– Amore sotto coperta –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

IMG. Dal Web

Avvolta da un mantello, che fa da coperta a tutte quelle parti del corpo che rischiano l’ ipotermia, guarda fisso un solo albero di un intero bosco.

I sensi non hanno più potere, l’udito, il tatto, la vista, il gusto, di ogni cosa non si riesce a percepire.

Imbalsamata, ha fermato il tempo.

Oggi le lancette si sono mosse solo per dieci minuti.

L’unico modo per sopravvivere è non lasciare che il mondo giri tutt’intorno; andrebbe avanti, lui, senza lei.

Non è una statua, le statue non emettono gemiti, non lacrimano, non hanno battito cardiaco.

Non è una farfalla, le farfalle volano libere contro il sole, non si fermano mai, non pesano, non pungono per difendersi.

È semplicemente una donna; preda di un amore necessario come l’aria che respira.

Preda di un amore che ama, come una bambina ama l’odore di casa.

Casa, ecco perché immobile…

View original post 72 altre parole

– Bosco invisibile –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

IMG. Dal Web

Il rumore delle foglie secche ad ogni passo, il dolore di quelle radici nascoste sotto la terra, il canto melanconico degli alberi esposti al sole.

Il bosco, il silenzio rumoroso come protagonista di ogni suo angolo, dal più chiaro al più scuro.

Il bosco, il suo tappeto che regge ogni pensiero, il suo vento che raccoglie ogni sospiro.

Una corsa interrotta, uno stridore solitario, si vestono di attese appigliate ai secondi.

Secondi interminabili che spaccano rami e sciolgono i capelli, rendendoli ancora più sottili, invisibili ad occhio nudo.

Invisibili a cuor d’uomo.

@ElyGioia

View original post

– L’opera –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

Scatto di ElyGioia Copyright

Come in un labirinto fatto di rocce, salgo e scendo da ripidi scalini per arrivare a te.

Nel teatro che racconta la nostra storia, difesa e travolta allo stesso tempo, da muri impenetrabili.

Vestiti della nostra epoca, del nostro tempo, del mio, vivente del tuo.

Un’opera scritta da mani tremanti, in tutti i quei momenti dove esistono solo i mimi del cuore.

Parola, voce, essenza.

Desidero un foglio di carta per poter scrivere ancora, e vivere.

Voglio vivere di questa libera prigionia dell’amore, voglio sentirmi parte di una storia nella quale io sommato te è uguale a noi.

Nessun principe, tu sei Re.

Nessun finale, io vivo per l’infinito.

E se proprio vuoi scrivere un finale, fallo a metà del nostro libro, affinché io possa raggiungerti anche solo con le mie parole; così non ne porrò mai fine.

Il sole scotta eppure mi copro.

E…

View original post 52 altre parole

Gli insuccessi dei figli colpa dei genitori

Revolution Post

Gli errori dei genitori

Gli errori frequenti da cui Business Insidermette in guardia sono sei e portano tutti a crescere figli destinati, in base a studi sociologici, a non avere successo nella vita da adulti. Il primo è quello di essere genitori troppo autoritari, perché in questo modo si scoraggia una comunicazione aperta e si facilita il radicamento di una serie di inibizioninei ragazzi.

Il secondo è consentire di stare davanti alla televisione sin dalla prima infanzia. Apparentemente stare incollati al piccolo schermo è strettamente collegato all’incapacità di comprendere i problemi di matematica.

Terzo errore è quello di gridare, atto inutile e controproducente nel lungo periodo, così come il ricorso (quarto errore) agli schiaffi o, peggio, a forme più gravi di violenza. Si tratta di atti che lasciano tracce indelebili e che sono destinati a creare disturbi cognitivi.

Il quinto comportamento da evitare è…

View original post 148 altre parole

Se la famiglia si scioglie

Revolution Post

Per la Società Italiana Scienze Forensi, però, non ci sarebbero dubbi: l’affidamento materialmente condiviso (il cosiddetto physical joint custody) – che prevede tempi paritetici o equipollenti di frequentazione dei figli, non più di due terzi e non meno di un terzo del tempo con ciascun genitore – va preferito a quello in cui l’affidamento è delegato prevalentemente a un solo genitore. Secondo la S.I.S.F. “l’affidamento materialmente condiviso è da intendersi – come – la migliore realizzazione delle esigenze della prole di usufruire di una equilibrata relazione emotivo-relazionale con le due figure genitoriali“.

Del resto, come dimostra l’esperienza di alcuni paesi intracomunitari anche culturalmente vicini all’Italia, esso ridurrebbe le probabilità di perdere il contatto con un genitore dopo la separazione e favorirebbe la crescita armoniosa della prole. Ma non solo. Gli scienziati forensi, ribadiscono che l’affidamento con tempi che tendono all’equipollenza con ciascun genitore “permetterebbe anche una potenziale diminuzione della conflittualità all’interno…

View original post 230 altre parole

Gli orchi sono in casa

Revolution Post

Sono padre di due bambine, il solo pensiero che qualcuno le possa toccare mi fa sentir male, mi fa salire una rabbia feroce che mi porta ad essere un animale.

I figli sono la cosa più bella che la vita ci può regalare, fanno i capricci ci fanno arrabbiare ma sono il nostro sangue, quel sangue che scorrerà nelle vene per sempre è l’unico legame che durerà tutta la vita, è l’unico amore a prima vista, sono un colpo di fulmine per noi papà , per le mamme è diverso perché li vivono per nove mesi, dentro di loro imparando a conoscere la loro voce.

Come può un padre, assodare uomini per far violentare una figlia, che non può urlare che non può difendersi perché disabile?

Perché i figli vengono usati per i nostri istinti, per le nostre manie.

Il figlio è un bene prezioso non solo a parole ma…

View original post 245 altre parole

Carlo Vanzina e il racconto di una generazione spensierata.

Revolution Post

Carlo Vanzina insieme al fratello Enrico figli d’arte , ci hanno regalato la  commedia italiana per 40 anni, raccontavano il nostro paese, con quella comicità mai volgare .

Da yuppies a vacanza di Natale, hanno portato sul grande schermo De Sica, Boldi, Elio Germano, Isabella Ferrari, Monica Bellucci e tanti altri.

Voleva fare il critico cinematografico e si ritrovò ad essere un regista che sarà ricordato , per quelle sane risate tra romani e milanesi con la cura di non scendere mai nel trash volgare.

Negli anni Ottanta i film più di successo di Vanzina furono quelli con Jerry Calà o Diego Abatantuono, e in certi casi con loro due insieme. Sapore di mare, uno dei suoi film più famosi, uscì nel 1983: era ambientato negli anni Sessanta e c’erano Virna Lisi, Marina Suma, Karina Huff, Alba Parietti, Isabella Ferrari e Jerry Calà. Il film non si intitolò “Sapore di sale”…

View original post 148 altre parole

Viviamo felici nella stupidità

Revolution Post

Vittorino Andreoli: “Siamo la società dell’homo stupidus stupidus stupidus. Oggi solo gli imbecilli possono essere felici”

La distruttività invece è la tendenza a fare del danno agli altri, ma anche a se stessi. Si uccidono moglie, figli e ci si uccide. È una piccola apocalisse. Ed è molto frequente nelle famiglie oggi.

La violenza è finalizzata a produrre danno agli altri. Uno è geloso perché c’è qualcuno che gli ha portato via l’oggetto d’amore, e si vendica violentemente: lo ammazza. Ma, realizzato questo scopo, la violenza decade.

Viviamo tra le frustrazioni tra le paure di perdere di restare soli.

Viviamo nel accontentarci di tutto perché abbiamo paura della solitudine, cerchiamo rapporti a tutti i costi , perché sistemare ciò che siamo interiormente fa paura.

Fa paura parlarci guardarci, fa paura capire.

Ecco le violenze, la paura di perdere ciò che possediamo e per tenerlo a noi nei nostri ricordi siamo…

View original post 39 altre parole

ISIM…

ISIM...Poesia...

Mi chiese cosa ci facevo lì solo  ad osservare il vuoto vicino al mare senza nemmeno il mio amico gin tonic
Mi fece mille domande 
Non risposi a nessuna restai in silenzio mentre mi parlava 
E parlava parlava e parlava
Inutile nascondersi mi disse 
Conosco già le tue risposte
L’ultima sua domanda fu
Hai capito chi sono?
Ed io lo fissai intensamente e mentre andai via gli dissi silenziosamente
Si certo che so chi sei
Sei il mio buio…images (8)

View original post

ISIM…

ISIM...Poesia...

Avevo le sue unghie sul mio petto
Graffiava lentamente e più mi arrapava il suo modo di leggermi i mille pensieri che in quel momento avevo in mente
Ad un tratto la lingua
La sua
Ad addolcire dove aveva appena graffiato
Ad un tratto le sue mani dove volevo che si posassero
Ad un tratto la sua bocca ad assaporare quel duro verso rosso è silenzioso voglioso di libertà
Lentamente lei cercava di capirlo cercava a tutti i costi di decifrare quel che lui diceva è più cercava tenerlo dentro più lui si agitava proprio come il mare
Ad un tratto una lacrima come ad avvisare del suo arrivo inaspettato
lei continuava ancora a leggere ignara di ciò che lui stava sputando fuori  
Tutti quei versi pieni di ogni parola volgare e cattiva
Fino a ricoprirli la faccia che lei con la sua lingua cercava di ripulirsi
Capi’ soltanto…

View original post 19 altre parole

Amnesia

RUMORE

Eppure qualcosa che dovevo dirti c’era.

Era un discorso così preciso,
che sarei stato votato dal 70 per cento della popolazione,
un’arringa talmente perfetta
da scagionare Jack Lo Squartatore,
una storia così avvincente
da sbancare i botteghini,
una canzone tanto melodica
che gli animali si sarebbero ammansiti,
una poesia così magnifica
che la luna sarebbe venuta a sentire,
che i sogni si sarebbero destati
con le genti ancora a dormire,
che non ci sarebbero state guerre,
– anzi –
che i telegiornali avrebbero detto
che oggi non era successo nulla di nulla,
solo tu che leggevi una poesia.

Eppure qualcosa che dovevo dirti c’era,
ma l’ho dimenticata
perché ti ho pensata.

View original post

Segui Alessandria today via e.mail

Segui Alessandria today via e.mail

Camogli ok

Clicca per seguire questo blog e ricevere email di notifica per i nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 3.863 follower

ISCRIVITI

E’ sufficiente cliccare sulla dicitura “ISCRIVITI”, seguire una semplice procedura che prevede l’indicazione di nome ed e-mail, ed il servizio sarà attivo immediatamente.

In qualsiasi momento che lo si voglia si può facilmente annullare l’iscrizione.

http://feeds.feedburner.com/AlessandriaToday

VORTICE DI FOLLIA, di Patrizia Calzetta

VORTICE DI FOLLIA, di Patrizia Calzetta

VORTICE DI FOLLIA

VORTICE DI FOLLIA

L’attesa di un incontro d’amore
non ha eguali per l’emozione che scatena
quel resistere, indugiare
trattenersi
muoversi lo stretto necesssario
per non logorare l’impeto

occhi come girasoli illuminati
lasciarsi andare, cancellare i pensieri
che il mondo ci sia o non ci sia
nulla cambia, nulla importa

il vuoto intorno,
l’assenza di sensi

è un crescendo di pulsioni
è la vita che sale dentro
vortice di follia che perderà potenza
quando due braccia stringeranno
tutto di te intensamente

abbandonati senza freni, senza pudore
non arrossire se non di passione
e poi,

lascia che sia!

©Patrizia Calzetta

Marcello Comitini, scrittore e poeta, note biografiche

Marcello Comitini, scrittore e poeta, note biografiche

Marcello_Comitini-453x340 copia

Alessandria today è lieta di pubblicare la biografia dello scrittore e poeta Marcello Comitini

Biografia 

Marcello Comitini, siciliano, nato a Catania, laureato in Giurisprudenza, vive attualmente a Roma.Ha svolto diversi mestieri, tra i quali insegnante di fotografia e cinematografia, analista dei processi produttivi delle aziende creditizie, direttore organizzativo del teatro Ambra Jovinelli. Ha smesso di lavorare nel 2003. A ventinove anni ha pubblicato la raccolta di poesie “Un ubriaco è morto” (Misuraca Editore). È seguita una pausa trentennale, durante la quale ha tradotto parecchi autori dal francese, fra cui “I fiori del Male” di Baudelaire, “Pescatore d’acqua” di Guy Goffette, “La penombra dell’oro” di Jean Mambrino, “Lignes de fuite” di Pascal Hermouet.

Ha pubblicato: “Formule dell’anima” nel 2011, il libro di poesia e arte “Di cremisi e azzurro” nel 2012, “Terra colorata” nel 2014, “Il fiato del mondo” nel 2015, “I Fiori del Male” di Charles Baudelaire di cui ha curato la traduzione nel 2017.

Scrive racconti pubblicati su riviste on-line e gestisce il sito web “www.terracolorata.com.

La sua vera biografia, come afferma il poeta Iosif Brodskij, «è come quella degli uccelli – i dati veri vanno ricercati nei suoni che emettono. La sua biografia è nelle vocali e sibilanti, nella metrica e nelle metafore.». In lui non c’è la logica dell’apparire né quella del vendere. Il suo obiettivo non è quello di vendere poesie ma di regalare sogni, amari ma certamente umani.  Di lui, tra l’altro, è stato detto: “Le sue poesie offrono la sensazione che tutto si tramuti in “carne e sangue”, in gioia di possedere, in desiderio di attrarre a sé l’altro e di essere attratto dall’altro […] perché egli si pone di fronte a uno specchio, che è il suo vissuto, e in esso si riflette per riflettere sulla vita, affidandosi agli occhi e al cuore”.

sito: http://www.terracolorata.com/

M5S: Sale la rabbia dei cittadini: I tombini ostruiti trasformano la città in una laguna dopo ogni temporale e i danni chi li ripaga?

M5S: Sale la rabbia dei cittadini: I tombini ostruiti trasformano la città in una laguna dopo ogni temporale e i danni chi li ripaga?

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Alessandria: “I primi violenti temporali estivi, che per via del cambiamento climatico in atto negli ultimi anni sono diventati sempre più frequenti ed intensi, non hanno mancato di causare gli allagamenti a cui ormai gli abitanti del Cristo, degli Orti, di Casalbagliano e di molte altre zone del comune di Alessandria si sono tristemente abituati.

Esservi abituati non significa però essere meno stressati o frustrati quando ogni anno si subiscono danni dovuti principalmente all’ostruzione delle Caditoie (tombini) che dovrebbero convogliare l’acqua dal suolo stradale alla rete fognaria.

Tant’è che sui social, oramai diventati il termometro per misurare il disagio dei nostri concittadini, fioriscono le foto dei tombini completamente intasati e dei danni subiti. Mentre l’onnipresente assessore competente si affanna con blande rassicurazioni in rete ad arginare questo malumore giustificato dal reiterarsi sempre degli stessi problemi, noi riteniamo che una programmazione a lungo termine sia necessaria per risolvere in maniera strutturale il problema.” afferma il consigliere Francesco Gentiluomo.

Continua a leggere “M5S: Sale la rabbia dei cittadini: I tombini ostruiti trasformano la città in una laguna dopo ogni temporale e i danni chi li ripaga?”

Sozzetti: La Borsalino di Alessandria è di Camperio. Tutti soddisfatti, anche se restano aperte alcune domande sull’evoluzione della vicenda giudiziaria

Sozzetti: La Borsalino di Alessandria è di Camperio. Tutti soddisfatti, anche se restano aperte alcune domande sull’evoluzione della vicenda giudiziaria

unnamed

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

L’esito era scontato perché era l’unica offerta, ma visto il percorso accidentato degli ultimi anni era necessario attendere le ore 16 del 12 luglio.

Scaduto il termine, la conferma delle attese: Haeres Equita Srl, controllata al cento per cento in Italia da ‘B Collective’, che gestisce le attività di Borsalino Giuseppe & Fratello da dicembre 2015 e fino a fine luglio di quest’anno, comunica di avere vinto l’asta, guidata dai curatori fallimentari di Borsalino Stefano Ambrosini e Paola Barisone, per l’acquisizione della fabbrica di Spinetta Marengo in zona industriale D5 (tutti i macchinari e le attrezzature, i contratti di lavoro), il negozio di corso Roma ad Alessandria, i beni mobili della Borsalino Giuseppe & Fratello.

Non il marchio perché era già di proprietà della Haeres Equita guidata dall’imprenditore italo-svizzero Philippe Camperio. La base per rilevare l’impresa era di 7,8 milioni più tasse e l’assegnazione diventerà definitiva in entro dieci giorni.

Camperio, che è presidente anche di ‘B Collective’, sottolinea “gli sforzi compiuti negli ultimi tre anni per acquisire questa magnifica manifattura dove un così prezioso savoir-faire viene espresso ogni giorno. Continua a leggere “Sozzetti: La Borsalino di Alessandria è di Camperio. Tutti soddisfatti, anche se restano aperte alcune domande sull’evoluzione della vicenda giudiziaria”

I Premiati dei “Balconi Fioriti” edizione 2018

I Premiati dei “Balconi Fioriti” edizione 2018

Questa presentazione richiede JavaScript.

Si è svolta ieri pomeriggio, al Giardino Botanico Comunale “Dina Bellotti” di Alessandria (in via Monteverde) la premiazione dell’edizione 2018 di “Balconi Fioriti”.

Di fronte a un numerossimo pubblico e alla presenza del Sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, del Vicesindaco e Assessore comunale all’Urbanistica e Riqualificazione urbana di Alessandria, Davide Buzzi Langhi, accompagnati dall’Assessore comunale al Verde Pubblico, Giovanni Barosini, dall’Assessore comunale al Bilancio, Cinzia Lumiera, dall’Assessore Provinciale Maurizio Sciaudone, di alcuni Consiglieri comunali e degli altri Rappresentanti istituzionali pubblici e privati locali, di Andrea Baiardi, titolare dell’Agenzia Florida Style (partner organizzativo del progetto), di Gianni Ravazzi (Associazione RNA-Natura Ragazzi) nonché degli Sponsor, si è celebrato il felice epilogo del progetto “Balconi Fioriti” 2018. Continua a leggere “I Premiati dei “Balconi Fioriti” edizione 2018”

Guardando le stelle, di Silvana Fulcini

Guardando le stelle, di Silvana Fulcini

Guardando 0606_1626408152540905472_n

Guardando le stelle

Di notte
quando guardo le stelle,
spero che anche tu
le stia guardando…
è l’unico modo
per incrociare
i nostri sguardi…
…per rinforzare
quel filo che ci unisce,
invisibile, sincero.
Lassù, fra le stelle,
si toccano
i nostri pensieri,
mi arrivano
le tue carezze,
come alito di vento
ricoprono
la mia pelle…
E mentre sorrido
alla luna,
ti invio mille baci,
che scenderanno su di te,
ricoprendoti
come mille brillanti stelle…
…solo così
potremo toccarci…

Sil. F. 11/07/2016
Diritti riservati
Immagine dal Web

La Camera del Lavoro di Alessandria esprime soddisfazione per l’assegnazione dello Stabilimento Borsalino di Spinetta Marengo alla Società Haeres Equita

La Camera del Lavoro di Alessandria esprime soddisfazione per l’assegnazione dello Stabilimento Borsalino di Spinetta Marengo alla Società Haeres Equita

Schermata 2018-07-13 a 19.00.54

La Camera del Lavoro di Alessandria esprime soddisfazione per l’assegnazione dello Stabilimento Borsalino di Spinetta Marengo alla Società Haeres Equita in seguito all’asta svoltasi ieri che conclude un periodo triste e pericoloso di tre anni culminato con una sentenza di fallimento che ha fatto temere per il posto di lavoro di 134 persone oltre che per la perdita di un prodotto che rappresenta nel mondo Alessandria da oltre 150 anni.

La riunificazione di marchio e fabbrica è il risultato di un lavoro di squadra che ha visto la partecipazione di tutte le forze sociali, le istituzioni provinciali e regionali, di una città intera dove ognuno a suo modo a contribuito a segnare Borsalino come bene comune. Continua a leggere “La Camera del Lavoro di Alessandria esprime soddisfazione per l’assegnazione dello Stabilimento Borsalino di Spinetta Marengo alla Società Haeres Equita”

Aperitivi….mozzafiato

Creando Idee

Ci hanno sempre insegnato che guardare dall’alto in basso non è cosa da fare. Ma in piena estate sorseggiare un aperitivo da una terrazza con un bel paesaggio come sfondo, un tramonto sullo orizzonte della città, un cocktail fresco vista mare, montagna o per osservare una città ricca di storia da un punto di vista inusuale è un piccolo sfizio da togliersi, un lusso popolare alla portata di tutti. Il trend nasce negli Stati Uniti. Dopo Miami, Cincinnati, Boston, Las Vegas, la moda si è diffusa immediatamente nelle capitali europee, Londra, e Asia, con Singapore, Tokyo,  e Dubai in testa alle classifiche. Ma l’Italia non resta in dietro anzi…Ecco qualche suggerimento: Due Torri a Verona Nella città più romantica d’Italia, c’è un angolo intimo dove gustare un aperitivo e osservare le luci e ombre di una città irta di torri e torrette, rimostranze locali di signorotti boriosi, a due passi…

View original post 203 altre parole

Veleno

Diario di una Zingara

E’ lunedì.

Ore nove e qualcosa, nel traffico mattiniero cittadino, un’auto improvvisa un sorpasso uscendo dalla rotonda e me la trovo davanti

E mi scoccia tantissimo ammetterlo, ma stavo per avere un attacco d’ansia. Io che ho combattuto gli ansiolitici a pugni in faccia ed ho deciso di “farmela passare” da sola con una pacca sulla spalla dopo l’altra, un abbraccio dopo l’altro.

Il lato positivo è che ho capito che appena lei attacca, io devo contrattaccare ancora più velocemente ed ancora più forte.

Ed ho sterzato di colpo entrando nell’aiuola a bordo strada, evitando lo scontro che sarebbe stato inevitabile.

Quello del sorpasso comunque ha chiesto scusa con la mano, come se bastasse quello.

Sento il veleno nel corpo: è caldo e mi corrode lo stomaco. Ma il mio veleno non è giustificato, no? Eh no, perchè io ho tutto.

Perchè “ne ho passate tante”.

Perchè sono forte.

Perchè…

View original post 172 altre parole

Leone

Diario di una Zingara

Poco più di un anno e mezzo, 16 denti e un caratterino da farmi venire i capelli dritti.

E’ testardo, paraculo e parecchio sveglio.

Mangia da solo con le posate e (quasi) tutta la pappa finisce nella bocca, gli piace tutto tranne l’anguria. Sceglie il gusto del gelato da solo, indicando il colore più bello che di solito è il verde.

Non parla tanto, ma capisce tutto quello che gli si dice anche troppo. Sa quasi tutti i versi degli animali: quando ne vediamo uno lo indica dicendo il verso. E’ un periodo che chiama mamma-mamma-mamma-mamma-mamma-mamma a ripetizione finchè non lo ascolto.

Saluta tutti e dice “ehy!” a chi non lo guarda, manda i baci con la manina ma odia riceverli. Fa proprio la faccia schifata e ti sposta.

Ama calciare la palla, salire sullo scivolo alto e tutto quello che potrebbe essere pericoloso.

Ma più di tutto ama i…

View original post 45 altre parole

Parlavi francese

INCIPIT

 Michael e Inessa Garmash

Parlavi francese
mon amour
ed eri fatua
eterea
Mi tuffavo nella tua essenza
Galleggiavo tra parole
sottili
delicate
profumate di cipria e lavanda
Respiravo suoni
sospiri d’aria
Pianissimo si aprivano gli adagi
Presto gli andanti
nel movimento della forma
ora suite
sonata
sinfonia
a chiudersi in un lento morendo
nell’aria punteggiata di note
la luna sulla pelle
le stelle negli occhi
il canto di Apollo
il suono del flauto di Pan
Parlavi francese
mon amour
Eurydice era il tuo nome

Enrico Toso

View original post

L’ultimo Piacere

Il Costa e le sue poesie-pensiero

La morte l’ho fregata

perché viaggio sempre

un passo davanti a lei…

Vivo al meglio le mie emozioni

Nastri argentei appesi

alle nuvole..

La musica in sottofondo

di IO VAGABONDO

per l’ultima corsa

di questa meravigliosa

folle vita

Quando mi raggiungerà

avrò già vissuto..

Mi farò accompagnare

per il mio ultimo viaggio,

facendogli un piacere

l’ultimo piacere

Porterò la falce sulle

mie spalle

Dandogli la mano

la guarderò nel cavo

degli occhi suoi

Sprigionando tutta

l’energia …

Illuminerò le tenebre

Le porte della Grande Strada

Si apriranno…

Ed io le varcherò

Guardando il mondo con

l’ultimo sorriso

Aspettando il momento giusto

per tornare…

Disadattato ore 02:33 del 12-07-2018

Il Costa

View original post

Mille

Il Costa e le sue poesie-pensiero

Mille nuvole si rincorrono felici
Noi due distesi
sopra il prato a parlare di sogni da realizzare…
Tu con la margherita in bocca
fai l’inchino al mattino
Mille stormi tutti in ordine
nessuno fuori posto,
Tu a ridere mentre giochi a far la guerra,
puntando il dito
bum bum morto…
Mille giorni,
mille anni mille secoli….
Mille mondi…
una sola come te
Un Disadattato ore 08:25 del 04-06-2018

Il Costa

View original post

LA PELLE, SPECCHIO DELL’ANIMA.

Farmacia Capponi dr.Angelo

“Sicut in cute et intus” dal latino “come sulla pelle così dentro” ovvero “la pelle è lo specchio della salute”.

La pelle non è solo una copertura.

pelle farmacia capponi 2Rappresenta il confine del nostro corpo, un interscambio con il mondo esterno, ci protegge, regola la temperatura e la traspirazione; in definitiva esprime la nostra identità e raffigura una via privilegiata di comunicazione.

Quando ci isoliamo essa avvizzisce come i sentimenti; invece, quando vogliamo attrarre qualcuno, la pelle prende vita e libera inebrianti profumazioni.

In definitiva la bellezza della pelle non va mai disgiunta dalla salute e dal benessere generale.

pelle farmacia capponiL’adozione di un stile di vita sano, fatto di attenzioni, di costanza, di acquisizioni, di scoperte e che ci aiuti ad invecchiare con dignità e con serenità, con tutti i sentimenti buoni che riempiono il cuore, nutre il nostro corpo, la nostra mente, la nostra pelle.

Cerchiamo, nei piccoli gesti…

View original post 37 altre parole

un caso per tre – un giallo a quattro mani – diciottesima puntata

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Un nuovo tassello si aggiunge al puzzle che Walter e Debora stanno pazientemente componendo nelle loro personali indagini sulla morte della receptionist Francesca e il rapimento del piccolo Albertino.

Chi avesse perso le puntate precedenti, scritte insieme a Gian Paolo (Newwhitebear), può trovarle qui 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17

Walter si affrettò a seguire Cecilia che varcava la porta di servizio dell’hotel, mentre Sofia faceva un gesto rassegnato, come a dare un inutile permesso di commiato al suo compagno così curioso.
La cameriera richiuse la porta mentre Walter si intrufolava dietro di lei.
«L’uomo misterioso si è diretto verso la cucina» sussurrò la giovane donna.
«Seguiamolo senza fare rumore» rispose, sussurrando a sua volta, Walter e si mise a precederla…

View original post 556 altre parole

Il pranzo a sacco in spiaggia

Creando Idee

Torna di moda il pranzo al sacco per gli italiani in spiaggia con il menu che varia dalle insalate di riso, pasta fredda, pollo, o insalatone di  mare preferite dal 25% delle persone, alle tradizionali lasagne E’ quanto emerge da un indagine che ha tracciato una classifica. In testa alle preferenze c’è quindi l’insalata fatta in vari modi, seguono la caprese e la macedonia Non manca pero’ chi porta sotto l’ombrellone piatti tradizionali come la sostanziosa parmigiana o la frittata di verdure o la pasta al sugo. “L’attenzione all’alimentazione è diventata un obiettivo degli italiani anche in spiaggia. La novità dell’estate 2018 in Italia è proprio il forte aumento della richiesta di benessere a tavola che si allarga dal supermercato ai ristoranti fino ai pic-nic. La motivazione principale non è più solo il risparmio ma anche la ricerca della forma fisica. Tra i cibi sani e amici dell’abbronzatura, ci…

View original post 10 altre parole

Cuore dolente 1

La Poesia del Cuore

Quanto mi fa male il cuore
ogni sera piange
ogni sera perde una briciola di te
e quindi di se stesso.
Sto andando in frantumi
non mi sento più ne me stessa
ne qualcun altro.
Ho perso tutto
quel di cui mi importava.
Ho perso i miei progetti,
ho perso il mio futuro,
ho perso i miei sogni,
ho perso te.
E non riesco a dormire
perchè non sei accanto a me.
E non posso uscire
perchè o ti vedo ovunque
oppure è come se fossi in attesa di un tuo arrivo.
Non riesco più a stare così
fa così male.
Sto così male.
E mi manca l’aria
vorrei solo che tutto finisse.
Ma tu ormai non mi ami più
chissà con chi sarai
con chi passerai il resto della tua vita
mentre io sarò qua a sperare che tu venga da me.
Chissà se mi hai mai amato veramente,

View original post 6 altre parole

Non esiste medicina per il cuore

La Poesia del Cuore

Non esiste medicina
che può curare
questo mal di cuore
che lentamente mi sta uccidendo.
Basta solo un tuo ricordo
per farmi perdere il fiato.
Basta solo un pensiero a te
per gettarmi nelle tenebre.
Insieme non siamo riusciti a stare
ma senza di te mi sento morire.
Ogni giorno prego che non arrivi la sera
perché la notte è la più temibile
dove ogni cosa mi torna alla mente
non c’è niente a bloccare quelle immagini
che prima amavo mi scorressero in mente,
ora invece mi sembrano quasi una punizione.
Ho sempre creduto che non ci fosse nulla
di più bello al mondo
di più importante nella vita
dell’amore..
Ma ora l’ho perso
e così ogni cosa ha perso ormai il colore
ogni cosa ha perso il suo scopo
ogni mio sorriso ha perso di sincerità
ogni giorno ha perso di realtà.
Non so se pregare Dio
di scordarmi…

View original post 26 altre parole

Cuore e mente

La Poesia del Cuore

Hai mai dormito sognando sempre la stessa persona?
E sorriso pensando sempre ad essa?
Hai mai vissuto pensando che il percorso che avevi scelto,
seppur arduo,
ti avrebbe portato da essa?
Hai mai, a volte sopportato, altre amato,
i difetti e i pregi di una persona veramente?
Nel mio cuore,
ero convinta di fare la cosa giusta
per coltivare il nostro amore.
Forse a volte,
il nostro amore,
poteva sembrare un pò unilaterale.
Ma tu c’eri sempre quando avevo bisogno di te
e ora che ti ho perso per sempre
mi sento sola.
Eri il mio sogno preferito
eri tutto ciò che amavo in questo mondo.
Dicevamo sempre che il cuore
e la mente,
la vedono con due punti di vista differenti.
Noi abbiamo sempre ascoltato il cuore
anche se forse abbiamo sbagliato
perchè il nostro cuore era colmo di amore
di paure
di sogni
di speranza,
perciò non era…

View original post 19 altre parole

Prove di scrittura dal telefono

Un' alessandrina in America

Non ho mai scritto post dal telefono, ma provo a farlo ora per vedere se è possibile e come vengono. Se dovessero risultare gradevoli, questa nuova possibilità mi permetterebbe di scrivere anche quando sono lontana dal computer, cosa che cerco di fare ultimamente visto che sono in vacanza dal lavoro fino a settembre e ultimamente associo facilmente il computer al lavoro. Tante volte ho idee per un post, ma quando ho tempo per scriverlo, o le idee sono scappate ( problemi di memoria!!!) oppure è diventato obsoleto. Ben vengano allora queste “istantanee dal blog”, che ne dite? Visto che siete qui, Vi racconto cosa mi è capitato ieri, che è anche il motivo per cui ho ripostato un vecchio post del blog ” Le cose che rendono facili la vita” . Ho notato che il mio fedele compagno Fitbit, l’orologio conta passi, aveva una crepa sul vetro. Ieri era il…

View original post 88 altre parole

Vacanza in USA: comincia qui!

Un' alessandrina in America

action america architecture avenue Photo by Nout Gons on Pexels.com

Tempo di vacanze, tempo di partenze.

Gli USA sono la destinazione delle vacanze per molti italiani. Molti di essi arrivano al mio blog cercando informazioni pratiche, a cominciare dal viaggio: ed io non ne avevo mai parlato. Lo faccio oggi, cercando di mettere insieme le informazioni raccolte in anni di viaggi da e per l’Italia.

Ecco alcuni passaggi obbligati per prepararsi al viaggio negli USA.

View original post 2.146 altre parole

#Day 3 La regola del testosterone

Bisbeticamente

testosteróne s. m. [comp. del lat. testis «testicolo» e di ster(olo), col suff. -one degli ormoni]. Il testosterone è un ormone steroideo a 19 atomi di carbonio che si forma prevalentemente nelle cellule interstiziali del testicolo. Nell’uomo adulto i livelli di testosterone giocano un ruolo molto importante per ciò che concerne la sessualità, l’apparato muscolo scheletrico, la vitalità e la buona salute.

Il testosterone regola, dunque, il desiderio sessuale, l’erezione e la faccia da culo che gli uomini fanno quando vedono camminare una donna in minigonna.

Allora, io non sono propriamente sicura che la produzione di testosterone sia direttamente proporzionale all’inebetismo maschile che si acuisce terribilmente col sopraggiungere del primo calore estivo, no.  O che, d’altra parte, la componente steroidea sia in qualche modo implicata nella formulazione di quei commenti opinabili che sgusciano via dalle loro bocche quando si ritrovano al cospetto di una gamba.  Dopotutto,  perché stigmatizzare un ormone quando, invece, il…

View original post 639 altre parole

#Day 2 Martedì killer

Bisbeticamente

20180710_084011.jpg

L’orologio digitale segna già le 8:00 del mattino. I cani abbaiano, la tapparella si è incastrata e il sole non c’ha messo molto ad infuocare la trama operata delle lenzuola sintetiche. Sembra un sabotaggio, e un po’ lo è, come tutti i miei risvegli.

E va bene, ok, cospiratori del sonno, avete vinto voi. Mi alzo.

Controvoglia, quindi, apro prima un occhio, poi l’altro: guardo fisso davanti a me. Cazzo. La persiana è veramente rotta, bloccata. Un disastro.

Eppure, non è l’abnegazione della tapparella il problema principale di questo martedì disorientato. Sedetevi che ve lo racconto.

Dunque, con lo sguardo ancora sopito, cerco a tastoni gli occhiali da vista, e non li trovo. Allora, mezza cieca ma già sufficientemente incazzata, cerco il cellulare, e non trovo manco quello. Ottimo, penso, e afflitta dai miei precedenti insuccessi, riorganizzo rapidamente le mie priorità mattutine. Mi risolvo nel cercare un fazzoletto, nella speranza…

View original post 560 altre parole