Intervista di Alessia Mocci a Franco Rizzi: vi presentiamo il romanzo “Anni difficili”

franco-rizzi-1-1-300x256

Tutti noi corriamo il rischio di cadere in un baratro, piccolo o grande, mentre percorriamo la strada della nostra vita e tanti “furbetti” sono lì pronti per aiutarci. Dal prete che promette un felice “al di là”, magari migliore, se i tuoi beni li lasci in eredità a chi di dovere “al di qua”, per non parlare delle ciarlatane scuole di pensiero che ripropongono il ben noto “nosce te ipsum”.” – Franco Rizzi

Franco Rizzi è nato a Torino nel 1935, sin da bambino ha vissuto a Milano, città nella quale si è laureato in Ingegneria Elettrotecnica presso il Politecnico. Da giovane ha lavorato nella ditta creata da suo padre nel 1938 come progettista di impianti per il risparmio energetico. Ha dimostrato di aver capacità notevoli ed i “suoi figli di ferro” ‒ in questo modo egli stesso denomina gli apparecchi di sua progettazione ‒ sono installati in raffinerie di petrolio sparse in tutto il mondo, a bordo di molte navi ed in molte centrali termoelettriche. Lavoro che gli ha dato la possibilità di viaggiare e di conoscere paesi in modo approfondito grazie alla collaborazione con agenti locali che gli hanno mostrato l’altra faccia dell’Asia, dell’America, dell’Africa, quella non turistica.

Appassionato di letteratura e scrittura, di quel mondo artistico che instrada alla conoscenza dell’uomo e del mondo per decine di anni ha scritto migliaia di pagine di appunti che solo recentemente ha trasformato in romanzi. Storie vere, episodi vissuti in ogni parte del globo che diventano carta stampata.

Vengono così alla luce “1871 ‒ La Comune di Parigi”, “Luca Falerno ‒ Caccia nelle Murge”, “Mini ‒ Storia di un pittore”, “1945 ‒ Anno zero sul lago”, “… scrivimi!, Il delta del Nilo”, “Anni difficili” ed un neo progetto di una casa editrice con pubblicazione gratuita, La Paume Editrice.

In questa intervista puntiamo il focus sul romanzo “Anni difficili” che traccia l’Italia a cavallo tra gli anni ’70 ed ’80 divisa fra la dura lotta di classe e di ideali fra irriducibili della liberazione del 1945, seguaci del sessantotto e fazioni nostalgiche di estrema destra; la massoneria deviata che si stava formando e l’espansione sempre più energica della mafia siciliana. Continua a leggere “Intervista di Alessia Mocci a Franco Rizzi: vi presentiamo il romanzo “Anni difficili””

7 Top Tourist Attractions in Turkey

MAP195 BY OBAID KHAN

Turkey offers a wealth of different kinds of destinations to travelers. From the dome and minaret filled skyline of Istanbul to the Roman ruins along the western and southern coasts, from the beaches of Antalya and the Mediterranean seaside resorts to the misty mountains of Eastern Black Sea. With so many amazing destinations a top 7 is bound to leave some great tourist attractions in Turkey out. So consider this list of destinations as just the start of a great holiday in Turkey.

1. Hagia Sophia

2. Goreme Fairy Chimneys

3. Library of Celsus

4 Oludeniz

5 Bodrum Castle

View of Bodrum harbor and Castle of St. Peter. Turkish Riviera.

6 Pamukkale

Blue cyan water travertine pools at ancient Hierapolis, now Pamukkale, Turkey

7 Patara Beach

These are Few Beautiful Places In Turkey ….i hope turkey can be good place for your next vacation’s

View original post

5 Beautiful Countries That Are Almost Completely Untouched By Tourists Go before the tourists do.

MAP195 BY OBAID KHAN

i find this informative article for you from travel magazine .may be best for your next holiday trip

By Justin Kerby – March 1, 2018

5 Beautiful Countries That Are Almost Completely Untouched By Tourists

Sometimes getting to see a place before it becomes overrun with
tourists is the best way to go. Actually, not sometimes – everytime.
Tourists suck. Except me and you.

While Paris and Phuket have lots of charm, they’re also overloaded
with people from around the world. These places can become as
frustrating as they are beautiful.

If you’re interested in seeing a destination without the crowds,
think about visiting one of these 5 amazing countries. They’re
relatively untouched by tourists…for now. Until the cruise ships start
stopping in Greenland at least.

5. Mauritius

Mauritius is a paradise found. It has stunning waters, beautiful beaches, and tons of privacy for you to….read a book.

It’s tough…

View original post 364 altre parole

Dubai Miracle Garden

MAP195 BY OBAID KHAN

This is the zaniest garden ever. Not content with constructing the world’s largest buildings and malls, Dubai has created the world’s largest flower garden, spanning 2,000 square meters and home to a reputed 100 million flowers. Everything that can be covered with flowers has been, from twee English-style cottages to windmills and trucks. There’s even a flower version of the Burj Khalifa. Stroll the walkways and enjoy the riot of color and the wacky flower displays
http://www.dubaimiraclegarden.com

Dubai Miracle Garden Is one of the most attractive tourist place in Dubai…..

View original post

For sale: One of the world’s greenest homes

MAP195 BY OBAID KHAN

ByDiane Slawych http://www.remonline.com

It’s been featured on CTV television as one of Canada’s most environmentally sustainable homes and toured by school groups as a model of green building technology. Now this “one-of-a-kind” earth sheltered home in southwestern Ontario, which allows occupants the option to live on or off the grid, is for sale.

“It’s the Rolls Royce of green homes,” says listing agent Rebecca Johnson of Sutton Team Realty in Brantford. “It’s built to the highest LEED platinum standards.” (The LEED certification program is an industry-recognized system for evaluating the design and construction of sustainable buildings.)



The home was built about 10 years ago for about $1 million.
The home was built about 10 years ago for about $1 million.

The 2,700-square-foot home is near Princeton, Ont., southwest of Toronto and is listed for $999,000, slightly less than it cost to construct.

The environmentalist owners, one of whom is the former co-ordinator and professor of energy management at Algonquin College of…

View original post 470 altre parole

Average rents in the UK up by 0.96% in year to April 2019, led by Scotland

MAP195 BY OBAID KHAN

News From PropertyWire!

The average rent paid for a property in the UK now stands at £1,218, up by 0.96% in the 12 months to April 2019, the latest lettings index shows.

Excluding London, the average rent in the rest of the UK was £773, up 1.11%, with Scotland recording the highest annual growth at 1.78%, according to the data from the Landbay rental index.

Rents in London increased by 0.66% and the index report suggests that landlords looking for rental growth in London should look to Islington where rents increased by 1.64%, Wandsworth with a rise of 1.43% or Southwark, up 1.35%.

Edinburgh recorded the highest rental growth overall, up 5.44% year on year while in Glasgow rents increased by 2.59% and in East Lothian by 2.21%.

Wales has the second highest growth in terms of countries at 1.26%, but has lower rents of £658 on average. In Merthyr…

View original post 205 altre parole

Wall Of China!

MAP195 BY OBAID KHAN

Wall of china is one of the most attractive tourist destination in the world.People come from all over the world to china for this amazing wall of china.Wall OF China is one of the seven wonders. it winds up and down across deserts, grasslands, mountains and plateaus, stretching approximately 21,196 kilometers from east to west of China.

Visit this amazing place … you will enjoy

MAP 195

View original post

Real Estate Wire updates Market Pro Dashboard

MAP195 BY OBAID KHAN

http://www.remonline.com

Real Estate Wire (REW),
a Canadian real estate portal for listings, new home developments and
insights, recently announced improvements to its online agent tool,
Market Pro Dashboard.

The dashboard gives agents a deeper view of key market data such as listing performance, comparables and lead sources.



“It’s a very competitive marketplace, especially now, so it’s
critical for every agent to set themselves up for success,” says Ian
Martin, director of industry development and partnerships. “Having
access to current data and the right tools to make decisions with is
key.”

The company says Market Pro Dashboard enables agents to:

  • Monitor how each of their listings is performing
  • Access pageviews and comparables, showing them where and how leads have found them
  • Compare themselves to their competition by seeing how similar listings are performing
  • Instantly access what prices and listings are most popular in their neighbourhood

“It can be hard to…

View original post 90 altre parole

Damac Properties Q1 net profit plunges 94% to Dh31 million

MAP195 BY OBAID KHAN

News From http://www.gulfpropertyme.com

Damac Properties Q1 net profit plunges 94% to Dh31 million

Financial highlights for the first quarter of 2019:

•           Revenue at AED 896 million

•           Booked sales of AED 1.2 billion

•           Gross profit at AED 242 million

•           Total assets of AED 25.5 billion

•           Net profit of AED 31 million

•           Shareholders’ equity of AED 14.1 billion

•           Deliveries of 743 units

Dubai, UAE:

Damac Properties’ net profits for the first quarter of 2019 plunged 94 percent to Dh31 million, down from Dh484 million recorded in the first quarter of 2018, the developer’s reports show. It’s total revenue for the quarter also declined 53 percent to Dh896 million, with booked sales grew 15 percent t0 Dh1.2 billion, compared to Dh1 billion recorded in Q4 2018.

Gross profits for the same period stood at Dh242 million reflecting gross profit margins of 27 percent, a company statement…

View original post 253 altre parole

Pamukkale

MAP195 BY OBAID KHAN

One of Turkey’s most famous natural wonders, the pure white travertine terraces of Pamukkale (“Cotton Castle” in English) cascade down the slope looking like an out-of-place snowfield amid the green landscape. Although the travertines are themselves a highlight of a Turkey trip, the vast and rambling ruins of Roman Hierapolis, an ancient spa town, lie on the top of this calcite hill, providing another reason to visit.

For the best photographs, come at dusk when the travertines glow as the sun sinks below the horizon.

If you are planing for your next trip…..consider…Pamukkale

View original post

SUVRETTA HOUSE SWITZERLAND

MAP195 BY OBAID KHAN

The Suvretta House emerges from the trees of the Upper Engadine Mountains as if from the pages of a fairy-tale, its imposing turrets and Belle Époque exterior standing out against rugged valley landscape. Since 1912, Suvretta House has been dedicated to a standard of excellent hospitality that is in keeping with the lifestyle and high expectations of a sophisticated clientele. From December through April, the private ski lift is available to transport guests to more than 127.5 miles of downhill runs–ideal for both beginners and expert skiers. During the summer season, endless options exist for exploring the region by foot, bike, horseback or even abseil. A tennis pro is on hand for lessons on the three on-site clay courts, and golfers can practice on the hotel’s own driving range, or four-hole training and putting course

If you are planing for your next holiday trip…..Consider Suvretta house

View original post

Asking prices down by 0.2% year on year in the UK

MAP195 BY OBAID KHAN

PropertWire News!

http://www.propertywire.com

Asking prices in the UK are 0.2% below where they were in May 2018 and supply is down by 9%, according to the latest national index.

Seasonal factors lifted the average home price in England and Wales by 0.5%, but low numbers of market participants have undermined this, say the report from Home.co.uk.

It adds that month on month while prices rose in Wales, Scotland and all English regions, this was driven by hope rather than demand and the total stock for sale has increased by a mere 1.7% year on year.

London’s annualised losses have moved back slightly from 3.1% to 2.9% and now total 6.7% since the start of the price decline in May 2016. Asking price falls in the South East continued to ease to 1.5% year on year but worsened in the East to 3%.

The figures also show that an increasing number…

View original post 310 altre parole

VIAGGIO A VENEZIA, di Silvia De Angelis

viaggio a venezia4

Mary è una bella adolescente e vive in una rigogliosa fattoria nel Texas, ove condivide parte del suo tempo, con dei validi esemplari di cavalli, che ospita in attrezzate stalle e che di tanto in tanto cavalca, per respirare a “ polmoni spalancati” l’ aria del verde paesaggio.

Sua madre è soddisfatta di lei, perché è una ragazza volenterosa e sempre alla ricerca di nuovi stimoli, in cui impegnarsi seriamente.

Quest’ anno deve affrontare gli esami di diploma, quindi dedica interi pomeriggi allo studio, per completare un’ idonea preparazione e presentarsi preparata nel giorno del fatidico evento scolastico.

George è il suo ragazzo, persona molto protettiva con Mary e anch’ egli amante dei cavalli e della bellezza che offre la natura.

Nel recinto di casa Mary ospita cinque cavalli….ma la sua preferita è una femmina marrone scurissimo con una bella chioma, si chiama Terry. Anche Terry ha un debole per Mary, infatti si lascia avvicinare solo da lei, dimostrandole il suo affetto. Continua a leggere “VIAGGIO A VENEZIA, di Silvia De Angelis”

” Il sentiero della freccia ” ad Acsal; di Lia Tommi

Associazione SpazioIdea, in collaborazione con Circolo Provinciale della Stampa e Circolo Filatelico Numismatico di Alessandria, organizzano per mercoledì 22 maggio 2019 , ore 21:00, all’ Auditorium Cultura e Sviluppo, Piazza De Andrè 76, Alessandria : Marco Deambrogio in dialogo con Ketti Porceddu , “Il sentiero della freccia. Il mio viaggio in Terra Santa”

La vita di Marco Deambrogio è un susseguirsi di avventure degne di un romanzo d’altri tempi. Marco è un’anima libera che ha realizzato i suoi sogni e una testimonianza vivente di come un essere umano possa cambiare radicalmente il proprio destino e, perseverando nel coltivare il seme della speranza, risorgere ogni volta dalle proprie ceneri. In questo suo ultimo capitolo della trilogia iniziata con “Le tre vie della vita” e proseguita con “Ho incontrato Dio in bicicletta”, ci regala un altro racconto senza filtri, un dialogo profondo con le proprie emozioni più recondite sulla strada che lo conduce a Gerusalemme. Il protagonista è un uomo con due cuori: uno ribelle e fuorilegge, l’altro pacato e silente. Si imbarca su una nave mercantile, e come gli antichi pellegrini attraversa il Grande Mare per raggiungere le coste della terra Santa e mantenere fede alla parola data, sciogliendo il nodo del voto di giungere al Santo Sepolcro di Gerusalemme. Un viaggio ricco di colpi di scena che diventa una guida per vincere le nostre paure, seguire i nostri sogni e aprire i cuori all’incontro e al nuovo giorno.

Ingresso libero.

Giro delle Ciliegie, di Lia Tommi

Domenica, 19 maggio 2019 Camminata di gruppo a Rivarone per la 48° edizione della Sagra delle Ciliegie.

Ritrovo alle ore 9 al parcheggio di fronte a Via Rettoria (zona aeroporto).
Partenza alle ore 9:30 dalla piazzetta del Salone dei Ciliegi.

Al ritorno sarà possibile pranzare alla sagra.
Nel pomeriggio musica, banchetti e giochi per i più piccoli.

Dare cortesemente conferma della partecipazione a info@passodopopasso.eu.

La sagra si terrà anche in caso di maltempo, con la possibilità
di pranzare al coperto… ma speriamo nel sole.

Momenti di poesie. L’ INSUFFICIENZA , di Tiziana Valori

Momenti di poesie. L’ INSUFFICIENZA , di Tiziana Valori

L’ INSUFFICIENZA

Ero davvero presa e lui sembrava
davvero ammodo e poi baciava bene,
per non parlar dell’altro. Ero eccitata
e avrebbe fatto molto facilmente
quello che tutti voglion dalle donne.
Ma all’improvviso vuol parlar del seno:
“Se mi consenti, cara, d’essere franco,
la mia attrazione cresce in parallelo
a com’è il petto e il tuo è pochino e casca.
La plastica ci vuole. E, dopo, chiama.”

Appena detto ciò mi pianta in asso
col mio morale, e il resto, molto in basso.

Tiziana Valori

Uno Sguardo a Jan Van Eyck e il “Ritratto dei coniugi Arnolfini” citato nel Thriller storico “Arcana Rubris” di Ugo Nasi.

A cura di Manuela Moschin

Recensione del thriller storico “Arcana Rubris” di Ugo Nasi e approfondimento delle opere d’arte citate dall’autore

“Arcana Rubris” di Ugo Nasi è una lettura che ho adorato sin dalle prime pagine: intrighi, misteri, formule matematiche, maledizioni, suspense, colpi di scena che si intrecciano con le appassionanti storie di amore e di amicizia. Il fulcro del racconto è legato ai fatti oscuri che coinvolgono i coniugi Arnolfini, protagonisti del celebre dipinto di Jan Van Eyck “Ritratto dei coniugi Arnolfini” del 1434 e conservato nel museo National Gallery di Londra. Un libro che è assolutamente interessante per chi come me è appassionato di storia e arte.Nel racconto Jan Van Eyck non risulta soltanto l’autore del dipinto ma appare anche come uno dei protagonisti che si trova ingenuamente trascinato nelle vicende. Lo scrittore attraverso una grande capacità narrativa accompagna il lettore in un piacevole viaggio nelle diverse epoche immergendolo intensamente nella risoluzione dei vari enigmi. Si tratta di un thriller storico ben documentato frutto di un accurato lavoro di studio e di ricerca relativi a eventi storici realmente accaduti. Nella suggestiva Rocca della Verruca situata in Toscana accadono alcuni episodi misteriosi che Ugo Nasi svelerà gradualmente catturando l’attenzione del lettore fino alla fine.L’avvocato Viola Borroni e l’ispettore Valerio Bruno sono i protagonisti che dotati di una grande perspicacia si trovano coinvolti nella risoluzione delle indagini che dovranno compiere attraverso rischiose peripezie. I personaggi sono ben caratterizzati dando l’impressione al lettore di vivere nella scena o di essere al cinema per assistere alla proiezione di un film avvincente. Vi raccomando di leggere alla fine del libro le “note dell’autore”, scoprirete che lo scrittore, oltre a possedere doti narrative, si distingue anche per essere una persona di una grande sensibilità e simpatia.  
Complimenti Ugo! Sono rimasta veramente affascinata da questa straordinaria lettura.

Jan Van Eyck (Maaseik, 1390-1400/Bruges 1441) “Il Ritratto dei coniugi Arnolfini” 1434 Olio su tavola cm. 82×60 National Gallery Londra (Fig.1)

Jan Van Eyck “Il Ritratto dei coniugi Arnoflini” 1434 Olio su tavola cm. 82×60 National Gallery Londra (Fig.1)

Racconta l’autore Ugo Nasi:

«Chi siete Voi altri?” “Mi chiamo Jan Van Eyck. Sono stato chiamato in questa contrada da messer Giovanni Arnolfini, ospite del vostro signore Bartolomeo da Gualdo. Ecco le mie credenziali». 

“Il Ritratto dei coniugi Arnolfini”(Fig.1) è un’opera d’arte che da sempre ha suscitato grande interesse, oltre che per le qualità pittoriche, anche perché in essa si celano una serie di significati occulti.
Si tratta, dunque, di un dipinto misterioso che ancora oggi è oggetto di studio. Secondo gli studiosi tra i quali lo storico dell’arte Erwin Panofsky (1892-1968), l’opera ritrae il matrimonio di una coppia e un’allegoria della maternità.  Al primo esame si nota semplicemente la raffigurazione di un uomo e di una donna  che si tengono per mano, ma se si presta particolare attenzione ai singoli dettagli si scopre che il dipinto è ricco di simbologie di natura esoterica. Continua a leggere “Uno Sguardo a Jan Van Eyck e il “Ritratto dei coniugi Arnolfini” citato nel Thriller storico “Arcana Rubris” di Ugo Nasi.”

NUOVA EDIZIONE DI MILANO ASIAN ART, di Maura Mantellino

NUOVA EDIZIONE DI MILANO ASIAN ART, di Maura Mantellino

NUOVA EDIZIONE DI MILANO ASIAN ART

Fino al 31 maggio 2019

60476939_1115694351960519_8267339598397440000_n

Come tradizione, Milano Asian Art si snoda nel centro cittadino per sconfinare, quest’anno, fino a Parabiago: l’itinerario, infatti, si allarga per fare spazio alle novità di questa decima edizione. Con David Sorgato, La Galliavola, Mirco Cattai e Renzo Freschi -che da anni costituiscono l’ossatura portante della manifestazione- il 2019 vede l’ingresso di tre nuove gallerie milanesi: Esh Gallery, Mastromauro Japanese Works of Art e Oro Incenso e Mirra.

Tutte le Gallerie presentano un cartellone di mostre interessanti anche per chi non è esperto d’Oriente ma è amante del bello, dell’armonia che queste opere esprimono e, da quest’anno, anche della natura nella “rilettura” dei maestri bonsaisti.

Studiate e realizzate con rigore e professionalità le dieci mostre tematiche danno vita a un stimolante ventaglio di proposte culturali e artistiche offrendo interessanti spaccati del mondo orientale.

Una realtà vista di volta in volta sotto luci ed aspetti diversi: da quello sociale a quello religioso a quello artistico, spaziando dalle epoche più antiche al mondo contemporaneo, passando dall’India alla Cina al Giappone, dalla ceramica antica e moderna all’arte tessile e al ricamo contemporaneo, dalla scultura d’alta epoca ai gioielli e all’oreficeria dei Maharaja.

Una ricca sfumatura di espressioni artistiche che oggi, in nome della commistione che intreccia oriente a occidente come accompagna l’antico al moderno, godono il favore delle mode, l’interesse dei collezionisti ma anche quello di dealer internazionali, specialmente asiatici, sul mercato del Vecchio Continente, Italia compresa.

Iscrizioni servizio mensa scolastica

Iscrizioni servizio mensa scolastica

Novi Ligure: DAL 3 GIUGNO AL 14 GIUGNO 2019

Il rinnovo dell’iscrizione al servizio di mensa scolastica e l’iscrizione per i nuovi utenti per l’anno 2019/2020 si effettueranno presso l’ufficio Pubblica Istruzione del Comune di Novi Ligure, Via Gramsci 11, dal 3 giugno al 14 giugno 2019 con il seguente orario:

lunedì – mercoledì: 8.30/12.00 – 14.30/16.30

martedì – giovedì – venerdì: 8.30/12.00

Comne Novi Ligure

Per la determinazione delle tariffe, invariate rispetto allo scorso anno, le famiglie dovranno presentare la D.S.U. (calcolo ISEE) rilasciata nell’anno 2019.

Per la compilazione della stessa è possibile rivolgersi ai Centri di Assistenza Fiscale che forniscono gratuitamente questo servizio oppure acquisire direttamente l’attestazione con il servizio Online disponibile sul sito dell’INPS.

Alle famiglie che non presenteranno la D.S.U. o per le quali risulterà un reddito ISEE superiore a € 24.000,00 si applicherà la tariffa massima. La tariffa massima si applicherà altresì alle famiglie non residenti nel Comune di Novi Ligure, indipendentemente dal reddito.

Per il servizio mensa è attivo un sistema informatizzato di pagamento e prenotazione pasti che prevede il versamento anticipato di un credito presso l’ufficio Pubblica Istruzione, presso i punti di ricarica convenzionati oppure on line (secondo le modalità comunicate al momento dell’iscrizione); tale credito viene decurtato automaticamente ad ogni pasto consumato.

L’iscrizione è indispensabile per poter utilizzare la mensa scolastica a settembre 2019, in quanto gli alunni non iscritti, o per i quali non è stata rinnovata l’iscrizione, non avranno il codice personale attivo e non verranno riconosciuti come utenti del servizio per la prenotazione del pasto.

Per informazioni:

Ufficio Pubblica Istruzione, Via Gramsci 11

Telefono: 0143 772234 – 0143 772249 

Presentazione del libro ” La Belle Epoque ” di Leonarda Nada NUOVO, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Lunedì 20 maggio 2019 , alle ore 17.00, presso la Biblioteca Civica “Francesca Calvo”,
Piazza Vittorio Veneto 1, Alessandria , si terrà la presentazione del libro dal titolo
“La Belle Epoque” 10 modi per diventare una donna perfetta, di Leonarda Nada NUOVO

Presenta e modera Lia TOMMI blogger, poetessa, reader e coordinatrice dell’Associazione Culturale “Città delle Vittorie”.

Letture: Francesca PARRILLA, coordinatrice dell’Associazione Culturale Libera Mente – Laboratorio di idee, che si occupa di promuovere la cultura nelle sue varie forme d’arte, organizzando conferenze, presentazione libri, mostre.

“LA BELLE EPOQUE”
10 modi per diventare una donna perfetta
(Manuale pratico per la crescita personale)
E’ l’opera prima di Leonarda Nada NUOVO.
“In questo libro la scrittrice spiega i valori che ogni donna o uomo che sia, sceglie per migliorare la propria vita. Chi è cosa vuoi essere?!”

L’Artista ha precedentemente collaborato al libro dal titolo “Disto(nie), Storie di distonia”, a cura di…

View original post 244 altre parole

LUNA MENOMANTE (sestine lirica) di Mirella Ester Pennone Masi

LUNA MENOMANTE (sestine lirica) di Mirella Ester Pennone Masi

60534692_1199025733590392_5288449701794807808_n

LUNA MENOMANTE (sestine lirica)
(ABCDEF FAEBDC CFDABE ECBFAD DEACFB BDFECA)

Il mattino m’accoglie silenzioso,
c’è nel dolce ritmare una favilla
nell’attesa d’un frangente di mare
che ritorna immutabile e smagliante,
ha un fascino di rondine solare
che audace da lontano vuol tornare.

L’ estate ancor lontana vuol tornare.
Dipingo questo sogno silenzioso,
tingo di cinabrese il blu solare
e un falò che ci sfiora, già favilla;
uno scoglio ritorna più smagliante
mi attende la sabbia ialina di mare.

La sera ci cerchiamo là sul mare,
si orienta quel veliero per tornare,
sarà l’eterno scorrere smagliante
come acqua di torrente silenzioso:
nella notte c’è un segreto e favilla,
la luna menomante è pur solare.

L’ alba chiara immutabile e solare
ci coglie inconsapevoli sul mare,
il ritmo che già muore ancor favilla,
iniziato in un volo, vuol tornare
fra i mirti d’un boschetto silenzioso,
seppure la sfumatura è smagliante.
Continua a leggere “LUNA MENOMANTE (sestine lirica) di Mirella Ester Pennone Masi”

AI CONFINI DEL CIELO, di Miriam Maria Santucci

 

11. AI CONFINI DEL CIELO

AI CONFINI DEL CIELO
di Miriam Maria Santucci

Umilmente ti appresti a ritornare
nel grembo eterno del tuo Creatore.
Nuvole di ricordi e di preghiere
volteggiano attorno al capezzale.
Solo a chi parte è dato contemplare
il Mistero che avvolge questo mondo
e una luce di pace e di stupore
appare all’improvviso sul tuo volto.
Lasci le tue angosce e il tuo patire
e sigilli i tuoi affetti dentro il cuore.
Un ultimo respiro e ti trasporti
nell’altra dimensione dell’Amore.
Un angelo ti rimane accanto
e ti avvolge nel suo candido velo.
Poi dolcemente prende la tua mano
e ti accompagna ai confini del cielo.

Poesia tratta dalla raccolta “Le Impronte della Vita”.
© Copyright 2015 – Miriam Maria Santucci

Momenti di poesia. LONTANO, di Poetica-Mente di Daniele Cerva

Momenti di poesia. LONTANO, di Poetica-Mente di Daniele Cerva

60680529_837031913329240_111922492636921856_n.jpg

LONTANO

Disteso
su me stesso
ascolto
il canto del silenzio
Nessuno qui
solo il mio sentire
Passerà mai
questa mia malinconia?
Avrà mai fine
questo tormento
che mi porto dentro?
Ed intanto
osservo il cielo
nero infinito
puntellato di stelle
E mi sento via

16 maggio 2019
© Daniele Cerva
Tutti i diritti riservati

Vincent Van Gogh
Notte stellata sul Rodano 1888

11th Airborne Division’s End of WWII Honor – part (1)

Pacific Paratrooper

Jeep stockpile

Okinawa, as one of the islands being “beefed-up” with supplies, men and materiel, quickly became significantly congested; it is only 877 square miles, but soon they would be minus the 11th Airborne Division.  MacArthur had decided the 11th would be the first to land in Japan, with the 187th Regiment leading off.

General Swing was not certain how the enemy would take to him and the 187th regiment landing in Japan as the first conquerors in 2000 years, so the men were ordered to be combat ready. Besides staying in shape, they spent many an hour listing to numerous lectures on the Japanese culture.

Western Electric ad 1945

15 August, Washington D.C. received Japan’s acceptance of the terms of surrender. Similar to the Western Electric advertisement pictured, phones and telegraphs buzzed around the world with the news that WWII was over, but reactions varied. Among the men on…

View original post 823 altre parole

11th Airborne Division’s End of WWII Honor – part (2)

Pacific Paratrooper

11th Airborne’s flag atop Atsugi hanger

General Swing, Commander of the 11th A/B, brought with him on the plane a large American flag and a banner painted, “CP 11th Airborne Division” to be fastened onto the roof of airplane hangar. He was dressed in battle fatigues and “11th A/B” was stenciled on his helmet. He carried a .38 pistol and a bandoleer of .38 caliber shells draped across his chest. (As ready for combat in Japan as he was on Leyte and Luzon.) A Japanese officer approached him as he departed the plane. The officer saluted and introduced himself as Lieut-General Arisuye, the officer in control of the Atsugi sector. He then asked the general what his current orders would be and Gen. Swing lost no time in telling him.

Gen. Swing (l) & Gen. Eichelberger (r) with Japanese detail

American POWs had been left unguarded at their prisons just…

View original post 636 altre parole

serendipitous haiku III by my love

errinspelling

~

“i don’t think i would
walk around at the moment
in my bathing suit

tell me more about
waterproof activities
your ecco trainers

he’s sweeping the court
and making sure everyone
see’s him doing it

they only see the
weakness in the poor, never
see it in themselves

the power of flight
you have an ownership of
space, that we don’t have

it’s not on a cloud
sits on someone’s computer
photos of your life

basically it’s what
they can get away with that’s
how they operate

are you saying i’m
a peddle bin denier
the worst of sins

disdain dynamics
intermutual loathing
who hates who the most

this higher power
handing out sweeties to you
it’s everywhere here

View original post

Dinner last night haiku

errinspelling

`

” to be defeated
opening can of tuna
would be terrible

that is why I like
preparing microwave meals
bip bop boom in bin

a few potatoes
a lot of mucking around
why the rich eat out

`
(And Then Breakfast)

big glossy effects
if you watch with the sound off
not much real substance”
(Blade Runner)

eight A M each day
essential leaf blower noise
isn’t essential

I am just waiting
for you to put sunscreen on
hand you can of beans

got rid of Bird Cage
Nicolas Cage is gone too
Bringing Out The Dead
(Amazon Prime Video Movies)

“they sneak apples in
why would anyone want this
maybe meat lovers”
(Quorn Veggie Sausages)

`

View original post

First Car

Ghost Dog

20190426_1158087810885865026477447.jpg

I am a great believer of synchronicity and love to connect the dots. My first car was a 1954 Buick Century with a Dyna-Flo transmission, which I purchased for $300 from a salesman by the name of Grundy Hayes in 1965 at Broadway Chevrolet, in Louisville, Kentucky when I was seventeen years old. I will never forget that day or that purchase. Grundy wore a pale green suit and a brown straw fedora hat. He had a smiling face and a gravelly voice.

20190426_1157383197282514935493081.jpg

Fast forward 50 years. I’m reading a book of short stories called Sad Stories of the Death  the Death of Kings. It is a book of vignettes written by Barry Gifford about a boy growing up in Chicago in the 1950s and 60s. I’m pretty sure the boy Roy is a stand in for the author himself.

In the story, “Roy’s First Car,” Barry details…

View original post 150 altre parole

E questo film è una potente favola gitana.

GF Maccaferri

#Tendenze d’immagine di Gianfranco Maccaferri

Al Lovers Film Festival LGBTQI di
Torino, il film che ha vinto il Premio
Ottavio
Mai è: “CARMEN
Y LOLA”

di Arantxa Echevarria.

Un
film molto interessante sotto diversi punti vista: innanzi tutto
quello antropologico in quanto racconta con crudezza la vita, i
costumi, la morale della comunità rom in Spagna; interessante dal
punto di vista degli attori in quanto attori non professionisti ben
gestiti nell’interpretare scene della loro vita quotidiana essendo
tutti di etnia rom; interessante per l’idea, per la storia, per la
drammaticità contenuta.

Infatti
il film si era già fatto notare a Cannes 2018 con applausi
interminabili, ha già vinto il Premio
Goya come Miglior opera prima (la regista Arantxa Echevarría) e come
Miglior attrice non protagonista (Carolina Yuste).

Ha ricevuto anche l’encomio spagnolo
ministeriale come
“particolarmente
raccomandato per promuovere l’uguaglianza di genere”.

Questo è un film importante sia per chi…

View original post 246 altre parole

Un film in bianco e nero sulla segregazione dei neri e la supremazia bianca… di oggi!

GF Maccaferri

#Tendenze d’immagine di Gianfranco Maccaferri

Dal 9 maggio sarà nelle sale cinematografiche italiane il film documentario: “Che fare quando il mondo è in fiamme?” del regista Roberto Minervini, un film che racconta la segregazione esistente oggi nei confronti dei neri negli Stati Uniti. Un film in bianco e nero nel quale lo stile estetico è il linguaggio attraverso cui il regista ci introduce in un mondo fatto di supremazia bianca ai danni di chi è diverso per il colore della pelle. Un film forte, dove i dialoghi sono essenziali, senza falsi veli, dentro una realtà asfittica e senza futuro. Il regista ha colto quelle sfumature razziste, segregazioniste, discriminatorie della società americana che i bianchi non notano neppure, non se ne accorgono, sereni e appagati come sono del fatto che oggi i neri sono più accettati di molti anni fa nella vita sociale, politica, lavorativa.

Il nuovo film di…

View original post 282 altre parole

Italia senza attrattive per sognare e credere in un futuro!

GF Maccaferri

#Tendenze sociali di Gianfranco Maccaferri

Quasi 400.000 pensioni pagate a italiani che vivono all’estero.

Tra i 250.000 e i 300.000 gli italiani che ogni anno emigrano.

Circa 15.000 i neo cittadini italiani (immigrati che hanno ottenuto la cittadinanza italiana) che annualmente abbandonano l’Italia.

E se ci aggiungiamo che nel 2018 i morti sono stati 191.000 in più delle nascite… è evidente il disagio che esiste nel vivere in Italia: emigrazione di pensionati, di neolaureati, di lavoratori, di disoccupati, di neo cittadini, di extracomunitari e la scelta di non fare figli.

L’Italia non ha attrattive sufficienti per far sognare e far credere in un futuro da parte di chi ci abita e neppure per i giovani europei o extracomunitari.

Il flusso di chi espatria è aumentato del 50% negli ultimi 10 anni. Siamo all’ottavo posto nella classifica dei paesi migranti tra gli stati OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo…

View original post 385 altre parole

Attilio Colombo inedito su GABRIELE BASILICO … era il 1991

GF Maccaferri

Premessa relativa alla campagna fotografica del 1990/1991

La grande esperienza internazionale di Gabriele Basilico porta il fotografo milanese a misurarsi con il paesaggio antropizzato che si colloca sulle direttrici di percorrenza della Vallèe d’Aoste. Non credo ci sia un genere di approccio fotografico più analitico di quello di Basilico: analitico, dico, per la estrema ricchezza delle informazioni che le sue inquadrature riescono a contenere e a trasmettere, e non dubito che, entrando a far parte del patrimonio documentario della Regione, queste fotografie serviranno egregiamente, tra qualche decina d’anni a testimoniare lo stato d’arte dell’attuale situazione ambientate.

L’intreccio
di “segnali” che si accumula dentro le fotografie di
Gabriele Basilico ci appare come allentato, ordinato nelle proprie
corrispondenze”. Sembra quasi che il fotografo abbia individuato
nella congerie dei segni, geologici naturali agricoli edilizi
industriali, una chiave demiurgica, una sistematicità intrinseca che
ci svela non solo i piani prospettici e le interferenze stratificate

View original post 184 altre parole

Luigi Ghirri in Valle d’Aosta

GF Maccaferri

#Tendenze d’immagine di Gianfranco Maccaferri

Luigi Ghirri 1991

Era la primavera del 1991 quando Luigi Ghirri giunse in Valle d’Aosta per effettuare una lettura fotografica dei castelli valdostani; Luigi faceva parte del gruppo dei 16 fotografi chiamati a realizzare la “campagna fotografica” dedicata al territorio della Regione Valle d’Aosta.

Luigi Ghirri 1991

Ci incontrammo in un albergo di Aosta per fare colazione insieme e per approfondire alcuni argomenti per lui importanti prima di affrontare l’impegno fotografico: riteneva utile conoscere i presupposti delle “campagna fotografica” a cui partecipava, i precedenti sul territorio, i fondi esistenti presso gli archivi e poi la possibile scelta degli edifici medioevali, la disponibilità di tempo per eseguire la ricerca, i permessi di ingresso e di permanenza negli edifici storici….

Luigi Ghirri 1991

Fu subito percettibile il suo entusiasmo per un lavoro di lettura del territorio su scala regionale che nel panorama italiano rappresentava un passo avanti…

View original post 900 altre parole

Attilio Colombo inedito su Francesco Radino …era il 1991

GF Maccaferri

Francesco Radino 1991 – Valle d’Aosta

Premessa relativa alla campagna fotografica del 1990/1991

La
scintillante scrittura in bianconero di Francesco
Radino
affronta un tema come quello dei resti romani e medievali in Valle,
che era difficile affrontare in modo originale. Originale, dico,
rispetto agli statuti storici della visione archeologico-monumentale
o turistico-culturale.

Francesco Radino 1991 – Valle d’Aosta

Radino
riesce a portare brillantemente a termine il compito che si e assunto
puntualizzando un tipo di approccio estremamente soggettivo e
tuttavia ampiamente condivisibile.

Francesco Radino 1991 – Valle d’Aosta

Spogliandosi
di ogni retorica delmonumento
ed anche di ogni possibile suggestione culturale, Radino si avvicina
a questi resti/testimonianza mantenendo lo sguardo quasi sempre ad
altezza d’uomo, fisicamente e psicologicamente. Gli appaiono le
stigmate di un passato del cui senso cerca di farsi una ragione, ma
da cui spesso riesce solo ad ottenere rimandi alla caducità,
all’abbandono, al passare del tempo e degli anni.

View original post 143 altre parole

A 30 anni dalla “campagna fotografica” in Valle d’Aosta i testi inediti di Attilio Colombo

GF Maccaferri

#Tendenze d’immagine di Gianfranco Maccaferri

Erano i lontani 1990/1991 quando in Valle d’Aosta giunsero alcuni fotografi italiani, tra i più significativi dell’allora ricco panorama nazionale, con il compito di analizzare e interpretare l’ambiente, la vita e la storia della Regione.

Gabriele Basilico – Giovanni Cabassi – Lorenzo Cortelletti – Mario Cresci – Luigi Ghirri – Riccardo Marcialis – Francesco Radino – Giuliana Traverso

Luigi Ghirri

Il progetto di rilevazione fotografica del vivere, del vissuto e dell’ecosistema valdostano lo concepii nel 1989 e, attraverso l’organizzazione e le conoscenze messe a disposizione da Lanfranco Colombo, con la collaborazione intellettuale e operativa di Attilio Colombo e Noris Lazzarini, l’anno dopo ebbe appunto inizio la “campagna fotografica” che si concluse nel 1991.

Francesco Radino

Stampate e raccolte le immagini, accompagnate dai testi critici scritti da Attilio Colombo, consegnai il tutto alla Presidenza del Consiglio Regionale, Ente finanziatore del progetto. La politica prese possesso del…

View original post 199 altre parole

SKU …come diventare famoso inventandosi qualche musulmano oltraggiato

GF Maccaferri

SKU – l’invenzione di un nome famoso

Supponiamo che sei un artista e che stai pensando a come promuovere le tue opere un po’ velocemente… quello che ti serve è apparire molto intellettuale ma anche alternativo, quindi ottima scelta è quella di non far sapere chi sei veramente (se funziona con Banksy…) ma è ancor meglio nasconderti dietro a un nome breve, facile da ricordare e che evochi “rottura” e contemporaneità; seconda fase: fare scandalo! E questo nell’arte non è semplicissimo considerando i tanti eventi “rumorosi” della storia dell’arte, quindi occorre essere sensibili a ciò che oggi è divisivo, un qualcosa che socialmente, culturalmente e moralmente possa creare scandalo, discussione, contrapposizioni, titoloni sui giornali di tutto il mondo. Trovato: la questione etnico religiosa, anzi precisamente fare in modo che qualche religioso si incazzi, protesti, ma ancor meglio sarebbe se a piantare casino fossero i musulmani, così si avrebbe lo scandalo…

View original post 396 altre parole

Editore del libro intervista di Salvini indagato per apologia di fascismo

Increspature

Salvini dimmi con chi vai e ti dirò chi sei!

Questi articoli del fatto quotidiano dicono che l’editore del libro intervista di Salvini è indagato per apologia di fascismo:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/08/salone-del-libro-polacchi-editore-salvini-indagato-per-apologia-di-fascismo-a-sinistra-ce-mafia-culturale/5163232/#cComments

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/09/salone-libro-torino-salvini-escluso-altaforte-e-censura-di-maio-polacchi-provoca-costituzione-e-antifascista/5165324/

La casa editrice Altaforte, vicina a Casapound, è stata poi esclusa dal Salone del Libro.

Il reato di apologia al fascismo è previsto nell’art. 4 della legge Scelba attuativa della XII disposizione transitoria e finale della Costituzione che punisce non solo la ricostruzione del partito fascista, ma anche il reato di apologia al fascismo.

In questo articolo del post si spiega come sia stata ammorbidita l’attuazione della legge da varie sentenze della Cassazione e della Corte Costituzionale e come di fatto non venga applicata la Costituzione:

https://www.ilpost.it/2019/05/09/apologia-di-fascismo/

In Italia abbiamo una moltitudine di gruppi, organizzazioni e partiti come Casapound e Forza Nuova che hanno posizioni e ideali che si rifanno direttamente al fascismo e che inneggiano apertamente e impunemente…

View original post 48 altre parole

10 Consigli da non perdere “Come Scegliere i Fiori per il Matrimonio”

MARILYN

Come scegliere i fiori per il matrimonio: 10 consigli da non perdere

La scelta dei fiori per il giorno del matrimonio è molto importante: non solo il bouquet ma anche gli addobbi in chiesa, al ristorante, gli accessori. Sono tante le cose a cui pensare! Vediamo allora come scegliere i fiori per il vostro giorno più bello con pochi e semplici consigli.

I fiori non possono mai mancare nelle occasioni importanti: nel giorno del matrimonio sono fondamentali per rendere indimenticabile la cerimonia e creare un tema che dia un tocco in più a questo giorno speciale. La scelta deve essere fatta dagli sposi in base ai propri gusti personali ma anche pensando alla stagionalità e al budget previsto per i fiori. È importante sceglierli bene affidandosi ad un professionista che ci aiuti a scegliere i fiori perfetti per il bouquet ma anche per la decorazione della location e per gli…

View original post 967 altre parole

How a psychiatry professor accidentally discovered he was a psychopath | CBC Radio | + Opinion

Earthpages.org

James Fallon is determined to overcome his worst instincts.

Source: How a psychiatry professor accidentally discovered he was a psychopath | CBC Radio

+ I don’t know enough about the studies mentioned in this interesting TED video but would like to check them out to see if they are as convincing as this professor claims. So many scientists cite genetic studies as if they were the gospel truth. Again, before I can fully agree or disagree, I’d have to look at the original studies myself.

The fact that he says he is a borderline psychopath (genetically speaking) has little bearing on whether I believe or disbelieve him. Many scientists who probably have “normal” brain scans seem incredibly uncritical when it comes to studies they so often cite.

View original post

A Smithsonian Folklorist Delves Into the Rituals and Rewards at the Academy Awards | At the Smithsonian | + Opinion

Earthpages.org

Folk belief holds that if you have won one Oscar, your odds of ever winning a second are greatly diminished by the dreaded “Oscar Jinx”

Any discussion of folklore and the Oscars must include the customs practiced by viewers at home, who eagerly tune in each year to watch what host Johnny Carson in 1979 jokingly called “two hours of sparkling entertainment spread out over a four-hour show.”

Source: A Smithsonian Folklorist Delves Into the Rituals and Rewards at the Academy Awards | At the Smithsonian | Smithsonian

+ Johnny Carson was the best. I love that quote. I’m so thankful I was born in a time where I could watch Johnny at his peak, just before his show began to decline. As for the Oscars, I think they’re still evolving and haven’t peaked yet, even if they’ve become more of a mouthpiece for partisan politics instead of a celebration…

View original post 147 altre parole

Кафе в “Джунглях”

Мир сквозь объектив.

Что же это за кафе в Джунглях?

   Ниагарский водопад это не только красивое природное явление, но и небольшой городок с одноименным названием. Как любое туристическое место,он полон различных аттракционов, сувенирных магазинов, ресторанов, кафе, баров и прочих мест для развлечения и опустошения кошелька визитеров.

   Среди различных мест, где можно поесть, особенно выделяется Rainforest Cafe –кафе в джунглях. Это любимое место детей, но и взрослым здесь не будет скучно. В туристический сезон, конечно,придется постоять в очереди, чтобы попасть внутрь. Однако, чтобы время ожидания не было скучным,в фойе есть огромный аквариум с множеством рыб и даже акул. Можно прогуляться и среди сувенирных киосков. А можно посидеть в баре с чашечкой кофе, стаканом холодного пива или бокалом вина – на любителя.

Кафе Джунгли Rainforest Cafe

Барные стулья

   Когда же вы попадаете внутрь, оказываетесь практически в реальных джунглях. И несмотря на то, что это…

View original post 89 altre parole

Прощай Нотр-Дам!

Мир сквозь объектив.

Notre-Dame de Paris
Грустные новости из Парижа! Пожар уничтожил один из шедевров мирового искусства – Нотр-Дам. Возможно, его восстановят, и он снова будет украшать Париж и принимать многочисленных туристов, отправлять службы и радовать своим видом парижан и многочисленных гостей. Однако это будет уже совсем другой собор! Простояв девять столетий, пережив много трагических событий и сохранив свой первозданный вид, вдруг был уничтожен в мирное спокойное время.

View original post

Socialism Is Bad for the Environment | National Review | + Opinion

Earthpages.org

And markets are much better.

socialist economies of Eastern Europe and the former Soviet Union were not just economic failures; they were also environmental catastrophes.

Source: Socialism Is Bad for the Environment | National Review

Opinion: This is something I think we all know subconsciously but refreshing to see explicitly stated and thus raised to full consciousness.

Over the years I had a few professors who somehow managed to escape their communist or communist-occupied countries.

Some were able to let go of their Stalinist chains, adapt to Western ways and become competent professors but others remained fixed in an authoritarian mindset even though they apparently fled from the motherland to escape that kind of tyranny. The ones who remained ideologically tied to their communist-influenced roots truly were the most awful professors I ever had.

So communism isn’t only about shoddy consumerism, shabby living conditions, and shiftless environmental policies. When it…

View original post 18 altre parole

Mysticism – More Than This?

Earthpages.org

Recently while writing about the nature of evil I was reminded in the comments area that many folks readily accept their perception of the world while others say what’s “out there” is essentially unknowable.

For a lot of individuals, a chair is a chair. A cat is a cat. And our planet is something that spins on its axis and orbits around the sun, which itself is just another star among countless stars.

That’s about as far as some people go when confronted with the big questions.

Perhaps because I have been interested in spirituality since the 1970s I have encountered a significant number of people whose minds seem a bit subtler and more curious. So-called material goodies, wealth and status are not necessarily taken as bad things in themselves. But these seekers believe in more. A lot more.

A modern take on Daniel in the Lion’s Den

For me,

View original post 692 altre parole