SITO RIUNIONE IN PREFETTURA DEL 20 GIUGNO 2022
In data 20 giugno 2022 alle ore 15:00 si sono incontrati, per esperire il tentativo di raffreddamento, i Rappresentanti delle scriventi Sigle Sindacali, la Dott.ssa Callegari Capo di Gabinetto della Prefettura di Alessandria e per l’Asl Al il Dott. Luigi Vercellino, Michele Colasanto e la Dott.ssa Antonella Bogliolo rispettivamente Direttore Generale, Direttore Amministrativo e Direttore Sc Personale.
 Dopo aver spiegato la motivazione della creazione di una sinergia tra le sigle CSE SANITA’, NURSIND, UGL SALUTE, CUB SANITA’ si è dato inizio alla discussione dei punti proposti come motivazioni per lo stato di agitazione. Brevemente riepiloghiamo quanto segue:
1)      Prestazioni Aggiuntive: abbiamo chiesto uno stop alle prestazioni aggiuntive con motivazione derivante dal fatto che lo stato di emergenza è oramai concluso e tale ausilio è stato usato al fine di accelerare le vaccinazioni e riportare alla normalità le prestazioni sanitarie. L’Azienda risponde che tale modalità è in via di conclusione visti i nuovi inserimenti organici. 260 di cui 60 CPSI. Ovviamente suddivisi nei vari presidi Ospedalieri. È poco, anzi molto poco ma è qualcosa.
2)      Mobilità interne: hanno ribadito che daranno corso come già comunicato. Abbiamo sollevato la problematica delle richieste nei vari reparti/ambulatori, proponendo di proporre ai richiedenti le liste di possibili inserimenti, ovvero chiedere la mobilità ove c’è effettivamente fabbisogno. La risposta è stata che potrebbe presentarsi l’esigenza “non contabilizzata”, ovvero la necessità di andare a ricoprire un posto non proposto. Se ne ridiscuterà. Chiesta anche la griglia delle già avvenute mobilità. Sollevato il discorso riammissioni non vaccinati: l’Azienda risponde che si deve attenere alle direttive della regione, che da loro ammissione, sono continuative, confusionarie e variabili.
3)       Smart Working: È stato attuato un regolamento per lo Smart Working nell’aprile 2022 anche se è stata comunicata la poca pubblicità di tale accordo e inserimento in attività lavorativa “agile” da parte dei lavoratori.
4)      disallineamento tra organico e quello approvato dall’ASL: È prevista nei prossimi giorni la ridiscussione di tale argomento con OO.SS. ed RSU visto la mancata approvazione della proposta presentata dall’Amministrazione durante la riunione del 15/06.
L’incontro si è concluso con la decisione unitaria di terminare lo stato di agitazione con la promessa del proseguo di corretti rapporti sindacali da parte dell’Amministrazione Asl Al.
Continua pertanto il nostro impegno per la piena dignità lavorativa dei professionisti sanitari e
un’assistenza sanitaria di qualità per tutti gli utenti dell’Ospedale.
CSE SANITA’            NURSIND           UGL SALUTE          CUB SANITA’

S.Gallo                 S. Lopresti              S. Fornataro           A. Morandini

                                       G.Racina                                                                                R. Marchese