Alessandria today è lieta di presentare il “XIV Premio letterario Internazionale Voci Città di Roma” 2019, organizzato dal Circolo I.P.L.A.C. insieme per la cultura con il quale ha stretto un rapporto di collaborazione – affrettatevi a partecipare con le vostre opere entro il 26 maggio P.V.

BANDO XIV PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE VOCI CITTA’ DI ROMA 2019

http://www.circoloiplac.com/10116/?fbclid=IwAR3cndtd-1TElUj4hn7mGNPbD7PWWx44g1qSYUHdVkUFTUiuefVt7TMadyg

Il Circolo I. P. LA C. (Insieme Per LA Cultura) con il patrocinio del X MUNICIPIO DEL COMUNE DI ROMA;

delle Biblioteche di Roma, della Biblioteca di Rocca di Papa; dei Comuni di Marino e di Castelvenere, Città Europea del Vino 2019; gemellato con le Associazioni Culturali: Alberoandronico (Roma), Artisti Dentro (Milano), Cenacolo Altre Voci (Milano), Il Faro (Cologna Spiaggia – TE), Il Giardino del Baobab (Parma)

Il Porticciolo (La Spezia), La Camerata dei Poeti (Firenze), La Pulce Letteraria (Villa d’Agri di Marsicovetere – PZ), Le Tartarughe (Ostia – RM), Mimesis (Itri – LT), Pegasus Cattolica (Cattolica – RN),

Pelasgo 968 (Grottammare – AP), Premio La Girandola delle Parole (Limbiate – Mi); in collaborazione con le Associazioni e i ritrovi Culturali: Accademia Alfieri (Firenze), Amici Insieme (Siano – SA),

Bellizzi Arte & Sociale (Bellizzi – SA), Carta e Penna (Torino),L’Angolo di Amelie (Roma), Libreria Horafelix (Roma), Mr. Saggio Ristorante (Roma), Società Dante Alighieri (Roma);

Editori: Blu di Prussia Edizioni (Piacenza), ChiPiùNeArt Edizioni (Roma), Controluna Edizioni (Roma), Dibuono Edizioni (Villa D’Agri di Marsicovetere – PZ), Kairós Edizioni (Napoli), Il Seme Bianco Edizioni (Roma), Tracce Edizioni (Pescara); le riviste: Anterem (Verona), Nuova Tribuna Letteraria (Lozzo Atestino – PD); laBiblioteca Civica Augusto Cavallari Murat (Lanzo Torinese – TO), e i portali: alessandria.today, Alla volta di Leucade (nazariopardini.blogspot.com), organizza il XIV PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE

“VOCI – Città di Roma” Scadenza: 26 maggio 2019

REGOLAMENTO
Art. 1. La partecipazione è aperta a tutti i poeti e scrittori di qualsiasi nazionalità. I testi delle opere in gara devono essere redatti in lingua o dialetti italiani. Sono ammessi anche gli autori che scrivono con le tecniche della “Comunicazione facilitata” e gli studenti delle Scuole secondarie di secondo grado (Scuole Medie Superiori: Licei – Istituti Tecnici e Professionali). Continua a leggere “Alessandria today è lieta di presentare il “XIV Premio letterario Internazionale Voci Città di Roma” 2019, organizzato dal Circolo I.P.L.A.C. insieme per la cultura con il quale ha stretto un rapporto di collaborazione – affrettatevi a partecipare con le vostre opere entro il 26 maggio P.V.”

Governo, ministero dell’Interno attacca la Trenta. M5s: “Superata linea rossa, Viminale pensi a occuparsi di sicurezza” – Il Fatto Quotidiano

Alta tensione tra il Viminale di Matteo Salvini e la ministra della Difesa M5s Elisabetta Trenta, dopo lo scontro andato in scena a metà aprile sull’apertura dei porti e quello della settimana scorsa con al centro i corridoi umanitari per portare in Italia chi fugge dalla Libia. Stavolta l’oggetto del contendere è un tweet della ministra che aveva ringraziato la […]

Sorgente: Governo, ministero dell’Interno attacca la Trenta. M5s: “Superata linea rossa, Viminale pensi a occuparsi di sicurezza” – Il Fatto Quotidiano

Unicredit lascia Facebook, Messenger e Instagram. “Vogliamo dialogo riservato e di alta qualità” – Il Fatto Quotidiano

“Valorizzare i canali digitali proprietari per garantire un dialogo riservato e di alta qualità. In linea con questo impegno, UniCredit annuncia che a partire dal 1° giugno non sarà più su Facebook, Messenger e Instagram“. È questo l’ultimo messaggio postato da UniCredit sui social media, sui quali ha deciso di cambiare rotta. E con l’addio a […]

Sorgente: Unicredit lascia Facebook, Messenger e Instagram. “Vogliamo dialogo riservato e di alta qualità” – Il Fatto Quotidiano

L’Alessandria che (ri)emerge dal cappello Borsalino

Nella silenziosa città di Alessandria tutto parla di Borsalino. L’acquedotto, il sistema fognario, l’ospedale, il centro di ricovero per anziani. Perché Giuseppe Borsalino, a metà dell’ 800, insieme al fratello Lazzaro, ha fondato un’azienda che negli anni ha contribuito a costruire e a plasmare una città. Un rapporto, quello tra la Borsalino e Alessandria, che si è fortificato nel tempo e che ora vede, con la nuova gestione, una rinascita, dopo una storia non sempre facile.

È il 4 aprile 1857 quando Giuseppe Borsalino apre in via Schiavina ad Alessandria un laboratorio specializzato nella produzione di cappelli in feltro. La bottega cresce fino a diventare industria e nel 1888 si trasferisce nella nuova manifattura di corso Cento Cannoni, progettata dall’architetto alessandrino Alessandro Gardella. La Borsalino, che a quel tempo produce circa 2.500 cappelli al giorno, diventa famosa a livello internazionale grazie ad un premio vinto all’Esposizione universale di Parigi. E il successo continua per buona parte del 900; all’inizio della prima Guerra Mondiale l’azienda produce circa 2 milioni di cappelli l’anno.

Sorgente: L’Alessandria che (ri)emerge dal cappello Borsalino

Bimba ferita in piazza: gravissima | Il Mattino

Sono «estremamente gravi» le condizioni cliniche della bimba di 4 anni ferita ieri pomeriggio nel corso di una sparatoria avvenuta nella zona di piazza Nazionale, a Napoli.

La bimba, ricoverata nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale pediatrico Santobono e in coma farmacologico indotto, è stata operata nella notte. La valutazione dell’opportunità dell’intervento è stata fatta dai chirurghi e dai rianimatori a seguito del monitoraggio dell’evoluzione delle condizioni cliniche. L’intervento ha permesso di asportare il proiettile che è apparso integro. Nelle prossime ore sono programmate ulteriori indagini diagnostiche per una valutazione più accurata dei danni.

Saranno decisive le prossime 24-48 ore per la bambina ferita: lo ha detto il direttore dell’Ospedale pediatrico Santobono Annamaria Minicucci. «Sarà decisiva – ha aggiunto il medico – la tenuta dei polmoni, entrambi attraversati dal proiettile di grosso calibro che ha colpito la bambina». Il prossimo bollettino medico sarà emesso tra le 14 e le 14.30, dopo il risultato della Tac e della AngioTac a cui è stata sottoposta stamattina. All’esterno della rianimazione dell’ospedale attendono i genitori ed i parenti, una decina di persone.

Sorgente: Bimba ferita in piazza: gravissima | Il Mattino

RITRATTI: MARIA TERESA TEDDE – una poetessa di bellezza interiore oltre il tempo

RITRATTI: MARIA TERESA TEDDE – una poetessa di bellezza interiore oltre il tempo

(by I.T.Kostka)

Ho conosciuto Maria Teresa Tedde durante uno degli incontri nell’ambito del programma “Verseggiando sotto gli astri…” e sono stata piacevolmente travolta dalla sua grande energia, dalla voglia di vivere e, soprattutto, dal suo solare sorriso circondato da una ribelle chioma azzurra. “Fata Turchina” – ho pensato subito e così la chiamo ancora oggi.

È una poetessa e una donna di bellezza interiore oltre il tempo, sfida le difficoltà della vita quotidiana con la forza di una vera guerriera, lasciando in ogni situazione la testimonianza della sua grande e sincera umanità. Porta con sé il calore della Sardegna, delle emozioni vere che, nella loro nobile semplicità, diventano come diamanti elaborati nei versi delle sue poesie. Maria Teresa Tedde non passa mai inosservata e non grazie alla sua celeste “testa di mare”, ma grazie all’aura di luce e di preziosa empatia che la circonda.

In seguito vorrei presentare il suo libro di poesie fresco di stampa dal titolo “Senza scudo”, edito con grande professionalità dalla casa editrice Pluriversum Edizioni.

NOTA BIOGRAFICA

MARIA TERESA TEDDE, docente in pensione, si dedica con passione alla scrittura di racconti, di qualche romanzo ed ora prevalentemente è dedita alla poesia. Ha partecipato a vari reading poetici, su selezione, in varie città sia sarde che lombarde e altro.
Ha presentato le sue raccolte poetiche (con oggi cinque) a Sassari nei locali Museali della FRUMENTARIA, insieme alla mostra personale del pittore Pier Domenico Magri, a P.Torres ( libreria Koinè- Artemisia Art Cafè), Sassari (Biblioteca Universitaria- Auser- Ex Tappezzeria Dettori- Spazio Arte-Kaos), Cagliari ( MEM) Nuoro ( Caffè Culturale Tettamanzi –Locali ex Convento), Bolotana-Biblioteca Comunale- Alghero (Res-Publica), Roma( Casa Internazionale delle Donne). Milano, varie volte (– Spazio Casa Di Alda Merini- Le Trottoir Caffè Culturale sui Navigli – Università Terza Età-), Biassono ( Monza) e Lissone( MB) -Atelier Spazio Galleria di Ronzoni. Nel marzo 2017 le è stato conferito il Titolo di “ACCADEMICO D’ONORE NELLA CLASSE DELLE LETTERE “ dal Prof. Alfonso Mura- Rettore DELL’ACCADEMIA INTERNAZIONALE DEGLI EMPEDOCLEI ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI FILOSOFICI DI AGRIGENTO.


Nel 2017 si è classificata terza nel concorso di Poesia- sezione lingua italiana- organizzato dall’ASSOCIAZIONE CULTURALE CULLEZIU di Sassari ricevendo medaglia ed attestato presso l’aula magna dell’Università di Sassari.

• Tratto dalla nota dell’autrice

Perché “ SENZA SCUDO”

Dare un titolo significativo dei temi poetici inseriti nella raccolta non è una cosa né scontata né banale.
Titoli ne ho scritto venti: li rileggevo e riflettevo sulle poesie inserite per verificarne la risonanza, ma non sentivo quel sussulto emozionale che mi comunicasse “ È questo”.
Poi tutto è diventato chiaro, grazie ad una folgorazione avuta osservando le opere pittoriche del grande artista contemporaneo Pier Domenico Magri, capace di comunicare emozioni con immediatezza: nei suoi dipinti spaziali e materici, c’è sempre uno scudo, a volte anche più scudi, totali o parziali, come elemento protettivo in spazi interstellari privi di elementi figurativi umani ma estremamente ricchi di movimenti segnici vitali e carichi di pathos anche grazie all’utilizzo di colori che entrano nell’anima.
Ed ho capito che nella nostra vita, spesso, questi scudi mancano: si nasce senza una vera protezione dalle esperienze varie che la vita presenta e che solo attraverso queste ci si crea uno scudo per non soccombere e così apprendere ed affrontarne di nuove. Da qui il titolo della mia silloge.
Ringrazio infinitamente Pier Domenico Magri per avermi concesso di impreziosire i versi con una sua opera pittorica a mio avviso di forte impatto emozionale e significativa del senso del titolo.

Continua a leggere “RITRATTI: MARIA TERESA TEDDE – una poetessa di bellezza interiore oltre il tempo”

RITRATTI: MARA CONSOLI (Alessandra Solina)

RITRATTI: MARA CONSOLI (Alessandra Solina)

(by I.T.Kostka)

Accogliamo tra di noi i nuovi, valenti autori emergenti: ALESSANDRA SOLINA, conosciuta anche come MARA CONSOLI. Nella sua scrittura ondeggia tra il classico, descrittivo poetare e il moderno sperimentare. Usa un linguaggio spesso fantasioso, onirico che sottolinea la vivace creatività dell’autrice. Versi liberi, sciolti, scorrono spontaneamente come un racconto, a tratti sfiorano quasi “prosa poetica”. Sicuramente il mondo visionario e interessante, segnato dalla sensibilità e dall’infinita immaginazione di Alessandra.

• NOTA BIOGRAFICA

Alessandra Solina ha iniziato a scrivere poesie on line sotto lo pseudonimo di Mara Consoli nel luglio del 2017.
Alessandra è nata e vive a Cecina (Livorno), ed è appassionata da sempre di letteratura, arte e lingue straniere. Si è laureata in Storia Moderna presso la Facoltà di Lettere di Pisa.
Per alcuni anni è stata impiegata nel settore turistico, svolgendo contemporaneamente attività presso l’associazione culturale con la quale tuttora collabora. Presso la stessa si occupa della promozione di eventi riguardanti la violenza di genere ed il confronto interc\nulturale ed interreligioso, nonché iniziative di vario genere, con particolare attenzione ai giovani e agli adolescenti.
A febbraio 2018 è uscita la sua prima silloge, “Atomi sparsi”, nella collana “Gli Emersi” della Aletti Editore. Sue poesie sono state scelte per l’antologia “Le Maree della vita” ed edita da CTL. Una sua opera è arrivata finalista al Contest Letterario “E in arrivo Santander” a cura dello scrittore e attore Giuseppe Carta (edita da Il Caso Editore Paradigma NOUU). Una sua poesia è stata selezionata al Concorso Nazionale di Poesia Coelum 2017.

• ALCUNE POESIE SCELTE

IDENTIKIT

Amo sparire dalle immagini,
foto ritoccate di risa.
Rannicchiata nell’alveolo
di una conchiglia
ormai lontana dal mare,
lontana da sozze spume,
non può cancellarmi l’ombra del vento.
Le orme di passi secolari
sono state inghiottite da comete.
Implodono gli astri,
gara di fossili inceppati.
Con sforzo erculeo
oltrepasso il cadavere di una poseidonia
e giungo al mirto dal solitario fiore.
Ora so chi sono.

ME E ALICE

E bello leggerle negli occhi
l’amore.
Un tempo ne ero affetta anch’io
e travisavo il mondo,
lo traboccavo ovunque.
Ora neanche uno scalpello
per il mio cuore d’ebano
a lenire anni di privazioni.
Ammiro il suo sguardo,
increspo le mie labbra
che subito tornano monolitiche e assenti,
a ricordarmi che la radice è defunta
a causa di stagioni di siccità non corrisposte.
Adesso è arrivata la pioggia.
Troppo tardi.
Non germoglieranno
né le secche sterpaglie,
né le aride pietre.
Guardo i suoi occhi ricolmi di fiori,
e nel loro riflesso i miei di tenerezza.

DRIADE

Questa sono.
Battezzata Driade da mia madre.
Non conosco altro sentimento
che non sia ritorto malleolo,
verde contorsione,
ventagli ventosi di intarsi
e ipotesi annodate alla terra.
Credesti fosse un sogno di caldo
all’ombra delle Esperidi
e non ti accorgesti
che eri impigliato a me.
Allora decisi di versare
antica saggezza nei rovi d’amore
dove si addentrano
i cuori disperati come il tuo.
Non volevo che spine mi imbrattassero
del tuo sangue amaro.
Sebbene non comprenda il tuo male,
conosco l’arboreo conforto.
E te ne feci dono.

Alessandra Solina

Tutti i diritti riservati all’autrice

Izabella TeresaKostka. Intervista a cura di Marcello Comitini

Izabella TeresaKostka. Intervista a cura di Marcello Comitini

Dopo la biografia della scrittrice, poetessa e giornalista Izabella Teresa Kostka che trovate pubblicata a questo linhttps://alessandria.today/2018/09/08/izabella-teresa-kostka-giornalista-freelance-per-wordpress-e-poetessa-si-presenta-ai-lettori-di-alessandria-today/ 

l’intervista https://alessandria.today/2019/01/01/intervista-a-izabella-teresa-kostka-poetessa-scrittrice-musicista-e-organizzatrice-di-eventi-culturali/
e questa presentazione
https://alessandria.today/2018/09/23/izabella-teresa-kostka-nata-a-poznan-polonia/
Alessandria today ha il piacere di pubblicarne un’ulteriore intervista.

Izabella Teresa Kostka

Benvenuta, Izabella!

Sono felice d’avere l’occasione di intervistarti e in particolare di presentarti ancora ai lettori di Alessandria today. sperando che nel corso dell’intervista ci sveli ulteriori aspetti della tua personalità che sono sin qui sfuggiti ma che costituiscono l’humus in cui si sviluppano i germi dei nostri pensieri.

Ho notato che la tua prima pubblicazione, dal titolo “Granelli di sabbia” è del 2014 . Hai iniziato a scrivere da tempo o da recente? E com’è nata l’esigenza di scrivere poesie?

Innanzitutto ringrazio per l’invito, ne sono molto felice.
Ho iniziato a scrivere fin da piccola esprimendomi nella mia lingua madre, quella polacca. Poi, col passare degli anni, mi sono dedicata soprattutto alla musica, agli studi universitari e al lavoro come docente di pianoforte. Dopo il mio trasferimento in Italia sono tornata alla scrittura, stavolta nella mia lingua adottiva, quella italiana ma, come spesso accade, custodivo ogni verso in un cassetto segreto lontano dagli sguardi. Circa 6 anni fa ho avuto un incidente in palestra che mi ha impedito di lavorare ancora come pianista: un infortunio alla mano sinistra e 7 punti di invalidità permanente. È stato uno schock perché ogni sicurezza è crollata frantumandosi come il mio sfortunato dito. Per combattere contro la depressione ho deciso di dedicarmi completamente alla scrittura, ho partecipato al primo concorso poetico e i miei pensieri lirici sono usciti allo scoperto.

Continua a leggere “Izabella TeresaKostka. Intervista a cura di Marcello Comitini”

Angela Maria Intruglio. Volare con i sogni. Intervista di Marcello Comitini

Angela Maria Intruglio. Volare con i sogni. Intervista di Marcello Comitini

Dopo la biografia della scrittrice e poetessa Angela Maria Intruglio che trovate pubblicata a questo link
http:// https://alessandria.today/2019/01/04/la-poetessa-e-scrittrice-angela-maria-intruglio-si-presenta-ai-lettori-di-alessandria-today//
Alessandria today ha il piacere di pubblicarne l’intervista.

Anna Maria Intruglio

Benvenuta, Angela Maria!
Sono felice d’avere l’occasione di intervistarti e in particolare di presentarti ai lettori di Alessandria today. Loro e io avremo così la possibilità di conoscerti meglio e di conoscere meglio la tua attività letteraria.

Sono molto felice per questa intervista, che mi dà l’opportunità di presentarmi ad un pubblico, attento alle tematiche letterarie di Poeti e Scrittori contemporanei.
Ringrazio la gentile redazione e saluto tutti i lettori di Alessandria today.

Mi sembra ovvio iniziare chiedendoti in che misura pensi che lo spirito siculo interagisca con il tuo modo di pensare e di vivere.

La Sicilia è una terra molto bella, culla di civiltà di antichi popoli: Greci, Romani, Arabi, Normanni.
Illustri Poeti e Scrittori, di un periodo letterario più recente, David Herbert Lawrence, J.M. Goethe, per citarne alcuni, hanno trovato in Sicilia, terreno fertile per la loro ispirazione letteraria.
I siciliani, siamo un popolo abituato alla superba bellezza di un mare che ci circonda, un Vulcano che ci domina e una rigogliosa natura che profuma di Eden.
Mi sento privilegiata di appartenere a questa terra e trarre dalla sua bellezza ispirazione.

Dalla tua biografia ho notato che il tuo primo libro è una raccolta di poesie dal titolo “Poesie. Sassi di mare siciliano”, pubblicata nel 2012. Com’è nata l’esigenza di pubblicare?

”Sassi di Mare Siciliano” è una raccolta di poesie senza una connotazione precisa, che tuttavia, gronda amore da ogni verso.
L’esigenza di pubblicare la raccolta, alla quale ne sono seguite altre tre, più sette sillogi, è nata dalla continua richiesta dei miei lettori, che ritrovandosi nei miei versi, mi hanno incoraggiata a pubblicare e a condividere attraverso un testo e non solo sulla mia pagina facebook.

Continua a leggere “Angela Maria Intruglio. Volare con i sogni. Intervista di Marcello Comitini”

Valentino Picchi, poeta, narratore, saggista, autore musicale, pittore, ritrattista e illustratore è un nuovo componente della redazione di Alessandria today

Valentino Picchi, poeta, narratore, saggista, autore musicale, pittore, ritrattista e illustratore è un nuovo componente della redazione di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia di Valentino Picchi, poeta, narratore, saggista, autore musicale, pittore, ritrattista e illustratore e nuovo componente della redazione. A Valentino diamo il nostro benvenuto, gli auguriamo buon lavoro e attendiamo di leggere i suoi post.

valentino pichi

BIOGRAFIA

Valentino Picchi (in arte “Hechìzo”) nasce a Roma l’ 8 Dicembre 1974, è poeta, narratore e saggista, autore musicale, apprezzato pittore, ritrattista e illustratore. I suoi scritti e opere sono caratterizzati da una spiccata vocazione alla sperimentazione sia dal punto di vista linguistico che espressivo.

Ha al suo attivo diverse pubblicazioni oltre a una ricca e variegata produzione di opere pittoriche, milita nel gruppo rock La Ruggine (pagina facebook: La Ruggine – Officina Rock) come autore e vocalist.

Ha dato vita a diverse iniziative dedicate alla promozione dell’ arte indipendente: attualmente collabora all’innovativo progetto editoriale “LibEreria” degli scrittori Alessandro Mazzà e Sandra Iai.

La sua ultima pubblicazione è la raccolta poetica “Senex vs Puer” (ed. LibEreria) di recente pubblicazione. Potete seguire le sue attività attraverso il blog Hechizovp.blogspot.it e il suo profilo Facebook Hechizo VP

Programma generale di Librinfesta, di Lia Tommi

XVI EDIZIONE LIBRINFESTA ALESSANDRIA: ORIZZONTI!
DAL 14 AL 18 MAGGIO 2019

PROGRAMMA GENERALE DELLA MANIFESTAZIONE

CONTIENE:

1. LIBRINFESTA PER LE SCUOLE (EVENTI DEDICATI ALLE CLASSI E AGLI INSEGNANTI)
• INCONTRI D’AUTORE
• LABORATORI E SPETTACOLI
• WORKSHOP

2. LIBRINFESTA PER TUTTI
• ANTEPRIMA
• INAUGURAZIONE
• CENE D’AUTORE
• UTENZA LIBERA (TUTTI I POMERIGGI)
• EVENTI DEDICATI AL PAESE OSPITE – DANIMARCA (17-18 MAGGIO)
• FINALE (EVENTI DI SABATO 18 MAGGIO)
• MOSTRE

1. LIBRINFESTA PER LE SCUOLE

INCONTRI D’AUTORE

Gli scrittori per bambini incontrano le classi delle scuole della provincia.
Come consuetudine, proponiamo una rosa di scrittori tra i più importanti della letteratura italiana per ragazzi. Gli studenti avranno così la possibilità di leggere, durante i mesi precedenti la manifestazione, i loro libri e prepararsi per un “incontro ravvicinato” più costruttivo e consapevole durante il festival.

Gli autori di quest’anno:
Lara Albanese: Dopo essersi laureata in fisica con una tesi sulle particelle elementari, le più piccole parti di materia oggi conosciute, Lara Albanese si è resa conto di preferire anche nella vita i piccoli ai grandi: ha scelto così di dedicare il suo lavoro alla comunicazione della scienza rivolta ai bambini di tutto il mondo. È stata responsabile di diversi progetti finanziati sia a livello locale che europeo, e ha collaborato come consulente nel campo della didattica e della comunicazione della scienza con osservatori astronomici, università ed enti di ricerca italiani ed esteri. È professoressa a contratto presso l’Università degli studi di Parma. Ha scritto molti libri per bambini e pubblicato articoli scientifici.
Nel 2013 ha vinto il premio Andersen nel 2014 le è stato assegnato il premio “Un libro per l’ambiente” (Legambiente), nella sezione divulgazione. Continua a leggere “Programma generale di Librinfesta, di Lia Tommi”

Cena al Circolo Ronzonesi; di Lia Tommi

ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNALI – CASALE MONFERRATO – 26 MAGGIO 2019
Casale nel Cuore – meglio Gioanola Sindaco
“La mia Casale, la nostra Casale è soprattutto nel cuore”
LUCA GIOANOLA – CANDIDATO SINDACO DELLA COALIZIONE DI CENTROSINISTRA E DELLE LISTE CIVICHE

Cena promozionale, al Circolo Lavoratori Ronzonesi: un grande successo

Tutto esaurito, anzi esubero di prenotazioni, che si è riusciti comunque ad accogliere, per la cena di promozione della coalizione “Casale nel Cuore – meglio Gioanola Sindaco” di sabato 27 aprile, presso il Circolo ricreativo Lavoratori Ronzonesi Bocciofila.

Il secondo appuntamento conviviale di sostegno alla campagna elettorale di Luca Gioanola Sindaco con le liste Casale Insieme, Partito Democratico, Progressisti per Casale, Casale Futura, dopo la prima cena già molto partecipata che si svolse il 6 aprile al circolo amici di Oltreponte.

Luca Gioanola, candidato Sindaco – Un ringraziamento particolare va al Circolo Lavoratori Ronzonesi per la straordinaria accoglienza. E ai numerosi intervenuti che ci danno una grande forza e fiducia per il successo della campagna elettorale e ci dimostrano che siamo sulla strada giusta!

Questa sera così come ogni giorno in sede, ai gazebo, negli incontri, sul web, stiamo vivendo un coinvolgimento, una partecipazione, un sostegno dei cittadini sempre maggiore.

Stiamo costruendo un progetto concreto e virtuoso di Città, che coinvolge numerosi giovani e giovanissimi, diversi adulti a cui è ritornata la voglia di impegnarsi, molti cittadini che hanno deciso di impegnarsi con grande entusiasmo per rinnovare Casale. Insieme, ce la faremo –

Ora, via al ciclo davvero intenso di incontri pubblici nei quartieri e nelle frazioni, che vedrà il candidato Sindaco Luca Gioanola con i candidati delle liste della coalizione “Casale nel Cuore – meglio Gioanola Sindaco” impegnati in ben 14 appuntamenti itineranti, con un calendario, che inizierà già lunedì 29 aprile da Roncaglia. In accordo con il motto della coalizione: – “Ogni giorno tanti incontri, ogni incontro una nuova tessera del puzzle” per costruire insieme il rinnovamento della nostra città e del nostro territorio -.

Festival multietnico Alessandrini, di Lia Tommi

Festival multietnico Alessandrini – 11 e 12 maggio

Il Chiostro hostel and hotel
Piazza Santa Maria di Castello,14, 15121 Alessandria

🔝 Redazione Blogal e ASAP ( Associazione dei Senegalesi di Alessandria e Provincia ), con il contributo di Fondazione SociAL, il patrocinio della Provincia di Alessandria, l’ospitalità ed amicizia del Chiostro Hostel and Hotel, la collaborazione di Associazione Sine Limes, APS Cambalache, Casa Di Quartiere Alessandria, Distretto d’Innovazione Sociale Borgo Rovereto, Compagnia Teatrale Gli Illegali, organizzano

Il Festival Multietnico ALESSANDRINI

📆 sabato 11 e domenica 12 maggio 2019 a Il Chiostro hostel and hotel, Piazza Santa Maria di Castello 14, Alessandria.

Programma
📆 Sabato 11 maggio 2019 e Domenica 12 maggio ⌚️ h 10
❗️ APERTURA MOSTRA FOTOGRAFICA RADICI
https://www.illegali.it/eventi/radici-mostra-fotografica-alessandrini-borgo-del-teatro-2019/
⌚️ orari mostra dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19)
🏠 Sala dell’Affresco
👍 Aziz Diallo ASAP ( Associazione dei Senegalesi di Alessandria e Provincia )
⌚️ h 11 Incontro d’artista RADICI – LE STORIE
🏠 Sala dell’Affresco
Aziz Diallo incontra i visitatori della mostra.

📆 Sabato 11 maggio 2019 ⌚️ h 15.30
❗️ FAVOLE, RACCONTI, LETTURE PER BAMBINI C’ERA UNA VOLTA IN UN POSTO MOLTO MOLTO LONTANO https://www.illegali.it/eventi/cera-una-volta-in-un-posto-molto-molto-lontano-alessandrini-borgo-del-teatro-2019/
🏠 All’ombra dell’albero di noce del Chiostro
👍 Ndiankou Sembene Associazione Senegalese di Alessandria e Provincia (ASAP)

📆 Sabato 11 maggio 2019 ⌚️ h 17 e 18.30
❗️ INIZIATIVA TEATRALE STORIE DA QUESTO MONDO
https://www.illegali.it/eventi/storie-da-questo-mondo-alessandrini-borgo-del-teatro-2019/
🏠 Arcate del Chiostro
👍 Il Gruppo di Alessandrini, ASAP ( Associazione dei Senegalesi di Alessandria e Provincia ), Associazione Sine Limes, APS Cambalache, Gli Illegali
E’ RICHIESTA LA PRENOTAZIONE

📆 Sabato 11 maggio 2019 ⌚️ h 21.15
❗️ CONCERTO SPETTACOLO NOSTRA PATRIA E’ IL MONDO INTERO
https://www.illegali.it/eventi/nostra-patria-e-il-mondo-intero-alessandrini-borgo-del-teatro-2019/
🏠 Cortile del Chiostro
👍 Orchestra Multietnica Furaste

📆 Domenica 12 maggio 2019 ⌚️ h 17
❗️ PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO THE CLIMATE LIMBO
https://www.illegali.it/eventi/the-climate-limbo-alessandrini-borgo-del-teatro-2019/
🏠 Sala dell’Affresco
👍 APS Cambalache

📆 Domenica 12 maggio 2019 ⌚️ h 18
❗️ VISITA TEATRALE GUIDATA SPIAZZALESSANDRIA
https://www.illegali.it/eventi/spiazzalessandria-alessandrini-borgo-del-teatro-2019/
🏠 Piazza Santa Maria di Castello
👍 Gli Illegali
E’ RICHIESTA LA PRENOTAZIONE

❓❓❓ Per informazioni e prenotazioni ❓❓❓
On line: http://www.illegali.it/prenota
Telefono: 3351340361
Email: info@illegali.it , asap.alessandria@gmail.com
Pagina Facebook: glillegali

💰💰💰 L’ingresso agli eventi del festival è a offerta libera e valida per le iniziative dell’intera giornata, escluso il concerto – spettacolo dell’Orchestra Furasté di sabato 11 maggio alle ore 21.15, per cui è previsto un ingresso di 7 euro. 💰💰💰

🍝🍝🍝 Nella giornata di sabato 11 maggio 2019 sarà a disposizione per merende e aperitivi un punto ristoro organizzato dallo staff de Il Moscardo. 🍝🍝🍝

Nadia Presotto all’ “European Master of Watercolor”, di Lia Tommi

NADIA PRESOTTO ALL’ “EUROPEAN MASTER OF WATERCOLOR”

Conzano – Tra le opere ad acquerello esposte dal 7 maggio al 7 giugno 2019 presso Galeria e Arteva Vulson Kilca a FIER SHPIPERI in Albania, per la rassegna European Master of Watercolor, è presente anche un acquerello dell’ artista Nadia Presotto.
E’ questo un altro e meritato riconoscimento artistico all’ acquerellista conzanese, negli ultimi anni presente in varie rassegne espositive nazionali e internazionali. L’ ultima mostra alla quale ha esposto i suoi acquerelli è stata in occasione de “Le stanze delle Meraviglie” in Villa Giulia di Verbania, dal 24 aprile al 5 maggio, al Castello di Casale Monferrato dal 5 al 26 maggio e in spazi privati.
La rassegna internazionale albanese è organizzata e curata da Vizart, IWS Albania e Helidon Haliti in occasione dell’ European Day.
Nadia Presotto da sempre si interessa all’ arte; ha frequentato corsi di disegno con qualificati insegnanti e gli atelier di numerosi artisti. Realizza tele ad olio, collages e acquerelli con la tecnica del bagnato su bagnato. Ha iniziato ad esporre a partire dal 2006 in spazi pubblici e privati, in Italia e all’ estero. E’ stata presente al Padiglione Tibet all’ interno del Padiglione Italia della 54° Biennale di Venezia. E’ stata selezionata e finalista in alcuni premi artistici.

Senza cuore, di Sergio Pizio

Senza cuore, di Sergio Pizio

Davide non amava frequentare luoghi troppo chiassosi dove le persone si muovevano appiccicate l’una all’altra come un branco di sardine. La cosa gli metteva una sorta di ansia, innervosendolo a tal punto da provare un forte senso di oppressione e malessere generale.

Schermata 2019-05-05 a 10.17.04

Non sopportava sgomitare continuamente con altre braccia attaccate a corpi convulsi mentre il persistente vociare di quella marea di gente gli disintegrava i timpani. Ad ogni modo non era quello il motivo che spinse Davide quella mattina presto, recarsi con la sua Mountain Bike verso la collina mentre la città dormiva ancora.

Attraversando le sue strade deserte e immerse in un silenzio irreale, respirando quell’aria così fresca e pura, la quale non sembrava appartenere affatto a una grande metropoli. Nella sua testa i pensieri rimasero immobili.

Solidali in una sorta di tacita complicità, mentre le sue gambe fornivano una crescente quanto esplosiva potenza sui pedali. Quasi a volere fuggire da una fantomatica realtà costruita su fragili e instabili palafitte di fango.

Dopo qualche chilometro Davide rallentò l’andatura bloccando le ruote della sua Mountain Bike a pochi centimetri da una stradina sterrata. Dopodiché si voltò osservando con un profondo sospiro le luci della città, che gli apparivano (da quella distanza) come un esteso e grande albero di Natale. Continua a leggere “Senza cuore, di Sergio Pizio”

Sfogo

EmoticonBlu

Sei il passato.
Ti ho gettato alle spalle,
non appartieni più al mio tempo.
Ho reciso gli ultimi, inutili fili che mi tenevano legata a te, al sogno che avevo di te.
Ormai ho lame affilate, e denti appuntiti
non fai più paura.
Ma conservo il mio amore per te,
era cosa bella e pulita e sincera.
Lo conservo perché l’amore è prezioso, sempre.
Ma tu no, tu non appartieni più al mio tempo.
Non meriti questo amore che hai calpestato, deriso, denigrato, insultato.
Ti ho gettato alle spalle e ho alleggerito il mio cammino.
Il passo è ancora incerto
ma mi allontano da te
vincendo la tentazione di voltarmi all’indietro.
Ti sento sprofondare dentro la tua realtà fasulla.
Ma non mi volterò, non questa volta. Affonda pure.
Affilo le lame, sorrido e vado via.

AMEN!

6c77f2dd01d95651147ca17f3ba26193Salva

View original post

Scemitudini serotine

EmoticonBlu

Quando tocchi il fondo, due sono di solito le cose che puoi fare:
iniziare a scavare per vedere fin dove puoi sprofondare,
o puoi iniziare a risalire verso la luce (vera o fittizzia che sia).
Ma ci sono anche altre opzioni, non meno meritevoli di attenzione:
puoi anche stenderti, riposarti, e riprendere fiato.
E mentre svuoti la mente da tristi e lacrimosi pensieri, scegliere il colore della tappezzeria del divano nuovo da mettere dentro il tuo “fondo”.

(Sì, ho bisogno di ferie 😀 )

Ar.: Aykut Aydogdu 

View original post

Il dolmen di Montalbano. La tavola dei Paladini

VOCI DAI BORGHI

Nei pressi di Pisco Marano, piccola località tra Ostuni e Fasano, le rosse terre di Montalbano aprono il filo dell’orizzonte sulle geometrie di muretti a secco e sulle distese senza fine di ulivi, molti dei quali secolari e intonsi dalla peste rappresentata dalla Xylella.

Qui, a pochi passi dalla Masseria Ottava Piccola, una delizia per i veri ghiottoni, vale la pena concedersi un breve vagabondaggio alla ricerca di un’antica testimonianza, che i vecchi del luogo ritengono essere una porta d’accesso al mondo degli spiriti della Natura, abitato da fate, gnomi e folletti di varia natura. Altri racconti, invece, ricordano l’imperatore Carlo Magno e i suoi paladini alle prese di luculliani banchetti, in seguito alle loro vittoriose battaglie sui miscredenti saraceni. In realtà, questa porta o tavola che sia non appartiene ai mondi fantastici, raccontati da Tolkien e Lewis, tanto meno trovano corrispondenza con la memoria storica sul re dei Franchi…

View original post 559 altre parole

Organizzatori e partner del Salone

Organizzatori e partner del Salone

http://www.torinoclick.it

Il Salone Internazionale del Libro di Torino 2019 è un progetto di Associazione Torino, la Città del Libro e Fondazione Circolo dei lettori, con il sostegno di Regione Piemonte, Città di Torino, Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT, e di MiBAC Centro per il libro e la lettura, Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, Italian Trade Agency ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, Fondazione Sicilia e Fondazione con il Sud. Con il riconoscimento della Direzione Generale Cinema del Ministero dei beni e delle attività culturali.

logo_new-1

I partner del Salone sono Lavazza, Reale Mutua, Cantine Damilano, Valmora, Guido Gobino, Rossopomodoro, IBS.it, Costa Crociere, Automotoclub Storico Italiano, Mercato Centrale Torino, Yogi Tea. In kind partner: Audible, Carioca, Compagnia dei Caraibi, EXKi, Lago, Viridea.

I partner culturali sono Bologna Children’s Book Fair – Bologna Fiere, Dipartimento educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Encuentro, Eurimages, FCTP – Film Commission Torino Piemonte, Fondazione Merz, Fondazione per la Scuola Compagnia di San Paolo, Frankfurter Buchmesse, Goethe-Institut Turin, Institut français, Instituto Cervantes, Lucca Comics & Games, pordenonelegge, TorinoFilmLab, TorinoReteLibri Continua a leggere “Organizzatori e partner del Salone”

La Zontiana cammina tra le orchidee e sostiene la disabilità, di Lia Tommi

La Zontiana cammina tra le orchidee e la storia e sostiene la disabilitàDomenica 5 maggio alle ore 9,30 a Pecetto di Valenza – dal Centro Sportivo Comunale “Claudio Orsini” in località Fontanino – partirà la quinta edizione della Camminata La Zontiana.Una edizione speciale che celebra il Centenario di Zonta International, un altro successo per Zonta Club Alessandria che ha fatto di questo evento un momento di richiamo per persone che anche da fuori regione intervengono per trascorrere una piacevole giornata in campagna, per sostenere un progetto sociale concreto.

Grazie alla collaborazione di sponsor affezionati e partecipi alle finalità di Zonta Club Alessandria quali Coop, La Presidenta, Cascina Capanna, Sabbione, Sapori 4 Cascine, l’intero ricavato della Camminata sarà devoluto da Zonta Club alla onlus Le Rose Gialle di Alessandria che sostiene un progetto biennale sulla disabilità femminile attivo su più fronti ( donne, minori con disabilità mentale, professionisti che si preparano al complesso ruolo di disability manager).
Non sarà possibile iscriversi alla partenza perché il numero massimo di partecipanti è stato raggiunto. Moltissime le conferme da parte di coloro che partecipano dalla prima edizione, venendo anche da lontano. Zonta Club premierà chi viene da più distante, i primi ad essersi iscritti, il gruppo più numeroso, i bambini, i cagnolini al seguito, durante il pranzo che sarà ospitato al Centro Culturale “Giuseppe Borsalino”, che ospita il Museo dei Fossili e Minerali.La Zontiana, come ogni anno, vuole valorizzare un angolo del territorio alessandrino. Continua a leggere “La Zontiana cammina tra le orchidee e sostiene la disabilità, di Lia Tommi”

Momenti di poesia. Gli Zefiri trattengono il soffio, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. Gli Zefiri trattengono il soffio, di Donatella Barbieri

57453679_365148251013961_1453720484075012096_n.jpg

Gli Zefiri trattengono
il soffio.
Vedi violette fare
a gara con
gli altri fiori
spuntano
sopra l’ erba
e l’aria e invasa
dal loro profumo…..
Quanta grazia
e gioia.
Quale incanto?
Sei un palazzo
di delizia.
La mia libertà
sento morire
e taccio…..
E non ho cuore
di mostrarmi
continuo a
guardar le
violette spuntare.

@ Barbieri Donatella
4 Maggio 2019

Racconti: L’ ISTINTO, di Tiziana Valori

Racconti: L’ ISTINTO, di Tiziana Valori

31287736_201437007330341_8937633394569773056_n.jpg

L’ ISTINTO (racconto breve)

“Fammi dire, per favore. Non dovevo permettermi, lo so, ma cosa vuoi che sia un bacio…”
“Comunque ti sei permesso. Siete tutti uguali. Credevo che rispettassi l’amicizia.”
“Ma è proprio questo il punto, Mary. Io volevo che diventassimo più amici.”
“Va via! Ormai ho capito che fra uomini e donne l’amicizia non può esistere.
Mi dici perché mi hai baciata? Come ti sei permesso?”
“Mary, credimi, l’ho fatto per istinto, così, di slancio.
Te lo prometto: non lo farò più.”
“E chi ti crede, Frank? Tu approfitti di un attimo di distrazione e zac, ti butti addosso e baci.”
“Mary, le labbra te le ho solo sfiorate. Tu stai travisando i fatti.”
“Lo so io cosa hai fatto, farabutto. Bell’amico!”
“Ti prego, Mary. Non togliermi l’amicizia. Ti giuro su tutto quello che vuoi che non azzarderò mai più nulla di sconveniente nei tuoi confronti.”
“Bravo! E così te la cavi.
Vabbè, quello ch’è fatto è fatto e non pensiamoci più.”
“Sempre amici, allora?”
“Certo, Frank, ma a una condizione.”
“Quale? Accetto tutto a scatola chiusa.”
“Devi solo baciarmi. Ma fallo bene questa volta.”

Tiziana Valori

(Grazie a chi ha voglia e tempo di leggere. Se clicchi sulla foto a fianco al nome potrai visionare quanto ho postato finora sul gruppo)

Filetto con scalogni caramellati

Lipstick On Coffee Cup

Non ho verdura per un contorno ma dei filetti stupendi, cosa posso preparare 🤨?!

Il bello in cucina, come nella vita, è proprio questo: c’è sempre una soluzione!

In fondo al frigo avevo degli scalogni e io adoro l’agrodolce, quindi, ricetta presto fatta: filetto con scalogni caramellati!

Potrebbero essere cipollotti o peperoni…

Voi cosa vi siete inventati ultimamente?

INGREDIENTI per 2 persone

  • 2 filetti di manzo
  • 10 scalogni
  • 2 cucchiai di Zucchero
  • 30 gr di Burro
  • Sale
  • 2 cucchiai di Aceto balsamico
  • Olio evo
  • Sbuccia gli scalogni lasciandoli interi, tritante solo 1. Falli saltare in un tegame con 30 gr di burro, un pizzico di sale. Coprilo appena con acqua fredda e continua la cottura per 10 minuti.
  • Aggiungi l’avete balsamico e lo zucchero.
  • Lascia sul fuoco fino ad ottenere una salsa caramellata.
  • Assaggia per dosare meglio gli ingredienti secondo i propri gusti, io ad esempio ho aggiunto il sale…
  • View original post 73 altre parole

    LEGUMOTTO tiepido con VERDURE MISTE

    Lipstick On Coffee Cup

    Feste finite. É ora di rimetterci in riga. Più o meno dai.

    Comunque se avete voglia di un piatto gustoso ma attento alle calorie e all’apporto di proteine animali godetevi questo piatto unico di LEGUMOTTO con verdure miste saltate in padella.

    Gli ingredienti potete variarli in base ai vostri gusti e a quello che avete in frigorifero.

    Se poi volete arricchirlo un po’ potete tagliare a cubetti un po’ di festa o un primo sale oppure aggiungere una scatoletta di tonno.

    Se non lo conoscete il LEGUMOTTO é un misto di pezzetti di legumi appunto, grandi come chicchi di riso perfetti per insalate tiepide, minestre o piatti freddi.

    Io ne vado matta! Vedrete che bontá!

    Ingredienti

    • 1 confezione da 300 g di LEGUMOTTO Barilla
    • 1 cipolla
    • 2 carote
    • 1 zucchina
    • 1 lattina piccola di piselli
    • 1 melanzana
    • Olio evo
    • Sale

    Lavate e tagliate a cubetti le verdure

    Tagliate anche la…

    View original post 112 altre parole

    TORTA di GRANO COTTO e CIOCCOLATO

    Lipstick On Coffee Cup

    Ovvero la torta del riciclo post Pasquale.

    Se avete preparato pastiere come se non ci fosse un domani a aperto uova per sfamare un intero continente allora vi saranno sicuramente rimasti degli avanzi.

    Questa torta é perfetta per far fronte a questo problema, in più é anche buonissima!!!!!

    Perfetta per la colazione con il suo profumo intenso di arancia e cioccolato, un connubio perfetto.

    Facilissima da fare tenetevela stretta perché potrà servirvi ancora negli anni avvenire!

    Ingredienti

    • 150 g di latte
    • La buccia di un’arancia bio
    • 250 g di grano cotto
    • Un cucchiaio di cannella in polvere
    • 150g di zucchero
    • 3 uova a temperatura ambiente
    • 80 g di burro morbido
    • 110 g di farina 00
    • Una bustina di lievito per dolci
    • 80 g di cioccolato delle uova
    • Scorza grattugiata di un’arancia
    • Zucchero a velo per guarnire

    Per prima cosa mettete a cuocere il grano con il latte e la buccia…

    View original post 134 altre parole

    Le iniziative della Città nel Padiglione 1

    Le iniziative della Città nel Padiglione 1

    http://www.torinoclick.it

    La Città di Torino e la Città Metropolitana di Torino saranno presenti alla XXXII edizione del Salone Internazionale del Libro con un unico stand istituzionale (Padiglione 1 stand D102) che ospiterà un ricco programma di appuntamenti collegati a “Il gioco del mondo”, tema di quest’anno.

    Immagine-guida-orizzontale_600.jpg

    Lo spazio istituzionale, costituito da una sala che conterrà circa 50 posti a sedere, si presenta con una veste grafica totalmente rinnovata ispirata a Leonardo Da Vinci. Per ricordare il Genio a cinquecento anni dalla sua scomparsa – esaltandone lo straordinario talento creativo, quello di un uomo che ha dedicato l’intera vita all’arte, all’innovazione e alla scienza – la Città, insieme ad altri Enti, ha lavorato a un nutrito calendario di eventi, alcuni dei quali saranno presentati durante il Salone.

    I visitatori, inoltre, potranno trovare in esposizione il merchandising ispirato al Grande Maestro. Durante gli incontri in calendario il pubblico potrà confrontarsi sia con i responsabili delle politiche cittadine, sia con tecnici ed esperti su varie tematiche come la trasformazione della città e la revisione del piano regolatore in rapporto al paesaggio culturale e alla conservazione del patrimonio ambientale, la mobilità, le cedole librarie digitali, la vocazione turistica di Torino e la sua capacità attrattiva.

    Nello stand, luogo aperto al dibattito sulle idee e sui progetti futuri, si potrà assistere anche ad appuntamenti dedicati al welfare, alla cooperazione internazionale e all’interculturalità.

    La libertà è solo un illusione, siamo come tante marionette in mano ai burattinai

    La libertà è solo un illusione, siamo come tante marionette in mano ai burattinai

    di Pier Carlo Lava

    La libertà come la vita, non ha prezzo, forse è per questo che solo pochi possono permettersi di averla…

    Abbiamo una sola libertà… quella di vivere in una società teleguidata dai poteri forti, dalle lobby, dalle multinazionali e dai grandi gruppi finanziari, che hanno un costante e completo controllo della nostra vita e muovono le fila di tutto quello che succede nel mondo. Siamo come tante marionetta in mano a pochi burattinai.

    Libertà, ecco cosa recita la Costituzione della Repubblica italiana all’Art. 13

    “La libertà personale è inviolabile. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altre restrizione della libertà personale, se non per atto motivato dall’autorità giudiziaria e nei soli casi e modi previsti dalla legge. In casi eccezionali di necessità ed urgenza, indicati tassativamente dalla legge, l’autorità di pubblica sicurezza può adottare provvedimenti provvisori, che devono essere comunicati entro quarantotto ore all’autorità giudiziaria e, se questa non li convalida nelle successive quarantotto ore, si intendono revocati e restano privi di ogni effetto. È punita ogni violenza fisica e morale sulle persone comunque sottoposte a restrizioni di libertà. La legge stabilisce i limiti massimi della carcerazione preventiva”

    Pier Carlo Lava

    Ma se la Costituzione della Repubblica italiana per taluni aspetti ci garantisce la liberà, per altri invece purtroppo non ci protegge, anche per il fatto che quando è stata stilata e sottoscritta, il 27 dicembre del 1947 dopo 18 mesi di lavoro dell’Assemblea Costituente, dall’allora Capo Provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola, non sussisteva e nemmeno era pensabile che un giorno ci potessimo trovare nella situazione attuale.

    Quando un paese è dominato dalla dittatura nessuno è libero e la storia passata del nostro paese purtroppo insegna.

    Oggi solo per il fatto che da 70 anni siamo in democrazia pensiamo di essere finalmente liberi, di potere decidere e scegliere in piena libertà quello che ci piace o non ci piace fare ma ci illudiamo perchè non è così.

    Quando scegliamo un prodotto al supermercato crediamo che sia stato per una nostra libera decisione, invece siamo stati indotti a fare quella precisa scelta influenzati da una pubblicità massiccia, continua, martellante al punto chediventiamo degli automi senza nemmeno accorgercene.

    Pensiamo di riuscire a tutelare la nostra privacy, esiste persino un Garante… ma non è così dato che ovunque andiamo, qualsiasi cosa facciamo, quando ci muoviamo con lo smartphone, usiamo il computer o il tablet, percorriamo un’autostrada, prendiamo la metropolitana, entriamo nei locali pubblici e privati, nelle banche, usiamo la carta di credito o il bancomat, persino quando camminiamo a piedi o in bicicletta in città c’è sempre l’occhio vigile delle telecamere che ci segue.

    Perciò non siamo mai soli ma costantemente controllati, monitorati e quindi facilmente rintracciabili da chi ha la facoltà di accedere a tutte le molteplici fonti di informazione esistenti e che per i propri scopi in qualsiasi momento decidesse di farlo.

    Abbiamo una sola libertà… quella di vivere in una società teleguidata dai poteri forti, dalle lobby, dalle multinazionali e dai grandi gruppi finanziari, che hanno un costante e completo controllo della nostra vita e muovono le fila di tutto quello che succede nel mondo. Siamo come tante marionetta in mano a pochi burattinai.

    La libertà come la vita, non ha prezzo, forse è per questo che solo pochi possono permettersi di averla…

    A P A C H E, di Silvia De Angelis

    APACHE3

    Si sono accampati in un vasto territorio del New Mexico, gli Apache, sperando che quella zona porti, alla loro tribù, del benessere e tanta stabilità.

    Lì hanno avvistato varie mandrie di bisonti e hanno scorto, nelle acque dei fiumi ,lo sguazzare di numerosi salmoni, ottime prospettive, per una certezza d’esistenza, che duri nel tempo.

    Queste popolazioni hanno delle tradizioni antichissime, che rispettano  rigorosamente, soprattutto per quanto concerne l’ideale religioso, incatenato a feticci, che sono la voce degli spiriti dei loro antenati, nonché l’affido a una persona speciale, chiamata sciamano, che cura i malesseri fisici e ricerca la stabilità mentale nell’individuo.

    Kasa è una giovane donna attenta, ed appena giunta nella nuova terra inizia ,a costruire la capanna, detta wickiup, fatta di pali , foglie e canne incurvate; all’entrata metterà una coperta. E’ molto indaffarata per gestire al meglio la nuova situazione, e rendere confortevole l’abitacolo, per il proprio compagno Nosh.

    Nosh è un abile guerriero, ha un fisico possente ed è uno dei candidati alla nuova elezione del capo tribù.

    La vita scorre normalmente nel villaggio, che ormai gli Apache gestiscono in modo disinvolto.

    Purtroppo la siccità inizia a farsi sentire, sempre più precaria, nei giorni che passano.

    Lo sciamano Sike indice allora la danza della pioggia, in cui, tutti in circolo, con degli involucri colorati in testa, e una maschera con strisce turchesi, dovranno lasciar ondeggiare i capelli  dietro il suono di flauti ,tubi e sonagli, per onorare gli spiriti e far gocciolare il cielo.

    Kasa presente al rituale, non vede il suo compagno Nosh, e preoccupatissima, va a cercarlo.

    Velocissima balza in sella al suo cavallo nero, e, a galoppo, sostenuto inizia la corsa nella prateria.

    Si imbatte in una mandria di bufali, presa d’assalto da feroci lupi e, fatta rovinare a terra da un grosso esemplare di questi, perde i sensi.

    La ragazza, intontita, si risveglia stupefatta presso una radiosa oasi, e sente una voce di sottofondo che le parla : “sono lo spirito Manitou e ti ho convocato qui per dirti che porterai in grembo il nuovo capo della collettività e Nosh avrà un altro importante compito da svolgere”.

    Kasia non ha il tempo di replicare, quando si ritrova ancora a terra, soccorsa dal fratello Adahy, che avvolgendola in una coperta, la riporta alla wickiup, porgendole una bevanda calda e facendola stendere per riposare.

    A tarda sera rientra anche Nosh e, sbalordito, narra alla moglie di quanto le sia successo poco prima della danza della pioggia.

    Una forza incredibile lo ha trascinato in una oscura foresta e lì ha dovuto fare i voti e la promessa che sarebbe diventato  il nuovo sciamano.

    I mesi passano e la coppia trascorre come sempre le giornate fra caccia, semine, costruzioni di cesti in vimini e riti magici atavici, propri della tribù.

    Kasa è in attesa di un figlio, e la sua felicità è grandissima.

    E’ nel giorno d’un temporale che Nosh mentre sta preparando le frecce, colorate col simbolo della tribù,  viene sfiorato da una luce fortissima che attraversa il suo corpo, rendendolo speciale e immune da qualsiasi evento doloroso che possa colpirlo.

    Si avverano, nel tempo le profezie di Manitou, e quella popolazione si ingrandisce, e prospera, grazie anche allo sciamano Nosh, che riesce a estrapolare la forza interiore d’ogni individuo della comunità, rendendolo consapevole del grande valore dell’esistenza.

    @Silvia De Angelis

    La Biblioteca del Lingotto gioca con il mondo

    La Biblioteca del Lingotto gioca con il mondo

    http://www.torinoclick.it/

    L’editoria è un organismo vivente che secerne ogni anno nuove idee, nuove storie, nuove interpretazioni del mondo. Se fosse una biblioteca, sarebbe il mondo stesso, o la sua rappresentazione, una “Biblioteca di Babele” matrixiana infinita e in perenne crescita.

    MP5_foto_di_Alessandro_Moggio_350

    Se fosse un libro, potrebbe essere quel libro totale che lo stesso Jorge Luis Borges indica come oggetto mitico: “Non mi sembra inverosimile che in un certo scaffale dell’universo esista un libro totale; prego gli dèi ignoti che un uomo – uno solo, e sia pure da migliaia d’anni!, – l’abbia trovato e l’abbia letto.

    Se l’onore e la sapienza e la felicità non sono per me, che siano per altri. Che il cielo esista, anche se il mio posto è all’inferno. Ch’io sia oltraggiato e annientato. ma che per un istante, in un essere, la Tua enorme Biblioteca si giustifichi”.

    MP5. Foto di Alessandro Moggio

    Il Salone del Libro valuta lo stato di salute della Biblioteca. È uno spazio dove è possibile mangiare cultura, anche se molti e a torto pensano sia immangiabile e senza nutrimenti. Soprattutto tra il pubblico e, più nello specifico, tra i frequentatori del Bookstock Village, gli affamati under 18, i vantaggi della dieta si palesano nei volti. Continua a leggere “La Biblioteca del Lingotto gioca con il mondo”

    Perché “Chiamparino Sì-Demos”, l’unica vera lista civica. partecipata che pone al centro le persone. Perché nessuno deve rimanere indietro”.

    Perché “Chiamparino Sì-Demos”, l’unica vera lista civica. partecipata che pone al centro le persone. Perché nessuno deve rimanere indietro”.

    Con la partecipazione del presidente uscente Sergio Chiamparino, è stata presentata ad Alessandria la lista “Chiamparino Sì-Demos”, in lizza in tutte le province per il rinnovo della Regione Piemonte nella tornata elettorale del prossimo 26 maggio.

    59661914_1308884025930214_798813528499683328_n.jpg

    Sosterrà il candidato presidente Chiamparino ed è anche rappresentata nel suo “listino” dal consigliere regionale Alfredo Monaco.

    Come è stato più volte sottolineato, si tratta dell’unica vera lista civica in corsa, sia sul fronte del centrosinistra che in quello di centrodestra.

    “Unica, giovane, innovativa, ‘polifonica’, in grado di esprimere le peculiarità dei nostri territori. È un progetto molto ambizioso, con grandissime professionalità civiche che va a sintetizzare alcuni temi: solidarietà, tutela dell’ambiente e autonomia dei territori” sottolinea Monaco.

    La lista è nata dall’unione tra Scelta di Rete Civica (già presente in Consiglio regionale) e Democrazia Solidale, e, oltre allo stesso Monaco, tra i registi del progetto c’è anche l’ex senatore Michelino Davico, già sottosegretario agli Interni.

    “È stato tutto semplice e spontaneo, grazie all’ex deputato Giovanni Monchiero ci siamo incontrati e ci siamo subito capiti per dare vita ad un tentativo concreto di dare ai cittadini quelle risposte che i partiti politici tradizionali non sono più capaci di fare. La nostra lista, che nel simbolo è l’unica ad avere riferimenti diretti all’autonomia e allo sviluppo sostenibile, vuole agire come bü, dental, grija dla sloira,  timone, dentale e orecchia dell’aratro – evidenzia Davico Per dé el bianc a le müraje, dare il bianco ai muri di una casa che vogliamo prima di tutto sia la casa di quella vera democrazia partecipata che pone al centro le persone. Perché nessuno deve rimanere indietro”. Continua a leggere “Perché “Chiamparino Sì-Demos”, l’unica vera lista civica. partecipata che pone al centro le persone. Perché nessuno deve rimanere indietro”.”

    Intervista a chi?, di Giusy Caligari

    Chi sarà il primo personaggio di una carrellata di grandi piccoli nomi, di artisti sconosciuti ai più ma non da meno dei nomi più famosi fra i contemporanei ? Già questa è di per se una bella domanda da porsi e che potrà incuriosire  chi si affaccia alla piattaforma di Alessandria Today !

    E già perché questa nuova blogger ha nella manica così tanti nomi appartenenti a svariate arti che fare una scaletta diventa necessario come il canovaccio di uno spettacolo!

    Gli artisti vivono in città differenti, e viaggiano portando le loro arti a spasso per il mondo quindi averli nel salotto di Giusy Caligari non è poi così semplice.

    Ma… non perdiamoci d’animo perché se non saranno loro nel suo salotto sarà lei a raggiungerli, seguirli… e, che sia un ristorante, una strada, una panchina o un divano, le interviste ci saranno eccome ed i protagonisti si racconteranno riempiendo i nostri cuori di emozioni e le nostre menti di spunti per arricchire la conoscenza e spingerci ad approfondimenti e scoprire luoghi del sapere per molti mai visitati.

    Mantenete alta l’attenzione che il primo personaggio è in arrivo e le sue dita viaggeranno leggere, e porterà nei suoi capelli una leggera brezza di mare…

    Il suo nome Stefania, la sua arte la musica, lo strumento il pianoforte.

    (foto di repertorio)

    Molinari (Lega) su Terzo Valico e Tav: “Avanti tutta su entrambe le opere, strategiche per Piemonte e Italia. Chiamparino fa disinformazione in campagna elettorale”

    Molinari (Lega) su Terzo Valico e Tav: “Avanti tutta su entrambe le opere, strategiche per Piemonte e Italia. Chiamparino fa disinformazione in campagna elettorale”

    “Terzo Valico e Tav sono entrambe opere strategiche, per il Piemonte e per tutto il Nord Ovest, e saranno entrambe realizzate. Del resto l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, Francesco Balocco, ha appena confermato che i bandi Tav sono partiti: un’ottima notizia per la Lega, che sostiene da sempre la realizzazione dell’opera. E la dimostrazione che Chiamparino in questi giorni sta facendo solo campagna elettorale, e disinformazione”.

    Molinari.jpg

    L’on. Riccardo Molinari, Presidente dei deputati della Lega alla Camera e segretario del Carroccio in Piemonte, ha partecipato venerdì alla missione della Commissione Trasporti della Camera al Terzo Valico, toccando ‘con mano’ e ‘sul campo’ a che punto sono i lavori, e verificando che la progettualità connessa all’opera, anche in termini di realizzazione di infrastrutture collegate sul territorio, stia procedendo nei tempi previsti.

    ” Nell’ultimo anno al Governo – ricorda l’on. Molinari – la Lega si è battuta con determinazione perché la realizzazione del Terzo Valico continuasse nei tempi previsti, nella certezza che l’opera consentirà in particolare al basso Piemonte alessandrino di svolgere finalmente il ruolo di retroporto naturale dei porti liguri e di sviluppare un’economia di territorio legata alla logistica avanzata. In un’ottica di ‘attrattività’ di imprese – continua l’on. Molinari – e di sostegno allo sviluppo locale, sono certo che si rivelerà fondamentale la decisione, per la quale mi sono fortemente speso, di istituire in diversi comuni dell’alessandrino le Zone Logistiche Speciali, grazie alle quali il Basso Piemonte alessandrino potrà beneficiare di importanti agevolazioni fiscali per le imprese qui insediate, o che si insedieranno”. Continua a leggere “Molinari (Lega) su Terzo Valico e Tav: “Avanti tutta su entrambe le opere, strategiche per Piemonte e Italia. Chiamparino fa disinformazione in campagna elettorale””

    LA CARICA DEI MIGLIORI

    LA CARICA DEI MIGLIORI

    Formazione, competenze professionali, esperienze internazionali, ma soprattutto talento. Ecco come degli under 43 sono diventati i migliori manager d’Italia

    Comunque lo si veda, un premio aiuta a costruire quella cultura del merito che in Italia stenta ad attecchire. Il “Premio Giovane Manager” è nato così, proprio per valorizzare i talenti più giovani che con il loro lavoro stanno contribuendo al successo delle imprese in cui sono impiegati e – di conseguenza – alla competitività del Paese. È un vero e proprio contest, ideato e alimentato dai componenti del Coordinamento Giovani di Federmanager, un bel gruppo di manager under 43 che si riunisce di solito il weekend, tra skypecall, rientri dall’estero e tempo sottratto alla propria vita privata. Sono loro che, con entusiasmo, hanno costruito questa seconda edizione del Premio, creando un network di persone competenti, desiderose di incontrarsi, scambiarsi informazioni e occasioni di crescita. E, perché no, competere per il titolo di “migliore manager d’Italia”.

    Dopo aver coinvolto 1.600 giovani, la selezione dei curricula e delle esperienze è stata realizzata da Hays Italia in totale indipendenza. Sono state realizzate 4 tappe territoriali intermedie, ciascuna conclusa con l’individuazione di 10 vincitori. E, dopo Roma, Bologna, Firenze e Milano, i 40 che hanno superato la fase intermedia si sono riuniti all’Allianz Stadium di Torino, dove giocano i confermati campioni d’Italia. Proprio tra gli spalti dello stadio, in una location da “primi in classifica”, sono stati decretati i 10 migliori tra loro, e il vincitore finale dell’edizione, al quale è andato il titolo di “Platinum Manager”.

    Ve li presentiamo qui brevemente per ricordare di quale merito vogliamo parlare. Fuori dalla solita retorica. Durante Futurum Italy, che il titolo del meeting del Gruppo Giovani che si è svolto a Torino il 12 e il 13 aprile scorso, oltre 100 manager under 43 si sono confrontati su un’idea di futuro di cui essere protagonisti. Un’idea di futuro che, ce lo auguriamo, possa trovare cittadinanza in questo Paese.

    1.600 manager coinvolti, 180 curricula analizzati, 40 vincitori di quattro tappe territoriali, 10 premiati all’Allianz Stadium nella finalissima di Torino del 12 aprile scorso

    zanoli

    Giancarlo Zanoli

    È il “Platinum Manager 2018”, primo classificato tra i migliori dieci manager italiani under 43 selezionati dal Premio Giovane Manager di Federmanager.

    Laurea magistrale in Direzione aziendale e Ph.D. in Sociologia economica, si affaccia al mondo del lavoro nel settore sanitario presso il TRI – Toronto Rehabilitation Institute.

    Durante le ultime esperienze professionali si occupa, dapprima in qualità di direttore generale e successivamente anche come componente del Consiglio di amministrazione, della gestione di strutture sanitarie ambulatoriali private convenzionate.

    Nell’attuale ruolo in Humanitas Holding è responsabile dei medical care di Milano, i poliambulatori, punti prelievi e centri di prevenzione.

    Determinato, con spirito d’iniziativa e con una forte propensione al problem solving, coordina abilmente il lavoro di squadra.

    Cavallo 

    Chiara Cavallo

    Laureata in Economia e commercio all’Università di Pisa, consegue un Master in management dell’innovazione alla Scuola superiore Sant’Anna di Pisa.

    Per sei anni lavora come consulente strategico, sviluppando progetti di marketing, business development e performance improvement, prevalentemente nel settore Energy & Utilities e con una significativa esperienza nei Luxury Goods.

    Ricopre ruoli, a carattere globale, di strategia e di marketing in vari settori industriali, come Chief marketing officer in diversi business di GE, lavorando in Italia e all’estero.

    Da marzo 2018 è alla guida della strategia, del marketing e delle attività di educazione clinica come Chief strategy officer di GE Healthcare Europe. Recentemente è nominata direttore del board di COCIR.

    Sposata, ha una bambina di 4 anni.

    Continua a leggere “LA CARICA DEI MIGLIORI”