ansia e stress, alza il livello di autostima, aumenta la memoria e la capacità di…

View original post 83 altre parole

Un gustoso peccato di gola

Creando Idee

Cuocere le castagne al forno è un metodo alternativo alla cottura in padella. Ecco alcuni consigli per chi vuole gustare le castagne a casa Queste belle giornate di sole anche se siamo già in autunno sono fantastiche per andare a raccogliere le castagne tra i boschi. Poi quando si torna a casa si materializza, giustamente, il desiderio di mangiarle e così castagne fumanti iniziano a frullarvi in testa, ma non avete la padella forata per cuocerle. Nessun problema: basteranno 30 minuti di pazienza e il forno. Parli di caldarroste e subito pensi al tepore del camino alla legna che scoppietta  e a un calice di buon vino. Insomma perché sia veramente autunno è d’obbligo gustare le castagne calde per strada, alle sagre o in casa. Spesso però a casa non abbiamo a disposizione la padella forata necessaria per prepararle. Ma esiste un metodo di cottura alternativo. Come cuocere le…

View original post 232 altre parole

Béatrice Bonhomme chroniquée sur Mediapart

Littérature portes ouvertes

Il n’est pas si fréquent de voir des ouvrages de poésie contemporaine chroniqués dans des journaux en ligne fortement fréquentés. Il n’est donc que normal que je signale ce bel article de Patrice Beray, consacré au recueil Dialogue avec l’anonyme de Béatrice Bonhomme, paru dans les blogs de Mediapart.

View original post 241 altre parole

L’indecisione al ristorante ecco da cosa deriva

Creando Idee

Avere troppa scelta non è sempre positivo, perché il nostro cervello può “incepparsi” mentre calcola costi e benefici di ciascuna delle opzioni che ci si presentano. Il risultato è la classica difficoltà a prendere una decisione, determinata da un fenomeno che gli psicologi chiamano “sovraccarico di scelta”. Probabilmente lo avete già collaudato davanti al ricco e prelibato menù di un ristorante, al negozio di oggetti da regalo durante una vacanza o magari al supermercato mentre siete alla ricerca di un pacco di caffè o di di biscotti. Per svelare i meccanismi cerebrali che sottendono al sovraccarico di scelta, un team di studiosi del California Institute of Technology ha sottoposto un gruppo di volontari ad alcuni esperimenti durante una risonanza magnetica scoprendo che il numero migliori di opzioni da cui attingere è compreso tra 8 e 15. Gli scienziati hanno mostrato ai partecipanti un set di 6, 12 e 24…

View original post 187 altre parole

Un gesto semplice

tavolozza di vita

Un gesto semplice

Freddo d’anima
non si smorza

l’antico brivido
riflette ancora
questa solitudine

Un gesto semplice
racchiude ora
tra le braccia
quel vuoto

In sconfinata pienezza
trasmette calore

L’abbraccio rinnova
energia nascosta

Forza sopita
riaccende
speranza viva

…E manifesta amore

08.07.2006 Poetyca

A simple gesture


Cold soul
no fades

the old thrill
still reflects
this loneliness

A simple gesture
includes hours
arms
emptiness

In boundless fullness
transmit heat

The embrace renewed
hidden energy

Force dormant
rekindles
hope alive

It shows love …

08.07.2006 Poetyca

View original post

Il Castagno: la Luce dal Profondo

Nel bosco della Dea

Nome:Castanea sativa Mill.(oppure Castanea vesca Gaertn.), famiglia delle Fagaceae.

Il nome latino Castanea, identico in greco, deriva da Castanis, una città del Ponto, in Asia Minore, da cui si pensava che provenisse la pianta.

Botanica:

Il Castagno è un albero deciduo, probabilmente proveniente dall’Iran o dall’Asia Minore, che cresce nell’area del Mediterraneo, nei boschi mesofili tra i 500 e i 1200 metri di altitudine, tra la fascia degli Ulivi e quella dei Faggi. Può formare boschi puri o vivere in compagnia di altre latifoglie, sopporta abbastanza bene il freddo ma teme le gelate tardive. E’ un albero longevo, che nelle condizioni ideali può anche superare i mille anni. La sua chioma è ampia e rotondeggiante, e il tronco tende a svilupparsi al massimo fino a 35/40 metri in altezza, ma diventa molto robusto. Se viene tagliato, il Castagno butta numerosi polloni, che crescendo vicini…

View original post 2.875 altre parole

Una visione anormale nell’infanzia può influenzare lo sviluppo cerebrale.

ORME SVELATE

Risultati immagini per eyeglass saatchi art Glasses No.2 (Domna Banakou)

Un gruppo di ricerca ha scoperto che una visione anormale nell’infanzia può influenzare lo sviluppo di aree cerebrali di livello superiore responsabili di cose come l’attenzione. I ricercatori dell’Università di Waterloo, della British Columbia e dell’Università di Auckland hanno scoperto differenze nel modo in cui il cervello elabora le informazioni visive in pazienti con vari tipi di occhi pigri. In tal modo, sono i primi a dimostrare che il cervello può distogliere l’attenzione a causa di un occhio pigro quando entrambi gli occhi sono aperti. Gli attuali trattamenti per l’occhio pigro mirano principalmente alle prime fasi dell’elaborazione visiva all’interno del cervello. I risultati di questo studio ci mostrano che i nuovi trattamenti dovrebbero mirare anche a processi di livello come l’attenzione. L’occhio pigro, noto come ambliopia, è una perdita di visione che origina nel cervello, in genere quando un bambino sviluppa un difetto degli occhi (tipo…

View original post 312 altre parole

Insulina degludec e insulina glargine: nuove analisi sui dati degli studi SWITCH 1 e 2

HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone

Presentati al 54th Annual Meeting of the European Association for the Study of Diabetes (EASD 2018), svoltosi a Berlino, dal 1 al 5 ottobre, i risultati delle analisi post-hoc dagli studi SWITCH 1 e 2.

I dati dimostrano che le persone con diabete tipo 1 e 2 nella pratica clinica possono raggiungere un miglior controllo glicemico (HbA1c) con l’insulina degludec rispetto a insulina glargine 100 U, senza un aumento degli episodi di ipoglicemia, che consistono in abbassamenti dei livelli dello zucchero nel sangue potenzialmente pericolosi.1

Abbassare il livello di zucchero nel sangue è importante per aiutare a prevenire le complicanze del diabete, ma questa riduzione può aumentare il rischio di ipoglicemia. In queste analisi post-hoc, si stima che le persone con diabete possano raggiungere una riduzione media del livello di HbA1c dello 0,61 per cento, nel diabete tipo 1, e dello 0,67 per cento, nel…

View original post 790 altre parole

A Pop Culture Guide To Nantes

The Comic Vault

Travelling is one of the best ways to broaden your horizons. It encourages people to see new perspectives and embrace different cultures. When I travel, I find myself interested in exploring the pop culture identity of a new place. Recently, I travelled to Nantes and saw a wide range of geeky goodness. Situated in the Loire Valley, Nantes is a sci-fi hub of the world. I’ve put together a pop culture guide for anyone who’s interested in visiting.

View original post 477 altre parole

Maurizio Nichetti ad Alessandria, di Lia Tommi

.facebook_1539630189796 Sabato 13 ottobre Maurizio Nichetti è stato ospite del Festival  “Adelio Ferrero “, per presentare il suo libro del 2017, edito da BIETTI: “Autobiografia Involontaria”.

Maurizio Nichetti è famoso come regista di Ratataplan, Ho fatto splash, Ladri di saponette, Volere volare, che sono stati visti e apprezzati in tutto il mondo. Ma non solo. È un architetto milanese, attore teatrale, regista pubblicitario e sceneggiatore che ha trascorso gli ultimi quarant’anni a confrontarsi con ogni forma di spettacolo, impegnandosi anche nella direzione di festival e scuole di cinema e mantenendosi sempre all’avanguardia in tema di sperimentazione visiva.

Ripercorrendo il filo delle emozioni di una vita, in questa autobiografia ci parla con semplicità dei tanti incontri che hanno segnato il suo lavoro – da Jacques Tati a Charlie Chaplin, da Moretti a Troisi e Benigni –, dei successi e delle inevitabili delusioni. La lettura scorre, divertita e divertente, lungo pagine scritte con la leggerezza e la sensibilità tipiche dei suoi film, che cercano anche di capire come muoversi in una società dell’immagine di cui ci crediamo protagonisti mentre ne siamo i burattini. Maurizio Nichetti, in questo libro, si propone come testimone oculare e laterale dei cambiamenti di costume, politica e linguaggi della comunicazione che riguardano tutti noi.

“BEVIAMO LA VITA”, di Rosella Lubrano

beviamo

di Rosella Lubrano

“BEVIAMO LA VITA”

Chiedi all’ Infinito

di pennellare

fiorami d’azzurro

sul cuore,

sprazzi di eternità

negli occhi tuoi

tra girasoli impazziti di luce

e delicati fiori di campo,

albe accese

nella magia di spazi aperti,

tramonti rosseggianti

di passione

rubano a Vincent il suo cielo

nell’ inesauribile sete d’ amore. Continua a leggere ““BEVIAMO LA VITA”, di Rosella Lubrano”

Dimmi spesso che mi ami, di Steffano Lazzarotto

Dimmi spesso che mi ami, di Steffano Lazzarotto

Dimmi spesso che mi ami con parole, gesti e azioni.
Non credere che lo sappia già.
Forse ti sembrerò imbarazzato e negherò di averne bisogno, ma non credermi, fallo lo stesso.
Prenderemo del tempo per guardarci in faccia e parlarci come al principio.
Prenderemo del tempo perché ritorni la tenerezza.
E poi quella notte di luna sorridente,d’un tratto,
mi ritrovai a narrare,
degli orizzonti celesti,
dei tramonti variopinti,
che si rifugiano timidi dietro una montagna,
delle notti stellate,
che illuminano le speranza di ogni sognatore,
dei mari cristallini,
dove la luna si specchia soave,
dei ciliegi in fiore,
festanti nella primavera inoltrata,
bellezze,
a cui non ero mai stato prima abituato,
ma che ora, invece,
riesco a scorgere ogni qual volta,
mi perdo nell’incanto degli occhi tuoi.

” FIGLI DI UN DIO MINORE ? “, di Rosella Lubrano

figli di un

di Rosella Lubrano

PER NON DIMENTICARE

” FIGLI DI UN DIO MINORE ? “

Nebbia, fumo acre

del treno,

laggiù il binario 21,

vagoni straripanti

di corpi simili

a vasi di terracotta,

barcollanti manichini

svuotati della loro essenza,

erranti scheletri

in decomposizione.

Voi, forse figli

di un Dio minore ?

Voi, che più lacrime non avete,

Voi, che in fila camminate,

solo numeri siete,

stretti, uno all’ altro,

verso l’ inferno dei falsi vivi.

AUSCHWITZ, MAUTHAUSEN, DACHAU,

BIRKENAU, MONOWITZ, BUCHENWALD

orrore, orrore, orrore!!!

Mai dimenticare!!!

Io ricordo!!!

Il Ricordo, di Savino Calabrese

Il Ricordo, di Savino Calabrese

Ricordo

Donna mia,
quanto dura
un sussurro
del tuo cuore
per me?

Il mio cuore è
sempre in
pena per te,
dove sei?
Che fai?
Hai mangiato?

Sento soffi
del tuo
respiro
dentro di
me.

Senza averti
il tormento
mi assale
inesorabile.

Non tenermi
lontano da te,
Che vita sarà
la mia?

I giorni e le
notti scorrono
Senza che io
senta il tuo
profumo,
perché io
Senza di
te?

Io chi sono e
tu chi sei?

Perché non
possiamo
amarci?

Questo freddo
d’autunno é
intriso di
malinconia,
tu non posi
i tuoi occhi
su di me.
Continua a leggere “Il Ricordo, di Savino Calabrese”

Pianto di un lupo, di Grazia Torriglia

Pianto

di Grazia Torriglia

Pianto di un lupo

Restai in solitudine appena nato
la fortuna volle togliermi dal massacro
sofferto da madre e fratelli uccisi
per mano umana e vendita di pelli.

Caduto in un anfratto nascosto mi salvai
e solo crebbi all’ ombra di quel branco
e di.mio padre vecchio e ormai malato.
Continua a leggere “Pianto di un lupo, di Grazia Torriglia”

Balza: Sempre pronti i sindacati a fianco dei padroni

Balza: Sempre pronti i sindacati a fianco dei padroni

Lino Balza copia

Alessandria: Per l’inutile Tav merci Terzo Valico, 54 chilometri da Genova a Tortona, 115 milioni a chilometro, 36 cementieri indagati o carcerati per corruzione politica, il partito del cemento ha fatto stanziare dai governi 6,2 miliardi, di cui 1,5 già spesi in 30 anni, e, con la complicità dei sindacati,ora sta spingendo in piazza i lavoratori per reclamare i restanti 4,7 miliardi, sbandierando 2.500 fantomatici posti di lavoro a rischio.

Paradossalmente, piuttosto che sprecati per un’opera inutile e dannosa, con 4,7 miliardi converrebbe distribuire due milioni a testa a ciascun lavoratore. Uno Stato civile, con quei soldi, occuperebbe migliaia e migliaia di lavoratori  in opere utili e urgenti, tipo nell’edilizia per decine di migliaia di scuole cadenti e pericolose.

Lino Balza Medicina democratica Movimento di lotta per la salute Alessandria.    

Disegnerò la notte, di Maria Clotilde Cundari

Disegnerò la notte, di Maria Clotilde Cundari

Disegnerò la notte

Disegnerò la notte

In un silenzio di luce
punteggiato di voli
anche se tutto tace
non sembra di star soli.
Intorno la natura,
svestita dall’autunno,
non sembra aver paura
di abbandonarsi al sonno.
Anch’io, nuda d’amore,
mi nasconderò nel buio,
vivrò del tuo sapore
or che non sei più mio.
In un silenzio di luce,
disegnerò la notte.

Maria Clotilde Cundari

“IL RAGAZZO CON IL PIGIAMA A RIGHE”, di Rosella Lubrano

Il ragazzo

di Rosella Lubrano

IL GIORNO DELLA MEMORIA

“IL RAGAZZO CON IL PIGIAMA A RIGHE”

Pennacchi di fumo acre e nero

il cielo dei falsi vivi offuscano,

manichini di pelle cascante

trascinano le loro stanche membra.

sulla neve,

violentata dal fango.

Intorno, lamenti di vite,

spezzate nel corpo,

spasimi di dolore

che bucano l’ anima. Continua a leggere ““IL RAGAZZO CON IL PIGIAMA A RIGHE”, di Rosella Lubrano”

Una poesia di Laura Neri poesie

Una poesia di Laura Neri poesie

Una poesia di Laura Neri

Ma tu ‘o saie pecche ‘ te voglio bene ?
Ie sì
Tu me appicciate’ o core
Se so ‘ abbruciate ‘ e vene
L’ uocchie te guardano
E tu quanne me guarde
me fai tremma…
Me piglia l emozione
Chi t ‘ purtato ?
Forse ‘ nu viente doce
E m astrignute ‘ e mane
mo ‘ stu prufume
S è mise dint a l anema
e nun se ne va cchiu’

@Laura

Alti livelli di fluoro in gravidanza sono collegati allo sviluppo di ADHD

ORME SVELATE

Risultati immagini per pregnant saatchi art pregnancy (Carlos Rosales Fernadez Eduardo)

Secondo un nuovo studio condotto da ricercatori dell’Università di Toronto, livelli più alti di fluoro nelle urine durante la gravidanza sono associati a più sintomi legati a disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) nei bambini in età scolare, come riportato dai genitori. I risultati, pubblicati su Environment International, derivano dall’analisi da parte dei ricercatori sui dati di 213 coppie madre-figlio a Città del Messico che facevano parte del progetto Early Life Exposures in Mexico to Environmental Toxicants. Il progetto ha reclutato donne incinte dal 1994 al 2005 e da allora ha continuato a seguire le donne e i loro figli. Le scoperte sono coerenti con un numero crescente di prove che suggeriscono che il crescente sistema nervoso fetale può essere influenzato negativamente da livelli più alti di esposizione al fluoro. L’acqua di rubinetto e i prodotti dentali sono stati fluorati in Canada e…

View original post 392 altre parole

Fertilità femminile ed alimentazione

HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone

Le donne che cercano una gravidanza dovrebbero aumentare il consumo di cereali integrali, acidi grassi omega-3, pesce e soia e ridurre il consumo di grassi trans e carne rossa. Inoltre, un multivitaminico giornaliero che contenga acido folico da assumere prima e durante il periodo della gravidanza può non solo prevenire i difetti alla nascita, ma anche migliorare le possibilità di raggiungere e mantenere la gravidanza stessa1.

Sono i risultati della review pubblicata su “Fertility and Sterility” di settembre che si concentra sull’evidenza della letteratura epidemiologica riguardo le relazioni tra fattori nutrizionali chiave e la fertilità femminile.

Dalla review emerge che, invece, vi sono prove limitate a sostegno di un’associazione tra la vitamina D e la fertilità nonostante si siano registrate promettenti risultati da studi condotti su non umani1.

Negli ultimi anni la ricerca scientifica si sta orientando sempre di più sulla comprensione dei fattori…

View original post 84 altre parole

Insisti e raggiungi la meta

Creando Idee

Senza motivazione non si raggiunge la meta, questo è poco ma sicuro. La motivazione è tutto, è la benzina che anima il motore, è sangue che scorre. La natura stessa è un esempio di motivazione. Hai mai provato a non tagliare l’erba del giardino per un mese? La natura, la vita, ha questo di bello: non si ferma mai! Va sempre oltre, è incontenibile nella sua volontà. Non conosce resa! Hai mai visto le onde del mare fermarsi perché erano troppo stanche? E il Sole si è mai spento per riposarsi? La coda del tuo cane riesce a stare ferma quando ti rivede dopo una lunga assenza? Motivazione è equivalente di entusiasmo, gioia di vivere, felicità di creare. Motivazione è voglia di cose belle, di realizzazioni. La motivazione è la causa di ogni successo. La motivazione ti permette di esaminare gli ostacoli come i gradini della scala che conduce alla…

View original post 111 altre parole

Mercato del lavoro

DIALOGHI APERTI

Il mondo del lavoro è un problema fondamentale della società odierna. Lavoro è sinonimo di dignità / futuro / serenità / investimento / progetto. La crisi finanziaria mondiale del 2008, che raggiunge ancora in maniera imponente il nostro vivere quotidiano, delinea uno stato di allerta e malessere  a più livelli esistenziali. La depressione, la sfiducia, la perdità  effettiva di scommettere in un progetto famigliare ( manufactury risck ), generation rent ( generazione in affitto ), l’alto profilo professionale sono gli effetti concreti del mondo del lavoro.

Parlamenti, governi, L’Europa, Grandi Potenze mondiali, grandi potenze finanziarie provano a trovare la ricetta perfetta, di soddisfare l’emergenza in questo settore sensibile per tutto il mondo. Una società industrializzata / tecnologizzata / globalizzata che si trova in un continuo terreno di trasformazione, ha bisogno di trovare modelli di vita stabili, per poter affondare fiducia e stabilità nel cittadino. Si parte dal mondo del lavoro!…

View original post 431 altre parole

Combattere il mal di testa

Creando Idee

Alzi la mano chi non ha mai sofferto di mal di testa? Questo disturbo è molto più diffuso di quello che si potrebbe immaginare e sono in molti a soffrirne, a volte anche in maniera cronica. Un aiuto per sconfiggerlo o tuttavia per ridurne gli effetti arriva dall’alimentazione: ecco gli alleati che non possono mancare a tavola e nelle proprie abitudini quotidiane. Diversi studi scientifici hanno evidenziato una stretto legame tra la concentrazione di grasso nel sangue, e l’emicrania. Per questo motivo, chi soffre spesso di mal di testa dovrebbe limitare l’assunzione e il consumo di cibi a elevato contenuto lipidico come i fritti e la carne rossa. Attenzione anche a mangiare troppo pane e abbondanti piatti di pasta, i carboidrati , che aumentano il livello di serotonina nel sangue favorendo la comparsa dei dolori. Via libera invece al pollame e al pesce, in particolare quello bianco branzino, spigola, orata…

View original post 174 altre parole

Come pulire i vasi trasparenti

Creando Idee

Non ci sono centrotavola più belli dei vasi trasparenti in vetro, con acqua fresca e fiori appena recisi. Specialmente in estate, rendono la casa più colorata, allegra ed accogliente. Dopo pochi giorni, tuttavia, quegli adorabili fiori renderanno il nostro vaso sicuramente meno attraente. In alcuni casi si formerà uno sgradevole anello di sporcizia in corrispondenza dell’acqua. In altri, il vetro si appannerà, a causa dall’accumulo dei depositi minerali prodotti dalla pianta. Vediamo come risolvere questi problemi. I vasi trasparenti in vetro necessitano di qualche accortezza per mantenere la loro brillantezza. Innanzi tutto, consigliamo di cambiare l’acqua dei fiori almeno una volta al giorno. Detto questo, il processo sarà più lento, ma il vaso tenderà comunque, inevitabilmente, a sporcarsi. Ecco allora qualche suggerimento su come pulirli. Il metodo più semplice è senz’altro l’immersione in acqua tiepida e sapone. Lasciamo in ammollo qualche secondo e aiutiamoci con una spugna o uno scovolino…

View original post 227 altre parole

Sapete qual’è la bevanda preferita dalle donne per l’aperitivo?

Creando Idee

Sapete qual è la bevanda preferita dalle donne per l’aperitivo? Il vino bianco. Il motivo per cui avviene una cosa simile è genetico: sono infatti naturalmente più sensibili al gusto amaro.Il vino è una delle bevande più consumate al mondo e anche coloro che non amano gli alcolici ne hanno bevuto un bicchiere almeno una volta nella vita. Che si tratti di un aperitivo o di una bevanda usata per accompagnare il pranzo o la cena, non importa, riesce ad aggiungere un tocco di allegria a ogni momento passato in compagnia degli amici. C’è chi preferisce il rosso, chi il rosato e chi il bianco ma la cosa che quasi nessuno sa è che questa scelta viene influenzata anche dal sesso a cui si appartiene. Secondo uno studio condotto da Bertelli e da Roberto Barale le donne preferirebbero il vino bianco. In particolare, è stato chiesto a 300 persone di nazionalità…

View original post 126 altre parole

L’epoca del marchio . . . Il tattuagio

DIALOGHI APERTI

Per molti secoli, il tattuagio, altro non era che il marchio del carcerato. Era il simbolo che etichettava la persona , come delinquente. L’appellativo ” delinquente ” non conosceva declinazione, più delinquente o meno, chi conosceva il carcere era condannato per la società come, il delinquente. Quello che sorprende, che il tatuaggio del carcerato di ieri era sobrio, persino elegante, rispetto all’orrore che oggi si vede in giro.

Fedez, il cantante, afferma che i suoi tattuagi li considera delle opere d’arte. Partendo da questa consapevolezza oggi,  una grande percentuale della popolazione si tattua, perché considera il corpo una tela preziosa e l’arte va custodita / incisa sulla propria pelle? Difficile da descifrare un messaggio di tale sublimazione, ma certo rimane il fatto, che molte più persone ricorrono a questa tecnica per qualche strana ragione.

Quali fattori / imput può indurre una persona a decidere di tattuarsi?

Assogmigliare al branco e quindi…

View original post 216 altre parole

Foglie secche

ORME SVELATE

Risultati immagini per autumn saatchi art Rainy Autumn Day (Georgeta Blanaru)

Sembravano spente
le foglie stese sull’asfalto
bagnate nell’oro dell’autunno,
invitavano a lasciarsi andare,
un canto funerario antico
che spingeva a mollare i pensieri,
gli alberi vivono lo stesso
anche senza la loro chioma,
ci sarà una candela a ricordare
che siamo esistiti,
forse una fotografia in un portafoglio,
poi bruceranno anche quella
come sono seccate in silenzio le foglie.
Quieti aspettiamo di rinascere
in una placenta di amore
dove poter scalciare le paure
ed emergere a nuova vita
mondati dalla sporcizia
di un’umanità perduta.

Daniele Corbo

View original post

AUTUNNO, di Eliseo Pisinicca

AUTUNNO, di Eliseo Pisinicca

AUTUNNO

Autunno, sei la pioggia gialla
delle foglie, sei la malinconia
delle vigne spogliate
sei l’incertezza del fumo
che indolente si leva dai camini
sei le maglie colorate
poggiate sulle spalle
sei la delusione per gli improvvisi
giorni accorciati e dei conti e resoconti
che si cominciano a fare
dei giorni trascorsi e delle
dolorose ics da inserire
su quelli da trascorrere.
Autunno, sei spesso malinconico
nascondendoti nei tuoi colori
ma orgoglioso dei tuoi frutti
e sei il pastore transumante
che stanco di inseguire i prati
torna all’ ovile, pur restando
con i suoi pensieri, tra fiori
e temporali a pascolare
mungendo uno ad uno
quei ricordi e riponendoli
per quando fuori pioverà. Continua a leggere “AUTUNNO, di Eliseo Pisinicca”

Un ricordo, di Silvana Fulcini

Un ricordo, di Silvana Fulcini

Un ricordo

Un ricordo

In un fresco mattino d’autunno,
chiusa dentro al mio golfino
di lana, di rosso colorato,
calpestando ingiallite foglie
cadute sul marciapiedi,
un brivido di freddo
risalì la mia schiena.
Senza volere,
il mio pensiero
era volato da te…
non nascondo che
una velata malinconia
vestita da nostalgia,
mi raggiunse
come una ventata improvvisa.
Ho sentito dentro me,
come una sofferenza…
Rapita da indecisione,
imposi alla mia mente
di riflettere…
…di non pensarti più…
mentre asciugai
una lacrima,
un’altra cadde a terra,
un’altra ancora
la prese il vento
per portarla a Te,
a ricordo
d’un breve incontro…

@silvana fulcini 07/10/2017 immagine dal web

Destino di una stella già morta, di Grazia Torriglia

Destino di una stella già morta

di Grazia Torriglia

Destino di una stella già morta

È stata una stella cadente
una scheggia di meteora
in una notte come tante
ad illuminarmi il cuore.

Dopo aver colpito il suo bersaglio
rimase col suo ardere qualche tempo
e lentamente si spense
lasciando cenere e freddo.

Destino di una stella già morta
che cerca una sepoltura
al di qua dell’ Universo.

Grazia Torriglia@

Citynews

IL QUESITO, di Fina D’Ignoti

IL QUESITO, di Fina D’Ignoti

IL QUESITO
Se ancora t’accade d’ascoltare
Il mare , sentire nel cuore ardente
l’angoscia che promana il sale,
non deve allora sembrarti cosa strana
ascoltare in essa anche la mia voce
che parla e chiede : sei felice?
Si può sembrare anche banale
forse lo è ,ma questo cosa cambia?
Di banalità si nutre amore e il
mio pensiero che mai t’abbandona,
si unisce al tuo a fare cosa sola
che pur tutt’uno è nella mia testa
la voce tua e il canto della spuma
a lei quesito pongo e non risponde.
Sarà eco triste, mesto , dolorante,
giunge dalla riva sino alle casette
sulla spiaggia, rumoreggiare invitante,
clamore produce e sole vile materia
offre all’anima, quando fa sera.
FINA

Scene dal Diluvio Universale, di Sabyr

Scene dal Diluvio Universale, di Sabyr

La musa folle

scene

Scene dal Diluvio Universale

La terra urla ferita.
Il cielo vomita oscurità.
I fiumi sanguinano
dagli argini slabbrati.
I mari sono bocche di sale.
Come se gli dei sputassero
tutto il veleno.
Rigurgiti di distruzione.
Spietatezza o punizione.
Il vento è un dio bellicoso
e fustigatore.
Spazza via i nidi degli uomini.
La pioggia flagella
e non purifica.
Le nubi gonfie d’odio
viaggiano furiose.
Ed io cerco con gli occhi
la pietà di luce
di un arcobaleno.

Sabyr

Foto dal web

Ps. Premetto che non sono religiosa e la mia lettura del Diluvio Universale. non ha questa finalità. Semplicemente trovo affascinante quello scenario per quanto distruttivo….

Che cos’è lo spread?

LifeLike

Spread, un termine utilizzato spesso ma che, nonostante il tempo, continua a generare confusione nei non addetti ai lavori. Si tratta di un parametro fondamentale che deve essere al centro di ogni discussione di politica economica poiché ne determina la buona riuscita di ogni progetto. Eppure, ancora oggi, i meno informati ritengono che si possa ignorare questo valore spesso inteso come imposto – unilateralmente – “dall’Europa”. Beh, pochi sanno che si tratta di un’invenzione tutta italiana, ideata da Ciampi e Amato, col fine di commercializzare i titoli di stato. Successivamente la gestione degli affari venne affidata a istituti bancari privati che gestirono i flussi degli investimenti per tutta l’Europa.

merkel-3560150_1920.jpglo spread è un indicatore economico che serve a determinare il disavanzo tra il rendimento dei titoli di stato tedeschi a 10 anni – i c.d. BUND – e i titoli di stato italiani BTP. Lo spread viene utilizzato come metro…

View original post 259 altre parole

Effetti economici del Reddito di Cittadinanza

LifeLike

La forte crisi economica mondiale che tra il 2007/08 ha coinvolto l’Italia – come il resto d’Europa – ha fatto inesorabilmente impennare il numero di disoccupati e, per questo, i poveri. Compito dei governi è quello di risollevare, nonostante la crisi, le sorti dei cittadini restituendo il lavoro perso e limitare, quanto più possibile, la povertà. L’ultimo Governo italiano, attualmente in carica, si sta prodigando per rendere attuabile uno strumento assistenziale ovvero il c.d. Reddito di Cittadinanza.

poverty-96293_1920Si anticipa che la definizione di Reddito di Cittadinanza (da questo momento RdC), così come data dal partito che lo ha ideato (Movimento Cinque Stelle), è impropria perché il RdC sarebbe uno strumento garantito per tutto il Popolo mentre, quello del Governo è un reddito minimo garantito a chi si trova al di sotto della soglia di povertà. Con evidenza la definizione data dal Governo risulta essere molto più orecchiabile ed elegante di…

View original post 414 altre parole

La nuova frontiere dell’edilizia: la casa stampata in 3D

LifeLike

Che le nuove tecnologie stiano migliorando la vita di tutti noi è ormai qualcosa di scontato tanto da non sorprenderci più di fronte alle innovazioni. Ma, ancora oggi, accade che la realtà riesce a superare la fantasia tanto che, nuove scoperte e invenzioni, ci rendono stupefatti al pari di un bimbo che per la prima volta incontra Babbo Natale.
Uno degli ultimi ritrovati tecnologici ha a che fare con il campo dell’edilizia segnando una nuova frontiera per le tecniche di costruzione: la casa stampata in 3D.
Si tratta di un idea già proposta poco più di un anno fa da parte della società russa Apis Com che – come riporta Focus – è riuscita a costruire un’ abitazione di 37 metri quadri, utilizzando cemento estruso ad un costo inferiore ai 10 mila dollari; praticamente il costo di un’utilitaria.

ApisCor_printer_tcB@2xBraccio meccanico della APIS COR che permette la stampa.

Di sicuro la…

View original post 177 altre parole

Europee 2019. Guida all’uso

LifeLike

Il Parlamento europeo è un’istituzione dell’Unione Europea rappresentativa dei cittadini. E’ l’organo legislativo dell’UE eletto direttamente dai cittadini dell’Unione ogni cinque anni. Oltre alla funzione legislativa  si occupa della supervisione su tutte le istituzione dell’UE e del bilancio.

european-parliament-1265254_1920Il parlamento europeo, fino alla Brexit, era composto da 375 membri. A seguito dell’uscita dall’Inghilterra, appunto, si ritrova con 73 membri in meno, tanti quanti erano gli europarlamentari anglosassoni.  Così, a Bruxelles (sede dove si tengono le totalità delle riunioni) sì è optato per una ripartizione delle poltrone lasciate vacanti distribuendone 27 in quote diverse tra i vari Stati facente parte e le altre da assegnare all’eventuale ingresso nell’Unione ad Albania e Montenegro. Dunque i membri del Parlamento Europeo sono scesi a 705.

Tra tutti, l’Italia, alle prossime elezioni vanterà 76 europarlamentari; 3 in più rispetto alle ultime grazie alla nuova ripartizione.

Le elezioni, a suffragio universale e diretto, si terranno tra giovedì 23…

View original post 495 altre parole

“E SE LA TUA VOCE…”, di Rosella Lubrano

e se la tua

di Rosella Lubrano

” E SE LA TUA VOCE…”

E se la tua voce
diventasse canto d’ infinito
in quel tuo respirare
la mia essenza,
il cielo sarebbe incantato di noi,
fili invisibili legherebbero
le tue parole alle mie
e il tempo
celebrerebbe la vita.
Navigo nel sogno purissimo
di un tuo accenno
di un tuo bacio
tra le spighe dei miei capelli,
ricamando di stelle
le fessure dei tuoi occhi.
Ghirigori di emozioni ,
carezze profumate di luna
saluterebbero il nostro cielo
e noi seguiremmo
la scia degli angeli,
quando l’ Amore
diventa Poesia.

PER OGNI MIO PENSIERO, di Maya Cau

PER OGNI MIO PENSIERO, di Maya Cau

Antologica Atelier  – poesie

Per ogni

Vorrei fuggire via
nell’ombra incipiente della sera,
cercare cieli nuovi da esplorare
e armonici silenzi governare.

Gli occhi vorrei chiudere
al crepuscolo, quando il
giorno depone gli strumenti
lasciando spazio con le ali
delle musa, alla voce incantatrice
della notte.

Svegliarmi vorrei infine
all’albeggiare e su
nel cielo vedere controluce
bianche colombe che
salutando il sole volano lontano
per portar pace e speranza
nei luoghi martoriati dalla guerra.

Del giorno , vorrei solo sentire
il pacato canto e sagge
memorie antiche che ancora
scaldano il cuore.
Concerti di pace vorrei
donare ad
ogni cuore umano e
raggi di sole per ogni mio
pensiero.

MARIA CAU
L’ISPIRATRICE DI SOGNI

Fedele amica mia malinconia, di Grazia Torriglia

fedele

di Grazia Torriglia

Fedele amica mia malinconia
oggi e sempre compagna di vita
cantala per me quella canzone
che ho nel petto e che non vuole uscire.

Cantala al suono di quei violini
che tanto hanno ispirato le mie poesie
cantami quell’ amore che va via
ch’ io possa tacer per sempre le parole t’ amo.

E mai più venga da me quel sentimento
che da troppo lontano chiede al cuore
promesse che non possono avverarsi
Non si cambia il percorso di due vite
con poche parole battute da una tastiera.

Grazia Torriglia@