Ristrutturazioni del 2018: comunicazione nuova all’Enea, di Lia Tommi

Tutti i contribuenti che nel corso dell’anno solare 2018 hanno effettuato interventi di recupero edilizio devono necessariamente valutare se l’intervento prodotto rientra tra quelli per i quali è previsto l’obbligo di comunicazione all’ Enea per poter fruire della detrazione Irpef del 50% prevista per gli interventi di recupero edilizio, pena la perdita del beneficio fiscale.

La legge di Bilancio 2018, relativamente all’art. 16-bis del TUIR, ha introdotto il nuovo comma 2-bis ed ha previsto l’obbligo di inviare un’apposita comunicazione all’Enea.

Il 21 novembre 2018 l’Enea ha messo on-line il portale dedicato alle ristrutturazioni dove, all’interno di una guida rapida, si specificano gli interventi per i quali è previsto l’obbligo di invio della comunicazione all’Enea ed i relativi tempi.

Previa registrazione al portale dell’Enea, è possibile eseguire l’inserimento dei vari dati che servono alla corretta valutazione dell’intervento, sino ad arrivare all’invio della comunicazione.

Spiega Giampiero Piccarolo, responsabile Servizi alla Persona Caf Cia Alessandria: “La trasmissione dei dati deve avvenire entro 90 giorni a partire dalla data di ultimazione e collaudo dell’intervento; per gli interventi la cui data di fine lavori è compresa tra il 01-01-2018 e il 21-11-2018 (data di apertura del sito), il termine dei 90 giorni decorre dal 21-11-2018 e quindi, per interventi terminati prima dell’attivazione del portale, la comunicazione dovrà essere trasmessa all’Enea entro il 19 febbraio 2019. L’avvenuta trasmissione sarà completata con la stampa dell’intero modello di comunicazione, recante la data di invio ed il relativo codice identificativo”.

Per le ristrutturazioni si fa riferimento alla coibentazione di strutture opache verticali, orizzontali e oblique, ossia, isolamento termico di pareti, pavimentazioni e coperture (tetti).

Oltre ad interventi più invasivi, rientra nell’obbligo di comunicazione all’Enea anche l’acquisto di grandi elettrodomestici destinati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione per i quali si beneficia del bonus mobili.

Da notare l’obbligo di invio domanda per la realizzazione di un impianto fotovoltaico.

Ciò avviene per consentire, tramite la trasmissione in via telematica all’Enea, il monitoraggio e la valutazione di interventi di recupero edilizio a seguito dei quali si consegue un risparmio energetico e/o si utilizzano fonti rinnovabili di energia.

Tutte le informazioni al Caf Cia, http://www.ciaal.it

Gli Arcieri Città della Paglia non ci stanno e scrivono al Comune

Gli Arcieri Città della Paglia non ci stanno e scrivono al Comune

Alessandria: La A.S.D. Arcieri Città della paglia, non ci sta e scrive al Comune in merito alla manifesta intenzione dello stesso a non rinnovare la concessione dell’area di via Piacentini dove da oltre venti anni c’è il campo di tiro con con l’arco della A.S.D. Arcieri Città della paglia.

Riceviamo e pubblichiamo quanto segue auspicando che si addivenga ad una positiva soluzione nell’interesse di tutte le parti in causa, non ultimo la città, evitando provvedimenti unilaterali che non rappresenterebbero certo un segnale positivo da parte del Comune verso lo sport alessandrino.

Ultimora: Si apprende che l’Amministrazione comunale ha invitato l’Associazione ad un incontro nella Commissione sport che si terrà giovedì 10 gennaio 2019 in Comune, per esporre la propria situazione.

img_0248img_0244img_0242

Il testo integrale della lettera:

Alla c.a. del Sindaco del Comune di Alessandria dott. Gianfranco Cuttica di Revigliasco

e p.c.

a tutti gli Assessori

al Presidente del Consiglio Comunale

a tutti i Consiglieri

all’On.le Riccardo Molinari (via email a molinari_r@camera.it)

Alessandria, 17 dicembre 2018

Formulo la presente nella mia qualità di Presidente pro tempore della A.S.D. Arcieri Città della Paglia, sita in Alessandria, Via Salvo d’Acquisto n. 16, per significare quanto segue.

Da oltre un ventennio la Società ha sede nel luogo sopra indicato, in forza di concessione comunale ripetutasi nel tempo, sul terreno posto a lato del Campo di Atletica Leggera; inizialmente, negli anni ’90, tale area era incolta e dissestata ma, grazie all’impegno, sia economico che lavorativo, dei nostri Soci, è oggi uno dei migliori campi per il tiro con l’arco di tutta Italia: fu infatti trasportata in loco terra, ghiaia, predisposto un terrapieno per la sicurezza dei tiri, piantate siepi, alberi, creata una linea di tiro con la relativa tettoia di protezione, due magazzini per il ricovero dell’attrezzatura, un locale uso ufficio, un punto di ristoro ad uso esclusivamente interno, un bagno, collegata luce e acqua, il tutto a spese unicamente della nostra Associazione, senza mai nulla chiedere al Comune di Alessandria. Continua a leggere “Gli Arcieri Città della Paglia non ci stanno e scrivono al Comune”

Violenza psicologica

La violenza contro le donne è una delle più vergognose violazioni dei diritti umani, il diritto al rispetto che a nessuna donna deve essere mai negato

di Pasquale De Falco

Con il termine “violenza psicologica” ci riferiamo ad una serie di atteggiamenti e discorsi volti direttamente a denigrare l’altra persona e il suo modo di essere. Rientrano in questa definizione tutte quelle parole e quei gesti che hanno lo scopo di rendere l’altro insicuro, così da poterlo controllare e sottomettere.

 

Violenza psicologica
Violenza psicologica

 

La violenza psicologica si articola intorno a particolari comportamenti e/o atteggiamenti che si ripetono e si rafforzano nel tempo; una serie di micro violenze che generalmente seguono il seguente schema: tutto inizia con il controllo sistematico dell’altro, si passa poi alla gelosia e alle molestie assillanti, fino ad arrivare alle umiliazioni ed al disprezzo. Continua a leggere “Violenza psicologica”

Mostra fotografica “Dentro e fuori dal campo” al Di Noi Tre, di Lia Tommi

Mostra fotografica : “Dentro e fuori dal campo “, di Micaela Barberis
Di Noi Tre
Via Plana 15, 15121 Alessandria

Venerdì 11 gennaio 2019

wp-1546637784227-1971045518.jpg

Inaugurazione ore 19:30 per un aperitivo “terzo tempo” con l’artista e gli sportivi.

La passione per le foto sportive dell’artista è nata durante gli allenamenti gli amici dei Rabatons Touch Alessandria. A poco a poco l’interesse è aumentato e si è esteso ad altri sport, come rugby e volley, a livello locale e nazionale.
La mostra è composta da una ventina di foto di medio formato e da una trentina in formato cartolina. Sono rappresentati alcuni sport “fuori e dentro al campo”, con scatti presi durante momenti di gioco e altri di festeggiamento o terzo tempo, il tutto per sottolineare che lo sport dà sempre gioia e diverte sia nei momenti di tensione e agonismo che nei momenti di pausa.
All’inaugurazione saranno presenti alcuni giocatori di rugby e touch rugby che presenteranno brevemente la mostra e daranno informazioni sulla pratica dello sport.

Si ringraziano per il contributo:
– touch rugby: “Rabatons Touch Alessandria” per le foto durante le diverse edizioni del locale torneo Rabatouch che durante tornei ed amichevoli in Piemonte, Veneto e Lombardia.
– rugby: squadra Old dei Barberans Vino & Rugby per le foto durante le amichevoli ed i diversi Memorial disputati al D.L.F. di Alessandria e l’amichevole disputata a Roma a fine novembre.
– volley: 24 Ore di Pallavolo per le foto durante varie edizioni organizzate dalla A.S.D. Grigio Volley di Alessandria.
– basket: 24 Ore di Basket di Borgo Rovereto per le foto durante varie edizioni della manifestazione.

Un ringraziamento speciale a Francesca Schneider e Giulia De Florio.

ORARI
La mostra sarà aperta per un mese, visitabile negli orari del Di Noi Tre.

Autonomia e tecnologia: un binomio inficiato da pregiudizi, di Valter Scarfia

Autonomia e tecnologia: un binomio inficiato da pregiudizi, di Valter Scarfia

http://vscarfia.com/2019/01/03/autonomia-e-tecnologia-un-binomio-inficiato-da-pregiudizi/
— Leggi su vscarfia.com/2019/01/03/autonomia-e-tecnologia-un-binomio-inficiato-da-pregiudizi/

So che.

Memorabilia

So che un giorno mi cercherai

nei negozi vuoti,

in un chiosco sulla spiaggia,

quando, d’improvviso, sentirai la vita sbatter forte

e vorresti che nelle tue tasche

ci fossero i miei occhi

ancora dentro ai tuoi.

Ma forse è troppo tardi

e non ci trovi che rimpianti

insieme alla voglia di ammazzare il tempo,

gli anni, gli orologi e le meridiane,

ciò che t’impedisce di tornare a quel momento.

C’era la neve, il tramonto era mondato

dagli errori e dalle sbavature

e la vita ti chiamava a sondare nuovi boschi

mentre il vento allontanava le parole

e indirizzava altrove quell’attesa inopportuna.

Inizi a cucire sul tuo petto ogni carezza

data in cambio del conforto,

ogni bacio in cambio del piacere,

ogni sogno in cambio del futuro.

Ti sembra stretto adesso il cuore

al ricordo d’un amore

che ti sembrava ormai un deserto

ed ora, invece, è un prato in fiore.

View original post

Le persone con la schizofrenia provano emozioni diverse dagli altri

ORME SVELATE

Schizophrenia (Saralene Tapley)
Schizophrenia (Saralene Tapley)

Mappe colorate del corpo umano stanno aiutando i ricercatori della Vanderbilt University a capire come le persone provino emozioni attraverso i loro corpi e come questo processo sia radicalmente modificato nelle persone con schizofrenia. Il team di ricerca ha confrontato gli individui con schizofrenia con partecipanti al controllo corrispondenti, chiedendo a ciascuno di compilare una “mappa del corpo” in modo correlato al modo in cui essi sperimentano fisicamente le emozioni. Hanno usato un compito di colorazione computerizzata per individuare dove i partecipanti sentono le sensazioni quando provano, per esempio, rabbia o depressione. I risultati differivano radicalmente tra i gruppi, con il gruppo di controllo che mostrava mappe distinte di sensazioni per 13 diverse emozioni, indicando specifici modelli di aumento dell’eccitazione e diminuzione dell’energia attraverso il corpo per ogni emozione. Tuttavia, negli individui con schizofrenia, c’era una riduzione generale delle sensazioni corporee in tutte le emozioni. Lo studio…

View original post 162 altre parole

Quando i leader sono bugiardi

Creando Idee

Chi è sulla tua lista di bugiardi quest’anno? Il presunto imbroglione Carlos Ghosn? Michael Flynn? Elizabeth Holmes? Che ne dici del tuo migliore amico in palestra? Mettiamo le carte in tavola: tutti mentono. Forse avrebbe dovuto dirti che sembri davvero grasso in quei pantaloni. Ma oltre alle bugie bianche, le bugie della follia e dell’oblio, troviamo un altro tipo di menzogna. Una menzogna intenzionale che annulla ogni credibilità e controllo. Forse non ne devi rispondere davanti all’FBI o alle massime autorità. Ma che ne dici della tua squadra, dei tuoi amici dei tuoi figli della tua azienda e della tua coscienza? La consulente Virginia “Ginny” Altman lavorava con un cliente. Il piano di risanamento è stato facilmente spiegato dai dirigenti e stava per salvare posti di lavoro. Solo che non era vero. Il reale obiettivo del progetto era la vendita della divisione creando così perdite di posti di lavoro…

View original post 469 altre parole

Il calendario per ottimizzare le festività del 2019

Creando Idee

Il 2019 assicurerà diversi ponti in occasione delle festività: con un 11 giorni di ferie si riescono a organizzare in tutto ben 37 giorni di vacanza. Tuttavia, l’inizio non è proprio dei migliori: con l’Epifania, che quest’anno cade di domenica, salta il primo ponte dell’anno. Tuttavia, dando uno sguardo al calendario, si prospettano varie occasioni per approfittarne. Ad aprile c’è la possibilità di fare quasi due settimane di vacanza tra Pasqua e il primo maggio, sfruttando il giorno di Pasquetta, il 25 aprile e la Festa dei Lavoratori, che sarà di mercoledì. Buone notizie anche per chi conta su Ferragosto: nel 2019 cadrà di giovedì, dando l’opportunità ai lavoratori di beneficiare di un ponte o organizzare una fuga al mare o in montagna di ben 4 giorni. Dopo le vacanze dell’estate, il primo vero ponte dell’anno ,ovvero quello di vacanze senza prendere nemmeno un giorno di ferie, è quello…

View original post 35 altre parole

Notte bianca, di Grazia Torriglia

Notte

di Grazia Torriglia

Notte bianca

Tra pensieri
E giravolte nel letto
Lenta trascorre la notte

Tutto bussa alla porta dei ricordi
In una girandola senza riposo.

Ed è avantieri che è iniziato il cammino piu difficile
Ho percorso gli anni piu giovani
Tenendoti per mano
Per farti crescere ed ero ancora bambina.
Continua a leggere “Notte bianca, di Grazia Torriglia”

Lei non ama il mare, di Grazia Torriglia

lei non

di Grazia Torriglia

Lei non ama il mare

È solo malinconia per lei abitare sul mare
lei lo amava ai tempi delle abbronzature
e delle vacanze in Sardegna dove
l acqua traspare
e la sabbia è morbida accoglienza.

Non ama guardarlo alla finestra
luce di un sole riflesso che invade
la mente
o burrasca rumorosa dai flutti che superano il molo
e s’infrangono brutali alle scogliere
casa dei gabbiani.

E’ solo ricordo di un padre che per mare andava
e non tornava mai per farglielo amare.

Grazia Torriglia @

Dillo pure amore mio, di Antonio Scarito

dillo

di Antonio Scarito

Dillo pure amore mio,
lo sento hai bisogno,
di ripeterlo ogni istante,
fallo pure io t’ascolto.
Non lasciare all’emozione
di fermare le tue parole.
non scordare succede,
che qualcuno ti colpisce,
diventando un pensiero
fisso dentro la tua mente.
Vuoi volare nel suo cuore,
ha bisogno di sapere se
qualcuno già l’ascolta e
capendolo presto verrà
tanta voglia di gridare:
amore mio voglio finire
in un ballo sensuale e
sentire che pur i corpi
son padroni di parlare.

Continua a leggere “Dillo pure amore mio, di Antonio Scarito”

Delitto di Ovada, fermata dai carabinieri una ragazza di 24 anni, di Daniele Prato

Delitto di Ovada, fermata dai carabinieri una ragazza di 24 anni

Daniele Prato

delitto

La pattuglia dei carabinieri sul luogo dove è stato trovato il corpo di Garitta

ARTICOLI CORRELATI

Capanne di Marcarolo, trovato morto il pensionato genovese disperso dal 3 novembre

Ovada, 53enne trovato morto in un campo. È stato investito da un’auto

Appiattire e scolpire la Pancia: ecco il rimedio usato dai Modelli (Oggi Benessere)

Alessandria – Una ragazza di 24 anni residente a Ovada è stata sottoposta a fermo dai carabinieri del comando provinciale di Alessandria per l’omicidio diMassimo Garitta, 53 anni, di Ovada, trovato cadavere in un campo alla periferia della città a Capodanno: sul corpo i segni di pneumatici che hanno fatto subito propendere per un investimento.

La donna fermata è Aurela Perhati, di origini albanesi, in Italia ormai da 22 anni e fino a pochi mesi fa commessa in un negozio di scarpe della zona… continua su: http://www.ilsecoloxix.it/p/basso_piemonte/2019/01/04/ADbMMnVD-delitto_carabinieri_fermata.shtml

Bangkok, italiano muore cadendo dal sesto piano di un centro commerciale

Bangkok, italiano muore cadendo dal sesto piano di un centro commerciale

Venerdì 4 Gennaio 2019 di Mauro Evangelisti

Bangkok.jpg

Un italiano di 44 anni è morto cadendo dal sesto piano di uno dei centri commerciali più popolari e frequentati di Bangkok. Era sulle scale mobili quando è precipitato al pian terreno, tra centinaia di persone, molti turisti, che in quel momento stavano facendo shopping.

L’uomo, si chiamava Federico Maistrello, romano, e dalle telecamere di sorveglianza risulta che il suo sia stato un gesto volontario. L’uomo aveva con sé il passaporto e un biglietto aereo.

La Farnesina ha confermato il decesso in una nota. L’Ambasciata d’Italia a Bangkok segue la vicenda in stretto raccordo con la Farnesina e con le Autorità locali ed è in contatto con i familiari per fornire loro ogni possibile assistenza… continua su: https://www.ilmessaggero.it/mondo/italiano_muore_bangkok_centro_commerciale-4208884.html

Guardarti tutta, di Antonio Scarito

guardarti

di Antonio Scarito

Guardarti tutta ,
niente addosso,
le mani lunghe
arrivan ovunque,
con labbra che
al tatto bruciano
insieme a ciò che
sto a provare.
Vorrei rubare
sol pochi attimi,
immagginare
come sarebbe,
stare vicini e
anche amarti ,
scordando quel
che sta intorno.
In te entrare e,
senz’altra voglia,
finire mentre
sento dolce
la tua voce che
non dice grazie
ma sol sussurra:
amor ti voglio!