Rifiuti a Roma. Il Presidente della regione Zingaretti: 48 ore all’Ama per ripulire Roma

Rifiuti a Roma. Il Presidente della regione Zingaretti: 48 ore all’Ama per ripulire Roma

logo-alessandria-today-ok-copia

ITALIA Firmata l’ordinanza della Regione Lazio

Schermata 2019-07-05 a 16.04.00.png

Entro 7 giorni dovrà raccogliere i rifiuti nel resto del territorio di Roma e dovrà provvedere a distribuire 300 cassonetti in 3 giorni  

Entro 48 ore l’Ama deve ripulire Roma. Lo stabilisce l’ordinanza della Regione Lazio sui rifiuti nella capitale.   Tra l’altro l’ Ama deve provvedere  all’immediata pulizia, raccolta dei rifiuti e disinfezione e disinfestazione vicino a siti sensibili come strutture sanitarie e socio-assistenziali, strutture per l’infanzia, mercati rionali, esercizi di ristorazione.

L’ordinanza  prevede anche di provvedere alla raccolta dei rifiuti e alla pulizia nel restante territorio di Roma Capitale entro 7 giorni a decorrere dalla notifica della presente ordinanza. Inoltre entro entro 7 giorni a decorrere dalla notifica della ordinanza, Ama dovrà  assicurare la provvista dei primi 300 cassonetti entro 3 giorni.   

L’ordinanza chiede ad Ama l’impiego di “mezzi per la raccolta rifiuti sia differenziata che indifferenziata, stradale o porta a porta, al fine di minimizzare la permanenza dei rifiuti per le strade, anche con l’ausilio di ditte appaltatrici, entro 7 giorni a decorrere dalla notifica della presente ordinanza”.

Il presidente della Regione Nicola Zingaretti sottolinea che il problema a Roma è legato innanzi tutto alla raccolta dei rifiuti in città. Inoltre l’Ama dovrà disporre entro una settimana dalla notifica dell’ordinanza l’attivazione dell’impianto mobile di Ostia (tritovagliatore)  

Gli impianti del Lazio dovranno operare “con decorrenza immediata al massimo della capacità di trattamento autorizzata su base giornaliera, garantendo i trattamenti anche nei festivi, secondo le richieste che Ama formalizzerà. – aontinua su: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Rifiuti-a-Roma-Zingaretti-48-ore-ama-per-ripulire-Roma-870af14c-49c3-48db-9dd1-ae9b43aba434.html?refresh_ce

Discarica di Castelceriolo

Discarica di Castelceriolo

aral-1.jpg

La società A.R.A.L. s.p.a. ha comunicato al Comune di Alessandria che a partire dal giorno 8 aprile riprenderanno presso la discarica di Castelceriolo i conferimenti di alcune tipologie di rifiuti (ad esempio ingombranti, legno, cimiteriali, plastiche assimilabili, Raee e ramaglie)  che erano stati sospesi a seguito degli incendi che avevano interessato l’impianto nello scorso mese di agosto.

A seguito degli interventi effettuati e del totale svuotamento dei materiali presenti in stoccaggio, l’impianto ora è nuovamente idoneo a ricevere questa tipologia di rifiuti.

Si precisa che non saranno ricevuti terre e similari (rifiuti CER 170504), né lana di vetro e similari (rifiuti CER 170604).

III Atto di Indirizzo alla società A.R.A.L s.p.a., di Lia Tommi

Alessandria, 24 gennaio 2019
III Atto di Indirizzo alla società A.R.A.L. s.p.a.

Di seguito il testo della delibera approvata nella seduta odierna dalla Giunta Comunale che viene sottoposta all’attenzione del Consiglio Comunale secondo la consueta procedura:

OGGETTO: Art. 42 del D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e successive modificazioni ed integrazioni. Terzo atto di indirizzo alla Società A.R.Al. S.p.A. di Alessandria – Presa d’atto piano concordatario, cessione quote societarie ad AMIU Genova S.p.A. con Socio Unico e conseguente approvazione modifiche statutarie.

IL DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SETTORE SVILUPPO ECONOMICO, MARKETING TERRITORIALE, SANITA’, AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE

Sentito l’Assessore competente:
Assessore Avv.to Paolo Borasio – Ambiente e Protezione Civile

PREMESSO CHE:

Con precedente primo atto di indirizzo, giusta deliberazione n. 70/136/306/18100 in data 15 giugno 2018, il Consiglio Comunale di Alessandria ha deliberato:
1. Di autorizzare, ai sensi dell’art. 42 del D. Lgs. n. 267/2000 e successive integrazioni e modificazioni, il Gruppo AMAG S.p.A. a presentare manifestazione di interesse per l’affitto del ramo di azienda A.R.Al. S.p.A. di cui all’avviso pubblico in data 11 giugno 2018 prevedendo:
a. l’affitto del ramo d’azienda costituito dagli impianti attivi (ramo trattamento di Castelceriolo), escluso discarica di Solero e impianti non operativi (discariche chiuse Castelceriolo e Mugarone), per un periodo di sei mesi prorogabile. A tal fine AMAG S.p.A. potrà utilizzare, previo pareri favorevoli della competente Autorità, l’impianto ai fini di trasferenza rifiuti verso Gerbido (TO) e di continuità gestionale della piattaforma, a servizio dei soli Comuni consorziati e dei servizi S.R.T. di Novi Ligure;
b. l’affitto del ramo d’azienda costituito esclusivamente dalla discarica di Solero per un periodo limitato di tempo necessario per completare i lavori di realizzazione dell’ultima vasca già autorizzata dall’Amministrazione provinciale di Alessandria; Continua a leggere “III Atto di Indirizzo alla società A.R.A.L s.p.a., di Lia Tommi”

Renzo Penna. Città Futura: La giunta galleggia e non risolve i problemi importanti

Renzo Penna. Presidente di Città Futura: La giunta galleggia e non risolve i problemi importanti

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Intervista a tutto campo a Renzo Penna Presidente di Città Futura.

Una parziale sintesi delle risposte alle domande:

Il contratto di Governo è in crisi. Oggi manca un alternativa democratica.

Sino a che ci saranno le diseguaglianze e la povertà ci sarà sempre la Destra e la Sinistra.

Il Governo non parla di Scuola e Sanità, ma taglia le risorse.

Per il PD la sconfitta sembra che la colpa sia stata degli elettori.

Il declino di Alessandria a radici antiche e condivise fra Amministratori pubblici e imprenditori.

La Giunta di Alessandria galleggia e non risolve i problemi importanti è in ordinaria amministrazione.

Negli ultimi decenni sono mancati gli insediamenti industriali e terzo settore di qualità, l’ultimo è quello dell’Università.

Contrariamente a Novara gli imprenditori di Alessandria non hanno dato il loro contributo alle varie Amministrazioni per realizzare la città universitaria.

Cosa si aspetta a concedere l’ex caserma dei Carabinieri all’Università.

video: https://youtu.be/laiKdg61N0o

Altolà dei presidi di Roma: «Troppi rifiuti e topi in strada, lunedì non riapriamo le scuole»

https://www.ilmessaggero.it

ROMA Prima dei bimbi, sono arrivati, senza zaini, i ratti. Inquilini indesiderati delle classi ora deserte causa vacanze, incoraggiati dalle pile di maleodorante monnezza che ormai trovano più posto sui marciapiedi che dentro ai bidoni che l’Ama non riesce a svuotare.

Si ammonticchiano, i sacchetti, pure davanti ai portoni chiusi dei licei o davanti ai cancelli degli asili, tanto che se la situazione non darà segnali di miglioramento nelle prossime 48 ore, i presidi di Roma minacciano di non riaprire le aule lunedì prossimo, quando è stato fissato il rientro sui banchi dal Provveditorato. Il rischio è stato ventilato in una lettera spedita ieri alla sindaca Virginia Raggi.

C’è un problema «sanitario», si legge nella missiva dell’Associazione nazionale Presidi. È l’ultima minaccia che aleggia sulla Capitale sempre più tormentata dalla crisi della spazzatura.

Emergenza detonata con l’incendio che l’11 dicembre scorso ha incenerito l’impianto di trattamento al Salario e che da allora, al netto degli annunci della giunta grillina, non ha fatto che peggiorare, regalando a romani e turisti un Natale nel segno del pattume.

Sorgente: Altolà dei presidi di Roma: «Troppi rifiuti e topi in strada, lunedì non riapriamo le scuole»

Lorenzo Bianchi: Rifiuti abbandonati, scattano le sanzioni

Lorenzo Bianchi: Rifiuti abbandonati – scattano le sanzioni

Tortona: Grazie all’installazione di impianti di videosorveglianza dislocati presso diversi punti di raccolta rifiuti sul territorio comunale, il Comando di Polizia Municipale ha potuto comminare le prime sanzioni a carico dei responsabili dell’abbandono di rifiuti, perlopiù di materassi, elettrodomestici ma anche inerti e rifiuti elettronici.

Lorenzo Bianchi

Attraverso l’analisi dei filmati acquisiti nelle ultime due settimane sono stati individuati 7 soggetti responsabili degli abbandoni documentati dalle immagini ai quali è stata comminata la relativa sanzione amministrativa per violazione al Regolamento Comunale di Polizia Urbana. In un caso si è proceduto anche penalmente nei confronti del trasgressore che è risultato essere titolare d’impresa. A detti soggetti sarà possibile inoltre addebitare i costi di recupero che l’Ente ha sostenuto.

“Le attività di accertamento proseguiranno – dichiara l’Assessore alla Polizia, Sicurezza e Decoro Urbano Lorenzo Bianchi – naturalmente l’Amministrazione auspica che vi sia una sempre più diffusa cultura del rispetto e del decoro urbano e che la cittadinanza tutta dia prova di senso civico, attenendosi a quanto previsto dalle vigenti norme sul conferimento e sullo smaltimento dei rifiuti per non incorrere nelle sanzioni previste”.

Ravetti, PD. A Forza Italia e Lega chiedo: “Volete passare al Porta a Porta per ridurre i rifiuti, migliorare l’ambiente e nel tempo ridurre i costi a carico dei cittadini o siete sempre alla ricerca di pretesti?”

Ravetti, PD. A Forza Italia e Lega chiedo: “Volete passare al Porta a Porta per ridurre i rifiuti, migliorare l’ambiente e nel tempo ridurre i costi a carico dei cittadini o siete sempre alla ricerca di pretesti?”

Alessandria – Situazione rifiuti

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

Nella rassegna stampa del 14 novembre leggo un articolo dal titolo RIFIUTI, PER ORA NIENTE PORTA A PORTA IN PERIFERIA. Stop da Forza Italia e Lega. E L’assessore all’ambiente del Comune di Alessandria Borasio dichiara “Quel bando regionale era una beffa”. Credo sia necessaria una precisazione.

La somma totale destinata al Bando è di 5.4 milioni. L’importo a cui erroneamente l’assessore di Alessandria si riferisce (1.4 milioni) è la somma ad oggi impegnabile e che viene nel tempo incrementata. Ma ha un valore relativo, in quanto soggetta alle dinamiche di incasso.

Infatti il finanziamento del Bando Regionale è sostenuto attingendo le risorse dell’intero ammontare del gettito del tributo speciale per il deposito in discarica di rifiuti, nei limiti delle somme effettivamente incassate. Si noti che l’incasso del tributo nei confronti dei gestori è effettuato dalle Province che devono poi girarlo alla Regione.

La Provincia di Cuneo ha già girato il tributo relativo ai conferimenti del 2018, La città Metropolitana quello del 2017, la Provincia di Alessandria ha recentemente saldato il 2016. Quindi se ad oggi per il Bando sono impegnabili solo euro 1.400.000 ciò è determinato dai ritardi nei versamenti da parte delle Province, in particolare quella di Alessandria. Continua a leggere “Ravetti, PD. A Forza Italia e Lega chiedo: “Volete passare al Porta a Porta per ridurre i rifiuti, migliorare l’ambiente e nel tempo ridurre i costi a carico dei cittadini o siete sempre alla ricerca di pretesti?””

Davide Fara: Fotocamere mobili per contrastare l’abbandono di rifiuti

 

Davide Fara: Fotocamere mobili per contrastare l’abbandono di rifiuti

Tortona: La Giunta Comunale di Tortona ha deciso di procedere al noleggio di tre fotocamere mobili per contrastare il grave fenomeno dell’abbandono di rifiuti sul territorio comunale.

1a Tortona foto d'archivio

Fenomeno che purtroppo è cresciuto considerevolmente nel corso degli ultimi anni, comportando importanti costi a carico del Comune; solo nel corso del 2018 sono già state impegnate risorse per circa 33.000,00 per il recupero e lo smaltimento dei rifiuti rinvenuti, spesso soggetti a particolari procedure per le diverse tipologie.

L’Amministrazione ritiene importante investire sul noleggio di questa strumentazione al fine di disincentivare queste azioni, che si ripetono con frequenza in luoghi riservati e facilmente raggiungibili, auspicando di riuscire finalmente ad individuare e perseguire a norma di legge i responsabili. Continua a leggere “Davide Fara: Fotocamere mobili per contrastare l’abbandono di rifiuti”

Econet, da ottobre parte la raccolta differenziata Porta a Porta, nei comuni di Ovada e Acqui Terme

Econet, da ottobre parte la raccolta differenziata Porta a Porta, nei comuni di Ovada e Acqui Terme

Il nostro territorio ci chiama a raccolta. Differenziata. DA OTTOBRE 2018 PARTE LA RACCOLTA “PORTA A PORTA” NEI COMUNI DI OVADA ED ACQUI TERME

chi-siamo

Da ottobre 2018 nei Comuni di Ovada e Acqui Terme i rifiuti verranno raccolti “porta a porta”. Conclusa la fase di progettazione e organizzazione del nuovo servizio, con la distribuzione ai Cittadini degli appositi contenitori e calendari di raccolta, Econet S.r.l., titolare del servizio di raccolta rifiuti ed igiene urbana sul territorio dell’Acquese e dell’Ovadese, comunica l’avvio ufficiale della raccolta domiciliare dei rifiuti.

Nell’ambito dei servizi di raccolta “porta a porta” i territori comunali sono suddivisi in diverse zone, ciascuna delle quali identificata da un colore e dal relativo calendario con giorni e orari prestabiliti per il conferimento dei diversi rifiuti. Ciascuno deve dunque adottare le indicazioni riportate nel calendario ricevuto. Continua a leggere “Econet, da ottobre parte la raccolta differenziata Porta a Porta, nei comuni di Ovada e Acqui Terme”

Cittadini incivili, un cattivo esempio per le giovani generazioni

Alla luce di certi comportamenti sorge una domanda: è inciviltà, maleducazione, ignoranza, o menefreghismo in casa d’altri…?, comportarsi civilmente non è un optional.

di Pier Carlo Lava. Alessandria

Alessandria: Parlare di comportamenti incivili in città non fa quasi più notizia, tante sono le volte che abbiamo affrontato quest’argomento nelle più svariate situazioni. C’è infatti il concreto rischio di assuefazione nei confronti di uno stato di degrado culturale dirompente, con effetti devastanti sull’ambiente nel quale viviamo, senza dimenticare i costi crescenti ai quali andiamo incontro per mantenere ordine e pulizia.

Siamo comunque dell’idea che non ci si deve mai arrendere e pertanto continueremo a segnalare situazioni di degrado facilmente evitabili se si tenessero comportamenti civili di rispetto verso il prossimo e nei confronti di chi lavora ogni giorno per tenere pulita la città, non solo per una questione estetica ma anche igienica.  Continua a leggere “Cittadini incivili, un cattivo esempio per le giovani generazioni”

Tortona: Nuovo Centro di raccolta rifiuti

Tortona: Nuovo Centro di raccolta rifiuti

A partire dalla seconda metà di settembre Gestione Ambiente attiverà un nuovo Centro di Raccolta, a Tortona, in Via Postumia, dove si potranno conferire tutti quei rifiuti che, per quantità o tipologia, non sono smaltibili nei contenitori stradali o domiciliari.

Tortona Ex Caserma Passalacqua Municipio

Questa nuova “Isola Ecologica” integra quelle già presenti sul territorio del sub ambito tortonese dei rifiuti, nell’ottica di incrementare un servizio al cittadino e prevenire conferimenti abusivi o depositi di materiali non autorizzati.

Chi dovesse smaltire, ad esempio, batterie d’auto, pneumatici, piuttosto che olio esausto, toner o farmaci scaduti, potrà recarsi con proprio automezzo, senza dover corrispondere alcun pagamento, in questo nuovo Centro di Raccolta, di fronte agli uffici di Gestione Ambiente, nei seguenti orari: Continua a leggere “Tortona: Nuovo Centro di raccolta rifiuti”

La Polizia Municipale di Alessandria sequestra oltre 130 pezzi di rifiuti pericolosi R.A.E.E.

La Polizia Municipale di Alessandria sequestra oltre 130 pezzi di rifiuti R.A.E.E.

Alberto Bassani

In data 24/08/2018, al Quartiere “Cristo” di Alessandria, in un magazzino interrato all’interno di uno stabile, su segnalazione dell’Ispettore ambientale Fulvio Barzizza, personale della Polizia Municipale di Alessandria ha proceduto al sequestro di oltre 130 pezzi costituenti rifiuti pericolosi R.A.E.E. (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) quali frigoriferi, forni, lavatrici etc. stoccati senza autorizzazione e in violazione all’art 256 c. 1 lett. b) del D. Lgs 152/2006.

Sono in corso accertamenti per rintracciare il locatario del magazzino.

Paolo Borasio: Momentanea sospensione della raccolta dei rifiuti organici, si riprenderà da lunedì 20 agosto

Paolo Borasio: Momentanea sospensione della raccolta dei rifiuti organici, si riprenderà da lunedì 20 agosto

maxresdefault

Alessandria: L’Assessorato comunale all’Ambiente e al Servizio Intergrato dei Rifiuti di Alessandria, guidato dall’assessore Paolo Borasio, comunica che — a causa di problematiche inerenti gli impianti della società SRT (convenzionata con ARAL spa per il trattamento dei rifiuti tra cui quelli organici) — AMAG Ambiente è stata costretta a sospendere momentaneamente la raccolta dei rifiuti organici (il cosiddetto “umido”) a partire dalla giornata odierna.

Il servizio di raccolta si prevede che venga ripristinato presumibilmente per lunedì prossimo, 20 agosto.

Sarà cura dell’Assessorato Comunale competente fornire aggiornamenti in tempo reale.

Plastica nei laghi Maggiore e d’Orta, i dati di Goletta dei Laghi: 2,5 rifiuti ogni metro quadrato di spiaggia, il 75% è plastica 

Plastica nei laghi Maggiore e d’Orta, i dati di Goletta dei Laghi: 2,5 rifiuti ogni metro quadrato di spiaggia, il 75% è plastica 

Legambiente cerca 230 giovani per azioni di pulizia e sensibilizzazione contro l’abbandono di rifiuti 

unnamed

Il problema del marine litter, e in particolare l’invasione della plastica, non riguarda soltanto i mari e gli oceani, ma anche fiumi e laghi.

E se per altri paesi gli studi su questi ambienti erano già stati condotti, per l’Italia la prima volta è stata quella della Goletta dei Laghi che tre anni fa, assieme ad Enea ha allargato il proprio fronte di indagine anche alle microplastiche, ossia le particelle di plastica con dimensione inferiore ai 5 millimetri, nelle acque interne.

Quest’anno, sono state aggiunte ricerche sui rifiuti di grandi dimensioni presenti nell’ambiente di spiaggia e, come sul mare, il problema è presente anche sulle sponde lacustri.

Lo dimostra la prima indagine svolta da Legambiente, su protocollo Enea, che ha monitorato 20 arenili ubicati nei laghi Iseo, Maggiore, Como, Garda e Trasimeno dove sono stati trovati una media di 2,5 rifiuti ogni metro quadrato di spiaggia, per un totale di 2183 rifiuti censiti. Anche in questo caso plastica si conferma la regina indiscussa tra i materiali più trovati, con un percentuale del 75,5%.

Rifiuti che possono frammentarsi così in milioni di particelle e provocare danni alla biodiversità: e, come dimostrano i dati già raccolti da Legambiente ed Enea, la cui indagine è proseguita anche quest’anno, i laghi non sono esenti dal problema delle microplastiche, un inquinamento di difficile quantificazione e impossibile da rimuovere totalmente.  Continua a leggere “Plastica nei laghi Maggiore e d’Orta, i dati di Goletta dei Laghi: 2,5 rifiuti ogni metro quadrato di spiaggia, il 75% è plastica “

Abbandono rifiuti, così non va!, la soluzione è una sola, di Pier Carlo Lava

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Negli anni scorsi sui social e non solo, c’era chi si lamentava e polemizzava sul servizio di raccolta dei rifiuti, dando esclusivamente la colpa ad AMIU prima e ad Amag Ambente poi e conseguentemente all’Amministrazione di Centro Sinistra, in carica all’epoca.

Solo una minoranza di cittadini obiettivi riconosceva che le maggiori responsabilità erano da imputare agli incivili che favoriti dall’anonimato dei cassonetti su strada (in passato erano porta a porta) li abbandonavano impunemente.

Ora da circa sette mesi la città è governato da una nuova Amministrazione di Centro Destra, che in campagna elettorale si era impegnata, fra l’altro, a migliorare la pulizia della città e il servizio di raccolta rifiuti. Continua a leggere “Abbandono rifiuti, così non va!, la soluzione è una sola, di Pier Carlo Lava”

Nuovo sistema di raccolta e smaltimento rifiuti: “prudenza e non ritardo il motivo dell’avvio 2019”.

Nuovo sistema di raccolta e smaltimento rifiuti: “prudenza e non ritardo il motivo dell’avvio 2019”.

Tortona Ex Caserma Passalacqua Municipio

Tortona: Nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale, l’Assessore all’Ambiente Davide Fara, interpellato sul nuovo sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti, ha avuto modo di fornire utili chiarimenti, mettendo in risalto l’attenzione e la prudenza dell’Amministrazione Comunale.

L’introduzione del nuovo sistema, deciso dal Consorzio Smaltimento Rifiuti (CSR) per ambiti (Acqui, Ovada, Novi e Tortona) impatterà pesantemente sulle attuali abitudini dei cittadini, ragion per cui si intende realizzare, prima dell’avvio del nuovo servizio, un’adeguata campagna di informazione, sensibilizzazione e “inserimento” al nuovo sistema, attraverso incontri con i privati, con le categorie produttive e commerciali, con gli Amministratori di condominio, come già fatto in occasione del progetto di comunicazione ambientale promosso da CSR e SRT SpA, in collaborazione con i Comuni, per sensibilizzare le Istituzioni scolastiche presenti nel territorio del Consorzio alla trasformazione dei servizi di raccolta rifiuti. Continua a leggere “Nuovo sistema di raccolta e smaltimento rifiuti: “prudenza e non ritardo il motivo dell’avvio 2019”.”

Raccolta rifiuti e decoro urbano, verso un piano organico di intervento

Raccolta rifiuti e decoro urbano, verso un piano organico di intervento

amag-copiaAmag Mauro Bressan

Alessandria: Nel frattempo sono in corso le prime azioni di risposta alle criticità più stringenti. Il Sindaco Cuttica: “massimo impegno per ridare dignità ad Alessandria con la collaborazione di tutti”.

Con la nomina di Fiorenzo Borlasta nel ruolo di Amministratore Unico, nel mese di giugno 2018, a seguito delle indicazioni del Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica e dell’Amministrazione comunale, è seguita un’ampia attività di studio e ricognizione delle attività sin qui avviate e, in particolare, è stato dato il via a iniziative che riguardano aspetti per i quali l’Amministrazione Comunale e i cittadini hanno segnalato particolari criticità, e che devono essere affrontate prioritariamente.  In particolare si tratta di:

  • DEPOSITI DI MATERIALI FUORI DAI CASSONETTI STRADALI
  • PULIZIA DELLA CITTA’ E PRESENZA DI ERBE INFESTANTI SUI MARCIAPIEDI
  • ESIGENZA DI MAGGIOR PRESENZA DI OPERATORI PER LO SPAZZAMENTO MANUALE SIA NEL CENTRO STORICO SIA NELLE AREE PERIFICHE DELLA CITTA’.

I primi interventi effettuati nel mese di luglio e programmati per il mese di agosto prevedono:

  • istituzione di squadre di diserbo cordoli e marciapiedi
  • potenziamento del servizio di lavaggio manuale delle vie della città
  • potenziamento del servizio di spazzamento meccanizzato e innaffio strade
  • maggiore attenzione nello svolgimento del recupero dei rifiuti presenti fuori cassonetto
  • campagna di lavaggio e disinfezione dei contenitori stradali
  • risoluzione delle emergenze relative all’ultimo nubifragio del mese di luglio

Continua a leggere “Raccolta rifiuti e decoro urbano, verso un piano organico di intervento”

Legambiente: “Applicare la legge sugli ecoreati e rilanciare le alleanze”

Legambiente: “Applicare la legge sugli ecoreati e rilanciare le alleanze”

Questo slideshow richiede JavaScript.

A SAN MAURIZIO D’OPAGLIO SI È SVOLTO IL CONVEGNO DEDICATO AL PATTO PER TUTELARE IL LAGO D’ORTA: PRESENTI IL PRESIDENTE DI LEGAMBIENTE NAZIONALE, I RAPPRESENTANTI DELL’ECONOMIA INDUSTRIALE E DEL TURISMO E GLI AMMINISTRATORI DEL TERRITORIO.  

Legambiente: “Applicare la legge sugli ecoreati e rilanciare le alleanze”

Prosegue la quarta tappa dell’edizione 2018 di Goletta dei Laghi sul Lago Maggiore, la campagna di Legambiente realizzata in collaborazione con il Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati (CONOU) e Novamont, che da tredici anni attraversa l’Italia per monitorare la qualità delle acque, degli ecosistemi e dei territori dei laghi. Da anni sono due i fronti principali del lavoro di campionamento della Goletta dei Laghi: l’inquinamento microbiologico e quello delle microplastiche in acqua e dei rifiuti sulle spiagge.

A conclusione della tappa si è svolto il 13 luglio, a San Maurizio d’Opaglio, la tavola rotonda  Industria, turismo ed ecosistema lacustre. La ricerca continua dell’equilibrio. Un’iniziativa ideata e promossa dal circolo di Legambiente “Gli Amici del Lago”, in collaborazione con l’Ecomuseo del Cusio, in seguito allo sversamento inquinante dello scorso maggio nel lago D’Orta, fondamentale attrattiva turistica e centro nevralgico dell’identità territoriale.  Continua a leggere “Legambiente: “Applicare la legge sugli ecoreati e rilanciare le alleanze””

I cittadini si armano di scopa e paletta nei quartieri dove lo spazzino non passa più

I cittadini si armano di scopa e paletta nei quartieri dove lo spazzino non passa più

MUE35IWQ5992-7761-kTME-U11011786539947AjH-1024x576@LaStampa.it

Il caso di due coniugi al Cristo di Alessandria: “E paghiamo 351 euro di tassa rifiuti”

Arance marce, confezioni di panettoni, poi sacchetti pieni di contenitori di plastica appoggiati ai cassonetti, uno sull’altro. E vasetti di yogurt che rotolano lontani, insieme a pezzi di cellophane spostati dal vento. L’immondizia che si trova vicino e sotto ai bidoni della spazzatura racconta di zone che non vengono pulite almeno da sei mesi.  In via Viora, quartiere Cristo ad Alessandria, non passa nemmeno la macchina che pulisce le strade, quindi la situazione è peggiore che altrove.

Per questo Matteo Ferretti e la moglie Barbara Raina si sono messi a pulire. «Lo facciamo dall’inizio dell’inverno». «Perché» diventa domanda inutile: «Non ci piace vivere nello sporco».  I bidoni sono proprio sotto casa, la scia di sporcizia è ben visibile anche dalla finestra dell’ultimo piano. «Non è il nostro compito, ma se non le facciamo noi queste cose non le fa nessuno. Continua a leggere “I cittadini si armano di scopa e paletta nei quartieri dove lo spazzino non passa più”

Tariffazione Puntuale: da luglio la sperimentazione

Tariffazione Puntuale: da luglio la sperimentazione

Casale Monferrato: Si parte a Porta Milano e a Santa Maria del Tempio

Casale Monferrato Comune

La Tariffazione Puntuale dei Rifiuti, un progetto già avviato da mesi in diversi Comuni del Consorzio di Bacino Casalese, prenderà il via, in maniera sperimentale, a partire dal mese di luglio, anche in due aree di Casale Monferrato: il quartiere di Porta Milano e la frazione di Santa Maria del Tempio.

Per informare al meglio la popolazione sul funzionamento del nuovo metodo di conferimento rifiuti l’assessorato all’Ambiente, di concerto  con Cosmo SPA, il Consorzio Casalese Rifiuti e la Cooperativa Erica, organizza due appuntamenti pubblici che avranno luogo nei locali adiacenti le chiese di Porta Milano (martedì 3 luglio ore 21) e Santa Maria del Tempio (giovedì 5 luglio ore 21). Continua a leggere “Tariffazione Puntuale: da luglio la sperimentazione”

Sozzetti: Aral, l’emergenza rifiuti ‘va risolta entro venti giorni’. Ecco la sfida di Alessandria…

Sozzetti: Aral, l’emergenza rifiuti ‘va risolta entro venti giorni’. Ecco la sfida di Alessandria…

aral.jpg

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

Alessandria: Rifiuti, la crisi di Aral, che arriva da molto lontano, deve essere risolta in una ventina di giorni. Altrimenti “crolla tutto il sistema”. Se c’era bisogno di una ennesima conferma della gravità della situazione, questa è arrivata durante la riunione della Commissione consiliare Sicurezza e ambiente (il presidente è Gian Paolo Lumi) convocata per un aggiornamento della situazione Aral e per l’esame del piano industriale (quaranta pagine di linee guida elaborate dall’ingegnere Stefano Bina, orginario di Godiasco, iscritto all’ordine professionale di Pavia).

L’udienza del Tribunale relativa al pignoramento chiesto dalla Solero Scarl (circa ottocentomila euro di crediti che risalgono a sei anni fa) è stata fissata al 27 giugno.

“Se non viene presentata entro questa data la domanda di ammissione al concordato preventivo, salta tutto”. Paolo Borasio, assessore comunale all’Ambiente e al servizio integrato dei rifiuti, lo dice chiaramente: “I pignoramenti hanno bloccato tutte le somme ancora disponibili e non è possibile per il Comune nemmeno pagare in via sostitutiva gli stipendi ai dipendenti (sono 33 e hanno proclamato un giorno di sciopero fra una decina di giorni, ndr). Non è nostra intenzione andare al fallimento. Continua a leggere “Sozzetti: Aral, l’emergenza rifiuti ‘va risolta entro venti giorni’. Ecco la sfida di Alessandria…”

Blocco conferimenti ARAL spa

Blocco conferimenti ARAL spa

Alessandria: Questa mattina è stato notificato all’amministratore unico di ARAL spa, Alessandro Giacchetti, il verbale emesso lo scorso 24 aprile dalla Direzione Ambiente e Pianificazione, servizio Gestione Rifiuti, della Provincia di Alessandria, con cui si contesta il superamento del livello massimo autorizzato della quota altimetrica della sommità di una delle vasche della discarica di Solero.
Conseguentemente la Provincia di Alessandria ha richiesto il ripristino dei livelli previsti, precedentemente autorizzati con determina dirigenziale, bloccando il conferimento in ingresso di tutti i rifiuti e concedendo ad ARAL spa il termine di 90 giorni per ottemperare a quanto ordinato.
“Mi preme prima di tutto sottolineare che il superamento contestato era già in essere al momento della nomina dell’amministratore Giacchetti ed ARAL era in attesa della realizzazione della nuova vasca che avrebbe consentito lo spostamento dei rifiuti in eccesso – ha spiegato l’assessore all’Ambiente del Comune di Alessandria, Paolo Borasio -. I fondi per la realizzazione erano già stati stanziati dal Comune di Alessandria, nello scorso dicembre, a seguito delle difficoltà economico-finanziarie dell’azienda derivanti dalle note vicende giudiziarie dello scorso luglio. La partecipata aveva già effettuato, inoltre, di recente, la gara per l’affidamento dei lavori”. Continua a leggere “Blocco conferimenti ARAL spa”

La colpa è del bayon, di Giancarlo Patrucco

cassonetti_10e

La colpa è del bayon
di Giancarlo Patrucco http://www.cittafutura.al.it
Alessandria: Per chi non fosse sintonizzato su questa lunghezza d’onda, per altro ormai desueta, brevemente spiego: il bayon è un vecchio ballo popolare brasiliano, molto in voga negli anni ’50 in tutta Europa. Da noi, in Italia, ha conosciuto un successo travolgente grazie alla voce del reuccio della canzone, Claudio Villa, e alla sua interpretazione radiofonica del ’55 di “Romanina del bayon”. Da allora, “la colpa del bayon” è diventato un modo universalmente usato per indicare che qualunque difficoltà, qualunque intoppo, qualunque disservizio si verificasse, non si trovavano mai colpevoli. Le colpe erano del bayon insomma, cioè di tutti e di nessuno. Preferibilmente di altri, mai di noi.
Anche oggi, nel settore dei servizi pubblici come quello della raccolta dei rifiuti, ad esempio, la colpa è del bayon: dell’azienda che gestisce male, del numero esiguo dei cassonetti, della vetustà del materiale, del piazzamento nei posti sbagliati e via mugugnando. Continua a leggere “La colpa è del bayon, di Giancarlo Patrucco”

Ambiente, il Rapporto Osservasalute 2017

Osservatorio sulla salute

Ambiente, il Rapporto Osservasalute 2017

da Redazione
Tra i numerosi fattori che influenzano la salute umana, un ruolo di primo piano è sicuramente rivestito dall’ambiente. Alcuni temi prioritari per la caratterizzazione del rapporto ambiente-salute (rifiuti solidi urbani, gas effetto serra e indicatori di cambiamenti climatici), attraverso l’impiego di indicatori, alcuni dei quali già adottati nelle precedenti Edizioni del Rapporto Osservasalute.

I rifiuti solidi urbani rappresentano uno degli indicatori di maggiore pressione antropica, non solo in termini ambientali, ma anche in termini sociali e sanitari. Al fine di descrivere il potenziale rischio nella popolazione, nel paragrafo sono utilizzati indicatori che riportano la quantità di rifiuti solidi urbani prodotti, il volume di quelli smaltiti nelle varie regioni attraverso la discarica controllata e/o l’incenerimento e l’entità del ricorso alla raccolta differenziata. Continua a leggere “Ambiente, il Rapporto Osservasalute 2017”

“Roghi sospetti tra fabbriche e depositi di rifiuti”, di Pier Luigi Cavalchini

Roghi

“Roghi sospetti tra fabbriche e depositi di rifiuti”

Pier Luigi Cavalchini  http://www.cittafutura.al.it/

Molto netta la presa di posizione dei consiglieri regionali di “LeU” rispetto ai recenti fatti di cronaca riguardanti incendi di grosse proporzioni in diversi centri di raccolta rifiuti e materiali “da recuperare”  nell’hinterland torinese. Un’iniziativa lodevole che merita un minimo di storicizzazione, a partire dalla fine dello scorso secolo.

Siamo, infatti , in ritardo in questo comparto strategico che in altre Nazioni (anche europee) è fonte di guadagni consistenti nel perfetto rispetto dell’ambiente e delle norme vigenti.

Il percorso dovrebbe essere semplice ed efficace: – intervenire sui prodotti all’origine, eliminando o limitando imballaggi e orpelli inutili; – una volta diventato “rifiuto” cercare in tutti i modi opportunità di riciclo (di qualità); – nell’impossibilità del riciclo “tracciare” il prodotto di scarto fino al suo conferimento definitivo (sia esso in discarica o altra destinazione). Facile no? Continua a leggere ““Roghi sospetti tra fabbriche e depositi di rifiuti”, di Pier Luigi Cavalchini”

Precisazioni dell’assessore Cinzia Lumiera sulla riscossione volontaria della TARI ad Alessandria

Cinzia Lumiera

Precisazioni dell’assessore Cinzia Lumiera sulla riscossione volontaria della TARI ad Alessandria

È stata avviata in questi giorni la spedizione e consegna degli avvisi di pagamento della Tassa sui Rifiuti (TARI) 2018

La procedura — a cura dell’Amministrazione Comunale di Alessandria e del Consorzio di Bacino Alessandrino — è direttamente gestita tramite l’Agenzia delle Entrate Ufficio Riscossione.

A questo riguardo, l’Assessore comunale alle Entrate Tributarie ed extra-tributarie di Alessandria, Cinzia Lumiera sottolinea che «si tratta della riscossione di carattere volontario le cui modalità sono rimaste invariate rispetto agli anni precedenti».

Il pagamento potrà essere effettuato in rata unica, o nelle tre rate che avranno le seguenti scadenze:

  • prima rata: 30    aprile 2018
  • seconda rata: 30  giugno 2018
  • terza rata: 30 ottobre 2018

ovvero

  • rata unica 30 giugno 2018

Continua a leggere “Precisazioni dell’assessore Cinzia Lumiera sulla riscossione volontaria della TARI ad Alessandria”

TARI Alessandria: avvisi di pagamento della TARI 2018, Tassa sui Rifiuti.

Comune

TARI Alessandria: avvisi di pagamento della TARI 2018, Tassa sui Rifiuti.

Il Comune di Alessandria e il Consorzio di bacino Alessandrino  comunicano che sono in spedizione e consegna, tramite Agenzia Entrate Riscossione, gli avvisi di pagamento della TARI 2018, Tassa sui Rifiuti. 

il pagamento potrà essere effettuato in rata unica, o nelle tre rate che avranno le seguenti scadenze:

prima rata: 30    aprile 2018

seconda rata: 30  giugno 2018

terza rata: 30 ottobre 2018

ovvero

rata unica 30 giugno 2018 Continua a leggere “TARI Alessandria: avvisi di pagamento della TARI 2018, Tassa sui Rifiuti.”

Intervista a Renzo Penna, di Lia Tommi

di Lia Tommi, Alessandria

Abbiamo incontrato Renzo Penna, Presidente dell’Associazione Città Futura, ex Assessore Provinciale all’Ambiente ed ex Consigliere Comunale.

Gli chiediamo di esprimere considerazioni sui 10 mesi di governo del centro-destra: afferma che questa amministrazione appare sostanzialmente ferma, non dà continuità ai progetti precedenti, ma neanche indica con fermezza le sue priorità.

Riguardo l’idea di Alessandria come Città Universitaria, ritiene che , dopo 20 anni di autonomia dell’Università del Piemonte Orientale, la città avrebbe dovuto essere più dotata di servizi, residenze, foresterie, luoghi di studio e di incontro, che invece risultano carenti, mentre a livello di docenza si è affermata come uno degli Atenei migliori.

Sul tema della Cittadella sottolinea che l’Amministrazione di centro sinistra ha il merito di aver portato su questa struttura l’attenzione del Governo e della Regione, ottenendo cospicui fondi. Ora c’è stato l’insediamento della Sovrintendenza e auspica quindi l’avvio di un progetto, evitando di mettere in secondo piano questa, che dovrebbe essere una priorità . Continua a leggere “Intervista a Renzo Penna, di Lia Tommi”

Intervista a Renzo Penna, Presidente dell’Associazione Città Futura

Intervista a Renzo Penna, Presidente dell’Associazione Città Futura

di Pier Carlo Lava

Alessandria, intervista a Renzo Penna Presidente dell’Associazione Città Futura, ex Assessore provinciale per l’ambiente ed ex Consigliere comunale. Le domande:

Considerazioni su 10 mesi di Governo di Centro destra di Alessandria

La questione  della città Universitaria

La Cittadella e l’ ex ospedale militare

La questione rifiuti e la discarica di Solero

Il Teatro chiuso

Il Commercio

Il Piano mobilità

I migranti sono un problema o un opportunità

video: https://youtu.be/l0UNSOHfNpY

RIFIUTI, M5S: “SOLO PROCLAMI E L’EUROPA CI BACCHETTA”

rifiuti 0

Senza piano perderemo i finanziamenti europei. Pierobon si attivi”. I deputati regionali Sunseri e Trizzino: “Evidentemente Musumeci aveva bisogno che il capo unità della commissione europea per i finanziamenti, Morin, venisse a censurare l’operato regionale e a ricordarci che così non si va da nessuna parte.

Palermo 16 marzo 2018 – I deputati regionali M5S Luigi Sunseri e Giampiero Trizzino commentano così le dichiarazioni di Morin, che ha ricordato che ad oggi non ci sono i presupposti pe raggiungere i target di fine anno: in soldoni la Sicilia rischia di perdere i fondi ad essa destinati per la mancanza di un piano rifiuti che attendiamo da sette anni. Musumeci la smetta con i proclami e passi all’azione. Si accorge ora che con i poteri speciali non può fare molto? Noi lo diciamo da sempre. La via maestra è un’altra, e passa dall’approvazione in tempi stretti del piano rifiuti. L’assessore Pierobon si attivi: preveda il potenziamento degli impianti, a partire da quelli di compostaggio”. “Una delle pietre miliari del nostro programma – affermano i due deputati – era quello dell’approvazione del piano rifiuti, la cui mancanza ha fatto aprire una infrazione europea nei nostri confronti. Basta, la Sicilia non può attendere all’infinito”.

http://www.nebrodiedintorni.it/2018/03/rifiuti-m5s-solo-proclami-e-leuropa-ci.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+blogspot%2FvvFmz+%28Nebrodi+e+Dintorni%29

 

Ravetti, PD, Alessandria,: Rifiuti più cari? Protezione sociale senza certezze? Cultura alla deriva? 

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

Ravetti: Le mie preoccupazione sul futuro della città di Alessandria

E intanto il perno se ne va.

Rifiuti più cari? Protezione sociale senza certezze? Cultura alla deriva? 

Il punto di forza dell’Amministrazione Comunale di Alessandria se ne va a Roma. Riccardo Molinari è stato il perno politico solido attorno al quale si è retta la Giunta e la maggioranza della città. Se ne va il perno e i rischi di ulteriore deriva saranno palesi, basta aspettare, purtroppo. Dopo quasi un anno dalle elezioni 2017 le attività degli amministratori in carica possono essere valutate. Pongo tre temi strategici e urgenti e resto in attesa, spero con risposte che non riconducano alle responsabilità del passato perché ci troveremmo di fronte all’irresponsabilità del presente: Gestione rifiuti, Politiche sociali, Teatro Comunale.

Sul primo ho informazioni che la discarica di Solero – Quargnento non sarà funzionante ancora per molto tempo e comunque non sarà un tempo sufficiente a realizzare una nuova discarica in altri territori della nostra provincia. A proposito di provincia, il Presidente della Provincia sarà un componente effettivo della nuova Conferenza d’Ambito Regionale che deciderà il futuro della realizzazione e della gestione degli impianti di recupero e smaltimento dei rifiuti a tecnologia complessa, ivi comprese le discariche, anche esaurite, e non sarebbe male conoscere il suo pensiero a riguardo, non solo sul bacino di Alessandria. Continua a leggere “Ravetti, PD, Alessandria,: Rifiuti più cari? Protezione sociale senza certezze? Cultura alla deriva? “

Videosorveglianza delle isole ecologiche

IMG_6558IMG_6565IMG_6569

Piano di sicurezza Integrato sul territorio comunale: Videosorveglianza delle isole ecologiche

Il Comune di Alessandria ha approvato una specifica convenzione con Amag Ambiente della durata di tre anni, eventualmente rinnovabili, per l’acquisizione della gestione operativa di quattro telecamere posizionate su alcune isole ecologiche per consentire il monitoraggio costante del territorio e mantenere, di conseguenza, adeguati livelli di decoro e vivibilità urbana. 

Si tratta di quattro telecamere QSCAM Street Cam che consentono un sistema di videosorveglianza Wireless, mediante la trasmissione di immagini e video attraverso comunicazioni UMTS / LTE. Sono dotate  di un sistema anti tamper che permette l’invio di una segnalazione d’allarme alla centrale operativa in caso di apertura forzata e/o scasso. Il sofisticato software di autodiagnostica di cui sono dotate, consente alle stesse di riavviarsi in caso di mancata comunicazione con la centrale operativa. Sia le impostazioni della telecamera che l’apparato di comunicazione possono essere visualizzate e modificate da remoto mediante interfacce protette da policy di sicurezza basate su account utente. Continua a leggere “Videosorveglianza delle isole ecologiche”

RAEEMAN: RICICLARE I RIFIUTI E CREARE VALORE D’IMPRESA

Raeeman Logo

Questa è la storia di un’intuizione. Ma è anche la storia di tre fratelli che, nel giro di pochi anni, sono riusciti a costituire un’ azienda capace di raccogliere rifiuti  e di trattarli,  per ricavarne nuova materia prima da riutilizzare in nuovi processi produttivi.

Il luogo è Sale, un paese in provincia di Alessandria e l’azienda porta il nome di Raeeman, un acronimo che, nella prima parte, si declina in Rifiuti Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche e, nella seconda parte, corrisponde all’abbreviazione  del cognome dei titolari, cioè Manfron.

E’ il maggiore dei fratelli, Marco, 36 anni, che racconta così la sua storia: “ Stavo completando gli studi di ingegneria e, dopo aver partecipato ad uno stage in una azienda leader nel nostro settore che si occupa del trattamento di tubi al neon esausti, ho avuto modo di constatare come il rifiuto  una volta trattato possa trasformarsi in  una risorsa. Continua a leggere “RAEEMAN: RICICLARE I RIFIUTI E CREARE VALORE D’IMPRESA”

RIFIUTI IN SICILIA E CRISI IDRICA PALERMO: IL CDM DICHIARA LO STATO DI EMERGENZA

gentiloni-presidente

Nello Musumeci, governatore della Sicilia, svolgerà le funzioni di commissario delegato, coadiuvato da due prefetti in qualità di coordinatori su ciascuna delle due emergenze: rifiuti e idrica.

Roma, 8 febbraio 2018 – Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni, ha deliberato: la dichiarazione dello stato di emergenza in relazione alla crisi idrica in atto nel territorio della Città metropolitana di Palermo;la dichiarazione dello stato di emergenza in relazione alla situazione di criticità in atto nel territorio della Regione Siciliana nel settore dei rifiuti urbani.

Le funzioni di commissario delegato sono state affidate al Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, che sarà coadiuvato da due prefetti in qualità di coordinatori su ciascuna delle due emergenze. Continua a leggere “RIFIUTI IN SICILIA E CRISI IDRICA PALERMO: IL CDM DICHIARA LO STATO DI EMERGENZA”

Il sacchetto, di Maria Cannatella

 

Il sacchetto

di Maria Cannatella

Il sacchetto (satira)

Qualcuno ha perso questo sacchetto,

ma il suo contenuto è molto sospetto.

Ne avvisto tanti in ogni posto,

gettati a terra in modo scomposto.

La gente ha proprio un brutto vizio,

attraversa la strada, lasciando l’indizio.

Di questi sacchetti neri, ne ho visti tanti anche ieri.

Perchè la maleducazione va di moda,

buttano via qualsiasi cosa.

Ma nonostante esistano i cestini,

tutti quanti continuano a fare i cretini.

E se per caso volete sapere dove si trova,

cercate l’impronta di una strana suola.

@maria Cannatella@

riservati tutti i diritti.

http://feeds.feedburner.com/AlessandriaToday

Il boomerang rifiuti, di Dario Fornaro

il boomerang

di Dario Fornaro http://www.cittafutura.al.it/web 

Al villan non far sapere..

Il Centrodestra alessandrino – in sella da sei mesi a scapito dell’uscente Centrosinistra –  sta cominciando a sperimentare sulla sua pelle una sorta di destino meta-politico che colpisce tutte le Amministrazioni in carica, indipendentemente dalle insegne inalberate.

Se emergono, infatti, o si ripresentano ai cittadini gravi o irritanti problemi pubblici da gestire quotidianamente, hai voglia di dirottare, con fiero cipiglio, la responsabilità del  disservizio su chi ti ha preceduto: giusto o meno che sia, alla fine la gente se la prende con te (e con chi se no?) che oggi  detieni il comando e gli strumenti per agire. Continua a leggere “Il boomerang rifiuti, di Dario Fornaro”

Alessandria, città di incendiari e di vandali, di Gianni Senetta

26815059_1639878592717492_4261673592750915220_n.jpg

di Gianni Senetta

VIA ESULI FIUMANI E DALMATI
Da un po’ di tempo, i cassonetti sono presi di mira da incendiari e da vandali, se non vengono bruiati, vengono distrutti o perlomeno guastati.
Questo dovuto agli scarsi controlli, dovuti al totale disservizio di chi deve controllare, dalla totale remissività e dal non mettere forze adeguate di contrasto in campo.
Ecco, con tutto questo, siamo deboli, saremmo sempre alla mercè di costoro.
Certo, si parla di telecamere ma se per ogni delitto (incendio di cassonetti) occorre attendere se va bene attese e indagini di 3 mesi per sapere chi è colpevole, senza la sicurezza di poterlo sapere, difatti, non è pensabile che uno si presenti a volto scoperto o con la targa auto visibile, le telecamere se si vuole ottenere, devono essere costantemente monitorate in modo di dare l’allarme immediato e raggiungere i malfattori mentre ancora sono sul luogo.

“Non siamo spazzatura!”, di Giorgio Abonante

Non siamo

by francogavio, 7 gennaio 2018

da: https://democraticieriformisti.wordpress.com/

Alessandria: Per evitare equivoci, sappiamo bene quanto sia difficile intervenire sul sistema della raccolta rifiuti in una città in cui fatica a decollare quel necessario senso civico, senza il quale nessun metodo è destinato a funzionare. Ma, dalla fine del 2016, si era deciso e deliberato il ritorno al porta a porta, partendo dalla zona Fraschetta, proprio per riprendere un lento ma deciso cammino verso una maggior responsabilizzazione della comunità alessandrina. Controllo sociale e graduale riduzione della raccolta stradale tendono a rendere le città più pulite.

La Regione Piemonte conforta questi processi di cambiamento sostenendo una parte degli investimenti.Noi chiediamo al Comune di Alessandria di non rallentare il ritorno al porta a porta e di sfruttare le risorse messe a disposizione dalla Regione. Se il primo termine è stato ignorato (era il 15 dicembre 2017) si può ancora provare entro settembre 2018, ultima chiamata. Continua a leggere ““Non siamo spazzatura!”, di Giorgio Abonante”

Al villan non far sapere… Il boomerang rifiuti, di dario Fornaro

Al villan

Qui Alessandria ● Dario Fornaro . Alessandria

https://appuntialessandrini.wordpress.com/

Il Centrodestra alessandrino – in sella da sei mesi a scapito dell’uscente Centrosinistra –  sta cominciando a sperimentare sulla sua pelle una sorta di destino meta-politico che colpisce tutte le Amministrazioni in carica, indipendentemente dalle insegne inalberate.

Se emergono, infatti, o si ripresentano ai cittadini gravi o irritanti problemi pubblici da gestire quotidianamente, hai voglia di dirottare, con fiero cipiglio, la responsabilità del  disservizio su chi ti ha preceduto: giusto o meno che sia, alla fine la gente se la prende con te (e con chi se no?) che oggi  detieni il comando e gli strumenti per agire.

Giusto quello che sta nuovamente succedendo sulla complessa materia della raccolta rifiuti urbani e sullo stato igienico-ambientale  delle vie cittadine che ospitano (o sopportano) i gruppi di cassoni per la differenziata stradale denominati, con qualche zelo di troppo, “isole ecologiche”. Continua a leggere “Al villan non far sapere… Il boomerang rifiuti, di dario Fornaro”

A fuoco deposito di rifiuti nel savonese

Capannone a fuoco: incendio ancora in corso

Nel savonese. All’interno plastica e pneumatici, forte odore

SAVONA, 7 GEN – Un vasto incendio è divampato questa sera intorno alle 21 all’interno di alcuni capannoni dell’azienda Fg Riciclaggi di Cairo Montenotte (Savona). La ditta opera nel settore del riciclo rifiuti.

Secondo le prime informazioni a bruciare sarebbero due capannoni adibiti allo stoccaggio di materiale legnoso, di plastica e di pneumatici.

Il timore tra gli abitanti è quello del disastro ambientale, a causa della densa colonna di fumo nero e del forte odore che si alza dai depositi.

Sul posto stanno operando diverse squadre di vigili del fuoco e volontari della protezione civile.

fonte: http://www.ansa.it/

Gianfranco Cuttica: Nessun blocco all’attività di ARAL spa, l’attività continua

Aral-

L’attività della società ARAL s.p.a. può continuare senza interruzioni.

Alessandria: E’ stata, infatti, respinta l’applicazione della misura cautelare richiesta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brescia, nell’ambito del procedimento penale che vede indagata la società ARAL spa, nella più ampia indagine sul traffico illecito di rifiuti.

Per ARAL spa era stata richiesto, in via preventiva e cautelativa, lo stop dell’attività di smaltimento per due anni.

Con ordinanza di oggi il GIP, dr.ssa Alessandra Sabatucci, ha rigettato tutte le richieste formulate nei confronti della stessa società basandosi sul fatto che, ai vertici aziendali, è stato nominato su indicazione del Ministero dell’Interno e di concerto con la Prefettura di Alessandria, l’ex Prefetto, Alessandro Giacchetti, come nuovo amministratore unico della società. Continua a leggere “Gianfranco Cuttica: Nessun blocco all’attività di ARAL spa, l’attività continua”

Ad Alessandria i rifiuti sono sepolti sotto un mare di debiti


unnamed

di Enrico Sozzetti.

Alessandria: L’Aral (Azienda rifiuti Alessandria) senza l’enorme massa di debiti sarebbe “una eccellenza”. Sul fronte industriale oggi “funziona”, ma con l’attuale esposizione non è grado di andare avanti. La soluzione possibile? “Ricapitalizzare”, perché “il Comune di Alessandria vuole salvare l’azienda e renderla appetibile in futuro”. Alessandro Giacchetti, amministratore unico di garanzia della società, e Paolo Borasio, assessore all’ambiente e al servizio rifiuti, guardano all’oggi e al domani, il primo in chiave tecnica e il secondo con l’ottica politica.

Ma l’incontro con la Commissione consiliare Sicurezza e ambiente non ha sciolto i dubbi e gli interrogativi sulla delicata e complessa vicenda della gestione dei rifiuti. Giacchetti ripete quanto illustrato di fronte all’assemblea dei sindaci, mentre Borasio rilancia e precisa: “Non esiste alcuna richiesta di danni da parte dei Comuni di Solero e Quargnento, bensì chiedono un piano di rientro da parte di Aral per la restituzione delle somme dovute a titolo di indennizzo” per la realizzazione della discarica che sorge sul terreno comunale di Solero esattamente al confine con quello di Quargnento. Continua a leggere “Ad Alessandria i rifiuti sono sepolti sotto un mare di debiti”